Massimo Caputi interviene al Mipim di Cannes - Rassegna Web 8 Marzo 2012

394 views
321 views

Published on

"Ora che abbiamo un Governo piu' credibile all'estero e' possibile attirare investitori esteri istituzionali in Italia dopo anni di fuga, ma occorre garantire regole certe, tempi rapidi, progetti di cessione di patrimonio pubblico in linea con le best practise internazionali". Questa l'opinione di Massimo Caputi, consigliere delegato di Idea Fimit, intervenendo al Mipim, la fiera internazionale del real estate in corso a Cannes.

Published in: Real Estate
0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total views
394
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
2
Actions
Shares
0
Downloads
2
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Massimo Caputi interviene al Mipim di Cannes - Rassegna Web 8 Marzo 2012

  1. 1. Real estate: Caputi, due progetti per attirare investitori08/03/2012 18.41 ROMA (MF-DJ)--"Ora che abbiamo un Governo piu credibile allestero epossibile attirare investitori esteri istituzionali in Italia dopo anni di fuga, ma occorre garantireregole certe, tempi rapidi, progetti di cessione di patrimonio pubblico in linea con le best practiceinternazionali". Lo ha affermato Massimo Caputi, consigliere delegato di Idea Fimit, intervenendoal Mipim, la fiera internazionale del real estate in corso a Cannes."Il Governo -ha spiegato Caputi- deve varare presto dei progetti pilota, del valore di almeno duemiliardi di euro ciascuno, su cui far convergere gli investitori istituzionali internazionali". Purtroppooggi, ha sottolineato il manager, "il nostro paese non ha prodotti pronti da offrire sul mercatointernazionale e la carenza di progetti e prodotti italiani al Mipim lo dimostra". Secondo Caputi, equindi il momento di pensare a una "strategia di commercializzazione internazionale del patrimonioimmobiliare pubblico", perche "come lindustria del turismo che per crescere genera sempre nuovemete, cosi il real estate mondiale cerca nuovi approdi su cui investire".Oltre a regole certe e tempi rapidi, Caputi indica altre condizioni per attrarre investimenti stranierinellimmobiliare italiano: "E necessario che le Sgr e le Siiq tornino a privilegiare gli interessiassoluti dei titolari delle quote dei fondi senza accontentarsi solo di incassare lauti compensi". Eanche le banche, secondo Caputi, devono fare la loro parte, "mostrando coraggio nelleffettuare unostop loss nei confronti di societa decotte e progetti senza uscita, che vengono mantenuti in vitatogliendo risorse a nuovi investimenti redditizi". Infine Caputi ha concluso sottolineando lanecessita di "sviluppare in Italia una maggior cultura del prodotto immobiliare e della sua gestione,perche la qualita del prodotto e il suo mantenimento in efficienza sono parametri irrinunciabili".http://finanza.tgcom24.mediaset.it/news/dettaglio_news.asp?id=201203081910001266&chkAgenzie=PMFNW
  2. 2. Crisi/ Caputi: Singoli progetti da 2 mld per attrarre investitoriPossibile con governo credibile."Ora che abbiamo un Governo più credibile allestero è possibileattirare investitori esteri istituzionali in Italia dopo anni di fuga, ma occorre garantire regole certe,tempi rapidi, progetti di cessione di patrimonio pubblico in linea con le best practise internazionali".Lo ha affermato Massimo Caputi, consigliere delegato di Idea Fimit, intervenendo al Mipim, lafiera internazionale del real estate in corso a Cannes. "Il governo - ha aggiunto - deve varare prestodei progetti pilota, del valore di almeno due miliardi di euro ciascuno, su cui far convergere gliinvestitori istituzionali internazionali". Purtroppo oggi, ha sottolineato Caputi, "il nostro paese nonha prodotti pronti da offrire sul mercato internazionale e la carenza di progetti e prodotti italiani alMipim lo dimostra". E quindi il momento di pensare a una "strategia di commercializzazioneinternazionale del patrimonio immobiliare pubblico", perché "come lindustria del turismo che percrescere genera sempre nuove mete, così il real estate mondiale cerca nuovi approdi su cuiinvestire".http://economia.virgilio.it/notizie/economia/crisi_caputi_singoli_progetti_da_2_mld_per_attrarre_investitori,33954239.html
  3. 3. Caputi (Idea Fimit) al Mipim: "per attrarre investitori servonoprogetti da 2 mld"08/03/2012 - Riportare gli investitori esteri in Italia. Una priorità secondo il consigliere delegato diIdea Fimit, Massimo Caputi (foto) che, intervenendo a un convegno sulla valorizzazione delpatrimonio pubblico durante il Mipim, il salone dellimmobiliare in corso a Cannes, ha affermato:“adesso che abbiamo un governo credibile, servono progetti di dimensione rilevante per riportare gliinvestitori esteri istituzionali in Italia”. Caputi ha anche sottolineato la necessità di “certezza dellaleggi e rapidità dei tempi di decisione”. Secondo il consigliere delegato di Idea Fimit, invece, lamacchina pubblica appare ancora lenta e fatica a studiare progetti di dimensione tale da poter esserepresi in considerazione dagli investitori istituzionali."Il governo", ha aggiunto, "deve varare presto dei progetti pilota, del valore di almeno due miliardidi euro ciascuno, su cui far convergere gli investitori istituzionali internazionali”.Purtroppo oggi, sottolinea Caputi, "il nostro paese non ha prodotti pronti da offrire sul mercatointernazionale e la carenza di progetti e prodotti italiani al Mipim lo dimostra".E’ quindi il momento di pensare a una "strategia di commercializzazione internazionale delpatrimonio immobiliare pubblico", perché "come l’industria del turismo che per crescere generasempre nuove mete, così il real estate mondiale cerca nuovi approdi su cui investire".Oltre a regole certe e tempi rapidi, Caputi indica altre condizioni per attrarre investimenti stranierinell’immobiliare italiano: "è necessario che le SGR e le SIIQ tornino a privilegiare gli interessiassoluti dei titolari delle quote dei fondi senza accontentarsi solo di incassare lauti compensi".E anche le banche, secondo Caputi, devono fare la loro parte, “mostrando coraggio nell’effettuareuno stop loss nei confronti di società decotte e progetti senza uscita, che vengono mantenuti in vitatogliendo risorse a nuovi investimentiredditizi".Infine Caputi conclude sottolineando la necessità di "sviluppare in Italia una maggior cultura delprodotto immobiliare e della sua gestione, perché la qualità del prodotto e il suo mantenimento inefficienza sono parametri irrinunciabili".http://www.monitorimmobiliare.it/articolo.asp?id_articolo=8830
  4. 4. Caputi: varare nuovi progetti per attrarre investitori esteri“Ora che abbiamo un Governo più credibile all’estero è possibile attirare investitori esteriistituzionali in Italia dopo anni di fuga, ma occorre garantire regole certe, tempi rapidi, progetti dicessione di patrimonio pubblico in linea con le best practise internazionali”. Lo ha affermatoMassimo Caputi, consigliere delegato di Idea Fimit, intervenendo al Mipim, la fiera internazionaledel real estate in corso a Cannes. “Il governo – ha aggiunto – deve varare presto dei progetti pilota,del valore di almeno due miliardi di euro ciascuno, su cui far convergere gli investitori istituzionaliinternazionali”. Purtroppo oggi, sottolinea Caputi, “il nostro paese non ha prodotti pronti da offriresul mercato internazionale e la carenza di progetti e prodotti italiani al Mipim lo dimostra”. E’quindi il momento di pensare a una “strategia di commercializzazione internazionale del patrimonioimmobiliare pubblico”, perché “come l’industria del turismo che per crescere genera sempre nuovemete, così il real estate mondiale cerca nuovi approdi su cui investire”.Oltre a regole certe e tempi rapidi, Caputi indica altre condizioni per attrarre investimenti stranierinell’immobiliare italiano: “è necessario che le SGR e le SIIQ tornino a privilegiare gli interessiassoluti dei titolari delle quote dei fondi senza accontentarsi solo di incassare lauti compensi”. Eanche le banche, secondo Caputi, devono fare la loro parte, “mostrando coraggio nell’effettuare unostop loss nei confronti di società decotte e progetti senza uscita, che vengono mantenuti in vitatogliendo risorse a nuovi investimenti redditizi”. Infine Caputi conclude sottolineando la necessitàdi “sviluppare in Italia una maggior cultura del prodotto immobiliare e della sua gestione, perché laqualità del prodotto e il suo mantenimento in efficienza sono parametri irrinunciabili”.http://www.casaxp.it/news/2012/03/08/caputi-varare-nuovi-progetti-per-attrarre-investitori-esteri/
  5. 5. Real estate: Caputi, due progetti per attirare investitoriROMA (MF-DJ)--"Ora che abbiamo un Governo piu credibile allestero e possibile attirareinvestitori esteri istituzionali in Italia dopo anni di fuga, ma occorre garantire regole certe, tempirapidi, progetti di cessione di patrimonio pubblico in linea con le best practice internazionali". Lo haaffermato Massimo Caputi, consigliere delegato di Idea Fimit, intervenendo al Mipim, la fierainternazionale del real estate in corso a Cannes."Il Governo -ha spiegato Caputi- deve varare presto dei progetti pilota, del valore di almeno duemiliardi di euro ciascuno, su cui far convergere gli investitori istituzionali internazionali". Purtroppooggi, ha sottolineato il manager, "il nostro paese non ha prodotti pronti da offrire sul mercatointernazionale e la carenza di progetti e prodotti italiani al Mipim lo dimostra". Secondo Caputi, equindi il momento di pensare a una "strategia di commercializzazione internazionale del patrimonioimmobiliare pubblico", perche "come lindustria del turismo che per crescere genera sempre nuovemete, cosi il real estate mondiale cerca nuovi approdi su cui investire".Oltre a regole certe e tempi rapidi, Caputi indica altre condizioni per attrarre investimenti stranierinellimmobiliare italiano: "E necessario che le Sgr e le Siiq tornino a privilegiare gli interessiassoluti dei titolari delle quote dei fondi senza accontentarsi solo di incassare lauti compensi". Eanche le banche, secondo Caputi, devono fare la loro parte, "mostrando coraggio nelleffettuare unostop loss nei confronti di societa decotte e progetti senza uscita, che vengono mantenuti in vitatogliendo risorse a nuovi investimenti redditizi". Infine Caputi ha concluso sottolineando lanecessita di "sviluppare in Italia una maggior cultura del prodotto immobiliare e della sua gestione,perche la qualita del prodotto e il suo mantenimento in efficienza sono parametri irrinunciabili".com/adm(END) Dow Jones NewswiresMarch 08, 2012 12:41 ET (17:41 GMT)Copyright (c) 2012 MF-Dow Jones News Srl.http://borsaitaliana.it/borsa/notizie/mf-dow-jones/italia-dettaglio.html?newsId=965606&lang=it

×