Programma amministrativo della lista Nicolosi nel Cuore

1,332 views
1,237 views

Published on

0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total views
1,332
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
92
Actions
Shares
0
Downloads
4
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Programma amministrativo della lista Nicolosi nel Cuore

  1. 1.   PROGRAMMA   AMMINISTRATIVO   2012-­‐2017   DEL   CANDIDATO   SINDACO   ANGELO   PULVIRENTI   E   DELLA   LISTA   “NICOLOSI   NEL   CUORE”.   ELEZIONI   AMMINISTRATIVE  DEL  COMUNE  DI  NICOLOSI  (CT)  6-­‐7  MAGGIO  2012        La  persona,  la  famiglia  e  le  associazioni,  sono  gli  elementi  fondanti      di  ogni  comunità.    L’Uomo  è  principio,  soggetto  e  fine  della  Società  e  il  Comune  deve  essere  al  suo  servizio.      Gli  Amministratori  devono  assicurare  disponibilità  all’ascolto  tramite  un’attività  svolta  con  spirito  di  servizio,  capacità  di  relazionarsi,  costruendo  rapporti  basati  sulla  fiducia  e  la  correttezza  al  di  sopra  di  ogni  interesse  personale.    RAPPORTO  CITTADINO-­‐ISTITUZIONI  Il   Comune,   come   ente   territoriale   più   vicino   al   cittadino,   dovrà   essere     una   casa   di   vetro   entro   la  quale  ognuno  possa  avere  accesso,  nel  rispetto  della  legge,  agli  atti  amministrativi.  Desideriamo  il  coinvolgimento   della   cittadinanza   in   un   processo   di   democrazia   diretta   tenendo   presente   che   la  multietnicità   e   l’integrazione   sociale   sono   temi   importanti   con   i   quali   deve   misurarsi   una   politica  che  vuole  stare  al  passo  con  le  trasformazioni  demografiche  che  stiamo  vivendo.        E’  nostra  intenzione:    Autorizzare   e   Regolamentare   la   ripresa   diretta   delle   sedute   comunali   come   espressione   di  trasparenza  e  fedeltà  dell’informazione;    Divulgare  completamente  e  puntualmente  le  deliberazioni  del  Consiglio  Comunale,  della  Giunta  e  le  determine  dirigenziali;        Istituire  le  Commissioni  Consiliari  Permanenti,  non  istituite  dalla  trascorsa  amministrazione;    Instaurare  un  rapporto  di  fiducia  con  il  cittadino  incentrato  cioè  sulla  cortesia  e  sull’  analisi  dei  suoi  bisogni   tramite   un   Ufficio   Relazioni   con   il   Pubblico   (URP)   in   cui   sia   facile,   grazie   a   stampati  differenziati   per   problematiche,     segnalare   disservizi,   reclami   o   altro   fissando   tempi   certi   per   la  risoluzione  degli  stessi;    Promuovere   la   cultura   partecipativa   dei   cittadini     allinterno   delle   amministrazioni   tramite   la  creazione   di   un   “Ufficio   della   Partecipazione”   che   rappresenti   anche   un   punto   di   ascolto   per   i  cittadini   immigrati     e/o   in   difficoltà   e     delle   relative   problematiche,   formulando   un   Bilancio  Partecipativo  che  consenta  ai    cittadini  di  definire  le  priorità  nell’utilizzo  delle  risorse  finanziarie;      Creare     gruppi   di   lavoro   “In   Comune”   costituiti   da   soggetti   pubblici   e   privati   per   la   ricerca   di  finanziamenti  e  collaborazioni  a  supporto  delle  attività  comunali,  delle  organizzazioni  no-­‐profit,    di  volontariato  e  delle  imprese;      Istituire   i   “Comitati   di   Quartiere”   nell’intento   di   progettare   e   realizzare   spazi   aperti   protetti  dedicati  alla  socialità  e  al  gioco  dei  bambini  che  affronti  le  diverse  problematiche  esistenti;    Effettuare   il   restyling   del   Sito   Internet   Comunale   integrando   l’offerta   turistica,   sportiva,  escursionistica  e  ricreativa  del  paese  con  un  rapporto  “user  friendly”  multilingua.    Tale  sito  dovrà  supportare   le   tecnologie   informatiche   di   ultima   generazione   (smartphone,   tablet   etc.   etc.)     1  
  2. 2. prevedendo   inoltre   la   possibilità   di     acquistare   online   pacchetti   precostituiti   “Etna   Shopping”   o   i  singoli  servizi;    Istituire  delle  “Banche  del  Tempo”  attraverso  le  quali  i  cittadini  possano  scambiare  il  loro  tempo  fornendo   diverse   professionalità,   in   cambio   di   sicurezza,   assistenza,   tempo   libero,   educazione   e  istruzione,   accompagnamento   motorizzato     e   non,   coordinando   ed   integrando   sinergicamente   in   tal  senso  le  varie  Associazioni  di  Volontariato  che  già  egregiamente  operano  nella  nostra  cittadina;    Iniziare  il  processo  di  Certificazione  della  Qualità  del  Comune  secondo  le  norme  UNI  EN  ISO  9000-­‐9001-­‐9004  procedendo  alla  stesura  secondo  tali  norme  della  Carta  Comunale  dei  Servizi.      POLITICHE  SOCIALI  Le  politiche  sociali  saranno  elemento  qualificante  della  nostra  azione  amministrativa  e  ne  saranno  costante   riferimento.   Riteniamo   opportuno   sostituire   il   concetto   di   Servizi   Sociali   con   l’idea   di  Politiche  Sociali  intese  come  strategie  per  rispondere  ai  molteplici  bisogni  dei  cittadini.    Il   ruolo   dell’ente   locale   è   quello   di   coordinare,   supportare   e   stimolare   le   associazioni   presenti   nel  territorio  (Associazioni  Religiose  e    di  Volontariato,  Protezione  Civile,  Servizi  di  Polizia  e  Controllo  del  Territorio).  E’  necessario  valorizzare  inoltre  la  cultura  della  solidarietà  con  manifestazioni  quali  “Condividiamo”  a  fini  benefici  ed  educativi.    SERVIZI  PER  LA  PERSONA  E  PER  LA  FAMIGLIA    La   dignità   della   persona   e   il   ruolo   sociale   della   famiglia   saranno   al   centro   della   nostra   azione   di  governo  privilegiando  forme  di  sostegno  capaci  di  rispondere  ai  bisogni  assistenziali,  educativi,  di  cura.      Fra  le  tante  iniziative  che  ci  proponiamo  di  realizzare:     • Un   tavolo   di   collaborazione   inter-­‐istituzionale   per   coordinare   gli   interventi   sul   tema   della   famiglia  nei  molteplici  aspetti  che  la  caratterizzano;     • “Iniziamo   dai   Quaranta”   inteso   come   attività   aggregative   per   adulti,   in   coppia   e   non   finalizzate   a   corsi   di   ballo,   di   musica   e   attività   sportive   e   ludiche   che   consentano   di   relazionarsi  in  un  social  network  reale.     • Punti  d’incontro  dove  gli  anziani  possano  rapportarsi  con  i  giovani  magari  istruendoli  sugli   antichi   mestieri   e   dove   gli   anziani   possano   familiarizzare   con   le   più   moderne   tecnologie   (pc,   internet,  etc.);     • Il   potenziamento   dell’assistenza     domiciliare,   migliorandone   l’aspetto   fisioterapeutico     e   infermieristico.      PRIMA    INFANZIA    E    GENITORIALITA’    E’  nostra  intenzione  promuovere   un’esperienza   di   sostegno   educativo   ai   futuri   genitori   tramite   il  progetto   “Lasciati   Cullare”.   Un   percorso   formativo   di   supporto   ai   padri   ed   alle   mamme   in   attesa  che   proseguirà   anche   nei   primi   mesi   di   vita   del   bambino,     mettendo   inoltre   a   dimora   un   nuovo  albero  per  ogni  bambino  che  nasce.    GIOVANI    Rinascita   e   potenziamento   del   Centro   Giovani:   saranno   i   giovani   ad   essere   coinvolti   nella  gestione   diretta   del   centro,   implementando   inoltre   nuove   iniziative,   puntando   ad   un   giornalismo     2  
  3. 3. multimediale   (Social   Network,   Blog,   Web   Forum)   ottimizzandone   l’utilizzo   per   attività   differenti  quali:   Sala   prove,   Aule   Studio,   Mercatino   dei   libri   usati   con   scambio   e   riuso,   Bacheca   Informa-­‐Giovani  e  Botteghe  della  solidarietà.      Promozione  di  Campagne  di  informazione  e  prevenzione  su  tabagismo,  droghe,  alcool,  disturbi  alimentari,  sessualità.    Capitale   intellettuale:   mettere   in   atto   protocolli   d’intesa   con   associazioni   culturali   editrici,   per  incontri   a   tema   con   autori,   o   per   ottenere   donazioni   di   libri   per   la   biblioteca   comunale.   Una   sala  come  quella  del  centro  giovani  potrebbe  rappresentare  una  manna  per  molti  scrittori  emergenti  che  vogliono     fare  presentazioni,   oppure   per  conferenze   "Crea   levento".     Desideriamo   inoltre  incentivare  gli  studenti  più  meritevoli.    Connettività:   creare   Nuovi   Punti   di   Acceso   Assistito   ai   Servizi   che   permettano   a   tutti   di   poter  utilizzare  la  rete  gratuitamente  specie  in  prossimità  degli  esercizi  commerciali  (Bar,  Chioschi  Estivi,  Ristoranti  e  Negozi  in  genere).    Info-­‐point:   con   piattaforme   informatiche   collegate   in   rete   (Totem   Elettronici)   collocati   in   punti  strategici  del  territorio  comunale.    Diritto     al     lavoro:   saranno   potenziati   i   servizi   rivolti   ai   giovani   in   cerca   di   occupazione,   ai  disoccupati,  ai  lavoratori  precari.    Carta  giovani:  strumento  digitale  che  consenta  agevolazioni  per  i  giovani  che  ne  faranno  richiesta.    Miglioramento  dei  Trasporti  Scolastici  e  Sportivi.    ANZIANI  La   popolazione   invecchia   sempre   di   più   facendo   sì   che   gli   anziani   occupino   un   posto   di   rilievo   nella  società  attuale.  Qualunque  iniziativa  di  oggi  a  loro  favore  sarà  un  servizio  reso  a  noi  stessi  domani.  Accanto   ai     tradizionali   quali   i   Servizi   Domiciliari   desideriamo   attivarne   di   nuovi,     lungo   tre  direttrici  principali:     • Socialità,  occasioni  culturali,  termali  e  ricreative;   • Abitazioni  per  anziani  grazie  a  reti  di  solidarietà  e  di  mutuo  sostegno;   • Assistenza  socio-­‐sanitaria  per  i  non  autosufficienti.    Seguendo  queste  direttrici:    Promuovere   nel   Centro   Diurno   per   anziani   attività   socializzanti,   ludiche,   sportive   e   riabilitative  favorendo  la  partecipazione  di  entrambi  i  generi  al  Progetto  “Terzuniversità”;    Stimolare   la   crescita,   in   collaborazione   con   i   soggetti   del   privato   sociale,   di   un   centro   di  aggregazione  per  anziani  in  ogni  quartiere  periferico;    Creare  un    fondo  specifico  da  destinare  ai  più  bisognosi  agevolandone  l’alloggio  contribuendo  alle  spese  delle  utenze  energia  elettrica,  acqua  e  gas.      Il   “Tutor   Anziani”   è   un   nuovo   progetto   che   prevede   lintervento   a   domicilio   di   un   volontario   che  svolge   attività   di   carattere   socio-­‐assistenziale   e   di   aiuto   alla   persona   migliorandone   il   benessere  psicofisico.         3  
  4. 4. In   collaborazione   con   la   Misericordia   del   paese   verranno   migliorati   i   trasporti   verso   centri    specialistici,  ospedali  o  centri  diurni.    Istituiremo   un   numero   verde   al   quale   gli   anziani   del   nostro   comune   potranno   rivolgersi   per  problematiche  relative  a  varie  necessità.    DIVERSABILITA’    Fornire   supporto   ai   diversamente   abili   e   alle   loro   famiglie   con   progetti   finalizzati   a   renderli  autonomi   grazie   all’utilizzo   delle   moderne   tecnologie   informatiche   (hardware   e   software   dedicati  per  la  cecità,  ipovisione,  ipocusia,  autismo,  deficit  motori,  etc.)  con  una  migliore  inclusione  sociale  e  favorendo  così  l’inserimento  lavorativo.    Abbattimento  delle  barriere  architettoniche  negli  edifici  e  luoghi  pubblici,  incentivando  le  famiglie  a  fare  lo  stesso  nelle  abitazioni  private.      Controllo   e   monitoraggio   della   sicurezza   sui   luoghi   di   lavoro   in   modo   da   mantenerla   ai   massimi  livelli.    Sportello   informativo   e   di   consulenza   finalizzato   alla   soluzione   di   problemi   di   carattere  previdenziale  e  pensionistico.    Servizi   di   accompagnamento   (spesa,   lavoro,   visite   mediche   e   altro)     in   collaborazione   con   le  associazioni  di  volontariato.    Sperimentare   nuove   forme   di   inserimento   sociale,   sviluppando     sinergie   tra   Comune,     Servizio  Sanitario  Nazionale,  Istituti  Scolastici  e  Associazioni  che  operano  in  tale  campo.    Tale  intervento  potrà  essere  attivato  anche  per  soggetti  affidati  al  Servizio  di  Salute  Mentale.    MULTIETNICITA’    L’integrazione   fra   i   popoli   è   il   tema   su   cui   misurarsi   se   si   vuole   stare   al   passo   con   le   trasformazioni  demografiche  in  corso  favorendo  larmonia  sociale,  culturale  e  lavorativa  anche  mediante  corsi   di  alfabetizzazione  per  immigrati  adulti.      LA  CASA    La   difficile   situazione   economica   con   il   conseguente   aumento   degli   affitti   e   delle   rate   dei   mutui  rende   sempre   più   grave   e   diffuso   il   problema   dell’emergenza   abitativa   e   fa   aumentare   in   modo  consistente  la  richiesta  di  alloggi  in  locazione.      Istituzione    di  “Agenzia  Casa”  come  soggetto  utile  al  reperimento  degli  alloggi  e  nell’attivazione  dei  contratti  attraverso  il  microcredito.  Ipotizzare  riduzioni  fiscali,  anche  per  la  seconda  casa,  qualora  sia  data  in  uso  gratuito  a  figli  non  più  conviventi  con  basso  reddito.    Le  nostre  priorità  prevedono,  nel  rispetto  della  normativa  vigente,  interventi  a  sostegno  dell’affitto  per   le   famiglie   a   basso   reddito,   promozione     e     sostegno     di     processi     di     riqualificazione     del    patrimonio     edilizio   esistente   pubblico   e   privato   per   migliorare   l’efficienza   energetica,   ridurre   i  consumi  e  migliorare  la  qualità  abitativa.    Vogliamo  promuovere  una  cultura  dell’abitare  fondata  su  un  nuovo  modo  di  costruire  basato  sullo  sviluppo  sostenibile  e  sull’uso  di  materiali  ecologici  con  impianti  a  risparmio  energetico.       4  
  5. 5.  LA  SCUOLA    Priorità   assoluta   è   rappresentata   dalla   verifica   strutturale   dei   vari   edifici   con   la   messa   in  sicurezza   degli   stessi   grazie  a  un  patto   tra   comune,  istituto   comprensivo,  istituto  alberghiero  al  fine  di  definire   nel  breve  e  nel  lungo  periodo  le  priorità  rispetto  ad  interventi   strutturali   e   alle  finalità  educative  implementando  l’edilizia  e  i  servizi  scolastici  necessari.      Attivare  un  tavolo  di  collaborazione  sul  tema  del  disagio  psicologico  per  coprire  i  bisogni  sempre  più   rilevanti   di   alunni   disabili,   con   disturbi   specifici   dell’apprendimento,   con   difficoltà   familiari   e  con    problematiche  di  inserimento  legati  all’immigrazione.    Di   concerto   con       l’amministrazione   provinciale   elaborare   un   piano   organico   strategico   per   lo  sviluppo  dell’Istituto  Alberghiero  che,  grazie  a  strutture    adeguate,    cresca    e    si    rafforzi  prevedendo  inoltre  la  ristrutturazione  dell’Auditorium  del  plesso  di  via  Gemmellaro.  La  scuola  come  luogo  educativo  globale:    Educazione  alimentare  introducendo  in  tutte  le  scuole  il  Progetto  Europeo  “Frutta  nelle  scuole”.    Ci   adopereremo   per   attivare   il   servizio   di     mensa   scolastica   in   collaborazione   con   l’istituto  alberghiero   locale,   coinvolgendo   i   produttori   locali   o   comunque   di   “filiera   corta”   per   una   dieta  mediterranea;  Educazione   sanitaria,     che   si   occupi   di   prevenzione,   disturbi   alimentari   e   problematiche  adolescenziali  con  screening  scolastici  suddivisi  per  fasce  di  rischio  (visita  oculistica,  ortopedica  etc.  etc.)  Educazione  Civica  e  Stradale  in  tutte  le  scuole  di  ordine  e  grado  presenti  sul  territorio.    I  nostri  progetti:     • “Ti  Accompagno  a  Scuola”:  percorsi  pedonali  protetti  che  consentano  di  giungere  a  Scuola   limitando  al  massimo  l’utilizzo  dei  mezzi  privati.       • “Tutorship”:     che   prevede   la   collaborazione   di   giovani,   anche   del   Servizio   Civile   che   affiancheranno     bambini   e   ragazzi   della   scuola   primaria   e   secondaria   inferiore,   segnalati   dagli  insegnanti,  per  un  supporto  sul  piano  dell’apprendimento  e  della  crescita  personale.      CULTURA  Riteniamo   di   fondamentale   importanza   mantenere   e   tramandare   il   bagaglio   culturale   che   le  precedenti   generazioni   hanno   creato   per   noi.   Valorizzare   il   patrimonio   culturare,   in   special   modo  quello  nicolosito  e  pedemontano,  può  servire  da  volano  per  lo  sviluppo  di  iniziative  socio-­‐culturali.  In  questa  ottica  le  nostre  iniziative  si  concentreranno  su:    Giornate  Internazionali  dedicate  ai  grandi  temi  della  Vulcanologia  e  Geofisica  istituendo  un  premio  per  i  contributi    scientifici  più  rilevanti  nei  vari  settori;    Istituire   una   Fondazione   che   si   occupi   delle   tradizioni   locali,   artigianali,   religiose   (storia   delle  Confraternite)  al  fine  di  realizzare  pubblicazioni  a  scopo  divulgativo;    Iniziative  culturali  periodiche  che  focalizzino  l’attenzione  su  uomini  illustri  Nicolositi  del  passato;    Realizzazione  di  un  museo  multimediale    che  ci  consenta  di  creare    un  circuito  culturale  tra  i  vari  siti  di  interesse  comunale  (Museo  Vulcanologico,  Grotta  delle  Colombe,  Grottalunga,  etc.);       5  
  6. 6. Incentivare   le   iniziative   legate   al   gemellaggio   con   Città   Sant’   Angelo   proseguendo   l’iter   per   il  gemellaggio  con  la  Cittadina  Turca  Edremit.    SPORT    Vivere   bene   a   Nicolosi   significa   anche   offrire   ai   cittadini   la   possibilità   di   praticare   tanti   sport.     Le  diverse   associazioni   sportive   che   operano   sul   territorio   e   che   hanno   un   ruolo   fondamentale   nel  tessuto  sociale  nicolosito,  meritano  adeguata  attenzione  e  valorizzazione.    E’   necessario   andare   oltre   la   consulta   dello   sport,   creando   un   nuovo   soggetto   al   fine   di  razionalizzare    spazi  e  risorse  e  nell’intento  di  incrementare  la  pratica  sportiva  dei  giovani.    I   nostri   interventi   si   concentreranno   sugli   impianti   sportivi     ripristinando,   completando   e  migliorarando   quelli   esistenti.   (Campo   Pulvirenti,   Palestra   Comunale,   Pista   d’Atletica   Monti   Rossi,  Campi  da  tennis).    Intendiamo  realizzare  inoltre  un  un  Campo  di  Moto  e  Ciclo  Cross  e  dei    Campi  di  Calcetto.    Al   fine   di     promuovere     l’utilizzo   delle   strutture   comunali   gestite   dai   privati,   stipuleremo  convenzioni  che  agevolino  le  associazioni  nicolosite  e  i  residenti.    Intendiamo   promuovere   la   diffusione   dello   sport   tra   i   diversamente   abili   istituendo   percorsi  sportivi  riabilitativi,    specifici  per  patologie,  utilizzando  al  meglio  le  varie  strutture  comunali.    Valorizzeremo  i  talenti  nicolositi  e  le  eccellenze  delle  società  sportive  locali  mediante  l’istituzione  “Albo  d’Oro  dello  Sport”  a  cui  i  giovani  possano  ispirarsi  mutuandone  i  risultati.        SVILUPPO  ECONOMICO  E    DIRITTO    AL    LAVORO    Stiamo  attraversando  una  grave  crisi  economica  che  investe  l’economia  mondiale,  ma  anche  molte  aziende  nel  nostro  comune.    Proponiamo   quindi   di   attivare   una   task   force   anticrisi   “Osservatorio   Esterno”   capace     di  esplorare   tutte   le   soluzioni   possibili   per   cercare   opportunità   nei   diversi   comparti   produttivi   del  territorio  dando  risposta  a  chi    è  in  cerca  di  lavoro.      L’idea   di   base   è   quella   di   creare   uno   sportello   all’interno   del   comune,   che   fornisca   al   cittadino  informazioni  relative  all’esistenza  di  contributi  e  finanziamenti  da  parte  di  vari  enti  e  in  particolar  modo,   da   parte   della   comunità   europea.   Di   questi   solo   una   minima   percentuale   viene   utilizzata  (circa  il  12%)  il  resto  torna  nelle  casse  di  Bruxelles.      Per  facilitare  l’accessibilità  ai  suddetti  fondi  è  necessario,  a  nostro  avviso,  farsi    carico  della  gestione  delle   pratiche   presso   gli   organi   competenti.     Un   Front   Office   con   una   bacheca   interattiva   che  aggiorni   gli   interessati   sulle   nuove   opportunità,   lo   stato   d’avanzamento   di   bandi   esistenti   e  soprattutto  sull’iter  più  rapido  e  semplice  per  accedervi.    E’  nostro  intento  inoltre:    Sostenere   l’imprenditoria   giovanile   e   femminile:   creando   un   fondo   garanzia   per   iniziative  imprenditoriali  innovative  e  meritevoli  e  che  possano  anche  gestire  strutture  comunali.    Stimolare  la  creazione  di  un  “Centro  Commerciale  Naturale”  sostenendo    le    attività    promosse    dai  commercianti  anche  con  incentivi  specifici  o  con  agevolazioni  tributarie.         6  
  7. 7. Realizzare   eventi   culturali   e   turistici   di   grande   rilievo   che   fungano   da   traino   per   il   tessuto  economico  locale.      Promuovere  l’  organizzazione  di  mercati    dei  prodotti  locali  e  tipici,  enogastronomia  ed  artigianato  locale  equo  e  solidale  che  favoriscano  il  consumo  intelligente  dei  prodotti  a  filiera  corta.      Effettuare  interventi  mirati  all’eliminazione  del  fenomeno  dell’  abusivismo.      Riqualificare   e   ampliare   la   zona   artigianale,   prevedendo   con   apposito   regolamento   l’   eventuale    vendita   diretta   ad   artigiani   di   lotti   di   terreno   disponibili,   nonché   eventuale   affito   di   capannoni  rimasti  invenduti.    Riattivare   la   scuola   di   ceramizzazione   della   pietra   lavica   che   valorizza   un   prodotto   tipico   locale   e  che  può  creare  nuove  occasioni  di  lavoro  per  giovani  nicolositi.    Attivare   tutte   quelle   misure,   utilizzando   le   risorse   disponibili   a   livello   comunitario,   nazionale   e  regionale  volte  a  favorire  l’imprenditoria  e  la  localizzazione  di  nuove  iniziative  di  lavoro.    TURISMO      Sul  turismo  e  sulla  valorizzazione  delle  radici  storiche  e  culturali  si  gioca  la  partita  più  importante.    La  promozione  del  nostro  territorio  e  soprattutto  dell’Etna  consentirebbe  di  creare  eventi  di  grande  valore  turistico  artistico  e  culturale.    A   tal   fine   è   nostra   intenzione   istituire   un   organismo   “Organizza…   Etna”   che   si   faccia   carico   di  gestire   viabilità,     parcheggi,   vie   di   fuga,   logistica   in   una   visione   unitaria   e   dinamica     su   uno   dei  patrimoni  più  preziosi  che  abbiamo.    Nel  particolare  tale  organismo  dovra:        Migliorare  il    trasporto  pubblico  sia  nel  periodo  invernale  che  in  quello    estivo  data  l’insufficienza  dell’unica  corsa  giornaliera.    Individuare   e   definire   gli   spazi   da   dedicare   al   Campo   Scuola   Sci   (adeguatamente   recintato),   alla  Pista  da  Bob;  incremento  dei  parcheggi.  Dare  adeguata  ubicazione  per    Soccorso  Alpino,    Maestri  di  Sci  e  Guide  Alpine;    Potenziare   l’assistenza   medica   locale   richiedendo   l’attivazione   della   guardia   medica   anche   nel  periodo  estivo.    Potenziare  i  Servizi  di  Pulizia,  Segnaletica,  Pubblica  Sicurezza;    Ipotizzare   l’affidamento   in     Convenzione   di   alcuni   servizi   necessari   a   Nicolosi   Nord   con   Operatori  Turistici  locali  anche  a  mezzo  di  cooperative  o  Associazioni  a  tal  fine  costituite.    Attivare  protocolli  d’intesa  con  i  comuni  limitrofi,  costituendo  “Unione  di  Comuni”.    Durante  la  nostra  Amministrazione:    Implementeremo   un   servizio     di   collegamento   comunale   nei   periodi   di   massima   affluenza   turistica  tramite   dei   minibus,   tra   le   vie   commerciali,   impianti   sportivi,   congressuali,   ludici     e   capolinea  periferici  consentendo  ai  turisti  una  completa  escursione  cittadina.    Svilupperemo   un   percorso   turistico   che   consenta   di   visitare   le   varie   strutture   presenti   nel  territorio,   adeguatamente   valorizzate   (Museo   della   Civiltà   Contadina,   Palmento     Cristoforo  Montesanto  etc.)  avvalendoci  di  giovani  guide  formate  a  tale  scopo.       7  
  8. 8. Utilizzeremo   al   massimo   le   tecnologie   di   rete   per   la   promozione   dell’offerta   turistica,   ludica,  sportiva,  escursionistica  e  ricreativa  del  paese  prevedendo  l’  acquisto  online  di  pacchetti  turistici.      Ci  proponiamo  inoltre  di:    Creare  una  rete  segnaletica  che  colleghi  i  diversi  percorsi  turistici;    Valorizzare   la   sentieristica   che   collega   l’intero   territorio   comunale   ripristinando   o   individuando  sentieri  da  utilizzare  per  il  trekking,  mountain  bike  ed    escursioni  a  cavallo;    Realizzare  una  guida  turistica  nicolosita  rispettosa  dei  percorsi  per  i  diversabili;      Incentivare   la   costituzione   e   valorizzare     le     aziende     agrituristiche   favorendo   la   diffusione   di  strutture  ricettive  legate  alla  fisionomia  rurale  del  territorio  e  al  concetto  di  ospitalità  diffusa;    Promuovere   nuovi   gemellaggi   internazionali   in   modo   da   allargare   virtualmente   il   territorio   verso  esperienze  formative,  sociali  e  turistiche  di  ampio  respiro  a  livello  internazionale  per  uno  scambio  turistico   fra   Comuni   che   condividono   con   noi   la   presenza   di   Vulcani   attivi   nel   loro   territorio  (Giappone,  Islanda);    Organizzare  piccole  escursioni  turistiche  (Tre  Altarelli,  Grotta  del  Santuario  di  Mompilieri,  Cave  di  Pietra  Lavica,  Casiddazza)  con  guide  locali  adeguatamente  formate;    Incrementare  il  turismo  congressuale  e  religioso  tenuto  conto  delle  strutture  esistenti,  nonché  dei  luoghi  di  culto  che  andranno  adeguatamente  valorizzate;      Realizzare   eventi   o   raduni   motoristici   di   grande   risonanza   utilizzando   al   meglio   le   nostre  potenzialità.    Lavoreremo     infine   per     un     progetto     che   istituisca   il   “Parco   Naturale   dei   Monti   Rossi”   che  attraverso  un  percorso  didattico,  ludico,  sportivo,  e  speleologico  (grotta  delle  colombe)  sia  capace  di  attirare  visitatori  da  tutta  Italia  anche  grazie  a  eventi  musicali  di  grande  rilievo  “Etna  Festival”.      FOLKLORE    Il   sentimento   religioso,   profondamente   sentito   dalla   popolazione   nicolosita,   trova   la   massima  espressione  nelle  feste  patronali  (S.  Antonio  Abate  e  S.  Antonio  di  Padova)  che    verranno  valorizzate  sottolineandone  gli  aspetti    di  aggregazione  e  di  fede.    Verranno   inoltre   incentivate   le   associazioni   locali   che   si   prodigano   per   la   diffusione   del   folklore  siciliano  ed  etneo  in  particolare,  stante  la  valenza  turistico-­‐promozionale  delle  stesse.    Potenziare  gli  attuali  gemellaggi  esistenti  nell’intento  di  incrementare  gli  scambi  sociali,  economici  e  culturali.          AGRICOLTURA  -­‐  ALLEVAMENTO    Nicolosi   è   un   comune   di   origine   rurale,   che   negli   anni   passati,   è   stato   caratterizzato   da   una  tradizione  agricola  e  di  allevamento  importante,  oggi  minimamente  presente.         8  
  9. 9. Nell’ottica   di   sfruttare   ogni   possibilità   per   aiutare   le   famiglie   e   le   giovani   coppie   nicolosite   a  fronteggiare   le   difficoltà   lavorative   riteniamo   sia   prioritario   rivitalizzare   le   tradizioni   di   questo  territorio,  a  partire  dalla  produzione  agricola  e  dagli  allevamenti.        Le  azioni  principali  da  intraprendere  sono:  Promozione    e    valorizzazione    dei    prodotti    tipici    comunali,    utilizzando    il    marchio    di  Denominazione  Comunale  di  Origine;    Realizzazione  e  promozione  della  filiera  corta  “Dal  Produttore  al  Consumatore”;    Stimolare   attività   imprenditoriali   nel   campo   dell’allevamento   specializzato,     in   espansione   come  quello  degli  asini.  Il  latte  d’asina  viene  utilizzato  per  le  sue  caratteristiche  sia  a  scopo  terapeutico  (bambini   intolleranti,   anziani,   patologie   particolari)   che   dermocosmetico.   Tale   tipologia   di  allevamento     innesca   una   serie   di   potenzialità   produttive   e   di   trasformazione   con   positive  ripercussioni  sull’occupazione  locale;    Facilitare   gli   incentivi,   mediante   la   stipula   di   apposite   convenzioni   con   gli   enti   a   ciò   preposti,   per   la  messa  a  coltura  dei  terreni  abbandonati  (specie  i  vigneti)  incrementando  la  produzione  di  prodotti  tipici  locali  anche  con  lo  sviluppo  di  orti  biologici;      Creazione  di  comunità  del  cibo  e  di  presidi  slow  food;    Realizzazione  di  corsi  per  potatori  o  di  altre  competenze  del  settore  agricolo.    Riteniamo  importante  difendere  il  patrimonio  boschivo  realizzando  un  piano  comunale  del    verde,  rafforzando   la   collaborazione   con   la   Forestale   e   in   sinergica   con   l’Ente   Parco     semplificare   le  procedure   burocratiche   per   favorire   le   attività   produttive   compatibili   e   sostenibili   del   settore   agro-­‐forestale.    Creazione  di  un’oasi  per  lo  smaltimento  dei  rifiuti  agricoli  (minicompostaggio);    LAVORI  PUBBLICI  Nel  settore  dei  lavori  pubblici,  che  merita  un  grande  impulso,  le  nostre  priorità  saranno:  Censimento   di   tutte   le   strutture   facenti   parte   del   patrimonio   comunale   con   verifica   dello   stato   di  conservazione  valutando  eventuali  cambi  di  destinazione  d’uso.  Estensione  dei  servizi:  rete  idrica,  metanizzazione,  illuminazione.    Realizzazione   di   nuove   rotatorie   finalizzate   ad   eliminare   le   criticità   viarie   (ad   esempio   via  Pappalardo,  Cristoforo  Colombo,  Antonella  da  Messina).      Realizzazione  di  una  ludoteca  coperta  con  annesso  spazio  polivalente.      Prevedere,   anche   in   risposta   alle   esigenze   della   popolazione   fluttuante,   nuove   aree   di   sosta   nel  nostro  paese.    Cimitero:  è  necessaria  la  risoluzione  dei    confini  territoriali  con  il  comune  di  Mascalucia  al  fine  di  poter  attuare  l’ampliamento  che  risulta  ormai  indifferibile  e  che  consentirebbe  la  realizzazione  di  nuove  cappelle  che  da  più  parti  vengono  richieste  potenziando    in  ogni  caso  la  manutenzione  e  la  cura  delle  diverse  aree  cimiteriali.      Effettuare   una   manutenzione   ordinaria   delle   strade   comunali   con   il   completamento   delle  asfaltature  mancanti  specie  nei  quartieri  periferici  anche  grazie  all’utilizzo  di  Cantieri  Scuola.       9  
  10. 10. Ristrutturazione  di  alcuni  immobili  comunali  rendendoli  disponibili    ai  cittadini  ed  alle  associazioni  nicolosite(centro  incontro  giovani,  centro  congressi).  Riqualificazione   del   Parco   Calvario,   del   Parco   Anselmi   e   dell’Anfiteatro   Comunale   (largo  Pampinelli).      URBANISTICA    Bisogna   progettare   uno   sviluppo   etico   e   sostenibile   del   territorio   attraverso   il   rispetto   delle  condizioni  di  sicurezza  idrogeologica  e  sismica,  della  tutela  ambientale  e  paesaggistica.        Riteniamo  indispensabile  rivisitare  il  piano  regolatore  generale  e  le  norme  particolareggiate  per  il  centro  storico  in  maniera  tale  da  definire  piccoli  aumenti  degli  indici  di  edificabilità  e  soprattutto  individuare   la   destinazione   per   i   lotti   liberi   (non   edificati)   del   centro   storico,     con   l’obiettivo   di  soddisfare   gli   effettivi   bisogni   demografici     attraverso   il   recupero   dell’edilizia   esistente   e  incremento,  ove  possibile,   della   nuova  edificabilità.    Affrontare  e  risolvere  la  definizione  dei  confini  con  Mascalucia  al  fine  di  poter  ampliare  l’espansione  del  territorio  a  sud  del  paese  eliminando  l’annosa  questione  dei  “Nicolositi  di  Mascalucia”.    Desideriamo   adeguare   il   regolamento   edilizio   alle   direttive   europee   ed   alla   legge   regionale   in  materia   di   edilizia   sostenibile   e   di   ecoefficienza  energetica  degli  edifici.    Non  è  più  differibile  la  modifica  dell’attuale  piano  del  traffico  esso  va  riformulato  nella  sua  interezza  evitando  aggiustamenti  frazionati  e  disgiunti  dal  una  visione  globale.    Assicurare  e  salvaguardare  l’identità  dei  quartieri.    Valorizzare  siti  di  interesse  storico-­‐religioso-­‐culturale  (Tre  Altarelli,  Altarino  S.  Antonio,  etc.).    Lavoreremo   inoltre   per   farci   promotori,   a   livello   pedemontano,   dell’elaborazione   di   un   piano  strutturale   coordinato   per   permettere   alle   amministrazioni   di   avere   una   pianificazione   che   non  sia  solo  urbanistica,  ma  che  riguardi  anche  le  infrastrutture,  le  scelte  ambientali  e  culturali.    POLITICHE  AMBIENTALI    Il   nostro   obiettivo   principale   prevede   l’ottenimento   della   certificazione   EMAS,   che   garantisce   la  qualità   ambientale   in   relazione   ad   inquinamento   acustico,   atmosferico,   elettrico   e   delle   falde  acquifere,   attraverso   un’ufficio   ad   esso   dedicato.   L’   Eco-­‐Management   and   Audit   Scheme   (EMAS)   è  uno  strumento  volontario  creato  dalla  Comunità  Europea  al  quale  possono  aderire  volontariamente  le   organizzazioni   (aziende,   enti   pubblici,   ecc.)   per   valutare   e   migliorare   le   proprie   prestazioni  ambientali  e  fornire  al  pubblico  informazioni  sulla  propria  gestione  ambientale.      Grande   impegno   sarà   riservato   alla   valorizzazione   delle   nostre   bellezze   naturali.   Altrettanto  impegno  merita  la  difesa  del  nostro  territorio  devastato  da  microdiscariche  di  ogni  genere.    Un  controllo  capillare  con  adeguate  sanzioni  argineranno  di  certo  tale  problematica.    MOBILITA’    E’   necessario   una   sostanziale   modifica   dell’attuale   piano   del   traffico,   limitando   gli   aggiustamenti  disgiunti  da  una  visione  globale.    E’   necessario   eliminare   le   varie   criticità   viarie   mediante   attraversamenti   pedonali   “sicuri”,  realizzando  inoltre  piste  ciclabili  e  promuovendo  una  nuova  filosofia  di  mobilità  cittadina.       10  
  11. 11.    RIFIUTI    L’obiettivo   dei  prossimi  anni  sarà  quello  di  contribuire  ad  affermare  una   nuova   cultura   fondata  sul   consumo   critico   e   la   partecipazione   responsabile   dei   cittadini,   potenziando,   anche,   la  vigilanza  del  Comune  sui  servizi  ecologici.    E’   necessario   modificare   lo   stile   di   vita   secondo   la   logica   delle   4  R   (1°  R   ridurre   i   rifiuti   prodotti,   2°  R   riutilizzare   gli   oggetti,   3°   R   riciclare   i   materiali,   4°   R   recuperare   i   rifiuti   attraverso   la   loro  trasformazione  in  materie  seconde).    Tutto   questo,   nell’ottica   “Rifiuti   Zero”,   sarà   possibile   attraverso   una   politica   proiettata   verso   uno  sviluppo   sostenibile   con   la   limitazione   dei   contenitori   in   plastica   favorendo   una   maggiore  diffusione   di   alimenti,     detersivi   e   cosmetici   “alla   spina”   e   realizzando   la   “ Casa   dell’Acqua”     che  verrà  illustrata  nel  capitolo  risorse  idriche.        “Riutilizziamo”    mediante  Mercatini   per   lo   scambio  e   il  riuso,  prediligendo    i  materiali  naturali  e  riciclabili.      “Ecopanno”   per   promuovere   l’utilizzo   dei   Pannolini   lavabili   e   compostabili,   attraverso   buoni  acquisto   per   i   genitori,     in   modo   da   ottenere   una   riduzione   del   rifiuto   indifferenziato,  salvaguardando  della  salute  del  bambino    con  riduzione  delle  spese  per  la  famiglia.    Altro   obiettivo   sarà   il   potenziamento   dell’isola   ecologica   al   fine   di   ottimizzare   il     riciclaggio  multimateriale.    Si  potrebbe  pensare  a  piccoli  impianti  di  compostaggio  aerobico  o  anaerobico  (biogas).    In   relazione   alle   evoluzioni   della   normativa   regionale   sugli   ATO   ci   attiveremo   affinché   le  competenze   e   la   gestione   dei   rifiuti   tornino   ad   essere   del   Comune   con   una   riduzione   del  costo  del  servizio  e  delle  bollette  relative.    RISORSE  IDRICHE    L’acqua  come  bene  primario  va  difesa  e    preservata  con  politiche  che  la  gestiscano  nell’interezza  del  suo  ciclo.      Installazione   di   rompigetto   aerati   ed   erogatori   a   basso   flusso   per   evitare   la   dispersione  dell’acqua  in  tutti  gli  edifici  pubblici,  incentivandone  inoltre  l’utilizzo  da  parte  dei  privati.    Desideriamo   realizzare   la     “Casa   dell’Acqua”,     che   ne   garantisce   la   salubrità   e   la   potabilità.   Tale  struttura   in   grado   di   erogare   acqua   refrigerata,   grazie   a   pannelli   solari,   naturale   o   addizionata   di  anidride  carbonica  consente  la  la  riduzione  dei  rifiuti  (bottiglie  di  plastica)   prediligendo  il  consumo  di  acqua  a  Km  0.  Attraverso  un  budget  indicativo  di  circa  €  30.000,00  per  un  paese  come  il  nostro  si  possono  ottenere:  730.000   litri   di   acqua   erogata,  una  riduzione  bottiglie  di  plastica  (circa  500.000)  ed   una   riduzione   del   numero   di   mezzi   pesanti   circolanti   (65)   per   il   trasporto   delle   confezioni  d’acqua.    PIANO  ENERGETICO  -­‐  GAS  SERRA    E’   necessario   puntare   sull’incremento   delle   Energie   Alternative   con   realizzazione   di   Impianti  Fotovoltaici,   Solari   Termici   e   Minieolici   laddove   possibile   (Edifici   Comunali,   Scuole,   Piscina)  rispettando  in  ogni  caso  l’aspetto  ambientale  e  paesagistico.     11  
  12. 12. Ci  proponiamo  di  incentivare  le  famiglie  a  scegliere  fonti  energetiche  rinnovabili.      Desideriamo   realizzare   progetti   quali   “Car   Sharing”   e   “Bike   Sharing”   nell’ambito   della   mobilità  urbana.    Il   nostro  obiettivo   “Emissioni   Zero”,   segue   l’esempio   di   importanti   città   che   grazie   a   programmi  per   le   energie   rinnovabili,   per   il   risparmio   energetico   e   per   la   mobilità   sostenibile   hanno  intrapreso,  con  ottimi  risultati,  questo  cammino  virtuoso.    PIANO  URBANO  DELLA  LUCE    Spesso   gli   impianti   sono   realizzati   in   relazione   alle   disponibilità   economiche   e   quindi   la   luce   non  viene   progettata   pensando   al   territorio.   Da   qui   lesigenza   di   un   nuovo   strumento,   il   Piano  Regolatore  dellIlluminazione  Comunale  (PRIC)  ,  in  grado  di  integrarsi  con  altri  strumenti  come  il  Piano  Regolatore  Generale,  il  Piano  Particolareggiato  ed  i  Piani  di  Recupero,  il  Piano  del  Colore,  il  Piano  del  Rumore,  il  Piano  del  verde  ed  il  Piano  Energetico.  Il  PRIC  si  articola  in  due  fasi:  "fotografare"  lo  stato  di  fatto  dellilluminazione  esistente,  in  modo  da  avere   un   quadro   generale   che   permetta   di   individuare   le   priorità   di   intervento;   “progettare”   nel  tessuto  urbano  aree  omogenee  sotto  il  profilo  illuminotecnico,  considerando  la  tipologia  degli  spazi  urbani  e  le  loro  destinazioni  duso.  Il   P.R.I.C.   prevede   un   impiego   della   luce   come   strumento   di   orientamento   e   di     percorsi,  caratterizzando   le   diverse   tipologie   di   strade     realizzando   scenari   notturni   suggestivi,   riducendo  inoltre  l’inquinamento  luminoso  e  i  problemi  ambientali  a  esso  connessi.    LA  SICUREZZA    Il  piacere  di  vivere  insieme  è  oggi  fortemente  minato  dai  vari  pericoli  percepiti.  L’immagine  di  una  Nicolosi  tranquilla  e  sicura  è  andata  deteriorandosi  via  via  negli  ultimi  anni.    SICUREZZA  SULLA  STRADA    A   nostro   giudizio   è   necessario   istituire   dei   corsi   che   sin   dalla   scuola   primaria   educhino   i   nostri   figli  al  rispetto  delle  regole  fondamentali  del  codice  della  strada  e  in  tal  senso  ci  attiveremo  di  concerto  con  l’Istituto  Comprensivo  “G.B.  Busmet”  di  Nicolosi.  Effettueremo   una   ricognizione   attenta   con   mappatura   delle   criticità   elaborando   strategie   che  contrastino  il  pericolo.  Fondamentale  a  tale  scopo    risulta  il  rigoroso  rispetto  delle  norme  di  circolazione  che,  molto  spesso,  vengono  infrante  (cintura  di  sicurezza,  casco,  limiti  di  velocità,    divieto  di  sosta  o  di  fermata,  sensi  unici)  sottolineando  l’enorme  importanza  che   ha   il   buon   esempio   degli   adulti   affinchè   si   sviluppi  la  cultura  del  rispetto  delle  regole  e  di  civile  convivenza  anche  tra  i  più  giovani.    PROTEZIONE  CIVILE  Desideriamo   sottolineare   le   scarse   risorse   e   la   mancanza   di   coordinamento   necessarie   ad  armonizzare  il  lavoro  svolto  dagli  addetti  alla  protezione  civile  con  particolare  riguardo  al  servizio  svolto   dai   volontari.   A   queste   persone   va   il   nostro   plauso   per   aver   offerto   la   loro   disponibilità   di  vitale  importanza  nelle  situazioni  più  disparate.    Il   nostro   impegno   mirerà   quindi   ad   una   riorganizzazione   globale   del   servizio   operando   scelte  politiche   a   questo   favorevoli.     Sentiamo   la   necessità   di   esercitazioni   e   simulazioni   periodiche   sul  comportamento  da  tenere  in  rapporto  a  ciascun  evento  calamitoso  realizzando  inoltre  un  opuscolo  che   identifica   le   varie   aree   di   attesa   presenti   nel   territorio   quale   strumento   divulgativo   e   di  orientamento.       12  
  13. 13. MICRO  E  MACROCRIMINALITA’  Proponiamo  una  politica  attiva  che  individui  i  problemi  legati  alla  criminalità  e  li  affronti  facendo  riferimento  ai  valori  della  socialità  e  della  giustizia.    In  quest’ottica  riteniamo  indispensabile  rafforzare  la  vigilanza  sul  territorio  ampliando  il  sistema  di  videosorveglianza  a  tutti    i  quartieri  comunali  con  particolare  riguardo  per  quelli  periferici.    Verranno   promossi   progetti   di   sensibilizzazione   per     incrementare     la   cultura   del   rispetto   delle  regole   di   civile   convivenza,   stimolando   incontri   con   le   scuole   presenti   nel   territorio   in   modo   da  diffondere  la  cultura  della  legalità  sin  dalla  tenera  età.    In   sinergia   con   le   forze   di   Polizia   presenti   sul   territorio   e   con   le   Categorie   produttive    (Commercianti,   Artigiani,   Imprenditori)   desideriamo   utilizzare   al   meglio   le   opportunità   derivanti  dall’appartenere  alle  associazioni  che  affrontano  le  problematiche  legate  al  fenomeno  del  racket  e  dell’  usura.    RANDAGISMO  Nell’ambito  della  sicurezza,  va  inserita  la  problematica  del  randagismo  sia  per  l’incolumità  fisica  sia  per  motivi  igienico-­‐sanitario  (leishmaniosi,  rikkettsiosi,  scabbia,  echinococcosi).    Tra  gli  interventi  prioritari  che  ci  proponiamo  di  adottare:   • Microchippatura  (obbligatoria  e  gratuita)  da  effettuare  in  maniera  sistematica  finalizzata  ad   ottenere  un’anagrafe  canina  contnuamente  aggionata.     • Avviare   un’azione   sinergica   tra   il   Comune,   la   Provincia   Regionale   l’ASP   Veterinaria   e   le   Associazioni  animaliste  al  fine  ricoverare,  sterilizzare  e  microchippare  i  randagi.   • Promuovere  ed  invogliare  l’adozione  dei  cani  abbandonati,    dopo  adeguato  parere  dell’ASP   Veterinaria,   prevedendo   incentivi   per   chi   si   prende   cura   di   loro   (forniture   alimentari   o   di   altro  genere  per  cani).   • Individuare   e   rendere   fruibile   un’area   idonea   dove   i   proprietari   di   cani   possano   portare   l’animale.  Sentiamo   l’esigenza   di   un   sito   da   adibire   a   ricovero   provvisorio   per   la   convalescenza     dei   cani  sterilizzati,   in   collaborazione   con   Associazioni   presenti   sul   territorio.   Il   randagismo   è   sopratutto   un  problema   culturale   per   cui   riteniamo   necessario   intervenire   con   campagne   educative   sin   dall’età  scolastica.      CONCLUSIONI  Queste  sono  le  principali  linee  programmatiche  del  nostro  programma.    Vogliamo   rendere   il   nostro   Comune   più   dinamico,   aperto   e   solidale.   Investire   nel   futuro,   nella  creatività  dei  giovani  e  nell’innovazione  mantenendo  saldo  il  patrimonio  delle  nostre  tradizioni.    Queste   sono   le   sfide   che   intendiamo   portare   avanti   nei   prossimi   anni   puntando   su   valori  fondamentali:   la   disponibilità,   la   partecipazione   (di   cui   questo   programma   rappresenta   un   valido  esempio),  il  dialogo,  la  trasparenza  e  la  competenza.      Per  la  realizzazione  del  programma  il  sottoscritto  designa  alla  carica  di  Assessore  i  Signori:     • Gemmellaro  Giuseppa  nata  a  Nicolosi  il  08/06/1965;   • Moschetto  Salvatore  nato  a  Nicolosi  il  19/01/1939;   • Sanfilippo  Marco  nato  a  Catania  il  15/11/1981.    Nicolosi,  10  aprile  2012   Il  Candidato  Sindaco   Angelo  Pulvirenti     13  

×