Your SlideShare is downloading. ×
Presentazione del DCL del 27 maggio 2010 presso la LUSPIO
Presentazione del DCL del 27 maggio 2010 presso la LUSPIO
Presentazione del DCL del 27 maggio 2010 presso la LUSPIO
Presentazione del DCL del 27 maggio 2010 presso la LUSPIO
Presentazione del DCL del 27 maggio 2010 presso la LUSPIO
Presentazione del DCL del 27 maggio 2010 presso la LUSPIO
Presentazione del DCL del 27 maggio 2010 presso la LUSPIO
Presentazione del DCL del 27 maggio 2010 presso la LUSPIO
Presentazione del DCL del 27 maggio 2010 presso la LUSPIO
Presentazione del DCL del 27 maggio 2010 presso la LUSPIO
Presentazione del DCL del 27 maggio 2010 presso la LUSPIO
Presentazione del DCL del 27 maggio 2010 presso la LUSPIO
Presentazione del DCL del 27 maggio 2010 presso la LUSPIO
Presentazione del DCL del 27 maggio 2010 presso la LUSPIO
Presentazione del DCL del 27 maggio 2010 presso la LUSPIO
Presentazione del DCL del 27 maggio 2010 presso la LUSPIO
Presentazione del DCL del 27 maggio 2010 presso la LUSPIO
Presentazione del DCL del 27 maggio 2010 presso la LUSPIO
Presentazione del DCL del 27 maggio 2010 presso la LUSPIO
Presentazione del DCL del 27 maggio 2010 presso la LUSPIO
Presentazione del DCL del 27 maggio 2010 presso la LUSPIO
Presentazione del DCL del 27 maggio 2010 presso la LUSPIO
Presentazione del DCL del 27 maggio 2010 presso la LUSPIO
Presentazione del DCL del 27 maggio 2010 presso la LUSPIO
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×

Thanks for flagging this SlideShare!

Oops! An error has occurred.

×
Saving this for later? Get the SlideShare app to save on your phone or tablet. Read anywhere, anytime – even offline.
Text the download link to your phone
Standard text messaging rates apply

Presentazione del DCL del 27 maggio 2010 presso la LUSPIO

917

Published on

Published in: Education, Technology
0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total Views
917
On Slideshare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
0
Actions
Shares
0
Downloads
0
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

Report content
Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
No notes for slide
  • Chi era John Rupert Firth? A quale tipo di compagnia si riferiva Firth? (Scuola sistemica britannica)
  • Esempio da De Mauro che mostri i rapporti morfologici di un lemma con altri aventi la stessa radice: uno dei tipi di compagnia di una parola (formazione delle parole: privato, privatistico) Il Lessico ha dunque una sua strutturazione, una rete di relazioni, ma è quella che intendeva Firth? Questo ci introduce alla distinzione fra dimensione paradigmatica e dimensione sintagmatica. I dizionari che conosciamo si muovono in una di queste due dimensioni
  • Ai fini della ricerca della parola voluta, si utilizza il dizionario dei sinonimi, o a volte il dizionario tradizionale utilizzando le proprietà delle definizioni lessicografiche Il parlante quando compie un atto linguistico seleziona elementi dal piano paradigmatico per combinarli su quello sintagmatico
  • Dizionari tradizionali: relazioni sintagmatiche solo accessorie o casuali (esempi d’uso). Non trattazione sistematica delle reggenze. Relazioni paradigmatiche in sezione sinonimi e nelle definizioni (genere prossimo e differenza specifica).
  • E non *sistemare, *riporre la macchina
  • Esempi di cluster (aggregati di parole) Prima definizione: notare che sono co-occorrenze frequenti anche i cosiddetti cluster: la gente, così come non si può parlare di Nelle collocazioni non c'è implicazione lessicale fra stendere e documento come non c'è fra pioggia e battente. Parziale rigidità sintattica: sala d’attesa, ma non *sala di lunga attesa Studenti di L2: se spesso il significato dell'espressione può essere intuito (si tratta di un processo metaforico presente in tutte le lingue) nella produzione l'apprendente di L2 rischia di calcare sulla lingua madre (heavy rain, pioggia battente, ma non *pioggia pesante; disco fisso, hard disc ecc.)
  • Soluzioni: eseguito, nutriva, ha segnato Perché un Dizionario delle Combinazioni Lessicali: 1) vedi slide precedente, comparazione fra GRADIT e DCL. 2) questa slide ANIMAZIONI
  • Per esempio di voce link alla slide successiva
  • Link disponibile per la voce INTERESSE
  • Ben 30 modi per indicare una gradazione di intensità
  • ANIMAZIONI
  • Ricordare le suddivisioni fra Vocabolario fondamentale [FO] (2049 vocaboli), Alto uso [AU] (2576), Alta disponibilità [AD] (1897) e Comune [CO] (47.000). [FO], [AU] e [AD] insieme formano il Vocabolario di base. Da De Mauro: “Comuni: sono così marcati quasi 50.000 vocaboli (…) che sono generalmente noti a chiunque abbia un livello mediosuperiore di istruzione (La fabbrica delle parole pag. 60)”
  • Altro che amici alla Firth: qui si tratta di moduli prefabbricati belli e buoni
  • Transcript

    • 1. D izionario delle C ombinazioni L essicali di Francesco Urzì
    • 2. "You shall know a word by the company it keeps" J. R. Firth
    • 3. GLI "AMICI" DEL GRADIT Da Grande Dizionario Italiano dell’uso di Tullio De Mauro, UTET, 1999
    • 4. PARADIGMATICO VS. SINTAGMATICO
      • Dimensione paradigmatica : una parola viene sostituita da un'altra
      • mantenendo la correttezza grammaticale della frase:
      • Ho letto il ____ di cui mi hai parlato (libro, volume, romanzo).
      • Relazione paradigmatica tra ad es. libro e volume .
      • Dimensione sintagmatica : le parole vengono associate linearmente per
      • formare una frase grammaticalmente corretta:
      • [__ azione __] un libro (leggere, scrivere);
      • [__ unità eguali ___le pagine, i capitoli] di un libro .
      • Relazione sintagmatica fra ad es. leggere e libro .
    • 5. LE DUE DIMENSIONI DEI DIZIONARI Dizionari analogici (o ideologici) Dizionari delle collocazioni Dizionari dei sinonimi Dizionari generali Codificazione Decodificazione Codificazione Codificazione Codificazione Dimensione paradigmatica Dimensione sintagmatica
    • 6. I “PRODOTTI SEMILAVORATI” DELLA LINGUA
      • Tra le combinazione libere e le espressioni idiomatiche troviamo quelli che potremmo definire i "prodotti semilavorati" della lingua, tipicamente le “collocazioni”.
      • Sono caratterizzate da un grado più o meno accentuato di restrizione lessicale e/o sintattica e sono di alta rilevanza per la didattica del lessico della L2
    • 7. DALLE COMBINAZIONI LIBERE AGLI IDIOMI
      • Combinazioni libere
      • Si producono mediante parole semanticamente autonome: un apprendente di L2 può, se conosce la parole costituenti, formare una frase lessicalmente corretta
      • Esempio: cercare le chiavi .
      • Solidarietà semantiche
      • Le parole costituenti non sono semanticamente autonome, a causa di una relazione di implicazione
      • Esempi: parcheggiare l'auto , la moto (parcheggiare implica un mezzo motorizzato), naso aquilino , latte cagliato , latte pastorizzato
      • Nelle solidarietà semantiche la restrizione è imposta dal verbo o dall'aggettivo ( parcheggiare l'auto, naso aquilino ).
      • Possibile difficoltà terminologica per l'apprendente di L2.
      (segue)
    • 8. DALLE COMBINAZIONI LIBERE AGLI IDIOMI (SEGUITO)
      • Collocazioni
      • Prima definizione : frequente co-occorrenza di due parole (definizione di tipo statistico). Comprende anche i c.d. cluster : “la gente”, “così come non si può parlare di”
      • Definizione tecnica : combinazioni di parole soggette a una restrizione lessicale, per cui data una Base (tipicamente: Nome) questa condiziona la scelta non motivata del “collocato” (tipicamente: Verbo o Aggettivo).
      • Esempi: stendere una relazione, pioggia battente . Il collocato assume di solito un significato figurato specifico, ma l'espressione rimane composizionale.
      • In alcuni casi, rigidità sintattica: sporgere denuncia , sala d'attesa (N+N)
      • Grande rilevanza didattica per gli studenti di L2.
      • Idiomi
      • Espressioni il cui significato trascende quello dei componenti (espressioni non composizionali): vuotare il sacco ( spill the beans ). Il significato si costruisce in blocco mediante un procedimento retorico come la similitudine (vuotare il sacco: rivelare, svelare).
    • 9. TRATTAMENTO LESSICOGRAFICO DELLE COLLOCAZIONI
      • In giallo: tutte le collocazioni reperibili in GRADIT s.v. INTERESSE.
      • In verde: esempi di collocazioni reperibili nel Conciso (VOLIT), ma sotto il collocato ( subordinare , collettivo )
    • 10. RICERCA SINTAGMATICA VS. RICERCA PARADIGMATICA
      • Una ricerca paradigmatica (ricerca per sinonimi) efficace richiede l’esistenza di una parola semanticamente vicina dalla quale lanciare la ricerca:
      • Esempi:
      • La notizia della sciagura ci ha riempito d’ angoscia.
      • Una norma caduta in desuetudine
      • Necessità di sostituzione dei generici verbi fare , avere o essere
      riempito d’ caduta Il ginnasta ha [ fatto ] un difficilissimo esercizio. Il ragazzo [ aveva ] grandi aspettative. Il nuovo lavoro [ è stato ] per lui una grande svolta. Il ginnasta ha eseguito un difficilissimo esercizio. Il nuovo lavoro ha segnato per lui una grande svolta. Il ragazzo nutriva grandi aspettative. Necessità di sostituzione dei generici verbi fare, avere o essere
    • 11. COMBINAZIONI TRATTATE
      • Verbo + NOME: acquistare la CITTADINANZA italiana
      • NOME + Verbo : si è scatenato un vero e proprio NUBIFRAGIO
      • NOME + aggettivo : comportarsi da perfetto GENTILUOMO
      • Nome + NOME: un atto di INDISCIPLINA
      • Nome + NOME: un ampio ventaglio di POSSIBILITÀ
      • Avv. + AGG.: prezzi fortemente COMPETITIVI
      • VERBO + Avv. : il mare MORMORAVA sommessamente
    • 12. NOMENCLATURE AGGETTIVALI
      • Elenco di pronto uso senza finalità terminologiche
      • Studenti di L2: per focalizzare meglio gli usi di un vocabolo
      • Dizionari tradizionali (specie analogici) già sufficienti allo scopo
    • 13. ORDINAMENTO INTERNO DELLA VOCE (1)
      • Le combinazioni con verbi che denotano creazione o attivazione (CA) precedono quelle che denotano soppressione o cessazione (EN). Es.:
      • CONTRABBANDO
        • V 1 (…) fare contrabbando, esercitare il contrabbando | combattere ; reprimere , stroncare il contrabbando
    • 14. ORDINAMENTO INTERNO DELLA VOCE (2)
      • Le combinazioni con significato "attivo" (in cui il soggetto esplica la funzione di agente ) precedono quelle con significato "passivo" (in cui il soggetto esplica la funzione di paziente o esperiente ). Es.:
      • BIASIMO
      • V 1 esprimere il proprio biasimo | incontrare il biasimo di tutti, esporsi al biasimo generale
    • 15. ORDINAMENTO INTERNO DELLA VOCE (3)
      • Le combinazioni possono essere ordinate anche secondo un criterio logico di progressione "temporale". Es.:
      • ALLEANZA
        • V 1 sottoscrivere , firmare ; stringere , concludere , contrarre , stipulare ; suggellare , formalizzare , sancire un'alleanza | mantenere ; rafforzare , rinsaldare , cementare ; rinnovare un'alleanza | denunciare ; infrangere ; rompere  ricucire un'alleanza | rinnegare , tradire un'alleanza || cercare nuove alleanze politiche
    • 16. ORDINAMENTO INTERNO DELLA VOCE (4)
      • Gli aggettivi che esprimono qualità positive precedono gli aggettivi che le attenuano o le negano. Es.:
      • CUORE
        • (…)
        • A (…) (sede di sentimenti) cuore ricolmo di tristezza, cuore gonfio di lacrime;  cuore infranto ; cuore straziato dal dolore | attendere con cuore trepido | un cuore sensibile ; un cuore nobile ; il cuore delicato di un poeta; un cuore semplice , puro , candido ; tenero | una persona di buon cuore; un cuore caritatevole ; generoso , magnanimo , un cuore d'oro ; un dono fatto di tutto cuore | un cuore insensibile , arido , duro , indurito , incallito , inaridito , impietrito , di ghiaccio , di pietra , di ferro ; un cuore nero , crudele , malvagio , spietato | (…)
    • 17. ORDINAMENTO INTERNO DELLA VOCE (5)
      • Gli aggettivi possono essere ordinati secondo una gradazione di intensità (climax ascendente). Es.:
      • AUMENTO
      • (…)
      • A un lieve , leggero aumento dei prezzi; il debole aumento dei prezzi dei prodotti importati ha contribuito al contenimento dell'inflazione; un modesto aumento del Pil; sono in discreto aumento le segnalazioni di esubero delle giacenze di materie prime | una criminalità in continuo , costante aumento | temperatura in temporaneo aumento; graduale , progressivo aumento della nuvolosità | un aumento sostenuto dei costi di esercizio; un aumento pronunciato delle patologie da inquinamento; un sensibile , significativo aumento delle immatricolazioni | grande , notevole , forte , consistente , netto aumento della produttività; un considerevole aumento del contenzioso tributario | l'aumento esponenziale , vertiginoso degli utenti di Internet | l'aumento incontrollato della spesa pubblica | un rapido , repentino aumento della frequenza cardiaca; un brusco aumento della temperatura; l' improvviso e drastico aumento della disoccupazione nei Paesi maggiormente colpiti dalla crisi | un preoccupante aumento della criminalità | il temuto aumento delle tariffe energetiche ║ aumenti salariali
      • N una raffica di aumenti
    • 18. portare , dedicare interesse a qlco. | provare ; ( di ) mostrare , manifestare interesse per qlco. | uno degli scopi del Club è prendere interesse attivo al benessere civico, sociale, culturale e morale della comunità ESEMPIO DI REGGENZA
    • 19. DCL - UN DIZIONARIO GENERATIVO
      • Stimolare la capacità dell’utente di generare un enunciato linguistico
      Un cantante che sa modulare la voce con grande sapienza modulare la voce L’immagine del Santo appariva circonfusa di un alone di luce circonfusa di un alone
    • 20. SCELTA DEI LEMMI
      • Quanto è “fondamentale” il
      • Cadere nell’oblio
    • 21. COLLOCAZIONI SOLO BINARIE?
      • Collocazioni "ternarie" (a tre costituenti) riducibili a binarie:
      • Esempio: prendere una boccata d'aria
      • Collocazioni ternarie non riducibili a binarie:
      • Esempio: il titolo ha ricevuto un' ottima accoglienza da parte degli investitori
    • 22. LA DISTANZA SINTAGMATICA
      • Long distance collocations
      • If one considers that the various paths do not exist except as perceived by some mind, then one immediately arrives at the conclusion that the probability of a path should be chosen proportionally to its algorithmic information. (CAE).
      • If we consider the nature of Christina persecution as it is currently understood, we can easily see how the personal attitudes of the presiding official could have been a significant factor in any particular trial. (CAE)
      • CAE= Corpus of Academic English
      • Da Dirk Siepmann, Collocation, Colligation and encoding Dictionaries, Part I, Lexicological aspects in International Journal of Lexicography, Vol 18, n. 4, pp. 428-429
    • 23. QUANTO MODULARE È LA LINGUA?
      • “ La lingua deve essere considerata (…) come interamente caratterizzata da collocazioni, essa è a mio parere molto più formulaica di quanto non si voglia ammettere. (…). Si può quasi affermare, anche se con il rischio di offendere la libertà creativa dei parlanti, che l'essere umano usa dei pacchetti linguistici prefabbricati e apprende la lingua anche per pacchetti”
      • (Vincenzo Lo Cascio, Semantica lessicale e criteri di collocazione nei dizionari bilingui a stampa ed elettronici, Roma, Bulzoni 1997
    • 24.
      • Grazie per l’attenzione

    ×