Your SlideShare is downloading. ×
Marketing 2.0
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×

Thanks for flagging this SlideShare!

Oops! An error has occurred.

×
Saving this for later? Get the SlideShare app to save on your phone or tablet. Read anywhere, anytime – even offline.
Text the download link to your phone
Standard text messaging rates apply

Marketing 2.0

486

Published on

Fondamenti concettuali e implicazioni per le imprese

Fondamenti concettuali e implicazioni per le imprese

Published in: Business
0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total Views
486
On Slideshare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
1
Actions
Shares
0
Downloads
16
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

Report content
Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
No notes for slide

Transcript

  • 1. “I computer sono incredibilmenteveloci, accurati e stupidi. Gli uominisono incredibilmente lenti,inaccurati e intelligenti. L’insiemedei due costituisce una forzaincalcolabile.” Albert EinsteinMarketing 2.0Fondamenti concettuali eimplicazioni per le impreseMarco GalvagnoUniversità degli Studi di Catania
  • 2. Buoni propositi…
  • 3. MARKETING WEB
  • 4. Dare un nome alle cose è la grande e seria consolazione concessa agli umani*. Il marketing (ai tempi del web) 2.0!* Elias Canetti, La tortura delle mosche, 1992
  • 5. Prima domanda:Cos è cambiato negli ultimi anni?
  • 6. Seconda domanda:e quali sono leconseguenze per leimprese?
  • 7. Mercato 1.0Di massai clienti sono tuttiugualiCortosolo i bestselleremergonoGlobaleil mondo è un unicomercato
  • 8. Marketing 1.0Unidirezionale(impresa cliente)ImpersonaleClienti come targetda raggiungereCostosoMass market =pubblicità=alti costi
  • 9. Web RevolutionINTERCONNESSIONE(le persone sono collegate sempre e ovunque)INFORMAZIONE(reperire e produrre info non costa nulla)DISINTERMEDIAZIONE(distribuzione e molteplicità non sono più limiti)
  • 10. Mercato 2.0Prima Di nicchia (clienti come tribù o The long-tail effect comunità) Lungo (infinita offerta per domanda infinitamente differenziata) Voi siete qui Glocal (globale come somma Dopo di mercati locali)
  • 11. Age of Customer
  • 12. OggiIl consumatore“Alice” non c’èpiù…
  • 13. Always on Si è evoluto“We are a generation that is always on and always connected.Where our lives jump online and off is no longer just indecipherable,it’s irrelevant.”- Julia Roy
  • 14. Consumatore 2.0ConsumATTORE(aware)ConsumAUTORE(prosumer)ConsumatoRE(engaged)
  • 15. Problema o opportunità?Audiweb, 2011
  • 16. Motori di ricerca
  • 17. Email
  • 18. Social Network
  • 19. A fare cosa?Dati Italia, 2011
  • 20. Perché si va su Internet? Funzionali SocialiTrendstream: GlobalWeb Index, 2011
  • 21. Il consumatore 2.0Che relazione c’è tra chi sta su Internet e iprodotti/servizi, i brand o le imprese?(in sostanza: cosa fa il consumatore 2.0 che possainteressare le imprese?)1.  Passaparola, conversazioni e commenti su prodotti/servizi2.  Processo d’acquisto3.  Come e a quanto
  • 22. Passaparola
  • 23. Passaparola
  • 24. Passaparola
  • 25. Un esempio…Vacanze estive 2011: la sceltadei consumatori è sempre piùonline Nielsen, 2011
  • 26. Processo d’acquistoQual è la fonte preferita di info su prodotti/servizi?
  • 27. I consumatori si fidano: 76% passaparola degli amici 49% opinioni di altri consumatori 40% info via email 29% pubblicità in tv 27% pubblicità in radio 25% pubblicità sui giornali 14% pubblicità sui social networkNielsen: Global Online Survey, 2011 Q1
  • 28. Acquistare meglio
  • 29. Acquistare di più
  • 30. …e offline che fanno?Passaparola+ donne-uomini Acquisti vOpinionLeader
  • 31. Come emergere?
  • 32. IMPRSE 2.0
  • 33. The Cluetrain manifesto#1 I mercati sono conversazioni#19 -Le aziende possono oracomunicare direttamente con iloro mercati. Se non lo capiscono,potrebbe essere la loro ultimaoccasione.# 64 -Vogliamo accedere allevostre informazioni, ai vostriprogetti, alle vostre strategie, aivostri migliori cervelli, alle vostrevere conoscenze. Non ciaccontentiamo delle vostrebrochure a 4 colori, nè dei vostrisiti Internet sovraccarichi di bellagrafica ma senza alcuna sostanza.
  • 34. To do listNON BASTANO:Sito web fatto beneSEO efficaceAdwords mirataMailing penetrante…i social network!!!! + + = SUCCESSO
  • 35. Logica differente!! ATTENTION CONVERTION RELATION Paid Media Utilizzo Giudizio Passaparola 10 100 1000Notorietà Like Acquisto OwnedMedia 1000 100 10 Earned Media
  • 36. Azione e reazione Marketing 2.0 Social CRMBidirezionale Conveniente(azienda cliente) (ascoltare fa risparmiare)Personalizzato Persistente(il cliente è al centro) (messaggi permanenti)
  • 37. Pro e contro CONTRO PRO1.  Richiede tempo e 1.  Riduce i costi di denaro advertising2.  Risultati nel 2.  Riduce il costo di medio-lungo acquisizione di un periodo cliente3.  Richiede persone 3.  Aumenta la dedicate reputazione dell’impresa
  • 38. Alcuni esempi
  • 39. Alcuni esempi
  • 40. Cosa accade nellamaggioranza dei casi?
  • 41. L’uso dei Social Media da parte delle aziende italiane - IULM, 2011 SocialMediAbility 1/3 delle aziende italiane Indice* di utilizzo di Social Media da parte delle aziende in Italia (1-10): Grandi Imprese (>249 dip.): 1,75 Medie Imprese (50 a 249 dip.): 0,45 Piccole Imprese (<50 dip.): 0,16 * Calcolato in base ad esperienza, gestione ed efficacia
  • 42. Le PMI chepossono fare?
  • 43. ConsigliRimettere il prodotto al centro e farlo parlare.
  • 44. ConsigliSul web e nei social network bisogna essere:Veri: fingere di non avere problemi o di essereinfallibili non è una buona idea.Coinvolgenti: nel mare magnum dicontenuto e conversazioni su internet, emergechi riesce ad essere utile in maniera divertente.Non commerciali: il cliente lo sa, il brandè lì per vendere, ma non occorre ricordarglieloogni istante.Flessibili: in un contesto mutevole e velocecome il web occorre saper adattarsi a situazionidiverse (favorevoli e sfavorevoli)in manierarapida
  • 45. Consiglila relazione è il mezzo la reputazione il fine
  • 46. Consigli Scegliere il giusto mix tra: Paid Media (Search Marketing, Affiliation, Viral, Mail Marketing) Owned Media (Site, Blog & Social MediaMarketing, Content Marketing, SEO) Earned Media(Reputatation Management, sCRM, Newsletter)
  • 47. Consigli
  • 48. Futuro Capire che il futuro è: Social
MOBILE+
SOCIAL
+












=
 Loca7on
MOVIMENTO
 OPINIONE
 POSIZIONE
 Marke7ng

  • 49. FuturoIl 3 ottobre Groupon ha raggiunto 1 milione di deal
  • 50. Futuro
  • 51. Consigli per la lettura
  • 52. Graziemgalvagno@unict.itwww.marcogalvagno.com
  • 53. Inspired by:  Andrea Colaianni, Womarketing.it  Antonella Carù, Università Bocconi  Bernard Cova, Università di Marsiglia  Brian Halligan, HubSpot  Claudio Vaccaro, Socialware.it e Bizupmedia.com  Colleen Carrington, Social Media Breakfast  Chris Anderson, Wired US  Dario Ciracì, Socialmediamarketing.it  Dario Ciracì, Webinfermento.it  Davide Basile, Kawakumi.com  George Hu, Salesforce.com  Giampaolo Fabris, GPF  Gianluca Diegoli, [mini]marketing  Julia Roy, Juliaroy.com  Ilaria Guarnieri, Marketingarena.it  Lauren Freedman, The e-tailing Group  Leonardo Bellini, Digitalmarketinglab.it  Letizia Cavallaro, Digitallycultured.it  Lorenzo Amadei e Claudia Zarabara, CUOA  Malcom Gladwell, Il punto Critico  Mirko Pallera, Ninjamarketing.it  Nielsen, Social Media Report, Q3, 2011  Rick Levine, The Cluetrain Manifesto  Suresh Vittal, Forrester  Tom Smith, Globalwebindex.net

×