• Share
  • Email
  • Embed
  • Like
  • Save
  • Private Content
Peru
 

Peru

on

  • 531 views

Autori: Petromari

Autori: Petromari

Statistics

Views

Total Views
531
Views on SlideShare
484
Embed Views
47

Actions

Likes
0
Downloads
1
Comments
0

1 Embed 47

http://lacittadellefrottole-q2.blogspot.it 47

Accessibility

Categories

Upload Details

Uploaded via as Adobe PDF

Usage Rights

© All Rights Reserved

Report content

Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
  • Full Name Full Name Comment goes here.
    Are you sure you want to
    Your message goes here
    Processing…
Post Comment
Edit your comment

    Peru Peru Presentation Transcript

    • PERU
    • Peru’Forma di governo: repubblicaCapitale: LimaMoneta: nuovo solLingua ufficiale: spagnoloReligione: cattolica 90%
    • ConfiniIl Perù è uno stato dell’America meridionale, bagnatoa ovest dall’oceano Pacifico, a nord troviamo Ecuadore Colombia, a est il Brasile, a sud-est la Bolivia e a sudil Cile.Il Perù è, dopo Brasile e Argentina, il terzo paesedell’America meridionale.
    • TerritorioIl territorio peruviano può essere suddiviso in treregioni fisiche:• Costa: la pianura costiera• Sierra: il segmento del sistema andino• Selva: foresta
    • Costa Sierra Selva• La Costa :è costituita da un’arida fascia territoriale che si estende per tutta la lunghezza del paese con un’ampiezza che varia dai 65 ai 160 km. Qui sono situati i maggiori centri urbani del Perù. La regione, che occupa circa il 10% del territorio nazionale, è attraversata dai fiumi che scendono dalla Cordigliera Occidentale delle Ande e sfociano nel Pacifico.• La Sierra: presenta l’elemento morfologicamente dominante del paese, la cordigliera delle Ande, che si articola qui, da nord-ovest a sud-est, in una successione di tre catene principali tra cui si interpongono solchi vallivi.. Nella parte sudorientale della regione della Sierra si trova il lago Titicaca, la superficie lacustre navigabile più elevata del mondo, che il Perù divide con la Bolivia.• La Selva: regione boscosa occupa circa il 60% del territorio peruviano e si estende a est della Cordigliera Orientale; qui la catena digrada dolcemente verso vaste pianure caratterizzate da una vegetazione di tipo tropicale, le selve, che si estendono fino al confine brasiliano andando a costituire il bacino amazzonico.
    • Clima IL CLIMA E’ MOLTO VARIO• Lungo la desertica fascia costiera la temperatura è piuttosto costante intorno ai 20 °C per tutto l’anno. Le precipitazioni in questa zona dal clima arido sono inferiori a 51 mm annui, a causa della Cordigliera contro cui si infrangono i venti provenienti da est prima di raggiungere la costa; inoltre la fredda corrente di Humboldt condensa l’umidità atmosferica in nebbie persistenti che si tramutano in una lieve pioviggine (nota come garúa) e si addensano sull’area da giugno ad agosto. A Lima la temperatura media è di 18 °C.• Nella Sierra le temperature variano stagionalmente dai 7 °C ai 21 °C. Le piogge sono tendenzialmente molto scarse tranne in alcune località dove, da ottobre ad aprile, si verificano violenti acquazzoni. A Cuzco, nella sierra sudorientale, la piovosità media raggiunge i 600 mm annui.• Nella regione della Selva, fatta eccezione per le zone più elevate, il clima è estremamente caldo e umido.
    • PopolazioneIl paese conta 29.041.593 abitanti (2008), con una densitàmedia di 23 abitanti per km². La distribuzione sul territorio ètutt’altro che uniforme: nella regione andina si concentracirca il 50% della popolazione, il 40% risiede lungo la fasciacostiera, mentre il restante 10% occupa la regione della Selva.Il 75% (2005) dei peruviani vive in aree urbane. Circa il 45%degli abitanti del Perù è costituito da popolazioni autoctone,alcune delle quali discendenti degli inca; il 37% è composto dameticci e circa il 15% da bianchi di origine europea. Il paeseconta anche un esiguo numero di neri, mulatti, giapponesi ecinesi (circa il 3%).
    • LingueLa lingua ufficiale è lo spagnolo, parlato dal 70% dellapopolazione; recentemente è stata ufficializzata la linguaquechua, uno dei più diffusi idiomi locali insieme all’aymará,parlato soprattutto nel sud del paese. I gruppi dei quechua edegli aymará popolano le regioni andine; molti di loro nonparlano lo spagnolo e hanno conservato gli usi e costumi deiloro antenati. Lungo la fascia costiera e nelle città deglialtipiani, bianchi, meticci e neri seguono, in gran parte, unostile di vita occidentale. Infine, l’esigua minoranza di indiosamazzonici vive in base a usanze tribali e in condizioni dicompleto isolamento.
    • Città• Lima è Il principale centro urbano del paese è la capitale, (8.153.618 abitanti nel 2005).• altre città di rilievo sono: Cuzco, antica capitale dell’impero inca, Arequipa, Iquitos, Huancayo, Trujillo, Chiclayo. Callao, nei pressi di Lima, è il principale scalo marittimo del paese.
    • La storia degli incas• Gli Incas erano un popolo che aveva costituito un vasto impero sulle Ande. Questo popolo parlava la lingua quechua, e Incas per loro significava re o imperatore.• A metà del Cinquecento, gli spagnoli di Francisco Pizarro si trovarono di fronte a una società complessa e ben organizzata, che sottomisero e distrussero in breve tempo.
    • Machu Picchu• Machu Picchu (voce quechua
    • Machu PicchuE’soprannominata la città perduta degli Inca, è sito archeologico precolombiano, situato in una zona montana a circa2.350 metri di altitudine nella valle dellUrubamba in Perù.Si suppone che la città fosse stata costruita dallimperatore inca Pachacútec intorno allanno 1440 e sia rimastaabitata fino alla conquista spagnola del 1532. La posizione della città era un ben custodito segreto militare, perché iprofondi dirupi che la circondavano erano la sua migliore difesa naturale. Difatti, una volta abbandonata, la suaubicazione rimase sconosciuta per ben quattro secoli, entrando nella leggenda. Scoperte archeologiche, uniti arecenti studi su documenti coloniali, mostrano che non si trattava di una normale città, quanto piuttosto di unaspecie di residenza estiva per limperatore e la nobiltà Inca. Si è calcolato che non più di 750 persone alla voltapotessero risiedere a Machu Picchu, e probabilmente durante la stagione delle piogge o quando non cerano nobili,il numero era ancora minore.La città fu riscoperta il 24 luglio 1911 da Hiram Bingham, uno storico di Yale, che stava esplorando le vecchie stradeinca della zona alla ricerca dell ultima capitale Inca: Vilcabamba. Bingham compì parecchi altri viaggi ed eseguì scavifino al 1915 e solo più tardi si rese conto dellimportanza della sua scoperta e si convinse che Machu Picchu eraVilcabamba. Di ritorno dalle sue ricerche scrisse parecchi articoli e libri su Machu Picchu: il più conosciuto fu; Lacittà perduta degli Inca. Paradossalmente Vilcabamba non era Machu Picchu: lultima capitale era a Espiritu Pampa:nascosta nella giungla, a poche centinaia di metri da dove era arrivato lui durante le sue ricerche.Il sito archeologico fa parte dei Patrimoni dellumanità stilati dallUNESCO.La località è oggi universalmente conosciuta sia per le sue imponenti ed originali rovine, sia per limpressionantevista che si ha sulla sottostante valle dellUrubamba circa 400 metri più in basso.
    • Linee di Nazca
    • Linee di NazcaLe Linee di Nazca sono dei geroglifici, linee tracciate sul terreno, del deserto di Nazca, un altopiano arido che si estende peruna cinquantina di chilometri tra le città di Nazca e di Palpa, nel Perù meridionale. Le oltre 13.000 linee vanno a formare piùdi 800 disegni, che includono i profili stilizzati di animali comuni nellarea (la balena, il papagallo, la lucertola lunga più di180 metri, il colibrì, il condor e lenorme ragno lungo circa 45 metri). Essi furono tracciati durante la fioritura della CiviltàNazca, tra il 300 a.C. ed il 500 d.C.Le linee sono tracciate rimuovendo le pietre contenenti ossidi di ferro dalla superficie del deserto, lasciando così uncontrasto con il pietrisco sottostante, più chiaro. La pianura di Nazca è ventosa, ma le rocce della superficie assorbonoabbastanza calore per far alzare laria proteggendo il suolo. Così i disegni giganti sono rimasti intatti per migliaia di anni. Aimargini della Pampa, gli archeologi hanno scoperto la città cerimoniale dei Nazca, Cahuachi, da cui si ritiene provenissero gliartefici delle linee.Le linee sono state avvistate con chiarezza solo dallavvento dei voli di linea sullarea, casualmente, nel 1927 da Toribio Mija;quindi furono studiate, nel 1939, da Paul Kosok, un archeologo americano; ma solamente dal 1946, la tedesca Maria Reiche,diede un importante contributo di studi sul loro significato.Phyllis Pitluga, una ricercatrice di Chicago scoprì, studiando il rapporto tra le linee e lastronomia, che il ragno giganterappresentava la costellazione di Orione, mentre le linee rette circostanti rappresentavano le tre stelle della cintura diOrione. Questa potrebbe essere una chiave che permette di spiegare il mistero delle linee di Nazca: il leggendario eroe-maestro Viracocha, il cui ritorno era ancora atteso al momento dello sbarco di Cortés. Gli "antichi indios" disegnarono figurepoiché pensavano che Viracocha sarebbe tornato, questa volta scendendo dal cielo. I disegni rappresentavano dei segnali.Sono molte le ipotesi su come i Nazca abbiamo disegnato le linee e sul loro reale significato. Quella, comunque, piùaccreditata e realistica induce a pensare che gli antichi peruviani abbiano dapprima realizzato disegni in scala ridotta chesarebbero stati successivamente riportati ingranditi sul terreno con laiuto di un opportuno reticolato di corde .
    • Lago Titicaca
    • Lago TiticacaSi trova al confine fra la Bolivia e il Peru, in una delle zone piùmontuose del mondo, questo lago più unico che raro è alcentro di una zona altamente suggestiva, sia per ragioniarcheologiche sia per ragioni antropologiche. E’ il lagonavigabile più alto del mondo: 3.800 metri. E` lungo 150 km eprofondo 300 metri. Più che un lago, si tratta di due laghicongiunti dallo stretto di Tiquina: il Lago Mayor (in dialettoquecha "Chuchuito") è a nord e contiene le isole del Sole edella Luna; il Lago Minor (o Huinamarca) è a sud e contienediversi isolotti. Lacqua è di un azzurro puro e splendente.
    • Ciao Peru’