ContabilitàacquistiII
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×
 

ContabilitàacquistiII

on

  • 245 views

 

Statistics

Views

Total Views
245
Views on SlideShare
234
Embed Views
11

Actions

Likes
0
Downloads
2
Comments
0

1 Embed 11

http://www.mondoformazione.eu 11

Accessibility

Categories

Upload Details

Uploaded via as Microsoft PowerPoint

Usage Rights

© All Rights Reserved

Report content

Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
  • Full Name Full Name Comment goes here.
    Are you sure you want to
    Your message goes here
    Processing…
Post Comment
Edit your comment

ContabilitàacquistiII ContabilitàacquistiII Presentation Transcript

  • Acquisto di immobilizzazioni materiali  beni destinati ad essere durevolmente utilizzati nell’esercizio dell’imprese che genera un costo pluriennale, capitalizzato e ammortizzato. Diversi a debiti vs/fornitori 8.540 Fatt. acq..n..del Impianti 7.000 IVA a credito 1.540
  • Acquisto di immobilizzazioni materiali  costi “accessori”: vengono capitalizzati in quanto direttamente inerenti l’utilizzo e la funzionalità del bene. Es. di spese da patrimonializzare: spese di trasporto, installazione, collaudo, montaggio, notarili, ecc Diversi a debiti vs/fornitori 610 Impianti 500 Iva a credito 110
  • Costruzioni in economia dei beni strumentali  Per ragioni di convenienza economica, le immobilizzazioni vengono costruite tramite processi produttivi interni 27/11/n Impianti a Costruz. Interne 50.000 Valore attribuito all’impianto costruito in economia.
  • Acquisto di immobilizzazioni immateriali  L’acquisto di immobilizzazioni immateriali comporta la capitalizzazione di costi o di diritti pluriennali. Diversi a debiti vs/forn. 61.000 Marchi 50.000 IVA a credito 11.000
  • Acquisto di immobilizzazioni immateriali  Se l bene immateriale è la risultante di una serie di studi e lavori interni all’azienda, si capitalizza il valore del bene rettificando i costi che l’azienda ha sostenuto Brevetti per costi capitalizzati 18.000 acquisizioni interne a per brevetti o costr. in econ. capitalizzazione dei costi per realizzo brevetto
  • Manutenzioni e riparazioni  Le spese per manutenzioni e riparazioni vengono suddivise in: ◦ spese incrementative: accrescono il valore del bene, pertanto vengono capitalizzate ◦ spese non incrementative: sostenute per mantenere in funzionamento il bene
  • Manutenzioni e riparazioni  Scritture ◦ Spese incrementative Diversi a debiti vs/fornitori 1.830 Automezzi 1.500 IVA a credito 330  Spese non incrementative Diversi a debiti vs/fornitori 244 Spese di manut. e riparaz. 200 IVA a credito 44
  • Professionisti  Contributo (imponibile IVA) per le casse di previdenza.  Ritenuta fiscale del 20% operata al momento del pagamento
  • Professionisti Diversi a debiti vs/forn. 1.244,4 Spese per 1.020 IVA a credito 224,4 Debiti vs/fornitori a diversi 1.244,4 a banca c/c 1.040,4 a erario c/rit. 204 Erario c/ritenute a banca c/c 204 Versate ritenute entro il 16 del mese successivo
  • Provvigioni  Le provvigioni che vengono corrisposte agli intermediari del commercio (agenti e rappresentanti, ecc..) per i servizi resi all’azienda sono documentate da fattura. Diversi a debiti vs/fornitori 1.220 Fatt. acq. N..del.. Provvigioni passive 1.000 IVA a credito 220
  • Provvigioni  Al momento del pagamento l’azienda corrisponde all’intermediario il “netto” pari alla differenza tra l’importo a debito per l’azienda e la ritenuta fiscale d’acconto, pari al 23%, calcolato sul 50% dell’imponibile se l’intermediario non ha né dipendenti né collaboratori, ovvero sul 20% dell’imponibile se l’intermediario si avvale di dipendenti e collaboratori
  • Provvigioni  Per gli agenti e rappresentanti di commercio l’azienda è tenuta a versare all’ENASARCO una quota per contributi previdenziali pari al 13,5% della provvigione.  Il contributo previdenziale è a carico, per metà ciascuno, all’azienda e all’agente. Quest’ultimo quindi si vede addebitato in fattura il suo 6,75%, che l’azienda gli trattiene per versarlo trimestralmente all’ENASARCO.
  • Provvigioni  Scritture Debiti vs/fornitori a diversi 1.220 a erario c/rit. 115 a ENASARCO 67,5 c/contributi a banca c/c 1.037,5 Contributi ENASARCO a ENASARCO c/contributi 67,5 Erario c/ritenute a banca c/c 115 ENASARCO c/cont. a banca c/c 67,5
  • Pubblicità e Propaganda  La pubblicità caratterizza un certo prodotto con l’obiettivo di aumentare le vendite.  La propaganda ha come obiettivo la divulgazione del marchio dell’azienda.  Le spese di pubblicità e propaganda possono essere dedotte per l’intero importo nell’esercizio in cui sono state sostenute o per 1/5 nell’esercizio stesso e 1/5 per ognuno dei quattro esercizi successivi.
  • Pubblicità  Scritture ◦ integralmente deducibili nell’esercizio di sostenimento: diversi a debiti vs/fornitori 12.200 fatt. acq. N..del… spese di pubblicità 10.000 IVA a credito 2.200 capitalizzazione delle spese spese di pubblicità a spese di pubblicità 8.000 da ammortizzare capitalizzate
  • Rappresentanza  Le spese di rappresentanza hanno l’obiettivo di diffondere l’immagine dell’azienda.  Sono deducibili solo se inerenti all’attività aziendale  L’IVA è indetraibile salvo che per importi unitari inferiori a 25,82 euro
  • Rappresentanza Scritture: diversi a debiti vs/forn. 10.980 fatt. acq. N..del.. spese di rappresentanza 9.000 IVA indetraibile 1.980 spese di rappr. a IVA indetr. 1.980 g/c Iva indetr. a costo
  • Viaggio, vitto, alloggio  Si può ritenere che quando le spese sono sostenute per il titolare, un socio, un collaboratore siano fiscalmente deducibili.  La detraibilità dell’IVA è preclusa alla maggior parte dei contribuenti
  • Viaggio, vitto, alloggio  Scritture ◦ con IVA detraibile diversi a debiti vs/fornitori 97,6 fatt. acq. N..del.. spese di viaggio 80 IVA a credito 17,6 - con IVA indetraibile spese di viaggio a debiti vs/fornitori 97,6 fatt. acq. N…del…
  • Telefono e Energia elettrica  Le spese telefoniche sono fiscalmente deducibili nella misura dell’80 %, mentre l’IVA relativa è detraibile.  Scritture Diversi a debiti vs/fornitori 244 Spese telefoniche 160 Spese telefoniche indeducibili 40 IVA a credito 44 Diversi a debiti vs/fornitori 61 Fatt. acq..n…del… Spese di energia elettrica 50 IVA a credito 11
  • Assicurazioni  I premi di assicurazione sono fiscalmente esenti da IVA ai sensi dell’art. 10, punto 2, DPR 633/72.  Scritture: Premi di assicuraz. a banca c/c 230 Pagati premi di assicurazione
  • Fitti  La locazione di beni immobili presenta la seguente casisitica: ◦ Se il locatore è un privato (senza partita IVA), la locazione è fuori dal campo di applicazione dell’imposta ed emette semplici quietanze con marca da bollo. ◦ Se il locatore è un soggetto IVA (con partita IVA), le operazioni possono essere imponibili.
  • Fitti  Locatore soggetto non imprenditore (locazione non soggetta ad IVA): fitti passivi a banca c/c 900  Locatore imprenditore (locazione soggetta ad IVA): diversi a debiti vs/fornitori 1.098 fitti passivi 900 IVA a credito 198