Your SlideShare is downloading. ×
0
Medicina mitocondriale
breve storia
Salvatore di Mauro
Columbia University New York
Serenella Servidei
Università Cattolic...
Salvatore DiMauro
Mitochondrial encephalomyopathies: fifty years on
The Robert Wartenberg Lecture 2013
MITOCHONDRIAL MEDIC...
•I mitocondri sono organuli con un
proprio DNA.
Il DNA mitocondriale è frutto di un
processo di endosimbiosi -> circa 2
bi...
• L’ossidazione fosforilativa
(OXPHOS) è la via metabolica
mitocondriale che converte in
energia, come molecole di
ATP, i ...
1. il sistema più
frequentemente colpito
è il sistema nervoso
periferico (muscolo e
nervo)
2. a seguire il sistema
nervoso...
Mitochondrial art, Odra Noel
Medicina mitocondriale
• era premolecolare (1958–1988),
le malattie mitocondriali erano
classificate sulla base di criteri...
Medicina mitocondriale
• Retinitis pigmentosa, external ophthalmophegia, and complete
heart block: unusual syndrome with h...
Importanza della biospia
muscolare nella diagnosi
RRF intensamente reattive
alle SDH e più spesso
COX-negative (*), ma
anc...
SSRV: Strongly
SDH Reactive
Vessels
piccoli vasi con
accumulo di
mitocondri
estremamente
reattivi all’SDH
angiopatia
mitoc...
mutazioni del
DNAmt (tRNA)
deficit di COX
tessuto-specifico
mio/cardiopatie
infantili
deficit di COX
multisistemico
(s. di...
una biopsia
normale
non esclude
sempre
una malattia
mitocondriale
(esempio le
sindromi
NARP/MILS,
LHON…)
Medicina mitocondriale
• Anni 70 -> la biochimca
• determinazione delle attività enzimatiche sulla
biopsia muscolare e su ...
Medicina mitocondriale
aspetti clinici
• Il termine di “encefalomiopatie mitocondriali” è
introdotto da Shapira 1977 con r...
Nasce la controversia tra “splitter” and
“lumper”
• per gli “splitter”: è razionale identificare
diversi e distinti fenoti...
oH
oL
PH2
16S
rRNA
12S
rRNA
V
L ND6
I
M
ND5
ND4L
ND4
ND3
ND1
ND2
W
COI
COIIICOII
ATPase
8 6
D
K
G
R
H
S
L
Cyt.b
E
P
7S DNA...
Medicina mitocondriale
il DNA mitocondriale
• Nel 1988 è descritta la prima alterazione
patogenetica del DNA mitocondriale...
• KSS
Onset<20 yr
PEO
Pigmentary retinopathy
+heart block
Cerebellar ataxia
CSF protein >100mg/L
• CPEO
Ptosis
Ophthalmopl...
Nel 1988
• Mitochondrial DNA mutation associated with
Leber's hereditary optic neuropathy
Wallace DC et al. Science. 1988 ...
Modified with permission from DiMauro and
Schon,
New England Journal of Medicine
2003;348:2656–2668
Negli anni successivi
...
Le regole della genetica mitocondriale
eredità materna, eteroplasmia/effetto
soglia, segregazione mitotica
spiegano molte ...
Malattie mitocondriali
geneticamente eterogenee
doppio controllo genetico
Il DNA
mitocondriale è
nei mitocondri e
viene tr...
•In 1989 il primo esempio di un gruppo in rapida espansione
con un’alterazione del DNAmt a trasmissione mendeliana
(difett...
PEO con delezioni multiple del DNA
mitocondriale
• In rapida successione sono stati identificati tre
loci genici
• ANT1 (A...
Nel 2001, identificati
i primi due geni
associati a
deplezione: TK2 e
DGUOK (Saada et al.
2001)
COX mitocondri (SDH) in situ
Alterazioni quantitative
(deplezione)
Alterazione qualitative
(delezioni, mutazioni)
deplezio...
• DNA mitocondriale: delezioni multiple,
deplezione, o entrambe
• linkage al cromosoma 22q13.32-qter
(Hirano et al. 1994)
...
Classificazione genetica
delle malattie mitocondriali
Difetti del DNA mitocondriale
A. Riarrangiamenti maggiori sporadici ...
modificata da McFarland et al, Lancet Neurology 2010
mutazioni del
DNAmt
mutazioni nucleari
implicate nei
meccanismi di
re...
Six different modalities
of mendelian
mitochondrial diseases
1, “direct hits”;
2, “indirect hits”;
3, defects of intergeno...
• Malattie mitocondriali “primarie” associate
direttamente o indirettamente a disfunzioni
della catena respiratoria
• Disf...
• approccio integrato ad altissima
tecnologia che studia sequenze di esoma
(whole-exome sequencing, mitoexome
sequencing”)...
• Lo scopo di qualsiasi ricerca translazionale è
prima di tutto disegnare il razionale per
nuove strategie terapeutiche, r...
• Billi Di Mauro conclude la The Robert Wartenberg
Lecture con un tributo al suo mentore:
<Let me conclude with a quote fr...
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×

Sernella Servidei, Salvatore Di Mauro - Convegno Mitocon 2014

857

Published on

IV Convegno Nazionale Mitocon Onlus, Tivoli Terme 23-25 maggio 2014- Serenella Servidei, Università Cattolica Roma - Salvatore Di Mauro, Columbia University, New York

Published in: Health & Medicine
0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total Views
857
On Slideshare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
3
Actions
Shares
0
Downloads
9
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Transcript of "Sernella Servidei, Salvatore Di Mauro - Convegno Mitocon 2014"

  1. 1. Medicina mitocondriale breve storia Salvatore di Mauro Columbia University New York Serenella Servidei Università Cattolica Roma
  2. 2. Salvatore DiMauro Mitochondrial encephalomyopathies: fifty years on The Robert Wartenberg Lecture 2013 MITOCHONDRIAL MEDICINE A history of mitochondrial diseases
  3. 3. •I mitocondri sono organuli con un proprio DNA. Il DNA mitocondriale è frutto di un processo di endosimbiosi -> circa 2 bilioni di anni fa protobatteri aerobi popolarono le cellule eucariotiche primordiali portando il proprio DNA-> le cellule eucariotiche hanno quindi due tipi di DNA. •I mitocondri, e il DNA mitocondriale, hanno quindi perso la propria indipendenza, ma continuano a funzionare sotto il controllo del genoma nucleare della cellulla ospite. •D’altra parte le cellule ospiti hanno delgato una serie di funzioni ai mitocondri: la produzione di energia attraverso la fosforilazione ossidativa, ma anche il controllo di processi catabolici o anabolici e dell’apoptosi I mitocondri sono quindi indispensabili per la vita delle cellule
  4. 4. • L’ossidazione fosforilativa (OXPHOS) è la via metabolica mitocondriale che converte in energia, come molecole di ATP, i substrati generati dalla glicolisi e dalla beta- ossidazione • L’OXPHOS avviene tramite la catena respiratoria, localizzata sulla membrana mitocondriale interna • La catena respiratoria è composta di 5 complessi enzimatici (I -> V) e due carrier di elettroni, il coenzima Q ed il citocromo c • I complessi della catena respiratoria sono formati da multiple subunità codificate da DNA mitocondriale e DNA nucleare, ad eccezione del complesso II interamente codificato dal DNA nucleare
  5. 5. 1. il sistema più frequentemente colpito è il sistema nervoso periferico (muscolo e nervo) 2. a seguire il sistema nervoso centrale 3. e poi… orecchio, apparato endocrino, cuore, occhio, intestino, rene, midollo osseo… Malattie mitocondriali clinicamente eterogenee I mitocondri sono ubiquitari (solo i globuli rossi non hanno mitocondri)
  6. 6. Mitochondrial art, Odra Noel
  7. 7. Medicina mitocondriale • era premolecolare (1958–1988), le malattie mitocondriali erano classificate sulla base di criteri clinici, morfologici (biopsia muscolare) e biochimici • era molecolare
  8. 8. Medicina mitocondriale • Retinitis pigmentosa, external ophthalmophegia, and complete heart block: unusual syndrome with histologic study in one of two cases. KEARNS TP, SAYRE GP AMA Arch Ophthalmol. 1958 Aug;60(2):280-9. • A case of severe hypermetabolism of nonthyroid origin with a defect in the maintenance of mitochondrial respiratory control: a correlated clinical, biochemical, and morphological study LUFT R et al. J Clin Invest. 1962 Sep;41:1776-804 • evidenza morfologica di mitocondri anormali nel muscolo • dimostrazione biochimica del disaccoppiamento della fosforilazione ossidativa nei mitocondri muscolari • correlazione tra biochimica e clinica il difetto molecolare rimane ancora sconosciuto
  9. 9. Importanza della biospia muscolare nella diagnosi RRF intensamente reattive alle SDH e più spesso COX-negative (*), ma anche COX-positive (*) SDH COX Medicina mitocondriale
  10. 10. SSRV: Strongly SDH Reactive Vessels piccoli vasi con accumulo di mitocondri estremamente reattivi all’SDH angiopatia mitocondriale Più frequentemente nella MELAS, ma anche nella MERRF
  11. 11. mutazioni del DNAmt (tRNA) deficit di COX tessuto-specifico mio/cardiopatie infantili deficit di COX multisistemico (s. di Leigh) istoenzimatica per la citocromo c ossidasi
  12. 12. una biopsia normale non esclude sempre una malattia mitocondriale (esempio le sindromi NARP/MILS, LHON…)
  13. 13. Medicina mitocondriale • Anni 70 -> la biochimca • determinazione delle attività enzimatiche sulla biopsia muscolare e su altri tessuti classificazione biochimica (Di Mauro 1985) 1. difetti di trasporto del substrato (es. CPT) 2. difetti di utilizzazione del substrato (es. PDHC) 3. difetti del ciclo di Krebs (es. fumarasi) 4. difetti della catena respiratoria (es. citocromo c ossidasi…) 5. difetti dell’accoppiamento (Luft) (DiMauro et al. 1985)
  14. 14. Medicina mitocondriale aspetti clinici • Il termine di “encefalomiopatie mitocondriali” è introdotto da Shapira 1977 con riferimento al coinvolgimento spesso multisistemico delle malattie legate a difetti della catena respiratoria. • Caratterizzazione di fenotipi clinici identificati da un acronimo  MELAS (mitochondrial encephalomyopathy, lactic acidosis, and stroke-like episodes), Pavlakis et al. 1984  MERRF (myoclonus epilepsy with RRF), Fukuhara et al. 1980  MNGIE (Myo-, neuro-, gastrointestinal encephalopathy), Bardosi et al. 1987
  15. 15. Nasce la controversia tra “splitter” and “lumper” • per gli “splitter”: è razionale identificare diversi e distinti fenotipi clinici • per i “lumper”: le malattie mitocondriali sono un unicum con tante sindromi overlap La storia e la genetica hanno dato parzialmente ragione ad entrambe le posizioni Medicina mitocondriale aspetti clinici
  16. 16. oH oL PH2 16S rRNA 12S rRNA V L ND6 I M ND5 ND4L ND4 ND3 ND1 ND2 W COI COIIICOII ATPase 8 6 D K G R H S L Cyt.b E P 7S DNA T PL S DNAmt Molecola circolare a doppia elica di 16569 bp contenente 37 geni: 13 proteine (subunità dei complessi I, III, IV and V della catena respiratoria), 2RNAr, 22 RNAt •Codice genetico diverso da quello nucleare • Non contiene introni •È soggetto a mutazioni spontanee ad una frequenza maggiore del DNA nucleare •Ha meccanismi di riparazione meno efficienti •È presente in centinaia/migliaia di copie in ciascuna cellula (da 2 a 10 genomi per mitochondrio) •E’ trasmesso con modalità materna non mendelianaNass and Nass 1963 identificano il DNA mitocondriale
  17. 17. Medicina mitocondriale il DNA mitocondriale • Nel 1988 è descritta la prima alterazione patogenetica del DNA mitocondriale •pazienti adulti caratterizzati biochimicamente •fenotipo non definito (lumpers) •dimostrata l’eteroplasmia dell’alterazione mitocondriale
  18. 18. • KSS Onset<20 yr PEO Pigmentary retinopathy +heart block Cerebellar ataxia CSF protein >100mg/L • CPEO Ptosis Ophthalmoplegia Proximal weakness • Pearson syndrome Sideroblastic anemia Exocrine pancreas dysfunction Di Mauro et al. Riarrangiamenti del DNA mitocondriale sono specificamente associati alla PEO/KSS (Zeviani et al. 1988; Moraes et al. 1989)
  19. 19. Nel 1988 • Mitochondrial DNA mutation associated with Leber's hereditary optic neuropathy Wallace DC et al. Science. 1988 Dec 9;242(4884):1427-30. Nel 1990 • Shoffner et al. identificano una mutazione puntiforme nel tRNALys in pazienti con sindrome MERRF (A8344G) • Goto et al. identificano una mutazione puntiforme nel tRNALeu(UUR) in pazienti com MELAS (A3243G) Medicina mitocondriale il DNA mitocondriale
  20. 20. Modified with permission from DiMauro and Schon, New England Journal of Medicine 2003;348:2656–2668 Negli anni successivi numerose nuove mutazioni patogenetiche (>260) La prevalenza complessiva delle malattie legate al DNAmt può essere complessivamente stimata a 1 in 5,000 Almeno 1:200 individui è portatore di una mutazione del DNAmt (Elliott et al. 2008)
  21. 21. Le regole della genetica mitocondriale eredità materna, eteroplasmia/effetto soglia, segregazione mitotica spiegano molte caratteristiche della malattie mitocondriali ma • stessa mutazione diversi fenotipi • stesso fenotipo diverse mutazioni • mal definite sindromi “overlap” • in alcune famiglie segregazione di manifestazioni cliniche identiche in individui diversi • background nucleare • fattori epigenetici • geni “modifier” Medicina mitocondriale il DNA mitocondriale
  22. 22. Malattie mitocondriali geneticamente eterogenee doppio controllo genetico Il DNA mitocondriale è nei mitocondri e viene trasmesso esclusivamente dalla madre trasmissione matrilineare non mendeliana Il DNA nucleare è nel nucleo e viene trasmesso da entrambi i genitori. trasmissione mendeliana: - dominante - recessiva - x-linked
  23. 23. •In 1989 il primo esempio di un gruppo in rapida espansione con un’alterazione del DNAmt a trasmissione mendeliana (difetto della comunicazione intergenomica) Medicina mitocondriale
  24. 24. PEO con delezioni multiple del DNA mitocondriale • In rapida successione sono stati identificati tre loci genici • ANT1 (ADP/ATP translocator – 4q34-35), (Kaukonen et al. 2000) • Twinkle (elicasi mitocondriale - 10q24), (Spelbrink et al. 2001) • POLG (polymerase gamma 15q22.q26), (Van Goethem et al. 2001) Ogni gene puo essere d’altra parte associato a numerose varianti cliniche (PEO AD e AR, miopatia infantile, encefalopatie, mitochondrial spino- cerebellar ataxia-epilepsy syndrome, SANDO, MERRF-like…)
  25. 25. Nel 2001, identificati i primi due geni associati a deplezione: TK2 e DGUOK (Saada et al. 2001)
  26. 26. COX mitocondri (SDH) in situ Alterazioni quantitative (deplezione) Alterazione qualitative (delezioni, mutazioni) deplezione DNAmt MERRF
  27. 27. • DNA mitocondriale: delezioni multiple, deplezione, o entrambe • linkage al cromosoma 22q13.32-qter (Hirano et al. 1994) • Identificazione di mutazioni nel gene della timidina fosforilasi(TYMP) (Nishino et al. 1999) • l’attività catalitica della timidina fosforilasi, implicata nel controllo del pool nucleotidi/nucleosidi, è marcatamente ridotta nei pazienti con MNGIE ed il dosaggio dell’enzima costituisce un importante test diagnostico MNGIE: Mitochondrial NeuroGastroIntestinalEncephalopathy
  28. 28. Classificazione genetica delle malattie mitocondriali Difetti del DNA mitocondriale A. Riarrangiamenti maggiori sporadici (duplicazioni/delezioni) B. Mutazioni puntiformi a trasmissione materna non mendeliana Difetti del DNA nucleare (trasmissione mendeliana) A. Mutazioni di geni che codificano proteine enzimatiche o strutturali B. Difetti delle translocasi mitocondriali C. Difetti di importazione delle proteine mitocondriali Difetti della comunicazione intergenomica A. Delezioni multiple del DNA mitocondriale B. Deplezione del DNA mitocondriale
  29. 29. modificata da McFarland et al, Lancet Neurology 2010 mutazioni del DNAmt mutazioni nucleari implicate nei meccanismi di replicazione e riparazione del DNAmt dominanti recessive mutazioni recessive in geni nucleari di subunità della catena repiratoria, o di proteine essenziali per l’assemblaggio dei complessi enzimatici o del CoQ
  30. 30. Six different modalities of mendelian mitochondrial diseases 1, “direct hits”; 2, “indirect hits”; 3, defects of intergenomic communication resulting in mitochondrial DNA depletion and multiple mitochondrial DNA deletions; 4, defects of mRNA translation; 5, defects of the inner mitochondrial membrane phospholipid milieu; 6, defects of mitochondrial dynamics Di Mauro 2013, Robert Wartenberg Lecture
  31. 31. • Malattie mitocondriali “primarie” associate direttamente o indirettamente a disfunzioni della catena respiratoria • Disfunzione mitocondriale (specialmente difetti del DNAmt maintenance e della dinamica mitocondriale, mitofagia) sempre più implicata nella patogenesi di alcune malattie neurodegenerative • Nuove aree di ricerca su i rapporti tra mitocondri ed altri compartimenti cellulari Medicina mitocondriale
  32. 32. • approccio integrato ad altissima tecnologia che studia sequenze di esoma (whole-exome sequencing, mitoexome sequencing”) NGS, target resequencing, e profili di proteine, metaboliti, trascritti, … collegati ad un difetto genico, offrendo • la possibilità di identificare nuovi geni malattia e/o biomolecole • una visione globale delle vie metaboliche e delle biomolecole che sono indirettamente o direttamente coinvolte nella malattia Medicina mitocondriale presente/futuro: -omica (-omics)
  33. 33. • Lo scopo di qualsiasi ricerca translazionale è prima di tutto disegnare il razionale per nuove strategie terapeutiche, razionale ancora tutto da costruire per le malattie mitocondriali • In conclusion, the mitochondrial medicine has had a brief and intense history, but the best (including effective therapy) is yet to come (Billi Di Mauro) Medicina mitocondriale
  34. 34. • Billi Di Mauro conclude la The Robert Wartenberg Lecture con un tributo al suo mentore: <Let me conclude with a quote from C. Miller Fisher: “If there were a dictum, it would be that it is all a matter of being in the right place at the right time, with the right mentor.” I owe my interest in mitochondrial diseases—indeed my whole academic career—to my Mentor Lewis P. Rowland> • Noi, siamo tanti qui e non per caso, condividiamo con gratitudine un unico maestro, Billi Di Mauro, che ha creato e portato avanti con passione ed entusiasmo la Medicina Mitocondriale. Medicina mitocondriale
  1. A particular slide catching your eye?

    Clipping is a handy way to collect important slides you want to go back to later.

×