Your SlideShare is downloading. ×
L’oro blu del xxi secolo
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×

Thanks for flagging this SlideShare!

Oops! An error has occurred.

×
Saving this for later? Get the SlideShare app to save on your phone or tablet. Read anywhere, anytime – even offline.
Text the download link to your phone
Standard text messaging rates apply

L’oro blu del xxi secolo

1,144

Published on

progetto

progetto

Published in: Education
0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total Views
1,144
On Slideshare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
1
Actions
Shares
0
Downloads
15
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

Report content
Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
No notes for slide

Transcript

  • 1. L’oro blu del XXI secolo: l’acqua · L'acqua disponibile è poca
  • 2. Emergenza acqua • Ma da cosa deriva emergenza se l'acqua è un bene rinnovabile, e se ben il 70% della superficie terrestre è ricoperta d'acqua?
  • 3. Bisogna tenere presente innanzitutto che dei 1500 miliardi di km cubi di acqua che coprono la terra, il 97,5% è composto da acqua salata (mari e oceani), ossia acqua non accessibile per gli utilizzi umani se non a costi economici ed ecologici molto elevati.
  • 4. Il resto dell'acqua è distribuita per il 68,9% in ghiacciai e nevi perenni, per il 29,9% confinata nel sottosuolo e solo per lo 0,3% (corrispondente allo 0,008% del totale delle acque presenti sulla terra) in acqua dolce di laghi e fiumi disponibile ad essere utilizzata dall'uomo.
  • 5. L'emergenza acqua è dovuta a una congiuntura di fattori: Aumento della popolazione mondiale L'inquinamento causa l'esclusione di importanti fonti di approvvigionamento I cambiamenti climatici globali.
  • 6. Ecosistema Sistema che comprende tutti gli organismi esistenti in una determinata area e l’ambiente nel quale vivono. Insieme dell’ambiente e degli esseri viventi animali e vegetali che in esso vivono con reciproche influenze. Un ecosistema può avere qualunque dimensione. Nell’ecosistema le varie sostanze presenti costituiscono una catena alimentare, la quale sarebbe in equilibro se non intervenisse l’essere umano a spezzarlocon gravi conseguenze per la stessa società umana (inquinamento, disboscamento, distruzione delle specie, ecc.).
  • 7. L'Aumento della popolazione mondiale comporta una sempre crescente richiesta di questa risorsa.
  • 8. Inquinamento delle acque Contaminazione dell'acqua causata dall'immissione di sostanze quali prodotti chimici e scarichi industriali e urbani, che ne alterano la qualità compromettendone gli abituali usi.
  • 9. L’Inquinamento dell'acqua proviene da varie fonti: · scarichi civili che sversano nei fiumi materia organica in quantità tali da superare le potenzialità autodepurative dei corsi d'acqua. · scarichi industriali che immettono nell'ambiente acquatico metalli pesanti e altre innumerevoli sostanze tossiche per gli organismi vegetali e animali, uomo compreso. · fertilizzanti e pesticidi veicolati dalle acque di scolo provenienti dai campi coltivati, che provocano fenomeni di eutrofizzazione. · ricaduta tramite pioggia di sostanze emesse da industrie e veicoli a motore e trasportate attraverso l'atmosfera.
  • 10. Cambiamenti climatici globali •L'effetto serra •Piogge acide
  • 11. Effetto Serra Causato dall'aumento della concentrazione di CO2 in atmosfera, avrà ripercussioni sull'assetto idrico del pianeta.
  • 12. Piogge acide Fenomeno dovuto all’inquinamento dell'aria, che consiste nella contaminazione dell’acqua piovana da parte delle sostanze tossiche presenti in atmosfera. Le piogge acide si formano quando ossidi di zolfo e di azoto, combinandosi con il vapore acqueo presente nell'aria, generano molecole rispettivamente di acido solforico e nitrico, che precipitano a terra insieme alla pioggia; prima di disciogliersi in acqua, queste molecole possono essere trasportate dai venti anche molto lontano dal sito in cui si sono formate; inoltre, possono essere trascinate a terra dalla neve o dalla nebbia o, ancora, precipitare al suolo sotto forma di deposizioni secche.
  • 13. Sebbene l'acqua sia un bene rinnovabile, la carenza delle risorse idriche, unita ad forte aumento dei consumi, ha portato a una riduzione drammatica della disponibilità di acqua pro capite (dal 1950 al 2000 la media è scesa dai 16.800 metri cubi ai 6.800) e soprattutto ha inasprito le naturali disuguaglianze nella distribuzione dell'acqua.
  • 14. Tutto ciò ha dato vita ad una situazione in cui, mentre pochi popoli sono in grado di sfruttare e sperperare enormi quantità d'acqua, un numero sempre crescente di persone è tagliato fuori in maniera sempre più massiccia da questa indispensabile risorsa di vita.
  • 15. …..e allora cosa fare per risparmiare e non sprecare acqua?
  • 16. In casa • Chiudi il rubinetto mentre ti insaponi o mentre ti spazzoli i denti, o lavi i piatti; • fai lo stesso mentre usi il rasoio per raderti e aprilo solo per sciacquarlo.
  • 17. Lava frutta e verdura in un apposito contenitore, piuttosto che sotto l'acqua corrente. Usa l'acqua del lavaggio di frutta e verdura per annaffiare le piante di casa. Usa la lavatrice e la lavastoviglie solo a pieno carico
  • 18. Nella tua città • Chiedi all'azienda competente, o direttamente al comune, d'intervenire quando vedi che una fontanella rimane sempre aperta, o c'è una tubatura che perde.
  • 19. Fuori casa • Non tagliare l'erba del giardino troppo corta, perché quella più alta necessità di meno acqua. • Non lavare mai l'automobile o altro veicolo al fiume o presso un torrente o corso di acqua.
  • 20. • Promuovi iniziative d'informazione e di formazione di altri cittadini con cui sei in contatto, all'uso razionale e responsabile dell'acqua.
  • 21. • Segnala le perdite alla rete idrica, alle tubature e alle strutture del servizio idrico che ti capita di osservare.
  • 22. ….. quindi • Il cambiamento di costume da parte di governi e singoli individui sarà possibile solo a partire dall'assunto inderogabile che l'acqua è un bene di tutti e la possibilità di accedervi un diritto e non un privilegio acquisibile.
  • 23. Con questa convinzione lottano molte Organizzazioni e Associazioni di Cittadini, e in questo senso si stanno muovendo anche le Nazioni Unite che attraverso il Comitato sui diritti economici, culturali e sociali hanno sancito, in un Rapporto pubblicato a Ginevra, che
  • 24. l'accesso all'acqua è un diritto e l' acqua deve essere considerata come un bene comune. "Il diritto dell'uomo all'acqua potabile è fondamentale per vita e salute. L'acqua potabile in quantità sufficiente e sicura è il primo presupposto per la realizzazione di tutti i diritti dell'uomo.
  • 25. …..concludendo ... noi non siamo studiosi di certe materie, bensì di problemi e i problemi possono passare attraverso i confini di qualsiasi materia o disciplina K. Popper  
  • 26. …mai come  oggi, bisogna  dare ascolto ai  più …  piccoli!

×