Your SlideShare is downloading. ×
Nota: Applicazioni multimediali alla cultura
Nota: Applicazioni multimediali alla cultura
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×

Thanks for flagging this SlideShare!

Oops! An error has occurred.

×
Saving this for later? Get the SlideShare app to save on your phone or tablet. Read anywhere, anytime – even offline.
Text the download link to your phone
Standard text messaging rates apply

Nota: Applicazioni multimediali alla cultura

127

Published on

Nota scritta per partner genovese.

Nota scritta per partner genovese.

Published in: Business
0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total Views
127
On Slideshare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
0
Actions
Shares
0
Downloads
1
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

Report content
Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
No notes for slide

Transcript

  • 1. Associazione Culturale Sophia Dalla Notte NOTA SU: Applicazione multimediale alla cultura La crisi ci costringe ad attivare processi di tipo economico volti alla produzione di valoreanche dove, storicamente, il nostro paese aveva una visione di tipo diverso: siamo stati abituati aduna gestione della cultura di tipo assistenzialista. Oggi tale visione non è più sostenibile e siamocostretti ad adeguarci ad altri modelli in maniera veloce e forzata. Questo adeguamento forzato siscontra con diversi problemi a livello del nostro paese; in primis il fatto che lItalia è indietro dalpunto di vista tecnologico. Il resto del mondo occidentale ha già digerito la “rivoluzione digitale”.“In un mondo in cui comunicazione, politica ed economia sono ormai settori complementari einseparabili, il nostro progetto di ricerca è finalizzato ad un nuovo approccio al linguaggiomultimediale. In conseguenza dell’avvento di internet e di quella che può essere chiamata la“rivoluzione digitale”, tale linguaggio ha subito un grosso mutamento. Ci sono due aspetti dellarivoluzione digitale: da una parte quello inerente le tecniche di riproduzione (appunto digitale enon più analogica); dall’altra la possibilità di condividere testi e video quasi in tempo reale. Ilprimo aspetto pone problemi di adeguamento delle metodologie di ripresa e diffusione delleesperienze artistiche; il secondo quello della maggior quantità e velocità di circolazione delleinformazione e dei modi di comunicare”. (da Manifesto Artistico di Sophia Dalla Notte) Quello che gli altri paesi non hanno è un bacino comprendente l80% delle risorse culturalidel mondo. Siamo convinti che la crisi odierna sia solo una crisi finanziaria, poiché le risorseeconomiche per un rilancio italiano ci sono, soprattutto per quello che riguarda le risorse umane -oltre le già citate risorse culturali -. Il modello che intendiamo proporre è lapplicazione sistematicadelle nuove tecnologie e dei nuovi approcci alla comunicazione in modo da creare reti, sia intesecome network tecnologici (internet – comunità virtuali ), sia come reti di risorse sul territorioovvero operatori competenti, progetti di eccellenza, eventuali risorse finanziarie. Lobbiettivo è implementare un sistema di gestione integrata e incrementale che preveda disviluppare chi lavora professionalmente nella cultura e nellarte sul territorio, costruendovi intornouneconomia di sistema. Il discorso prevede: poche persone che girano per le piazze, caratterizzateda attività territoriali di livello, e che portano le informazioni necessarie al mantenimento delle reti.Il web, opportunamente gestito con materiale video, fotografico, testuale, crea il “bacino di utenza”somma dei singoli bacini di utenza. I gestori portano le competenze necessaria per scrivere glieventi in modo che la loro traduzione in materiale “web”, caratterizzato dalla velocità di fruizione,sia immediata e non frutto di un lavoro lungo e dispendioso, spesso contrario rispetto alla sacrosantaprofondità di cui si servono – o si dovrebbero servire - gli eventi culturali. La qualità certificata dei componenti della rete, la strategia condivisa e gestita da pochi, Piazza Rossetti 4/2, 16129 Genova – C. F. & Partita Iva 02021010992 – E-mail:sophiadallanotte@gmail.com 1
  • 2. Associazione Culturale Sophia Dalla Nottepermettono un attacco congiunto alle risorse e, a chi opera sul territorio, di potersi occupare solo delproprio sviluppo artistico personale e dei contenuti. Nicola Camurri Presidente di Sophia Dalla Notte 3400518109 Piazza Rossetti 4/2, 16129 Genova – C. F. & Partita Iva 02021010992 – E-mail:sophiadallanotte@gmail.com 2

×