Your SlideShare is downloading. ×

Local Mobile Marketing

1,183
views

Published on

Presentazione su "Local Mobile Marketing" tenuta presso la Scuola di Cominicazione IULM (Milano) durante il Master in Social Media Marketing e Web Communication: "La Comunicazione Aziendale nel Web …

Presentazione su "Local Mobile Marketing" tenuta presso la Scuola di Cominicazione IULM (Milano) durante il Master in Social Media Marketing e Web Communication: "La Comunicazione Aziendale nel Web 2.0" (25/03/2011)

Published in: Technology

0 Comments
5 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

No Downloads
Views
Total Views
1,183
On Slideshare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
1
Actions
Shares
0
Downloads
34
Comments
0
Likes
5
Embeds 0
No embeds

Report content
Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
No notes for slide

Transcript

  • 1. local (+) mobile (+)(=) marketing Master in Social Media Marketing e Web Communication Scuola di Comunicazione IULM, 25.03.2011
  • 2. @marcozieroowner of MOCA (@mocainteractive)and mac user with a passional andintense love for food! addicted totattoos. Master in Social Media Marketing e Web Communication Scuola di Comunicazione IULM, 25.03.2011
  • 3. 1. introduzione2. stato dell’arte3. il punto di vista aziendale4. what’s next? Master in Social Media Marketing e Web Communication Scuola di Comunicazione IULM, 25.03.2011
  • 4. 1. introduzionecosa non c’è in questa presentazione:. numeroni! Master in Social Media Marketing e Web Communication Scuola di Comunicazione IULM, 25.03.2011
  • 5. 1. introduzionecosa non c’è in questa presentazione:. numeroni!. best practices Master in Social Media Marketing e Web Communication Scuola di Comunicazione IULM, 25.03.2011
  • 6. 1. introduzionecosa non c’è in questa presentazione:. numeroni!. best practices. case histories (ad eccezione di una :P) (1) di Apple ce n’è una sola (2) non ci sono il budget e la cultura degli US Master in Social Media Marketing e Web Communication Scuola di Comunicazione IULM, 25.03.2011
  • 7. 1. introduzioneMc Donald’s (Milwaukee): foot traffic. flash mob -> swarm badge. +120% presenze giornaliere. +110% incassi giornalieri. +500% menzioni su twitter Master in Social Media Marketing e Web Communication Scuola di Comunicazione IULM, 25.03.2011
  • 8. 1. introduzioneMc Donald’s (Milwaukee): foot traffic. flash mob -> swarm badge. +120% presenze giornaliere. +110% incassi giornalieri. +500% menzioni su Twitter. la vera case history, http://bit.ly/drEbSV Master in Social Media Marketing e Web Communication Scuola di Comunicazione IULM, 25.03.2011
  • 9. 1. introduzione[sembra incredibile ma] le persone lofanno!si muovono/spostano permotivazioni, di primo acchito, anchediscutibili[es. “jump the queue”, US] Master in Social Media Marketing e Web Communication Scuola di Comunicazione IULM, 25.03.2011
  • 10. 1. introduzionecosa c’è in questa presentazione:. idee e spunti (+) Master in Social Media Marketing e Web Communication Scuola di Comunicazione IULM, 25.03.2011
  • 11. 1. introduzionecosa c’è in questa presentazione:. idee e spunti (+). condivisione (+) Master in Social Media Marketing e Web Communication Scuola di Comunicazione IULM, 25.03.2011
  • 12. 1. introduzionecosa c’è in questa presentazione:. idee e spunti (+). condivisione (+). (=) brainstorming (1) è la via più efficace per l’inserimento di certe dinamiche nei singoli contesti aziendali Master in Social Media Marketing e Web Communication Scuola di Comunicazione IULM, 25.03.2011
  • 13. 1. introduzione[big player] foursquare e gowallacosa permettono di fare?. condividere la propria posizione(GPS) connessa ad un luogo fisico (viacheck-in)(+media/tip) e seguire/interagire con gli spostamenti deipropri contatti (non solo del networkdi 4sq/gowalla) Master in Social Media Marketing e Web Communication Scuola di Comunicazione IULM, 25.03.2011
  • 14. 1. introduzione. entrambi sono caratterizzati da leveludiche . gowalla -> raccolta pins/stamps . 4sq -> mayorship/leaderboard Master in Social Media Marketing e Web Communication Scuola di Comunicazione IULM, 25.03.2011
  • 15. 1. introduzione. si tratta di una concreta opportunitàdelle aziende: . 8 milioni di utenti nel mondo . 380 milioni di check-in nel 2010 . crescita 2010: +3400% . -1% delle aziende è presente in questi network (aprile 2010)(fonte: foursquareitalia.org) Master in Social Media Marketing e Web Communication Scuola di Comunicazione IULM, 25.03.2011
  • 16. 1. introduzione. le risorse richieste alle aziende, perpresenziare in questi luoghi virtuali,sono notevolmente minori rispetto aquelle associabili ad ecosistemi comefacebook e twitter Master in Social Media Marketing e Web Communication Scuola di Comunicazione IULM, 25.03.2011
  • 17. 2. stato dell’arte iniziamovimeo.com/2072448 Master in Social Media Marketing e Web Communication Scuola di Comunicazione IULM, 25.03.2011
  • 18. 2. stato dell’arteSWSX, austin, texas9-18 marzo 2011(fonte: infografiche). groupme . foursquare . iPhone. beluga . gowalla . iPad. kik . scvngr . android. fast society . whrrl . blackberry . windows phone Master in Social Media Marketing e Web Communication Scuola di Comunicazione IULM, 25.03.2011
  • 19. 2. stato dell’artenetwork + local + mobile. groupme . foursquare . iPhone. beluga . gowalla . iPad. kik . scvngr . android. fast society . whrrl . blackberry . windows phone Master in Social Media Marketing e Web Communication Scuola di Comunicazione IULM, 25.03.2011
  • 20. 2. stato dell’arte portare lepersone dall’online all’offline via mobile Master in Social Media Marketing e Web Communication Scuola di Comunicazione IULM, 25.03.2011
  • 21. 2. stato dell’arte [massimo esempio] foursquare“explore” Master in Social Media Marketing e Web Communication Scuola di Comunicazione IULM, 25.03.2011
  • 22. 2. stato dell’arte sulla base di (1) dove sei stato (2) dove sono stati i tuoi amici (3) i tuoi luoghi preferiti(4) le categorie dei luoghi che di solito frequenti (5) luoghi popolari al resto dell’utenza (6) luoghi con ottimi consigli (7) giorno/orasuggerisce dove andare! Master in Social Media Marketing e Web Communication Scuola di Comunicazione IULM, 25.03.2011
  • 23. 2. stato dell’arte#1 appgeo -> social#2 app social -> geo Master in Social Media Marketing e Web Communication Scuola di Comunicazione IULM, 25.03.2011
  • 24. 2. stato dell’arte #1 app geo. commenti. media (foto). share Master in Social Media Marketing e Web Communication Scuola di Comunicazione IULM, 25.03.2011
  • 25. 2. stato dell’arte #1 app geo. commenti (+). media (foto) (+). share (+)(=) social! Master in Social Media Marketing e Web Communication Scuola di Comunicazione IULM, 25.03.2011
  • 26. 2. stato dell’arte #2 app social. GPS. venue/spot. share su 4sqMaster in Social Media Marketing e Web CommunicationScuola di Comunicazione IULM, 25.03.2011
  • 27. 2. stato dell’arte #2 app social. GPS (+). venue/spot (+). share su 4sq (+) (=) geo!Master in Social Media Marketing e Web CommunicationScuola di Comunicazione IULM, 25.03.2011
  • 28. 2. stato dell’arte denominatore comune? mobile[e se non lo erano, lo sono diventate (twitter, flickr, facebook)] Master in Social Media Marketing e Web Communication Scuola di Comunicazione IULM, 25.03.2011
  • 29. 2. stato dell’arte è un vero e proprio (trend di) mercato. ma è funzionale (leggasi,comodo) per l’utente? Master in Social Media Marketing e Web Communication Scuola di Comunicazione IULM, 25.03.2011
  • 30. 2. stato dell’artesoundtracking -> per condividere la musicafoodspotting -> per condividere le esperienze culinarie instagram -> per condividere le fotoMaster in Social Media Marketing e Web CommunicationScuola di Comunicazione IULM, 25.03.2011
  • 31. 2. stato dell’arte soundtracking -> per condividere la musica foodspotting -> per condividere le esperienze culinarie instagram -> per condividere le foto Ogni voltaun’app diversa! Master in Social Media Marketing e Web Communication Scuola di Comunicazione IULM, 25.03.2011
  • 32. 2. stato dell’artespesso tuttoconverge su twitter e facebook.può essere una soluzione una sorta di aggregatore? Master in Social Media Marketing e Web Communication Scuola di Comunicazione IULM, 25.03.2011
  • 33. 2. stato dell’arte twitter ha fatto dei passi in questa direzione: . ha migliorato (con la nuova interfaccia) UX circa la fruizione deil’ media (foto, video) Master in Social Media Marketing e Web Communication Scuola di Comunicazione IULM, 25.03.2011
  • 34. 2. stato dell’arte facebook ha fatto dei passianche in questa direzione:. ha integrato la possibilità di effettuare i check-in (facebook places/luoghi) Master in Social Media Marketing e Web Communication Scuola di Comunicazione IULM, 25.03.2011
  • 35. brand? 2. stato dell’arte e ilcrowdsourcing enfatizzato, così come ladifficoltà di “ascolto” della rete :( Master in Social Media Marketing e Web Communication Scuola di Comunicazione IULM, 25.03.2011
  • 36. 2. stato dell’arte mancata opportunità di aggregare tutti questi UGCpreziosi ( ) contenuti in un unico “luogo” Master in Social Media Marketing e Web Communication Scuola di Comunicazione IULM, 25.03.2011
  • 37. 2. stato dell’arte (per arrivare alla fine del ragionamento)vedo nascere ogni giornonuove app che cercano di ricavarsi uno spazio all’interno di una nicchia Master in Social Media Marketing e Web Communication Scuola di Comunicazione IULM, 25.03.2011
  • 38. 2. stato dell’arte. che si migliorano sulla base dei trend di mercato [va bene] Master in Social Media Marketing e Web Communication Scuola di Comunicazione IULM, 25.03.2011
  • 39. 2. stato dell’arte. ma che rischiano di perdere la visione sul loro (presumo io) obiettivo principale [non va bene] Master in Social Media Marketing e Web Communication Scuola di Comunicazione IULM, 25.03.2011
  • 40. 3. il punto di vista aziendale $[modello di business] Master in Social Media Marketing e Web Communication Scuola di Comunicazione IULM, 25.03.2011
  • 41. 3. il punto di vista aziendale [esempio] twitter (video)youtube.com/watch? v=4AN4_N5N52U [21 marzo (2006): buon compleanno!] Master in Social Media Marketing e Web Communication Scuola di Comunicazione IULM, 25.03.2011
  • 42. 3. il punto di vista aziendale twitter $ [esempio]. annunci $ su twitter.com . promoted tweet . pay per tweet . quick dick bar #fail Master in Social Media Marketing e Web Communication Scuola di Comunicazione IULM, 25.03.2011
  • 43. 3. il punto di vista aziendale l’ecosistema è grandeil problema del modello di business non è circoscritto ai soli creatori i profili coinvolti sono almeno cinque: . creatori . sviluppatori . brand . local business . agenzie Master in Social Media Marketing e Web Communication Scuola di Comunicazione IULM, 25.03.2011
  • 44. 3. il punto di vista aziendale[creatori]. adv all’interno dell’app. versioni pro. rivendita dei dati-> soundtracking conosce i nostri gusti musicali e ci può circoscrivere, da unpunto di vista geografico, all’interno di una particolare zona. Perché nonvendere i dati alla Ticketone di turno così da permettere a questo player diinviare delle comunicazioni “super profilate” (ad esempio)? Master in Social Media Marketing e Web Communication Scuola di Comunicazione IULM, 25.03.2011
  • 45. 3. il punto di vista aziendale[sviluppatori]. opportunità nonconsiderate (ancora) daicreatori (via API). farsi comprare! (Tweetie -> Twitter)-> instagram non ha sviluppato l’applicazione per iPad; Infinitapps ha postorimedio sviluppando un’applicazione che risolve proprio questa esigenza:Instagallery (l’app costa 1,59€) Master in Social Media Marketing e Web Communication Scuola di Comunicazione IULM, 25.03.2011
  • 46. 3. il punto di vista aziendale[brand]. brand awareness mediante know howcondivisione di-> la regione Toscana (foursquare.com/visittuscany)notase volete fare domande ora, twittate a @visittuscany, Michela è lì che cilegge :) Master in Social Media Marketing e Web Communication Scuola di Comunicazione IULM, 25.03.2011
  • 47. 3. il punto di vista aziendale[local business]. leve di fidelizzazione(loyalty) “da noi, il Giovedì, il mayor mangia gratis”. incentivo al passaparola(word of mouth) “fai check-in con altri 5amici ed accedi al benefit”. social crm (business dashboard) Master in Social Media Marketing e Web Communication Scuola di Comunicazione IULM, 25.03.2011
  • 48. 3. il punto di vista aziendale[agenzie]problema! anzi, due!c. massa critica [bello, ma poi chi lo usa?]. cultura [interlocutore (è più facile parlare con i brand, adoggi, di queste dinamiche, nonostante il target ideale sia rappresentato dailocal business) e risorse = tempo + budget] Master in Social Media Marketing e Web Communication Scuola di Comunicazione IULM, 25.03.2011
  • 49. 3. il punto di vista aziendale[agenzie -> (1) massa critica]è davvero un peccato :((negli US c’è). [2014, utilizzo] mobilesupererà desktop. 2,7h/gg: socializzazionevia mobile Master in Social Media Marketing e Web Communication Scuola di Comunicazione IULM, 25.03.2011
  • 50. 3. il punto di vista aziendale[agenzie -> (1) massa critica]. [accessi da mobile] il91% è per socializzare. 1/3 degli utentiFacebook lo utilizza viamobile: 200 milioni Master in Social Media Marketing e Web Communication Scuola di Comunicazione IULM, 25.03.2011
  • 51. 3. il punto di vista aziendale[agenzie -> (1) massa critica]. metà degli utentiTwitter lo utilizza viamobile: 90 milioni. view/gg video YouTubeda mobile: 200 milioni Master in Social Media Marketing e Web Communication Scuola di Comunicazione IULM, 25.03.2011
  • 52. 3. il punto di vista aziendale[agenzie -> (1) massa critica]. [donne, 35-54 anni] ilgruppo più attivo circa lasocializzazione viamobile“internet è uomo” Master in Social Media Marketing e Web Communication Scuola di Comunicazione IULM, 25.03.2011
  • 53. 3. il punto di vista aziendale ?[una buona soluzione] Master in Social Media Marketing e Web Communication Scuola di Comunicazione IULM, 25.03.2011
  • 54. 3. il punto di vista aziendalegli eventi Master in Social Media Marketing e Web Communication Scuola di Comunicazione IULM, 25.03.2011
  • 55. 3. il punto di vista aziendale[agenzie -> eventi]. risolvono la questionedella massa critica (tantiutenti in un unico luogo). forniscono “fisicità” albrand (brand awareness) Master in Social Media Marketing e Web Communication Scuola di Comunicazione IULM, 25.03.2011
  • 56. 3. il punto di vista aziendale[agenzie -> eventi]facebook ci dà ragione:(22 marzo 2011)tra breve sarà possibileeffettuare i check-in aglieventi dove si partecipa Master in Social Media Marketing e Web Communication Scuola di Comunicazione IULM, 25.03.2011
  • 57. 3. il punto di vista aziendale[agenzie -> eventi]cosa ne pensa MOCA. ricette. ingredienti. bla bla bla Master in Social Media Marketing e Web Communication Scuola di Comunicazione IULM, 25.03.2011
  • 58. 4. what’s next? è stato, giustamente,messo in discussione il“quando” del check-in. qual è l’utente tipo di 4sq? Master in Social Media Marketing e Web Communication Scuola di Comunicazione IULM, 25.03.2011
  • 59. 4. what’s next? l’opportunità è rappresentata dal“preemptive check-in”: condividere prima le nostre intenzioni Master in Social Media Marketing e Web Communication Scuola di Comunicazione IULM, 25.03.2011
  • 60. 4. what’s next? nascono nuove app enuovi modelli di business Master in Social Media Marketing e Web Communication Scuola di Comunicazione IULM, 25.03.2011
  • 61. 4. what’s next?[preemptive check-in -> app]. ditto (.me). crowdbeacon (.com). imup4 (.com)[video, vimeo.com/20822597] Master in Social Media Marketing e Web Communication Scuola di Comunicazione IULM, 25.03.2011
  • 62. 4. what’s next?[preemptive check-in -> modelli di business]. local Q&A “Does anybody know where to get agood burger?”, “Great burger is here, and we’re running a deal.”. behavioural localadvertising + featuredspot Master in Social Media Marketing e Web Communication Scuola di Comunicazione IULM, 25.03.2011
  • 63. now youknow :)
  • 64. Marco ZieroOwner @ MOCAmarco.ziero@mocainteractive.comtwitter.com/marcozieroMOCA InteractiveStrategie di Marketing Onlinecontact@mocainteractive.com0422.1782307, Trevisotwitter.com/mocainteractive/team