“Cosa faccio dopo la scuola media?”
ORIENTAMENTO Chi si trova a dover dare una risposta alla domanda “Cosa faccio dopo la scuola media?” sa bene che non è suf...
ORIENTAMENTO Molti sono gli aspetti sui quali è di fondamentale importanza soffermarsi a riflettere: questi aspetti riguar...
ORIENTAMENTOSe consideriamo l’ unicità delle persone risultaimmediato che la scelta non può che essere “unica epersonalizz...
ORIENTAMENTOPer parlare di scelta post terza media è necessario    parlare anche di un concetto più grande e              ...
ORIENTAMENTO           Liceose scelgo il          non lo faccio soltantoperché “vado bene a scuola”, mapresumibilmente per...
SONO PREVISTI 6 LICEICLASSICOSCIENTIFICO      •   TRADIZIONALE                 •   SCIENZE APPLICATE (senza latino)LINGUIS...
indirizzo se scelgo l’Istituto Tecnico, non lo faccio perché scarto le altre possibilità, ma perché l’indirizzo che ho sce...
SONO PREVISTI 2 SETTORI E 11 INDIRIZZI   SETTORE                           INDIRIZZOECONOMICO          •   AMMINISTRAZIONE...
ORIENTAMENTO         Istituto Professionale se scelgo un o un Corso di Formazione Professionale non lo faccio perché li ri...
SONO PREVISTI 2 SETTORI E 6 INDIRIZZI    SETTORE                          INDIRIZZOSERVIZI         •   PER L’AGRICOLTURA E...
CORSI TRIENNALI               CORSO                     ARTICOLAZIONEOPERATORE ELETTRICOOPERATORE ELETTRONICOOPERATORE MEC...
UNIVERSITA’                                                      LAVORO                                       ESAME DI STA...
ORIENTAMENTO La risposta alla domanda “come scelgo?” non ha quindi una risposta unica e immediata: la scelta è il risultat...
ORIENTAMENTO    Per favorire il processo di scelta,  proviamo a individuare e sintetizzarealcuni passaggi significativi, c...
ORIENTAMENTOI passaggi riguardano:• la conoscenza/consapevolezza di sé e delle aspettativeche gli adulti significativi han...
ORIENTAMENTO1° Fare un’attenta indagine di sé...... “Come sono  fatto IO?” Quali sono i miei punti di forza, i miei inter...
ORIENTAMENTO2° Informarsi… … sulle scuole e sulle professioni Quali sono le scuole/gli ambiti professionali che  conosco?...
ORIENTAMENTO3° Progettarsi…cioè, metto in ordine le idee ed sviluppo il mio “primo progetto formativo- professionale” Met...
ORIENTAMENTOQuesti passaggi si articolano all’interno dei tre  anni scolastici. Nel primo: con le attività che si svolgon...
ORIENTAMENTOContinua nel secondo con: la compilazione del questionario che andrà  ad aggiungersi al precedente contenuto ...
ORIENTAMENTOTermina nel terzo con: la compilazione del questionario che andrà ad  aggiungersi ai precedenti contenuti nel...
ORIENTAMENTOQuali risultati abbiamo ottenuto? La nostra scuola permette a tutti gli alunni di terza  di poter partecipare...
ORIENTAMENTO 90% degli alunni ha ritenuto utile l’esperienza     fatta, ricevendo informazioni complete     sulle discipl...
ORIENTAMENTO Anche i dati relativi al questionario post-stage  consegnato dai genitori rivelano soddisfazione: 88% ritie...
Upcoming SlideShare
Loading in …5
×

Orientamento 12

8,729 views
8,696 views

Published on

0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total views
8,729
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
8,237
Actions
Shares
0
Downloads
13
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Orientamento 12

  1. 1. “Cosa faccio dopo la scuola media?”
  2. 2. ORIENTAMENTO Chi si trova a dover dare una risposta alla domanda “Cosa faccio dopo la scuola media?” sa bene che non è sufficiente fornire informazioni su quali sono le Scuole del territorio, né conoscere la qualità delle scuole o la quantità di “lavoro a casa” che richiede ciascun indirizzo di studio.
  3. 3. ORIENTAMENTO Molti sono gli aspetti sui quali è di fondamentale importanza soffermarsi a riflettere: questi aspetti riguardano le peculiarità di ogni individuo, che è fatto di interessi, valori, inclinazioni, capacità, desid eri differenti, ma anche di esperienze scolastiche e famigliari molteplici.
  4. 4. ORIENTAMENTOSe consideriamo l’ unicità delle persone risultaimmediato che la scelta non può che essere “unica epersonalizzata”, perché unico è il senso, ilsignificato che ogni alunno darà alla propriadecisione. Orientare l’adolescente non è fornirerisposte risolutorie “Iscriviti a………” ma sollecitare auna riflessione sulle proprie capacità, in modo chesia l’adolescente stesso a fare la scelta e che se neassuma la responsabilità.
  5. 5. ORIENTAMENTOPer parlare di scelta post terza media è necessario parlare anche di un concetto più grande e complesso, cioè di un progettoformativo-professionale-lavorativo tenendo conto che……..
  6. 6. ORIENTAMENTO Liceose scelgo il non lo faccio soltantoperché “vado bene a scuola”, mapresumibilmente perché questa decisionepuò concorrere a realizzare il progetto cheho di iscrivermi all’Università in un certosettore;
  7. 7. SONO PREVISTI 6 LICEICLASSICOSCIENTIFICO • TRADIZIONALE • SCIENZE APPLICATE (senza latino)LINGUISTICOARTISTICO • ARTI FIGURATIVE • ARCHITETTURA E AMBIENTE • AUDIOVISIVO E MULTIMEDIA • DESIGN • GRAFICA • SCENOGRAFIAMUSICALE ECOREUTICODELLE SCIENZE • TRADIZIONALEUMANE • ECONOMICO-SOCIALE (senza latino)
  8. 8. indirizzo se scelgo l’Istituto Tecnico, non lo faccio perché scarto le altre possibilità, ma perché l’indirizzo che ho scelto mi desta interesse e ha un significato rispetto alle capacità che vorrei sviluppare;
  9. 9. SONO PREVISTI 2 SETTORI E 11 INDIRIZZI SETTORE INDIRIZZOECONOMICO • AMMINISTRAZIONE, FINANZA e MARKETING • TURISMOTECNOLOGICO • MECCANICA, MECCATRONICA, ENERGIA • TRASPORTI E LOGISTICA • ELETTRONICA, ELETTROTECNICA • INFORMATICA, TELECOMUNICAZIONI • GRAFICA, COMUNICAZIONE • CHIMICA, MATERIALI, BIOTECNOLOGIE • SISTEMA MODA • AGRARIA, AGROALIMENTARE, AGROINDUSTRIA • COSTRUZIONI, AMBIENTE e TERRITORIO
  10. 10. ORIENTAMENTO Istituto Professionale se scelgo un o un Corso di Formazione Professionale non lo faccio perché li ritengo “meno impegnativi”, ma perché li considero la scelta migliore, confrontandola con le altre, ma prima di tutto con il mio personale progetto di vita lavorativa.
  11. 11. SONO PREVISTI 2 SETTORI E 6 INDIRIZZI SETTORE INDIRIZZOSERVIZI • PER L’AGRICOLTURA E LO SVILUPPO RURALE • SOCIO-SANITARI • PER L’ENOGASTRONOMIA E LA RICETTIVITA’ ALBERGHIERA • COMMERCIALIINDUSTRIA e • MANUTENZIONE E ASSISTENZA TECNICAARTIGIANATO • PRODUZIONI INDUSTRIALI E ARTIGIANALI
  12. 12. CORSI TRIENNALI CORSO ARTICOLAZIONEOPERATORE ELETTRICOOPERATORE ELETTRONICOOPERATORE MECCANICOOPERATORE AMMINISTRATIVOSEGRETARIALEOPERATORE AI SERVIZI PROMOZIONE E • SERVIZI TURISTICIACCOGLIENZAOPERATORE DELLA RISTORAZIONE • AIUTO CUOCO E ADDETTO SALA BAROPERATORE DEL LEGNO ARREDAMENTOOPERATORE AGRICOLO • COLTIVAZIONI ARBOREE ERBACEE E ORTOFLORICOLE
  13. 13. UNIVERSITA’ LAVORO ESAME DI STATO 5° anno integrativo ISTRUZIONE TECNICA2° CICLO SPECIALISTICA ISTRUZIONE (ITS) (4° anno) PROFESSIONALE LICEI (5 anni) (5 anni) FORMAZIONE ISTRUZIONE PROFESSIONALE TECNICA (5 anni) (3 anni) ESAME DI STATO o di LICENZA MEDIA 1° CICLO SCUOLA SECONDARIA di PRIMO GRADO o MEDIA (3 anni) SCUOLA PRIMARIA o ELEMENTARE (5 anni) SCUOLA DELL’INFANZIA (3 anni)
  14. 14. ORIENTAMENTO La risposta alla domanda “come scelgo?” non ha quindi una risposta unica e immediata: la scelta è il risultato di un processo che tiene conto di tanti aspetti e, intrecciandoli, permette di elaborare un proprio progetto, in cui la scuola o la formazione professionale si inseriscono come uno i tasselli di un mosaico.
  15. 15. ORIENTAMENTO Per favorire il processo di scelta, proviamo a individuare e sintetizzarealcuni passaggi significativi, che possono,in parte, guidare i nostri alunni in questa fase di decisione.
  16. 16. ORIENTAMENTOI passaggi riguardano:• la conoscenza/consapevolezza di sé e delle aspettativeche gli adulti significativi hanno nei confronti di chi sitrova a scegliere;• la possibilità di raccogliere informazioni sulle scuole;• la capacità di fare un primo progetto formativo-professionale considerandolo come un progetto chepotrà subire degli aggiustamenti o delle vere e proprievariazioni in divenire. Di seguito proponiamo tre passi con alcune domande guida per compiere una scelta con metodo:
  17. 17. ORIENTAMENTO1° Fare un’attenta indagine di sé...... “Come sono fatto IO?” Quali sono i miei punti di forza, i miei interessi, gli aspetti che vorrei migliorare? Che cosa mi caratterizza? Come mi immagino “da grande”? Quali caratteristiche ha il mio “lavoro ideale”? Che cosa pensano di me le persone che mi conoscono bene (familiari, insegnanti, amici)? Condivido la visione che hanno di me?
  18. 18. ORIENTAMENTO2° Informarsi… … sulle scuole e sulle professioni Quali sono le scuole/gli ambiti professionali che conosco? Quali attività si svolgono? Quali mi interessano di più? Perché? Come posso aumentare il numero di scuole/professioni di cui sono a conoscenza? Quali possibilità formative e lavorative hanno le differenti Scuole? Posso individuare dei settori lavorativi in cui inserirmi?
  19. 19. ORIENTAMENTO3° Progettarsi…cioè, metto in ordine le idee ed sviluppo il mio “primo progetto formativo- professionale” Metto in relazione la conoscenza che ho di me stesso e le informazioni raccolte. Individuo i punti di forza e le relazioni con i settori di mio interesse. Sulla base dei criteri di scelta elaborati attraverso il percorso, decido dove fare l’iscrizione.
  20. 20. ORIENTAMENTOQuesti passaggi si articolano all’interno dei tre anni scolastici. Nel primo: con le attività che si svolgono nell’ambito del progetto accoglienza; attraverso l’analisi del materiale presente nelle antologie in adozione e nel materiale elaborato dalla commissione; mediante la compilazione di questionari e produzione di eventuale materiale da raccogliere nel “Quaderno del futuro”. [1]
  21. 21. ORIENTAMENTOContinua nel secondo con: la compilazione del questionario che andrà ad aggiungersi al precedente contenuto nel “Quaderno del futuro”; la distribuzione della guida “La bussola” per iniziare a conoscere le tipologie di scuole presenti sul territorio; la partecipazione alla “Area di Progetto” che permette di svolgere delle attività e/o approfondimenti con alunni della Scuola superiore su temi concordati tra i docenti. [2] [3]
  22. 22. ORIENTAMENTOTermina nel terzo con: la compilazione del questionario che andrà ad aggiungersi ai precedenti contenuti nel “Quaderno del futuro”; la visita agli stand del salone dell’orientamento; la partecipazione a due giorni di stage presso le Scuole superiori del territorio; l’adesione agli open day per alunni e genitori organizzati dalle singole Scuole superiori e C.F.P.; gli incontri con ex alunni che vengono a scuola a riportare la loro esperienza; la stesura del giudizio orientativo.
  23. 23. ORIENTAMENTOQuali risultati abbiamo ottenuto? La nostra scuola permette a tutti gli alunni di terza di poter partecipare agli stage e vedere come è strutturata una scuola superiore. Vi partecipano anche gli alunni disabili e stranieri, che altrimenti non avrebbero l’opportunità di visitare una scuola superiore e gli alunni che non hanno genitori disponibili ad accompagnarli agli open day.
  24. 24. ORIENTAMENTO 90% degli alunni ha ritenuto utile l’esperienza fatta, ricevendo informazioni complete sulle discipline di studi, le attività e l’organizzazione della scuola.Inoltre: 97% ritiene di aver avuto l’opportunità di capire come funziona un IS/CFP; 83% se l’indirizzo di studi è vicino alla propria scelta; 86% che vi è differenza tra la SM e l’IS/CFP.
  25. 25. ORIENTAMENTO Anche i dati relativi al questionario post-stage consegnato dai genitori rivelano soddisfazione: 88% ritiene utile l’esperienza degli stage; [ha dato risposta negativa il 12% “perché non era la scuola scelta dal figlio”]; 96% ritiene utile che la scuola riproponga questo tipo di esperienza il prossimo anno scolastico.

×