Overclocked

450
-1

Published on

diario di Jimbo

0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total Views
450
On Slideshare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
2
Actions
Shares
0
Downloads
3
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Overclocked

  1. 1. OVERCLOCKED<br /> - Diario di viaggio di Jimbo -<br />mar 15, 2009 5:06 pm<br />Pioggia scrosciante sulla città, una pioggia che ti lascia addosso qualcosa di sporco, di malvagio... La ragazza è seminuda, sembra accostarsi a un passante che, infastidito, la scarta e resta a guardala, visto che indossa solo biancheria intima ed è sporca di sangue... Arriva sino al bordo della strada e lì, come posseduta, grida, urla qualcosa al cielo e spara, spara , scarica tutto il caricatore verso l'alto, verso qualcosa o qualcuno che, lassù, sembra averla abbandonata, forse dimenticata e poi lasciata quaggiù, all'Inferno...<br />DOMENICA 11 NOVEMBRE 2007 - ORE 8 DELLA MATTINA<br />lo strano sapore che ho in bocca mi costringe ad alzarmi, sempre più scosso, sempre più sconvolto... Ma che mi sta accadendo? La testa pare scoppiarmi! Dove mi trovo? Ah, sì: l'hotel Skyline, New York City...il mio nome è David McNamara, sono un ex psicologo dell'esercito..Altro, per ora, non ho voglia di raccontare... Mi alzo sentendo una specie di nausea che mi porta di corsa verso il bagno, ma poi, giunto alla scrivania di fronte al letto, vedo il palmare, che mi agevola sul lavoro, ancora sotto carica, e la segreteria telefonica che lampeggia nel primo chiarore del mattino... Ma fuori? Continua questa pioggia schifosa... Ma che razza di tempaccio.. Sulla segreteria due messaggi: mi tocca andare ancora a Staten Island, hanno trovato o è successo qualcosa di nuovo... Prendo il palmare e mi viene voglia di chiamarla..la chiamo, la prego, ma lei butta giù con fastidio e con troppa fretta: che succede, cosa le ho fatto? Non ricordo, accidenti...Prendo i pochi spiccioli che mi sono rimasti dalla corsa di ieri in taxi (cribbio che ladri!) e scendo giù...<br />228602540Il portiere mi saluta e riesco ad ottenere alcune informazioni: dove trovare un bancomat, dove parte il traghetto (non ricordo dove l'ho preso? Ma che ho combinato?), e una mappa della città per orientarmi... Esco e di fianco trovo un bancomat: introduco la mia carta di credito ma non funziona, accipicchia! Mi incammino verso l'imbarcadero e sul molo noto due tizi... Parlo col primo ma la scortesia deve essere il suo mestiere, l'altro si volta all'improvviso ma, dette alcune parole senza senso, se ne va... Eppure mi pareva .... Come se mi avesse riconosciuto, ma non so chi sia....Di fianco cammino su un molo deserto...Torno indietro verso l'imbarco traghetti, la stazione è semivuota: ma con questo tempaccio la nave arriverà? Non affonderà mica? Lo stomaco mi si stringe come in una morsa...Poi, eccolo finalmente....Mi ritrovo di fronte al cancello d'ingresso dell'ospedale psichiatrico di Staten Island.... Non ho quasi il coraggio di entrare ma devo... Devo! Piove ancora, anzi diluvia...Forse è il Cielo che vuole sporcarci ancora di più...Forse è il Cielo che cerca di purgare i nostri peccati.....<br />ven mar 20, 2009 1:17 am<br />Mi appoggio al citofono del cancello e chiamo all'interno per farmi aprire: una voce secca mi risponde con un tono che mette rabbia nel sentirla... Ma non c'è una telecamera, lì davanti? Non mi hanno visto?.. Rimugino tra me mentre metto piede all'interno... Ah, ecco chi mi ha aperto! Bel tipino: forse ha lavorato in un film di Kubrick? Che essere spregevole! Ma poi, come posso io giudicare gli altri?....Un atrio semibuio, cerco di orientarmi.. Ecco il dott. Young, il responsabile... mi informa sui casi lì ricoverati e illustra le loro -40640484505condizioni attuali: non abbiamo molto, per ora... Lo chiamano e approfitto per osservarli di persona: vari tipi strani, due ragazze, un tizio che pare anche pericoloso... Che spavento, accidenti! Il detective Moretti, apparso come un fantasma, mi chiede che faccio qui: ma come che faccio qui? Sono l'incaricato, sono quello che... Non mi ascolta, mi chiede di spostarmi in un altro luogo, lontano da orecchie indiscrete e, finalmente soli, mi informa sui pazienti e sullo strano ritrovamento di una delle ragazze... Vicino al mio hotel, caspita! Ma non ho udito nulla.... ha anche sparato... ma che facevo, dormivo? Forse accadeva nel momento in cui il mio solito incubo tornava a passeggiare tra i miei sogni... Se ne va promettendo di cercarmi in caso di novità... Lo spero, mi sento come impaurito da tutta questa storia... Torno alle camere e riguardo dallo spioncino tutti quei giovani: ma che avranno combinato? Ci sarà qualcuno che mi darà notizie più complete?<br />Nel gabbiotto al centro dell'ingresso ritrovo Young: parliamo dei pazienti, mi consegna le loro cartelle, noto che tutti sono arrivati qui nel giro di poco tempo, per tutti diagnosi terribili, ma uno....un appunto forse importante...Le parole di Young mi feriscono: cosa sa di me? Non sono d'accordo su certe sue teorie e lui sul mio metodo di lavoro,ma... No, non mi piace e io non piaccio a lui...Quasi con rabbia mi consegna le cartelle dei pazienti, la chiave della celle e un cercapersone, nel caso... ma che caso? Vuole che non sappia che devo fare? No, amico, tu....e non parliamo dell'infermiera! Obbedisce ciecamente a Young... Spero non mi crei problemi...Lo saluto, lasciandolo lì tutto felice a gingillarsi con le sue teorie e cerco di parlare con ognuno dei pazienti ma... Nulla, non riesco ad ottenere nulla... Ma sono io che devo aiutare loro o forse... Io da loro dovrò ottenere aiuto?<br />ven mar 20, 2009 2:07 am<br />Pomeriggio<br />Mi disgusta, quasi, ma devo tornare a parlare con... No, proprio non mi va... ma devo! Ed ecco che mette in dubbio le mie teorie, le mie applicazioni... Una rabbia intensa comincia a salire dalla viscere.. ma devo controllarmi, devo...Lui se ne accorge e ci ride sopra, pure...Vorrei strozzarlo... Ma non posso, non devo... esco sbattendo la porta, visito le altre parti dell'ospedale... Ecco il posto dell'infermiera..Non posso spostarmi oltre... Poi ricevo un messaggio da Moretti: per richiamarlo devo...Lo richiamo ed ho conferma di quell'indizio...bene, però mi occorre qualcosa...Devo aspettare che rientri l'infermiera...<br />Sera<br />La vado a trovare e col suo solito tono acido riesce quasi a farmi perdere le staffe pure lei... anche lei rilascia veleno su di me... sulla mia vita... ma che ne sanno di me, della mia vita, della mia famiglia, di...? Ecco, trovo ciò che mi occorre e corro, quasi, corro, come per fuggire...Dai miei fantasmi? David, che ti succede?... Corro, il paziente numero 1...<br />Vediamo se la mia teoria è giusta... Si, reagisce, riesco ad ipnotizzarlo e la sua voce comincia a narrare la sua vicenda...<br />... Dove mi trovo?...Che luogo disgustoso...Ma di sotto... dei passi! stanno arrivando, sono qui... Mi prenderanno, devo fuggire...Dai, usa quello...così, ecco, No!! E' caduto giù, però... Non voglio tornare laggiù, mai più! Presto, presto... Arrivano, maledizione, non ora che... Sono uscito, la grata... ma ecco una recinzione: come andare al di là?.. Se provo con questi?... Troppo pesanti: ma se uso... OK, ce la faccio, così... Passo al di là e vedo la libertà...Il gommone... l'acqua... la luna sulle onde... Un faro mi abbaglia.. intorno a me gli elicotteri della Polizia...Sono in salvo?...<br />Si accascia e non riesco ad ottenere altro... neanche gli altri mi dicono di più...Lascio l'infermiera a vegliare su di loro... Basta, tornerò domani! Appena fuori dall'ospedale un messaggio di Kim...La cerco ma niente, non risponde... Ma chi è quello? Ma non era al molo, stamane? Sì, me lo conferma: deve stare lì a vegliare sui ragazzi, sull'ospedale... Mi è simpatico, anche se per lui non sono altro che uno strizzacervelli...La pioggia non ha ancora smesso e mi sento bagnato sin nel profondo del mio animo dove sono certo che qualcosa...Torno all'albergo, il portiere non ha novità per me, giungo in camera e...la segreteria sta lampeggiando...Un messaggio di Kim: vuole il... ma perché, perché? Non ho avuto colpe in quello che è successo, non è stata colpa mia...Lo sa e allora, perché si comporta così? Non sarà perché io le faccio... paura? Terry, il mio avvocato: lo chiamo subito, lui mi saprà consigliare e... No, nemmeno lui mi ha confortato, anzi...Sembra prendere la parti di Kim... ma che sta accadendo alla mia vita? Che cosa sta intervenendo per renderla sempre più complicata, più terribile? Ora anche questo, ora...La rabbia, la rabbia!! Che sale, trascinandomi verso un mondo trasfigurato, dove tutte le maschere calano e finalmente, i veri volti si mostrano...Nei fumi della mia rabbia vedo volare il telefono e sento lo schianto dello specchio...L'ho rotto...Che idiota, che perfetto idiota...Voglio dormire...No,non voglio dormire...Voglio bere... Scendo, esco e corro, quasi, sino al bar... Mi siedo e qualche parola vola tra me ed il barman... Anche lui nota sul mio volto stravolto i miei problemi, le mie paure, le mie ansie.. l'idiota semi ubriaco di vodka sulla mia sinistra cerca la lite...Non rispondo, quasi affondato nel mio desiderio di pace e di serenità che non riesco a cogliere, ad afferrare nella mia mente... Torno in camera, un poco rinfrancato dallo scambio di impressioni col barista.. Registro la giornata sul telefono: mi potrà esser utile? Anche qui, però, il mio pensiero va a Kim..Non è stata colpa mia...Credimi, Kim...Non è stata colpa mia, non è stata colpa mia...<br />sab mar 21, 2009 11:42 am<br />lunedi 12 novembre - MATTINA<br />Lo specchio, che disastro! E che figura di... Dovrò avvisare il portiere, già...Meno male: si dimostra comprensivo, anche se noto una certa espressione strana nel suo sguardo...Sospetta che io sia un mezzo matto? Esco e quel deficiente che ieri mi sfotteva nel bar è in mezzo alla strada e impreca verso di me...Ma è talmente "fatto" che cade a terra: stupido... Basta, torniamo al lavoro: così non penserò a Kim e ai miei problemi... Di nuovo lei! e arrabbiata con me, per giunta! ma che cosa vuole? Mi grida di tutto...Anche Young mi rimprovera: non dovevo dare quegli ordini: per poco l'infermiera passava dei grossi guai... Non credo a quello che mi dicono e vado ad osservare il paziente della 5: sembra un animale in gabbia... provo ad entrare e... No, è veramente pericoloso..Devo trovare il sistema per calmarlo.. dagli altri nessuna novità:sembrano come imbambolati...Droga, forse? Bene, devo ritornare dal primo ragazzo, quello con cui ho parlato ieri...Da dove ricominciare, però? Forse azionando... e facendo riascoltare...Sì, ci siamo! Parla ancora...<br />... un tunnel, una galleria... è chiusa, in fondo... un muro di mattoni... come posso... sì, usa la... ecco, ho creato un'apertura...più avanti c'è un bivio...una porta! ma c'è una combinazione da usare e io non la conosco... un'altra porta bloccata, dal lato! e poi... Le grandi pale di un ventilatore...Sento dei passi dietro di me e in fondo, dietro la ventola, vedo una scala..."Come senti dei passi?" sì dei passi in fondo, c'è qualcuno? devo riuscire a .... Torno indietro, prendo... ecco, ho bloccato le pale...Ma sento ancora i passi, come di corsa affannata dietro di me, mi inseguono, devo bloccare questa strada... ecco, così è ok! vado verso la scaletta e trovo un piede di porco ai sui piedi... salgo e vedo l'esterno.. sono in salvo?...<br />-9144067310Incredibile, sembra che facendo riascoltare la precedente registrazione si sia aperta la sua memoria.. i ricordi, tipo flashback, regrediscono all'indietro e rivedo tutta la storia... Ma come sono collegati tra loro i ragazzi? Hanno un legame comune?<br />Torno a trovare tutti gli altri e quando mi trovo nella cella n°3 ricevo una mail sul palmare... sia benedetto colui che ha inventato questo affare...Moretti mi dice che il ragazzo di questa cella... Dunque devo ricreare quella situazione... Devo cercare una... Sarà nell'ospedale? Gironzolo qua e là sino a che...eccola! ma come prenderla? Young me lo impedisce...dice che è di Tamara.Mi dispiace, dottore, ma devo fare una azione, diciamo, un poco indegna... esco fuori e attivo il... Young esce dal locale e posso prendere, in tutta tranquillità, la... la piazzo nella cella del ragazzo e cerco di... la stazione, è importante...<br />che buio... fa freddo, qui...non vedo nulla, devo accendere la... vado avanti, c'è una porta.. ma è bloccata , serve un codice per aprirla... "una porta bloccata da un codice? ne sei certo?" sì ma ho un foglietto con sopra degli starni simboli...forse il mistero è risolvibile.. sì, ecco, se faccio così... Bene, era semplice: l'ho aperta, e vedo più avanti un grande ventilatore a pale..."un ventilatore a pale? ma sei sicuro??" sì ed in fondo dei passi...sento qualcosa che cade dall'alto...devo bloccare il ventilatore se voglio passare: lo faccio con ... ecco, vado dall'altra parte e torvo ai piedi di una scaletta un..."Ma non è possibile! ma allora..." sì, è la verità! Salgo sopra e vedo una grata divelta e all'esterno la rete di recinzione...C'è un barile accostato e, grazie a questo, scavalco la rete e ...Mi trovo all'esterno...<br />Sì, dal racconto sembra proprio che i ragazzi stiano vivendo nella stessa storia: sembrano arrivare dallo stesso luogo...Ma come sarà giunto lui in quella specie di fognatura? Provo ad andare dagli altri, facendo riascoltare le due registrazioni, ma nulla! Torno da lui e forse... Sì, ci siamo...<br />sono in una cucina... molto disordine dappertutto, devo trovare qualcosa, ma non mi ricordo cosa sia...in un cassetto trovo... poi esco da lì, vado verso una stanza, ce ne sono diverse lungo il corridoio, anche una centrale chiusa... poi entro in una stanza col nome Ray sulla porta ("sarà il suo nome?") e prendo sul tavolo una... ecco quello che cercavo... ora posso uscire e, da un grande cortile pieno di mezzi militari semidistrutti vedo una specie di pozzo, dentro non vedo nulla, e due altri fabbricati... entro nella prigione, aprendo la porta con... entro in una cella sempre usando... ecco, in fondo una grata e mi calo all'interno di uno scuro corridoio...<br />Finito, si è calmato... esco dalla cella ed incontro nuovamente Young.. Non mi sopporta ed io lo stesso con lui...Mi rimprovera ancora per l'incidente della notte... Prometto di trovare un modo per parlare col paziente della 5... Mi sa che devo chiedere aiuto a quello che , di solito, usa delle.... Lo chiamo al telefono e promette di consegnare quello che mi serve al mio albergo... Esco e torno verso la città...Continua a piovere, una pioggia unta e sporca sul mio volto... Lavami l'anima, maledetta... In hotel il portiere mi avverte che hanno portato qualcosa per me: ecco, sì, quello che mi occorre! Non mi resta che tornare a Staten Island, per continuare la mia discesa nell'animo di quei ragazzi... Ho forse qualche appiglio in più? lo spero.....<br />mar 24, 2009 5:40 pm<br />Pomeriggio<br />101601324610spero di riuscire a sbloccare la situazione... altrimenti sono caduto nel più grosso pozzo di letame che si possa trovare da qui a New Orleans... Ma che tempo del... Cosa cantavano i Supertramp? Come si chiamava quella canzone...ah, già: Its raining again...Niente di più adatto per canticchiare qui davanti al molo del traghetto... Toh, c'è anche un cannocchiale: se infilo una monetina..Non vedo un accidenti, ma forse...No, mi sto sbagliando...Devo togliermi Kim dalla testa... Rientro a Staten Island e mi ritrovo nella cella del numero 5... Lo atterro e... Ok, così, buono! ed ora... Se riascoltiamo quelle parole forse...<br />Dove sono? Un deposito, forse? Ma che ci faccio qui? Devo uscire, devo scappare, subito! Quel bastardo! Se riesco a mettergli le mani addosso.. Ma non ho nulla... Il cancello è sbarrato! Devo procurarmi qualcosa, devo... Calma, calma, cerca di pensare, non agitarti... ecco cosa posso fare: lo appoggio al cancello ma...nulla, non va! Sotto la tettoia c'è un tavolo e lì.. Dovrò usarlo? Ma per cosa? Possibile che... Già mi sa tanto che occorra qualcosa per prepararla.. La trovo, ma è vuota... Ecco qualcosa che può servire come straccio e del...Bene, se così la avvicino ai...ottimo, brucia proprio bene... adesso avviciniamo il tutto a quello dal cancello.. fatto! ora posso fuggire...Che botta! Qualcuno avrà sentito e mi inseguirà?...<br />Niente, non dice più niente.. Esco e mi arriva un messaggio: è di Moretti... Devo parlare con Young... Quanto mi disgusta...Faccio presto ed ecco la chiamata del detective... Esco e parliamo al di fuori.. Ma perché questa segretezza? Anche lui ritorna sui miei trascorsi nell'esercito... Ma che vogliono tutti? Sono stato inviato qui per risolvere questa matassa e divento il centro dell'indagine?.. Parole utili e no?...<br />Gironzolo di nuovo all'interno: parlo con Tamara e mi scuso con lei se ho dato delle disposizioni che l'hanno messa in pericolo... Lo sguardo che mi rivolge è strano: suona come un rimprovero o come...C'è una cosa da prendere, qui... Torno nelle celle dei pazienti ed in una mi accorgo che... Dunque dovrei fare diventare questa cella buia?...Rimugino tra me che non è facile... Forse c'è ... ma dove, qui dentro?... Eppure sono 22860781050certo di averlo visto da qualche parte... Ecco, sì è proprio lì... Lei mi dice qualcosa ma non l'ascolto: ho fretta di controllare se ho visto giusto... E poi, non mi piace quel suo sorrisetto strano, quasi sapesse ciò che sto per fare o pensare...la odio con tutto me stesso... Ho tutto contro, sia nella mia vita privata che in quella professionale... Ma che ti sta accadendo, David? Perché tutti sono così arrabbiati con te?...<br />Vado alla cella, ora vi regna il buio più assoluto, e imposto quello che ho trovato in modo che... Ma cosa azionare nel palmare? Quale tra tutte le registrazioni...Eccola... Sì, risponde!<br />... sono in una stanza "sarà la sua?" mi ritrovo con qualcosa in mano...Già, me lo ha portato lei... Ma come ne sarà venuta in possesso? Leggo... Che strano, possibile che...Esco in corridoio...LO VEDO: ma come? Lo avevo rinchiuso!! Era prigioniero ed invece... Come è possibile? Mi avvicino e uno strano sorrisetto solca le sue labbra...Non mi rivolge la parola, forse non si è accorto di me?... Mi avvicino alla porta della sua stanza e lo ascolto parlare tra sé...Prendo il coraggio a due mani, entro e subito mi accorgo di qualcosa che si trova lì, alla mia destra, l'afferro e.....<br />Basta, è stanco... Non ottengo più nulla... Crollo anch'io e, nel buio della cella, sento il suo respiro affannoso...Mi premo le tempie e cerco di riposare ma uno strano ticchettio, forse gocce in lontananza che arrivano da qualche buco del tetto,da qualche grondaia ormai stracolma di pioggia, sembra incunearsi nella mia mente, impedendomi ogni pensiero e il riposo...<br />sab mar 28, 2009 1:05 pm<br />Mi alzo e la testa, con tutto all'intorno, gira, gira.... vado a risistemare l'illuminazione della cella e, sempre con quel ghigno, lei mi rivolge alcune parole più aspre del fiele... Tutta questa struttura sembra contro di me: Kim, perché... Da dove riprendere il filo della matassa... Mi ricordo solo che.. Provare con lui? C'era quel particolare...Ecco, forse...<br />... lei, ancora lei! Ma cosa vuole? Alcune parole, mi sembrano senza senso... Lasciami STARE!! VOGLIO URLARE, CAPITO??? Glielo tiro dietro... Ecco, si ferma, sembra leggerlo... Sul suo volto uno sguardo di... Maledetta, ecco: hai ottenuto ciò che cercavi...Va via, torno a sprofondare in quello strano sonno, in quella specie di limbo che offusca la mia anima...<br />Nient'altro...Niente! La ragazza, forse, potrà aiutarmi di più? Vado da lei e pare che... Sì, ce la faccio...<br />... rumore di onde.. Dove sono? Sembra una torre... Ma che deve sorvegliare? Piove, maledizione ed il vento sembra voler spazzare via tutto... Il mare in burrasca, sotto di me, sembra un gioco di montagne e vallate impazzite che si rincorrono nel vento...Ma sono molto in alto, troppo per saltare...entro nella cabina, cosa c'è qui dentro che... Ecco adoperando il coltello riesco a ... devo riuscire a spingerlo! Ecco, così verso la... ancora un piccolo sforzo, su.. non sono arrivata sin qui solo per farmi sconfiggere dal cattivo tempo! Ecco spingi ancora... E' giù, ora! Ecco che la ringhiera, così... Tutto cade al di sotto e saltando, riesco a fuggire... Ma sono in salvo? O i flutti mi porteranno alla deriva... verso un pozzo nero senza fondo sconosciuto?..<br />la ragazza sembra nascondere il resto... la sua voce si spegne lentamente, con un ricordo che va a svanire in una notte<br />sab mar 28, 2009 9:03 pm<br />proviamo a pensare a qualcosa di utile? Cosa ho ricavato per adesso? Racconti incompiuti... Nessuno che termina con qualcosa di sensato, solo frammenti... frammenti nel buio...che portano dove? L'unica cosa che mi è chiara, se vogliamo dire, è che tutti sembrano legati allo stesso... Sì, ma come sono arrivati lì? E perché poi...Gironzolo tra le varie celle, esco, rientro... Giro senza costrutto... ma che devo ottenere? La fine dei racconti, pare sia l'unica destinazione...Torno da quello con ... Vediamo se...<br />... sono fuori... Colpi di pistola? Da dove? Sembra giungano da... Corro sin lì e... LE VEDO! Brutte st... Ora vi faccio vedere io...<br />Basta, un flash rapidissimo...Solo questo... Resto senza fiato, corro di qui e di là, ma senza ottenere altro che gemiti senza senso...Mi sono già perso?<br />Torno ancora una volta alla cella n°... Un attimo: LUI è legato a quello di prima...il suo ricordo... Ecco, devo far ascoltare qualcosa che è avvenuto PRIMA... Perfetto, riesce ad ascoltarmi...<br />... LUI è lì. seduto, beve il maledetto - perché questo astio tra voi? - e vedo che osserva la... esco dall'edificio, gironzolo nel cortile, poi... delle voci! Ma sono delle... Parlo con loro attraverso la finestrella.. prometto di offrire il mio aiuto ma la porta è bloccata... Chi ha la chiave? Ah... LUI! Deve averla LUI!... Rientro in cucina ma non riesco a... fare nulla! Giro nelle stanza, alcune sono chiuse a chiave tranne... Cribbio è la sua stanza... C'è una bottiglia...Se mi metto qui... Ma come portarlo alla sua camera? Devo escogitare qualcosa... Ecco... No, non funziona... torno in cucina e approfitto di un suo attimo di distrazione... Ora, corri! Devo tornare alla... mi piazzo qui, così appena arriva... Sento i suoi passi... E vai! Bastardo, eccoti a terra....Ora posso prendere....<br />Si accascia e non dice altro... Mi appoggio alla parete della cella... Qualcosa non mi quadra in tutta questa storia, ma non riesco ancora ad afferrare il bandolo di questa matassa, che pare sempre più intricata... nera e senza stelle...<br />sab mar 28, 2009 9:39 pm<br />sei riuscito a fregarlo... Davvero bravo, devo ammetterlo... Vediamo che ne pensa LUI...<br />... dove sono? Una cella? maledetto bast... Mi ha giocato, non c'è dubbio... Ma ora devo pensare a come uscire di qui... Là in fondo... Una grata... devo agire e in fretta, maledizione! Cosa posso usare per... E le due ragazze? Che fine ha fatto fare loro, quel maledetto? Non sa con chi si è cacciato... Ah, ah, ah... te ne accorgerai... ecco, devo prendere un pezzo di legno per... Sì, altrimenti non riesco a prenderlo... ma come è finito qui? "Già, come ci è finito in una cella un..." ecco, così ce la faccio! Preso! ed ora vediamo cosa... Sì, riesco a svitarle... Perfetto: pensavi di avermi ingabbiato, vero? Ed ora scendiamo.... E' molto buio, qua sotto, ma in lontananza come un rumore d'acqua... una porta, riesco ad aprirla e mi ritrovo...<br />Già... Dove si ritrova? ma certo... L'inizio del suo racconto non.... Però era uscito da lì! Ma mancano ancora dei passaggi... piano piano la matassa sembra come prendere vita... Penso di sapere, ora, dove dirigermi... Già una delle due ragazze dovrebbe saperne qualcosa...<br />Ed è da lei che...<br />... In una lurida cella... Quel bast... Mi ha rinchiuso qui con questa bellezza... Ed è anche aggressiva, per giunta... Mi accusa di ... ma sei impazzita, brutta stronz...?? Ma non vedi come siamo combinate! E il tuo foglio, allora... quello che hai disegnato? ma vaff... la lascio perdere, continua a gridare.... Guardiamoci un po’ intorno. dove siamo? Una cella... Pareti sbrecciate, un letto, una sedia rotta, " ma è quella descritta dal ragazzo?" e in fondo, una grata " sì, sembra quella..." ... ho il coltello: se riuscissi a... Maledizione! Mi è sfuggito all'interno..." e qualcun altro lo troverà, bella!" Che fare, ora? che fare?... Aspetta: dei passi nel corridoio... Oh cribbio! la porta della cella si sta aprendo e... Sarà lui? No! Dio mio, no!!.....<br />Silenzio.... Solo il silenzio ora ci circonda.... cado stanco al suo fianco e una sorta di nebbia cala sui miei occhi...<br />dom mar 29, 2009 3:08 pm<br />la paura... la paura continua a serpeggiare nei racconti... frasi spezzate qua e la da riflessi di ansia, di panico... battito del cuore a mille... mi sembra di vederli, i loro cuori. tutti al limite dello scoppio... Boomm! Il cuore... Il mio è già a pezzi e non riesco a capacitarmi del come e del perché! Il palmare trilla all'improvviso e riesco a sobbalzare: calmati, accidenti! Una mail da Moretti...Devo chiamarlo.. Le sue parole mi sorprendono: ma come? Lei ha... Devo indagare al più presto...<br />Sono nella sua cella, riesco a farla reagire facendole ascoltare le ultime frasi di...<br />... sono sulla torre: devo riuscire a farmi vedere da qualcuno, ma come? forse dovrei... Sì, provo ad accenderlo ma...niente, qui si fonde tutto! E poi, pesa troppo, per me! Ma ci deve essere un modo, un sistema per... Il pannello: forse se riesco a... Si apre! Ma tutti questi fili a che servono? e sotto c'è la placca... Si stacca ed è bagnata, accidenti! Per riattivare tutto serve la corrente e questa non... Però, se la mettiamo qui e poi...Brucia! Come scotta! Devo prima.. Ecco, così va meglio: piazzata proprio sopra... Poi accendo e...Semplice: ora che è pronta, la rimetto al suo posto... Ecco, funziona: si è acceso! Vorrei gridare dalla felicità: esco fuori se aziono il pannello e... Ecco, gira! Gira! dai, verso il mare , verso quella nave: mi vedranno e sarò libera, salva!...NOOOO...noo...no! Un colpo di pistola..Il faro si infrange e con lui ogni mia speranza....<br />Piange...piange alla fine di questo suo sogno... Frustrazione e rabbia... Rabbia e delusione al limite della sopportazione...tanto lavoro per nulla.. ma chi...Solo lei, mi sa!<br />Non riesco ad ottenere più nulla da nessuno degli ospiti: esco e, sul limitare del cortile, incontro Young...Continua ad offendermi, a voler sapere dei progressi ottenuti col mio metodo... Riesco a controllarmi e a rispondere con calma...Vedrai, sotto sotto la sorpresa sarà enorme, per te, mio caro... Il palmare squilla: Kim mi informa di avermi spedito qualcosa...Non mi resta che tornare verso l'Hotel...<br />Appena arrivato il portiere mi consegna una busta: che sarà? Studio legale...ma che...COOSAAA? Il divorzio?? Vuole divorziare, vuole andarsene, vuole... Mi da la colpa di tutto... Sono solo, abbandonato... La chiamo ma non vuole parlare con me... Chiamo anche il mio legale ma... Anch'egli mi addossa ogni colpa... No...Non è colpa mia, non è colpa mia! Voglio dormire, sprofondare nel nulla...No! Voglio bere: vado giù al bar sulla strada. Il barman capisce dalla mia faccia che il peggio è arrivato..Non saresti male come psicanalista, caro mio! E quell'idiota, è ancora lì, di fianco...Cosa vuole: vuole far vedere che è un furbo? Mi aggredisce ma grazie al mio addestramento, gli tolgo la pistola di mano e... Che faccio? GLIELA STO PUNTANDO CONTRO?? No... calma... tutti sembrano spaventati dalla mia reazione: il gradasso ora piagnucola... Calmati, McNamara! No, questo non è il momento, né il caso... Riconsegno l'arma, tranquillizzo tutti... esco. ho quasi voglia di vomitare... Sempre peggio, David, sempre peggio...<br />Torno in camera, spengo la luce e prego, nel buio, prego.... Kim, l'alcool, il fuoco... No, ti scongiuro,gli incubi no...Non gli incubi....<br />.... nel buio una porta...al fondo un corridoio e un'altra porta... sforzo per aprirla e, dall'altra parte, il buio...nel buio un uomo mi sta aspettando, armato di un mitra... ma che fa? mi spara?? cado, colpito o no? mi tuffo, sento i colpi sfiorarmi...Poi, incredibilmente, il tizio mi aiuta: lo riconosco? ma...SONO IO??? Urlo, grido, mi dibatto, mi...urlo, un urlo che dura una notte, tutta una vita, infrange il silenzio della notte...<br />dom mar 29, 2009 4:04 pm<br />martedì 13 novembre - mattina....<br />Sempre peggio...mi sento sempre peggio... Ho sognato, stanotte? Non ricordo...Non ricordo nulla, solo che Kim se ne andata, per sempre... ma devo riuscire a parlare con lei, devo...La cerco ma non ottengo risposta.. Terry mi risponde e mi conferma la lettera: ma non eri un mio amico, bastardo? Ed ora invece... La stessa storia di sempre: io le ho provocato dolore, ha paura di me...Kim, perché? Sai che non è vero...<br />22860623570Nella Hall vengo chiamato dal portiere: i vicini di camera si sono lamentati delle mie urla nella notte. Urla, ma chi ha urlato? Io? Allora...Si, sono tornati...Gli incubi fanno ancora parte di me... Mi scuso con lui, ma purtroppo la Direzione dell'albergo mi richiede il pagamento anticipato della camera. Consegno la mia carta per l'acconto ma... Come bloccata? la carta è bloccata? ma... esco e anche dallo sportello vicino...Nulla... Torno su e chiamo sia Kim che Terry... Finalmente! Lei mi risponde: la sua voce è per me come un toccasana...la prego, la imploro...Dice di non aver bloccato nulla, anzi anche lei è rimasta senza denaro...Si arrabbia, dice che sono stato io... Butta giù, dopo aver biascicato una promessa d'incontro al Parco...Verrà? Lo spero... Contatto Terry e anche lui afferma di non aver bloccato la carta, anzi mi minaccia, dicendomi di provvedere alla sistemazione dei conti, perché Kim ... ma non ho fatto nulla io...Non mi crede...Chiamo la banca ma non riesco a contattare l'ufficio che mi occorre...Esco, torno dal portiere e prometto di saldare ciò che devo entro la giornata... Non mi assicura nulla... Torno in strada più sconcertato che mai: ma se non è stata Kim, chi ha bloccato i miei conti e perché?<br />C'è lo sconosciuto al molo, quello che mi è stato presentato come un rappresentante... parliamo del più e del meno, mi annoia...Ma non mi piace il suo modo di fare... Davanti all'ospedale ritrovo Moretti...Sempre più scontroso, l'amico...E accenna a certi fatti che mi riguardano...reagisco chiedendo se sono io l'indagato o se IO devo trovare il bandolo di questa matassa con il suo aiuto... Mi saluta, promettendo novità importanti.... Lo spero, mi sento sempre più in alto mare...<br />Da dove devo riprendere? Forse dalla ragazza con...<br />Era lei che...<br />... sto gironzolando, senza un perché, in casa... ma quello, QUELLO E' SANGUE! Una pozza enorme di sangue.. esce dalla stanza di... quella sgualdrina! Devo cercare qualcosa per... Ecco, in cucina trovo tutto... pulisco "perché lo fai?" poi corro fuori, al pozzo, e lì... ecco fatto! Riesco a entrare nella sua stanza..ma cosa c'è sul tavolo? Un disegno? ma quella... SONO IO!! e vicino c'è un ... lo afferro e corro al di fuori, verso il piazzale da dove sento... Eccola, è là, alla... Corro, ansimo, ma finalmente, la vedo: grido verso di lei, mi risponde , mi ingiuria, mi... Sei in trappola, ora ti prendo e te la faccio pagare...ma LUI?? Che cosa vuole questo?...<br />Lui... Chi è lui? Mi sa che mi tocca... Sì, all'indietro, devo andare all'indietro... E l'unico non poteva essere che...<br />... Eccomi qui, tornato dalle fogne... ma che succede? Un colpo di pistola? Viene dalla spiaggia... Ma chi.. Oh, ma guarda che bella scenetta, le due fanciulle... Si, sono pericolose, occorre che le sistemi per bene in gabbia...<br />Silenzio... I nodi stanno lentamente sciogliendosi... Ancora ansia, paura... Provo con tutti gli altri ma solo uno risponde... Strano, dove accidenti si trova?<br />... nel bosco.... gli alberi...le ombre... strani rumori, qua e la, sembrano accompagnare i miei passi... sono fuori, fuori! Che c'è lì? Ah, dei... Più avanti un bivio... Ecco, una costruzione e all'ingresso...una pietra, ma... No, non riesco a smuoverla... torno indietro e un'altra stradina... ma cos'è questo suono? Sembra arrivare da...Boh, non vedo nulla...Forse un animale...Ecco, lì c'è qualcosa che... Sì, riesco a prendere... Con questo riuscirò ad sollevare quella...Ancora! Ancora quel lamento "Da dove proviene?" Viene da lì... Oh, ma è un... Come posso... No, non riesco, sta soffrendo...Non posso stare qui, con le mani in mano, e lui... devo salvarlo e l'unica soluzione è... "Quale soluzione? Non mi dirai che..." Sì, devo...Ho terminato, non soffre più... Torno verso la costruzione e...LUI! LUI sta venendo verso di me... il suo volto è... LUI!!!<br />si ferma.... stordito, forse? O soltanto spaventato? ma da chi? e perché...<br />Nessun altro mi parla...Esco fuori ma neppure il tizio a guardia dell'ingresso pare essermi d'aiuto...Giro tra i pazienti fino a che... ma certo! E' lui che ora mi potrà aiutare..Dove eravamo rimasti, amico? Ti prego, continua...<br />... che buio, qui sotto... L'interruttore dov'è? Una porta... dove condurrà? Un tastierino... La porta si aprirà da sola o avrò bisogno del... Afferro quello che trovo lì di fianco... Cerco di far girare la ruota sulla porta. sì, si aziona, gira ma non... Ho bisogno di studiare il tastierino ma non ho la più pallida idea di cosa... Un attimo. c'è un interruttore della luce qui...Accendo e vedo le scale, da una parte e dall'altra. sono di sotto, quasi nelle cantine... Se cerco di risalire...No! Non voglio...Sono tutti impazziti, qui... Il tastierino...Alcuni numeri sono...Già, ecco...Ricordo di un codice che iniziava con... Se vedo bene gli altri sono...Già devono essere questi! Un clic ma ...nulla! Un attimo: va in corto! Allora devo...Esatto! Così è ok! Azione giusta e perfetta! La porta si apre e, al di là, una...Sala radio??<br />Sento di essere vicino a qualcosa di importante...Devo prendere una boccata d'aria: qui dentro si soffoca, ormai...<br />dom mar 29, 2009 4:31 pm<br />POMERIGGIO<br />... Piove, in continuazione pioggia... Mi manca un nesso tra l'ultimo racconto e i precedenti... nessuno di loro aveva parlato della... Ma sarà importante oppure si tratta solo di una deviazione inutile? Eppure mi pareva di aver colto dalle parole del ragazzo, qualcosa di molto importante..."Di sopra sono tutti impazziti..." Perché? Che è accaduto per raggiungere un simile stadio di inquietudine, di paura? Che è accaduto a quei ragazzi in quel luogo da terrorizzarli così...<br />Squilla il palmare: è Moretti, dice che due notti fa la guardia Costiera ha intercettato... ma allora, è vero! la sala radio... ma non mi ha raccontato nulla del... Mi manda un file...Mi servirà, certo! Corro dentro e riprendo il mio viaggio con lui, facendogli sentire la SUA voce...<br />... sì. c'è una radio, qui! Devo riuscire a ... Non funziona, maledizione! ma perché non va? Se cerco di accenderla...Fuma! Solo fumo, accidenti! alcuni documenti sul tavolo. <br />Che significano? Dietro c'è un ... lo smonto ma non vedo nulla... In questo portalampade non c'è la...Lì...trovo uno straccio... Mi può servire per... Ricollego qui e metto la sua in questo... ecco, ora c'è luce, nella stanza, la luce adatta per vedere... Smonto il retro... I fili sono staccati... Come posso... Un attimo: c'è un foglio qui che... esatto, ma devo essere rapido e preciso! Ecco, così ci siamo... Accendo e... No! Non va ancora! Dove ho sbagliato? ma certo, stupido: quello è qui e l'altro... Perfetto! Si accende! La sintonizzo e, nel microfono, lancio un messaggio.. "Ed è arrivato, amico mio, lo hanno sentito!" Ma che cosa... la porta... Si apre...Un colpo di pistola e ...LA RADIO! NOOO! La radio è andata, è distrutta... ma chi, chi può aver fatto tanto....E poi. hanno sparato alla radio o... a me?<br />Cominciano a girare troppe pallottole in questi ricordi, per i miei gusti... Qualcuno finirà per farsi del male...<br />lun mar 30, 2009 10:17 pm<br />Sì, qualcuno si farà male... O qualcuno proverà a fare male a... magari fosse Young! Che cosa stava origliando alla porta della cella... Sì, il racconto del ragazzo era molto interessante: un appiglio per la mia ricerca? Sì, qualcosa comincia ad apparire dal buio... Esco,dopo aver avuto altre paroline con Young, e anche il sorvegliante non mi è d'aiuto... Non resta che incamminarsi ancora una volta verso la città, sotto questa terribile pioggia, solo... sempre solo...<br />All'albergo chiedo al portiere se è giunta una lettera per me. Risponde di sì e mi consegna la busta...Sempre lei che minaccia, sempre lei che... Comincio a gridare, mi metto ad urlare contro il mondo intero... No! Fermati, David... Sono già in crisi abbastanza col mondo intero...<br />Sono solo,sì, in camera finalmente, e cerco di raggruppare le idee: riesco a stento a inserirle nel palmare... Spero in una notte di sonno senza incubi: almeno loro mi lascino stare....<br />lun mar 30, 2009 11:27 pm<br />mercoledì 14 novembre 2007 - mattina -<br />Terry avrà qualche novità per me? Lo chiamo ma non ottengo ciò che cerco: solo e sempre rimproveri e vaghe promesse...Scendo ed il portiere mi ricorda che in giornata la direzione aspetta una risposta per il conto... Biascico qualcosa ed esco, senza neppure guardarlo in viso...Mi vergogno... Che situazione del...<br />-152401905Al molo sento una voce che... Ma quello è Young! Che diamine combina qui? E l'altro è... Sì, il tizio che mi è stato indicato come rappresentante di qualcosa... medicinali, forse? Mmmm... Il suo volto non mi convince: sono quasi certo di averlo già incontrato... la mia memoria non mi aiuta ma forse... Possibile l'esercito?... Forse, chissà... All'Ospedale il sorvegliante è ancora al suo posto: ma come farà a resistere tutto quel tempo sotto la pioggia? Nessuna novità... Va bene: devo andare dalla ragazza... Lei senz'altro potrà continuare quello che...<br />NO! NO... Cosa...Cosa... Un macello, un macello... L'hanno macellata... E' distesa in una pozza di sangue... Nessun segno di lotta... Riesco appena a chiamare Young col cercapersone che questo... Arriva e mi incolpa! ma che dici, vecchio rimbambito. sarebbe mia la colpa di questo? E tu dov'eri, accidenti! E perché questo fatto, poi? PERCHE'? la ragazza... sapeva qualcosa? Cosa aveva ricordato che... Young afferma che si è suicidata: ma non ci credo, vecchio...No, raccontala a qualcun'altro...Qualcuno, come temevo, si è fatto male....Tanto male... Troppo...<br />Pomeriggio<br />Kim mi invia una mail nella quale mi conferma che sarà al parco, domattina... Chiamo Moretti e l'avviso di tutto ciò che è successo.. Sa già tutto... Mi dice di restare calmo e di non combinare guai... Ma che guai vuoi che... Anche lui sospetta che io... ma vaff... Mi vuole vedere stasera: appuntamento vicino all'Hotel... Ok, devo restare calmo, ma la Morte che è appena arrivata a Staten Island ha cambiato le carte in tavola... ora il mazziere ha iniziato una nuova partita...<br />Torno all'interno: qualcuno deve spiegare come... Sì, lui! Perché eravate lì, tutti assieme?<br />... tutti assieme al tavolo... carichiamo le pistole... tutti attenti, tutti in azione...gli occhi si cercano, ci osserviamo con attenzione... Paura? Sì!..."Perché questa atmosfera? Che è accaduto?"<br />Nient'altro... Passo da lui... Racconta poco ma...<br />... idiota! ha buttato la chiave... ma come si fa a ... L'altro devo calmarlo, altrimenti lo strozza...Ora dobbiamo cercare di...<br />Una chiave... ma sarà quella... Ho bisogno di conferme: perché poi questo bisogno urgente di ...<br />Torno dal primo...<br />... mi calano all'interno... Ho paura, lo grido, ma loro insistono... vogliono la chiave.... Eccola, la vedo: riesco piano ad afferrarla e... Tiratemi su, maledetti!... Eccola, la vostra maledetta... Strozzatevi....<br />Già... la chiave... Ma di quale parte dell'accampamento... Qualcuno di loro lo sa... Sì, lui DEVE saperlo...<br />.... Dobbiamo difenderci... Devo trovare le... So che lì... Sono già stato qui e so dove trovarle... Usando la chiave riesco a entrare e... Vari locali ma sono lì... Ecco: trovate! Mi servono le munizioni... Sono qui, da qualche parte... Trovate! Bene. ora posso raggiungere gli altri... Dovremo essere pronti! E venderemo cara la pelle, potete giurarci...<br />Ma con chi ce l'ha? Chi può averli minacciati al punto di...<br />Torno da... Possibile che qualcuno...<br />.... qualcuno sta camminando nel corridoio... Non riesco a vedere il suo viso... ma che fa? Ha un'arma... munita di silenziatore e... STA SPARANDO.. SPARANDO ALLE NOSTRE PORTE... O, mio Dio! Qualcuno vuole ucciderci tutti....e noi siamo lì... In una grande sala, attaccati a dei monitor... a giocare... a giocare... a spararci addosso in un videogame... AHH, ti uccido, ti uccido...<br />Ci siamo... Siamo arrivati al punto... Qualcuno si è preso la briga di spaventarli... ma a che scopo? Perché?... E loro che accidenti stavano facendo? Giocavano? Ma perché...Siamo giunti a questo punto grazie ad uno spavento o... peggio?<br />Sera<br />Non ho molto tempo: Moretti mi sta aspettando in città. Esco, sono solo nella fredda serata di Staten Island... Sono appena uscito dalla stazione marittima quando qualcuno grida il mio nome... da dove? Sembra che mi chiamino dal molo...Ma qui non c'è nessuno... Poi... Due paia di braccia mi afferrano, mi legano i polsi con delle manette e mi calcano in testa un sacco e... Mi buttano a mare! Sono in acqua, sto annegando... la vista non mi aiuta, anzi... la borsa che mi hanno calcato in testa si toglie e vedo che i due tizi sulla banchina levano le pistole: i colpi finiscono in acqua ma è innegabile che stanno cercando il sottoscritto! Ma che... Il mio portafogli galleggia al mio fianco... Addio.... Addio al mondo...<br />Con uno sforzo incredibile riemergo sul lato del molo... Sono fradicio e ancora ammanettato... Nessun'altro oltre me... Se ne sono andati... Forse credono che ... Torno verso l'albergo: forse Moretti... Sì, lo trovo al bar... Mi libera e comincia un interrogatorio che non mi piace per niente: troppe domande, troppo questioni irrisolte... E, per di più, non mi crede! Insomma: alla fine sono io il principale sospettato della morte della ragazza a Staten Island... Dopo aver rischiato la pelle... Io sono l'indiziato principale... Quando finirà quest'incubo? Alla fine sembra che Moretti ragioni... Mi assicura che manderà qualcuno al molo a controllare... Mi lascia lì al bar, solo... Che fare? Ho paura: hanno attentato alla mia vita e devo difendermi, se nessuno ci pensa... Il tizio al bar... Riesco a farmi vendere la sua... Ora mi sento un poco più tranquillo. sento un "ferro" che mi protegge da sotto l'ascella...<br />Torno in albergo: il portiere mi consegna un'altra lettera ma, francamente, non ho troppa voglia di leggerla, adesso... In camera faccio appena in tempo a buttarmi sul letto che Morfeo mi abbraccia e mi accompagna verso altri luoghi, senza dubbio più tranquilli e sereni di quello in cui mi trovo....<br />mar mar 31, 2009 12:10 am<br />giovedì 15 novembre 2007 - mattina -<br />Appena sveglio chiamo Terry: sa che Kim oggi sarà a New York... Non ha novità oltre quelle solite... Discorso inutile... Noto uno strano atteggiamento da parte sua, però, e non me lo so spiegare...<br />Al molo incontro Moretti: mi chiede scusa, visto che hanno trovato il mio portafogli! La mia storia ha qualche appiglio, finalmente! Mi prega di fare molta attenzione, tira una brutta aria... Qualcuno che conosce il mio passato, dice lui... Ma che centra la mia vita con tutto questo? Promette di aspettarmi in serata... Lo cercherò per avere altre novità...<br />Cosa c'è sul molo... Là, appena al largo... Un canotto? Riesco a tirarlo a riva... Al suo interno trovo... La prendo: visto come si è evoluta la situazione temo che ne avrò bisogno...<br />Non c'è il sorvegliante nel piazzale... Appena entrato incontro Young e Tamara.. Sembrano meravigliati nel vedermi... Non ce l'avete fatta ad eliminarmi eh?... Pensavano mi fossi addormentato e che non... Dite la verità: pensavate di non vedermi più, vero? Ed invece... Eccomi pronto a continuare il mio lavoro...<br />Ma che... Stanno dormendo... Tutti i pazienti sembrano... Un attimo. cos'è quello? Un sedativo... Li hanno sedati perché così... Dove sono andati quei due... Toh... Hanno lasciato la porta aperta del... Ecco, riesco ad avvicinarmi a... Se uso questo, forse i ragazzi... Mi sposto in ogni cella e riesco ad agire...Mi occorre poco tempo, poco tempo...<br />Pomeriggio<br />Sono svegli, adesso...Rientro subito da lui... Ora mi spiegherà, forse...<br />... Siamo lì, tutti quanti... la stanza è illuminata solo dai nostri monitor accesi... tutti concentrati al massimo... vai, uccidi! salta a destra e sinistra... Muoviti, scendi... Eccolo, ora gli.... Ma che succede? Un lampo dal video... I miei occhi... Che mi accade? .... Sangue.... Voglio del sangue.... SANGUE!!!!<br />Un messaggio sul palmare, è di Kim... maledizione, proprio adesso! Mi avverte che è al parco... Devo andare: non posso continuare, ora... Ma che storia mi sta raccontando: un lampo dal monitor? Che accidenti stava accadendo... Non posso andare avanti, ora: devo andare da Kim...<br />Questa pioggia... Proprio un tempo dedicato al romanticismo... E' lì, la vedo... Come sei bella... Ascoltami, ti prego... No, non vuole stare ad ascoltare.. Mi consegna una busta con i documenti che le avevo chiesto e... Ma chi c'è dietro di lei? Mi sembra di... Terry?... TERRY!... Che stupido sono stato... ma certo, l'amico Terry... Lui dietro questo... Una rabbia sorda ma incontrollabile sale dalle mie viscere... La sfogo sul lampione vicino, al quale rompo la lampada... Nei frammenti di vetro mi cade la... Kim mi guarda, il viso solcato dalle lacrime, o forse dalla pioggia?, e va via... Va via spaventata da me... va via, forse per sempre...<br />Sera<br />Voglio bere... Davanti alla porta dell'Hotel c'è il portiere... ha le mie valigie: mi informa che la Direzione non mi gradisce più come ospite... Cribbio, che giornata: sempre meglio! Non mi resta che vincere il Nobel degli Sfigati! Ed ora? Entro nel bar e chiedo di avere la possibilità di parcheggiare le mie valigie sino a sera lì da loro... Mi accontentano ma non mi sembrano soddisfatti... Torniamo al lavoro. forse questo mi distrarrà dalle mie vicende personali... Moretti dovrebbe essere... No, Non so dove mi aspetta: lo cercherò col palmare...<br />Sono al molo: guardo nel cannocchiale... Mi sembra di ricordare che sul promontorio della baia sorgeva... Bah, non ricordo esattamente... Cerco Moretti... Ma questo squillo... E' vicino... E' qui da qualche parte? Ma sembra provenire da...Sì, sembra che...<br />Sono solo, ora... Veramente solo... Moretti... Sono arrivati anche a lui... Il suo volto racchiuso in un cellophan... Soffocato... L'unico che mi credeva, che poteva aiutarmi... Sono solo... E la faccenda ora, ha preso una piega molto pericolosa: dovrò prestare la massima attenzione...<br />C'è un solo luogo dove posso andare... Torno all'ospedale ma anche qui le cose sembrano mettersi male: Young mi avverte che sono stato esautorato, il caso non mi appartiene più... Tra poco i pazienti saranno trasferiti e nessuno sa dove. Qualcuno o qualcosa si è messo in moto... Tutto sembra sfuggirmi dalle mani... Devo agire, DEVO! Costi quel che costi.... Rientro e li minaccio... Li porto nel gabbiotto, li lego e... Mi disgusta quello che sto facendo ma non ho scelta: devo fare presto, PRESTO! Stanno per arrivare e tutto... Tutto finirà: per me e per quei ragazzi... Devo riuscire a sapere, a scoprire quel poco che manca... Sì, ne sono certo: la verità è vicina, vicinissima....<br />mar mar 31, 2009 3:47 pm<br />Corro nel corridoio delle celle: dormono ancora tutti tranne... Posso parlare con lui, forse qualche particolare sarà chiarito... Rispondi, dai!<br />... siamo in cucina... ci siamo tutti, attorno al tavolo, sentiamo le parole di... "Ehi! Ma è il tizio che si è spacciato per rappresentante di medicinali... Che sta dicendo?" ... Sta parlando del luogo in cui ci troviamo, una vecchia installazione militare, Fort Tilden "Caspita!So dov'è... Sul promontorio di fronte a Manhattan... Ma perché ricordo questo luogo così chiaramente?", e di un programma... Ne facciamo parte... GOLIATH... Questo è il nome... Noi dobbiamo essere fieri di partecipare... Siamo stati scelti... Noi cinque...noi diventeremo...<br />La sua voce si spegne... Ora dobbiamo fare presto, amici miei, presto! Li raduno tutti nell'androne e spiego loro lo stato di pericolo in cui si trovano... Via, devono scappare.. Sì, ma dove? Fuggire, e alla svelta, è fondamentale per la loro vita... Ci ritroveremo tra qualche giorno, al bar davanti all'Hotel, per decidere le nostre strade: ora ho un compito da portare a termine... Devo visitare una certa base militare nelle vicinanze...<br />Sono al molo e scendo per prendere il canotto: il tempo non mi è amico e la traversata verso il promontorio non sarà delle più facili... Il canotto viene rovesciato dai marosi e a stento, riesco a risalire e a salvarmi... Maledetta tempesta! Anche i Numi nel Cielo sembrano andare contro i miei tentativi per risalire alla verità... Ma alla fine. con uno sforzo disperato, sono buttato dalle onde sulla riva...<br />Venerdì 16 novembre 2007 - prima mattina -<br />Accidenti! Ho perso tutto ciò che avevo nelle tasche... Il palmare con le registrazioni, le armi, la torcia... E ora, dove sono? Comincio a gironzolare all'intorno e noto una recinzione, poco sopra di me... Certo! E' la recinzione descritta da due di loro: ecco il fusto di petrolio.. Ma come salire e scavalcare? Lassù il filo spinato impedisce di entrare... Mi occorre qualcosa che mi protegga... Ecco, se prendo queste due... Sì, sono abbastanza affilate... Taglio, così una parte del... e ottengo...Perfetto: riesco a scavalcare la recinzione... Sono all'interno della base: cominciamo a perlustrare i dintorni...<br />228605715Nel pozzo di areazione... Ecco il piede di porco che ha perso... e la grata... Coincide tutto... Vado avanti: ecco il ventilatore e sotto... Devo prenderla, devo farcela... Ecco, mettiamola da parte, potrà servire: Cribbio, è ... Devo trovare le .. Dovrò andare là, dove lui le aveva trovate... Più avanti una porta... Un codice da inserire, ma quale?...Passiamo oltre, un altro corridoio, una porta chiusa da una cancellata: è aperta, risalgo al... ma guarda: il deposito da dove è fuggito... Mi fa paura, troppo silenzio.. E il portone, che lui aveva divelto, è stato riparato! Qualcuno è stato qui di recente... Ma chi? Troppo silenzio mi avvolge... Troppo...<br />Eccomi arrivato alla piazza centrale, vedo il pozzo, c'è la prigione, dove le due ragazze erano recluse, ed ecco il deposito delle... Vediamo se sono lì, come lui le ha lasciate... Sì, eccole! Trovato ciò che cercavo! Esco, una specie di sorriso sfiora il mio volto... Ma, di là dovrebbe esserci... Sì, arrivo sino al mare, nuovamente, alla Torre... Guarda cosa c'è: ecco con cosa è scesa, con quello preso dal pozzo!... Risalgo ma non noto nulla di particolare, a parte sempre questo ossessivo silenzio, ma trovo un... Mi sarà utile, forse... Torno indietro, alla piazza principale e cerco di entrare nelle abitazioni ma... maledizione! Le porte sono state saldate! Ma che cosa... Come faccio a...Mi tocca tornare indietro: corro, ridiscendo nella parte che assomiglia più ad una fogna che ad altro e mi dirigo verso... Che ci sarà dietro tutto questo?<br />Un topo, un ratto di fogna... Ormai assomiglio più ad un animale che ad un essere umano... Sono qui, bloccato davanti a questa porta, a questo codice da inserire...Non ho più il palmare, come risalire a... "Cerca di ricordare, David, qualcosa di importante ti sfugge.." L'ultimo argomento, l'ultimo flashback del paziente...Il tizio che parlava loro, quel tizio... Un' attimo! Come si chiamava il "progetto"? Non mi dirai che... La tastiera, osserva bene... Già, le lettere! Sarà così semplice, in fondo? Sì, si apre alla mia spinta leggera... E al di là... Ma come? Qualcuno li ha.... Già, controllati da questa sala monitor... Centinaia di videocassette: li hanno controllati e registrati per tutti questi giorni... A fianco un server: tutto il programma Goliath "gira" lì dentro...Ma mi serve qualcosa... Guardo a sinistra una porta di metallo, munita di una ruota: di là, senz'altro, la sala radio descritta da... Allora è da qui dentro che qualcuno ha sparato alla radio... Lo controllavano e lo hanno diretto sino a lì... Ma chi ha orchestrato questo sporco gioco e perché? Perché tutto questo...<br />mar mar 31, 2009 6:43 pm<br />1016074930Nessuno di loro ha mai parlato di questa sala monitor, pertanto posso supporre che non avessero il minimo sentore di essere spiati, di essere come "guidati" nelle loro giornate... E chi ha organizzato tutto deve essere un esperto del settore: strano, in qualche luogo recondito della mia memoria si accende come una lampadina... Cosa combinavo nell'esercito? Ero un esperto di... Ma perché non ricordo nulla di quel periodo, solo immagini sfocate..Una strana sensazione di angoscia mi arriva alla bocca dello stomaco: possibile che sia legato anch'io a qualche maniera con tutto questo?<br />Su una parete una grata... Un condotto che, forse... Ecco, così, come la ragazza, col coltello... Perfetto ora posso salire al piano superiore, dove si trovano le stanze... Dove mi trovo? Ah, ecco: la sala computer, dove è stata organizzata la Lan... Tutti i PC sono stati distrutti, maledizione! Un lavoro eseguito ad arte: qui i PC semismontati, là tutte le porte saldate e, pertanto, chiuse definitivamente, il silenzio che attanaglia il cuore... Cosa c'è laggiù? Ummh... Mi potrà servire? Chissà, meglio prenderlo... La porta è sigillata: secondo i ricordi questa dovrebbe essere la stanza lungo il corridoio che tutti hanno sempre trovato chiusa... Solo al momento della Lan si sono trovati qui, dopo la spiegazione di quel tizio in cucina. Dunque è qui che è accaduto qualcosa di importante! Potessi trovare qualcosa che avvallasse... Un aiuto per la mia causa, su... Cosa c'è lì? Un attimo: forse il "lavoro di pulizia" non è stato compiuto in maniera molto soddisfacente! Già... Ecco ciò che potrebbe... Confermerà che qui si stava giocando a qualcosa di molto pericoloso... Non c'è altro qui: non mi resta che cercare di nuovo nella saletta di sotto...<br />Occorre ragionare un attimo: mi occorre un qualcosa che attesti la mia teoria, prove insomma... Ma dove trovarle? Riesco, torno in superficie, al deposito, alla Torre... Niente, non c'è nulla! Allora DEVE esserci qualcosa là sotto... Nella saletta con i monitor... Sulle pareti centinaia di videocassette... Hanno ripulito tutto, nascosto qualsiasi cosa, sbarrato porte e portoni e poi... Ci sono le cassette... Ne provo una.. Accidenti: sembrano replicare i "ricordi" dei miei pazienti: quello che sto cercando forse si trova qui, in questi nastri...<br />Già... Ecco ciò che mi servirà, la mia arma definitiva contro... Contro chi? Contro l'intero apparato militare degli Stati Uniti? Ridicolo... E poi come farei a dimostrare tutto quanto? Le cassette e il programma... Sì, ho solo questo ma devo fidarmi... Sì, fidarmi di me stesso ed affrontare cosa accadrà nel prossimo futuro. Andiamo, abbiamo terminato la nostra gita qui... Mi avvicino alla porta e solo in qual momento mi accorgo che la porta della sala radio si sta aprendo, lentamente e senza alcun rumore... Da dietro di essa una figura compare dal buio... Una figura armata che esordisce con un "Ciao, David! Bravo, ci sei riuscito... Sei arrivato sin qui... Ma qui ti fermerai, adesso....<br />mar mar 31, 2009 7:14 pm<br />Preso in giro... Preso per i fondelli sin dall'inizio... Esatto, proprio così...L'uomo che mi si para davanti non è altri che... Già, non mi piacevi sin dall'inizio.. Dice di chiamarsi Warren Zane e di lavorare per l'esercito... "Non avevo dubbi, amico!" Mi spiega che cosa è accaduto lì... cinque persone, anonime, gente comune, gente che tutti i giorni incontri per la strada o in metropolitana... Il programma Goliath non è altro che un'arma... Come ho visto in una delle cassette... Trasforma una persona normale, che in quel momento si trova al computer, anche solo a giocare, in un perfetto killer... E io... E io ho partecipato a crearla? Che sta dicendo? Sì... I miei ricordi... Sì, ha ragione! Ecco perché sono stato allontanato: ero diventato un violento, una macchina anch'io... Il killer perfetto! E Kim... Kim si è trovata in mezzo... La mia collera, lentamente, sale, sale e travolge tutto... Sembra contento, il bastardo... Ride.. Ride e afferma che il progetto, con me, ha raggiunto il suo apice, l'obbiettivo finale è stato raggiunto...<br />L'aggredisco... Non so dove riesco a trovare tutta questa forza, è come se dentro di me una belva avesse fatto scattare gli artigli... Lottiamo, riesco a disarmarlo con facilità, è davanti a me, a terra ed io sono su di lui... Devo solo premere il grilletto e tutto sarà finito, concluso definitivamente...<br />Incredibile... Invece di essere spaventato, ride... Continua a ridere... Riesce a distrarmi quel basta che... BASTA! Schiaccio il grilletto, una, due, tre volte... Nulla... L'arma è scarica, scarica! Si rialza di scatto, appare un'altra pistola nelle sua mani... E questa ha un aspetto molto più pericoloso della mia... Continua a ridere, dice che anche questo era preparato: ho dimostrato che il progetto funziona, l'ho dimostrato nella mia vita privata, con l'aggressività verso Kim, e qui, facendo ritornare la memoria ai mie pazienti e preparandoli a raggiungere l'apice della perfezione, a diventare perfetti killer, armi contro cui non si possiede alcuna difesa...<br />"Addio, Dottore...E grazie di tutto!"... Aspetto solo che prema il grilletto... Vedo il cane della pistola davanti ai miei occhi... Quando scatterà? Tra poco tutto sarà finito...Addio, Kim...Per sempre...<br />2286055880Un colpo di pistola riecheggia nella sala: ma non sono io quello colpito... La risata di Warren si trasforma in un ghigno di dolore... Sulla porta, con la pistola ancora fumante, uno dei ragazzi... Il suo viso è stravolto... Poi, visto l'altro cadere a terra, sembra rilassarsi... "Non sai quanto ti voglio bene, amico...."<br />CONCLUSIONE<br />Una panchina, nel parco... Siamo seduti, io e lui, sconvolti, fradici di pioggia, ma consci che l'incubo è finito... Ma chi... Chi sta arrivando dal... LEI? Lei è qui? Vorrei gridare forte il suo nome, corro per abbracciarla, poi giunto vicino a lei, mi fermo, la guardo, vedo nei suoi occhi una nuova luce e lei nei miei vede un altro uomo, un David che forse non ha mai conosciuto... Un'auto della Polizia parcheggia lì vicino... Dio, ti prego: fai che non sia un'altro dei miei stupidi sogni...<br />Da lontano, un juke box... Supertramp..."It's raining again..."<br />

×