“ il Buongiorno si vede dal front – officePercorso Formativo per Dipendenti di assicurazione   2011                  IV MO...
“ il Buongiorno si vede dal front – officePercorso Formativo per Dipendenti di assicurazione         2011Lettura :L’import...
“ il Buongiorno si vede dal front – officePercorso Formativo per Dipendenti di assicurazione   2011Fonti :Codice della Ass...
Situazione di mercato multirischi abitazione in EuropaIn FRANCIA :* nel 2001 ( Fonte F.F.S.A ) l’ 80 % delle famiglie avev...
Situazione di mercato multirischi abitazione in ItaliaEsiste un mercato mutirischi abitazione ?•28 milioni di abitazioni• ...
Quindi In italia NON HANNO un ‘Assicurazione :•INCENDIO quasi 4 famiglie su 5•FURTO      quasi 5 su 6•R.C.        9 famigl...
Riflessione . . .In Francia e Gran Bretagna•Si verificano meno incendi ?• Meno eventi atmosferici ?•Meno furti ?•Meno dann...
Quali le cause del sottosviluppo nell’assicurazione ?Per ass. Incendio : un errore nella vendita :viene offerta disolito s...
Quanto vale il mercato mutirischi Abitazione –        conclusioniIn premi , piu del fatturato complessivo dell’insieme dei...
                                                                                                                          ...
Risk M      RISK MANAGEMENT persone         Il metodo che permette di esaminare le esposizioni ai rischi nella         vit...
Risk M              LE FASI :         1. DEFINIZIONE DELCONTESTO         2. IDENTIFICAZIONE DEL RISCHIO         3. VALUTAZ...
Risk M         1. DEFINIZIONE DELCONTESTO            * a chi è rivolta ? Tipo nucleo familiare ?               i rapporti ...
Risk M         3. VALUTAZIONE DEL RISCHIO            rischio = frequenza x gravità            “ se l’evento dannoso capita...
Risk M         5. CONTROLLO DEL PROCESSO DI RISK           MANAGEMENT           la famiglia come ente dinamico !          ...
Risk M          Perche un Risk management ?                    DEFINIZIONE DELCONTESTO                    IDENTIFICAZIONE ...
SERVIZIO AL CLIENTE :Risk M   Ha un’alta valenza commerciale:          fidelizza il cliente, riducendo la volatilità del ...
Origine             ASSICURAZIONE INCENDIOInc          ORIGINI E CENNI STORICI          Il concetto assicurativo trae le s...
Contratto            51 ARTICOLI DEDICATI ALL’ASSICURAZIONE                        DAL 1882 AL 1932                       ...
LE CARATTERISTICHEContratto   •         Il contratto di assicurazione rientra tra i contratti definiti            giuridic...
Contratto      Il contratto di assicurazione rientra tra i contratti definiti                         giuridicamente PER A...
I REQUISITIContratto      •     Un contratto è valido quando prevede tutti i requisiti previsti dall’art.            1325 ...
Contratto                               IL CONTRATTO                                   Le parti e i termini            Le ...
A    Esercitazione :1. Quali sono le 5 fasi per processo di Risk   management ?2. Quali sono gli elementi per valutare un ...
Esercitazione :1. Quali sono le 5 fasi per processo di Risk management ?   DEFINIZIONE DELCONTESTO -IDENTIFICAZIONE DEL RI...
CGA              CONDIZIONI DI ASSICURAZIONE          Le condizioni generali di assicurazioni si dividono in due gruppi:  ...
CGA      Dichiarazioni relative alle circostanze del rischio          Artt.1892-1893-1894 del C.C      Sono le dichiarazio...
CGA   Art. 1892 Dichiarazioni inesatte      Le dichiarazioni inesatte e le reticenze del contraente, relative a      circo...
Art.1893 Dichiarazioni inesatte e reticenti senzaCGA   dolo o colpa grave      Se il contraente ha agito senza dolo o colp...
CGA      Assicurazione presso diversi assicuratori      art. 1910 C.C.      Se sulle medesime cose e per il medesimo risch...
Pagamento del premio art 19101 C.C.CGA      Questo articolo stabilisce che se il Contraente non paga il premio o la      p...
CGA    Aggravamento del rischio art. 1898 C.C.      L’Assicurato deve dare comunicazione scritta alla Società di ogni     ...
CGA      Diminuzione del rischio art. 1897 C.C.      Nel caso di diminuzione dl rischio, l’Assicuratore è tenuto a      ri...
CGA      Recesso in caso di sinistro - ( Dir.EU n°13/93)      Dopo ogni sinistro, e fino al 60° giorno dal pagamento o    ...
B Esercitazione :1.Quali sono gli artt. del C. C. sulle dichiarazioni relative alle circostante   del rischio ?2.Le dichia...
Esercitazione :1. Quali sono gli art del C. C. sulle dichiarazioni relative alle circostante del   rischio ? 1892- 1893 – ...
CONDIZIONI SPECIFICHE DI RAMO     AMBITO OPERATIVITA’ DELLA GARANZIA     OBBLIGHI DELL’ASSICURATO     VALUTAZIONE DEL DANN...
OBBLIGHI DELL ‘ ASSICURATO•Obblighi dell’assicurato in caso di sinistro ( Art. 1913C.c. )•Obblighi di salvataggio ( Art. 1...
VALUTAZIONE DEL DANNO•procedura per la valutazione del danno* mandato dei periti•valore delle cose assicurate (Artt. 1908 ...
differenza traPOLIZZA A RISCHI NOMINATIPOLIZZA ALL RISKSLe esculsioni :Nella Pol. R.N. le esclusioni riguardano le tipolog...
OGGETTO - Rischi NominatiArt. 11 CGA – testo ANIALa Società indennizza i danni materiali e diretti causatialle cose assicu...
Art. 2697 C.C. Onere della Prova“ Chi vuol far valere un diritto in giudiziodeve provare i fatti che ne costituiscono ilfo...
OGGETTO                    -        ALL RISKSLa Società si obbliga a indennizzare i danni materiali ediretti alle cose ass...
VALORE DEI BENI ED            AMMONTARE DEL DANNO FORMA DI GARANZIA • VALORE INTERO    V.I.       Att.ne art. 1907 C.C. !!...
LA REGOLA PROPORZIONALEArt. 1907 C.C.“ se l’assicurazione copre solo una parte del valoreche la cosa assicurata aveva nel ...
Esercizio                                                    ?210       70          SINISTRO        90         sommavalore...
CALCOLO INDENNIZZOIn base al VALORE REALE DEL BENE                   Degrado 20%Valore a nuovo                        Valo...
IL VALOREFabbricato : valore puro di              ricostruzione a nuovo della costruzioneche ospita l’abitazione e l’event...
Contenuto : destinato ad uso domestico( ad es. moobili,arredo,suppellettili,vettovaglie,alimenti,eletrodomestici,tende fra...
C       Esercitazione :1. Cos a deve dimostrare l’assicurato nella polizza a rischi nominati ?2. A chi spetta l’onere dell...
Esercitazione :1. Cos a deve dimostrare l’assicurato nella polizza a rischi nominati ? danno – evento – rapporto causale t...
Segue                                52        Sez. prov.le SNA BARI
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×

Slide patruno mod.iv

688

Published on

0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total Views
688
On Slideshare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
0
Actions
Shares
0
Downloads
16
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Slide patruno mod.iv

  1. 1. “ il Buongiorno si vede dal front – officePercorso Formativo per Dipendenti di assicurazione 2011 IV MODULO “ PROTEZIONE DELL’ABITAZIONE “ INCENDIO FURTO RCG Docente: Roberta Patruno 1 Sez. prov.le SNA BARI
  2. 2. “ il Buongiorno si vede dal front – officePercorso Formativo per Dipendenti di assicurazione 2011Lettura :L’importanza di formare il Front office da “L’Agente di Assicurazione”Informativa precontrattuale e norme di comportamentodegli Intermediari assicurativi da “ Assinform “ 2 Sez. prov.le SNA BARI
  3. 3. “ il Buongiorno si vede dal front – officePercorso Formativo per Dipendenti di assicurazione 2011Fonti :Codice della Assicurazioni ( D lgs.n°209 / 2005 )Reg. ISVAP n° 5 /2006Reg. ISVAP n° 35/2010 3 Sez. prov.le SNA BARI
  4. 4. Situazione di mercato multirischi abitazione in EuropaIn FRANCIA :* nel 2001 ( Fonte F.F.S.A ) l’ 80 % delle famiglie aveva una polizza Multirischi con un premio di oltre € 250,00•Saliva al 95 % nelle famiglie proprietarie della casa• la raccolta premi (anno 2003 sfiorava 5miliardi euroIn GRAN BRETAGNA :•Nel 2001 ( fonte ABI) il 75 % delle famiglie aveva una polizza “ home contents “ che si aggoiungeva alla copertura “building insurance “• la garanzia furto è presente nella quasi totalità delle polizze “home contents “•La raccolta premi “home contents “ supera oggi i 5miliardi di euro 4 Sez. prov.le SNA BARI
  5. 5. Situazione di mercato multirischi abitazione in ItaliaEsiste un mercato mutirischi abitazione ?•28 milioni di abitazioni• oltre 22 milioni di famiglieSecondo indagine di mercato ( Eurisko 2001) sarebbe assicurato :•Il 22 % delle abitazioni contro il rischio di Incendio• il 17% delle stesse contro il rischio di Furto•Il 10% delle famiglie per la R.C. vita privata•Il 4 % delle medesime per la copertuta assistenza• il 3 % delle stesse con polizza Tutela Legale 5 Sez. prov.le SNA BARI
  6. 6. Quindi In italia NON HANNO un ‘Assicurazione :•INCENDIO quasi 4 famiglie su 5•FURTO quasi 5 su 6•R.C. 9 famiglie su 10•ASSISTENZA 24 famiglie su 25•TUTELA LEGALE 32 famiglie su 33 C’è un vasto mercato potenziale ! 6 Coordinamento formazione SNA Puglia
  7. 7. Riflessione . . .In Francia e Gran Bretagna•Si verificano meno incendi ?• Meno eventi atmosferici ?•Meno furti ?•Meno danni a terzi per fatti riconducibili alla vita domestica ,o sportiva ?•In Italia nel solo 2004 il ramo incendio/eventi naturali ha registrato oltre 260.000sinistri assicurati (una media di 700 denunce al giorno ! ( Fonte assinform su dati Ania )nel 2003 (Fonte polizia di stato ) si sono avuti : piu di 173.000 furti nelle abitazioni piu di 165.000 borseggi quasi 29.000 scippi quasi 42.000 rapine e molti non presentano denuncia ! 7 Coordinamento formazione SNA Puglia
  8. 8. Quali le cause del sottosviluppo nell’assicurazione ?Per ass. Incendio : un errore nella vendita :viene offerta disolito solo incendio on requestMentre la polizza comprende eventi assai piu sentiti quali scoppi, acqua condotta,fenomeni elettriciPer ass.ne Furto -- l’errata sottovalutazione del rischio furto nelle aree considerate“isole felici “ rispetto alle metropoli “pericolose”-lLa convinzione che siano assicurabili solo le abitazioni con chiusure e protezioni molto efficienti (come bunker o caveau bancari) ecc…Per Ass.ne R.C. –mancata conoscenza da parte dei clienti delle Leggi e della giurisprudenzain materia di RC in generale e del capofamiglia/famiglia in particolaree… argomentazioni di vendita generiche che non fanno leva sugli effettivi stili di vitadei nostri clienti ( ad es. un libero professionista ha esigenze diverse da un dipendente )e sulla tipologia delle famiglie ( stato di famiglia ,numero di figli, reddito ecc.) 8 Coordinamento formazione SNA Puglia
  9. 9. Quanto vale il mercato mutirischi Abitazione – conclusioniIn premi , piu del fatturato complessivo dell’insieme dei rami “property “e aiutano l’agenzia nel cumulo provvigionaleNegli ultimi anni la concorrenza nella mutirischi Abitazioni si svilupperà sempredi più :negli ultimi 3 anni oltre 10 Compagnie hanno rinnovato la gammadei prodottiOccore ATTIVARSI e muoversi con prontezza e sistematicità :*completando la gamma di garanzie sul portafoglio Abitazioni in essere*conquistando i clienti “ solo auto “ in Ptfg* offrendo con sistematicità la protezione ai nostri clienti. ……ricordiamo : la concorrenza di Poste Italiane e Banche.!!Quali sono i nostri punti di FORZA ?? 9 Coordinamento formazione SNA Puglia
  10. 10.                                                             10 Sez. prov.le SNA BARI
  11. 11. Risk M RISK MANAGEMENT persone Il metodo che permette di esaminare le esposizioni ai rischi nella vita della famiglia , ( con la stessa metodologia e meticolosità quantitativa che applica il Risk management nel caso delle attività aziendali complesse ) ai fini di una pianificazione che consenta di minimizzare con sufficiente efficacia l’impatto negativo di natura economica sui bilanci della famiglia. NB. tenere presente la “percezione soggettiva “ delle priorità tra i bisogni del cliente ! 11 Sez. prov.le SNA BARI
  12. 12. Risk M LE FASI : 1. DEFINIZIONE DELCONTESTO 2. IDENTIFICAZIONE DEL RISCHIO 3. VALUTAZIONE DEL RISCHIO 4. TRATTAMENTO /GESTIONE DEL RISCHIO 5. CONTROLLO DEL PROCESSO DI RISK MANAGEMENT 12 Sez. prov.le SNA BARI
  13. 13. Risk M 1. DEFINIZIONE DELCONTESTO * a chi è rivolta ? Tipo nucleo familiare ? i rapporti tra i componenti ? le modalità di condivisione delle risorse reddituali legami patrimoniali ecc. 2. IDENTIFICAZIONE DEL RISCHIO “ puro “ (molteplici ) : rischio premorienza , invalidità, salute ai fini interventi medici, inabilità temp., furto della proprietà, danni da incendio e calamità naturali, r.c. t. ecc. 13 Sez. prov.le SNA BARI
  14. 14. Risk M 3. VALUTAZIONE DEL RISCHIO rischio = frequenza x gravità “ se l’evento dannoso capita,sono in grado di sopportarne le conseguenze ? “ 4. TRATTAMENTO /GESTIONE DEL RISCHIO eliminazione riduzione : prevenzione e protezione assunzione in proprio : totale o parziale assicurazione “ l’incertezza della dimensione del danno diventa un costo certo ,conosciuto cioè il premio di polizza ! “ 14 Sez. prov.le SNA BARI
  15. 15. Risk M 5. CONTROLLO DEL PROCESSO DI RISK MANAGEMENT la famiglia come ente dinamico ! cambia casa , compra arredamento, assumono collaboratori, ecc. o cambiano i prodotti ! Ricordiamoci : le regole di una comunicazione efficace ! 15 Sez. prov.le SNA BARI
  16. 16. Risk M Perche un Risk management ? DEFINIZIONE DELCONTESTO IDENTIFICAZIONE DEL RISCHIO Servizio VALUTAZIONE DEL RISCHIO Qualità del al Portafoglio cliente TRATTAMENTO /GESTIONE DEL RISCHIO CONTROLLO DEL PROCESSO 16 Sez. prov.le SNA BARI
  17. 17. SERVIZIO AL CLIENTE :Risk M Ha un’alta valenza commerciale:  fidelizza il cliente, riducendo la volatilità del portafoglio Clienti  consente di acquisire il Cliente nella sua totalità  garantisce una maggiore correttezza della procedura di “adeguatezza” dei contratti. Non è un camuffamento del vero ruolo dell’assicuratore: se il cliente e l’assicuratore collaborano veramente nel determinare il piano di gestione dei rischi, il risultato è economicamente premiante per entrambe le Parti. QUALITA’ DEL PORTAFOGLIO :  Il Risk Management mette in grado l’Assicuratore di valutare correttamente la qualità del rischio.  Si attua una riduzione della frequenza e della gravità del rischio: grande attenzione alla prevenzione.  Si diversificano i rischi del singolo Cliente: è meno probabile che accadano sinistri in tutti i rami allo stesso Cliente. 17 Sez. prov.le SNA BARI
  18. 18. Origine ASSICURAZIONE INCENDIOInc ORIGINI E CENNI STORICI Il concetto assicurativo trae le sue origini dal bisogno di sicurezza insito nell’uomo . Teoria di Maslow Il primo contratto incendio è stato stipulato ad Amburgo nel 1591 Incendio di Londra del 1666 Nel 1667 a Londra viene istituito il primo ufficio per l’Assicurazione INCENDIO e nel 1676 nasce ad Amburgo la Hamburger Generale A Londra nel 1681 viene fondato il FIRE OFFICE primo esempio di Compagnia per l’assicurazione incendio In Francia nel 1786 sorge la COMPAGNIE Royale dAssurance In Italia a trento nel 1821 viene fondato ISTITUTO TRENTINO ALTO ADIGE , nel 1825 a Napoli La Società Assicurazioni diverse e a Milano La Compagnia Di assicurazione di Milano. Successivamente sorgeranno SOCIETA REALE MUTUA, ASSICURAZIONI GENERALI, RIUN. ADRIATICA DI SICURTA etc… 18 Coordinamento formazione SNA Puglia
  19. 19. Contratto 51 ARTICOLI DEDICATI ALL’ASSICURAZIONE DAL 1882 AL 1932 C O DI C L E VI CI E DEFINIZIONE Il contratto di assicurazione (art. 1882 del Codice Civile) è un atto mediante il quale l’assicuratore, verso il pagamento di un premio, si obbliga a rivalere l‘Assicurato in caso dl danno ad esso prodotto da un sinistro 19 Coordinamento formazione SNA Puglia
  20. 20. LE CARATTERISTICHEContratto • Il contratto di assicurazione rientra tra i contratti definiti giuridicamente SINALLAGMATICI cioè, a prestazioni corrispettive. OBBLIGAZIONI Da parte dell’Assicurato: Fornire tutte le dichiarazioni inerenti relative alle circostanze de rischio ai fini della sua valutazione artt. 1892 – 1893 – 1894 del C.C. ; Pagare il relativo premio in via anticipata art. 1901 del C.C.; Informare l’Assicuratore di tutte le circostanze sopraggiunte nel corso del contratto che possono aggravare il rischio art. 1898 del C.C. ; Adoperarsi al fine di limitare il danno art. 1914 del C.C. Da parte dell’Assicuratore: Il pagamento dell’indennizzo nei modi e nei termini stabiliti dal contratto 20 Coordinamento formazione SNA Puglia
  21. 21. Contratto Il contratto di assicurazione rientra tra i contratti definiti giuridicamente PER ADESIONE cioè, con norme già predisposte da una delle parti. • I contratti per adesione sono sottoposti dalla legge a un regime di protezione • per il contraente più debole in quanto aderisce a delle norme predisposte • dall’altra parte artt.1341- 1342-1932 del C.C : • Art. 1341C.C. dispone che le condizioni contrattuali sono valide ed efficaci • nei confronti dell’altra parte se questa ne ha avuto conoscenza adottando • ordinaria diligenza. Stabilisce inoltre che le clausole inserite a favore di • chi ha predisposto il contratto devono essere approvate espressamente. • Art. 1342 C.C. stabilisce per i contratti predisposti su appositi stampati, • le clausole aggiuntive prevalgono su quelle predisposte anche se non • annullate • Art. 1932 C.C. precisa le norme inderogabili del contratto (deroghe alle • Disposizioni in esso contenuto devono essere a favore dell’Assicurato) 21 Coordinamento formazione SNA Puglia
  22. 22. I REQUISITIContratto • Un contratto è valido quando prevede tutti i requisiti previsti dall’art. 1325 del Codice Civile. (oggetto, causa, forma, accordo fra le parti), • OGGETTO: Identificazione del rischio cioè possibilità del verificarsi dell’evento dannoso per l’Assicurato; • CAUSA; Eliminazione dell’evento dannoso ( funzione indennitaria); • FORMA: Il contratto di assicurazione deve essere provato per iscritto • ACCORDO FRA LE PARTI: si ha accordo fra le parti quando chi ha formulato la proposta ha conoscenza dell’accettazione dell’altra parte ( la validità della proposta è di 15 giorni) 22 Coordinamento formazione SNA Puglia
  23. 23. Contratto IL CONTRATTO Le parti e i termini Le parti : ASSICURATORE : Impresa autorizzata a esercitare l’attività CONTRAENTE : il soggetto che stipula il contratto (firma) e corrisponde il premio ASSICURATO : Il soggetto il cui interesse è protetto dall’assicurazione I termini : PREMIO : il costo della copertura ( la somma dovuta dal Contraente alla Compagnia ) POLIZZA : il documento che prova l’assicurazione SINISTRO : il verificarsi del fatto dannoso per il quale è prestata la garanzia assicurativa INDENNIZZO : la somma dovuta dalla Compagnia in caso di sinistro 23 Coordinamento Formazione SNA - Puglia
  24. 24. A Esercitazione :1. Quali sono le 5 fasi per processo di Risk management ?2. Quali sono gli elementi per valutare un rischio ?3. Come si può incidere sulla frequenza? E sulla gravità ?4. Quali sono i requisiti di un contratto ?5. Quali sono le parti di un contratto ? 24 Sez. prov.le SNA BARI
  25. 25. Esercitazione :1. Quali sono le 5 fasi per processo di Risk management ? DEFINIZIONE DELCONTESTO -IDENTIFICAZIONE DEL RISCHIO VALUTAZIONE DEL RISCHIO- TRATTAMENTO /GESTIONE DEL RISCHIO CONTROLLO DEL PROCESSO2. Quali sono gli elementi per valutare un rischio ? frequenza e gravità3. Come si può incidere sulla frequenza? Prevenzione. E sulla gravità ? Protezione4. Quali sono i requisiti di un contratto ?Oggetto – Causa - forma- accordo tra le parte5. Quali sono le parti di un contratto ?Assicuratore Contraente Assicurato 25 Sez. prov.le SNA BARI
  26. 26. CGA CONDIZIONI DI ASSICURAZIONE Le condizioni generali di assicurazioni si dividono in due gruppi: -- CONDIZIONI GENERALI -- CONDIZIONI SPECIFICHE GENERALI comuni a tutti i rami- sono riferite ai seguenti articoli * Dichiarazioni relative alle circostanza del rischio (Artt. 1892-1893-1894 C.C.) * Assicurazioni presso diversi assicuratori (Art. 1910 C.C.) * Pagamento del premio (Artt. 1901 – 1453 C.C.) * Modifiche dell’assicurazione * Aggravamento del rischio (Art. 1898 C.C.) * Diminuzione del rischio (Art. 1897 C.C.) * Recesso in caso di sinistro * proroga dell’assicurazione (Art. 1899 C.C.) * Oneri fiscali ecc… 26 Sez. Prov.le SNA BARI
  27. 27. CGA Dichiarazioni relative alle circostanze del rischio Artt.1892-1893-1894 del C.C Sono le dichiarazioni che il Contraente DEVE rendere all’Assicuratore in modo tale da che questi possa conoscere e valutare il rischio; ------ATT.NE :ADEGUATEZZA ! Le dichiarazioni non conformi alla reale situazione del rischio possono comportare la perdita al diritto all’indennizzo; Le dichiarazioni inesatte o reticenti possono essere rese con: COLPA LIEVE (: rese senza tenere conto di una diligente attenzione ); Contratto annullabile, indennizzo ridotto, diritto di impugnazione tre mesi); COLPA GRAVE (: rese senza utilizzo della diligenza del buon padre di famiglia ) DOLO: ( rese in modo volontario al fine di ledere) Contatto nullo, nessun indennizzo, diritto di impugnazione tre mesi) . 27 Sez. prov.le SNA BARI
  28. 28. CGA Art. 1892 Dichiarazioni inesatte Le dichiarazioni inesatte e le reticenze del contraente, relative a circostanze tali che lassicuratore non avrebbe dato il suo consenso o non lo avrebbe dato alle medesime condizioni se avesse conosciuto il vero stato delle cose, sono causa di annullamento del contratto quando il contraente ha agito con dolo o con colpa grave. Lassicuratore decade dal diritto dimpugnare il contratto se, entro tre mesi dal giorno in cui ha conosciuto linesattezza della dichiarazione o la reticenza, non dichiara al contraente di volere esercitare limpugnazione. Lassicuratore ha diritto ai premi relativi al periodo di assicurazione in corso al momento in cui ha domandato lannullamento e, in ogni caso, al premio convenuto per il primo anno. Se il sinistro si verifica prima che sia decorso il termine indicato dal comma precedente, egli non è tenuto a pagare la somma assicurata. Se lassicurazione riguarda più persone o più cose, il contratto è valido per quelle persone o per quelle cose alle quali non si riferisce la dichiarazione inesatta o la reticenza. 28 Sez. prov.le SNA BARI
  29. 29. Art.1893 Dichiarazioni inesatte e reticenti senzaCGA dolo o colpa grave Se il contraente ha agito senza dolo o colpa grave, le dichiarazioni inesatte e le reticenze non sono causa di annullamento del contratto, ma lassicuratore può recedere dal contratto stesso, mediante dichiarazione da farsi allassicurato nei tre mesi dal giorno in cui ha conosciuto linesattezza della dichiarazione o la reticenza. Se il sinistro si verifica prima che linesattezza della dichiarazione o la reticenza sia conosciuta dallassicuratore, o prima che questi abbia dichiarato di recedere dal contratto, la somma dovuta è ridotta in proporzione della differenza tra il premio convenuto e quello che sarebbe stato applicato se si fosse conosciuto il vero stato delle cose. Art. 1894 Assicurazione in nome o per conto di terzi Nelle assicurazioni in nome o per conto di terzi [c.c. 1890, 1891, 1932], se questi hanno conoscenza dellinesattezza delle dichiarazioni o delle reticenze relative al rischio, si applicano a favore dellassicuratore le disposizioni degli articoli 1892 e 1893 29 Sez. prov.le SNA BARI
  30. 30. CGA Assicurazione presso diversi assicuratori art. 1910 C.C. Se sulle medesime cose e per il medesimo rischio esistono più assicurazioni, l’Assicurato deve dare a ciascun assicuratore comunicazione agli altri assicuratori degli altri contratti stipulati. In caso di sinistro, l‘Assicurato deve darne avviso a tutti gli altri assicuratori, e può richiedere a ciascuno di essi l’indennizzo dovuto secondo il rispettivo contratto autonomamente considerato. Qualora la somma degli indennizzi (escluso quello dovuto dall’assicuratore insolvente)superi l’ammontare del danno, l’Assicuratore è tenuto a pagare soltanto la sua quota proporzionale in ragione dell’indennizzo calcolato secondo il proprio contratto, esclusa comunque ogni obbligazione solidale con gli altri assicuratori. • 30 Sez. prov.le SNA BARI
  31. 31. Pagamento del premio art 19101 C.C.CGA Questo articolo stabilisce che se il Contraente non paga il premio o la prima rata di premio, l’assicurazione resta sospesa fino alle ore 24 del giorno in cui il Contraente provvede al pagamento del premio Prevede un periodo di mora di quindici giorni, durane il quale la copertura del rischio è operante; Qualora il pagamento del premio non venisse effettuato e l’Assicuratore non agisse, entro sei mesi dalla scadenza del premio stesso il contratto si intende risolto di diritto ma l’Assicuratore ha comunque il diritto di agire per la riscossione della rata insoluta; Nel caso in cui il contratto fosse risolto di diritto il debitore non potrà adempiere alla propria obbligazione (art. 1453 C.C.) INIZIO GARANZIA DECADENZA - PRESCRIZIONE 1 2 3 4 5 6 - 7 8 9 10 11 12 mesi mora SOSPENSIONE COPERTURA RISOLUZIONE CONTRATTUALE 31 Sez. prov.le SNA BARI
  32. 32. CGA Aggravamento del rischio art. 1898 C.C. L’Assicurato deve dare comunicazione scritta alla Società di ogni aggravamento del rischio. Gli aggravamenti non noti o non accettati dall’Assicuratore possono comportare la perdita totale o parziale del diritto all’indennizzo, nonché la stessa cessazione del’assicurazione; L’Assicuratore ha la facoltà di recedere entro un mese da quando ne ha avuto avviso o ne è venuto a conoscenza; Qualora l’aggravamento fosse stato tale che l’Assicuratore non avrebbe consentito l’assicurazione il recesso ha effetto immediato; Spettano comunque all’Assicuratore i premi relativi al periodo di assicurazione in corso; Nel caso in cui entro i termini sopra indicatisi verificasse un sinistro verranno applicate le disposizioni degli artt. 1892-1893-1894 C.C. •Aggravamento notevole – non avrebbe assicurato danno non risarcito •Non notevole - solo aumento premio danno proporzione 32 Sez. prov.le SNA BARI
  33. 33. CGA Diminuzione del rischio art. 1897 C.C. Nel caso di diminuzione dl rischio, l’Assicuratore è tenuto a ridurre le rate di premio (all’annualità ) successive alla comunicazione dell’Assicurato e rinuncia al relativo diritto di recesso. Occorre distinguere tra aggravamento –diminuzione di rischio e variazione delle somme assicurate; Nel caso di aggravamento di rischio si verifica una variazione del grado di danno; Nel caso di variazione di somme assicurate varia l’entità del danno 33 Sez. prov.le SNA BARI
  34. 34. CGA Recesso in caso di sinistro - ( Dir.EU n°13/93) Dopo ogni sinistro, e fino al 60° giorno dal pagamento o rifiuto all’indennizzo,l’Assicuratore può recedere dal contratto con preavviso di 30 giorni. In tale caso l’Assicuratore, entro 15 giorni dalla data di efficacia dl recesso, rimborsa la parte di premio netto, relativa al periodo di rischio non corso. Proroga dell’assicurazione In mancanza di disdetta ,mediante lettera raccomandata spedita almeno 60 / 30 giorni prima della scadenza dell’assicurazione, quest’ultima è prorogata per un anno 34 Sez. prov.le SNA BARI
  35. 35. B Esercitazione :1.Quali sono gli artt. del C. C. sulle dichiarazioni relative alle circostante del rischio ?2.Le dichiarazioni dell’assicurato relative alle circostanze del rischio non sono influenti in caso di sinistro , sono invece importanti dichiarazioni relative alle caratteristiche dei fabbricati e alle norme di sicurezza antifurto . Vero o falso3.Gli aggravamenti non noti o non accettati dall’Assicuratore possono comportare ai fini dell’indennizzo la a )perdita totaleb) parzialec) Totale o parziale , secondo la fattispecie4. Da quando l’assicuratore prende atto sul contratto della diminuzione di rischio comunicata dal cliente ?5. Quando si può richiedere il recesso in caso di sinistro ?6. Entro quale termine l’assicuratore può agire in caso di mancato pagamento ?7. In caso di dolo dell’assicurato , il contratto è nullo o annullabile ? 35 Sez. prov.le SNA BARI
  36. 36. Esercitazione :1. Quali sono gli art del C. C. sulle dichiarazioni relative alle circostante del rischio ? 1892- 1893 – 18942.Le dichiarazioni dell’assicurato relative alle circostanze del rischio non sono influenti in caso di sinistro :sono invece importanti dichiarazioni relative alle caratteristiche dei fabbricati e alle norme di sicurezza antifurto . Vero o falso falso3.Gli aggravamenti non noti o non accettati dall’Assicuratore possono comportare ai fini dell’indennizzo laa )perdita totaleb) parzialec) Totale o parziale secondo fattispecie c)4. Da quando l’assicuratore prende atto sul contratto della diminuzione di rischio comunicata dal cliente ? Annualità5. Quando si può richiedere il recesso in caso di sinistro ?Entro 60gg dalla comunicazione del pagamento o mancato pagamento6. Entro quale termine l’assicuratore può agire in caso di mancato pagamento ? 6 mesi .8. In caso di dolo dell’assicurato , il contratto è nullo o annullabile ? nullo 36 Sez. prov.le SNA BARI
  37. 37. CONDIZIONI SPECIFICHE DI RAMO AMBITO OPERATIVITA’ DELLA GARANZIA OBBLIGHI DELL’ASSICURATO VALUTAZIONE DEL DANNO .AMBITO OPERATIVITA’ DELLA GARANZIA* Oggetto dell’assicurazione /cosa assicuriamo* Esclusioni* Forma e tipo di garanzia * Trasloco delle cose assicurate * Titolarità dei diritti nascenti dalla polizza ( Art. 1891 C.C. ) * colpa grave e dolo* indicizzazione ecc.. segue 37 Sez. prov.le SNA BARI
  38. 38. OBBLIGHI DELL ‘ ASSICURATO•Obblighi dell’assicurato in caso di sinistro ( Art. 1913C.c. )•Obblighi di salvataggio ( Art. 1914 C.C.)•Inadempimento degli obblighi ( Art. 1915 C.C.)•Conservare ,fino ad avvenuta liquidazione del danno le tracce e i residui del sinistro• dare dimostrazione della qualità,quantità e valoredelle cose preesistenti e tenere a disposizione dellaSocietà e/o periti ogni documento ed OGNI ALTROELEMENTO DI PROVA che la Società e i peritiritenessero necessari• presentare , a richiesta, tutti i documenti che sipossono ottenere dalle Autorità competenti in relazioneal sinistro V. SINISTRI ! 38 Sez. prov.le SNA BARI
  39. 39. VALUTAZIONE DEL DANNO•procedura per la valutazione del danno* mandato dei periti•valore delle cose assicurate (Artt. 1908 - 1909 C.C.)* Indennizzo pagabile•assicurazione parziale (art. 1907 C.C.)* limite di indennizzo (Art. 1914 C.C.)* forma dell’assicurazione * pagamento dell’indennizzo* anticipo indennizzo ( secondo poll )* Gestione delle vertenze V. SINISTRI ! 39 Sez. prov.le SNA BARI
  40. 40. differenza traPOLIZZA A RISCHI NOMINATIPOLIZZA ALL RISKSLe esculsioni :Nella Pol. R.N. le esclusioni riguardano le tipologie di eventiche ,pur essendo “nominati”,la Compagnia non desideraassicurare.Alcune esclusioni sono :--derogabili attraverso apposite garanzie (disolito“aggiuntive “ es.scioperi,sommosse)--non derogabili mai (atti di guerra)Nella pol. ARLe esclusioni riguardano le tipologie di eventi che ,nell’ambitodella dizione”tutti i danni materiali e diretti”,la Compagnianon intende comunque assicurare (es. deturpamento muri ) 40 Coordinamento formazione SNA Puglia
  41. 41. OGGETTO - Rischi NominatiArt. 11 CGA – testo ANIALa Società indennizza i danni materiali e diretti causatialle cose assicurate , anche se di proprietà di terzi ,da :•Incendio•Fulmine•Esplosione e scoppio non causati da ordigni esplosivi•Caduta di aeromobili ,loro parti o cose trasportateE’ ASSICURATO ESCLUSIVAMENTE IL RISCHIO“NOMINATO” ,QUELLO NON NOMINATO NON E’ COMPRESO,SENZAALCUN BISOGNO CHE L’ESCLUSIONE SIACONTRATTUALMENTE FORMALIZZATA. 41 Coordinamento formazione SNA Puglia
  42. 42. Art. 2697 C.C. Onere della Prova“ Chi vuol far valere un diritto in giudiziodeve provare i fatti che ne costituiscono ilfondamento .Chi eccepisce l’inefficacia ditali fatti ovvero eccepisce che il diritto siè modificato o estinto deve provare i fattisu cui l’eccezione si fonda “L’assicurato per avere diritto alrisarcimento debba dimostrare :*il danno subito*l’evento verificatosi*il rapporto causale tra danno e evento 42 Coordinamento formazione SNA Puglia
  43. 43. OGGETTO - ALL RISKSLa Società si obbliga a indennizzare i danni materiali ediretti alle cose assicurate poste nelle ubicazioni indicate inpolizza ed anche se di proprietà di terzi,determinati daqualsiasi evento ,qualunque ne sia la causa “L’aspetto più importante consiste nel trasferimentosull’assicuratore degli ONERI PROBATORI circa laindennizzabilità del sinistro.Ogni danno verificatosi per una causa rimasta ignota ,perchénon individuata né accertata (come la maggior parte degliincendi ) ,potrebbe non essere in garanzia con una pol R.N.invece sarà sempre indennizzabile con una pol. A.R.L’assicurato deve solo provare il danno ;incombesull’assicuratore ,che volesse negare l’indennizzo,provareche l’evento causativo del danno è escluso o che fra eventoassicurato e danno manca il nesso di causalità.v. Franchigie ! 43 Coordinamento formazione SNA Puglia
  44. 44. VALORE DEI BENI ED AMMONTARE DEL DANNO FORMA DI GARANZIA • VALORE INTERO V.I. Att.ne art. 1907 C.C. !! • PRIMO RISCHIO ASSOLUTO P.R.A. • PRIMO RISCHIO RELATIVO Att.ne art. 1907 C.C. ! TIPO DI GARANZIA • VALORE A NUOVO • VALORE REALE (vetustà , stato conservazione,etc..) • VALORE COMMERCIALE ( domanda-offerta ) 44 Sez. prov.le SNA BARI
  45. 45. LA REGOLA PROPORZIONALEArt. 1907 C.C.“ se l’assicurazione copre solo una parte del valoreche la cosa assicurata aveva nel tempo del sinistro ,l’assicuratore rispondeDei danni in proporzione della parte suddetta ,a meno che non siadiversamente convenuto. 100 50 30 SINISTRO 15 valore somma danno indennizzo assicurata Valore : somma assicurata = danno : X ( Indennizzo) Indennizzo = danno accertato x somma assicurata valore accertato 45 Sez. prov.le SNA BARI
  46. 46. Esercizio ?210 70 SINISTRO 90 sommavalore assicurata indennizzo danno150 SINISTRO ? 150 50 sommavalore danno indennizzo assicurata ? 90 150 SINISTRO 50 somma danno indennizzovalore assicurata 46 Sez. prov.le SNA BARI
  47. 47. CALCOLO INDENNIZZOIn base al VALORE REALE DEL BENE Degrado 20%Valore a nuovo Valore reale € 15.000,00 € 12.000,00DANNO € 5.000,00 INDENNIZZO € 4000,00 In base al VALORE A NUOVO DEL BENE DANNO € 5.000,00 INDENNIZZO € 5 .000,00 47 Sez. prov.le SNA BARI
  48. 48. IL VALOREFabbricato : valore puro di ricostruzione a nuovo della costruzioneche ospita l’abitazione e l’eventuale ufficio/studio professionale privato adibita peralmeno 2/3 - ¾ a civile abitazione . Incluso impianti, tappezzeria,moquette ecc.recinzioni,cancelli,piscine, cortili,strade private interne, pannelli solari (alcunepoll) V.DEFINIZIONE POL!Nel calcolo :* importo medio del valore di costruzione partendo dal valore mc delprezziario della Cam .Comm. Provincia di ubicazione•volume del fabbricato e event. Box, cantine ,solai,etc. + beni comuni (per la parte pro-quota)•qualità di finituraAtt.ne valore commerciale !( valore di mercato comprende anche terreno ,il pregio dell’area, valoredelle urbanizzazioni,ecc. 48 Sez. prov.le SNA BARI
  49. 49. Contenuto : destinato ad uso domestico( ad es. moobili,arredo,suppellettili,vettovaglie,alimenti,eletrodomestici,tende frangisole ,apparecchiature elettroniche, ecc.) ed uso personale ( abbigliamento, documenti, gioielli e preziosi,oggettipregiati ) ed inoltre titoli credito effetti cambiari,collezioni ecc. V. DEFINIZIONI POL.Nel calcolo :prezzi medi di mercato di beni analoghi a quelli persi a causadell’evento.In genere si può prima istanza porre il valore del contenuto pari a¼ - 1/3 del valore di costruzione .Nb. Documentazione comprovante il valore dei beni particolarepregio ! 49. Sez. prov.le SNA BARI
  50. 50. C Esercitazione :1. Cos a deve dimostrare l’assicurato nella polizza a rischi nominati ?2. A chi spetta l’onere della prova nel contratto a rischi nominati ?3. Nelle polizze su base All risks sono assicurati tutti i danni materiali determinati da qualsiasi evento,qualunque ne sia la causa ?4. L’aspetto piu importante dell’impostazione all risks consiste nel trasferimento sull’assicuratore degli oneri probatori circa la indennizzabilità ? Vero o falso5. Come si definisce il V.I. e PRA ?6.Qual è l’art del CC sulla regola proporzionale ?7. Cos a stabilisce ? 50 Sez. prov.le SNA BARI
  51. 51. Esercitazione :1. Cos a deve dimostrare l’assicurato nella polizza a rischi nominati ? danno – evento – rapporto causale tra danno ed evento2. A chi spetta l’onere della prova nel contratto a rischi nominati ? Assicurato3. Nelle polizze su base All risks sono assicurati tutti i danni materiali determinati da qualsiasi evento,qualunque ne sia la causa ?Vero o falso falso ( materiali e diretti )4. L’aspetto piu importante dell’impostazione all risks consiste nel trasferimento sull’assicuratore degli oneri probatori circa la indennizzabilità ?Vero o falso vero5. Come si definisce il V.I. e PRA ?6.Qual è l’art del CC sulla regola proporzionale ? 19077. Cos a stabilisce ? .“ se l’assicurazione copre solo una parte del valore che la cosa assicurata aveva nel tempo del sinistro ,l’assicuratore risponde Dei danni in proporzione della parte suddetta ,a meno che non sia diversamente convenuto. 51 Sez. prov.le SNA BARI
  52. 52. Segue 52 Sez. prov.le SNA BARI
  1. A particular slide catching your eye?

    Clipping is a handy way to collect important slides you want to go back to later.

×