Your SlideShare is downloading. ×
1929: New york stock exchange
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×

Thanks for flagging this SlideShare!

Oops! An error has occurred.

×

Introducing the official SlideShare app

Stunning, full-screen experience for iPhone and Android

Text the download link to your phone

Standard text messaging rates apply

1929: New york stock exchange

691
views

Published on

Published in: Education

0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total Views
691
On Slideshare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
1
Actions
Shares
0
Downloads
25
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

Report content
Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
No notes for slide

Transcript

  • 1. New York Stock Exchange
    Crisi del 1929 o Crollo di Wall Street
  • 2. La grande depressione
    Drammatica crisi economica che sconvolse l'economia mondiale alla fine degli anni Venti, con gravi ripercussioni durante i primi anni del decennio successivo
    ha convenzionalmente inizio
    CRISI
    New York Stock Exchange (crollo della borsa di Wall Street) che ha inizioil 24 ottobre del1929 
    (giovedì nero)
    DEFINITIVO CROLLO
    29 Ottobre 1929
    (martedì nero)
  • 3. Automobilistico
    Metallurgico
    STATI UNITI:
    periodo di prosperità e progresso trainato
    dai settori
    Gomma
    Dopo la
    GRANDE GUERRA
    Petrolifero
    Trasporti
    Edile
    Pesanti investimenti a favore delle industrie (tramite la BORSA)
    • Acquirenti spinti ad aumentare i loro capitali,comprano le azioni per
    -Banche prestiti alle industrie per incrementare la produzione ed
    ampliare ulteriormente l’economia del paese
    rivenderle a prezzo maggiorato (BOLLA SPECULATIVA)
  • 4. BORSA
    MERCATO UNICO ALL’INTERNO DEL QUALE VENGONO QUOTATE LE
    AZIONI
    QUOTE DEGLI UTILI PROPRI DELLE INDUSTRIE VENDUTE
    PER FAR SI CHE LA MERCE PRODOTTA VENGA VALUTATA SUL MERCATO
    Un risparmiatore può comprare un certo n.di azioni
    -direttamente dall'industria
    -attraverso le banche (che a loro volta hanno prestato denaro alle industrie)
    e quindi essere in un certo senso proprietario di una parte dell'industria stessa
  • 5. Favoriti gli investimenti
    BOOM SPECULATIVO
    Induce centinaia di migliaia di americani a investire pesantemente nel mercato azionario
    I prezzi crescenti delle azioni incoraggiarono più persone a investire
    &
    responsabilità degli uomini d'affari: effettuavano dichiarazioni ottimistiche e spingevano i risparmiatori all'acquisto di titoli
  • 6. Aumentando la domanda delle
    AZIONI crescono le QUOTAZIONI
    AZIONI
    QUOTAZIONI
    PRODUZIONE
    Ma…
  • 7. AZIONI
    QUOTAZIONI
    PRODUZIONE
    VENDITE
    La PRODUZIONE supera il
    POTERE D’ACQUISTO Beni durevoli
    Di fatto, le industrie producono molto ma non vendono..
  • 8. Non vendendo
    Le industrie non dispongono di liquidità per sanare il debito con le banche
    Non hanno più denaro
    Declinano le ulteriori richieste di prestito (da parte delle industrie)
  • 9. INVESTIMENTI
    -Banche
    -Azionisti
    aumento
    AZIONI & QUOTAZIONI
    industrie
    AUMENTO PRODUZIONE
    NO DENARO
    NO VENDITE
  • 10. Di conseguenza …
    la grande produzione di prodotti di vario genere non veniva facilmente smaltita sul mercato
    Nel 1929, alle industrie (rimaste senza introiti)
    vengono negati i prestiti dalle banche
    piccoli e grandi azionistidelle industrie cominciarono e vendere i loro pacchetti azionari a quote ribassateper salvare parte degli utili investiti (BOOM DELLE VENDITE)
    L’INDUSTRIA STESSA COMINCIA A PERDERE VALORE
  • 11. CROLLO INDUSTRIE
    CROLLO BORSE
    CROLLO BANCHE
    CROLLO ECONOMICO
    • CHIUSURA INDUSTRIE
    • 12. DISOCCUPAZIONE
    • 13. FALLIMENTO BANCHE
  • CROLLO ECONOMIA MONDIALE
    Conseguente
    Risollevata grazie agli investimenti
    USA
    EUROPA
    (crisi del dopoguerra)
    CROLLO WALL STREET (1929)
    attua
    POLITICA DI PROTEZIONISMO
    Per salvaguardare il mercato interno
    FINE EROGAZIONE CREDITI ALL’ESTERO
  • 14. Città europee colpite da CRISI FINANZIARIA
    • AUSTRIA
    • 15. GERMANIA
    • 16. FRANCIA (successivamente)
    Più colpita dalla crisi
    (forti intrecci di prestiti con gli USA)
    INGHILTERRA
    Deteneva investimenti in questi paesi
    crisi
    RITIRO DEI CAPITALI
    sulle tracce di
    USA vs EUROPA
    Collasso sist. Bancario, crisi monetaria
  • 17. Prima soluzione comune adottata per fronteggiare la crisi …
    PAREGGIO DI BILANCIO
    • Riduzione stipendi degli impiegati pubblici
    • 18. Diminuzione della prestazioni pubbliche dello stato
    • 19. Nuove tasse
    Ulteriore riduzione della domanda interna
    Dopo il 1930 la ripresa si rivelò molto lenta
    L’uscita vera e propria dallo stato di “depressione” si avrà in concomitanza del riarmo per la
    Seconda Guerra Mondiale
  • 20. In …
    Le conseguenze della crisi furono più pesanti rispetto agli stati a causa della fitta rete di relazioni economiche intrattenute con gli USA
    GERMANIA
    Con l’aggravante persistente
    RIPARAZIONI
    In parte precedentemente coadiuvate dal piano Dawes
    Prestiti erogati dagli USA a favore della ripresa produttiva dell’industria tedesca
    La guida del governo passò al leader cattolico
    Heinrich Bruning
    Attuò una severissima politica di sacrifici, anche per denunciare il pesante onere che lo stato era costretto a sopportare per tener fede all’obbligo delle RIPARAZIONI
    • Riduzione e sospensione del
    pagamento delle RIPARAZIONI
    • Aumento ulteriore della
    disoccupazione
    Risultati
  • 21. In …
    FRANCIA
    La crisi vi giunse in ritardo (1931/32)
    ma fu più duratura.
    coincise
    Periodo di grande instabilità politica
    Successione di ben 17 governi (nel giro di 9 mesi) alternati
    -destra
    -sinistra
  • 22. In …
    Il ministero inglese, guidato dal laburista Ramsay MacDonald, cercò di fronteggiare la crisi tagliando in prima istanza i sussidi ai disoccupati
    INGHILTERRA
    Opposizione Trade Unions
    inoltre
    • Svalutazione della sterlina
    • 23. Abbandono della tradizione
    liberoscambista
    Sistema di tariffe doganali che privilegiava gli scambi commerciali all’interno del Commonwealth
    L’Inghilterra riuscì ad uscire dalla crisi con notevole anticipo rispetto agli altri paesi
  • 24. Negli ….
    Dopo 3 anni di crisi , nei quali l’attuale presidente Herbert Hoover non era riuscito a porre rimedio, si tennero le elezioni presidenziali:
    USA
    Franklin Delano Roosevelt
    (governatore di NY)
    Istaurò da subito un rapporto positivo con le masse, basato sulla comunicazione
    “Conversazioni al caminetto”
    Trasmissione radiofonica dove, con tono suadente, illustrava il suo programma politico nel periodo della propaganda.
  • 25. Attuò …
    New Deal
    “Nuovo patto” o “Nuovo discorso”
    Consisteva in un nuovo stile di governo caratterizzato soprattutto per un più
    ENERGICO INTERVENTO DELLO STATO NELL’ECONOMIA
    Nei primi mesi vennero varati una serie di provvedimenti che dovevano servire come terapia d’urto per arrestare la crisi:
    - Ristrutturazione sist.creditizio(sconvolto dai fallimenti bancari e dal denaro perso)
    - Svalutazione del dollaro (per rendere competitive le esportazioni)
    -Aumento sussidi disoccupazione
    - Concessione di prestiti (per permettere di estinguere le ipoteche)
  • 26. Furono utilizzati nuovi strumenti d’intervento:
    -AGRICULTURAL ADJUSTMENT ACT
    Limitava la sovrapproduzione del settore agricolo
    Imponeva “codici di comportamento alle industrie”
    - NATIONAL INDUSTRIAL RECOVERY ACT
    -accordi su produzione e prezzi
    -attenuazione concorrenze troppo
    accanite
    -tutela diritti e salari dei lavoratori
    Sfruttamento delle risorse idroelettriche del bacino del Tennessee producendo energia a buon mercato, salvaguardando risorse e natura
    - TENNESSEE VALLEY AUTHORITY
  • 27. In più …
    Nuovi posti, nuove possibilità d’investimento
    - VARO’ VASTI PROGRAMMI DI LAVORI PUBBLICI
    Garanzia delle pensioni per molti lavoratori
    • VARO’ UNA RIFORMA FISCALE E UNA LEGGE SULLA
    SICUREZZA SOCIALE
    Il NEW DEALincontro’ non poche opposizioni (soprattutto quella della corte suprema ch giudicava irrealizzabili i provvedimenti del NIRA e dell’AAA).
    Riuscì comunque a dimostrare l’indispensabilità dell’intervento statale per arrestare la crisi anche se non riuscì a ridare slancio all’iniziativa economica dei privati …
    Come già affermato precedentemente(diapositiva n.14)
    LA PIENA RIPRESA ECONOMICA giungerà solo durante la Seconda Guerra Mondiale, con lo sviluppo della produzione bellica.
  • 28. Fine