Your SlideShare is downloading. ×
SVILUPPO DI VIDEOGIOCHI SU PIATTAFORMA ANDROID: COSA C’E’ OLTRE IL 2D. COMPRENDERE LE BASI DELLO SPAZIO. LA MUSICA E GLI EFFETTI SONORI
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×

Thanks for flagging this SlideShare!

Oops! An error has occurred.

×

Saving this for later?

Get the SlideShare app to save on your phone or tablet. Read anywhere, anytime - even offline.

Text the download link to your phone

Standard text messaging rates apply

SVILUPPO DI VIDEOGIOCHI SU PIATTAFORMA ANDROID: COSA C’E’ OLTRE IL 2D. COMPRENDERE LE BASI DELLO SPAZIO. LA MUSICA E GLI EFFETTI SONORI

739
views

Published on

La continua evoluzione tecnologica ed il perentorio impegno delle aziende produttrici di dispositivi mobili, sta dando vita ad una nuova generazione di hardware molto più potente e performante, …

La continua evoluzione tecnologica ed il perentorio impegno delle aziende produttrici di dispositivi mobili, sta dando vita ad una nuova generazione di hardware molto più potente e performante, aprendo cosi nuove frontiere per il mondo dell'entertainment mobile. La grafica tridimensionale di sicuro rappresenta un segmento importate di tanta evoluzione tecnologica al giorno d'oggi.Lo scopo dello Speech sarà quello di introdurre ed analizzare le metodiche, gli strumenti e le tecnologie necessarie per lo sviluppo di videogames tridimensionali. Ci immergeremo nel mondo degli Engine 3D studiandone le potenzialità e gli aspetti, analizzeremo le parti salienti del processo di creazione di un vero e proprio gioco tridimensionale.Se la grafica 3D rappresenta una importate tecnologia per i nostri giorni il futuro cosa ci riserverà? Augmented Reality. La nuova frontiera. Cambiano le prospettive. Da parte del giocatore, da parte dello sviluppatore.

Integrare effetti sonori e musiche con AndEngine. scelta degli effetti e melodie adatte al gameplay.

Come rendere il proprio gioco un fenomeno sociale. e’ piu’ divertente, e’ piu’ redditizio.


0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total Views
739
On Slideshare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
0
Actions
Shares
0
Downloads
15
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

Report content
Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
No notes for slide

Transcript

  • 1. Sviluppo VideoGame 3D Marco Rizzo
  • 2. Che cosè la Grafica 3D? La Grafica 3D è una sequenza di immagini bidimensionali (ovvero un certo numero di pixel colorati) che permette di ingannare la mente, fino al punto di farle immaginare la terza dimensione, ovvero la profondità.
  • 3. Il Rendering Il rendering rappresenta il processo di “resa” nella generazione dellimmagine.
  • 4. Engine 3D Engine 3D è un "ambiente" software contenente una serie di tools di cui un programmatore di giochi possa necessitare.
  • 5. Realtà Aumentata La realtà aumentata (dall’inglese augmented reality) è una particolare estensione della realtà virtuale.
  • 6. Il Futuro?
  • 7. Sviluppo di videogiochi supiattaforma AndroidIntroduzione alla composizionemusicale elettronicaTiziano Bonfanti
  • 8. Obiettivo• Definire gli strumenti adatti alla composizione musicale elettronica;• Identificare e spiegare l’uso di alcuni termini tecnici, al fine di migliorare la comprensione;• Spiegare come sia possibile realizzare una composizione musicale;
  • 9. Definire gli strumenti adattialla composizione musicaleelettronicaE’necessario avere una buona scheda audio, possibilmenteesterna, che vi dia la possibilitа di avere entrate Midi, Audio, esoprattutto che abbia bassa latenza.Per latenza si intende iltempo in millisecondi che passa fra il segnale di input e quellodi output.Es. il tempo che passa da quando il suono di una nota vienegenerato sulla tastiera a quando sento effettivamente il suono“uscire” dalle casse del mio pc.Questo è importantissimo sia durante l’esecuzione tramiteuna tastiera o un altro strumento, sia durante l’ascolto.
  • 10. Definire gli strumenti adattialla composizione musicaleelettronicaIn commercio se ne trovano moltissimi modelli, anche con lapossibilita’ di avere un Mixer Virtuale. Un Mixer Virtuale èutilissimo per settare dei valori con una precisione che nonsarebbe possibile avere utilizzando il mouse. Per valori siintendono i volumi di ogni traccia, i vari effetti, ilbilanciamento del canale, etc.
  • 11. Definire gli strumenti adattialla composizione musicaleelettronicaUtilizzare delle buone casse audio. E’ sconsigliato l’acquisto dicasse normalmente utilizzate per il mondo video ludico.Perdue motivi:1.perché nel caso di una esecuzione tramite uno strumentomusicale, come per esempio un pianoforte (che ha dellefrequenze particolari) e’ possibile danneggiare con il tempo levostre casse;2.delle buone casse vi potranno essere utilissime sia durantel’esecuzione che durante il mixaggio della vostracomposizione. In alternativa è possibile utilizzare anche unostereo con entrate AUX Ausiliare, collegabile alla vostrascheda audio tramite i comuni cavi RCA.
  • 12. Definire gli strumenti adattialla composizione musicaleelettronicaE’ consigliabile utilizzare uno strumento musicale per levostro composizioni. Lo strumento più completo è il pianoforte(o la tastiera) che naturalmente dovrà avere delle uscite MIDI,senza le quali non è possibile connettere la vostrastrumentazione alla scheda audio e quindi utilizzare i vastissimibanchi di suoni esistenti sul mercato.Questo non toglie che è possibile utilizzare anche altristrumenti, come per esempio quelli a corda tipo chitarre obassi, ma in questi casi non li collegheremo a livello Midi ma alivello audio con l’utilizzo di appositi cavi jack.
  • 13. Definire gli strumenti adattialla composizione musicaleelettronicaGrazie all’utilizzo di uno strumento MIDI sara’ possibile replicarela timbrica di un qualsiasi altro strumento sfruttando i banchidei suoni generalmente disponibili all’interno dei VST (VirtualStudio Technology) che non sono altro che banchi di suoni distrumenti reali campionati. Esistono tantissimi VST , sia gratuitiche a pagamento. Alcuni hanno una qualità audio davveroinimmaginabile, ma la maggior parte di questi VST necessita diun Personal Computer ad alte prestazioni e possibilmente dautilizzare solo per la composizione.
  • 14. Definire gli strumenti adattialla composizione musicaleelettronicaDi programmi per la composizione ne esistono moltissimi anchese la maggior parte dei compositori usano bene o male glistessi. I seguenti sono tutti a pagamento: Cubase, Nuendo, ProTools, Logic, Reason, Sonar, Fruity Loops.Esistono programmi anche gratuiti, tipo Audacity, che tra l’altroa differenza di un po’ di anni fa(quando lo si poteva utilizzaresolo per la registrazioni Audio), ora permette l’utilizzo di VST equindi della registrazione MIDI. Cosa non da poco per unprogramma free, oltretutto in Italiano.
  • 15. Definire gli strumenti adattialla composizione musicaleelettronicaDi programmi per la composizione ne esistono moltissimi anchese la maggior parte dei compositori usano bene o male glistessi. I seguenti sono tutti a pagamento: Cubase, Nuendo, ProTools, Logic, Reason, Sonar, Fruity Loops.Esistono programmi anche gratuiti, tipo Audacity, che tra l’altroa differenza di un po’ di anni fa(quando lo si poteva utilizzaresolo per la registrazioni Audio), ora permette l’utilizzo di VST equindi della registrazione MIDI. Cosa non da poco per unprogramma free, oltretutto in Italiano.
  • 16. Terminologia di baseIl MIDI (Musical Instrument Digital Interface) e’ un protocollo dicomunicazione, cioe’ un insieme di regole che permettono aglistrumenti di scambiarsi informazioni. Perciò è stato necessariocostruire uninterfaccia di comunicazione e creare un linguaggiodi comunicazione. E’ importante non confondere i MIDI file con ifile audio (esempio Wav o Mp3), che sono semplici registrazionidigitali di materiale audio.I MIDI file sono veri e propri “spartiti elettronici”, nei quali sonomemorizzate tutte le note che ogni strumento dovrà suonare.
  • 17. REALIZZARE UNACOMPOSIZIONE MUSICALEPrima di tutto è importante conoscere il genere dipresentazione o di videogames o di corto da realizzare. Latrama e tutto quello che può servire al compositore perimmedesimarsi il più possibile nell’ambientazione del progetto.Se è possibile chiedere del materiale visivo (anche una bozza)giusto per farsi un’idea più chiara possibile. Inoltre è sempremeglio chiedere che tipo di base musicale si aspettano.Più informazioni riusciamo ad ottenere e meglio sarà il risultatofinale. Generalmente il reparto Audio è l’ultimo della scalagerarchica di un progetto. Quindi prima riusciamo a capireesattamente cosa stanno realizzando, prima inizierete alavorarci e ci sara’ cosi’ il tempo per fare qualche modifica omiglioria, se necessario.
  • 18. REALIZZARE UNACOMPOSIZIONE MUSICALEPrima di cimentarsi nella composizione tramite il programmache abbiamo scelto, è meglio iniziare a creare e suonare il piùpossibile almeno la parte melodica del nostro brano. E mentrelo eseguiamo alla tastiera e’ consigliabile iniziare a pensare aquali altri strumenti e che sonorità vogliamo che abbia la nostrabase.Una totale padronanza della nostra composizione portera’ alrisultato finale con più facilità e velocità.
  • 19. REALIZZARE UNACOMPOSIZIONE MUSICALEQuando si realizza una base musicale ogni strumento vienesuddiviso in tracce. Quindi se per esempio un brano ha 5strumenti questo sarà diviso in 5 tracce. Su ogni traccia saràpossibile eseguire una partitura diversa per poi essere“suonate” insieme in un qualsiasi momento. Questo è utile nelcaso volessimo cambiare o modificare solo un singolostrumento sia a livello di suono che di partitura. Inoltre cipermette di avere più controllo su di ogni strumento cosi dasettare facilmente il volume di ogni canale (ogni tracciaequivale ad un canale nel Mixer), e via via tutti gli effetti(equalizzatore, pan, e altri effetti inseribili individualmente).
  • 20. ConclusioniLa composizione musicale elettronica e’ una materia moltocomplessa da descrivere. Ovviamente non e’ sufficiente unatrattazione come questa per poter discutere di tutti gli aspettiinerenti. Per una trattazione piu’ approfondita’, potrete trovarequeste e altre informazioni piu’ dettagliate al presente sito:
  • 21. Tiziano BonfantiTiziano Bonfanti è un musicista di Milano.Da oltre dieci anni si occupa di composizione musicale al computer per colonne sonore, presentazioni e videogiochi.Ha una conoscenza diffusa nel mondo dei software musicali che spazia dal Cubase al Nuendo, per arrivare ai Pro Tools. Negli ultimi anni si è fortemente specializzato nella composizione MIDI con Reason. web: www.tizianobonfanti.ite-mail: tiziano.bonfanti@gmail.comtwitter: TizMusic