• Share
  • Email
  • Embed
  • Like
  • Save
  • Private Content
Lezione 8a anobii e le comunità degli editori
 

Lezione 8a anobii e le comunità degli editori

on

  • 693 views

I social network librari: le comunità create dagli editori, i social network di lettori. Anobii e Zazie

I social network librari: le comunità create dagli editori, i social network di lettori. Anobii e Zazie

Statistics

Views

Total Views
693
Views on SlideShare
693
Embed Views
0

Actions

Likes
0
Downloads
23
Comments
0

0 Embeds 0

No embeds

Accessibility

Categories

Upload Details

Uploaded via as Microsoft PowerPoint

Usage Rights

© All Rights Reserved

Report content

Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
  • Full Name Full Name Comment goes here.
    Are you sure you want to
    Your message goes here
    Processing…
Post Comment
Edit your comment

    Lezione 8a anobii e le comunità degli editori Lezione 8a anobii e le comunità degli editori Presentation Transcript

    • I comportamenti sociali sul Web L’uso delle community I Blog librari
    • Apogeo MocciaStephen King
    • www.anobii.itComunità internazionale di lettori www.zazie.it Comunità italiana di lettori
    • Il caso Anobii Anobii è stato creato nel 2005, a Hong Kong ad opera di Greg Sung e il suo nome deriva da Anobium punctatum, cioè "tarlo della carta". Nei paesi anglosassoni sono metaforicamente chiamate così le persone che passano molto tempo sui libri, quelle cioè che in Italia vengono dette “topi da biblioteca”. Anobii ha iniziato la sua attività come una semplice community di lettori. In questo sito chiunque poteva leggere recensioni di libri pubblicate da altri utenti ed inserire le proprie. Man mano che gli utenti aumentavano, sono state reclutate nel team di Anobii, persone sempre più specializzate e geniali in modo da migliorare ogni aspetto del social network, soprattutto la parte riguardante la tecnologia, il punto vitale dell’esistenza di Anobii. Anobii ha potuto migliorarsi ed espandersi con la collaborazione di una start up inglese, cioè un’impresa appena costituita, grazie al sostegno da parte degli investitori guidati dal HMV Group. Quest’ultimo è una catena che si occupa sia di intrattenimento software che di prodotti tecnologici, è il più grande in tutta la Gran Bretagna e ha già acquisito Waterstone (la più grande catena di librerie Inglese, fondata nel 1982 da Tim Waterstone, che ha uno staff di circa 4500 impiegati, in circa 200 negozi) e possiede il 70% della 7digital (principale società inglese di distribuzione musicale che ha sede nel Regno Unito e che offre download di musica, film e video, soprattutto rivolti a una clientela interna ai maggiori mercati europei).
    • Anobii Altri sostegni alla società sono arrivati da: HarperCollins (casa editrice americana con sede a New York, fondata nel 1917 dai fratelli James e John Harper, facente parte del gruppo New Corporations), Penguin (casa editrice inglese con sede a Londra, fondata nel 1935 da Allen Lane) il gruppo Random House (la più grande casa editrice di lingua inglese nel mondo, fondata nel 1927 da Bennett Cerf, Christopher Coombes e Donald Klopfer). Questa operazione si conclude nel Marzo 2011. La nuova società ha sede a Londra e come suo amministratore delegato viene scelto Matteo Berlucchi. E’ un imprenditore italiano trasferitosi a Londra che ha fatto carriera sul web grazie a siti come Skinkers.com, LiveStation.com, e been.com. Proprio per questo motivo l’HMV Group ha deciso di introdurre la vendita on line attraverso gli svariati servizi web dedicati e di utilizzare Anobii come strumento di passaparola e di vendita effettiva, grazie alla possibilità che esso offre di acquistare direttamente. Anobii è principalmente un sito che punta molto sull’aspetto sociale, che viene considerato come primario, piuttosto che sull’aspetto tecnologico o commerciale. Per questo motivo c’è una forte collaborazione tra il team di Anobii e gli utenti E’ tenendo conto dei consigli di questi ultimi che il sito funziona; Anobii ascolta le esigenze della sua comunità e questo è proprio il suo punto di forza. Inoltre uno degli scopi principali di Anobii è quello di essere il più possibile funzionale cioè non essere dipendente solo dall’utilizzo su computer, bensì quello di integrarsi con i diversi dispositivi utilizzati da un utente, così che egli possa accedervi dovunque e in qualsiasi momento. Per questo motivo sono state create delle applicazioni per smartphone. Inizialmente sono state realizzate due applicazioni soltanto per iPhone.
    • Anobii Adesso Anobii conta circa 400 milioni di iscritti ed è la community letteraria più frequentata; vi sono stati inseriti circa 29 milioni di titoli di libri. E stato tradotto in 15 lingue diverse, ma il paese in cui è più popolare è l’Italia che conta circa il 40% degli utenti e dei gruppi inseriti. Anobii è arrivato in Italia solo nel 2007 ma ha avuto da subito un grande successo tra gli appassionati di lettura, anche grazie alle sue funzionalità che tengono traccia del numero di libri inseriti, del numero di pagine lette in un anno, oppure degli autori di cui si possiedono più testi.
    • Per ogni libro trovato vengono presentati: la copertina, il titolo, l’autore e l’edizione. Cliccandosul titolo o sull’immagine del libro si apre la sua scheda, divisa in sezioni:Panoramica: presenta una descrizione del libro, cioè la sua trama, e raccoglie brevemente le altresezioni;Critics: sono le critiche fatte a questo libro pubblicate in altri siti, per esempio per il libro “FightClub” è presente una critica scritta sul network Qlibri, oppure un’intervista fatta allo scrittoreChuck Palahniuk pubblicata sul sito www.guardian.co.uk;Recensioni: sono i diversi commenti pubblicati dagli utenti;Dettagli: in questa sezione troviamo: una votazione effettuata utilizzando delle stelline (da 1 a5), un istogramma che fa la statistica del numero di utenti che hanno votato; i dati relativi allibro come ad esempio l’editore o il numero di pagine con la possibilità di modificare e ampliaregli stessi; Infine se una copertina non è presente, è possibile inserirla caricando la relativaimmagine;
    • Una volta effettuata la login al sito, si accede alla parte interattiva del social network. Da qui sientra finalmente nel mondo di aNobii, dove è possibile popolare la propria libreria e interagirecon gli altri utenti.Nella barra di navigazione superiore troviamo le seguenti sezioni:Trova una libreria: si apre una mappa di Google con l’elenco delle librerie più vicine alla città diresidenza dell’utente;Messaggi: sono organizzati in una sorta di casella di posta, dove l’utente può visualizzare imessaggi scambiati con altri utenti o con i gestori del sito. E’ possibile ordinarli per data diricezione, numero di risposte, o alfabetico;Preferenze: da qui si accede al pannello di controllo di aNobii in cui è possibile modificare levarie impostazioni relative a:dati personali: quali password, nome utente; la propria immagine o altre informazioni che sivogliono visualizzare;la lingua del sito, dei libri e dei commenti;il colore della barra stessa;Feed automatici: consentono di visualizzare i propri aggiornamenti su Facebook e Twitter;Preferenze mail e feed: si può scegliere quali tipi di mail ricevere o per quali elementi si desideraricevere gli aggiornamenti.
    • E’ inoltre possibile eseguire le seguenti operazioni riguardo la gestione dei propri libri:modifica delle impostazioni relative ai libri che si aggiungono: si può decidere quale stato dellibro deve essere impostato come predefinito (finito, in lettura, da iniziare, ecc…) oppure a qualiutenti può essere mostrato il libro o ancora se esso è in vendita o scambiabile;inserimento di filtri di ricerca per selezionare quali libri consigliare ad altri (es. da un certolivello del proprio indice di gradimento personale);modifica delle impostazioni riferite all’acquisto di libri quali la valuta o il rivenditore;esportazione di dati. è possibile salvare una copia della libreria o della lista dei desideri;modifica del voto assegnato a un libro;selezione della tipologia di visita alla propria libreria: visita pubblica, se tutti gli utenti possonotenerne traccia; visita privata, se nessuno può tenerne traccia;impostazione di un filtro per i mittenti degli inviti che un utente riceve;Infine, viene data la possibilità di:inserire il campo di ricerca di aNobii all’interno del proprio browser;creare una piccola libreria da inserire nel proprio blog.Il sito comprende anche il menu di navigazione principale composto da cinque grandi sezioni:Pagina iniziale;La mia Libreria;Gruppi;Contatti;Classifiche.
    • 4.2.3 GruppiIn questa sezione sono elencati i diversi gruppi di discussione presenti nel sito. Questa sezione è suddivisa in tre sottosezioni, le quali sono:Miei gruppi: gruppi a cui un utente partecipa e per ognuno è indicato il numero degli utenti iscritti, l’elenco degli argomenti relativi ad esso e il numero di risposte pubblicate; Inviti: sono i diversi inviti ricevuti dagli utenti con il relativo numero; Esplora: panoramica dei gruppi più grandi o quelli più popolari. Infine è presente una sezione con l’elenco dei gruppi creati nella localit{ dell’utente. Uno dei gruppi principali che popolano aNobii si chiama “serve aiuto con aNobii?”. E’ gestito totalmente dagli utenti del sito, con il supporto dei Librarian (cioè l’unico collegamento tra i gestori del sito e gli utenti), che intervengono personalmente e sono in grado di risolvere problemi, rispondere ai dubbi e soddisfare curiositàtecniche. In questo gruppo è possibile ricevere consigli, suggerimenti, aiuti e consigli legati all’utilizzo di aNobii. Da qui si può anche accedere alla sezione contenente un breve manuale d’uso di aNobii; alle discussioni relative alla netiquette, cioè le regole di comportamento in internet; e infine alle discussioni relative alla traduzione dell’interfaccia di aNobii. Il social network offre anche la possibilità di creare un nuovo gruppo di discussione, inserendo il nome, la descrizione, la tipologia (pubblico o privato), un’immagine e la localit{.
    • Contatti In questa sezione sono presenti gli elenchi di tutti gli amici e vicini che un utente ha aggiunto. Si divede in:Amici; Vicini; Inviti; Esplora. Tra gli amici rientrano tutti gli utenti che si conoscono nella vita reale, mentre tra i vicini quelli che non siconoscono, ma di cui si vuole seguire gli aggiornamenti. Inoltre, è possibile visualizzare i libri letti recentemente da amici e vicini. Esistono diverse opzioni che permettono di invitare nuovi amici ad iscriversi ad aNobii o di aggiungerli se già presenti nel sito. Gli inviti possono essere effettuati tramite: Facebook: aNobii si connette a Facebook per selezionare gli indirizzi mail degli amici; e-mail: viene richiesto all’utente di inserire il proprio indirizzo di posta elettronica e la password e, sulla base di questi dati, il sito seleziona l’elenco dei suoi contatti; lista di contatti: è possibile creare una lista di contatti ed importarla all’interno del social network; inserimento manuale: è possibile inserire uno per uno i diversi indirizzi mail.Nella sezione Scopri è possibile visualizzare una mappa interattiva che segnala gli utenti che hanno gusti simili a quelli dell’utente, confrontando la sua libreria con quella degli altri.
    • Iscrivetevi a Anobii.com e, successivamente, algruppo “Omega 2011”. Inserite quindi uno o più libri preferiti, corredando di una vostra recensione e motivazioni per la lettura. Ripetete la stessa operazione su www.zazie.it. Comunicatemi via mail o sul blog del corso il nickname col quale vi site registrati.