Presentazione Bilancio 2010 Provincia di MC

  • 1,118 views
Uploaded on

Presentazione Bilancio 2010 Provincia di MC di Giorgio Giorgi

Presentazione Bilancio 2010 Provincia di MC di Giorgio Giorgi

More in: News & Politics
  • Full Name Full Name Comment goes here.
    Are you sure you want to
    Your message goes here
    Be the first to comment
    Be the first to like this
No Downloads

Views

Total Views
1,118
On Slideshare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
1

Actions

Shares
Downloads
4
Comments
0
Likes
0

Embeds 0

No embeds

Report content

Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
    No notes for slide

Transcript

  • 1.  
  • 2. ESAME DELLA PROPOSTA DI BILANCIO DI PREVISIONE 2010 COMITATO PROVINCIALE PER LO SVILUPPO ECONOMICO
  • 3.
    • ENTRATE COMPLESSIVE
    • 107.216.766,60 euro
    • SPESE CORRENTI
    • 72.989.448,98 euro
    • SPESE PER INVESTIMENTI
    • 32.600.638,76 euro
    • SPESE PER RIMBORSO DI PRESTITI
    • 1.626.678,86 euro
    Voci di Bilancio 2010
  • 4.
    • MINORI ENTRATE
    • Di cui
    • entrate tributarie - 2.300.00,00 euro (- 4%)
    • (IPT, RCA, Add.le Energia, ecc.)
    • - Trasferimenti regionali - 8.000.000,00 (- 14%)
    • (di cui FSE -10%)
    Voci di Bilancio 2010
  • 5. Gestione Appalti 133.788,70 0 1 Cultura 190.000,00 1 3 Att. Produttive 50.000,00 1 1 Politiche del Lavoro 244.073,00 2 3 Ambiente 1.636.877,87 10 12 Genio Civile 1.465.532,64 6 10 Patrimonio 5.828.552,70 24 38 Viabilità Importo Tot. Aggiudicazione ad imprese della Prov MC GARE settore
  • 6. Viabilità interventi in corso di realizzazione 300.000,00 Lavori di manutenzione di alcuni tratti del piano viabile della S.P. 209 “Valnerina” 644.000,00 Lavori di riduzione dissesti idrogeologici lungo la S.P. 209 “Valnerina”. 1.000.000,00 Lavori di adeguamento della S.P. 361 “Settempedana” dall’intersezione con la S.P. 53 “G. Murat” all’intersezione con la S.P. 128 “Treiese” e allargamento del ponte al km 42+320 – 1° e 2° stralcio funzionale. 650.000,00 Lavori di miglioramento della sicurezza di alcune intersezioni lungo la ex S.S. 571 “Helvia Recina” – Incrocio per Chiarino. Piano Nazionale della Sicurezza Stradale - 2° Programma annuale di attuazione. 280.000,00 Lavori di realizzazione di una rotatoria in loc. Taccoli, lungo la S.P. 361 “Settempedana” 13.857.169,65 Lavori di realizzazione del Raccordo della Viabilità Provinciale a Villa Potenza (MC) – 1° stralcio funzionale IMPORTO € OGGETTO
  • 7.  
  • 8. Scuole Progetto esecutivo per convitto ed ex essiccatoio; definitivo per la Scuola e l’ex caseificio Da aggiornare Ristrutturazione complesso ITA di Macerata (Convitto, Scuola, Ex Essiccatoi, Ex Caseificio) con fondi L. 61/98. L’obiettivo è vincolato al finanziamento da parte della Regione Marche di uno o più degli interventi previsti. Progettazione esecutiva in corso 510.000 Lavori di manutenzione straordinaria Liceo Classico di Macerata Da definire l’ubicazione 990.000 Costruzione palestra scolastica di Tolentino In progettazione 1.000.000 Costruzione palestra scolastica a Recanati In progettazione 96.000 Realizzazione impianto fotovoltaico all’I.TI.S. di S. Severino Marche Da progettare 132.000 + 80.000 Adeguamento sismico, sostituzione copertura, impianto di riscaldamento nella palestra geodetica dell’I.T.C. di Macerata + rifacimento spogliatoi Cantiere sotto sequestro giudiziario 12.300.000 Realizzazione Campus Scolastico a Camerino Lavori in corso 120.000 Alberghiero di Cingoli. Trasformazione palestra in laboratorio di cucina e sala. Rifacimento gruppo servizi igienici. Lavori in corso Fondi comunali Adeguamento sismico mediante demolizione e ricostruzione dell’IPIA di Camerino Lavori in corso 400.000 Lavori di manutenzione straordinaria afferenti la copertura e le facciate del Liceo Classico di Macerata Progetto in corso 410.000 Adeguamento Alberghiero di Cingoli (ex elementare) Lavori da appaltare 466.000 Adeguamento SISMICO ITC di Tolentino – 2° stralcio Lavori in corso 451.000 Messa a norma, in materia di sicurezza, igiene e antincendio dell’IPIA di Sarnano Lavori in corso 160.000 Adeguamento al D.Lgs. 626/94 dell’impianto elettrico del Corpo Centrale dell’ITIS di San Severino Marche Lavori in corso 150.000 Realizzazione palestra Licei di Civitanova Marche Stato di attuazione Importo (€) Interventi in corso di realizzazione
  • 9. Edilizia Pubblica Progetto esecutivo approvato 105.000 Rifacimento impermeabilizzazione e coibentazione edificio Piediripa Predisposto un progetto per richiesta di finanziamento Miglioramento energetico edificio Piediripa Da collaudare 1.169.775 Depurazione ecosostenibile acque reflue Comune di Acquacanina In progettazione 800.000 Miglioramento sismico Caserma VV.F. di Macerata – 2° stralcio Lavori in corso 220.000 Miglioramento sismico Caserma VV.F. di Macerata – 1° stralcio – completamento ultimo piano Lavori in corso 704.000 Miglioramento sismico Caserma VV.F. di Macerata – 1° stralcio Stato di attuazione Importo (€) Interventi in corso di realizzazione
  • 10.  
  • 11. Ambiente 1) ENERGIA RINNOVABILE A/1) REPORT STATO DELL’ARTE Annualità 2008 BANDO 2008 PER ASSEGNAZIONE DI CONTRIBUTI PER IMPIANTI DI PRODUZIONE ENERGIA ELETTRICA DA FONTE RINNOVABILE RIVOLTO AI SOGGETTI PRIVATI Deliberazione Giunta Provinciale n.486/2008 Fondi impegnati: € 400.000 così ripartiti, in proporzione al numero delle domande pervenute, distinte per tipologia: 399.996 99,999 418 Totali 289.952 72,488 303 Fotovoltaico 82.296 20,574 86 Solare termico 17.224 4,306 18 Pompe di calore 10.524 2,631 11 Minieolico Fondo per Graduatoria % N° domande Tipologia
  • 12. Annualità 2010 Azioni e Investimenti Sono quelle specifiche indirizzate al risparmio energetico mediante lo sfruttamento di fonti energetiche rinnovabili, attivate già a partire dal corrente anno direttamente dalla Provincia di Macerata, mediante la realizzazione di impianti fotovoltaici destinati al patrimonio immobiliare dell’Ente , con particolare riferimento agli Istituti Scolastici del territorio provinciale. Per tali finalità è previsto uno stanziamento complessivo di € 500.000,oo a valere sui fondi propri dell’Amministrazione .
  • 13.
    • - FOCUS -
    • Procedimenti autorizzatori di Impianti di produzione di energia elettrica mediante fonti energetiche rinnovabili.
    • La Provincia di Macerata è l’Autorità competente al rilascio della Autorizzazione Unica prevista dall’articolo 12 del D.Lgs. n.387/2003, necessaria per la realizzazione e l’esercizio di impianti di produzione di energia elettrica mediante fonti energetiche rinnovabili, nei casi in cui il progetto richieda, ai fini della relativa approvazione, dell’intervento di una pluralità di enti e/o organismi pubblici.
    • Al fine di semplificare le procedure autorizzatorie per la diffusione di tali impianti, il legislatore nazionale, aderendo alle direttive della Comunità Europea, ha previsto un’unica sede istruttoria in cui verificare e valutare i vari aspetti progettuali, alla luce delle specifiche normative di settore.
    • L’incidenza delle diverse competenze e la conseguente necessità di raccordare le fasi istruttorie del procedimento, ha spinto la Provincia di Macerata ad approvare, alla fine del 2009, un apposito Documento di indirizzo contenente i primi chiarimenti e le indicazioni operative, nonché la modulistica di dettaglio per la presentazione delle relative istanze da parte degli operatori economici.
    • Le prospettive di favorevoli occasioni di investimento generate dalla realizzazione degli impianti in argomento, sostenute anche dalle misure incentivanti che il legislatore ha voluto ricollegare ai benefici derivanti dallo sfruttamento di fonti energetiche rinnovabili, ha prodotto un notevole innalzamento del numero delle istanze rivolte agli enti locali del nostro territorio, ed in particolare alla Provincia di Macerata.
    • La complessiva analisi della problematica, denota pertanto conseguenti fattori di criticità, individuabili ne:
    • elevato numero di istanze;
    • limitatezza dell’orizzonte temporale di permanenza delle misure incentivanti, destinate ad una verosimile riduzione nelle prossime manovre di finanza pubblica, da cui la necessità di comprimere i tempi occorrenti al rilascio dei titoli abilitanti;
    • incidenza di diverse competenze nelle fasi istruttorie finalizzate al rilascio dell’Autorizzazione unica.
    • Per tali motivi, la Provincia di Macerata, tenuto conto della progressiva esperienza operativa e dell’evoluzione del complessivo quadro normativo di riferimento, ha introdotto, con la recente Deliberazione di G.P. n.110 del 29.3.2010, gli opportuni adeguamenti ed integrazioni al precedente testo di indirizzo, con particolare riferimento a:
      • alla indicazione dei nuovi valori soglia per l’assoggettabilità alla disciplina della Valutazione di Impatto Ambientale;
      • alla definizione dei moduli procedurali maggiormente semplificati per raccordare le fasi istruttorie finalizzate al rilascio dell’Autorizzazione Unica, nei casi in cui il progetto debba essere valutato anche ai fini della disciplina della stessa Valutazione di impatto ambientale e del Codice dei Beni Culturali e del Paesaggio (D.Lgs. n.42/2004);
      • al conseguente, potenziale contenimento delle tempistiche di rilascio.
    • Le misure sin qui adottate intendono quindi agevolare nel migliore dei modi gli iter procedurali degli Uffici coinvolti, al fine di soddisfare le aspettative degli operatori economici e del territorio, nel rispetto delle norme poste a tutela dell’ambiente
  • 14. QUADRO DI SINTESI (*) (*) Ulteriori n.16 impianti, per una potenza complessiva di circa 44 MW, sono attualmente in corso di Screening di Via. Per gli stessi, tuttavia, non è stata ancora presentata istanza di Autorizzazione ai sensi dell’articolo 12 del Dlgs n.387/2003. (**) Gli impianti eolici in corso di autorizzazione hanno una potenza di 200 kWp ciascuno Potenze da 0,1kW a 1 MW Pedemontano - collinare 3,557 fotovoltaico 6 CONCLUSI 2009 Potenze da 3 kW a 8 MW Pedemontano - collinare 8,024 fotovoltaico 8 CONCLUSI 2008 NOTE TERRITORIO MW TIPOLOGIA NUMERO PROCEDIMENTI n.11 impianti soggetti a screening VIA n.18 impianti soggetti ad autor.paesagg. Potenze da 56 kW a 7,4 MW Prevalenza collinare 66,233 30 fotovolt, 2 eolici (**) 35 IN ITINERE (2010)
  • 15. 2) INTERVENTI DI RISANAMENTO DEL SITO INQUINATO DEL BASSO BACINO DEL FIUME CHIENTI A/2) REPORT STATO DELL’ARTE Annualità 2008 : Con DD n.417/XII/08 sono state implementate, per ulteriori € 200.000,oo, le risorse economiche inizialmente destinate dalla Provincia di Macerata (€ 300.000,oo con Deliberazione di G.P. n.671/2006) agli interventi di risanamento e bonifica di siti inquinati, con priorità assoluta per il Basso Bacino del fiume Chienti Annualità 2009 In data 7 aprile 2009 è stato stipulato tra il Ministero dell’Ambiente, del Territorio e del Mare (MATT), la Regione Marche, le Provincie di Macerata ed Ascoli Piceno, i Comuni di Morrovalle, Montecosaro, Civitanova Marche, Porto Sant’Elpidio e Sant’Elpidio a Mare, l’“ Accordo di Programma per la realizzazione degli interventi di messa in sicurezza del Sito di Interesse Nazionale “Basso Bacino del fiume Chienti ”. Per effetto di detto Accordo, la Provincia di Macerata è individuata quale soggetto proponente ed attuatore per gli interventi di messa in sicurezza e bonifica della falda ricadente entro il sito inquinato. La Provincia di Macerata è stata altresì individuata soggetto Capofila ai fini del reperimento e dell’utilizzo delle risorse finanziarie messe a disposizione dal POR – FESR Marche 2007/2013. Il quadro economico della copertura finanziaria degli interventi e delle fonti di finanziamento è articolato nel modo che segue: 3.610.000,00 Totale Cap. 3102 bilancio 2009 20.000,oo Comune di Sant’Elpidio a Mare Cap. 1900/06 20.000,oo Comune di Porto Sant’Elpidio Cap. 1790 bilancio 2009 15.000,oo Comune di Morrovalle Cap. 2686/1 25.000,oo Comune di Montecosaro Cap. 2782.9 180.000,oo Comune di Civitanova Marche Cap. 2100 bilancio 2009/R.08 50.000,oo Provincia di Ascoli Piceno Cap. 5065 bilancio 2009/R.08 500.000,oo + 1.800.000,oo (FESR) Provincia di Macerata Cap. 42306403 bilancio 2009 1.000.000,oo Regione Marche FONTE DI FINANZIAMENTO COSTO (€) ATTIVITA’
  • 16.
    • B/2) INTERVENTI PREVISTI
    • Annualità 2010
    • Azioni ed Investimenti
    • In base agli impegni assunti, la Provincia di Macerata sta procedendo:
      • alla conclusione delle fasi riguardanti dell’incarico per la progettazione definitiva, esecutiva, la direzione dei lavori, il coordinamento della sicurezza in fase di progettazione ed esecuzione degli interventi di disinquinamento necessaria alla successiva realizzazione dei lavori;
      • allo svolgimento delle fasi propedeutiche ed attuative derivanti dall’adesione al Bando regionale di attuazione dell’Asse V del POR FESR 2007/2013, mediante partenariato progettuale finalizzato all’attuazione del PIT “Rivitalizzazione del Basso Chienti”
    • Le risorse economiche già destinate dalla Provincia di Macerata:
    • € 500.000,oo, cui si aggiungono quelle derivanti dall’Asse V POR FESR 2007/2013 (€ 1.800.000,00)
  • 17.
    • 3) INTERVENTI DI COMPENSAZIONE DI SUPERFICI BOSCATE
    • A/3) REPORT STATO DELL’ARTE
    • Annualità 2008: nessuna misura da segnalare
    • Annualità 2009: nessuna misura da segnalare
    • B/3) INTERVENTI PREVISTI
    • Annualità 2010
    • Ai sensi della legislazione vigente la riduzione di superficie boscata, è soggetta a misure di compensazione ambientale consistenti appunto in rimboschimenti compensativi da realizzarsi prioritariamente con specie autoctone su terreni individuati prioritariamente nell’ambito del medesimo bacino idrografico.
    • La Provincia ha istituito appositi capitoli di bilancio di entrata e spesa ove confluiscono gli indennizzi dei soggetti autorizzati alla riduzione delle superfici boscate da destinare a rimboschimenti compensativi, miglioramenti boschivi, opere di sistemazione idraulico-forestale, prevenzione e lotta agli incendi boschivi, acquisizione di superfici boscate.
    • In particolare relativamente all’esercizio 2010 è stata prevista un entrata di circa € 3.280.000,oo, derivante da opere infrastrutturali già autorizzate di cui è già prevista la realizzazione con carattere di straordinarietà.
    • Azioni ed Investimenti
    • Una quota presumibilmente quantificabile in € 300.000,00 dei fondi immediatamente disponibili (per effetto della corresponsione degli indennizzi), sarà destinata al cofinanziamento di interventi per la valorizzazione e riqualificazione di aree verdi e parchi. In particolare , nell’ambito di tali interventi verranno predisposti appositi bandi da destinare ai Comuni per la realizzazione e/o valorizzazione di aree verdi funzionali anche ad opere a valenza storica, architettonica e culturale. Tali bandi, pertanto, saranno mirati a sostenere la realizzazione di interventi finalizzati sia alla tutela e valorizzazione della superficie boschiva e forestale, sia alla fruibilità delle risorse naturali e ambientali.
    • Nell’ambito delle misure appena descritte, è inoltre prevista la partecipazione alla manifestazione ‘Un bosco per Kyoto’, per la quale, nell’ambito degli interventi sollecitati a livello Comunitario per la riduzione del CO2 nell’atmosfera, verrà presentato un progetto di realizzazione di superfici boscate, in collaborazione con i Comuni di Macerata, Camerino e Montelupone. Tale progetto, aperto alla successiva partecipazione di altri Enti Locali, potrà trovare anche finanziamento con fondi Ministeriali, in alternativa o aggiunta a quello ipotizzato dalla Provincia di Macerata.
  • 18.
    • 4) RACCOLTA DIFFERENZIATA ED ISOLE ECOLOGICHE
    • A/4) REPORT STATO DELL’ARTE
    • Annualità 2008: nessuna misura da segnalare
    • Annualità 2009: nessuna misura da segnalare
    • B/4) INTERVENTI PREVISTI
    • Annualità 2010
    • Adeguamento dei Centri di raccolta differenziata Rifiuti Urbani
    • La Provincia di Macerata, attraverso il COSMARI, ha attuato una serie di azioni per favorire e valorizzare la raccolta differenziata dei rifiuti urbani, tanto che risulta essere una delle province più virtuose a livello nazionale, con una percentuale pari a 60%.
    • Al raggiungimento di tale percentuale ha contribuito non solo il sistema operativo della raccolta “porta a porta” delle varie frazioni merceologiche dei rifiuti ma soprattutto la presenza sul territorio di un sistema di isole ecologiche presente in quasi tutti i comuni della provincia.
    • Gli ecocentri, o isole ecologiche, sono delle aree comunali delimitate e circoscritte di grande importanza, in quanto ad essi è demandata la possibilità di una raccolta organizzata di tutti quei rifiuti che provengono dal ciclo urbano e assimilati in modo da ridurre il flusso dei rifiuti destinati a smaltimento e aumentare il riciclo e il recupero degli stessi. Costituiscono una sorta di strutture “alternative” per alcune tipologie di rifiuti (ad esempio ingombranti, quando non esista un servizio domiciliare; ancora ad esempio, il verde derivante dalla manutenzione dei parchi e giardini, per gli elevati volumi in gioco).
    • Dette isole ecologiche debbono comunque adeguarsi, entro il 30 giugno 2010, alle disposizioni ministeriali mediante realizzazione di opere ed infrastrutture che comportano notevoli investimenti da parte dei comuni. In caso di mancato adeguamento debbono essere chiuse, con conseguenti effetti negativi per quanto riguarda la raccolta differenziata.
    • L’impegno economico da sostenere da parte del comune per la realizzazione delle opere di adeguamento, per l’acquisto dell’attrezzatura, formazione del personale, ecc… è stato stimato intorno ai 120.000 € per ciascuna isola ecologica. E’ evidente che i bilanci di molti Comuni non possono sopportare un onere finanziario di tali dimensioni, se non mediante l’accensione di appositi mutui.
    • Occorre pure sottolineare che la maggior degli Enti hanno delegato il COSMARI a provvedere all’adeguamento ed alla gestione dei siti, per un investimento totale di € 2.600.000,oo.
  • 19.
    • Azioni ed Investimenti
    • Considerata l’entità dello sforzo economico derivante dal soddisfacimento degli obblighi di adeguamento degli ecocentri dislocati sul territorio, la Provincia di Macerata intende garantire la realizzazione dell’obiettivo, mettendo a disposizione una somma complessiva di circa € 380.000,oo , anche mediante reperimento di opportuni stanziamenti regionali, finalizzata all’abbattimento degli interessi sul mutuo che il COSMARI provvederà a stipulare per conto dei comuni.
  • 20.
    • a)    almeno il 35% entro il 31/12/2006;
    • b) almeno il 45% entro il 31/12/2008
    • c) almeno il 65% entro il 31/12/2012.
    •  
    • L’art. 205 del decreto 152/06 introduce un’addizionale del 20% sul tributo dei conferimenti in discarica per chi non raggiunge tali obiettivi.
    • Gli indirizzi sono confermati dalla Programmazione regionale e provinciale, che prevede il recupero dei materiali attraverso la raccolta differenziata e gli impianti di trattamento.
    Grafico raccolta differenziata anni1995/2009
  • 21. AMBIENTE – INVESTIMENTI PREVISTI
  • 22. Edilizia Residenziale Pubblica Fondo Housing Giovani coppie Fondo di garanzia sussidiaria per accesso ai mutui ipotecari prima casa € 586.000,00 giovani coppie lavoro precario lavoro atipico
  • 23. ERP Progetto di Recupero e nuova costruzione di alloggi Fondo del piano regionale per il triennio 2006/2008 €. 5.000.000,00
  • 24.
    • Piano Provinciale per la formazione Professionale e le politiche attive per il lavoro 2010/2011
    Formazione Priorità
    • Facilitare l’adattabilità dei lavoratori
    • Agevolare l’accesso del mercato del lavoro
    • Accrescere il livello culturale della popolazione
    • Favorire l’inclusione sociale e l’integrazione dei soggetti appartenenti a categorie svantaggiate
    • Sostenere interventi integrati pubblico-privato per la conciliazione dei tempi di vita e di lavoro.
  • 25. Accordo con i due Atenei per la razionalizzazione dell’organizzazione e dell’offerta formativa ( €. 1.300.000,00) Nascita delle due fondazioni per gli istituti tecnici
    • Ambito di intervento
    • Accordo di Programma MIUR, Università di Camerino, Università di Macerata, Enti Locali.
    • Finalità
    • Accorpamento e rafforzamento dell’offerta culturale del territorio provinciale
    • Obiettivi
    • Obiettivi generali : Rafforzare gli Atenei del territorio in termini di miglioramento e qualificazione dell’offerta di indirizzi ed in termini di efficienza gestionale
    • Obiettivi specifici : aumentare la collaborazione tra i due Atenei attraverso l’accorpamento in strutture polifunzionali e gestione comune dei rispettivi servizi.
    • Tipologia di intervento
    • Costituzione del CUM per individuare e gestire il processo di raccordo e cooperazione;
    • Istituzione di n.4 tavoli di lavoro tecnici per esaminare le diverse situazioni e per individuare soluzioni operative in ordine ad aspetti specifici di didattica, ricerca, servizi e infrastrutturazione
    • Spesa programmata € 300.000,00
    • Ambito di intervento
    • Istruzione
    • Finalità
    • Sviluppare un’ampia condivisione ed una forte sinergia tra le diverse istituzioni scolastiche, gli Enti Locali, gli attori economici, le Università e le Associazioni Sindacali e di Categoria per il rafforzamento e la qualificazione del nostro sistema scolastico.
    • Obiettivi
    • Obiettivi generali : Innalzare il livello di istruzione della nostra popolazione, contrastando i fenomeni di abbandono e di dispersione.
    • Obiettivi specifici : ampliare l’offerta formativa del sistema scolastico; ammodernare le strutture, le attrezzature e le metodologie didattiche.
    • Tipologia di intervento
    • Definire ed attuare il “ Progetto Scuola”, attraverso una molteplicità di investimenti materiali ed immateriali: Ammodernamento delle tecnologie a disposizione delle scuole ( SLIM a scuola con adeguati contenuti didattici), formazione dei formatori e dei docenti; Festa della scuola; celebrazioni e gemellaggi)
    • Attuazione della riforma della scuola superiore di II grado;
    • Nuove metodologie ( Bando tematico) per la selezione delle richieste di contributi per iniziative didattiche e formative integrative al programmi istituzionali.
    • Spesa programmata € . 70.000,00
    Istruzione
  • 26.
    • L’impegno prevalente, oltre all’attivazione delle politiche attive per tutti i soggetti destinatari della Cassa Integrazione Guadagni in deroga, è sicuramente quello della riorganizzazione delle politiche e strategie da attuare che delle strutture che operano concretamente a livello territoriale, vale a dire i Centri per l’Impiego, l’Orientamento e la Formazione (C.I.O.F.).
    • In questa linea di indirizzo si pone in primo piano la riorganizzazione strategica delle modalità con cui i C.I.O.F. si interfacciano sul territorio, sia nei confronti delle imprese che nei confronti dei lavoratori. In particolare, si intende valorizzare il Servizio di Incrocio Domanda/Offerta di lavoro, potenziando il rapporto diretto tra gli Operatori provinciali e il mondo imprenditoriale nella direzione di una fattiva e sostanziale assistenza qualificata sulle differenti tematiche del lavoro.
    • Per ciò che concerne le politiche attive del lavoro, le misure di intervento progettate saranno tutte – per quanto possibile – oggetto di confronto e concertazione con le parti sociali e verteranno su alcune principali linee-guida:
    • - l’utilizzo dei piani di ricollocazione associato a forme di incentivo per la stabilizzazione/assunzione di lavoratori che fruiscono di ammortizzatori sociali (di vario genere). In questa direzione, sono stati emanati due bandi volti alla creazione di nuovi posti di lavoro (140 mila euro per aziende che ampliano il proprio organico) ed un altro per la stabilizzazione dei posti di lavoro (188 mila euro per le aziende che trasformano contratti atipici in contratti a tempo indeterminato);
    • - il sostegno all’autoimprenditorialità;
    • - il monitoraggio costante del MdL attraverso l’Osservatorio Provinciale per il Lavoro.
    Politiche del Lavoro
  • 27.
    • In questa sede, ci si limita ad indicare i principali interventi programmati per il 2010, sostenuti con risorse proprie.
    • Anticipazione dell’indennità di CIGS    La Provincia intende estendere l’anticipazione della Cassa Integrazione Guadagni ai dipendenti di  tutte le imprese del territorio che dovessero  trovarsi ancora in situazione di difficoltà.
    • Tale intervento estende ed amplia quanto realizzato, in precedenza, nell’interland provinciale del distretto del “Bianco” (Fabriano) e prevede un investimento di 2 milioni di euro.
    •  
    • Microcredito: La Provincia ha, per questo,  messo a punto un progetto ad hoc, nel quale ha investito 100.000,00 euro per costituire un fondo di garanzia in favore delle banche di credito cooperativo, proprio perché di origine territoriale e quindi più attente e interessate all’evoluzione delle dinamiche del sistema economico locale, affinché attivino più agevolmente, alle Microimprese appunto, linee di credito di modestissima entità ma risolutive per particolari criticità temporanee..
    • Per continuare a facilitare l’ accesso al credito si potranno stipulare anche nuovi accordi di collaborazione con gli altri Istituti di credito che operano sul territorio provinciale.
    •  
    • Intervento per l'utilizzo nelle PP.AA. di lavoratori in cassa integrazione o mobilità. In questo caso, attraverso i CIOF si cercherà di individuare professionalità idonee ad attivare progetti di lavoro socialmente utili tra quanti percepiscono l’indennità di disoccupazione o di mobilità al fine di rafforzare le strutture della P.A.
    • La normativa di riferimento consente tale tipologia di intervento, a costo zero, per l’Ente che ne beneficia per un impegno settimanale di  20 ore; la Provincia potrà intervenire fino ad un importo complessivo di20.000,00, euro ( è questo lo stanziamento previsto in bilancio per tale finalità) per incrementare il servizio.
  • 28. Attività Produttive FONDO REGIONALE DI CONTROGARANZIA PER IMPRESE IN CRISI FONDO PROVINCIALE DI CONTROGARANZIA PER IMPRESE IN CRISI REPORT MISURE ANNI PRECEDENTI Regione Marche, Province, CCIAA e CONFIDI Altri soggetti partecipanti n.7.213 di cui 2.300 circa in prov. di MC Imprese controgarantite € 300.000.000 circa Finanziamenti generati € 500.000 (Prov. AN e PU €250.000 ognuna e prov. AP e FM €100.000 ognuna) Quota Provincia di Macerata € 9.350.000 (Regione € 6.800.000 Prov. 1.200.000 e CCIAA 1.350.000) Fondo complessivo n.3 CONFIDI Altri soggetti coinvolti n. 494 Imprese controgarantite € 17.610.725 Finanziamenti generati € 500.000,00 Quota Provincia di Macerata € 500.000,00 Fondo complessivo
  • 29. PROGRAMMA DI AGEVOLAZIONE CREDITIZIA PER L’ARTIGIANATO PROGRAMMA DI AGEVOLAZIONE CREDITIZIA PER IL COMMERCIO CCIAA di Macerata, Enti locali e CONFIDI Altri soggetti coinvolti n. 220 medie annue Imprese agevolate € 5.300.000 medi annui Finanziamenti generati € 83.000 all’anno Quota Provincia di Macerata € 200.000 all’anno Fondo complessivo CCIAA di Macerata, Enti locali e CONFIDI Altri soggetti coinvolti n. 200 medie annue Imprese agevolate € 12.000.000,00 medi annui Finanziamenti generati € 61.000,00 all’anno Quota Provincia di Macerata € 100.000,00 all’anno Fondo complessivo
  • 30. FONDO REGIONALE DI CONTROGARANZIA PER IMPRESE IN CRISI PROGRAMMA DI AGEVOLAZIONE CREDITIZIA PER L’ARTIGIANATO PROGRAMMA DI AGEVOLAZIONE CREDITIZIA PER IL COMMERCIO NUOVO PROGRAMMA DI AGEVOLAZIONE CREDITIZIA PER LA COOPERAZIONE
      • INTERVENTI PREVISTI – MISURE ANTICRISI
    Dato non disponibile Ulteriori imprese controgarantite previste Dato non disponibile Ulteriori finanziamenti generati previsti € 100.000,00 (2009) € 200.000,00 (2010) Integrazione Provincia di Macerata n. 200 medie annue Ulteriori imprese agevolate previste € 5.000.000 medi annui Ulteriori finanziamenti generati previsti € 90.000,00 Quota annuale Provincia di Macerata n. n. 200 medie annue Ulteriori imprese agevolate previste € 12.000.000,00 medi annui Ulteriori finanziamenti generati previsti € 61.000,00 Quota annuale Provincia di Macerata n. 50 Imprese che si prevede di agevolare € 1.5000.000 Finanziamenti che si prevede di attivare € 20.000,00 Quota annuale Provincia di Macerata
  • 31.
    • C) ALTRI INTERVENTI PROGRAMMATI – MISURE DI SVILUPPO
    • SUPPORTO AL SETTORE PRIMARIO - ASSE 3 PSR – APPROVAZIONE P.I.T.
    • Dal Piano di sviluppo rurale regionale 2007/2013 arrivano nel territorio maceratese risorse pari a più di 2 milioni di euro, per l’attribuzione delle quali la Provincia di Macerata avvierà un’intensa concertazione con gli attori dello sviluppo locale, elaborerà un apposito Piano Integrato Territoriale (PIT) e realizzerà – in collaborazione con i soggetti attuatori – azioni nell’ambito di alcune delle misure del terzo Asse “Qualità della vita nelle zone rurali e diversificazione dell’economia rurale”, nello stesso ambito territoriale dell’area Leader ed in maniera coerente e complementare con la programmazione dei GAL.
    • SUPPORTO AL SETTORE PRIMARIO - 26^ RASSEGNA AGRICOLA CENTRO ITALIA
    • Con il tanto atteso ritorno della meccanizzazione agricola e con una significativa presenza di tutte le eccellenze produttive dell’agricoltura maceratese, la RACI punta a riprendersi il ruolo di manifestazione di carattere nazionale. L’impegno dell’ente è pari a euro 70.000,00.
    • PROMOZIONE FIERISTICA A FAVORE DELLE PMI LOCALI
    • Prosegue la gestione coordinata del Protocollo con le più importanti manifestazione fieristiche del territorio che vanno sotto il nome di MACERATA FIERA-DIFFUSA grazie al quale l’ente concede anche contributi finanziari di sostegno agli eventi per 80.000,00 euro l’anno. Il sistema “Fiera Diffusa” è infatti diretto alla programmazione, organizzazione e gestione congiunta dei principali eventi fieristico-promozionali della Provincia di Macerata e alla valorizzazione e tutela di alcune tipicità locali, con il fine ultimo di costituire, attraverso il coordinamento e la messa in rete delle singole iniziative, un unitario pacchetto di promozione del territorio maceratese e delle sue eccellenze.
    • Inoltre sta per essere sottoscritto un protocollo triennale con l’azienda speciale camerale EX-IT che garantisce un’importante collaborazione tra i due soggetti ed un supporto organizzativo alle imprese nei processi di penetrazione dei mercati esteri. L’impegno finanziario della Provincia è pari a 50.000,00 euro l’anno.
    • FONDO INNOVAZIONE PER LE PMI
    • Per sostenere processi di sviluppo basati sull’innovazione a 360°, la Provincia ha stanziato un fondo triennale di complessivi 200.000,00 euro per rafforzare quanto già stanziato dalla Camera di Commercio e della Fondazione Carima di Macerata, al fine di costruire e realizzare un vero e proprio Piano per l’innovazione delle piccole e medie imprese, con il supporto scientifico del polo tecnologico Tecnomarche e degli altri attori locali.
  • 32.
    • AVVIO INTERVENTI DI SISTEMAZIONE FERMATE TPL
    • Sul fronte del miglioramento infrastrutturale del TPL, il Settore Attività produttive ha avviato, in collaborazione con il Settore Viabilità, l’elaborazione di un progetto da 200.000,00 euro per rendere più confortevoli e sicure le fermate del trasporto extraurbano locale. Inoltre, in alcune località pilota, verrà anche sperimentata l’azione innovativa del progetto GIM che prevede l’installazione di paline intelligenti, dialoganti a bordo dei mezzi attraverso appositi software gestionali basati sulla tecnologia GPS.
    • AZIONI DEI PIANI PER GLI SPOSTAMENTI CASA LAVORO E PER LA MOBILITÀ DEI DISABILI
    • Sempre per migliorare la qualità della mobilità urbana ed extraurbana saranno sperimentate alcune azioni previste dai due piani elaborati dall’ente, all’interno dei quali sono stati rispettivamente studiati i comportamenti dei dipendenti della Provincia e dei dipendenti di tre aziende del territorio (Clementoni, Fabi e Fileni), nonché le esigenze di spostamento per motivi di studio, lavoro e riabilitazione di soggetti diversamente abili. Previsti in bilancio 70.000,00 euro complessivi.
    • CONVENZIONE Comunità Montane per trasporto pubblico a chiamata e disabili Previsti in bilancio 250.000,00 euro complessivi biennio 2010/2011.
  • 33. Cultura 7.000,00 Serata dello Sport 120.000,00 Campionato di Calcio Primavera TIM 2009/10 160.000,00 Il Grande ciclismo nella Provincia di Macerata 40.000,00 Attività motoria nella scuola primaria Stanziamento Provincia Progetti previsti Sport 100.000,00 Contributi Varie iniziative culturali 15.000,00 Ass. Sistema Museale (cofinanz. iniziative) 7.800,00 Ass. Sistema Museale (quota associativa) 50.000,00 Celebrazioni Ricciane 130.000,00 Mostra Archeologica Ballo al castello 60.000,00 Terra dei Teatri 550.000,00 Contributo Sferisterio Stanziamento Provincia Interventi previsti Cultura
  • 34. 25.000,00 Guida satellitare per smartphone 30.000,00 Festival Nazionale borghi più belli d'Italia 16.800,00 Restyling Portale Turismo 15.000,00 Info Point Abbadia di Fiastra 80.000,00 Sibillini Outdoor Stanziamento Provincia Progetti previsti Turismo 3.000,00 Corso di formazione per gli operatori dei centri di accoglienza minori 5.000,00 Docente LIS Stanziamento Provincia Progetti previsti Servizi Sociali
  • 35. Programmi e progetti di bilancio di interesse per gli EE.LL. Rapporti con gli Enti Locali Giornate di studio Riduzione del Digital Divide Assistenza Espropri & Appalti Portale Territoriale
  • 36. Istruzione Scolastica Superiore Ottimizzazione e funzionamento Organizzazione Rete scolastica Piano Provinciale Edilizia scolastica Azioni integrative all'offerta scolastica sedi e attrezzature scolastiche
  • 37.
    • Pareri di conformità ai piani provinciali e regionali
    • Gestione del territorio per un utilizzo sostenibile
    • Revisione del PTC
    • Attuazione del piano provinciale 2008
    • Costruzione nuovi alloggi
    • Buoni-casa per giovani coppie
    • Fondo garanzia mutuo prima casa
    Gestione del Territorio URBANISTICA ERP
    • Controllo e vigilanza attività estrattive
    • Redazione piani di recupero siti di cava dismessi
    Att. ESTRATTIVA
  • 38. Viabilità Realizzazione di nuovi tratti Risanamento prevenzione e salvaguardia Rete viaria Interventi urgenti per calamità naturali Miglioramento dei livelli di sicurezza e fluidità in accordo ai programmi regionali o condizioni meteo avverse
  • 39. Viabilità
  • 40. Ambiente Prevenzione rischio idrogeologico Gestione, tutela e valorizzazione delle risorse naturali Energia, rifiuti e sviluppo sostenibile Tutela, ripristino e salvaguardia delle risorse idriche
  • 41. Cultura Qualificazione e valorizzazione del territorio e delle tradizioni Gestione del Sistema dei Musei e delle Aree Archeologiche Festival Terra dei Teatri Aula cinematografica didattica (Mediateca Provinciale) Progetto "Tutti i teatri in un numero"
  • 42.
    • PROGETTO FESTIVAL TERRA DI TEATRI
    • BALLO AL CASTELLO- PASSI DI DANZA AL CASTELLO DI LANCIANO
    • PROGETTO GIROBANDE
    • MOSTRA ARCHEOLOGICA
    • INFO POINT ABBAZIA DI FIASTRA
    • FESTIVAL BORGHI PIU’ BELLI D’ITALIA
    • ATTIVITA’ MOTORIA NELLA SCUOLA PRIMARIA
    • IL GRANDE CICLISMO NELLA PROVINCIA DI MACERATA
    • CAMPIONATO DI CALCIO PRIMAVERA TIM 2009/2010
    • TAXI SOCIALE
    • ASSISTENZA ALLA COMUNICAZIONE DI STUDENTI SORDI:
    La Provincia di Macerata è inoltre impegnata nella gestione di normative regionali di settore quali le leggi regionali n. 75/97 e 11/2009, inerenti beni, attività culturali e spettacolo dirette all’assegnazione di contributi annuali a sostegno di progetti presentati da Comuni ed associazioni, e la legge n. 46/95, diretta a finanziare i progetti riguardanti i giovani presentati dagli enti locali e dalle associazioni giovanili del territorio.
  • 43. Turismo Gestione elenco e classificazione attività ricettive nel territorio Piano di accoglienza e promozione turistica nella Provincia Erogazione contributi per la promozione turistica Partecipazione ai Sistemi Turistici Locali
  • 44. Promozione dello sport nel territorio Promozione dell'attività motoria nelle scuole primarie organizzazione di eventi sportivi interprovinciali Sport
  • 45. Politiche Sociali Ricognizione e coordinamento di soggetti operanti nel sociale Realizzazione del Piano Sociale Regionale Sviluppo Progetto 118 Sociale Servizio "Pronto ti ascolto" Progetto Servizio Civile "In viaggio con gli anziani"
  • 46. Trasporti Progetti di integrazione tariffaria e modale Piano per favorire gli spostamenti Casa - Lavoro Piano per la mobilità dei diversamente abili Taxi Sociale
  • 47. Sviluppo economico Valorizzazione e promozione eccellenze produttive Consolidamento dei programmi creditizi per l'accesso al credito Fondo di controgaranzia per imprese in crisi Piano per l'innovazione (CCIAA e CARIMA)
  • 48.
    • ALTRE VALUTAZIONI CONCLUSIVE
    • NEL PRIMO BILANCIO DELLA NUOVA COMPAGINE POLITICA DELL’AMMINISTRAZIONE PROVINCIALE SONO STATE IMPOSTATE LE ATTIVITÀ SECONDO L’APPROCCIO CONTABILE DELLO “ZERO BASE BUDGETING” E NON PIÙ IN BASE ALLA SPESA STORICA E PARTENDO DAGLI OBIETTIVI DELL’AZIONE POLITICO-AMMINISTRATIVA, IN UNA PROSPETTIVA DI TRASFORMAZIONE DEL DOCUMENTO PREVISIONALE IN UN PIÙ CONCRETO STRUMENTO DI POLITICA ECONOMICA LOCALE
    • SI CONSTATA UNA MARCATA RIGIDITÀ DELLA SPESA CORRENTE AFFIANCATA DA UNA MAGGIORE FLESSIBILITÀ DELLA SPESA DI INVESTIMENTO SEBBENE IN PRESENZA DEI VINCOLI DEL PATTO DI STABILITÀ INTERNO CHE DETERMINANO SOPRATTUTTO RALLENTAMENTI NEI PAGAMENTI AL TITOLO II DELLA SPESA
    • NEL TENTATIVO DI OFFRIRE ALLE IMPRESE CREDITRICI UTILI ALTERNATIVE, SI STA VALUTANDO L’ATTIVAZIONE DI FORME DI CESSIONE DEL CREDITO CONVENZIONATE CON SOCIETÀ DI FACTORING ALLE MIGLIORI CONDIZIONI POSSIBILI
    • SI STANNO ANCHE STUDIANDO LE MIGLIORI SOLUZIONI ORGANIZZATIVE DA METTERE IN CAMPO SIA PER ACCELERARE I TEMPI DI PAGAMENTO PER TUTTE LE TIPOLOGIE DI SPESA RELATIVE AD ACQUISTI, PRESTAZIONI E CONTRIBUTI, SIA PER MIGLIORARE L’EFFICIENZA INTERNA DELLA STRUTTURA BUROCRATICA E SNELLIRE I PROCEDIMENTI AMMINISTRATIVI IN UNA LOGICA DI INNOVAZIONE E DI MAGGIORE ORIENTAMENTO AL CITTADINO-UTENTE