Dall'idea al business plan

9,770 views
9,540 views

Published on

Published in: Business
4 Comments
32 Likes
Statistics
Notes
  • E' fatto bene, ma manca qualche passaggio...
       Reply 
    Are you sure you want to  Yes  No
    Your message goes here
  • interessante, ma una versione video della presentazione non c'è?
       Reply 
    Are you sure you want to  Yes  No
    Your message goes here
  • Esatto... si arriva al business plan passando dall'analisi del business model :-)
    Mi rendo conto che leggendo la presentazione da soli, mancano un paio di slide di cose che ho detto a voce :-)
       Reply 
    Are you sure you want to  Yes  No
    Your message goes here
  • c'è un errore di fondo. è un business model e non un business plan, o sbaglio?
       Reply 
    Are you sure you want to  Yes  No
    Your message goes here
No Downloads
Views
Total views
9,770
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
2,966
Actions
Shares
0
Downloads
405
Comments
4
Likes
32
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Dall'idea al business plan

  1. 1. Dall’idea al business plan
  2. 2. Nicola Mattina Imprenditore Relatore pubblico Consulente Esploratore blog.nicolamattina.it @nicolamattinaChi sono
  3. 3. BUSINESS PLANDall’idea al progetto di impresa
  4. 4. BUSINESS PLAN =Fare una startup non è un percorso lineare
  5. 5. Alexander Osterwalder Steve BlankBusiness Model Canvas Customer DevelopmentDue strumenti per progettare una startup
  6. 6. Business Model Canvas
  7. 7. Il blocco dei consumatori definisce i differenti gruppi di persone e organizzazioni che la startup intende raggiungere e servire. Mercato di massa Mercato di nicchia Mercato multi-sided Strategia di segmentazione Strategia di diversificazioneBusiness Model Canvas: Consumatori
  8. 8. Il blocco della proposizione di valore descrive il pacchetto di servizi e prodotti che creano valore per uno specifico gruppo di consumatori. Il prodotto soddisfa un nuovo bisogno Il prodotto offre migliori performance Il prodotto può essere personalizzato Il prodotto è offerto a un prezzo minoreBusiness Model Canvas: Proposizione di valore
  9. 9. Il blocco dei canali descrive le modalità con cui l’azienda raggiunge i propri clienti e comunica con loro per trasferire la proposizione di valore. Tipi di canale Fasi Forza vendita Diretto Proprietà Web Consape- Post Negozi di proprietà Valutazione Acquisto Consegna volezza vendita Indiretto Negozi dei partner Partner GrossistiBusiness Model Canvas: Canali
  10. 10. Il blocco della relazione con i consumatori descrive il tipo di relazioni che l’azienda stabilisce con i diversi gruppi di consumatori. Interazione tra persone fisiche Servizi automatizzati e self-service Comunità Co-creazioneBusiness Model Canvas: Relazioni con i consumatori
  11. 11. Il blocco dei flussi di ricavo rappresenta il denaro che l’azienda guadagna da ogni segmento di consumatori. Trasferimento della proprietà di un bene Canone d’uso Canone di sottoscrizione Prestito/Noleggio/Leasing Sfruttamento della proprietà intellettuale Compensi per l’intermediazione PubblicitàBusiness Model Canvas: Flussi di ricavo
  12. 12. Il blocco delle risorse chiave descrive le principali risorse necessarie a far funzionare il modello di business. Risorse fisiche Risorse intellettuali Risorse umane Risorse finanziarieBusiness Model Canvas: Risorse chiave
  13. 13. Il blocco delle attività chiave descrive quali sono le cose che l’azienda deve fare per far funzionare il modello di business. Produzione Attività di problem solving Sviluppo di piattaforme Customer careBusiness Model Canvas: Attività chiave
  14. 14. Il blocco degli accordi chiave descrive la rete di fornitori e partner che fanno funzionare il modello di business. Alleanze strategiche tra aziende non concorrenti Accordi di coopetizione Joint venture per sviluppare nuovi business Accordi per assicurare continuità alle fornitureBusiness Model Canvas: Accordi chiave
  15. 15. Il blocco dei costi elenca i costi che l’azienda deve sopportare per far funzionare il modello di business. Business cost-driven vs. value-driven Costi fissi e costi variabili Economie di scala Economie di scopoBusiness Model Canvas: Costi
  16. 16. Business Model Canvas: Sellaband
  17. 17. Business Model Canvas: dalla teoria alla pratica...
  18. 18. Fare una startup significa essere disposti a intraprendere un percorso di scoperta e apprendimento. Customer Customer Customer Company Discovery Validation Creation BuildingCustomer Development
  19. 19. L’obiettivo della customer discovery è individuare i clienti e capire se il problema che la startup vuole risolvere è effettivamente importante per loro. Per farlo, è necessario confrontarsi con la realtà «uscendo fuori dall’ufficio» per apprendere direttamente dai consumatori; quello che si scoprirà permetterà non solo di capire quali sono le funzionalità veramente importanti per loro, ma anche di mettere a fuoco il modo con cui presentare il prodotto.Customer Development: Customer Discovery 1/2
  20. 20. Fase 1. Formulare le ipotesi Ipotesi Ipotesi Ipotesi Ipotesi Ipotesi Ipotesi sui potenziali sul prezzo e sulla creazione sul tipo di sul prodotto sui concorrenti clienti la distribuzione della domanda mercato Fase 2. Testare le ipotesi sul problema Primi contatti Presentazione Comprensione Conoscenza del amichevoli del problema del cliente mercato Fase 3. Testare le ipotesi sul prodotto Primo Presentazione Altre visite Secondo Primo Reality Check del prodotto agli utenti Reality Check Advisory Board Fase 4. Verifica Verifica Interazione Verifica Verifica del modello o uscita del prodotto del problema businessCustomer Development: Customer Discovery 2/2
  21. 21. L’obiettivo della customer validation è mettere a punto un processo di vendita ripetibile e testato sul campo, dimostrando quindi che la startup ha effettivamente individuato dei clienti e un mercato. Se, e solo se, questo processo è ripetibile, allora possiamo passare alla fase successiva, scalando e costruendo l’azienda vera e propria.Customer Development: Customer Validation
  22. 22. La fase di customer creation prende le mosse dai primi successi di vendita: il suo obiettivo è sostenere la domanda del prodotto. Il processo varia molto in funzione delle caratteristiche del mercato: alcune startup entrano in mercati esistenti, altre creano dei mercati ex novo, altre ancora cercano di risegmentare mercati esistenti puntando sul prezzo oppure su una nicchia. Ognuno di questi mercati richiede delle strategie diverse.Customer Development: Customer Creation
  23. 23. La fase di company building, infine, rappresenta il passaggio da un’organizzazione informale, basata sull’apprendimento e la scoperta, a una struttura formale con dipartimenti e vicepresidenti delle vendite, del marketing... E’ una fase molto delicata perché si rischia di anticipare i tempi, mettendo in piedi un’azienda che non è ancora in grado di sostenersi sulle proprie gambe e in cui i volumi di vendita non riescono a coprire i costi dell’organizzazione.Customer Development: Company Building
  24. 24. Steve Blank The Four Steps to the Epyphany www.steveblank.com Alexander Osterwalder Business Model Generation www.businessmodelgeneration.com Eric Ries The Lean Startup www.startuplessonslearned.comBibliografia

×