Your SlideShare is downloading. ×
0
La matematica dei sistemi elettorali
La matematica dei sistemi elettorali
La matematica dei sistemi elettorali
La matematica dei sistemi elettorali
La matematica dei sistemi elettorali
La matematica dei sistemi elettorali
La matematica dei sistemi elettorali
La matematica dei sistemi elettorali
La matematica dei sistemi elettorali
La matematica dei sistemi elettorali
La matematica dei sistemi elettorali
La matematica dei sistemi elettorali
La matematica dei sistemi elettorali
La matematica dei sistemi elettorali
La matematica dei sistemi elettorali
La matematica dei sistemi elettorali
La matematica dei sistemi elettorali
La matematica dei sistemi elettorali
La matematica dei sistemi elettorali
La matematica dei sistemi elettorali
La matematica dei sistemi elettorali
La matematica dei sistemi elettorali
La matematica dei sistemi elettorali
La matematica dei sistemi elettorali
La matematica dei sistemi elettorali
La matematica dei sistemi elettorali
La matematica dei sistemi elettorali
La matematica dei sistemi elettorali
La matematica dei sistemi elettorali
La matematica dei sistemi elettorali
La matematica dei sistemi elettorali
La matematica dei sistemi elettorali
La matematica dei sistemi elettorali
La matematica dei sistemi elettorali
La matematica dei sistemi elettorali
La matematica dei sistemi elettorali
La matematica dei sistemi elettorali
La matematica dei sistemi elettorali
La matematica dei sistemi elettorali
La matematica dei sistemi elettorali
La matematica dei sistemi elettorali
La matematica dei sistemi elettorali
La matematica dei sistemi elettorali
La matematica dei sistemi elettorali
La matematica dei sistemi elettorali
La matematica dei sistemi elettorali
La matematica dei sistemi elettorali
La matematica dei sistemi elettorali
La matematica dei sistemi elettorali
La matematica dei sistemi elettorali
La matematica dei sistemi elettorali
La matematica dei sistemi elettorali
La matematica dei sistemi elettorali
La matematica dei sistemi elettorali
La matematica dei sistemi elettorali
La matematica dei sistemi elettorali
La matematica dei sistemi elettorali
La matematica dei sistemi elettorali
La matematica dei sistemi elettorali
La matematica dei sistemi elettorali
La matematica dei sistemi elettorali
La matematica dei sistemi elettorali
La matematica dei sistemi elettorali
La matematica dei sistemi elettorali
La matematica dei sistemi elettorali
La matematica dei sistemi elettorali
La matematica dei sistemi elettorali
La matematica dei sistemi elettorali
La matematica dei sistemi elettorali
La matematica dei sistemi elettorali
La matematica dei sistemi elettorali
La matematica dei sistemi elettorali
La matematica dei sistemi elettorali
La matematica dei sistemi elettorali
La matematica dei sistemi elettorali
La matematica dei sistemi elettorali
La matematica dei sistemi elettorali
La matematica dei sistemi elettorali
La matematica dei sistemi elettorali
La matematica dei sistemi elettorali
La matematica dei sistemi elettorali
La matematica dei sistemi elettorali
La matematica dei sistemi elettorali
La matematica dei sistemi elettorali
La matematica dei sistemi elettorali
La matematica dei sistemi elettorali
La matematica dei sistemi elettorali
La matematica dei sistemi elettorali
La matematica dei sistemi elettorali
La matematica dei sistemi elettorali
La matematica dei sistemi elettorali
La matematica dei sistemi elettorali
La matematica dei sistemi elettorali
La matematica dei sistemi elettorali
La matematica dei sistemi elettorali
La matematica dei sistemi elettorali
La matematica dei sistemi elettorali
La matematica dei sistemi elettorali
La matematica dei sistemi elettorali
La matematica dei sistemi elettorali
La matematica dei sistemi elettorali
La matematica dei sistemi elettorali
La matematica dei sistemi elettorali
La matematica dei sistemi elettorali
La matematica dei sistemi elettorali
La matematica dei sistemi elettorali
La matematica dei sistemi elettorali
La matematica dei sistemi elettorali
La matematica dei sistemi elettorali
La matematica dei sistemi elettorali
La matematica dei sistemi elettorali
La matematica dei sistemi elettorali
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×

Thanks for flagging this SlideShare!

Oops! An error has occurred.

×
Saving this for later? Get the SlideShare app to save on your phone or tablet. Read anywhere, anytime – even offline.
Text the download link to your phone
Standard text messaging rates apply

La matematica dei sistemi elettorali

337

Published on

Published in: Education, Technology
0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total Views
337
On Slideshare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
1
Actions
Shares
0
Downloads
16
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

Report content
Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
No notes for slide



  • Si tratta di conciliare le giuste istanze democratiche con le esigenze della governabilità





  • Dato un insieme di partiti A, B, C... una legge elettorale è una funzione S che al numero di voti V(x) di ciascun partito associa il numero S(x) dei seggi conquistati.
  • Dato un insieme di partiti A, B, C... una legge elettorale è una funzione S che al numero di voti V(x) di ciascun partito associa il numero S(x) dei seggi conquistati.
  • Dato un insieme di partiti A, B, C... una legge elettorale è una funzione S che al numero di voti V(x) di ciascun partito associa il numero S(x) dei seggi conquistati.
  • Dato un insieme di partiti A, B, C... una legge elettorale è una funzione S che al numero di voti V(x) di ciascun partito associa il numero S(x) dei seggi conquistati.
  • La proporzionalità non può essere rispettata completamente; gli errori aumentano con il diminuire dei seggi.
  • La proporzionalità non può essere rispettata completamente; gli errori aumentano con il diminuire dei seggi.











  • Salvo casi particolari, la distribuzione dei voti non consente una immediata attribuzione esatta dei seggi, a meno che non si vogliano mandare in parlamento frazioni di deputati...
  • Salvo casi particolari, la distribuzione dei voti non consente una immediata attribuzione esatta dei seggi, a meno che non si vogliano mandare in parlamento frazioni di deputati...
  • Salvo casi particolari, la distribuzione dei voti non consente una immediata attribuzione esatta dei seggi, a meno che non si vogliano mandare in parlamento frazioni di deputati...
  • Salvo casi particolari, la distribuzione dei voti non consente una immediata attribuzione esatta dei seggi, a meno che non si vogliano mandare in parlamento frazioni di deputati...
  • Salvo casi particolari, la distribuzione dei voti non consente una immediata attribuzione esatta dei seggi, a meno che non si vogliano mandare in parlamento frazioni di deputati...






















  • La legge proporzionale pura non rispetta la proprietà della superadditività, secondo la quale S(A+B) non può essere minore di S(A)+S(B)
  • La legge proporzionale pura non rispetta la proprietà della superadditività, secondo la quale S(A+B) non può essere minore di S(A)+S(B)
  • La legge proporzionale pura non rispetta la proprietà della superadditività, secondo la quale S(A+B) non può essere minore di S(A)+S(B)
  • La legge proporzionale pura non rispetta la proprietà della superadditività, secondo la quale S(A+B) non può essere minore di S(A)+S(B)
  • La legge proporzionale pura non rispetta la proprietà della superadditività, secondo la quale S(A+B) non può essere minore di S(A)+S(B)
  • La legge proporzionale pura non rispetta la proprietà della superadditività, secondo la quale S(A+B) non può essere minore di S(A)+S(B)
  • La legge proporzionale pura non rispetta la proprietà della superadditività, secondo la quale S(A+B) non può essere minore di S(A)+S(B)
  • La legge proporzionale pura non rispetta la proprietà della superadditività, secondo la quale S(A+B) non può essere minore di S(A)+S(B)




  • La quota Droop D(X) è maggiore della quota standard S(X); quindi inizialmente si distribuiscono più seggi.
  • La quota Droop D(X) è maggiore della quota standard S(X); quindi inizialmente si distribuiscono più seggi.
  • La quota Droop D(X) è maggiore della quota standard S(X); quindi inizialmente si distribuiscono più seggi.





































  • Considerando che vota circa il 60% degli aventi diritto (se va bene), si può diventare Presidente con il 13.2%


  • Transcript

    • 1. LA MATEMATICA DEI SISTEMI ELETTORALI
    • 2. LA MATEMATICA DEI SISTEMI ELETTORALI Liceo Classico Aristofane Settimana dello Studente 2009
    • 3. Il problema della delega Quanto è più grande il numero dei delegati, tanto maggiore è la possibilità che tutti siano correttamente rappresentati; d’altra parte, quanto più piccolo è tale numero, tanto più produttiva sarà la gestione dell’assemblea.
    • 4. La matematica dei sistemi elettorali • Massimo della democraticità: assemblea composta da tutti (referendum) • Massimo dell’eficienza: assemblea composta da un solo individuo (dittatura)
    • 5. La matematica dei sistemi elettorali Nell’ambito di ogni soluzione intermedia possono esservi correzioni miranti ad una migliore “efficienza” a scapito della rappresentatività:
    • 6. La matematica dei sistemi elettorali Nell’ambito di ogni soluzione intermedia possono esservi correzioni miranti ad una migliore “efficienza” a scapito della rappresentatività: premi di maggioranza per favorire i più graditi
    • 7. La matematica dei sistemi elettorali Nell’ambito di ogni soluzione intermedia possono esservi correzioni miranti ad una migliore “efficienza” a scapito della rappresentatività: premi di maggioranza per favorire i più graditi sbarramenti per eliminare le minoranze.
    • 8. La matematica dei sistemi elettorali Nell’ambito di ogni soluzione intermedia possono esservi correzioni miranti ad una migliore “efficienza” a scapito della rappresentatività: premi di maggioranza per favorire i più graditi sbarramenti per eliminare le minoranze.
    • 9. La matematica dei sistemi elettorali Nell’ambito di ogni soluzione intermedia possono esservi correzioni miranti ad una migliore “efficienza” a scapito della rappresentatività: premi di maggioranza per favorire i più graditi sbarramenti per eliminare le minoranze. favorire le aggregazioni
    • 10. LA LEGGE ELETTORALE
    • 11. LA LEGGE ELETTORALE
    • 12. LA LEGGE ELETTORALE V1 V2 V3 V4 V5
    • 13. LA LEGGE ELETTORALE V1 S1 V2 S2 S V3 S3 V4 S4 V5 S5
    • 14. Sistemi a confronto
    • 15. Sistemi a confronto • Legge elettorale proporzionale: la distribuzione dei seggi è “più o meno” proporzionale al numero dei voti ottenuti.
    • 16. Sistemi a confronto • Legge elettorale proporzionale: la distribuzione dei seggi è “più o meno” proporzionale al numero dei voti ottenuti. • Legge elettorale maggioritaria: i seggi vengono attribuiti ai partiti che, nelle singole circoscrizioni, ottengono la maggioranza dei voti
    • 17. Sistema proporzionale Il numero dei seggi assegnati a ciascun partito è proporzionale al numero dei voti ricevuti.
    • 18. Sistema proporzionale Il numero dei seggi assegnati a ciascun partito è proporzionale al numero dei voti ricevuti. V (X) ÷ V = S(X) ÷ S
    • 19. Sistema proporzionale Il numero dei seggi assegnati a ciascun partito è proporzionale al numero dei voti ricevuti. V (X) ÷ V = S(X) ÷ S V (X) S(X) = ·S V
    • 20. Sistema proporzionale Il numero dei seggi assegnati a ciascun partito è proporzionale al numero dei voti ricevuti. V (X) ÷ V = S(X) ÷ S V (X) S(X) = ·S V
    • 21. Sistema proporzionale percentuale dei voti V (X) P (X) = ottenuta da X V
    • 22. Sistema proporzionale percentuale dei voti V (X) P (X) = ottenuta da X V S(X) = P (X) · S
    • 23. Sistema proporzionale S=6 V = 1200
    • 24. Sistema proporzionale S=6 V = 1200 V (A) = 400
    • 25. Sistema proporzionale S=6 V = 1200 V (A) = 400 V (A) 400 1 = = = 33.3% 1200 3 V
    • 26. Sistema proporzionale S=6 V = 1200 V (A) = 400 V (A) 400 1 = = = 33.3% 1200 3 V 1 S(A) = · 6 = 2 3
    • 27. Problema 9 seggi da distribuire
    • 28. Problema 9 seggi da distribuire
    • 29. Problema 9 seggi da distribuire Voti Seggi 470 4.32 4/5 290 2.66 2/3 160 1.47 1/2 60 0.55 0/1 Tot 980 9
    • 30. Problema 9 seggi da distribuire Voti Seggi 470 4.32 4/5 290 2.66 2/3 160 1.47 1/2 60 0.55 0/1 Tot 980 9
    • 31. Problema 9 seggi da distribuire V (X) Voti Seggi ·S V 470 4.32 4/5 290 2.66 2/3 160 1.47 1/2 60 0.55 0/1 Tot 980 9
    • 32. Problema 9 seggi da distribuire V (X) Voti Seggi ·S V 470 4.32 4/5 290 2.66 2/3 160 1.47 1/2 60 0.55 0/1 Tot 980 9
    • 33. Metodo di Hamilton Si assegna in un primo momento la parte intera dei seggi; i restanti seggi vengono assegnati ai partiti che hanno la parte decimale più alta.
    • 34. Metodo di Hamilton Si assegna in un primo momento la parte intera dei seggi; i restanti seggi vengono assegnati ai partiti che hanno la parte decimale più alta.
    • 35. Metodo di Hamilton Si assegna in un primo momento la parte intera dei seggi; i restanti seggi vengono assegnati ai partiti che hanno la parte decimale più alta. Parte Voti Resto Seggi intera 470 4.32 4 4 290 2.66 2 1 3 160 1.47 1 1 60 0.55 0 1 1 Tot 980 9 7 2 9
    • 36. Metodo di Hamilton Si assegna in un primo momento la parte intera dei seggi; i restanti seggi vengono assegnati ai partiti che hanno la parte decimale più alta. Parte Voti Resto Seggi intera 470 4.32 4 4 290 2.66 2 1 3 160 1.47 1 1 60 0.55 0 1 1 Tot 980 9 7 2 9
    • 37. Metodo di Hamilton Si assegna in un primo momento la parte intera dei seggi; i restanti seggi vengono assegnati ai partiti che hanno la parte decimale più alta. V (X) Parte ·S Voti Resto Seggi intera V 470 4.32 4 4 290 2.66 2 1 3 160 1.47 1 1 60 0.55 0 1 1 Tot 980 9 7 2 9
    • 38. Metodo di Hamilton Si assegna in un primo momento la parte intera dei seggi; i restanti seggi vengono assegnati ai partiti che hanno la parte decimale più alta. V (X) Parte ·S Voti Resto Seggi intera V 470 4.32 4 4 290 2.66 2 1 3 160 1.47 1 1 60 0.55 0 1 1 Tot 980 9 7 2 9
    • 39. Metodo di Hamilton Si assegna in un primo momento la parte intera dei seggi; i restanti seggi vengono assegnati ai partiti che hanno la parte decimale più alta. V (X) Parte ·S Voti Resto Seggi intera V 470 4.32 4 4 290 2.66 2 1 3 160 1.47 1 1 60 0.55 0 1 1 Tot 980 9 7 2 9
    • 40. Metodo di Hamilton Si assegna in un primo momento la parte intera dei seggi; i restanti seggi vengono assegnati ai partiti che hanno la parte decimale più alta. V (X) Parte ·S Voti Resto Seggi intera V 470 4.32 4 4 290 2.66 2 1 3 160 1.47 1 1 60 0.55 0 1 1 Tot 980 9 7 2 9
    • 41. Metodo di Hamilton Si assegna in un primo momento la parte intera dei seggi; i restanti seggi vengono assegnati ai partiti che hanno la parte decimale più alta. V (X) Parte ·S Voti Resto Seggi intera V 470 4.32 4 4 290 2.66 2 1 3 160 1.47 1 1 60 0.55 0 1 1 Tot 980 9 7 2 9
    • 42. Metodo di Hamilton Aumentiamo il numero dei seggi...
    • 43. Metodo di Hamilton Aumentiamo il numero dei seggi...
    • 44. Metodo di Hamilton Aumentiamo il numero dei seggi... Parte Seggi Seggi Voti Resto intera (S=10) (S=9) 470 4.80 4 1 5 4 290 2.96 2 1 3 3 160 1.63 1 1 2 1 60 0.61 0 0 1 Tot 980 10 7 3 10 9
    • 45. Metodo di Hamilton Aumentiamo il numero dei seggi... Parte Seggi Seggi Voti Resto intera (S=10) (S=9) 470 4.80 4 1 5 4 290 2.96 2 1 3 3 160 1.63 1 1 2 1 60 0.61 0 0 1 Tot 980 10 7 3 10 9
    • 46. Metodo di Hamilton Aumentiamo il numero dei seggi... V (X) Parte Seggi Seggi ·S Voti Resto intera (S=10) (S=9) V 470 4.80 4 1 5 4 290 2.96 2 1 3 3 160 1.63 1 1 2 1 60 0.61 0 0 1 Tot 980 10 7 3 10 9
    • 47. Metodo di Hamilton Aumentiamo il numero dei seggi... V (X) Parte Seggi Seggi ·S Voti Resto intera (S=10) (S=9) V 470 4.80 4 1 5 4 290 2.96 2 1 3 3 160 1.63 1 1 2 1 60 0.61 0 0 1 Tot 980 10 7 3 10 9
    • 48. Metodo di Hamilton Aumentiamo il numero dei seggi... V (X) Parte Seggi Seggi ·S Voti Resto intera (S=10) (S=9) V 470 4.80 4 1 5 4 290 2.96 2 1 3 3 160 1.63 1 1 2 1 60 0.61 0 0 1 Tot 980 10 7 3 10 9
    • 49. Metodo di Hamilton Aumentiamo il numero dei seggi... V (X) Parte Seggi Seggi ·S Voti Resto intera (S=10) (S=9) V 470 4.80 4 1 5 4 290 2.96 2 1 3 3 160 1.63 1 1 2 1 60 0.61 0 0 1 Tot 980 10 7 3 10 9
    • 50. Metodo di Hamilton Aumentiamo il numero dei seggi... V (X) Parte Seggi Seggi ·S Voti Resto intera (S=10) (S=9) V 470 4.80 4 1 5 4 290 2.96 2 1 3 3 160 1.63 1 1 2 1 60 0.61 0 0 1 Tot 980 10 7 3 10 9
    • 51. Metodo di Hamilton Aumentiamo il numero dei seggi... V (X) Parte Seggi Seggi ·S Voti Resto intera (S=10) (S=9) V 470 4.80 4 1 5 4 290 2.96 2 1 3 3 160 1.63 1 1 2 1 60 0.61 0 0 1 Tot 980 10 7 3 10 9
    • 52. Metodo di Hamilton Aumentiamo il numero dei seggi... V (X) Parte Seggi Seggi ·S Voti Resto intera (S=10) (S=9) V 470 4.80 4 1 5 4 290 2.96 2 1 3 3 160 1.63 1 1 2 1 60 0.61 0 0 1 Tot 980 10 7 3 10 9 Paradosso dell’Alabama
    • 53. Metodo di Hamilton 10 seggi, PD e IDV in coalizione
    • 54. Metodo di Hamilton 10 seggi, PD e IDV in coalizione
    • 55. Metodo di Hamilton 10 seggi, PD e IDV in coalizione Parte Seggi Seggi Voti Resto intera (coaliz.) (separati) 470 4.80 4 1 5 5 450 4.59 4 4 5 60 0.61 0 1 1 0 980 10 8 2 10 10 Tot
    • 56. Metodo di Hamilton 10 seggi, PD e IDV in coalizione Parte Seggi Seggi Voti Resto intera (coaliz.) (separati) 470 4.80 4 1 5 5 450 4.59 4 4 5 60 0.61 0 1 1 0 980 10 8 2 10 10 Tot
    • 57. Metodo di Hamilton 10 seggi, PD e IDV in coalizione V (X) Parte Seggi Seggi ·S Voti Resto intera (coaliz.) (separati) V 470 4.80 4 1 5 5 450 4.59 4 4 5 60 0.61 0 1 1 0 980 10 8 2 10 10 Tot
    • 58. Metodo di Hamilton 10 seggi, PD e IDV in coalizione V (X) Parte Seggi Seggi ·S Voti Resto intera (coaliz.) (separati) V 470 4.80 4 1 5 5 450 4.59 4 4 5 60 0.61 0 1 1 0 980 10 8 2 10 10 Tot
    • 59. Metodo di Hamilton 10 seggi, PD e IDV in coalizione V (X) Parte Seggi Seggi ·S Voti Resto intera (coaliz.) (separati) V 470 4.80 4 1 5 5 450 4.59 4 4 5 60 0.61 0 1 1 0 980 10 8 2 10 10 Tot
    • 60. Metodo di Hamilton 10 seggi, PD e IDV in coalizione V (X) Parte Seggi Seggi ·S Voti Resto intera (coaliz.) (separati) V 470 4.80 4 1 5 5 450 4.59 4 4 5 60 0.61 0 1 1 0 980 10 8 2 10 10 Tot
    • 61. Metodo di Hamilton 10 seggi, PD e IDV in coalizione V (X) Parte Seggi Seggi ·S Voti Resto intera (coaliz.) (separati) V 470 4.80 4 1 5 5 450 4.59 4 4 5 60 0.61 0 1 1 0 980 10 8 2 10 10 Tot
    • 62. Le quote Droop 40 votanti, 4 seggi disponibili Supponiamo che vi siano 5 partiti A, B, C, D, E in competizione per i 4 seggi. Quanti voti dovrà prendere il partito A per essere sicuro di non arrivare ultimo e quindi conquistare almeno un seggio?
    • 63. Le quote Droop 40 votanti, 4 seggi disponibili Supponiamo che vi siano 5 partiti A, B, C, D, E in competizione per i 4 seggi. Quanti voti dovrà prendere il partito A per essere sicuro di non arrivare ultimo e quindi conquistare almeno un seggio? Risposta: almeno 9 o, se volete, più di 8
    • 64. Le quote Droop 40 votanti, 4 seggi disponibili Supponiamo che vi siano 5 partiti A, B, C, D, E in competizione per i 4 seggi. Quanti voti dovrà prendere il partito A per essere sicuro di non arrivare ultimo e quindi conquistare almeno un seggio? Risposta: almeno 9 o, se volete, più di 8 Infatti resterebbero (al più) 31 voti per gli altri 4 partiti: è impossibile che TUTTI prendano più voti di A.
    • 65. Le quote Droop 40 votanti, 4 seggi disponibili Supponiamo che vi siano 5 partiti A, B, C, D, E in competizione per i 4 seggi. Quanti voti dovrà prendere il partito A per essere sicuro di non arrivare ultimo e quindi conquistare almeno un seggio? Risposta: almeno 9 o, se volete, più di 8 Infatti resterebbero (al più) 31 voti per gli altri 4 partiti: è impossibile che TUTTI prendano più voti di A. B: 9 voti C: 9 voti D: 9 voti
    • 66. Se A avesse solo 8 voti potrebbe restare senza seggi: B 8 voti C 8 voti D 8 voti E 8 voti 8 è il valore da superare per avere la certezza di prendere un seggio. Tale valore è la quota Droop. V quota Droop = S+1
    • 67. Le quote Droop V q= S+1
    • 68. Le quote Droop V (X) S+1 V q= D(X) = = V (X) · S+1 q V
    • 69. Le quote Droop V (X) S+1 V q= D(X) = = V (X) · S+1 q V V (X) D(X) = (S + 1) · V
    • 70. Le quote Droop V (X) S+1 V q= D(X) = = V (X) · S+1 q V V (X) D(X) = (S + 1) · V V (X) S(X) = S · V
    • 71. Sistemi a confronto
    • 72. Sistemi a confronto Resti Seggi Voti Resti S Seggi S D D 600 7.88 1 8 8.76 1 9 50 0.66 1 1 0.73 0 35 0.46 0 0.51 0 Tot 685
    • 73. Sistemi a confronto Resti Seggi Voti S(X) Resti S Seggi S D D 600 7.88 1 8 8.76 1 9 50 0.66 1 1 0.73 0 35 0.46 0 0.51 0 Tot 685
    • 74. Sistemi a confronto Resti Seggi Voti S(X) Resti S Seggi S D D 600 7.88 1 8 8.76 1 9 50 0.66 1 1 0.73 0 35 0.46 0 0.51 0 Tot 685
    • 75. Sistemi a confronto Resti Seggi Voti S(X) Resti S Seggi S D D 600 7.88 1 8 8.76 1 9 50 0.66 1 1 0.73 0 35 0.46 0 0.51 0 Tot 685
    • 76. Sistemi a confronto Resti Seggi D(X) Voti S(X) Resti S Seggi S D D 600 7.88 1 8 8.76 1 9 50 0.66 1 1 0.73 0 35 0.46 0 0.51 0 Tot 685
    • 77. Sistemi a confronto Resti Seggi D(X) Voti S(X) Resti S Seggi S D D 600 7.88 1 8 8.76 1 9 50 0.66 1 1 0.73 0 35 0.46 0 0.51 0 Tot 685
    • 78. Sistemi a confronto Resti Seggi D(X) Voti S(X) Resti S Seggi S D D 600 7.88 1 8 8.76 1 9 50 0.66 1 1 0.73 0 35 0.46 0 0.51 0 Tot 685
    • 79. Sistemi a confronto Resti Seggi D(X) Voti S(X) Resti S Seggi S D D 600 7.88 1 8 8.76 1 9 50 0.66 1 1 0.73 0 35 0.46 0 0.51 0 Tot 685
    • 80. Sistemi a confronto Resti Seggi D(X) Voti S(X) Resti S Seggi S D D 600 7.88 1 8 8.76 1 9 50 0.66 1 1 0.73 0 35 0.46 0 0.51 0 Tot 685 Il calcolo con le quote Droop non rispetta la quota standard massima
    • 81. Proporzionale corretta Si dividono i voti ricevuti da ciascun partito per i numeri 1, 2, 3, 4... e si attribuiscono i seggi ai partiti che hanno i quozienti più alti. E’ largamente impiegata in molti paesi e in vari tipi di elezioni.
    • 82. Proporzionale corretta 4 partiti, 8 seggi
    • 83. Proporzionale corretta 4 partiti, 8 seggi V 120 82 45 22 V/2 60 41 22.5 11.0 V/3 40 27.3 15 7 V/4 30 20.5 11.3 5.5 V/5 24 16.4 9 4
    • 84. Proporzionale corretta 4 partiti, 8 seggi V 120 82 45 22 V/2 60 41 22.5 11.0 V/3 40 27.3 15 7 V/4 30 20.5 11.3 5.5 V/5 24 16.4 9 4
    • 85. Proporzionale corretta 4 partiti, 8 seggi V 120 82 45 22 V/2 60 41 22.5 11.0 V/3 40 27.3 15 7 V/4 30 20.5 11.3 5.5 V/5 24 16.4 9 4
    • 86. Proporzionale corretta 4 partiti, 8 seggi V 120 82 45 22 V/2 60 41 22.5 11.0 V/3 40 27.3 15 7 V/4 30 20.5 11.3 5.5 V/5 24 16.4 9 4
    • 87. Proporzionale corretta 4 partiti, 8 seggi V 120 82 45 22 V/2 60 41 22.5 11.0 V/3 40 27.3 15 7 V/4 30 20.5 11.3 5.5 V/5 24 16.4 9 4
    • 88. Proporzionale corretta 4 partiti, 8 seggi V 120 82 45 22 V/2 60 41 22.5 11.0 V/3 40 27.3 15 7 V/4 30 20.5 11.3 5.5 V/5 24 16.4 9 4
    • 89. Proporzionale corretta 4 partiti, 8 seggi V 120 82 45 22 V/2 60 41 22.5 11.0 V/3 40 27.3 15 7 V/4 30 20.5 11.3 5.5 V/5 24 16.4 9 4
    • 90. Proporzionale corretta 4 partiti, 8 seggi V 120 82 45 22 V/2 60 41 22.5 11.0 V/3 40 27.3 15 7 V/4 30 20.5 11.3 5.5 V/5 24 16.4 9 4
    • 91. Proporzionale corretta 4 partiti, 8 seggi V 120 82 45 22 V/2 60 41 22.5 11.0 V/3 40 27.3 15 7 V/4 30 20.5 11.3 5.5 V/5 24 16.4 9 4
    • 92. Proporzionale corretta 4 partiti, 8 seggi V 120 82 45 22 V/2 60 41 22.5 11.0 V/3 40 27.3 15 7 V/4 30 20.5 11.3 5.5 V/5 24 16.4 9 4
    • 93. Proporzionale corretta 4 partiti, 8 seggi V 120 82 45 22 V/2 60 41 22.5 11.0 V/3 40 27.3 15 7 V/4 30 20.5 11.3 5.5 V/5 24 16.4 9 4
    • 94. Proporzionale corretta 4 partiti, 8 seggi V 120 82 45 22 V/2 60 41 22.5 11.0 V/3 40 27.3 15 7 V/4 30 20.5 11.3 5.5 V/5 24 16.4 9 4
    • 95. Proporzionale corretta 4 partiti, 8 seggi V 120 82 45 22 V/2 60 41 22.5 11.0 V/3 40 27.3 15 7 V/4 30 20.5 11.3 5.5 V/5 24 16.4 9 4
    • 96. Proporzionale corretta 4 partiti, 8 seggi V 120 82 45 22 V/2 60 41 22.5 11.0 V/3 40 27.3 15 7 V/4 30 20.5 11.3 5.5 V/5 24 16.4 9 4
    • 97. La proporzionale corretta:
    • 98. La proporzionale corretta: rispetta la quota Droop minima
    • 99. La proporzionale corretta: rispetta la quota Droop minima è monotòna rispetto ai seggi
    • 100. La proporzionale corretta: rispetta la quota Droop minima è monotòna rispetto ai seggi non penalizza le coalizioni
    • 101. La proporzionale corretta: rispetta la quota Droop minima è monotòna rispetto ai seggi non penalizza le coalizioni NON rispetta la quota standard massima
    • 102. Legge maggioritaria L’elettorato viene diviso in circoscrizioni, ognuna delle quali attribuisce un certo numero di seggi. In ogni circoscrizione, il partito che ha la maggioranza dei voti prende tutti i seggi di quella circoscrizione.
    • 103. Legge maggioritaria
    • 104. Legge maggioritaria Circ. Seggio I 34 4 33 II 2 72 70 III 36 3 35 Tot 72 79 138
    • 105. Legge maggioritaria Circ. Seggio I 34 4 33 II 2 72 70 III 36 3 35 Tot 72 79 138
    • 106. Legge maggioritaria Circ. Seggio I 34 4 33 II 2 72 70 III 36 3 35 Tot 72 79 138
    • 107. Legge maggioritaria Circ. Seggio I 34 4 33 II 2 72 70 III 36 3 35 Tot 72 79 138
    • 108. Legge maggioritaria Circ. Seggio I 34 4 33 II 2 72 70 III 36 3 35 Tot 72 79 138
    • 109. Legge maggioritaria Negli Stati Uniti la minima percentuale di consensi che può portare all’elezione del Presidente è.... 22.1%

    ×