• Save
Progetto Alform-Parisi
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×
 

Progetto Alform-Parisi

on

  • 405 views

Accurata descrizione e analisi dei principali flussi di interesse strategico per la Francesco Parisi Spa in transito nel Porto di Trieste per l'anno 2007

Accurata descrizione e analisi dei principali flussi di interesse strategico per la Francesco Parisi Spa in transito nel Porto di Trieste per l'anno 2007

Statistics

Views

Total Views
405
Slideshare-icon Views on SlideShare
400
Embed Views
5

Actions

Likes
0
Downloads
0
Comments
0

1 Embed 5

http://www.linkedin.com 5

Accessibility

Categories

Upload Details

Uploaded via as Adobe PDF

Usage Rights

© All Rights Reserved

Report content

Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
  • Full Name Full Name Comment goes here.
    Are you sure you want to
    Your message goes here
    Processing…
Post Comment
Edit your comment

    Progetto Alform-Parisi Progetto Alform-Parisi Presentation Transcript

    • PROGETTO ALFORMCluster “Logistica e Trasporti” di Mongini Paolo Stage Presso “Francesco Parisi – Casa di Spedizioni S.p.a.” Viale Miramare 5, Trieste
    • Progetto realizzato da:Dott. Paolo Monginiemail: mongini_p@yahoo.itrec. telefonico: +39 328 0148286 Progetto realizzato da Paolo Mongini
    • Il progetto in questione vuole dare una panoramica su:• Flussi di merci per la “Francesco Parisi S.p.a.” presso il Molo VI del Porto di Trieste (paragone anni 2006 – 2007)• Flussi di merci Specifiche agli interessi della “Francesco Parisi S.p.a.” nel Porto di Trieste (Traffico Totale paragone anni 2004 - 2007)• Flussi di merci nel il Porto di Trieste divisi per categorie merceologiche di stretto interesse della società (Traffico Totale paragone anni 2004 – 2007)• Flussi di merci nel Porto di Trieste divisi per Paesi di interesse della società (Traffico Totale paragone anni 2004 - 2007)• Flussi dei Container per il Porto di Trieste suddivisi per Aree geografiche di provenienza/destinazione (paragone anni 2004 – 2007)• Flussi delle Navi Ro/Ro per il Porto di Trieste suddivisi per Paesi interessati di provenienza/destinazione (paragone anni 2004 – 2007) Progetto realizzato da Paolo Mongini
    • La sede della “Francesco Parisi S.p.a.”Francesco Parisi S.p.a.: casa di spedizione fondata dall’omonimo Francesco Parisi a Trieste ed operante nell’Europa centrale dal 1807.Francesco Parisi Group: case di spedizioni e agenti marittimi a livello globale1940: Espansione negli USA1970: Guarda al mercato asiatico aprendo una società del Gruppo in Israele2004: Apertura da parte della Francesco Parisi Group di una sede a Hong Kong Progetto realizzato da Paolo Mongini
    • Funzioni e caratteristiche generali della “Francesco Parisi”Principale caratteristica: soluzione su misura (customer made) ad ogni possibile richiesta logistica dei suoi clienti nel processo del procurement e della distribuzione.Servizi offerti: comprendono tutto quello che può essere necessario per la completezza di una spedizione:• trasporto marittimo,• trasporto ferroviario,• trasporto stradale• trasporto aereo,• la disponibilità di un’agenzia marittima,• altri servizi per la logistica di fornitura industriale,• l’immagazzinaggio,• la distribuzione,• vari servizi che necessitano le merci,• vari servizi terminalistici e di dogana. Progetto realizzato da Paolo Mongini
    • Rapporto della “Francesco Parisi S.p.a.” con il Porto di Trieste:Francesco Parisi S.p.a.: opera nel Porto di Trieste in qualità di impresa terminalista. L’attuale contratto di concessione della Parisi S.p.a. (di carattere quadriennale) scade il 31/12/2009. Il canone di concessione supera i 700.000 euro/anno, e l’impiego di traffico è di 200.000 tonn./anno. Il consuntivo 2007 evidenzia un dato complessivo di tonnelate 1.150.948.Vision: Rendere il Molo VI un terminal adatto ad ospitare i traffici di merci presenti e futuriMission: richiedere, prima della scadenza, una concessione pluriennale (da un minimo di 15 ad un massimo di 30 anni) per procedere ad onerosi investimenti privati volti a modernizzare le infrastrutture pubbliche in riferimento allo sviluppo dei traffici portuali. Progetto realizzato da Paolo Mongini
    • Immagine satellitare del Porto di Trieste Progetto realizzato da Paolo Mongini
    • Immagine satellitare del Molo VI (Porto di Trieste) Progetto realizzato da Paolo Mongini
    • Analisi dei flussi delle merci per la “Francesco Parisi S.p.a.” presso il Molo VI (Porto di Trieste)Attività Marittima: Ro/roNel primo caso dell’attività marittima prenderemo in analisi il movimento di navi Ro/Ro.L’ormeggio utilizzato per gli sbarchi/imbarchi è sempre il n° 39Si nota un aumento dal 2006 al 2007 di 6 navi (da 149 a 155)I camion come unità negli sbarchi calano del 2,68 % (da 21.417 unità a 20.843)Mentre quelli per gli imbarchi crescono del 15,94 % (da 17.527 unità a 20.321)Buono il quantitativo di merce scambiata del 2007 con 639.536 t. (+ 8,63% rispetto al 2006).In totale, per la categoria Ro/Ro l’aumento delle unità è del 5,7 % e per la quantità del 1,38 % Progetto realizzato da Paolo Mongini
    • Attività marittima: General CargoPrendendo in analisi i dati relativi al general cargo si nota che:Nel 2006 si ha utilizzato oltre all’ormeggio 40, del Molo VI, anche il numero 42 per 1 nave di grossa stazza contenente 15.249 t. cosa che nel 2007 non si registra.Le navi dal 2006 al 2007 aumentano di 2 unità (da 13 a 15).Le tonnellate diminuiscono per la Carta da 3.513 a 3.243 con un calo percentuale del 7,69.La Vergella diminuisce del 31 % (da 6.623 t. del 2006 alle 4.570 del 2007).I prodotti Siderurgici aumentano del 7,31 % (da 3.448 a 3.700 t.).La categoria “Altre” è per la gran parte costituita da patate e da 38.971 t. scendono a 18.818 con un calo del 51,71 %.Per il general cargo si passa dalle 52.555 t. del 2006 alle 30.331 del 2007 con un calo del 42,29 %. Progetto realizzato da Paolo Mongini
    • Imbarchi/Sbarchi via Molo VII con movimentazione al VILa Parisi inoltre esegue operazioni di stuffing/unstuffing presso il Molo VI per poi caricare i container al Molo VII (Terminal Container).Lo stuffing in questo caso è costituito da carta mentre l’unstuffing da circa l’80%di cotone e il 20% da merci varie.Il numero di container in movimentazione presso il Molo VI per il lavori di stuffing/unstuffing nel 2007 è aumentato da 1.362 unità a 2.175 (+ 59,69 %).Lo stuffing è diminuito del 4,96 % (da 8.513 t. 8.091 t.) mentre l’unstuffing è aumentato del 55,71 % (da 7.026 t. a 10.940 t.).I trasbordi nel 2007 sono aumentati di 3.880 t. contro le sole 2.908 del 2006.In totale il 2007 registra una aumento del 24,20 % (da 18.447 t. del 2006 alle 22.911 del 2007). Progetto realizzato da Paolo Mongini
    • Attività terrestre:Via ferrovia: l’aumento nei carichi nel 2007 è del 21,54 % rispetto al 2006, mentre per gli scarichi la flessione è del 28,82 %.Via Camion: i carichi aumentano del 37,99 % (da 26.292 t. a 36.281 t.), mentre per gli scarichi la diminuzione è pari al 38,68 % (da 21.224 t. a 13.014 t.).In totale il 2007 chiude con – 3,99 % (da 73.184 t. a 70.264 t.). Progetto realizzato da Paolo Mongini
    • Attività complessiva: attività marittima + attività terrestreLe navi Ro/Ro come già spiegato antecedentemente aumentano di 6 unità (da 149 del 2006 a 155 del 2007).Le Volandiere da 13 passano a 15 unità.I container passano da 2.124 teu del 2006 ai 2.175 del 2007.Sommando le tonnellate si nota che le navi Ro/Ro da 1.013.505 t. del 2006 hanno movimentato 1.027.442 t. nel 2007 (+ 1,38 %) mentre il genaral cargo è passato da 144.186 t. del 2006 a 123.506 t. nel 2007 con una diminuzione del 14,34 %. Le tonnellate totali movimentate presso il Molo VI nel 2006 erano 1.157.691 mentre nel 2007 arrivano a 1.150.948 (- 0,58 %). Progetto realizzato da Paolo Mongini
    • Flussi merci per il Porto di Trieste (Traffico Totale)Dati per i flussi di merci divisi per Paesi/Porti/Merci per gli anni 2004 e 2007 Le merci prese in esame (sotto interesse della Parisi) sono le seguenti: Altre macchine, motori Altri lavori ferro, acciaio Altri metalli, leghe Avanzi carta, cartone Bombole, recipienti in ferro Carta Cartone Catene ferro, acciaio Cellulosa, pasta, legno Cotone Filati e fibre Filo, cavi, corde ferro Gomma greggia Gomma sintetica Groupage Lamiere ferro, acciaio Laminati palstici Lana Lavori carta, cartone Lavori di alluminio Lavori di gomma Lavori di plastica Lavori di rame Lavori metalli comuni Mobili ferro, acciaio Plastica greggia Rame Seta Tessuti artificiali Tessuti di cotone Tessuti di lino Tessuti di lana Tubi ferro, raccordi Progetto realizzato da Paolo Mongini
    • La suddivisione avviene per Paesi in ordine alfabetico:ALBANIA:Viene preso in esame solo il Porto di Durazzo.Negli ultimi 3 anni perde circa il 70,23 % con 2.756 t. movimentate nel 2007 Progetto realizzato da Paolo Mongini
    • ARABIA:I porti presi in esame sono:• Damman• Jeddah• RiyadhIl Porto di Damman perde il 95,62 % con quantitativi di t. molto bassi.Il Porto di Jeddah presenta un forte aumento dei “Filati di Cotone” e di “Filo, cavi, corde ferro”, anche qui però i quantitativi di t. sono esigui.Il Porto di Jeddah perde il 66,42 % .Il Porto di Riyadh perde il 100 % , ma si vuol sottolineare che nel 2004 le t. totali erano solamente 532In totale l’Arabia perde l’89,93 % con 1.150 t. Progetto realizzato da Paolo Mongini
    • CIPRO:Viene preso in esame solamente il Porto di Limassol che perde il 39,35 % con 2.426,- t. pur notando il che lo scambio di “Cellulosa, pasta, legno” sale a 2.020 t. (nel 2004 tale merce da tale Porto non passava per Trieste) .La “Carta” perde il 91,62 % Progetto realizzato da Paolo Mongini
    • COREA DEL SUD:I porti presi in esame sono:• Busam• InchonIl Porto di Busam perde il 2,92 % con un forte aumento di “Altre macchine, motori”, “Plastica greggia” e “Tessuti Artificiali” movimentando rispettivamente: 6.595, 365 e 276 t.Il Porto di Inchon perde l’ 88,41 % . La perdita maggiore viene registrata per la voce “Lavori carta, cartone” che da 1.265 t. passa a 0 t.In totale la Corea del Sud perde il 15,81 % con 16.150 t. Progetto realizzato da Paolo Mongini
    • CROAZIA:I porti Presi in esame sono:• Ploce• Rijeka• Sibenik• SplitIl Porto di Ploce perde tutto il quantitativo di “Lavori di alluminio” (nel 2004 1.017 t.)Il Porto di Rijeka acquista il commercio di “Tubi ferro, raccordi” con 1.187 t.Il Porto di Sibenik acquista il commercio di “Lavori di alluminio” con 1.647 t.Il Porto di Split acquista il commercio di “Rottami ferro, acciaio” con 4.000 t.In totale la Croazia aumenta i propri scambi con il Porto di Trieste del 571,98 % con 6.834 t. Progetto realizzato da Paolo Mongini
    • EGITTO:I Porti presi in esame sono:• Alessandria• Damietta• Port SaidAlessandria aumenta di molto il traffico di “Altri lavori ferro, acciaio” con 32.234 t. nel 2007 (contro le 1.310 t. nel 2004). La “Carta” perde l’88,39 % passando dalle 5.810 t. del 2004 contro le 676 t. del 2007.Nel complesso il Porto di Alessandria sale del 140,39 % con 35.421 t.Sale anche il Porto di Damietta con + 532,76 % ma solo 367 t.Port Said perde il 48,28 % ma i quantitativi di merce sono molto bassi.In totale l’Egitto sale del 140,26 % Progetto realizzato da Paolo Mongini
    • EMIRATI ARABI:I Porti presi in esame sono:• Abu Dhabi• Dubai• Jebel Ali• SharjahLe principali perdite sono attribuibili alla “Carta”:Porto di Abu Dhabi da 428 t. a 0,- t.Porto di Dubai da 1.938 t. a 0,- t.Porto di Jebel Ali da 1.920 t. a 369 t.Porto si Sharjah da 483 t. a 7 t.Nel complesso gli Emirati Arabi perdono il 20,03 % Progetto realizzato da Paolo Mongini
    • FILIPPINE:I Porti presi in esame sono:• Cebu• ManilaNel totale le Filippine acquistano il 141,47 % ma le t. sono appena 821 nel 2007. Progetto realizzato da Paolo Mongini
    • GRECIA:I Porti presi in esame sono:• Eleusis• Heraklion• Igoumenitsa• Kavalla• Kerika/Corfu• Patras• Piraeus• Thessaloniki/Salonica• Volos Progetto realizzato da Paolo Mongini
    • Da notare:Il Porto di Eleusis perde “Altri lav. Ferro, acciaio” passando dalle 1.243 t. del 2004 alle 0 t. del 2007Gli stessi “Altri lav. Ferro, acciaio” vengono persi da Igoumenitsa passando dalle 1.012 t. del 2004 alle 0 t. del 2007Il Porto di Igoumenitsa perde totalmente i “Groupage” che nel 2004 movimentavano 26.410 t. e i “Lavori di plastica” che da 3.726 t. passano a 0,- t.Il Porto di Igoumenitsa non ha traffico di merce con quello di Trieste nel 2007Lo stesso Porto di Patras perde totalmente “Altri lav. Ferro, acciaio” che nel 2004 movimentavano 3.716 t. , la “Carta” con 2.946 t. nel 2004, il “Groupage” che da solo aveva 85.173 t. , i “Lavori di plastica” con - 11.201 t. , i “Lavori metalli comuni” con – 1.203 t. e i “Tessuti di Cotone” con – 1.646 t.Il Porto di Patras non ha traffici di merci con quello di Trieste nel 2007 Progetto realizzato da Paolo Mongini
    • Il Porto di Piraeus aumenta fortemente “Altri lav. Ferro, acciaio” che passano dalle 480 t. del 2004 alle 7.145 t. del 2007 (recuperando la perdita subita dalla stessa merce presso gli altri Porti) e i “Lavori metalli comuni” aumentati da 756 t. alle 13.015 del 2007Lo stesso porto perde in maniera drastica la ”Carta” del 84,38 % (9.153 t. del 2004 contro le 1.430 t. del 2007).In totale la Grecia perde l’80,62 % dei traffici con il Porto di Trieste. Progetto realizzato da Paolo Mongini
    • INDIA:I Porti presi in esame sono:• Bombay• Cochin• Kandla• Mangalore• Nava Sheva• New Delhi• Calcutta• Madras• Paradip• Tuticorin• VisakhapatnamDa sottolineare la perdita della “Carta” dell’85,28 % presso il Porto di Nava Sheva, l’aumento di “Altri lav. Ferro, acciaio” da 0 t. del 2004 alle 1.520 t. del 2007.L’India seppur senza significative perdite fra le varie categorie di merci perde il 17,69 % Progetto realizzato da Paolo Mongini
    • INDONESIA:I Porti presi in esame sono:• Balik Papan• Belawan• Djakarta• Pedang• Panjang• Semarang• Surabaya• Tanjung Pandang• Tanjung Pelepas• Tanjung Priok Progetto realizzato da Paolo Mongini
    • Il Porto di Balik Papan perde del tutto la Cellulosa, pasta, legno (25.550 t. nel 2004)Piccoli aumenti specifici fanno salire il Porto di Djakarta del 105,66 % con appena 1.818 t. movimentate per Trieste.La “Cellulosa, pasta, legno” viene persa totalmente anche dal Porto di Semarang (11.436 t. nel 2004) e nel Porto di Surabaya (14.082 t. nel 2004).Il Porto di Tanjung Pedang perde del tutto “Altri lav. Ferro, acciaio” (7.796 t. nel 2004), la “Carta” (7.169 t. nel 2004), “Lavori di plastica” (da 2.138 a 107 t.) e “Lavori metalli comuni” (2.867 t. nel 2004).Il Porto di Tanjung Pelepas non aveva commerci con quello di Trieste nel 2004 e quindi nel 2007 fa segnalare le 7.466 t. di “Altre macchine, motori”, le 2.015 t. di “Altri lav. Ferro, acciaio”, le 4.937 t. della “Carta” e le 1.955 t. della “Plastica greggia”.In totale l’Indonesia perde il 64,08 % Progetto realizzato da Paolo Mongini
    • IRAN:Porti presi in esame:• Abadan• Bandar AbbasIl Porto di Abadan che perde totalmente gli scambi con Trieste (da 405 t. totali del 2004 alle 0 del 2007).Bandar Abbas perde di molto la “Carta” con – 99,01 % passando da 30.825 t. a 306 t. e i “Lavorimetalli comuni” da 3.432 t. a 67 t.Con l’Iran Trieste perde il 95,45 % degli scambi (dalle 36.625 t. del 2004 a 16.21 t. del 2007). Progetto realizzato da Paolo Mongini
    • ISRAELE:I Porti presi in esame sono:• Ashdod• HaifaEntrambi due i porti rilevano aumenti significativi, rispettivamente il 37,40 % e il 38,96 %In forte rialzo “Lavori di Plastica” con Ashdod (+ 430,31 %) e la “Carta” con Haifa (+ 222,62 %)Rileviamo la forte flessione della “Carta” con Ashdod (- 41,95 %)In totale Israele guadagna il 37,96 % con 40.816 t. di merci movimentate presso il Porto diTrieste. Progetto realizzato da Paolo Mongini
    • ITALIA:I porti Presi in esame sono:• Ancona• Genova• Gioia Tauro• Napoli• Ravenna• Taranto• Venezia – Marghera Progetto realizzato da Paolo Mongini
    • Da sottolineare immediatamente la forte crescita degli scambi di Trieste con Gioia Tauro, sebbene le t. totali siano nel 2007 appena 8.744, si ricorda che nel 2004 erano solo 669 con forte aumento soprattutto della “Carta” (da 47 t. nel 2004 a 2.262 t. nel 2007).Il Porto di Ravenna aumenta di molto gli scambi di “Rottami ferro, acciaio” da 0 t. del 2004 alle 6.250 t. del 2007.Taranto invece vede in forte diminuzione la “Carta” da 10.588 t. del 2004 alle 2.920 del 2007.Di sicuro il Porto di Venezia aumenta l’aumento di traffico maggiore con la stessa Trieste:“Altri lav. Ferro, acciaio” da 6.468 t. a 23.212 t.“Avanzi carta, cartone” da 708 t. a 40.854 t.“Carta” da 996 t. a 5.670 t.“Groupage” da 377 t. a 8.310 t.“Laminati plastici” da 146 t. a 5.863 t.“Tubi ferro, raccordi” da 198 t. a 2.186 t.Il Porto di Venezia aumenta i propri scambi con Trieste del 493,26 % mentre l’intera Italia ben dell’ 85,06 % con 175.759 t. nel 2007. Progetto realizzato da Paolo Mongini
    • YEMEN:Viene preso in esame solo il Porto di Hodeidah che perde tutto il quantitativo di “Carta” (solo 127 t. nel 2004)MONTENEGRO:Viene preso in esame solo il Porto di Bar/Antivari che perde il 16,55 % Progetto realizzato da Paolo Mongini
    • KUWAIT:Porti presi in esame:• Kuwait City• ShvaibaIn entrambi due la maggior flessione è quella della “Carta”.In totale il Kuwait passa da 1.515 t. del 2004 a 62 del 2007. Progetto realizzato da Paolo Mongini
    • LIBANO:Viene preso in esame solo il Porto di Beirut che vede una forte flessione della “Carta” che da 9.720 t. passa a 975 t. e il “Groupage” che da 1.152 t. passa a 93 t.Il Libano perde il 90,23 % con sole 1.231 t. nel 2007. Progetto realizzato da Paolo Mongini
    • MALAYSIA:I porti presi in esame sono:• Kota Kinabalu• Kuatan• Kunching• Pasir Gudan• Penang• Port Kelang• Singapore• Tanjong Mani Progetto realizzato da Paolo Mongini
    • Da sottolineare solamente il forte aumento degli scambi per la voce “Lavori di alluminio” presso il Porto di Singapore Che da 0 t. passano a 14.423 t.Sempre con Singapore la “Cellulosa, pasta, legno” da 8.551 t. passa a 0 t.In totale la Malaysia aumenta di 5,79 % con 25.525 t. nel 2007.MALTA:Viene preso in esame solo il Porto di La Valletta che perde totalmente il quantitativo di “Carta” (da 2.135 t. nel 2004 a 41 t. nel 2007).Malta in totale perde l’ 89,86 % con 288 t. nel 2007. Progetto realizzato da Paolo Mongini
    • OMAN:I Porti presi in esame sono:• Mina Al Fahal• Mina Qaboos/Muscat• MutrahGli aumenti degli scambi con l’Oman sono esigui e si passa dalle 388 t. del 2004 alle 1.102 t. del 2007. Progetto realizzato da Paolo Mongini
    • PAKISTAN:I Porti presi in esame sono:• Bin Qasim• KarachiSi va a sottolineare solamente la perdita dei “Filati di Cotone” con il Porto di Karachi che da 3.250 t. passano a 48 t.Il Pakistan perde il 57,71 % con 3.443 t. Progetto realizzato da Paolo Mongini
    • QATAR:Viene preso in esame solo il Porto di Doha.Il Qatar aumenta del 162 % ma le merci totali transitate per Trieste sono solo di 162 t.REP. SOCIALISTA VIETNAM:I Porti presi in esame sono:• Haiphong• Chi Minh• Qui NhonNon vi sono specifici aumenti o diminuzioni di traffico commerciale da sottolineare .In totale il Vietnam perde lo 23,07 % con 2.317 t. nel 2007. Progetto realizzato da Paolo Mongini
    • REP. POPOLARE CINESE:I Porti presi in esame sono: Amoy Rongqi Zhongshan Canton Shangai Chiwan Shantou Dalian Shekou Fuzhou Tianjin Guabgzhou Whampoa Hong Kong Xiamen Hsinkang Yantai Nanjing Yantian Ningbo Zhangjiagang Qingdao Zhanjiang Progetto realizzato da Paolo Mongini
    • Il Porto di Canton aumenta il traffico della “Cellulosa, pasta, legno” da 0 t. nel 2004 a 8.010 t. nel 2007.Sempre la “Cellulosa, pasta, legno” aumenta di traffico con il Porto di Fuzhou da 0 t. nel 2004 a 15.832 t. nel 2007.Il Porto di Hong Kong vede diminuire significatamene:“Altri lav. Ferro, acciaio” – 79,49 %“Avanzi carta, cartone” – 100 %“Carta” – 59,01 %“Cotone” – 87,15 %“Lavori di plastica” – 70,82 %Forte è l’aumento di “Plastica Greggia” che da 96 t. nel 2004 passa alle 5.079 del 2007Hong Kong perde il 37,43 % con 19.373 t. nel 2007 Progetto realizzato da Paolo Mongini
    • Il Porto di Hsinkang vede significativi aumenti per:“Altre macchine, motori” da 160 t. del 2004 alle 2.336 t. del 2007“Filo, cavi, corde ferro” da 497 t. a 9.952 t.“Lavori di plastica” da 249 t. a 1.597 t.Hsinkang aumenta del 562,51 % con 22.512 t. nel 2007Il Porto di Ningbo vede significativi aumenti per:“Altre macchine, motori” da 122 t. a 4.013 t.“Avanzi carta, cartone” da 0 t. a 3.018 t.“Carta” da 271 t. a 3.720 t.“Groupage” da 845 t. a 2.075 t.“Plastica Greggia“ da 298 t. a 4.185 t.“ Tessuti artificiali” da 73 t. a 1.630 t.Ningbo aumenta del 241,77 % con 26.665 t. nel 2007 Progetto realizzato da Paolo Mongini
    • Il Porto di Shangai vede significativi aumenti per:“Altre macchine, motori” da 460 t. a 12.513 t.Mentre perde lo 70,56 % per i “Lavori di Plastica”Shangai aumenta del 68,33 % con 49.865 t. nel 2007Il Porto di Zhanjiang nel 2004 aveva traffici esigui con Trieste, mentre nel 2007 si ritrova con un totale di 14.020 t. contro le 525 di 3 anni prima.La Cina vede un aumento del 108,08 % con 191.429 t. movimentate presso il Porto di Trieste nel 2007. Progetto realizzato da Paolo Mongini
    • ROMANIA:Viene preso in considerazione solo il Porto di Costanza che vede una forte diminuzione di “Lavori di alluminio” dal 2004 al 2007 passando da 0 t. a 3.018 t.La Romania perde il 100 % dei suoi traffici con Trieste dal 2004 al 2007.SIRIA:SIRIA:I Porti presi in esame sono:• Lattaia• TartousSi registrano generali diminuzioni dei traffici tra Trieste e la Siria che perde il 97,17 % con solo 164 t. movimentate nel 2007. Progetto realizzato da Paolo Mongini
    • SLOVENIA:Viene preso in esame il solo Porto di Koper con cui Trieste perde tutti i suoi scambi passati (da 1.766 t. del 2004 alle 0 t. del 2007).THAILANDIA:I Porti presi in esame sono: Bangkok Laem Chabang SongkhlaNon vi sono significative variazioni da segnalare e la Thailandia perde l’ 1,82 % con 5.060 t. di merci movimentate nel 2007. Progetto realizzato da Paolo Mongini
    • TURCHIA:I Porti presi in esame sono: Antalya Cesme Derince Dikili Ertegli Gemlik Iskenderum Haydarpasa Progetto realizzato da Paolo Mongini
    • Il Porto di Cesme vede le seguenti variazioni:“Altre macchine, motori” – 20,75 %“Groupage” + 70,53 %• “Lavori carta, cartone” + 266,87 %• “Tessuti di cotone” – 36,52 %Cesme aumenta del 31,50 % con 337.968 t. nel 2007.Il Porto di Gemlik perde significativamente la “Cellulosa, pasta, legno” da 6.500 t. del 2004 alle 2.503 del 2007 e aumenta i “Lavori di plastica” da 114 t. a 4.492 t. Progetto realizzato da Paolo Mongini
    • Il Porto di Istanbul registra le seguenti variazioni:• “Altri lav. Ferro, acciaio” da 0 t. del 2004 alle 4.757 t. del 2007• “Bombole ferro, acciaio” + 199,45 %• “Groupage” + 17,94 % (con ben 845.536 t. nel 2007)• “Laminati plastici” + 469,81 %• “Lavori carta, cartone” + 76,41 %• “Lavori di gomma” + 26,88 %• “Lavori di rame” – 10,13 %• “Lavori metalli comuni” + 10,13 %• “Tessuti artificiali” da 2.943 t. a 0 t.• “Tessuti di cotone” – 6,90 %• “Tubi, ferro, raccordi” + 62,66 %Istanbul guadagna il 15,92 % in questi ultimi 3 anni Progetto realizzato da Paolo Mongini
    • Il Porto di Izmir/Smyrna registra le seguenti variazioni:• “Altri lav. Ferro, acciaio” da 346 t. dal 2004 al 1.162 2007• “Carta” – 23,33 %• “Cellulosa, pasta, legno” da 140 t. a 5.759 t.• “Filo, cavi, corde ferro” – 68,27 %• “Plastica greggia” da 19 t. a 2.561 t.• “Tessuti di cotone” da 154 t. a 665 t.• Izmir/Smyrna guadagna il 35,23 % Progetto realizzato da Paolo Mongini
    • Il Porto di Kumport registra le seguenti variazioni:• “Altre macchine, motori” da 139 t. a 10.965 t.• “Altri lav. Ferro, acciaio” – 79,27 %• “Carta” – 32,87 %• “Filati art. e fibre” – 86,31 %• “Filati di cotone” – 75,71 %• “Filo, cavi, corde ferro” da 10 t. del 2004 a 2.677 t. del 2007• “Groupage” + 27,25 %• “Lamiere ferro, acciaio” da 89 t. a 1.151 t.• “Lavori carta, cartone” – 65,93 %• “Lavori di gomma” da 173 t. a 8.550 t.• “Lavori di plastica” – 37,65 %• “Lavori metalli comuni” – 82,81 %• “Plastica greggia” da 33 t. a 4.242 t.• “Tessuti di cotone” +189,41 %• Kumport guadagna il 24,56 %La Turchia in totale guadagna il 32,45 % con 2.179.188 t. movimentate nel Porto di Trieste. Progetto realizzato da Paolo Mongini
    • UCRAINA:I porti presi in esame sono: Berdiansk Ilichevsk OdessaDa sottolineare l’aumento dei “Rottami ferro, acciaio” da 0 t. nel 2004 a 10.353 t. nel 2007” presso il Porto di Berdiansk e sempre l’aumento di “Altri lav. Ferro, acciaio” da 0 t. a 14.224 t. presso il Porto di Odessa.L’Ucraina in totale passa da 275 t. nel 2004 a 25.137 t. nel 2007. Progetto realizzato da Paolo Mongini
    • DATI RELATIVI IA FLUSSI DI MERCI DIVISE PER CATEGORIE (Traffico Totale) PER IL PORTO DI TRIESTE (paragone anni 2004 - 2007)Le categorie merceologiche prese in esame sono le seguenti:• Materiali tessili, gregge, casca• Filati e tessuti in generale• Ghisa, ferro, acciaio, lavori• Metalli comuni, leghe, lavori• Macchine e motori• Cellulosa, carta, cartone Progetto realizzato da Paolo Mongini
    • Le perdite riguardano:“Cellulosa, carta, cartone” con – 13,37 % e 304.965 t. movimentate nel 2007,“Materiali Tessili, gregge, casca” con – 15,36 % e 11.788 t. nel 2007,“Filati e tessuti in generale” con – 16,16 % e 243.678 t. nel 2007.Acquisiscono invece incrementi:“Macchine e motori” con + 25,83 % e 486.710 t. movimentate nel 2007,“Metalli comuni, leghe e lavori” con + 29,16 % e 310.650 t. nel 2007,“Ghisa, ferro, acciaio, lavori” con + 129,49 e 609.217 t. nel 2007. Progetto realizzato da Paolo Mongini
    • I grafici: Vengono illustrati adesso i grafici dei flussi per gli anni: 2004, 2005, 2006 e 2007 Grafico dei flussi (anni/tons) 16.000 14.000 12.000 10.000 8.000 mat. tessili, gregge, casca 6.000 4.000 2.000 0 2004 2005 2006 2007 Progetto realizzato da Paolo Mongini
    • I grafici: Grafico dei flussi (anni/tons) 700.000 600.000 500.000 filati e tessuti in gen. 400.000 ghisa, ferro, acciaio, lavori metalli com., leghe, lavori 300.000 macchine e motori cellulosa, carta, cartone 200.000 100.000 0 2004 2005 2006 2007 Progetto realizzato da Paolo Mongini
    • DATI RELATIVI AI FLUSSI DI MERCI NEL PORTO DI TRIESTE (Traffico Totale) PER PAESI SPECIFICI (PARAGONE ANNI 2004 – 2007)I Paesi presi in esame sono:Cipro Bahrein/IsoleEgitto Emirati Arabi UnitiGrecia Egeo IranIsraele IraqLibano KuwaitSiria QatarTurchia Mar Mediterraneo India OccidentaleArabia Mar Rosso India OrientaleArabia Golfo Persico Corea del SudGiordania Repubblica Popolare CineseIndonesia ThailandiaFilippine Repubblica Socialista del Vietnam Progetto realizzato da Paolo Mongini
    • Le perdite consistenti in questi anni riguardano:Cipro – 52,36 %Egitto – 47,84 %Grecia Egeo – 83,36 %Libano – 94,06 %Arabia Golfo Persico – 91,02 %Bahrein/Isole – 99,42 %Iran – 82,18 %Al contrario si notano guadagni per:Israele + 41,60 %Turchia Med. + 87,84 %Cina + 69,84 %Thailandia + 137,25 % Progetto realizzato da Paolo Mongini
    • Il grafico: Viene illustrato adesso il grafico dei flussi per gli anni: 2004, 2005, 2006 e 2007 Grafico dei flussi (anni/tons) 12.000.000 10.000.000 8.000.000 Egitto Grecia Egeo 6.000.000 Siria Turchia Med. Rep. Pop. Cinese 4.000.000 2.000.000 0 2004 2005 2006 2007 Progetto realizzato da Paolo Mongini
    • DATI RELATIVI AI FLUSSI DI CONTAINER PRESSO IL PORTO DI TRIESTE I dati relativi ai container (in T.E.U.) suddivisi per “zone geografiche” e per Sbarchi/Imbarchi (paragone anni 2004 – 2007)Le “aree geografiche” prese in esame sono:• Europa• Levante• Medio Oriente• Golfo Persico• Asia meridionale e di sud est• Estremo oriente• Africa mediterranea• Africa Orientale Progetto realizzato da Paolo Mongini
    • L’Europa risulta il continente con la maggiore crescita di merci movimentate in contenitore presso il Porto di Trieste (+ 241,75 % e un totale di 58.401 t.e.u. movimentati nel 2007).A seguire l’Africa Orientale che sale del 56,56 % ma con solo 1.218 t.e.u. movimentati.L’Estremo Oriente si ritrova con + 71,21 % e 95.565 t.e.u. movimentati così facendo notare di essere la regione di maggiore interesse da parte del porto stesso.Il Levante cresce del 33,63 % con 47.933 t.e.u.L’Asia mer. e di sud est sale del 24,22 % con 40.190 t.e.u.Il Golfo Persico perde l’11,43 % dal 2004 al 2007 con 1.752 t.e.u. movimentati nell’ultimo anno.Seppur nei primi mesi del 2008 l’incremento delle movimentazioni di container con l’Africa Mediterranea è notevole, dal 2004 al 2007 perde il 65,12 % con solo 690 t.e.u. rispetto ai 1.978 del 2004.L’area geografica che va a perdere maggiormente è il Golfo Persico con – 70,06 % e 2.766 t.e.u. movimentati nel 2007. Progetto realizzato da Paolo Mongini
    • I grafici: Vengono illustrati adesso i grafici dei flussi per gli anni: 2004, 2005, 2006 e 2007 Grafico dei flussi (anni/tons) 70.000 60.000 50.000 40.000 Europa Levante 30.000 Asia mer. e di sud est 20.000 10.000 0 2004 2005 2006 2007 Progetto realizzato da Paolo Mongini
    • I grafici: Grafico dei flussi (anni/tons) 120.000 100.000 80.000 60.000 Estremo Oriente 40.000 20.000 0 2004 2005 2006 2007 Progetto realizzato da Paolo Mongini
    • I grafici: Grafico dei flussi (anni/tons) 10.000 9.000 8.000 7.000 6.000 5.000 Golfo Persico 4.000 3.000 2.000 1.000 0 2004 2005 2006 2007 Progetto realizzato da Paolo Mongini
    • I grafici: Grafico dei flussi (anni/tons) 3.500 3.000 2.500 2.000 Medio Oriente Africa Mediterranea 1.500 Africa Orientale 1.000 500 0 2004 2005 2006 2007 Progetto realizzato da Paolo Mongini
    • DATI RELATIVI AI FLUSSI DI NAVI RO/RO PRESSO IL PORTO DI TRIESTEDai dati del sito internet del Porto di Trieste su richieste della Parisi ho estrapolato i valori per i seguenti Paesi: Albania Cipro Egitto Turchia Mediterranea Progetto realizzato da Paolo Mongini
    • Notiamo che nell’arco di questi anni l’Albania sale del 68,08 % con un totale di 105.3631 t. nel 2007, Cipro invece dalle 1.816 t. del 2004 passa tre anni dopo a 0 t.,L’Egitto è lo stato che cresce maggiormente per quanto riguarda il traffico di navi Ro/Ro con Trieste (+ 132,97 %) e 97.547 t. nell’ultimo anno di riferimento.La Turchia resta sempre al primo posto per numero di t. scambiate con il nostro Porto (1.030.357 t. nel 2007 e una variazione del 8,02 % con il 2004). Progetto realizzato da Paolo Mongini
    • I grafici: Vengono illustrati adesso i grafici dei flussi per gli anni: 2004, 2005, 2006 e 2007 Grafico dei flussi (anni/tons) 120.000 100.000 80.000 ALBANIA 60.000 EGITTO 40.000 20.000 0 2004 2005 2006 2007 Progetto realizzato da Paolo Mongini
    • I grafici: Grafico dei flussi (anni/tons) 2.500 2.000 1.500 CIPRO 1.000 500 0 2004 2005 2006 2007 Progetto realizzato da Paolo Mongini
    • I grafici: Grafico dei flussi (anni/tons) 1.200.000 1.000.000 800.000 600.000 TURCHIA MEDIT. 400.000 200.000 0 2004 2005 2006 2007 Progetto realizzato da Paolo Mongini
    • Ringrazio:Il Prof. UkovichIl direttore della Francesco Parisi e tutor aziendale Walter BuzzaiLa dott.ssa GrecoLa dott.ssa CarrerIl dott. CurridoriIl Prof. Danielis e... grazie per lattenzione Progetto realizzato da Paolo Mongini