Introduzione alla localizzazione visuale con SDL Passolo
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×
 

Like this? Share it with your network

Share

Introduzione alla localizzazione visuale con SDL Passolo

on

  • 1,778 views

Introduzione alla localizzazione visuale con SDL Passolo 2007

Introduzione alla localizzazione visuale con SDL Passolo 2007

Statistics

Views

Total Views
1,778
Views on SlideShare
1,778
Embed Views
0

Actions

Likes
1
Downloads
25
Comments
0

0 Embeds 0

No embeds

Accessibility

Categories

Upload Details

Uploaded via as Microsoft PowerPoint

Usage Rights

© All Rights Reserved

Report content

Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
  • Full Name Full Name Comment goes here.
    Are you sure you want to
    Your message goes here
    Processing…
Post Comment
Edit your comment

Introduzione alla localizzazione visuale con SDL Passolo Presentation Transcript

  • 1. Introduzione alla localizzazione visuale con SDL Passolo Luigi Muzii Libera Università degli Studi “S. Pio V” Roma
  • 2. Agenda Introduzione alla localizzazione visuale con SDL Passolo 2007 Programma Cos’è la localizzazione Importanza degli strumenti visuali Perché SDL Passolo Caratteristiche principali L’ambiente di lavoro Operatività Funzioni di analisi
  • 3. La localizzazione del software
    • Adattamento di un prodotto software in modo da renderlo linguisticamente e culturalmente appropriato al paese di destinazione.
      • Processo di preparazione di versioni specifiche di un prodotto per un ambito locale
        • Traduzione del testo secondo le convenzioni vigenti nella lingua e nella cultura di destinazione
        • Adeguamento del materiale non testuale ai requisiti culturali appropriati
    Introduzione alla localizzazione visuale con SDL Passolo 2007
  • 4. La localizzazione del software
    • Primo postulato del commercio globale
      • L’utente si affida più volentieri a un prodotto che “parla” la sua lingua
        • Deve poter “interagire” con il prodotto
          • Microsoft trae oltre il 50% dei profitti dalle vendite in paesi non di lingua inglese
      • Questioni giuridiche
        • In alcuni paesi, la vendita di alcuni prodotti (come i medicali) è possibile solo se sono localizzati
          • UE direttiva macchine
    Introduzione alla localizzazione visuale con SDL Passolo 2007 If I am selling to you, I speak your language. If I am buying, dann müssen Sie Deutsch sprechen .
  • 5. Importanza degli strumenti visuali
    • Ambienti specifici per la localizzazione del software
      • Localizzazione senza accesso al codice sorgente
        • Salvaguardia degli elementi strutturali
      • Individuazione degli elementi da localizzare
        • Maggiori informazioni contestuali
      • Interventi sull’interfaccia utente
        • Traduzione e adattamento grafico
    Introduzione alla localizzazione visuale con SDL Passolo 2007
  • 6. Perché SDL Passolo
    • Basato su add-in
      • Modulare e facilmente espandibile
        • PASSOLO Layout Engine (Win32)
          • Adattamento automatico delle finestre di dialogo
        • Integrazione di editor esterni
    • Numerosi formati trattati
      • Binari Windows (EXE, DLL, OCX, SYS, MSI) a 16, 32 e 64 bit e generati in ambiente Borland
      • File di risorse Windows (RC, RC2, DLG) e .NET (binari e RESX, tutti le versioni)
      • File di risorse Java (J2EE, J2SE e J2ME)
      • Database ODBC (Access, SQL Server, Oracle , MySQL , IBM DB2)
      • Software per dispositivi mobili (Pocket PC, Palm OS, Symbian , Blackberry )
      • File basati su linguaggi di marcatura (in particolare XLIFF)
      • File di testo (tipo INI)
      • File PO ( Unix/Linux )
    Introduzione alla localizzazione visuale con SDL Passolo 2007
  • 7. Perché SDL Passolo
    • Di facile installazione
    • Relativamente facile da usare
      • Interamente visuale
        • Editor WYSIWYG
          • Inserimento automatico dei tasti di scelta
    • Strettamente integrato con SDL Trados 2007
      • Accesso diretto alle memorie di traduzione e ai glossari
        • Traduzione automatica delle repetition
        • Concordance search
    • Altamente personalizzabile
      • Avanzato linguaggio di scripting
    Introduzione alla localizzazione visuale con SDL Passolo 2007
  • 8. SDL Passolo 2009
    • Interfaccia utente rinnovata e migliorata
      • Riquadri attività personalizzabili
    • Gestione glossari migliorata
      • Nuova tecnologia di indicizzazione
    • Nuovi formati
    • Migliore integrazione con SDL Trados e SDL MultiTerm
    • Cronologia stringhe
      • Cronologia completa delle modifiche apportate
        • Rollback
    Introduzione alla localizzazione visuale con SDL Passolo 2007
  • 9. Caratteristiche principali Introduzione alla localizzazione visuale con SDL Passolo 2007
  • 10. L’ambiente di lavoro Introduzione alla localizzazione visuale con SDL Passolo 2007
  • 11. Primi passi con SDL Passolo
    • Manuale “Getting Started” in dotazione
      • Creazione e preparazione di un progetto a partire dal file scribble.exe fornito con gli esempi
      • Creazione e modifica elenco sorgenti
      • Creazione e modifica elenco traduzioni
      • Produzione della versione localizzata di scribble.exe .
    Introduzione alla localizzazione visuale con SDL Passolo 2007
  • 12. Operatività Introduzione alla localizzazione visuale con SDL Passolo 2007
  • 13. Operatività Introduzione alla localizzazione visuale con SDL Passolo 2007
  • 14. Operatività Introduzione alla localizzazione visuale con SDL Passolo 2007
  • 15. Operatività Introduzione alla localizzazione visuale con SDL Passolo 2007
  • 16. Operatività Introduzione alla localizzazione visuale con SDL Passolo 2007
  • 17. Operatività Introduzione alla localizzazione visuale con SDL Passolo 2007
  • 18. Operatività Introduzione alla localizzazione visuale con SDL Passolo 2007
  • 19. Funzioni di analisi Introduzione alla localizzazione visuale con SDL Passolo 2007