Conferenza Apiweb del 14/12/2011
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×

Like this? Share it with your network

Share

Conferenza Apiweb del 14/12/2011

  • 796 views
Uploaded on

Terzo appuntamento del ciclo dei 5 incontri di APIWEB 2011, la serie di incontri organizzata da APINDUSTRIA MANTOVA dedicata alle aziende e al mondo di internet. Nel file sono presenti tutte le......

Terzo appuntamento del ciclo dei 5 incontri di APIWEB 2011, la serie di incontri organizzata da APINDUSTRIA MANTOVA dedicata alle aziende e al mondo di internet. Nel file sono presenti tutte le slide dell'incontro che si è svolto il 14/12/2011 in cui Rinaldo Zambello (NUR Srl) ha relazionato sul tema: "L'azienda che ci mette la faccia - Promozione sui Social Network tra Facebook e dintorni".

More in: Technology
  • Full Name Full Name Comment goes here.
    Are you sure you want to
    Your message goes here
    Be the first to comment
    Be the first to like this
No Downloads

Views

Total Views
796
On Slideshare
697
From Embeds
99
Number of Embeds
3

Actions

Shares
Downloads
14
Comments
0
Likes
0

Embeds 99

http://www.nur.it 91
http://webserver 5
http://nur.it 3

Report content

Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
    No notes for slide

Transcript

  • 1. Mantova, 14 dicembre 2011 Relatore: Rinaldo Zambello (NUR S.r.l. Web Agency)
  • 2. ARGOMENTI1. La presenza sui Social Media2. Facebook3. LinkedIn4. Twitter5. YouTube6. Foursquare
  • 3. 1. La presenza sui Social Media PRIMA DI INIZIARE A PARLARE DEI “SOCIAL NETWORK” Prima di introdurre il discorso dei Social Network è importante tenere in considerazione alcune nozioni basilari che saranno fondamentali in seguito: 1. essere certi di conoscere bene lambiente e le sue dinamiche; 2. accertarsi della disponibilità ad ascoltare ed entrare in discussione con gli altri; 3. capire che è necessario essere onesti e trasparenti. Il falso nella rete viene sempre a galla e la verità si diffonde velocemente con il megafono nella rete. Il recupero di una reputazione danneggiata è molto faticoso; 4. scegliere il tipo di presenza corretta.
  • 4. 1. La presenza sui Social Media L’IMPORTANZA DEL PIANO EDITORIALE (1) La presenza di unazienda sui social media è uno strumento editoriale e necessita di un piano editoriale che indichi: 1. Il brand ovvero chi parla. Attenzione a mescolare brand, prodotti, promozioni, rappresentanti dellazienda e testimonial. 2. Il target ovvero chi ascolta. Rivolgersi a target troppi ampi o diversi rende più difficile una comunicazione efficace. 3. Il tono di voce che deve essere coerente con limmagine del brand e il dna dellazienda. 4. Gli argomenti da trattare. Argomenti troppo eterogenei confondono il lettore e aspettative troppo alte lo deludono.
  • 5. 1. La presenza sui Social Media L’IMPORTANZA DEL PIANO EDITORIALE (2) 5. Una cadenza da rispettare. 6. Per le aziende internazionali, un modello di gestione della lingua di pubblicazione. 7. Un protocollo per la gestione dellinterazione con gli utenti. 8. Poteri ruoli e responsabilità di chi ci lavora. Di fatto il piano editoriale rappresenta un accordo non negoziabile tra le parti dellazienda. Inoltre consiste in un patto da non tradire con gli utenti.
  • 6. 1. La presenza sui Social Media RELAZIONE CON GLI UTENTI I Social Network possono rappresentare uno strumento di relazione tra le aziende e i consumatori. Pertanto prima di iniziare un percorso che possa portare l’azienda a comunicare con i propri clienti è necessario sapere che: “I consumatori seguono le loro marche preferite tramite i social media allo scopo di osservarne da vicino l’attività, conoscerne in anteprima i prodotti, ottenere sconti o agevolazioni ed essere parte della community.” “L’azienda ha quindi uno strumento ottimale per rendere questi fans dei “brand ambassadors”, facendoli sentire speciali e apprezzati.”
  • 7. 1. La presenza sui Social Media COSA FANNO GLI UTENTI SOCIAL SU INTERNET? & Attualmente, i 3/4 degli utenti Internet mondiali visita un social network o un blog quando si connette – si tratta di una crescita del 24% rispetto all’anno scorso.
  • 8. 1. La presenza sui Social Media I SOCIAL MEDIA: COSA SONO Un insieme di tecnologie e applicazioni che permettono alla persone di condividere contenuti e parlare tra di loro. Es. forum, blog, chat, podcast, Facebook, Wikipedia, etc. Social Network = reti sociali
  • 9. 1. La presenza sui Social Media I SOCIAL MEDIA: IL CONTESTO Prosumer Mercato Maturo Web 2.0 U.C.G. Long Tails Democrazia Marketing Relazionale Content Manager Open Content Syndacation
  • 10. 1. La presenza sui Social Media IL COMPLESSO MONDO DEI SOCIAL
  • 11. 1. La presenza sui Social Media I SOCIAL NETWORK: IL SUCCESSO • Audience globale • Accessibili, gratuiti • Aggiornamento continuo • Alla portata di tutti (?) • Veloci • Modificabile in ogni momento • Componente Sociale, utile anche per le scelte • Influenza positiva sull’autostima (Cornell University, Stati Uniti)
  • 12. 1. La presenza sui Social Media I SOCIAL NETWORK: PERCHÉ E PER CHI BISOGNA FARSI DELLE DOMANDE: 1. I tuoi clienti sono su Facebook/Youtube/etc? 2. Cosa influenza le scelte dacquisto dei tuoi clienti? (Qualità? Convenienza? Fiducia? Etc.) 3. Quanto i miei clienti potrebbero esser influenzati dal parere, giudizio, opinione dei propri "amici"? 4. Ho dei contenuti che possono generare interesse/essere virali?
  • 13. 1. La presenza sui Social Media I SOCIAL NETWORK: PERCHÉ E PER CHI …E SEGUIRE ALCUNE REGOLE: 1. Se non sei un brand già noto non puoi pretendere di fare successo su Facebook in breve tempo e senza impegno. Non ti conosce nessuno. 2. Chi dice che sui social network limportante è esserci, ti sta prendendo in giro. 3. Il marketing sui Social Network funziona meglio se integrato in un più ampio piano di (web) Marketing.
  • 14. 1. La presenza sui Social Media SOCIAL NETWORK: UN PO? DI NUMERI Utenti Facebook nel mondo: 800 milioni (settembre 2011) Utenti Twitter nel mondo: 175 milioni (maggio 2011) Utenti LinkedIn nel mondo: 100 milioni (marzo 2011) Video visti su YouTube in un giorno: 3 miliardi
  • 15. 1. La presenza sui Social Media LA MAPPA DEI SOCIAL NETWORK
  • 16. 2. Facebook 2. FACEBOOK Lo Scenario Italiano e le opportunità per le Aziende
  • 17. 2. Facebook FACEBOOK USERS IN ITALIA
  • 18. 2. Facebook FACEBOOK USERS ENGAGEMENT ITALIA Daily
  • 19. 2. Facebook UOMINI&DONNE SU FACEBOOK Il 50% degli Uomini che usano Internet è anche Uomini 10 10 iscritta a Facebook Il 47% delle Donne che usano Internet sono iscritte a Facebook Donne 9 8 0 5 10 15 20 25 USO INTERNET SU FACEBOOK
  • 20. 2. Facebook DATI DEMOGRAFICI di FACEBOOK Genere 13-17 Donne 35+ 15% 18-24 46% Uomini 32% 25-34 25% 54% 28%
  • 21. 2. Facebook FACEBOOK OGGI IN ITALIA • 18.0 milioni di utenti attivi in Italia • + di 24.2 miliardi di pagine viste al mese • + 78.1% di penetrazione della popolazione online • Oltre il 65% degli utenti visita Facebook quotidianamente • 189 – è il numero medio di amici per utente italiano • Oltre 2.87 milioni di utenti italiani accedono a Facebook via mobile • L’ 87.2% degli utenti in Italia accede a FB almeno una volta a settimana
  • 22. 2. Facebook FACEBOOK: COME? QUANDO? PERCHE’? Ecco alcune curiosità riguardanti l’uso di Facebook. Sapete quand’è il miglior giorno della settimana per pubblicare un post sulla Il Sabato bacheca di Facebook? Sapete qual’è il miglior orario per A mezzogiorno pubblicare un post sulla bacheca di Facebook? Sapete qual è la frequenza maggiormente gradita per pubblicare un 1 post ogni 2 giorni post sulla bacheca di Facebook?
  • 23. 2. Facebook Quali opportunità per i brand?
  • 24. 2. Facebook FACEBOOK COME STRUMENTO DI BUSINESS Facebook non è soltanto il social network più diffuso in Italia, ma rappresenta una piattaforma di interazione ed uno strumento di business complesso ed articolato. Tra gli strumenti a disposizione dei markeeters, i più importanti sono: •Facebook Fan page •Facebook Event •Facebook Apps •Facebook Ads •Facebook Places •Facebook OpenGraph (Social Plugins)
  • 25. 2. Facebook FACEBOOK: LA STRATEGIA DI PRESIDIO
  • 26. 2. Facebook FACEBOOK FAN PAGE: CHE COS’ E’? Strumento di comunicazione a doppio flusso, dal brand verso gli utenti e viceversa. Permette all’Azienda di comunicare attraverso tutti i linguaggi: • Foto e Immagini • Video • Testo • Messaggi • Applicazioni Più la Pagina è attiva nel condividere stimoli con i propri Fan, più sarà rapida la crescita del proprio pubblico, anche grazie a logiche virali
  • 27. 2. Facebook FACEBOOK: FAN PAGE vs GROUP 5 ragioni per cui preferire una Pagina Pubblica ad un Gruppo 1. Pubblicazione diretta sulle NewsFeed (HomePage) dei fan - mentre il Gruppo offre la sola possibilità di aprire discussioni ed inviare messaggi privati (quindi no viralità) 2. Applicazioni che favoriscono l’interazione con i fan: sondaggi, quiz, coupons, lotterie 3. Statistiche puntuali e aggiornate per monitorare l’andamento della pagina e capire il modo di interazione dei fan (Fan page insight). 4. Opportunità virali (i fan si alimentano in maniera naturale) e possibilità di promuovere la propria f.p. attraverso le facebook ads. 5. Aumento del brand rank sui Motori di ricerca. SEO permette la crescita immediata del posizionamento del brand
  • 28. 2. Facebook FACEBOOK: FAN PAGE vs PERSONAL PAGE 5 ragioni per cui preferire una Pagina Pubblica ad una Pagina Personale 1. I profili personali hanno un limite massimo di 5000 connessioni (amici); 2. All’interno dei profili personali non è possibile installare applicazioni; 3. Nessuna statistica demografica sui propri amici; 4. Gli utenti tendono a non accettare richieste di amicizia dei brand, ma a diventarne fan (quindi minor tasso di connessioni per le pagine private) 5. Per le Pagine Pubbliche è possibile pianificare campagne di facebook advertising per la crescita della propria base fan
  • 29. 2. Facebook FAN PAGE: OPPORTUNITA’ DI COMUNICAZIONE 1. Condivisione di un link, di una foto e/o video 2. Condivisione di un evento 3. Condivisione della propria posizione 4. Commento e apprezzamento 5. Importanza della pagina Info 6. Status update e modalità di visualizzazione della Bacheca 7. Aggiornamenti ai Fan 8. Azioni degli utenti 9. Invito degli amici 10. Installazione applicazioni
  • 30. 2. Facebook FACEBOOK EVENT: CHE COS’ E’? • Importante fonte informativa per gli utenti del social network. • Deve favorire il ritorno dell’utente (become a fan). • Può offrire benefici legati al diventare fan della pagina, come la ricezione di informazioni e la possibilità di partecipare ad altri eventi. Bacheca con cui comunicare con gli invitati all’evento
  • 31. 2. Facebook FACEBOOK APPS Alcune features proprie delle FB apps: • Migliorano ed aumentano l’interazione dei fan; • Possono essere comunicate sulla Fan Page e con le Ads; • Creano un fenomeno virale legato alla pubblicazione di un risultato/notifica sulla bacheca degli utenti che partecipano, visibile a tutti gli amici. •Se virali e vincenti, si autoalimentano da sole. Amici L’utente, attraverso l’utilizzo di Amici Fan Page un’applicazione, crea viralità all’interno della piattaforma Facebook, creando un circolo Applicazione virtuoso che può essere correttamente Utente confluito sulle proprerties del cliente. Amici Applicazione Fan Page
  • 32. 2. Facebook FACEBOOK ADS L’AD è un banner/bottone composto da testo e immagine che può linkare alla Fan Page del Cliente o, anche, al sito Web/Landing page del Cliente. Gli annunci all’interno di Facebook ADS sono targettizzabili per: • Professione • Zona geografica • Interessi • Comportamento • Stato sentimentale… • etc.
  • 33. 2. Facebook FACEBOOK PLACES PER IL BUSINESS Facebook permette ai titolari di stores, locations, sedi, di creare o “reclamare” la titolarità di un luogo. • La procedura per ottenere la titolarità di un luogo è complessa e mira a riconoscere soltanto i luoghi effettivamente e realmente gestiti dai titolari. • La veridicità di un luogo rende la pagina particolarmente significativa per gli utenti, poiché possono interagire con l’effettivo proprietario.
  • 34. 2. Facebook Cose da NON fare
  • 35. 2. Facebook FACEBOOK: COSE DA NON FARE • Creare un profilo e ignorarlo. • Trasmettere un’immagine di bassa qualità. • Non avere un presidio di Facebook e rispondere a domande e osservazioni in tempi non ragionevoli. • Scrivere per sé stessi, con terminologie poco chiare, troppo tecniche o di uso esclusivo del proprio business. • Non incoraggiare le discussioni, limitandosi a riportare link: meglio sviluppare un sano dibattito ed il suo naturale effetto virale. • Dimenticarsi di chiedere ai vostri clienti di essere vostri liker. • Non promuovere la pagina sul vostro sito. • Non avere una pagina di accoglienza con in evidenza le call to action. • Implorare i like degli utenti invece di dargli una reale ragione per farlo. • Non monitorare insights. • Non coinvolgere lintera struttura aziendale nel progetto. • Affidare le decisioni sulla relazione a persone troppo occupate o lontane dalle logiche internet e social. • Arrendersi dopo tre settimane.
  • 36. 3. LinkedIn 3. LINKEDIN Il servizio di Social Networking nell’ambito professionale
  • 37. 3. LinkedIn I PIU’ IMPORTANTI “SOCIAL” BUSINESS Nell’ambito dei Social Network a scopo professionale, i più importanti da segnalare sono: Se fossero un’occasione sociale sarebbero: un meeting di lavoro.
  • 38. 3. LinkedIn OVERVIEW DI LINKEDIN Il corretto utilizzo di un profilo professionale su LinkedIn passa attraverso : 1. Creazione di una rete professionale 2. Gestione costante del profilo online 3. Efficienza nello svolgere e seguire le attività
  • 39. 3. LinkedIn COME USARE LINKEDIN? Ecco qualche suggerimento per l’utilizzo corretto del vostro profilo Linkedin: 1. Tenete sempre aggiornato il vostro profilo; 2. Dedicate tempo a costruire il vostro network; 3. Fate attenzione ai messaggi di invito; 4. Seguite i percorsi di carriera dei vostri contatti; 5. Controllate chi visita il vostro profilo; 6. Fate un uso intelligente delle raccomandazioni; 7. Guardate sempre il profilo delle persone che dovete incontrare; 8. Partecipate ai gruppi.
  • 40. 4. Twitter 4. TWITTER Il microblogging in real time (Informazione in 140 caratteri)
  • 41. 4. Twitter CHE COSA E’ TWITTER? Forse erroneamente considerato un social network, Twitter è al momento il più importante strumento di microblogging nell’ambito del web 2.0. COME SI USA? Scrivendo messaggi di soli 140 caratteri che vengono postati sulla propria bacheca e, contemporanemente sulla timeline di ognuno dei followers che vi segue. FONTE: twitter.com/nurpoint
  • 42. 4. Twitter IL LINGUAGGIO DI TWITTER Le principali nozioni da conoscere per poter utilizzare al meglio Twitter. • I destinatari vengono chiamati followers • il motore di raccomandazione: Who to follow • i messaggi si chiamano tweets • l’inoltro di un messaggio è un retweet • @ = mentions • # = hashtag • Gli argomenti più trattati: Twitter Trends Topic
  • 43. 4. Twitter TWITTER IN ITALIA Dati sulla distribuzione per fasce d’età relativamente all’utilizzo di Twitter in Italia
  • 44. 4. Twitter TWITTER IN ITALIA Dati sulla distribuzione per sesso relativamente all’utilizzo di Twitter in Italia
  • 45. 4. Twitter GESTIONE DI TWITTER Utilizzare un account Twitter significa anche saperlo gestire nel modo più corretto CASE HISTORY L’allora sindaco di Milano Moratti gestisce nel migliore dei modi una provocazione lanciata attraverso il profilo twitter. Ottimo esempio di corretto utilizzo dello strumento.
  • 46. 4. Twitter SUGGERIMENTI SULL’USO DI TWITTER Twitter è uno strumento semplice ed immediato. Ma per utilizzarlo nella maniera più corretta, è necessario seguire alcuni piccoli accorgimenti. 1. Chiedetevi sempre: questa cosa può interessare anche chi non mi conosce? 2. Attenzione a non confonderlo con Facebook. 3. I tweet sono un’ottima occasione di coccolare i vostri clienti (funzione AD). 4. I tweets sono un fantastico strumento per tenersi informati (funzione NEWS).
  • 47. 5. YouTube 5. YOUTUBE Molto di più che un video online
  • 48. 5. YouTube YOUTUBE IN ITALIA Dati sulla distribuzione per genere e fasce d’età relativamente all’utilizzo di YouTube in Italia. 65+ Età Genere 3% <18 14% 50-64 Donne 34% 44% Uomini 56% 18-34 34-50 33% 16% Fonte: Nielsen NetRatings – NetView Luglio 2010
  • 49. 5. YouTube ALCUNI DATI DI YOUTUBE• In 5 anni, YouTube è diventato un global brand,usato e conosciuto in tutto il mondo.• 24 ore di nuovi video vengono caricati su YouTube ogni minuto.• Oltre il 20% delle visualizzazioni avviene sui social network.• 19 milioni di italiani sono su YouTube, con una reach del 52%.• +33% di crescita in un anno• 82% del tempo totale speso a vedere video online è tempo passato su YouTube• In media 58 minuti passati su YouTube al mese
  • 50. 5. YouTube YOUTUBE: OPPORTUNITA’ DI PRESIDIO Uno YouTube Channel costituisce un polo per i contenuti video di un brand, che possono in questo modo essere distribuiti presso gli utenti come attraverso un hub che sia sinergico al sito web. La creazione di un channel moltiplica anche le possibilità di diffusione e interazione con gli utenti. mette a disposizione due tipi di channel: • User channel: gratuito, permette di personalizzare graficamente la pagina; • Brand channel: permette un livello di personalizzazione molto alto e diverse funzionalità ma richiede obbligatoriamente un investimento display sulla piattaforma.
  • 51. 5. YouTube YOUTUBE: UNO STRUMENTO NON PER TUTTI È importante comprendere che YouTube non deve essere confuso come un’estensione della televisione o come un canale aggiuntivo. Le logiche di fruizione del mezzo sono completamente diverse dalla TV e eventuali spot, video o materiali prodotti per il piccolo schermo non sono necessariamente ottimizzati anche per YouTube. Le aziende che decidono di approcciare questo mezzo devono poter disporre di materiale: • Virale, ovvero video utili, divertenti o unici nel proprio genere; • Adatto al web, i video che girano maggiormente su YouTube hanno una durata media tra 1 e 3 minuti; • Vietati spot tradizionali, a differenza della televisione l’attenzione dell’utente ad eventuali spot è ancora minore e la possibilità di interruzione ulteriormente facilitata (click away)
  • 52. 5. YouTube COME PROMUOVERE UN CANALE YOUTUBE È possibile pianificare degli annunci pubblicitari su YT, in maniera del tutto simile ad AdWords: i Promoted Video. Le aziende possono creare degli annunci su base Click to Play, andando a targettizzare un determinato paniere di keywords. Questo strumento permette, inoltre, di poter usufruire di Impressions gratuite.
  • 53. 5. YouTube CASE HISTORY di YOUTUBE Un progetto “social” di grande successo grazie al canale YouTube. Il caso Tipp Ex: il channel utilizza un advanced gadget con video interattivi. http://www.youtube.com/tippexperience
  • 54. 6. Foursquare 6. FOURSQUARE Il social basato sulla geolocalizzazione con dispositivi mobile
  • 55. 6. Foursquare NOZIONI di FOURSQUARE Che cos’è? Foursquare è un social network basato sulla geolocalizzazione disponibile tramite web e applicazioni per dispositivi mobili. Come funziona? Attraverso unapplicazione mobile e web permette agli utenti registrati di condividere la propria posizione con i propri contatti. Il check-in nei luoghi permette di ottenere punti necessari a scalare una classifica settimanale, azzerata alle ore 24 di domenica, della quale fanno parte i contatti della propria stessa città. I check-in possono inoltre essere condivisi, insieme ad un breve status, collegando Foursquare ai propri profili Facebook e Twitter.
  • 56. 6. Foursquare FOURSQUARE PER MOBILE L’applicazione di Foursquare è disponibile per tutti i principali dispositivi mobile in commercio, tra i quali iPhone, Android e BlackBerry.
  • 57. 6. Foursquare OPPORTUNITÀ CON FOURSQUARE Dal punto di vista business per le aziende, l’utilizzo di Foursquare potrebbe avere innumerevoli varianti, da utilizzare in coordinato con attività di marketing. CASE HISTORY – COMET Esempio di come può essere utilizzata un’applicazione Foursquare a scopo commerciale
  • 58. 6. Foursquare 2 SUGGERIMENTI SU FOURSQUARE Come tutti i social network, anche Foursquare contempla una sorta di netiquette che garantisce una corretta funzionalità. Essendo comunque una applicazione “sociale”, va trattata con tutti gli accorgimenti del caso. 1. Trattate tutti come se fossero il vostro partner. 2. Nel dubbio, non fatelo.
  • 59. 6. Foursquare ALTRI SOCIAL GEOLOCALIZZATI In un contesto web fortemente votato alla geolocalizzazione e al mobile, Foursquare è sicuramente il più importante, ma ne esistono anche altre: Foursquare Gowalla Facebook Places
  • 60. COME GESTIRE TUTTI I SOCIAL?La gestione di tutti i profili “social” puòdiventare un’impresa, soprattutto per chili utilizza a scopo di business. Per questoun buon tool può essere una soluzione. TOOLS! Hootsuite può essere una valida soluzione per una gestione coordinata di diverse piattaforme social
  • 61. Grazie dell’attenzione Relatore: Rinaldo Zambello