• Like
  • Save
Promossi dall'Università alle Elementari
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×
 

Promossi dall'Università alle Elementari

on

  • 685 views

 

Statistics

Views

Total Views
685
Views on SlideShare
684
Embed Views
1

Actions

Likes
0
Downloads
2
Comments
0

1 Embed 1

https://www.linkedin.com 1

Accessibility

Categories

Upload Details

Uploaded via as Adobe PDF

Usage Rights

© All Rights Reserved

Report content

Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
  • Full Name Full Name Comment goes here.
    Are you sure you want to
    Your message goes here
    Processing…
Post Comment
Edit your comment

    Promossi dall'Università alle Elementari Promossi dall'Università alle Elementari Presentation Transcript

    • Promossi dall’Università alle Elementari Bologna, 11 marzo 2011
    • Summary• Questo intervento presenta un’esperienza di trashware• Sono coinvolti: – Polo Scientifico Didattico di Cesena - Università di Bologna – Associazione Studentesca S.P.R.I.Te. – Comune di Cesena – Gruppo Hera
    • All’inizio fu il Riuso• Riuso: – attività facoltativa svolta nellambito dell’insegnamento di Sistemi Operativi della Prof.ssa Paola Salomoni, Corso di Laurea in Scienze e Tecnologie Informatiche (Università di Bologna, Polo di Cesena) – Obiettivo: recuperare parte dei PC obsoleti e dimessi dal Corso di Laurea per consentirne il riuso in altri contesti (Scuole Primarie)
    • Il Riuso operativamenteGli studenti:• smontano le macchine• recuperano parti funzionanti (motherboard, scheda grafica, memoria, disco fisso, ecc.)• riassemblano nuove macchine funzionanti• installano sistema operativo open source
    • Il Riuso operativamenteGli studenti:• smontano le macchine• recuperano parti funzionanti (motherboard, scheda grafica, memoria, disco fisso, ecc.)• riassemblano nuove macchine funzionanti• installano sistema operativo open source
    • Il Riuso operativamenteGli studenti:• smontano le macchine• recuperano parti funzionanti (motherboard, scheda grafica, memoria, disco fisso, ecc.)• riassemblano nuove macchine funzionanti• installano sistema operativo open source
    • Il Riuso operativamenteGli studenti:• smontano le macchine• recuperano parti funzionanti (motherboard, scheda grafica, memoria, disco fisso, ecc.)• riassemblano nuove macchine funzionanti• installano sistema operativo open source
    • Impatti positivi del Riuso• Didattico. Gli studenti apprendono abilità pratiche non oggetto dei corsi• Economico: – il progetto è svolto senza alcun costo – rende riutilizzabili beni dell’Università re-immettendoli in altra Amministrazione (Scuole Primarie)• Ambientale. I computer destinati ad essere smaltiti come rifiuti tecnologici sono riutilizzati in modo attivo• Culturale. Il progetto diffonde: – la cultura del riutilizzo delle tecnologie obsolete – l’uso di tecnologie open source e la cultura del software libero
    • I numeri del Riuso• 3 edizioni (dal 2008 ad oggi)• 89 studenti coinvolti• 8 docenti, tutor e tecnici coinvolti• circa 240 PC destinati allo smaltimento• 151 PC funzionanti (donati a scuole primarie dei Circoli Didattici di Cesena) http://riuso.csr.unibo.it/
    • • Il progetto Trashware, realizzato dall’Associazione Studentesca S.P.R.I.Te., nasce il 28 dicembre 2010 in convenzione con: – Polo scientifico-didattico di Cesena – Comune di Cesena – Hera s.p.a.
    • • Verifica dei requisiti di sistema• Verifica e riparazione hardware• Cancellazione sicura dei dati• Installazione sistema operativo Ubuntu• Consegna gratuita dei PC ai richiedenti• Momenti di formazione per i principianti
    • • I computer ricondizionati verranno donati a: – Scuole – Associazioni – Cooperative – Privati residenti nel comune di Cesena (con la supervisione dei Servizi Sociali del Comune)
    • • Vantaggi del progetto Trashware: – Rispettare l’ambiente: computer che possono ancora funzionare non vengono smaltiti, ma resi nuovamente attivi – Aiutare chi è in difficoltà: attrezzatura informatica di base è offerta gratuitamente – Diffondere la cultura del software libero e delle tecnologie open source – Valorizzare le capacità tecniche, formative e organizzative degli studenti universitari
    • • A due mesi dallo startup: – 300 contatti ricevuti tra aziende e privati – 80 richieste di PC da scuole e privati• Contribuiscono al progetto donando PC: – Polo scientifico-didattico di Cesena – Comune di Cesena – Hera s.p.a. – Banca di Cesena – Confcommercio – CNA
    • Contribuire al progetto Se vuoi informazioni sul progetto o seiinteressato a contribuire ad esso visita il sito Internet o contattaci E-mail: info@trashwarecesena.it Tel. 345 2374555
    • Silvia Mirri Dipartimento di Scienze dell’Informazione – Università di Bologna silvia.mirri@unibo.it Luca Lo Iacono Associazione Studentesca S.P.R.I.Te.Corso di Laurea in Scienze e Tecnologie Informatiche – Università di Bologna luca.loiacono@studio.unibo.it www.unibo.it