• Share
  • Email
  • Embed
  • Like
  • Save
  • Private Content
La ricerca del lavoro e la competenza digitale: il progetto europeo PROGRESS Job Tribu
 

La ricerca del lavoro e la competenza digitale: il progetto europeo PROGRESS Job Tribu

on

  • 524 views

Nel 2011 la Provincia di Siena ha promosso e sostenuto il progetto europeo “JOBTRIBU - nuove tecnologie per l'orientamento e la mobilità professionale”, ottenendo un finanziamento dalla ...

Nel 2011 la Provincia di Siena ha promosso e sostenuto il progetto europeo “JOBTRIBU - nuove tecnologie per l'orientamento e la mobilità professionale”, ottenendo un finanziamento dalla Commissione Europea attraverso il programma Progress. L’obiettivo principale è stato quello di esplorare e condividere le opportunità offerte dalle nuove tecnologie e in particolar modo dagli strumenti Web 2.0 e dai social networks, per avvicinare i tradizionali servizi di informazione, di orientamento e di accompagnamento al lavoro alle fasce di utenza più giovani, per favorire la transizione tra scuola e lavoro, per aprire e creare nuove opportunità di conoscenza, di networking professionale e di mobilità internazionale e agevolare l’inserimento in un mercato del lavoro sempre più complesso e sempre più “globale”.

Molte azioni offerte dai servizi pubblici per il lavoro possono oggi essere migliorate e rese più efficienti con gli strumenti tecnologici: negli ultimi anni le ICT e in particolare la rivoluzione del Web 2.0 hanno reso disponibili immense risorse informative e teoricamente illimitate possibilità di comunicare e interagire in dimensione planetaria, a costi molto bassi, e il loro uso si è diffuso in maniera esponenziale, soprattutto tra le giovani generazioni, definite “digital natives”.
Nonostante la loro diffusione, in Europa l’applicazione pratica delle ICT all’interno dei Servizi Pubblici per l'Impiego, laddove presente, è ancora relativamente bassa. Sono infatti necessari da un lato, il ripensamento di alcuni modelli organizzativi per l’erogazione dei servizi, dall’altro l’acquisizione di modalità adeguate e conoscenze tecnologiche specifiche.

Sono diverse le azioni sperimentate: dall’utilizzo di Twitter, Facebook e altri strumenti di blogging per l’informazione orientativa, alla consulenza di orientamento a distanza attraverso Skype e OpenMeetings, al Video-curriculum, ai Webinars per la ricerca attiva del lavoro, alla creazione di E-Portfolio, di pagine web personali e piani di carriera on line con il software Mahara. Ognuno di questi strumenti è stato pensato e sviluppato attraverso software open-source, integrati e resi accessibili tramite una piattaforma moodle, l’infrastruttura tecnologica del progetto, disponibile sul portale www.jobtribu.eu

Statistics

Views

Total Views
524
Views on SlideShare
524
Embed Views
0

Actions

Likes
0
Downloads
2
Comments
0

0 Embeds 0

No embeds

Accessibility

Categories

Upload Details

Uploaded via as Adobe PDF

Usage Rights

© All Rights Reserved

Report content

Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
  • Full Name Full Name Comment goes here.
    Are you sure you want to
    Your message goes here
    Processing…
Post Comment
Edit your comment

    La ricerca del lavoro e la competenza digitale: il progetto europeo PROGRESS Job Tribu La ricerca del lavoro e la competenza digitale: il progetto europeo PROGRESS Job Tribu Presentation Transcript

    • WORKSHOP Pane e Internet – Lavoro I cittadini in cerca di lavoro e le competenze digitali: quali azioni attività e strumenti La ricerca del lavoro e la competenza digitale: il progetto europeo PROGRESS Job Tribu
    • La partnership • Provincia di Siena - www.impiego.provincia.siena.it Capofila • Centro Studi Pluriversum - www.pluriversum.eu IT – Impresa privata con esperienza nell’ambito dell’orientamento e dei servizi per l’impiego • CASCAiD Ltd - www.cascaid.co.uk UK – Impresa della Loughborough University , produttore di sw per l’orientamento • DEP Institut - www.dep.net ES – Organizzazione specializzata in ricerche sociologiche nel settore Education • Institute of Educational Sciences - www.ise.ro RO – Ente di ricerca nazionale coordinato dal Ministero dell’Educazione • ibw - www.ibw.at AT – Ente di ricerca e sviluppo in ambito education, imprese e qualificazioni della Camera di Commercio Austriaca
    • Il progetto: idea e azioni chiave Finanziamento • Progress Programme 2007-2013 • Progetti Innovativi volti a supportare la mobilità professionale nell’Unione Europea Idea • Lo sviluppo delle ICT offre nuovi modi e stili comunicativi volti ad aprire nuove dimensioni di partecipazione al mercato del lavoro europeo per i giovani • Il sistema pubblico per l’impiego deve essere coinvolto in questo cambiamento al fine di creare e promuovere strumenti efficienti e networks a livello locale, nazionale ed europeo Azioni chiave • Sviluppare e testare azioni e strumenti per l’orientamento e il career counseling • Usare le ICT e le nuove possibilità offerte dal Web 2.0 nell’ambito dei servizi per l’impiego rivolti ai giovani • Facilitare l’accesso al mercato del lavoro e le opportunità di mobilità
    • Il progetto: contesto e strategie Contesto • In tutto il mondo assistiamo ad una continua crescita nei servizi ICT e negli ultimi 5 anni il numero di coloro che usano internet è raddoppiato • I social networks e gli strumenti ICT in genere sono largamente usati dai giovani e dai teenagers, ossia coloro che possiamo definire “digital natives” Strategie • Le ICT stanno diventando strategiche nei servizi per l’impiego e l’orientamento, forniscono un’ampia serie di strumenti gratuiti per la comunicazione, l’educazione e lo scambio di informazioni • L’orientamento professionale all’interno dei servizi pubblici per l’impiego è uno degli asset più importanti al fine di creare un sistema di Lifelong Learning accessibile e efficiente e promuovere efficacemente la Strategia Europea per l’Occupazione • Ad oggi in molti Paesi europei, all’interno dei servizi pubblici per l’impiego, l’offerta complessiva di servizi bassati su ICT è ancora scarsa, laddove presente, così come l’aggiornamento degli operatori su questi strumenti
    • Il progetto: fasi, azioni e sviluppo •Ricerca sulle buone pratiche europee ICT in PES • Workshop internazionale sulle ICT per PES e Focus Groups •Sviluppo del modello di aggiornamento degli operatori, piattaforma Elearning, Portale JT Fase 1 Preparazione e Management Fase 4 Disseminazione •JT Handbook •Piano di trasferimento dei risultati •Meeting nazionali •Evento Finale Fase 2 Sviluppo dei modelli e degli strumenti Fase 3 Progetti pilota nazionali •Organizzazione azioni formative operatori •Sperimentazione azioni nei PES • Revisione del modello
    • La ricerca: Good practices in use of ICT for guidance and counselling 20 Buone Pratiche da tutta Europa
    • Il modello di aggiornamento degli operatori: International Workshop ICT and Career Guidance Vienna (Austria) – 13/14 December 2011 Sono state realizzate Sessioni per: • • • • Definire le priorità Migliorare la conoscenza degli strumenti ICT Migliorare le competenze ICT Valorizzare le risorse ICT Focus groups per: • • • • Analizzare i fabbisogni Analizzare le competenze necessarie Definire le pilot actions nazionali Definire l’aggiornamento per gli operatori
    • Le azioni pilota realizzate
    • Le azioni pilota: obiettivi, azioni e strumenti Obiettivi: Comunicare, Condividere, Cooperare, Fare rete, Auto-valutazione, Autopresentazione, Creare contenuti, Apprendere Azioni: job search tecniques webinars, video CV, distance counselling, self-advising online, information online, e-portfolio, career plan online, personal branding online, computer-assisted matching Strumenti: Moodle – OpenMeetings, Online video database, Skype, Facebook, Blogs and wikis, Twitter, Gran Recorrido, Bic.at, Mahara, Adult Directions, Sorprendo
    • La sperimentazione senese: i Webseminars Lo strumento: OpenMeetings • Software open source, integrato con la piattaforma MOODLE ha consentito di sperimentare uno strumento facile da usare, dai costi praticamente nulli (richiede solo un dominio, spazio disponibile su server e circa 20 ore di lavoro dello staff IT), con tecnologia opensource e alti livelli di protezione per i contenuti e per i dati personali dei partecipanti
    • La sperimentazione senese: i Webseminars I webseminars hanno coinvolto giovani di età compresa tra i 16 e i 30 anni e sono stati finalizzati allo sviluppo di competenze per la ricerca attiva di lavoro E’ stata effettuata una fase di test in setting controllato e guidato: i partecipanti hanno seguito i webseminar da uffici collocati sul territorio (altri CPI, scuole, Poli di Formazione a distanza, Agenzie Formative, etc.) con il supporto di un tutor o di un orientatore
    • La sperimentazione senese: lesson learned Vantaggi • • Costi ridotti • Maggiori possibilità pubblico più vasto • Superamento di criticità nella fruizione dei servizi dovute a fattori geografici • • Svantaggi di raggiungere un Facilità di registrazione dell’attività e di postare il webseminar su un sito internet con un breve video introduttivo dei contenuti Richiede una fase di testing piuttosto lunga al fine di creare un sistema standardizzato • Fino a che lo staff coinvolto non acquisisce un buon livello di competenze su tecnologie e etica nell’uso di strumenti ICT, è necessario prevedere un certo numero di ore (10-20) di training preparatorio • I partecipanti necessitano di essere supportati prima e dopo il web seminar sia sulle procedure che sui contenuti, attraverso email, sito web, social networks, etc • Necessità di una buona connessione internet e di alcuni strumenti e software di base (almeno un pc con una buona scheda audio/video, webcam, cuffie con microfono • Tutti i materiali dei workshop e dei seminari esistenti necessitano di un adattamento e di una revisione Opportunità di innalzare gli standard dei seminari/workshop che i CPI già offrono
    • Il manuale per gli operatori: New technologies for career guidance and mobility • E’ rivolto a coloro che operano nell’ambito dei servizi di orientamento e per l’impiego e ai decision makers pubblici • Una guida operativa e metodologica per integrare al meglio le risorse tecnologiche ad oggi disponibili, con i principali servizi per supportare gli utenti nelle loro scelte professionali e formative
    • Jobtribu: dove trovarci www.jobtribu.eu Twitter - @JobTribuProject Facebook - JobTribu.eu
    • Grazie per l’attenzione!
    • Miriana Bucalossi Responsabile PO Politiche Formative e Progetti Europei Provincia di Siena Settore Formazione, Lavoro, Sviluppo Economico e Turismo Tel. 0577/241575 bucalossi@provincia.siena.it Skype: miriana.bucalossi