I principi nutritivi

4,313 views

Published on

0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total views
4,313
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
4
Actions
Shares
0
Downloads
108
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

I principi nutritivi

  1. 1. I principi nutritivi
  2. 2. I principi nutritivi Il nostro organismo per le svolgere le sue funzioni ha costantemente bisogno di energia e di particolari sostanze, che spesso si trovano all'interno del nostro organismo ma che in certi casi si assicura attraverso l'alimentazione. Queste sostanze le ricava digerendo gli alimenti in particelle più piccole e ottenendo così i principi alimentari o nutritivi: lipidi o grassi carboidrati acqua proteine vitamine sali minerali
  3. 3. Le funzioni dei principi nutrivi Questi svolgono funzioni differenti in base alle quali vengono suddivisi in tre categorie: ● ● ● PRINCIPI NUTRITIVI PLASTICI: l'organismo gli utilizza come "materiale da costruzione". E' grazie ad essi che cresce e sostituisce le parti logore o danneggiate. PRINCIPI NUTRITIVI ENERGETICI: sono il "carburante" che all'interno delle nostre cellule viene "bruciato", cioè fatto reagire, con l'ossigeno. Otteniamo così l'energia necessaria per svolgere tutte le funzioni dell'organismo. PRINCIPI NUTRITIVI BIOREGOLATORI: proteggono l'organismo controllando e regolando le sue funzioni biologiche. Ogni principio nutritivo, oltre a svolgere la propria funzione specifica, contribuisce anche allo svolgimento di altre funzioni: i lipidi svolgono
  4. 4. I sali minerali I sali minerali sono sostanze inorganiche presenti nel nostro corpo sia allo stato solido sia in soluzione nell'acqua. Si trovano in tutti gli alimenti e sono importanti per la funzione regolatrice che svolgono nel nostro organismo. Il calcio, contenuto nei latticini, è l'unico sale minerale che ha funzione plastica: è necessario per la ricostruzione delle ossa. I principali sali minerali Elemento minerale Dove si trova Calcio (Ca) Latte, formaggio, ortaggi a foglia verde, mandorle Fosforo (P) A che cosa serve La sua mancanza provoca - Formazione delle ossa - Arresto della crescita e dei denti - Rachitismo -coagulazione del - Osteoporosi sangue - Convulsioni - regola il ritmo cardiaco - Tetania dei muscoli e il metabolismo minerale Latte, pollame, - Formazione delle ossa -Debolezza pesce, carne, e dei denti -Demineralizzazione delle formaggio, noci, -coagulazione del ossa mandorle, nocciole, sangue cereali, legumi - regola il ritmo cardiaco e il metabolismo minerale
  5. 5. I principali sali minerali Elemento minerale Dove si trova A che cosa serve La sua mancanza provoca Iodio (I) Pesci marini, -Indispensabile per il -Gozzo (ingrossamento molluschi e crostacei, normale funzionamento della tiroide) acqua e sale iodati della tiroide -cretinismo (se si verifica nella prima infanzia) Sodio (Na) Sale da cucina, pesci -Regola il bilancio idrico -Crampi muscolari marini, prodotti dell’organismo e il ritmo -Apatia mentale animali in genere cardiaco -Riduzione dell’appetito Potassio (K) Fluoro (F) Ferro (Fe) Cereali, ortaggi e frutta, legumi, carne -Costituente di tutte le cellule -Regolatore della pressione osmotica all’interno delle cellule -Debolezza muscolare -Paralisi Acqua, te, caffè, riso, -Protezione dei denti pesce e frutti di mare dalle carie -Calcificazione delle ossa -Carie dentaria Fegato, carne, legumi, cereali integrali, ortaggi a foglia verde, frutta secca -Anemia da carenza di ferro (debolezza, minore resistenza alle infezioni) -Costituente dell’emoglobina, indispensabile per la sua funzione di trasportare ossigeno
  6. 6. LE VITAMINE Le vitamine sono composti organici presenti negli alimenti in piccole quantità. Sono abbondanti soprattutto nella frutta e nella verdura ma sono presenti anche in quelli di origine animale. Alcune vengono sintetizzate direttamente dall’organismo, altre devono essere assunte attraverso l’alimentazione. Però, durante la cottura dei cibi, vengono in gran parte distrutte. Rispetto ai grassi, ai carboidrati e alle proteine, sali minerali e vitamine devono essere assunte in piccole quantità, ma non devono mai mancare. Esse proteggono l’organismo dalle malattie, sono necessarie per il metabolismo e in alcuni casi servono per far funzionare gli enzimi. Si distinguono in vitamine idrosolubili (che si sciolgono nell’acqua) e in vitamine liposolubili (che si sciolgono nei grassi).
  7. 7. VITAMINE IDROSOLUBILI Vitamina Dove si trova A che cosa serve Fegato, latte e -Per la vista A retinolo derivati, burro, uova, -protegge la pelle e le mucose provitamina: verdura, ortaggi e frutta di colore carotene arancio, mirtilli La sua mancanza provoca -Disturbi della visione di sera e di notte -degenerazione della cornea -malattie della pelle Fegato, latte, uova e -Regola la deposizione -Fragilità delle ossa D pesce dei Sali minerali nelle -debolezza Calciferolo ossa e nei denti -rachitismo Le vitamine A e D si trovano negli alimenti sotto forma di provitamine, che vendono trasformate in vitamina nell’organismo. E Tocoferolo Oli vegetali, cereali -Protegge le membrane -Sterilità integrali, burro, uova, cellulari -Disfunzioni cardiache latte -regola la fertilità K Spinaci, cavolo, -Regola la coagulazione -Emorragie Menadione cavolfiore, pomodori, del sangue oli vegetali
  8. 8. Vitamine B1 Tiamina B2 Riboflavina B6 Piridossina VITAMINE IDROSOLUBILI Dove si trova Carne, pesce, lievito, latte, cereali integrali, legumi Uova, formaggi, carne, uova, pesce A che cosa serve La sua mancanza provoca -Regola le funzioni nervose e la crescita - Beri-beri (malattia che provoca lesioni al cuore e ai vasi sanguigni e anche paralisi) -Regola la respirazione -Disturbi della pelle e della vista cellulare Cereali integrali, carne, -Regola le funzioni uova, pesce cellulari Carne, pesce, formaggi, -Regola la formazione B12 uova dei globuli rossi del Cianocobalasangue - Alterazioni del sistema nervoso -Anemia (scarsità di globuli rossi) mina C Acido ascorbico PP (Pellagra preventing) Agrumi, kiwi, fragole, -Regola la formazione ribes, pomodori, cavolo, dei tessuti connettivi patate -difende dalle infezioni -Fragilità dei capillari sanguigni -debolezza -scorbuto (malattia che si manifesta con emorragie alle gengive, caduta dei capelli) Lievito, grano, carne, fegato, legumi -Pellagra (si manifesta con disturbi della digestione, malattie della pelle e del sistema nervoso) -Regola le funzioni cellulari
  9. 9. LA CLASSIFICAZIONE DEGLI ALIMENTI  Anche gli alimenti, in base al principio nutritivo che contengono in prevalenza, vengono suddivisi in tre gruppi:   1. Alimenti plastici, ricchi di proteine. Si dividono in: -latte e derivati -carne, pesce e uova -legumi  2. Alimenti energetici, ricchi di grassi e carboidrati. Si dividono in: -carboidrati: cereali, zuccheri e derivati -grassi animali e vegetali  3. Alimenti bioregolatori, ricchi di vitamine e sali minerali. Si dividono in: -ortaggi e frutta giallo-verdi -ortaggi e frutta aciduli
  10. 10. La suddivisione degli alimenti non è netta perché uno stesso alimento può contenere diversi principi nutritivi ed essere quindi contemporaneamente plastico ed energetico o bioregolatore. Tutti i principi nutritivi sono indispensabili per il nostro organismo. Perciò una sana alimentazione deve assicurare il giusto apporto di alimenti plastici, energetici e bioregolatori. Questo "giusto apporto" è detto fabbisogno alimentare. Dipende dalla massa corporea, dall'età (nei giovani è maggiore che negli anziani), dal sesso (nei maschi è maggiore che nelle femmine), dal tipo di attività che si svolge nella maggior parte della giornata, dalla presenza di particolari condizioni (gravidanza, allattamento, malattie ecc.). Esistono tre tipi di fabbisogno alimentare: -il FABBISOGNO PROTEICO -il FABBISOGNO ENERGETICO -il FABBISOGNO DI NATURA BIOREGOLATRICE  
  11. 11. LA SUDDIVISIONE DEGLI ALIMENTI In base ai principi nutritivi che contengono
  12. 12. IL FABBISOGNO ALIMENTARE ● ● ● il FABBISOGNO PROTEICO è la quantità di proteine di cui il nostro organismo ha bisogno giornalmente. Varia a seconda dell'età: negli adulti è di circa 1 g per ogni chilogrammo di peso corporeo, negli adolescenti circa 1,5-2 g per ogni chilogrammo di peso corporeo e nei bambini, che essendo in fase di sviluppo hanno bisogno di molti alimenti proteici è di 2,5 g per ogni kg di peso corporeo. il FABBISOGNO ENERGETICO è la quantità di energia di cui necessità giornalmente il nostro organismo. Si misura in chilocalorie (kcal) o in chilojoule (kj; 1 kcal = 4,18 kj). Varia a seconda dell'età, del sesso e dell'attività svolta maggiormente durante la giornata. In media è di 2500 kcal per un'adolescente (femmina), di 2700 kcal per un adolescente (maschio). il FABBISOGNO DI NATURA BIOREGOLATRICE è la quantità di minerali e vitamine di cui necessità il nostro organismo ogni giorno. E' più ridotto dei precedenti ma altrettanto importante; viene assicurato da un consumo giornaliero di 500 g di frutta e verdura.
  13. 13. ...PER UNA CORRETTA ALIMENTAZIONE... Per una corretta alimentazione è necessaria una corretta dieta alimentare, cioè "un regime alimentare ben definito, in termini di quantità e di qualità, che risponda agli effettivi bisogni dell'individuo". Seguire una corretta alimentazione ci permette di prevenire molte malattie come il diabete, l'infarto e il tumore. Non c'è una dieta valida per tutti, però tutti possiamo seguire queste regole fondamentali: ● DISTRIBUIRE BENE E REGOLARMENTE IL FABBISOGNO ALIMENTARE IN 3-4 PASTI DURANTE LA GIORNATA, ricordando che: -La colazione è importante per affrontare bene la giornata: deve essere abbondante e ricca di zuccheri. E' bene consumare latte, biscotti o fette biscottate con burro o marmellata. -il pranzo è il pasto principale di tutta la giornata, deve contenere tutti i principi nutritivi senza essere abbondante. E' ottima abitudine consumare un primo a base di cereali e derivati, un secondo a base di carne o pesce, frutta e verdura.
  14. 14. -la merenda fornisce un piccolo apporto di energia. E' necessaria per rifornirci di acqua e sali minerali; sarebbe opportuno consumare frutta fresca, spremute, yogurt o gelato. -la cena è un pasto principale ma deve essere leggera. E' opportuno che sia composta da cereali, legumi, verdura e frutta. ● ● NON SUPERARE GIORNALMENTE IL FABBISOGNO ENERGETICO: la quantità degli alimenti che consumiamo non deve superare le rispettive necessità RISPETTARE LA DISTRIBUZIONE GIORNALIERA DEI PRINCIPI NUTRITIVI: -il fabbisogno energetico va raggiunto con il 10-15% di proteine, il 2025% di grassi e il 60-70% dei carboidrati
  15. 15. -il fabbisogno di natura bioregolatrice va soddisfatto assumendo tutte le vitamine (perché ciascuna svolge una funzione specifica), sali minerali (soprattutto fosforo, potassio e calcio) e almeno 1,5-2 litri di acqua. ● ALIMENTANDOSI CON CIBI PROVENIENTI DA TUTTI I GRUPPI ALIMENTARI: -assumere carboidrati soprattutto con i cereali (pane, pasta e riso) -consumare in abbondanza frutta, verdura e ortaggi; in quantità minore cibi ricchi di proteine; in ridotte quantità grassi e zuccheri -preferire le carni bianche (pollame, coniglio) che sono più magre e altrettanto nutrienti di quelle rosse -consumare pesce, legumi, latte e i suoi derivati, soprattutto formaggi magri e yogurt.

×