Con Caputi crollano le perdite di Prelios - Rassegna Massimo Caputi Nov 2013

1,035 views
958 views

Published on

Masssimo Caputi Prelios - Rassegna Nov 2013
Caputi sfida Idea FIMIT con Prelios sul fondo del Megastore Eataly di Oscar Farinetti a Bologna. Con Caputi crollano le perdite di Prelios. Per la Prelios guidata da Caputi arriva un’offerta miliardaria. La nuova Prelios di Caputi cede Casa Agency.

Published in: Real Estate
0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total views
1,035
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
0
Actions
Shares
0
Downloads
3
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Con Caputi crollano le perdite di Prelios - Rassegna Massimo Caputi Nov 2013

  1. 1. RASSEGNA STAMPA Novembre 2013 I
  2. 2. Caputi sfida IDeA FIMIT con Prelios sul fondo del Megastore Eataly di Oscar Farinetti a Bologna MF - Andrea Montanari - 01/11/2013 pg. 12 ed. Nazionale Idea Fimit-Prelios, sfida da 100 milioni a Bologna
  3. 3. È entrata ufficialmente nel vivo la sfida tra Idea Fimit e Prelios per la conquista del progetto relativo alla riqualificazione del Centro Agroalimentare di Bologna: un deal che vale oltre 100 milioni e che al termine dei lavori dovrebbe portare alla nascita di un grande parco-laboratorio tematico dedicato alla valorizzazione delle eccellenze alimentari nazionali e soprattutto alla nascita di un nuovo megastore Eataly, la creatura di Oscar Farinetti. Ieri, sono state aperte le buste relative alle offerte tecniche che le due sgr hanno presentato agli advisor del Caab, ovvero i consulenti di Ernst&Young e lo studio legale Gianni Origoni Grippo Cappelli&Partners per aggiudicarsi il ruolo di gestore del fondo immobiliare che realizzerà il cosiddetto progetto-Fico (Fabbrica Italiana Contadina). Tra due settimane è prevista l'apertura delle buste relative all'offerta economica. Solo a quel punto si capirà chi tra Idea Fimit, il primo operatore del mercato immobiliare nato dall'integrazione tra Fare, la sgr controllata da Dea Capital (De Agostini) la Fimit di Massimo Caputi, e Prelios, la ex Pirelli Real Estate oggi in fase di ristrutturazione e rilancio da parte dello stesso Caputi (vicepresidente e azionista), avrà vinto in volata il testa a testa e si aggiudicherà l'affare tra i più importanti del capoluogo emiliano. Intanto ieri come nelle attese Camfin, Intesa Sanpaolo e Massimo Moratti hanno deciso di sciogliere anticipatamente l'accordo parasociale su Prelios: ora sono liberi da tutti gli impegni e possono vendere.
  4. 4. Con Caputi crollano le perdite di Prelios ItaliaOggi 05/11/2013 pg. 44 Crollano perdite Prelios
  5. 5. Ma sono anche scesi i ricavi e l'ebit. Elena Capra è il nuovo cfo In 9 mesi scese da 171 a 44,2 mln di euro Prelios ha chiuso i primi nove mesi dell'anno riducendo la perdita da 171 a 44,2 milioni di euro. Sul risultato netto hanno pesato svalutazioni di partecipazioni e investimenti immobiliari, impairment e oneri di ristrutturazione per un totale di circa 40 milioni di euro, compensati però dagli effetti contabili positivi dell'operazione straordinaria recentemente conclusa, quantificabili in circa 40 milioni di euro.I ricavi sono scesi da 95,8 a 75,2 milioni di euro rispetto allo stesso periodo dello scorso anno. L'ebit è stato negativo per 7,8 mln (-6,1 a settembre 2012). La posizione finanziaria netta è risultata passiva per 358,1 mln, ma in miglioramento rispetto al 31 dicembre 2012, quando era risultata passiva per 520,5 mln: ha beneficiato degli effetti dell'operazione straordinaria di rafforzamento patrimoniale e riequilibrio finanziario. Per quanto riguarda le prospettive del gruppo, dal punto di vista gestionale, «l'intero 2013 è configurato come un anno di transizione» e «il perseguimento degli obiettivi e delle linee guida previste dal piano sono soggetti a una molteplicità di variabili esterne e non dipendenti dalla società»; pertanto, «il mancato e/o parziale conseguimento degli obiettivi del piano, così come la necessità di eventualmente dover adeguare lo stesso a esigenze ulteriori, a oggi non previste e non prevedibili, potrebbero avere impatti negativi rilevanti sulla situazione economico-patrimoniale e finanziaria del gruppo Prelios. Il cda ha inoltre nominato Elena Capra nuovo cfo del gruppo e conseguentemente nuovo dirigente preposto alla redazione dei documenti contabili societari.
  6. 6. MF 05/11/2013 pg. 17 ed. Nazionale A settembre Prelios riduce le perdite e il debito
  7. 7. Meglio del previsto anche se il contesto di mercato non è facile e le previsioni per il futuro non sono così rosee. Prelios archivia i nove mesi con ricavi per 75,2 milioni, in calo dai 95,8 milioni del 30 settembre 2012, un ebit negativo per 7,8 milioni (dai -6,1 milioni di un anno fa) di cui 3,5 milioni imputabili alle attività della piattaforma di gestione e 4,3 milioni alle attività di investimento. Mentre il risultato netto di competenza è negativo per 44,2 milioni, in netto miglioramento rispetto al dato (-171 milioni) di un anno fa. Sulla perdita «pesano le svalutazioni di partecipazioni e di investimenti immobiliari, gli impairment e gli oneri di ristrutturazione per complessivi 40 milioni, compensati però da effetti contabili positivi della recente operazione straordinaria per circa 40 milioni», si legge nella nota della società immobiliare guidata dall'ad Sergio Iasi. Il 2013 sarà quindi «un anno di transizione: il perseguimento degli obiettivi e delle linee guida previste dal piano sono soggette a una molteplicità di variabili esterne e non dipendenti dalla società», prosegue la nota. Il mancato o parziale conseguimento degli obiettivi del piano, così come la necessità di eventuali adeguamenti, «potrebbero avere impatti negativi rilevanti sulla situazione economico-patrimoniale e finanziaria del gruppo Prelios». Le vendite di immobili, sempre a tutto settembre, sono state di 303,6 milioni rispetto agli introiti per 478,4 milioni al 30 settembre 2012 con valori sostanzialmente in linea rispetto al book value, di cui 36,8 milioni in Italia (235,9 milioni). Il patrimonio netto consolidato ammonta a 225,8 milioni (80,4 milioni) e la posizione finanziaria netta è negativa per 358,1 milioni, in forte miglioramento rispetto ai -520,5 milioni di fine dicembre 2012. Nuovo cfo in arrivo: è Elena Capra.
  8. 8. Per la Prelios guidata da Caputi un’offerta miliardaria MF - Andrea Montanari - 08/11/2013 pg. 19 Offerta miliardaria per Prelios arriva ed. Nazionale
  9. 9. L'AUSTRIACA IMMOFINANZ INTERESSATA AL PORTAFOGLIO RESIDENZIALE IN GERMANIA Sul tavolo delle trattative ci sono 18 mila residenze gestite da Solaia, joint venture tra il gruppo italiano e Deutsche Bank Potrebbe arrivare dalla Germania una piacevole (e fondamentale per i conti) sorpresa per il gruppo Prelios. In queste ore infatti si sta intensificando la trattativa tra il gruppo immobiliare italiano e Deutsche Asset &Wealth Management (gruppo Deutsche Bank), alleati nella joint venture Solaia Sarl, e il player immobiliare austriaco Immofinanz. Quest'ultimo sembra molto interessato ad acquistare una parte rilevante degli asset di Prelios in Germania: si tratta di un portafoglio con 18 mila unità residenziali per il quale Immofinanz è arrivato a offrire 920 milioni di euro. L'operazione appare ben avviata, tanto che, secondo alcuni osservatori, sta per entrare nella fase conclusiva. E, secondo quanto risulta a MF-Milano Finanza, non è da escludere che possa concludersi positivamente entro fine anno. Immofinanz si è fatta avanti attraverso il veicolo Buwog e avrebbe sbaragliato la concorrenza con un'offerta nettamente superiore dal punto di vista finanziario: è da un anno che Prelios e l'alleato Deutsche Bank hanno avviato il processo di dismissione. Il pacchetto di immobili oggetto della trattativa ha un rendimento annuo, in termini di canoni d'affitto, di 68 milioni. Si tratta di un valore nettamente superiore a quello del mercato italiano, anche perché tradizionalmente il governo tedesco incentiva la soluzione dell'affitto per le abitazioni invece dell'acquisto. Infatti in Germania oltre l'80% delle famiglie adotta questa formula residenziale e solo il 20% è proprietaria degli alloggi; l'esatto contrario di quello che avviene in Italia. In caso di conclusione positiva della trattativa con Immofinanz Deutsche Bank incasserebbe una cifra vicina ai 70 milioni, mentre Prelios registrerebbe introiti per 50 milioni. Un importo rilevante per il gruppo (che fa riferimento a Massimo Caputi ed è guidato dall'amministratore delegato Sergio Iasi) che pochi giorni fa ha approvato i conti al 30 settembre dai quali emergono ricavi per 75,2 milioni (-21,5%), un ebit negativo di 7,8 milioni (dai -6,1 milioni di un anno prima) e una perdita di 44,2 milioni, in miglioramento rispetto allo stesso periodo dell'anno scorso (-171 milioni). Il tutto a fronte di un indebitamento di 358,1 milioni, in netto calo rispetto a fine dicembre (-520,5 milioni).
  10. 10. La nuova Prelios di Caputi cede Casa Agency Advisor 07/11/2013 pg. 24 ed. 11 novembre 2013 Prelios cede le agenzie Casa Agency Prelios si libera di Casa Agency, la rete di agenzie immobiliari retail che ha ceduto al colosso statunitense RE/MAX. Con questo accordo Prelios esce definitivamente dal settore dell'intermediazione svolta direttamente per la clientela retail, continuando a concentrarsi in via esclusiva sull'intermediazione istituzionale e su quella rivolta ad operatori professionali. Per RE/MAX Italia invece l'acquisizione rappresenta l'opportunità di rafforzarsi ulteriormente sul territorio italiano con il proprio modello di agenzie in franchising. Intanto il gruppo immobiliare che in Italia è guidato da Dario Castiglia ha deciso di sbarcare in Giappone.

×