L' Ecosistema 2.0 - Internet e territorio
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×
 

L' Ecosistema 2.0 - Internet e territorio

on

  • 1,429 views

 

Statistics

Views

Total Views
1,429
Views on SlideShare
1,419
Embed Views
10

Actions

Likes
0
Downloads
16
Comments
0

3 Embeds 10

http://www.slideshare.net 5
http://www.nordestcreativo.it 4
http://www.linkedin.com 1

Accessibility

Categories

Upload Details

Uploaded via as Adobe PDF

Usage Rights

© All Rights Reserved

Report content

Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
  • Full Name Full Name Comment goes here.
    Are you sure you want to
    Your message goes here
    Processing…
Post Comment
Edit your comment

L' Ecosistema 2.0 - Internet e territorio L' Ecosistema 2.0 - Internet e territorio Presentation Transcript

  • Ecosistema 2.0: internet e territorio Gino Tocchetti, fondatore “Ecosistema 2.0” Strumenti Social e Web 2.0 per la competitivita' di Artigiani e PMI La Fornace, Asolo, 14/5/2009
  • Agenda Cosa intendiamo per Web 2.0  Perche' conviene alla singola impresa  Perche' conviene in una prospettiva ecosistemica  Il lato B: vincoli e rischi  E dunque ?  -2-
  • Vi ricordate quando solo 10-15 anni fa ... Pubblicavano su Internet solo Aziende e  Istituzioni I “siti aziendali” erano quasi sempre  “brochure online” (il www dal 1991) Pubblicare e gestire un sito richiedeva  assistenza tecnica e l'incarico ad un webmaster Avere la mail era sufficiente per dire di “essere” in internet (dal 1978)  Le persone “partecipavano” “solo” ai newsgroup (dal 1988)  Gli “utenti” di internet erano “appassionati”  -3-
  • Quel “passato” e' la versione 1.0 Rispetto alla TV c'erano importanti vantaggi:  – si poteva scegliere quello che si voleva vedere • a qualsiasi ora, per il tempo desiderato • accedendo a piu' informazioni • grazie ai motori di ricerca (Google, dal 1998) Ma...  – i contenuti erano decisi dall' “alto” • la comunicazione era mono-direzionale – l'aggregazione degli utenti era limitata ai newsgroup • che erano organizzati come “silos” – la New Economy non era cosi' “new” e troppo sovrastimata (flop del 2001) -4-
  • … e poi un cambio epocale Prende piede l'open-software (Linux, 1991)  – il prezzo di molti software tende a zero L'accesso ad internet e' disponibile nelle case  – i costi diventano accessibili a molti Le funzionalita' dei software si semplificano  – nascono strumenti semplici e per “tutti”, come il blog (Dave Winer, 1997) – nascono le piattaforme di servizi web, che offrono accesso facilitato e gratuito a tutti (e anche visibilita') • I primi social network aprono nel 2002 O'Reilly lancia il primo Web 2.0 Summit nel 2004  LE PERSONE iniziano a prendere “possesso” della Rete  -5-
  • Email (1978) Newsgroup (1988) Www (1991) – Linux (1991) Blog (1997) Google (1998) -6- Flop New Economy (2001) Social Network (2002) Web 2.0 (2004) Enterprise 2.0 (2006) Le persone si sono prese la “Rete” Penetrazione Italia: circa 50%
  • Dunque il Web 2.0 e' ... PERSONE, PERSONE, PERSONE  – Contenuti prodotti dagli utenti “dal basso” t – Conversazione da pari a pari – Lifestreaming – Relazione e socialita' – Generosita' e scambio non economico – Conoscenza e trasparenza – Creativita' e “intelligenza collettiva” – Reputazione e fiducia spontanea – Narcisismo e protagonismo – Liberta' e democrazia (ne' gerarchia ne' controllo) -7-
  • Non solo socializzazione ... … MA ANCHE COLLABORAZIONE  – Condivisione (e modifica) di file – Condivisione di agende – Collaborazione alla stesura di documenti – Alerting e monitoring – Coordinamento di team – Analisi e intelligence di gruppo – Assistenza e trasferimento di conoscenza – Streaming di eventi e riunioni – Apprendimento assistito -8-
  • Allora perche' non in azienda ? Enterprise 2.0 consiste nell'utilizzo delle piattaforme emergenti di tipo “sociale” all'interno delle aziende, o tra le aziende e i loro partner e clienti. (*) Andrew McAfee, professore ad Harvard dal 1998, in Technology and Operations Management, ha usato per la prima volta il termine nell'articolo “Enterprise 2.0: The Dawn of Emergent Collaboration”, 2006 (*) Piattaforme nel senso che danno “persistenza nel tempo” ai contributi degli utenti. “Emergenti” nel senso di “prive-di- credenziali”, dinamiche, navigabili, estensibili, e svincolate dai flussi di lavoro. -9-
  • Migliora tutto l'ecosistema aziendale (*) (*) dipende dal comparto e dalle caratteristiche dell'azienda MGMT PROPRIETA' RETE FORNITORI VENDITA PARTNER CLIENTI AGENZIE ISTITUZIONI PERSONALE IT Territorio - 10 -
  • Legare persone, contenuti e contesti Non si tratta di trovare il miglior documento, ma la migliore persona in un dato contesto, che elaborando la richiesta di informazione, risponde portando spesso opportunita' inattese Un passo avanti anche rispetto ai 400.000.000.000 di mail al giorno, solo in Italia - 11 -
  • Ci sono vantaggi per tutti (1) PERSONALE  – Apprezzano un uso migliore del proprio tempo – Hanno occasione di emergere come persone – Trovano aiuto nella collaborazione – Migliore clima in azienda MANAGEMENT E PROPRIETA'  – Strutture piu' snelle e meno costose – Maggiore capacita' di ascolto del mercato – Maggiore velocita' di risposta – Qualita' piu' elevata nelle decisioni – Prodotti/servizi a maggior valore aggiunto – Fidelizzazione delle risorse - 12 -
  • Ci sono vantaggi per tutti (2) IT  – Strumenti a basso costo, spesso di tipo SAAS – Estrema facilita' di utilizzo – Elevata integrabilita' e aderenza a standard – Competenza diffusa sulle tecnologie sottostanti CLIENTI / PARTNER  – Maggiore trasparenza da parte dell'azienda – Interazione e collaborazione facilitate – Risposte piu' rapide e pertinenti – Maggiore livello di soddisfazione – Minori costi di coordinamento - 13 -
  • Ci sono vantaggi per tutti (3) ATTORI NELL'ECOSISTEMA  – Tutti acquistano maggiore consapevolezza – Tutti acquistano maggiore forza – Si compete alla pari col “sistema globale” – Si colgono opportunita' oggi sconosciute – Si esprimono competenze e prodotti innovativi ATTORI DELL'ECOSISTEMA  – Lo spazio “sociale” aumenta – Agenzie e Istituti per lo sviluppo del territorio acquistano maggiore significato e maggiore capacita' di intervento – Nascono nuovi attori, nuovi compiti – Le soluzioni sono piu' sostenibili - 14 -
  • Le previsioni sono ottimistiche Nel comparto aziendale: - 15 -
  • Ma c'e' anche un lato B Introdurre i modelli a rete che hanno avuto  successo in Internet, nel contesto aziendale, pone sfide: sul piano organizzativo (persone)  – la cultura e il sistema di regole deve favorire la collaborazione • devono essere concessi ampi spazi di autonomia • il sistema incentivante e' un fattore critico di successo sul piano tecnologico  – gli strumenti/le soluzioni devono essere facili da usare • lo stile “essenziale” dei web-services ormai e' uno standard – la gestione dei rischi per la “sicurezza” diventa critica • ma e' meglio fornire strumenti adeguati che non fornirne – - 16 -
  • Per la Gen Y, il Web 2.0 e' lo status quo Per la prima volta nella storia, ci sono 4 generazioni che lavorano nella  stessa azienda (Lynne Lancaster, David Stillman, 2002): – i Traditionalisti (61/>80 anni): nati prima del 1946, hanno conosciuto la guerra, e costumi sociali molto rigorosi – i Baby boomers (42/60): nati tra il 1946 e 1964, costituiscono la maggior parte della popolazione di lavoratori attivi; hanno visto la comparsa sul mercato di molti prodotti e quindi ne ricordano il periodo in cui non esistevano; si sono informati a lungo soltanto con la TV, necessariamente – la Generazione X (26/41): sono entrati nel mondo del lavoro negli anni '90, e sono una fascia piu' piccola (famiglie meno numerose, madri lavoratrici); abituati alla tecnologia e al cambiamento; hanno ottenuto in meno tempo, rispetto alla generazione precedente, condizioni di lavoro piu' consone e favorevoli – la Generazione Y o anche “Millennials” (18/25): hanno iniziato a lavorare nel 2000, immersi nella tecnologia multimediale, nel mondo globalizzato; disponibili alla mobilita', dovranno cambiare lavoro 7/10 volte e probabilmente anche carriera. Questi danno il Web 2.0 per scontato. - 17 -
  • Non e' SE ma QUANDO … e quando e' adesso. Dunque ? Si impara solo partecipando ...ma con qualche aiuto si puo' riconoscere l'acqua bollente senza doversi proprio scottare - 18 -
  • Gino Tocchetti Consulente direzionale, interim manager, business developer Titolare di Knowwing srl - gino.tocchetti@knowwing.it Fondatore di Ecosistema 2.0 – ecosistema20.ning.com Blog: knowledgeecosystem.blogspot.com Gtalk (IM): gino.tocchetti@gmail.com Skype: gino.tocchetti - 19 -