Your SlideShare is downloading. ×
L’ acqua il bene più prezioso
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×

Thanks for flagging this SlideShare!

Oops! An error has occurred.

×
Saving this for later? Get the SlideShare app to save on your phone or tablet. Read anywhere, anytime – even offline.
Text the download link to your phone
Standard text messaging rates apply

L’ acqua il bene più prezioso

614

Published on

Un lavoro realizzato dagli alunni della classe 3 media B

Un lavoro realizzato dagli alunni della classe 3 media B

Published in: Education
0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total Views
614
On Slideshare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
0
Actions
Shares
0
Downloads
7
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

Report content
Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
No notes for slide

Transcript

  • 1. L’ acqua 4
  • 2. L’ acqua• Fra tutte le risorse naturali, l’ACQUA è la più importante : senza acqua non c’ è vita.• Fin dall’ antichità, l’ uomo ha riconosciuto nell’ ACQUA una risorsa fondamentale ed insostituibile per lui e per tutti gli organismi viventi .• L’ ACQUA è inoltre stata considerata sia una vera e propria divinità, sia un importante strumento di purificazione . Nella religione cristiana, poi, l’ ACQUA diventa con il battesimo addirittura rigeneratrice operando una vera e propria rinascita dell’ uomo. Questa particolare attenzione nasce dall’ evidenza che la Terra si trova ad incontrare una crisi idrica molto grave .• Numerosi segnali indicano che il problema va facendosi sempre più serio e che la situazione peggiorerà ancora se non verranno intraprese delle importanti azioni correttive. L’ aumento demografico e lo sviluppo economico hanno portato ad un sempre più massiccio consumo d ‘ACQUA .
  • 3. • I consumi civili sono cresciuti in modo costante nei secoli e sono triplicati negli ultimi 50 anni . Nella società di oggi perciò raggiungere una fonte d’acqua è un compito assai semplice e immediato . Nelle nostre città è sufficiente aprire un rubinetto per far scorrere, abbondante, l’acqua pulita pronta per ogni necessità .• In altre parti del mondo la disponibilità d ‘acqua è assai più limitata e il suo approvvigionamento rappresenta un attività insostituibile .• L’ enorme quantità d’ acqua a nostra disposizione e l’ abitudine a servircene senza troppi complimenti ci hanno ormai fatto dimenticare che l’ ACQUA occupa un posto di primissimo piano nella nostra vita .• Nelle nostre città numerosi comfort di cui siamo dotati ci hanno fatto completamente dimenticare come questi privilegi siano acquisizioni molto recenti .• Secondo le stime dell’ organizzazione mondiale della sanità un miliardo e cento milioni di persone non hanno accesso a acqua sicura e due miliardi e quattrocento milioni non dispongono di impianti igienici adeguati. 6
  • 4. 7
  • 5. L’acqua è un composto che ha come formula H2O,cioè è costituita da due atomi di idrogeno e uno di ossigeno. L’acqua è un ottimo solvente e forma numerose soluzioni acquose. Infatti,l’acqua in natura non si trova quasi mai allo stato puro,perché è in grado di sciogliere un gran numero di sostanze (soluti). L’ acqua fisicamente è incomprimibile e quando si solidifica aumenta il proprio.L’acqua ha un suo peso ed esercita quindi una pressione sul fondo e sulle pareti dei recipienti che la contengono : è la pressione idrostatica e dipende dal livello dell’ acqua. Il principio dei vasi comunicanti, secondo la quale l’ acqua, versata in vari recipienti di forma e capacità varie comunicanti tra loro, si distribuisce in modo da raggiungere in tutto lo stesso livello, è una diretta conseguenza della pressione idrostatica. Un caso particolari di vasi comunicanti, formati da tubi via via sempre più stretti con l’ ultimo tubicino, il più stretto, detto capillare, è quello della CAPILLARITÀ: l’ acqua raggiunge livelli più alti man mano che i tubi diventano più stretti; ciò è dovuto alla FORZA DI ADDENZIONE che fa aderire l’ acqua alle pareti dei recipienti. La capillarità è fondamentale per le PIANTE che la sfruttano attraverso le RADICI. L’acqua ,in natura,si può trovare agli stati liquido,solido e gassoso.Allo stato liquido :la troviamo La tendenza dell’ acqua a formare gocce sferiche è legata alla tensione superficiale di tale liquido,dovuta alle forze di coesione che agiscono sulle sue molecole. nei mari,nei fiumi,nei laghi,nella pioggia,nella nebbia e nella rugiada. Allo stato solido:è presente nella neve,nella grandine,nella brina e nel ghiaccio. Allo stato gassoso è il vapore acqueo che si trova nell’atmosfera. Esiste l’acqua contenuta nei reticoli di molti minerali,come il gesso ,che viene detta acqua di cristallizzazione.
  • 6. ACQUA E GUERRE 9
  • 7. 10
  • 8. Com’è possibile che l’acqua appartenga a qualcuno?Essa è intesa come un bene comune,perciò non puòessere posseduta come proprietà privata né vendutacome merce. Non è possibile parlare di scarsità dellerisorse idriche,in quanto vi sono aree scarse e ricche diacqua. Il valore dell’acqua sta conquistando il primoposto accanto al petrolio nel rappresentare una risorsafondamentale a livello universale. Se il greggio è notoda tempo come “oro nero”,l’acqua si sta sempre piùaffermando come “oro blu”. Negli anni a venire essapotrebbe accendere più conflitti politici del petrolio. 11
  • 9. • La principale fonte di vita è sempre più contesa fra gli stati:tutti,infatti,hanno diritto all’acqua,ma questa scarseggia e pochi paesi ne detengono il controllo. Quasi il 40% della popolazione mondiale dipende da sistemi fluviali comuni a due o più paesi,detti fiumi transfrontalieri. Ne esistono circa 261. Le dispute per l’acqua interessano molti altri stati,tra cui:• - India e Bangladesh per il fiume Gange• Siria,Iraq e Turchia per l’Eufrate• Repubblica Ceca e Ungheria per il Danubio• Messico e Stati Uniti per il Colorado 12
  • 10. Kyoto, Shiga e Osaka sono state sedi del 3° Forum Mondiale sull’Acqua tenuto nel marzo 2003.Queste città condividono le risorse idriche del Lago Biwa e la loro collaborazione ha simbolizzato la necessità di cooperare per risolvere i problemi riguardanti l’acqua. 13
  • 11. Il 3° Forum Mondiale sull’ Acqua aveva come scopi principali:• Accrescere l’informazione mondiale sui problemi dell’acqua• Essere aperto a tutti i rappresentanti delle Nazioni del mondo• Assistere i progetti nati dal dibattito e dalle idee espresse nella World Water Vision del 2° Forum Mondiale 14
  • 12. Le Giornate delle Regioni hanno potuto evidenziare i problemi principali inerenti all’acqua. L’OSAKA WATER EXPO, è stato focalizzato sui temi dell’acqua e città, industria, tecnologia e stili di vita.Esso ha presentato anche delle dimostrazioni di forniture idriche e di sistemi di canalizzazione. 15
  • 13. Inoltre, il 3° Forum si è svolto in linea di continuitàcon la Conferenza Internazionale sull’acqua dolce e il Summit sullo Sviluppo Sostenibile. Vi sono state numerose conferenze per sensibilizzare e per incrementare la consapevolezza relativa ai problemi idrici globali. 16
  • 14. L’acqua in Africa 17
  • 15. L’acqua in Africa• L’Africa è il • Per migliorare la territorio più situazione problematico del bisognerebbe trovare mondo. l’acqua per nutrirsi,• La mancanza per l’igiene, per dell’acqua ogni giorno combattere le malattie provoca la morte di un bambino sotto i 5 … anni. 18
  • 16. Cosa causa la mancanza dell’acqua?• L’acqua è un bisogno primario per la vita di tutti i giorni. La poca acqua disponibile in Africa è, per la maggior parte, contaminata e può provocare epidemie pericolose come la malaria, HIV, AIDS.• La mancanza dell’acqua potabile aumenta il tasso di mortalità infantile, il tasso di povertà.• L’acqua potabile influenza anche l’educazione. 19
  • 17. Per migliorare la situazione• Costruzione di pozzi e acquedotti per portare l’acqua ovunque• Incalanare l’acqua per poterla portare ad ogni villaggio ed ogni scuola.• Migliorare l’agricoltura per risolvere i problemi di alimentazione. 20
  • 18. Un esempio emblematico• Allo stato attuale Israele rappresenta un esempio impressionante,quando le aspirazioni e gli stili di vita occidentali si scontrano con le risorse idriche estremamente limitate. Usate per riempire piscine e annaffiare i giardini assecondando i desideri nati nell’ambiente urbano occidentale degli israeliani insediatisi in Medio Oriente,le risorse idriche della regione versano ora in una stato critico . Non è solo lo “stile di vita” degli israeliani a imporre la necessità di consumi imponenti. Soprattutto l’agricoltura industriale estensiva ,che riveste un’importanza notevole 21
  • 19. La Creazione 22
  • 20. La Creazione• In principio• Dio creò il cielo e la Terra.• Il mondo era vuoto e deserto,• le tenebre coprivano gli abissi• e un vento impetuoso soffiava• su tutte le acque …• Dio disse:• “Vi sia una grande volta!• Divida la massa delle acque”.• E così avvenne .• Dio fece una grande volta• e separò le acque di sotto• dalle acque di sopra… 23
  • 21. Dio disse :“Siano raccolte in un sol luogo le acque che sono sotto il cielo e appaia l’ asciutto”. E cosi avvenne. 24
  • 22. Siano raccolte in un sol luogo 25
  • 23. E appaia l’asciutto. 26
  • 24. E così avvenne.• Dio fece una GRANDE volta e separò le acque di sotto• Dalle acque di sopra.• Dio disse :• Siano raccolte in un sol luogo• Le acque che sono sotto il cielo• E appaia l’asciutto .• E così avvenne .• Il diluvio e l’abbassamento delle acque :• Distruzione , morte , purificazione e vita (dalla Genesi) .• Il Signore vide che la malvagità degli uomini era grande sulla terra e che ogni disegno concepito dal loro cuore non era altro che male…• Il Signore disse : Sterminerò dalla terra l’uomo che ho ctreato : con l’uomo anche il bestiame e i rettili e gli uccelli , perché sono pentito di averli fatti.• M Noè trovò grazia agli occhi del Signore .• Il diluvio durò sulla terra quaranta giorni .Dio fece passare un vento sulla terra e le acque si abbassarono . Le acque andarono via ritirandosi dalla terra e calarono dopo centocinquanta giorni. 27
  • 25. L’ acqua nella religione• L’acqua è sempre stata considerata un segno dello spirito di Dio sia nell’antico che nel nuovo testamento.• La si trova pure nel racconto divino per mezzo del diluvio universale come acqua purificatrice mandata da Dio per risistemare le cose del mondo• Il principale significato dell’acqua in tutte le religioni è per purificare 28
  • 26. L’ acqua nella religione ISLAMICA 29
  • 27. Per i musulmani venerdì significa preghiera.La preghiera si tiene a mezzogiorno ed obbligatoria per gli uomini e facoltativa per le donne. Un musulmano può pregare ovunque; a scuola o a lavoro; basta che metta una stuoia pulita a terra dove pregare e occorre che si rivolga in direzione della Mecca. Prima della preghiera è necessario lavarsi con acqua o con terra pulita; così facendo un mussulmano si ripulisce dei peccati. Come dice la tradizione la salāt deve essere recitata in arabo; perché questa è una lingua sacra ed è la lingua con cui è stato rilevato il Sacro Corano La salāt comprende,la testimonianza di fede in Allah e nella missione profetica di Maometto che richiede una benedizione celeste e il perdono. Il rito termina guardandosi a destra e a sinistra e dicendo : “La pace sia su di te e dentro di te “in arabo al fedele che siede a fianco.
  • 28. ( affresco Diluvio Universale della Cappella Sistina).
  • 29. Il Signore vide che nel mondo gli uomini erano sempre più malvagi , Noè invece era un uomo giusto e senza difetti e si comportava come piace a Dio. Dio disse a Noè di voler distruggere gli uomini e la terra a causa della violenza che c’era nel mondo, quindi li comandò di costruire un’arco.All’interno di esso dovevano salire un maschio e una femmina di ogni specie di animale esistente sulla Terra. Quando il Diluvio “inondò” la Terra morirono tutti gli esseri viventi. Dopo centocinquanta giorni le acque incominciarono a calare e l’arco si posò su un monte della catena dell’Ararat. Noè decise di mandare la colomba fuori dall’arco per controllare se le acque erano diminuite veramente. Verso sera la colomba tornò da lui e aveva nel becco un ramoscello di ulivo, Noè capì che le acque si erano ritirate dalla Terra.
  • 30. IL BATTESIMO 34
  • 31. 35
  • 32. Nell’Esodo poi le acquehanno una funzione piùimportante: esse dannoal popolo ebraico lapossibilità di modificarebeneficamente il loroStato; attraversando ilMar Rosso, gli ebreipassano dalla schiavitùdell’Egitto alla libertàdella Terra Promessa; lestesse acquelibereranno poi Israele. 36
  • 33. Il sacramento delBattesimoIl santo Battesimo è il fondamento di tutta lavita cristiana. Nella chiesa cristiana i membrisono battezzati con l’acqua santa per diventarenuove creature e sono liberati dal peccato erigenerati come figli di Dio. Il Battesimo può definirsi ilsacramento della rigenerazione cristianamediante l’acqua e la parola. Per molte culturel’acqua è un simbolo di purificazione. Il Battesimo amministrato nel nomedi Gesù richiede a chi lo riceve la totaleconversione alla mentalità di Cristo.Con il Battesimo il credente rinuncia a tutto
  • 34. Vangelo di Giovanni1 Tre giorni dopo, ci fu uno sposalizio a Cana di Galilea e cera la madre di Gesù.2 Fu invitato alle nozze anche Gesù con i suoi discepoli. 3 Nel frattempo, venuto a mancare il vino, la madre di Gesù gli disse: «Non hanno più vino». 4 E Gesù rispose: «Che ho da fare con te, o donna? Non è ancora giunta la mia ora». 5 La madre dice ai servi: «Fate quello che vi dirà». 6 Vi erano là sei giare di pietra per la
  • 35. purificazione dei Giudei, contenenti ciascuna due o tre barili.7 E Gesù disse loro: «Riempite dacqua le giare» e le riempirono finoallorlo.8 Disse loro di nuovo: «Ora attingete e portatene al maestro ditavola». Ed essi gliene portarono.9 E come ebbe assaggiato lacqua diventata vino, il maestro ditavola, che non sapeva di dove venisse (ma lo sapevano i servi cheavevano attinto lacqua), chiamò lo sposo10 e gli disse: «Tutti servono da principio il vino buono e, quandosono un po brilli, quello meno buono; tu invece hai conservato finoad ora il vino buono».11 Così Gesù diede inizio ai suoi miracoli in Cana di Galilea,manifestò la sua gloria e i suoi discepoli credettero in lui.12 Dopo questo fatto, discese a Cafarnao insieme con sua madre, ifratelli e i suoi discepoli e si fermarono colà solo pochi giorni.
  • 36. 13 Si avvicinava intanto la Pasqua dei Giudei e Gesù salì a Gerusalemme.14 Trovò nel tempio gente che vendeva buoi, pecore e colombe, e icambiavalute seduti al banco.15 Fatta allora una sferza di cordicelle, scacciò tutti fuori del tempio con lepecore e i buoi; gettò a terra il denaro dei cambiavalute e ne rovesciò ibanchi,16 e ai venditori di colombe disse: «Portate via queste cose e non fatedella casa del Padre mio un luogo di mercato».17 I discepoli si ricordarono che sta scritto: Lo zelo per la tua casa midivora.18 Allora i Giudei presero la parola e gli dissero: «Quale segno ci mostriper fare queste cose?».19 Rispose loro Gesù: «Distruggete questo tempio e in tre giorni lo faròrisorgere».20 Gli dissero allora i Giudei: «Questo tempio è stato costruito inquarantasei anni e tu in tre giorni lo farai risorgere?».21 Ma egli parlava del tempio del suo corpo.22 Quando poi fu risuscitato dai morti, i suoi discepoli si ricordarono cheaveva detto questo, e credettero alla Scrittura e alla parola detta da Gesù.
  • 37. 23 Mentre era a Gerusalemme per la Pasqua, durante la festa molti, vedendo isegni che faceva, credettero nel suo nome.24 Gesù però non si confidava con loro, perché conosceva tutti25 e non aveva bisogno che qualcuno gli desse testimonianza su un altro, egliinfatti sapeva quello che cè in ogni uomo.

×