Cbi Febbraio2011

909 views
857 views

Published on

0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total views
909
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
8
Actions
Shares
0
Downloads
4
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Cbi Febbraio2011

  1. 1. I servizi CBI a supporto di imprese e P.A. Luogo, Data
  2. 2. Agenda I servizi CBI a supporto di imprese e P.A.  Il servizio CBI e la community CBI  Lo scenario di riferimento  La Fattura Elettronica  Ulteriori servizi a valore aggiunto  Richiesto di anticipo fatture  Bonifico ad iniziativa del beneficiario  Evoluzioni del CBI: i servizi B2C  La Fattura Elettronica B2G  Il Servizio di Nodo  Il CBI a livello internazionale 2
  3. 3. Il Servizio CBI Il Servizio CBI è un Servizio di remote banking che consente ad unazienda di qualsiasi dimensione di lavorare direttamente, tramite un unico collegamento telematico, con tutte le banche con le quali intrattiene rapporti di conto. Dal 2007 sono altresì disponibili funzionalità “end to end” che consentono a due imprese di scambiarsi documenti di varia natura (es. fattura elettronica) Le aziende mandavano i propri addetti di tesoreria fisicamente in banca per effettuare bonifici, RiBa, pagamenti di tasse, ed altre operazioni. In Italia si è affermato ilAnni ’80-90 modello di impresa “multibancarizzata”, avente in media da 5 a 7 rapporti di conto corrente diversi - Difficoltà di gestione di tante postazioni quante sono le banche di riferimento! (e relativi costi…..) Nasce il CBI (Corporate Banking Interbancario) come accordo interbancario: le 1995 banche concordano di sottostare a regole comuni per la loro raggiungibilità ed abilitano l’interoperabilità con il mondo delle imprese 3
  4. 4. Il valore aggiunto del Servizio CBI per le imprese Consente la dematerializzazione della messaggistica finanziaria, eliminando l’incombenza di recarsi in banca Permette di raggiungere tutte le banche con un unico collegamento telematico Consente di far pervenire le disposizioni alla propria banca e di ottenere informazioni con rapidità Assicura garanzie sui livelli di servizio, sulla riservatezza e sulla sicurezza dei dati Ottimizza la gestione contabile e finanziaria, nonché quella amministrativa, commerciale e del magazzino Diminuisce i costi di gestione Consente di integrare gli ERP aziendali con i sistemi di corporate banking 4 4
  5. 5. La community CBIChi siamo… Key Facts & Figures • Soluzione telematica per la gestione di più conti presso diverse banche…un’Infrastrut- • Colloquio End to End tra i diversi attoritura di rete • Nodo CBI • Partecipanti: - Istituti finanziari 663 - Poste e IMEL CartaLis…una - Nuovi PSPComunitàestesa • Target di clientela:Imprese - >840.000 - PA…un • Oltre 30 servizi “cooperativi” innovativi nelleOrganismo aree: - Incasso/ pagamentodi ~4,4 mld - Gestione documentalestandardizza di transazioni/ anno-zione - Informativa 5
  6. 6. I numeri della community CBI Incassi e pagamenti Istituti finanziari consorziati 450.000.00090% 86,3% 86,1% 400.000.000 85,6% 85,6% 85,3%85% CAGR: 2.4% 350.000.000 79,6%80% 78,6% 300.000.000 250.000.00075% 72,5% 200.000.00070% 150.000.000 100.000.00065% dic-2003 dic-2004 dic-2005 dic-2006 dic-2007 dic-2008 dic-2009 dic-2010 50.000.000 0 2003 2004 2005 2006 2007 2008 2009 2010 RI.BA RID MAV DISP.PAG. Imprese utenti 900.000 841.062 805.443 800.000 766.816 CAGR: 9% 708.514 700.000 595.140 600.000 500.000 481.068 459.801 402.897 400.000 300.000 200.000 100.000 0 dic-2003 dic-2004 dic-2005 dic-2006 dic-2007 dic-2008 dic-2009 dic-2010 * Imel – European Institute for electronic payments 6 ** Fonte: Consorzio CBI
  7. 7. L’architettura del Servizio CBI Area 3: interbancaria Area 1: Cliente – Area 2: Interbancaria per regolamento eIstituto proponente – governance CBI compensazione Banca Consorziato Utente CBI Destinataria Passivo Consorziato EACHA Proponente Clearing & Settlement Consorziato Passivo Banca Utente CBI EBA Destinataria Consorziato Clearing Proponente Consorziato Passivo Utente  Istituto Istituto finanziario  Utente Utente  Utente (E2E) SITRAD Finanziario Il CBI può favorire lo sviluppo di comunità di business supportando l’interoperabilità e l’interconnessione 7
  8. 8. Servizi innovativi basati su standard internazionali interoperabili I servizi CBI Funzioni tradizionali Servizi domestici SEPA compliant Nuovi servizi cross-border • Invio/ricezione E2E documenti non strutturati tra aziendedocumentale aderenti al Nuovo CBI Gestione • Invio/ricezione E2E documenti strutturati (fattura elettronica) Supporto alla completa • Anticipo Fatture interazione della FVC delle aziende • Disp. ed esito per RID e RiBa • Disp.ed esito per MAV • AEA-RID • Bonifico ordinario XML SEPA • Avvisatura bonifico in entrataPagamenti Incassi/ • Servizio bollettino bancario • Esito bonifico verso Ordinante e ed istruzioni di utilizzo • Trasferibilità RID Beneficiario • Bonifico XML estero • Bonifico Italia e Bonifico estero • Incassi SEPA Direct Debit • Esito Bonifico • Bonifico ad iniziativa del • F24 (con quietanza telematica) beneficiario • Market Place • Rendicontazione periodica di • Rendicontazione strutturata • Rendicontazione contabile movimenti e saldi C/C bonifici esteri Informativa • Rendicontazione dossier Titoli • Rendicontazione saldi • Rendicontazione conti anticipi “intraday” • Avvisatura e pagamento effetti • Allineamento Elettronico IBAN Servizi in fase di sviluppo 8
  9. 9. Lo scenario di riferimento per il Consorzio CBI Business needs e driver di mercato Imprese e Pubblica Istituti finanziari comunità di imprese Amministrazione • Richiesta di servizi • Internazionalizzazione del • Semplificazione delleNeeds bancari integrati di FVC business procedure • Adempimento agli obblighi • Sviluppo di un’offerta di • Dematerializzazione processi di e-invoice vs. le PA servizi integrata e STP e documenti • Innovazione ed • Aumento competitività per la • Efficientamento interno e efficientamento presenza di nuovi attori sul delle relazioni con modalità di colloquio mercato dei pagamenti (PSP) cittadini/imprese con contropartiDriver Il Piano e-Gov 2012 Payment Services Directive Progetto Reti Amiche Single Euro Iniziative di Payments Area Finanziaria 2008 standardizzazione 9
  10. 10. Il mercato della fattura elettronicaPenetrazione fattura elettronica in Europa • In UE sono scambiate annualmente circa 30 Mld di fatture (di cui il % fatture elettroniche su totale fatture in 10% solo in Italia) UE (B2B e B2C), 2009 • Le fatture elettroniche Fatture elettronich rappresentano ad oggi solo il 5% di e questo totale 5% • E’ comunque positivo il trend di adozione della fattura elettronica (CAGR 2008 – 2009 = + 41% per il semento B2B), supportato da… - spinte normative (vedi Legge 95% Finanziaria in Italia) - iniziativedi standardizzazione Fatture (Expert Group on e-Invoicing, …) cartacee - una maggiore consapevolezza da parte delle imprese sui benefici derivanti dall’e-invoicing Fonte: “E-Invoicing & EBPP – European market overview” - Billentis 2009 10
  11. 11. Il CBI e l’integrazione del Ciclo Ordine-Pagamento I diversi modelli per la fatturazione elettronica Integrazione Conservazione Fatturazione ciclo Ordine - Sostitutiva elettronica PagamentoConservazione Fatturazione Integrazione del Ciclodell’Attivo Elettronica Ordine-PagamentoConservazione elettronica Gli scambi documentalidelle fatture emesse verso Accordo tra partner di sono sostituiti dai clienti, sostituendo business per lo scambio di interscambi di flussi inl’archiviazione cartacea fatture generate, formato elettronico trasmesse e conservate strutturatoDigitalizzazione e esclusivamente inConservazione del • Integrazione del Ciclo elettronicoPassivo Ordine-Fattura Formato:Conservazione • Integrazione del Cicloelettronica delle fatture • non strutturato Fattura-Pagamentoemesse dai fornitori, • strutturatosostituendo • Completa Integrazionel’archiviazione cartacea e Dematerializzazione- + Valore per le aziende 11
  12. 12. Le funzioni CBI a supporto dell’integrazione della Value Chain delle aziendeSeller Data alignment Integration Ordine Consegna FatturazioneFinanziamento CPAR PagamentoRiconciliazione 1 2 3 4 5Buyer Le funzioni CBI 1 Invio/ricezione E2E fattura elettronica 2 Richiesta Anticipo Fatture 3 Bonifico ad iniziativa del beneficiario 4 Bonifico XML SEPA e SEPA Direct Debit 5 Esiti e Rendicontazione strutturata 12
  13. 13. Richiesta Anticipo Fattura Registrato nel Repository ISO 20022 da Novembre Richiesta Richiesta 2007 anticipo anticipo 1 1 2 3 3 Lavorazione della Azienda Conferma anticipo richiesta di anticipo richiedente Ist. Finanz. Conferma anticipo Ist. Finanz. secondo i processi concesso concesso di servizio in uso Proponente Passivo dalla singola Banca Passiva Il servizio di anticipo fattura consente ad un’azienda di inviare i dati relativi ad una fattura verso un Istituto Finanziario Passivo attraverso l’Istituto Finanziario Proponente L’Istituto Finanziario Passivo, ricevuta la richiesta dall’azienda, attiverà il processo di erogazione del credito e darà risposta circa l’accoglimento della richiesta d’anticipo e l’importo concesso Le aziende potranno: – Aumentare il capitale circolante – Ottimizzare la tesoreria e il cash management – Richiedere il servizio automaticamente ed in maniera elettronicaBenefici per le – Richiedere il finanziamento della fattura all’istituto finanziario diaziende accredito, ovvero l’istituto finanziario presso la quale risiede il conto sul quale il debitore pagherà la fattura – Avere la possibile di accedere a diverse offerte da parte degli istituti finanziari aderenti al CBI – Accesso facilitato al credito derivante dall’automazione dei processi 13
  14. 14. La flessibilità dei servizi Gestione documentale (strutturata e non strutturata) Nell’ambito della Gestione documentale (strutturata e non strutturata)possono essere veicolate diverse tipologie di standard della fattura, secondo quanto condiviso tra l’azienda mittente e l’azienda destinataria. CBI Testata Azienda Ist. Finanz. + Ist. Finanz. Azienda cliente fornitore Proponente Proponente fornitore cliente Corpo Corpo Alla fattura elettronica, così come ad altre funzonalità CBI, può Corpo proprietario Corpo proprietario già essere applicata la Corpo firmato Firma Digitale messa a pubblicato disposizione dalla Banca Busta PKCS#7 Proponente e riconosciuta sul circuito CBI Casi d’uso: due aziende si accordano sulla tipologia di fatture scambiate 14
  15. 15. Veicolazione Fattura Elettronica (invio end-to-end documentazione strutturata) Inoltro Inoltro Invio Fattura Fattura Fattura 1 1 1 2 2 Azienda Azienda fornitore Inoltro conferma Ist. Finanz. Conferma accesso Ist. Finanz. fattura cliente Proponente Proponente fornitore cliente  Flessibilità di utilizzo: il Cliente CBI potrà utilizzare la funzione “fatturazione elettronica” come un servizio flessibile rispetto alle proprie esigenze di utilizzo ed indirizzamento anche attraverso la possibilità di esternalizzare alcune fasi del processo di gestione delle fatture elettronicheBenefici per le (es. creazione, invio, ricezione)aziende  Interoperabilità: il Cliente CBI utilizzando lo stesso standard potrà incrementare il numero di controparti raggiungibili anche abilitando lo scambio di fatture elettroniche con altre comunità (es. Pubblica Amministrazione, comunità internazionali)  Risparmio di costi (cfr. slide successiva) 15
  16. 16. I risparmi di costo Costi in EUR per transazione – esempio di un’impresa con 5.000 dipendentiMittente Stampa Payment Remittances & Archiviazione ed invio reminder Cash ManagementFattura cartacea 3,90 € 0,50 € 4,50 € 2,20 €Fattura elettronica 0€ 0,40 € 3,00 € 0,80 €Destinatario Validazione e Ricezione e matching/ Pagamento Archiviazione codifica gestione disputeFattura cartacea 4,10 € 6,50 € 4,80 € 2,20 €Fattura elettronica 0€ 3,20 € 2,00 € 0,80 € Souce: “e-Invoicing & EBPP” - Billentis 2009 16
  17. 17. Bonifico ad Iniziativa del Beneficiario Il bonifico ad iniziativa del beneficiario è un servizio End-To-End che consente il dialogo diretto di due clienti CBI.L’erogazione della funzione prevede 3 diverse fasi: 1.Invio della proposta di pagamento da parte del creditore al debitore 2.Valutazione della proposta da parte del debitore Registrato nel Repository ISO 3.Invio dell’esito (proposta accettata/rifiutata) 20022 da Settembre 2010 Creditore Ist. Finanz. Ist. Finanz. Debitore Proponente Proponente Invio proposta 1 di pagamento Valutazione proposta di 2 pagamento Invio esito 3 17
  18. 18. Bonifico ad Iniziativa del Beneficiario – benefici per le imprese La nuova funzione consentirà alle imprese beneficiarie di usufruire della possibilità di proporre ai propri debitori una richiesta di pagamento SEPA compliant includendo tutti i dettagli necessari per facilitare le attività di riconciliazione dei pagamenti La riconciliazione automatica sarà molto più semplice poiché i creditori potranno utilizzare la nuova funzione per comunicare direttamente ai propri debitori le “remittance information” L’uso della funzione di “Bonifico ad iniziativa del beneficiario” consentirà di migliorare il grado di interoperabilità tra imprese ed istituti finanziari così come il livello di automazione, contribuendo alla riduzione delle attività basate sull’uso della carta I messaggi sono definiti sulla base dello standard ISO20022 (area Customer to Bank), al fine di assicurare l’allineamento con gli standard di pagamento adottati a livello internazionale Le aziende potranno: – Ridurre i costi di gestione – Elevare i livelli di automazione, mediante invio di proposte di pagamento che comprendono tutti I dettagli delle informazioni diBenefici per le riconciliazioneaziende – Aumentare la trasparenza nei processi di pagamento, riducendo contestazioni e controversie – Eliminare i costi legati alla gestione manuale dei processi di riconciliazione (sia lato creditore che lato debitore) – Allocare le risorse in attività a più alto valore aggiunto 18
  19. 19. Sviluppi del CBI: servizio B2C per pagamenti da cittadino/corporate verso soggetti bollettatori In fase di sviluppo Il servizio a regime abilita: • la consultazione delle bollette relative ai biller CBI (imprese CBI, PAL servite da banche CBI e PAC servite dal Nodo CBI) da parte degli utenti dei servizi di HomeDescrizione Banking e Corporate Banking delle banche CBIdel servizio a • Il pagamento tramite Home Banking e Corporate Banking delle bolletteregime selezionate ed il rilascio di una quietanza attestante l’avvenuto pagamento • la ricezione del parte del biller di un esito di pagamento con collegamento alla bolletta inviata • Clientela bancaria Retail dotata di Home Banking e Clientela bancariaA chi si Corporate dotata di stazione di Corporate Banking (lato debitore)rivolge • Pubbliche Amministrazioni Centrali o Locali e imprese che incassano tramite bollettazione •Rete CBI per l’acquisizione dei dati delle bollette dalle imprese biller già servite da una banca CBI e per la gestione del pagamento tramite bonifico SEPA con esito verso ordinante e beneficiario •Nodo CBI in grado contrattualizzare grandi soggetti creditori, acquisendone loAsset scadenziario clientiutilizzati •Banche proponenti CBI e banche tesoriere in gradi di contrattualizzare le imprese biller CBI e PAL •Canali di home/corporate banking delle banche CBI •Standard CBI già adottati dalle banche 19
  20. 20. Le fasi previste dal modello di servizio In fase di sviluppo1 2 3 Visualizzazione della Pagamento Rendicontazione bollettaIl Fornitore del Servizio si Il debitore tramite Home La banca del debitore:accorda con il biller per rendere Banking/Corporate • informa il debitoreconsultabile uno Banking: dell’avvenuto addebito,“scadenziario” relativo ai tramite Home • selezionando unapropri debitori contenente: singola bolletta Banking/Corporate Banking • dati identificativi dei visualizza una • Invia al Fornitore del debitori del biller maschera Servizio l’esito verso il • dati del pagamento precompilata con i beneficiario (numero bolletta, dati del relativo importo, scadenza, …) Il Fornitore del Servizio inoltra pagamento l’esito di addebito al BillerIl debitore accedendo al • autorizza ilproprio Home Lo scadenziario viene aggiornato pagamentoBanking/Corporate Banking (secondo modalità concordate La banca del debitore tra il Fornitore ed il Biller) ed ilpuò consultare on-line lo dispone l’esecuzione del debitore riceve su Home“scadenziario”, pagamento Banking/Corporate Bankingvisualizzando le una quietanza dell’avvenutoinformazioni relative alle pagamentoproprie bollette, tramite unaspecifica funzione di inquiry 20
  21. 21. Il canale CBI per la trasmissione della fattura elettronica nel rapporto B2G Sistema Internet pubblico di InterscambioIn linea con gli altri Paesi Altri canaliUE (Danimarca, Spagna,Finlandia) è stato Fornitore Pubblicaintrodotto in Italia Amministrazionel’obbligo di fatturazioneelettronica (Finanziaria2008 e Decreti attuativi)per i fornitori dellaPubblica Amministrazione Il CBI rappresenta un canale a valore aggiunto per la trasmissione della fattura elettronica nella tratta B2G (Business to Government) Oltre 820.000 imprese sono già connesse alla rete CBI 21
  22. 22. Servizi di Nodo CBI a supporto della P.A. centrale Ambito di operatività del Istituto PP.AA. locali Nodo CBI GPA finanziario /Aziende Nodo CBI GPA Istituto finanziario PP.AA. centrali GPA DIPE GPA = Gestore Punto Accesso.... verso il MEF e DIPE* • Il Nodo CBI abilita la visibilità sui pagamenti disposti dalle imprese appaltatrici di grandi opere pubbliche, attraverso la messa a disposizione dei relativi flussi informativi: SERVIZI DI NODO A SUPPORTO DEL –esito del bonifico XMLMONITORAGGIO FINANZIARIO DELLE –rendicontazioni GRANDI OPERE PUBBLICHE…verso il gruppo Equitalia • Attraverso il Nodo CBI, Equitalia può: –acquisire tutte le informative relative alle risorse del FUG attestate presso il sistema SERVIZI DI NODO A SUPPORTO DEL bancario, che ammontano ad oltre 6000 conti bancariFONDO UNICO DI GIUSTIZIA (FUG) E –effettuare pagamenti DELLA TESORERIA DEL GRUPPO –gestire tutti i rapporti di conto corrente EQUITALIA –utilizzare altri servizi ad hoc (es. scambio documenti con banche) …verso l’Agenzia del Territorio • Attraverso il Nodo CBI, gli utenti del portale web dell’Agenzia del Territorio potranno pagare i servizi offerti da quest’ultima tramite bonifico bancario SERVIZI DI NODO A SUPPORTO DEI PAGAMENTI DA PORTALE AGENZIA DEL TERRITORIO 22
  23. 23. Le collaborazioni in corso del sistema bancario presso tavoli nazionali ed internazionali per la diffusione della Fatturazione Elettronica Principali soggetti coinvolti Stakeholder Forum CBI Tavoli di lavoro Nazionali eInvoicing Expert Group Tavoli di lavoro Internazionali 23
  24. 24. Il CBI come gateway abilitante l’interoperabilità tra business communities internazionaliInternazionalizzazione rete e funzioni di Gateway del Nodo CBI Benefici per la comunità CBI Funzione di gateway del Nodo CBI • Estensione numero utenti (es. Banche, Imprese, Payment Institution, Poste estere,…) raggiungibili attraverso il canale Banche CBI estere Comunità CBI • Possibilità, per i Consorziati CBI, di estendere l’offerta di servizio anche al mercato internazionale (es. fattura elettronica internazionale) • Valorizzazione della comunità Business Communities CBI nello scenario internazionale Il Consorzio CBI sta attualmente analizzando i requisiti funzionali e tecnici necessari affinché la propria rete anche attraverso il nodo CBI possa porsi come gateway di interconnessione tra player internazionali 24

×