Your SlideShare is downloading. ×
Gli avvocati mettono il deal in valigia   tempi duri per gli avvocati - il sole 24 ore
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×

Thanks for flagging this SlideShare!

Oops! An error has occurred.

×

Saving this for later?

Get the SlideShare app to save on your phone or tablet. Read anywhere, anytime - even offline.

Text the download link to your phone

Standard text messaging rates apply

Gli avvocati mettono il deal in valigia tempi duri per gli avvocati - il sole 24 ore

1,160
views

Published on

Gli avvocati mettono il deal in valigia e programmano le vacanze in funzione delle emergenze di lavoro

Gli avvocati mettono il deal in valigia e programmano le vacanze in funzione delle emergenze di lavoro

Published in: Business, Travel

0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total Views
1,160
On Slideshare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
3
Actions
Shares
0
Downloads
2
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

Report content
Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
No notes for slide

Transcript

  • 1. Stampa larticolo Chiudi26 luglio 2011Gli avvocati mettono il deal in valigia eprogrammano le vacanze in funzione delleemergenze di lavorodi Chiara Albane seTempi duri per gli avvocati, le vacanze. Nessuna riunione con i clienti, cravatta slacciata e le scarpe scure sostituiteda sandali sporchi di sabbia.Ma i professionisti si sa, difficilmente lasciano a casa il lavoro. E spesso le vacanze di chi lavora in uno studio legalesono decise proprio in funzione della possibilità di mettere il deal in valigia.Tanto è che il blogger inglese Legal Brat ha coniato lespressione "lexfactor", associata alla facilità con cui unalocalità di soggiorno si presta alle esigenze dellavvocato daffari costretto a unemergenza di lavoro.E mentre la classifica del blogger include anche la lounge della British Airways allaeroporto di Heathrow, perfetta perunultima conference call prima di volare in vacanza, i professionisti italiani non sembrano essere da meno quando sitratta di conciliare vacanza e lavoro.Giovanni Facchinetti, socio dello studio Nunziante Magrone , è appena partito in barca e vela per lisola dElba,con moglie e alcuni amici. Ma la vacanza sarà breve.«Il 2 agosto dovrò tornare a lavorare per chiudere due grossi contratti che sembrava dovessero venire alla luce entroil 31 luglio, una questione di vita o di morte», spiega il professionista, che aggiunge che per un avvocato questa dataè simile a quella del 31 dicembre.Mentre lobiettivo di Facchinetti in vacanza è quello di staccare la spina e di evitare contatti con il genere umano,limitando quindi le occasioni di networking, la tecnologia può aiutare a restare in collegamento con il resto del mondo.Anche per motivi di lavoro.«La grande novità questanno è liPad, carico di libri e musica, che mi evita di portare per le emergenze il notebookcon chiavetta per il collegamento Internet, che non sapevo mai dove posizionare in barca», aggiunge ilprofessionista, che già si immagina, «in occasione delle inevitabili grane, di lavorare nel pozzetto con questameraviglia della tecnica, che sta veramente cambiando il mio modo di lavorare».Secondo Facchinetti, la località italiana con il "lexfactor" maggior è Forte dei Marmi, dove si recava da bambino.Soprattutto se si hanno in mente obiettivi di networking. «Ci vado ancora qualche weekend e capita di incontrarecolleghi e persone interessanti», aggiunge.Alberto Crivelli, socio di Scarpellini Naj-Oleari & Associati, conferma che la scelta della destinazione estiva èstata fatta in base a quella professionale. «Vado in Corsica. Collegata in quattro ore di traghetto o con laereo,permette di andare e tornare senza problemi, ha un mare pazzesco e wifi ovunque. Sarò sempre online», racconta.Crivelli aggiunge che per gli avvocati partire per lestremo Oriente è sempre più complesso, e le destinazioni esoticherestano miraggi. Anche perché, data la crisi, i clienti tengono a lavorare anche ad agosto.«Se poi hai dei clienti stranieri, rendersi irreperibile è impossibile. Quindi, a parte lovvio BlackBerry, è importanteavere un pc oppure liPad, magnifico per le e mail».Tra i posti vicini allo Stivale e facilmente collegati, Crivelli eleca alcune isole, tra cui Ibiza, Mikonos o Formentera.«Questi posti sono collegati bene e ottimi per le urgente, perché hanno una ottima ricezione Internet. Vedo molticolleghi che mandano i bambini al mare, a fare corsi sportivi, e loro li raggiungono il week end, facendo la spola.Invece di partire per lintero mese di agosto, molti avvocati inseriscono dei weekend lunghi a partire da giugno, inbase al carico di lavoro», aggiunge ancora Crivelli, che parla per esperienza.«Ho fatto tre week end lunghi negli ultimi mesi, prendendo il venerdì o il lunedi di ferie. Un paio di mini vacanzepianificate sono saltate, ma avevo previsto un biglietto aereo rimborsabile».Per quanto riguarda il "networking on the beach", Crivelli aggiunge che aiuta lattività professionale. «Cè lamicodellamico che viene in vacanza con te, che ha una attività, e con cui si entra in confidenza in un clima disteso.Probabile che richiami in caso di problema», aggiunge il socio.
  • 2. E a pianificare le vacanze in funzione del lavoro si inizia presto, come testimonia la scelta per lestate di MarcoGiacomello, praticante avvocato che ha deciso di specializzarsi in proprietà intellettuale , diritto dautore eprivacy e collabora su questi temi con lo studio MPS.Il professionista in erba segue lesempio di numerosi avvocati che scelgono di trascorrere un periodo allestero e hain programma un viaggio a New York per agosto.«In studio è richiesto un contatto costante con i clienti e ho scelto di stare in un hotel con collegamento wi-fi gratuitoanche in camera, per poter rispondere alle mail e tenermi aggiornato anche una volta rientrato in camera», spiegaGiacomello, che porterà con sè un iPad, «per visionare pdf, allegati pesanti e per poter parlare in skype con i colleghirimasti in studio», e un BlackBerry «con collegamento wi-fi e 3g per le chiamate urgenti, per essere sempre connessimentre sono in giro».Infine, il professionista porterà anche uno scanner portatile, per scannerizzare documenti in mobilità, firmare deleghee atti da inviare poi con lipad.«Questa organizzazione lavorativa estiva garantisce il "lexfactor". Possono cambiare gli strumenti, ma la necessità direstare connessi soprattutto via mail ma da questanno anche via twitter è indispensabile per un avvocato. Con questistrumenti riesco a viaggiare per il mondo e avere tutte le mie comodità e ciò che mi serve per lavorare sempre conme».Giacomello consiglia di utilizzare lapplicazione wifi New York per visualizzare lhotspot gratuito più vicino al luogo incui ci si trova. E aggiunge che, il tormentone estivo 2011 per gli avvocati sarà Twitter.«Che permette di tenersi informarti e in comunicazione con i propri contatti lavorativi, offrire una soluzione immediata,veloce e semplice senza giri di parole o convenevoli». Per poi, tornare immediatamente sotto lombrellone.26 luglio 2011Redazione Online Tutti i servizi I più cercati PubblicitàP.I. 00777910159 - © Copyright Il Sole 24 Ore - Tutti i diritti riservati partners