Consigli e best practices SEO e PPC per l'Ecommerce

2,669 views
2,559 views

Published on

Vuoi ricevere i prossimi contenuti e slide? Iscriviti alla newsletter. È gratis. :) bit.ly/mocanewsletter

Slide della presentazione tenuta al workshop sull'ecommerce "Vendere online: cosa, dove, come e perché" organizzato da Digital Accademia (http://www.digitalaccademia.com/); gli altri contributi della giornata di formazione sono stati di Gianluca Diegoli (introduzione), Maria Petrescu (social commerce), Giorgio Soffiato (social CRM), Marco Cilia (digital analytics), Valentino Spataro (aspetti legali)

Published in: Technology

Consigli e best practices SEO e PPC per l'Ecommerce

  1. 1. ecommerce: “vendere online: cosa, dove, come e perché”SEO e PPC per l’ecommerce
  2. 2. ecommerce: “vendere online: cosa, dove, come e perché”. introduzione . SEO . PPC
  3. 3. introduzione. per il 65% degli italiani, i motori sono lo strumento principe per reperire informazioni essenziali in vista dell’acquisto di un prodotto o di un servizio
  4. 4. introduzione. il 90% ricorre ai motoriper trovare informazioni su prodotti/servizi che sta valutando di acquistare
  5. 5. introduzione . l’89% è stato influenzatonell’acquisto da informazioni reperite con i motori
  6. 6. introduzione. http://goo.gl/BJuzk
  7. 7. ecommerce: “vendere online: cosa, dove, come e perché”. introduzione . SEO . PPC
  8. 8. SEO. chiedete al vostro fornitoredi ospitare il sito web presso un server veloce
  9. 9. SEO . se vendete all’estero,“mandate a quel Paese” anche TLD e spazio web :)
  10. 10. SEO . stessa cosa se“semplicemente” il sito è multilingua
  11. 11. SEO . scegliete con cura la gerarchia dei prodotti(pensando non solo a quelli che avete, ma anche a quelli che potreste avere domani)
  12. 12. SEO usabile.it/392009.htmsurl.org/usabilitynews/42/hypertext.asp
  13. 13. SEO. fate in modo che categorie e sottocategorie vengano riproposte nell’URL
  14. 14. SEOsito.it/cat/sub-cat/product sito.it/product (magento)
  15. 15. SEO. pensate ad una soluzione nel caso il prodotto sia temporaneamente non disponibile
  16. 16. SEONO!
  17. 17. SEO. pensate ad una soluzione nel caso il prodotto sia definitivamente non disponibile
  18. 18. SEO
  19. 19. SEO . allineate i contenuti dellascheda prodotto ai markup di schema.org (rich snippet = +CTR)
  20. 20. SEO
  21. 21. SEO . circa che contenuti/ funzionalità mettere nellascheda prodotto, considerateche il *tutto* deve svolgersi in questa pagina
  22. 22. SEO. circa l’ordine di contenuti/funzionalità che popolano la scheda prodotto, tenete a mente la no-scroll area
  23. 23. SEO . non mettete nella schedaprodotto solo la descrizione prodotto ufficiale rilasciata dal produttore (lo fanno tutti!)
  24. 24. SEO. (se il prodotto si presta) utilizzate i video (per presentare/recensire il prodotto)
  25. 25. SEO . date modo ai clienti di aggiungere le lororecensioni (commenti); i contenuti della pagina si aggiornano ed aumentano (google apprezzerà)
  26. 26. SEO . aggiungete i pulsantisocial (like di Facebook, RT di Twitter) alla scheda prodotto (da dic10 google considera questi “segnali” per il posizionamento)
  27. 27. SEO . investite in foto edimmagini (emozionali, dialta qualità)(Google Images genera molto traffico)
  28. 28. SEO. aggiungete collegamenti alle schede prodotto “vicine”([1] rafforza la matrice interna di link; [2] incrementa il valore medio del carrello)
  29. 29. SEO. ponete attenzione ai filtridi visualizzazione: generanocontenuti duplicati (rel=”canonical”)
  30. 30. SEO
  31. 31. SEO . ponete attenzione allapaginazione: 1, 2, 3...10
  32. 32. SEO. se utilizzate le categorie, non utilizzate i tag (Panda is watching you!)
  33. 33. SEO
  34. 34. SEO. linkate dalla homepage i prodotti più venduti (o quelli a marginalità più alta)
  35. 35. SEO . rendete compatibile la fruzione del vostro sito damobile (attenzione: iPhonee iPad sono diversi)(iPad ha più spazio per le foto)
  36. 36. SEO. (se è previsto per il vostro settore merceologico) utilizzate google shopping
  37. 37. SEO. testate form di contatto e processo di check out. continuamente
  38. 38. ecommerce: “vendere online: cosa, dove, come e perché”. introduzione . SEO . PPC
  39. 39. PPC . utilizzate il PPC in modocomplementare al SEO
  40. 40. PPC. non utilizzate solo il PPC
  41. 41. PPC. biddate, comunque, per il vostro brand
  42. 42. PPC
  43. 43. PPC . prevedete una campagnaspecifica per le parole chiave legate al brand
  44. 44. PPC. preparatevi ad ottimizzare la lista delle parole chiave. ogni giorno
  45. 45. PPC. controllate i database di musica, film, libri, ...
  46. 46. PPC. individuate le parole chiave che generano un ROImaggiore ed inseritele in una campagna ad hoc
  47. 47. PPC. utilizzate la dynamic insertion
  48. 48. PPC. corrispondenze generica “a frase” [esatta] -inversa
  49. 49. PPC . corrispondenze generica parola chiave: scarpe tennis[sì]: tennis, scarpe, acquista scarpe tennis,foto scarpa tennis, scarpe corsa, calzature tennis
  50. 50. PPC . corrispondenze “a frase” parola chiave: “scarpe tennis”[sì]: scarpe tennis rosse, acquista scarpe tennis, foto scarpe tennis[no]: scarpe per il tennis, scarpa tennis, calzature tennis
  51. 51. PPC . corrispondenze [esatta] parola chiave: [scarpe tennis] [sì]: scarpe tennis[no]: scarpe tennis rosse, scarpa tennis, acquista scarpe tennis
  52. 52. PPC . corrispondenze -inversa parola chiave: scarpe tennis -usate[sì]: scarpe tennis, acquista scarpe tennis, tennis[no]: scarpe tennis usate, scarpa usata per tennis
  53. 53. PPC. per ogni gruppo di annunci, prevedete più annunci e mandateli in rotazione
  54. 54. PPC. utilizzate il retargeting (non c’è solo google)
  55. 55. PPC
  56. 56. PPC. prevedete delle campagneper dispositivi mobile (il couch commerce esiste)
  57. 57. PPC. utilizzate le estensioni di prodotto per i vostri annunci
  58. 58. PPC
  59. 59. PPC . considerate lemicrostagionalità: non esiste solo il natale (ognisegmento ha le sue)(bambini: fine scuola, estate, rientro scuola, ponti)
  60. 60. PPC. investite tempo e risorse per realizzare la “miglior” landing page
  61. 61. PPC . elementi di una landing page “vincente”: .. velocità di caricamento [anche AdWords vi avvisa] .. copy impeccabile .. catturare l’attenzione .. stimolare il desiderio .. indurre all’azione (pulsanti) .. utilizzo di contenuti media (immagini/video).. non esiste la landing page “perfetta” (test)
  62. 62. PPC . utilizzate A/B test, testmultivariati ed il google website optimizer
  63. 63. ecommerce: “vendere online: cosa, dove, come e perché”now youknow ;)
  64. 64. ecommerce: “vendere online: cosa, dove, come e perché”Marco Ziero @marcoziero

×