Your SlideShare is downloading. ×
Interrog ministro interno sportello unico
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×

Thanks for flagging this SlideShare!

Oops! An error has occurred.

×
Saving this for later? Get the SlideShare app to save on your phone or tablet. Read anywhere, anytime – even offline.
Text the download link to your phone
Standard text messaging rates apply

Interrog ministro interno sportello unico

113

Published on

0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total Views
113
On Slideshare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
1
Actions
Shares
0
Downloads
0
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

Report content
Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
No notes for slide

Transcript

  • 1. Roma 03/07/2013 INTERROGAZIONE A RISPOSTA URGENTE Al Sig. Ministro dell’Interno on. Angelino ALFANO Premesso che: - la situazione allo Sportello unico immigrati di via Lupi di Toscana di Brescia, sportello diretto dalla Prefettura, con la collaborazione della Direzione Provinciale del Lavoro e della Questura, è sempre stata precaria; - il suddetto Sportello unico immigrati presenta una logistica molto carente ed un organico insufficiente (cui si sopperisce con personale di sostegno da parte del Comune di Brescia, della Provincia), organico quasi tutto con contratti a termine; - da una decina di giorni un’ indagine della Procura di Brescia investe 130 persone che a vario titolo hanno operato nell’ufficio, configurando a loro carico reati di associazione per truffa e per irregolarità nella gestione delle pratiche di sanatorie e di flussi di ingresso; - detta situazione ha provocato una vera destabilizzazione dell’ambiente; - la situazione aumenta il rischio di allungare oltre misura i tempi, già intollerabili, dello smaltimento delle pratiche e provocare ulteriori gravi disagi agli utenti (che per accedere al servizio hanno bisogno di permessi dal lavoro), creando caos e tensione; - da sempre, di fronte alla gravità dei problemi, le associazioni degli immigrati si sono rese disponibili alla collaborazione volontaria per “regolare il traffico”, fare da filtro, dare informazioni; - detta disponibilità, più volte manifestata ed inoltrata, non è stata mai accolta; - proprio da situazioni come queste scaturiscono tensioni pericolose come quelle che tempo fa sono sfociate in episodi estremi (ultimo fatto di cronaca la vicenda che ha visto protagoniste alcune persone arrampicate pericolosamente su una gru di via San Faustino); - almeno ogni quindici giorni in città si svolgono proteste che richiedono la soluzione di sanatorie di anni fa e un’accoglienza decente per la popolazione immigrata; - nella Provincia sono 175.000 i migranti regolari su una popolazione di 1.200.000, in città sono 38.000 su 183.000 residenti; Tutto ciò premesso I sottoscritti interrogano per sapere se il Sig. Ministro: - è al corrente della situazione; - quali iniziative intenda promuovere al fine di adeguare l’organico in modo che la situazione venga al più presto sbloccata; - intenda fornire un sostegno logistico che regoli gli accessi rispettando le persone e consentendo un normale colloquio agli sportelli; - intenda rivedere l'attuale classificazione della Questura, palesemente inadeguata, dotata di organici deficitari rispetto ai doveri, non solo di sicurezza, ma anche di rispetto dei diritti. Firmato: On. Miriam Cominelli On. Alfredo Bazoli On. Marina Berlinghieri 1

×