Lezione 3 12 processi distributivi e long tail

464 views
460 views

Published on

I processi distributivi dell'editoria tradizionale. Le nuove possibilità dell'e-commerce. Introduzione alla teoria della Coda Lunga

Published in: Technology
0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total views
464
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
0
Actions
Shares
0
Downloads
39
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Lezione 3 12 processi distributivi e long tail

  1. 1. I limiti della distribuzione tradizionale La risposta di InternetLa legge della Long Tail
  2. 2. Il settore del libro è caratterizzato daun’enorme vastità della produzione
  3. 3. La produzione libraria italiana• Catalogo dei libri italiani ALICE: 960.000 titoli• circa 630.000 titoli in catalogo• Circa 45.000 novità l’anno: oltre 180/giorno feriale• Oltre 2.901 editori attivi in Italia• Oltre l’80% del mercato è controllato, con il 50% dei titoli, da 6 gruppi editoriali: Mondadori, Rizzoli/RCS, GEMS/Longanesi, Feltrinelli, Giunti, De Agostini Fonte: Ass. Italiana Editori/Corriere della Sera
  4. 4. GLOSSARIOLEGGE DI PARETO L’economista italiano Vilfredo Pareto nel 1897 dimostrò che l’80% della ricchezza era posseduto dal 20% della popolazione. Per “Legge di Pareto” si intende che il 20% delle cause provoca l’80% degli effetti Per quanto riguarda l’editoria, pochi editori (e pochi best seller) fanno il mercato
  5. 5. I FLUSSI FISICI • DISTRIBUTORE • EDITORE RESE ORDINI RESE ORDINI • GROSSISTA • LIBRERIA
  6. 6. FAR ARRIVARE I CONTENUTI ALFRUITORE:I PUNTI CRITICI DELLA DISTRIBUZIONEFISICA Scarsa capillarità dei punti vendita Alto numero di titoli disponibili in rapporto alle superfici di vendita Difficoltà di far pervenire l’informazione sui propri Contenuti Grandi dispersioni di valore legate alla movimentazione Mancanza di informazioni sull’andamento delle vendite
  7. 7. I COSTI DEL LIBRO  Royalties (5-10%)  Stampa e confezione (10-15%)  Promozione (6-8%)  Distribuzione (43-45% - 30% al libraio)  TOTALE 70-75%  La quota restante va a coprire i costi fissi: Traduzione, Editing, Grafica e impaginazione, Riproduzioni immagini, Marketing, Spese generali
  8. 8. IL DIRITTO DI RESA  Il libraio ha la possibilità di restituire la merce anche dopo anni, vedendosi accreditato il corrispettivo valore  Tale diritto cessa solo dopo 45 giorni che l’editore ha dichiarato che il titolo è fuori catalogo attarverso un annuncio sulla rivista ufficiale “Il Giornale della Libreria”.
  9. 9. SCARSA CAPILLARITA’:COMUNI DOTATI DI LIBRERIA Nord Ovest: 289 con (9,4%) – 2775 senza Nord Est: 196 con (13,2%) – 1285 senza Centro: 198 con (19,5%) – 815 senza Sud e isole: 390 con (15,1%) – 2166 senza TOTALE: 1073 con (15,1%) – 7075 senza
  10. 10. I CANALI DI VENDITA Librerie di catena: 39,2% Grandi librerie indipendenti: 33,7% Piccole librerie, cartolibrerie: 14,3% GDO (supermercati): 28,7% Edicola (esclusi allegati): 8,3%
  11. 11. La strozzatura dei canali distributivi tradizionali •In Italia oltre 600.000 titoli in catalogo •Circa 45.000 novità l’anno: oltre 180 al giorno feriale •Assortimento medio della libreria: 10-20.000 titoli•Necessità di apertura di nuovi canali distributivi: dalla fine degli anni ’80 i supermercati (GDO), dagli anni 2000 Internet e le edicole
  12. 12. La Long TailInternet ha aumentato a dismisura l’offerta di prodotti: IBS ha un catalogo oltre 400.000 titoli • I clienti si orientano sui best seller in proporzione minore• Aumentando l’offerta, aumenta a dismisura il numero di prodotti movimentati
  13. 13. La coda lunga. Prodotti a bassa richiesta o con ridottivolumi di vendita possono collettivamente occupare una quota di mercato equivalente o superiore a quella dei pochi bestseller.
  14. 14. I best seller sono gli stessi online e offline… classifica venditeclassifica IBS.it in libreria www.arianna.org
  15. 15. …ma scendendo di classifica i titoli cambiano classifica venditeclassifica IBS.it in libreria
  16. 16. Libreria tradizionale vs libreria online: Quota cumulata copie vendute in base al rank dei titoli (primi 40mila)
  17. 17. GLOSSARIOHIT / BEST SELLER Un brano/CD (HIT) o un libro (BEST SELLER) che raggiunge le prime posizioni delle classifiche di vendita
  18. 18. GLOSSARIOMAINSTREAM La cultura, e i prodotti mediatici a essaconnessi, legata ai best seller e ai prodotti di largo consumo.E’ l’opposto di ALTERNATIVE, come MASSA vs NICCHIA
  19. 19. ESERCITAZIONE 3 Sulla base della vostra area di interesse, cercate su una libreria online (Amazon o IBS) 10 contenuti (libri, CD o DVD) di nicchia e 10 mainstream. Postate il tutto, insieme alla spiegazione del procedimento che avete seguito, su www.editoriaomega.blogspot.com
  20. 20. La Long Tail: il caso RhapsodyRhapsody (http://www.rhapsody.com/) offre un serviziodi streaming, basato su abbonamento, con un un’offerta di oltre 1,5 milioni di braniWALMART, la principale catena di supermercati e negozidi musica USA, ha un’offerta di 4500 CD per un totale di 25.000 brani. Il 90% delle loro vendite è ottenuto con soli 200 CD.
  21. 21. La curva delle vendite dei 25.000 brani con più download su Rhapsody: come su Walmart, i volumi più alti sono ottenuti da un ristretto numero di hit…
  22. 22. …ma laddove cessa l’offerta di Walmart, Rhapsody continua a vendere:questa è la curva dalla posizione 25.001 alla 100.000 (scala differente): si tratta mediamente di 250 download al mese per brano. In totale l’area sotto questa curva rappresenta 22 mil di download (25% del business di Rhapsody)
  23. 23. …e questa è la curva dalla posizione 100.000 alla 800.000.In totale l’area sotto questa curva rappresenta 16 mil di download (15% del business di Rhapsody)
  24. 24. Il fatturato aggiuntivo di Rhapsody: l’area in chiaro sotto la curva è relativa a brani non presenti in Wal-Mart
  25. 25. Il fatturato aggiuntivo di Rhapsody: l’area in chiaro sotto la curva è relativa a brani non presenti in Wal-Mart
  26. 26. COSA TROVANO I CONSUMATORI NELLA CODALUNGA DI RHAPSODY?
  27. 27.  Brani “di catalogo” (ovvero non recenti) Brani live “B-sides” Remix Cover CD di importazione Generi di nicchia
  28. 28. LE IMPRESE DI MAGGIOR SUCCESSO SU INTERNET SFRUTTANO LALONG TAIL, CON LA VENDITA DI PRODOTTI NON DISPONIBILI NELMERCATO TRADIZIONALE.
  29. 29. Questa la percentuale del loro fatturato realizzata con prodotti non disponibili offline: Rhapsody: 40% Netflix: 21% Amazon: 25%
  30. 30. ALTRE AZIENDE CHE SFRUTTANO LA LONG TAIL E LE NICCHIE:
  31. 31. Un esempio di Long TailGli studenti del Corso 2009 hanno votato iloro 5 film film preferiti, 5 ruoli maschili preferiti, 5 ruoli femminili preferiti.Ne è uscito un grafico tipico della Long Tail
  32. 32. I 5 film preferiti6543210
  33. 33. Fight Club65 Kill Bill43 Matrix2 Pulp Fiction (1994)10 Arancia Meccanica
  34. 34. 76543210 Migliore ruolo femminile
  35. 35. Uma Thurman (7 Kill Bill nella6 parte di Beatrix Kiddo )5 audrey tatou - il4 favoloso mondo di amelie32 Nicole Kidman (1 Moulin Rouge nella parte di0 Satine ) Migliore ruolo femminile Gwyneth Paltrow in Helen
  36. 36. 76543210 Migliore ruolo maschile
  37. 37. Johnny7 Depp/Jack6 Sparrow5 Edward Norton /4 Fight Club32 Will Smith/La1 ricerca della felicità.0
  38. 38. Imperativi della Long TailA) Avere un vastissimo catalogo di prodottiB) Renderli facilmente ricercabili
  39. 39. ESERCITAZIONE 4 Confrontate le classifiche GENERALI di vendita libri di www.ibuk.it (librerie italiane), www.ibs.it (libreria online), www.bookrepublic.it (e-book) evidenziando le maggiori differenze, cercando se possiibile di evidenziare il fenomento della coda lunga. Considerazioni da postare sul blog www.editoriaomega.blogspot.com

×