metamotore di ricerca semantico , esperto , collaborativo , multilingua

  • 52 views
Uploaded on

http://www.slideshare.net/nonnoklaus/metamotore-di-ricerca-semantico

http://www.slideshare.net/nonnoklaus/metamotore-di-ricerca-semantico

More in: Technology
  • Full Name Full Name Comment goes here.
    Are you sure you want to
    Your message goes here
    Be the first to comment
    Be the first to like this
No Downloads

Views

Total Views
52
On Slideshare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
0

Actions

Shares
Downloads
1
Comments
0
Likes
0

Embeds 0

No embeds

Report content

Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
    No notes for slide

Transcript

  • 1. Il Metamotore in funzione Schermate principali dell’emulatore
  • 2. Il metamotore in funzione 1 di 28 • Questa presentazione riguarda le modalità di funzionamento di un manufatto denominato “metamotore di ricerca multilingua, semantico, esperto , collaborativo” inventato da Claudio Cannella e Salvatore Pappalardo e brevettato da Giano
  • 3. Il metamotore in funzione 2 di 28 • Lo scopo del manufatto è FORNIRE INFORMAZIONI , questa presentazione intende mostrare la qualità e quantità di informazioni che esso pone a disposizione dell’utente e la molto maggiore efficienza nella presentazione delle stesse .
  • 4. Il metamotore in funzione 3 di 28 • Poichè tuttavia per consolidata prassi mondiale le informazioni vengono fornite quanto più gratis possibile e la fonte di reddito è la pubblicità , che deve essere “contestuale” si fornisce anche un esempio di contestualizzazione della pubblicità in base al dominio e sottodominio linguistico dei documenti
  • 5. Il metamotore in funzione 4 di 28 • La schermata iniziale o “home page” è del tipo Come si vede ha una complessità molto maggiore dell’usuale , perchè per ottenere fin dall’inizio tutte le prestazioni di ricerca del motore occorre fornire almeno altre due informazioni oltre alle parole chiave che possono essere la lingua delle parole chiave stesse e il dominio linguistico dei risultati oppure la lingua dei risultati
  • 6. Il metamotore in funzione 5 di 28 • È tuttavia possibile usare anche il nostro motore inizialmente come uno qualsiasi degli altri fornendo le sole parole chiave • E’ di questo tipo l’esempio proposto dall’ emulatore che riguarda le parole chiave • Star e planet che devono essere immesse separate da una virgola o da un punto e virgola • [combinazioni più complesse sono possibili nel prodotto finito ma non in emulazione e neppure nel prototipo ]
  • 7. Il metamotore in funzione 7 di 28 • Premesso che l’indice del motore allo stato dell’arte contiene circa 600 documenti, in risposta ad una siffatta interrogazione si ottiene anzitutto un messaggio del tipo
  • 8. Il metamotore in funzione 8 di 28 • Come si vede abbiamo già a questo punto una possibilità di scelta : • Volendo approfittare a questo livello delle prestazioni di categorizzazione e filtro del motore e sfoltire i dati delle lingue che si reputano “inutili” si premerà SI’ • Volendo invece vedere TUTTI i risultati si premerà NO
  • 9. Se si preme sì verrà visualizzato un elenco del tipo Il metamotore in funzione 9 di 28
  • 10. Il metamotore in funzione 10 di 28 • Preceduto dal messaggio • • • • • • E accompagnato dal messaggio (la casella di cui parla questo testo è evidenziata dalla ellisse rossa nella diapositiva precedente )
  • 11. Se si preme no jnvece verrà visualizzato un elenco del tipo Il metamotore in funzione 11 di 28
  • 12. Il metamotore in funzione 12 di 28 • Dove possono essere osservate tre prestazioni irreperibili in qualsiasi altro motore • quella evidenziata dalla fascia dello schermo immediatamente sotto il banner pubblicitario di testata ossia • Possiamo • chiamarla “lista velocizzata “ essa fornisce nelle due linee di testo il dominio linguistico ed il sottodominio del testo e con il pulsante a destra la possibilità di scartare PERMANENTEMENTE tutti i documenti del dominio e del sottodominio
  • 13. Il metamotore in funzione 13 di 28 • La seconda , evidenziata dalle linee grigie della lista di selezione è la possibilità di SELEZIONARE Più DOCUMENTI SIMULTANEAMENTE • Mentre la terza consiste nel NON PERDERE LA LISTA (in genere, infatti, con gli altri motori la lista delle pagine va persa e quando anche la si richiede “navigando all’indietro” la ricerca viene rieseguita da capo e può trovare altre pagine )
  • 14. Il metamotore in funzione 13 bis di 28 • Esaurita così l’elencazione delle prestazioni di filtro derivanti dalle capacità semantiche del manufatto , passiamo ora ad esaminare brevemente [ e senza schermate di supporto ] quelle di estensione informativa derivanti dalle medesime capacità : il motore selezionerà infatti tutta una serie di pagine contenenti ulteriori parole che possono avere relazione con la ricerca svolta
  • 15. Il metamotore in funzione 13 ter di 28 • prima tutte quelle che contengono le parole correlate a quelle selezionate tramite declinazione o coniugazione ( nel nostro caso stars e planets , visto che l’inglese non è declinato) , • Poi tutte quelle derivate che sono valide in linguistici ( nel nostro caso stellar) • Poi , qualora sia stato scelto un dominio che ne presenta di specifiche tutte quelle specifiche (interstellar, galactic, sidereal , planetary , galaxy , nebula etc )
  • 16. Terminate le liste di prestazioni semplicemente «semantiche « del motore si trovano altre due pagine che dimostrano spettacolarment ele prestazioni «multilingua» del motore stesso Il metamotore in funzione 14 di 28
  • 17. Se si preme no jnvece verrà visualizzato un elenco del tipo Il metamotore in funzione 15 di 28
  • 18. Il metamotore in funzione 16 di 28 • In esse come vediamo l’intestazione cambia in Questo a significare che è stata scelta ciascuna parola chiave formita e per essa si è cercato un equivalente semantico [ parola che “vuol dire la stessa cosa” ] in tutte le lingue note al motore e per tutti i domini estratti dalla prima ricerca [le equivalenze sono legate al dominio] e poi si sono cercati tutti i documenti di quel dominio e di quella lingua che la contengono
  • 19. Il metamotore in funzione 17 di 28 • Per ogni documento selezionato viene creata una scheda del tipo • La freccia a destra e la sua corrispondente a sinistra [qui disattivata essendo la prima pagina] servono per scorrere le schede dei documenti
  • 20. Il metamotore in funzione 18 di 28 • Il tasto azzurro rimanda all’indice generale del lavoro , descritto nella prossima diapositiva • Il tasto circondato dalla ellisse rossa evidenzia se il testo presentato è disponibile gratuitamente o a pagamento , con accesso pubblico o con password • In questa schermata non è possibile fare alcuna operazione sul testo , solo leggerlo , per poterlo utilizzare occorre selezionarlo col pulsante a sinistra
  • 21. Il metamotore in funzione 19 di 28 • Il tasto azzurro rimanda all’indice generale del lavoro , descritto ella prossima diapositiva • Il tasto circondato dalla ellisse rossa evidenzia se il testo presentato è disponibile gratuitamente o a pagamento , con accesso pubblico o con password • In questa schermata non è possibile fare alcuna operazione sul testo , solo leggerlo , per poterlo utilizzare occorre selezionarlo col pulsante a sinistra
  • 22. Il metamotore in funzione 20 di 28 • L’ultimo pulsante [ il secondo da sinistra] serve per consentire agli utenti di segnalare quando un testo non appartiene al dominio o alla lingua dichiarati • La schermata resta invisibile, finchè non viene selezionata tramite le frecce gialle e rosse oppure tramite il doppio click sull’indice [ un po’ come I “tabs” dei browser che però non vengono attivati automaticamente dai motori di ricerca ] • La selezione di un documento per editarlo chiude automaticamente la scheda “muta “
  • 23. Il metamotore in funzione 21 di 28 • L’indice si presenta come La prima lista contiene le pagine di indice , la seconda i documenti selezionati ma non ancora chiusi , la terza i documenti selezionati La selezione si fa con un doppio click sulla riga del documento desiderato
  • 24. Il metamotore in funzione 22 di 28 Il pulsante sulla destra serve per creare od accedere la relazione finale del lavoro o il documento oggetto della collaborazione multiutente • saranno aggiunti i comandi per la collaborazione
  • 25. Il metamotore in funzione 23 di 28 La scheda con cui è possibile operare sui documenti , invece si presenta come
  • 26. Il metamotore in funzione 24 di 28 Per selezionare un testo e inviarlo alla cache della relazione finale lo si evidenzia con il cursore del mouse e poi si preme il tasto più a sinistra Chiudendo la scheda si passa alla relazione finale , però si perde la sessione di accesso Per passare alla relazione finale senza perdere la scheda del documento si può utilizzare l’indice Con il tasto “freccia in su” invece si torna alle schede ”mute” [ la prima successiva a quella utilizzata nell’ordine di selezione ] Il tasto coi punti interrogativi attiva la guida .
  • 27. Il metamotore in funzione 25 di 28 La scheda della relazione finale infine si presenta come
  • 28. Il metamotore in funzione 26 di 28 Per inserire un testo nella relazione posizionare il cursore nella finestra di sinistra alla posizione dove lo si vuole inserire , e premere il tasto freccia in giù Se il testo è digitato dall’utente occorre alla fine ripremere il tasto freccia in giù Se invece il testo è presente nella cache occorre evidenziarlo con il cursore e poi premere la freccia a sinistra Gli altri pulsanti sono stati spiegati
  • 29. Il metamotore in funzione 27 di 28 Chiudendo la relazione finale si esce dalla ricerca e si cancellano tutti gli intermedi usati e non .
  • 30. Il metamotore in funzione 28 di 28 venendo poi alla funzione di “contestualizzazione” della pubblicità notoremo che • Con le condizioni • Le tre pubblicità in alto a sinistra sono Mentre con le condizioni