Ebook e giornalismo
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×
 

Ebook e giornalismo

on

  • 8,506 views

Intervento introduttivo per il corso di formazione su Ebook e Giornalismo, Regione Toscana Firenze 18/19 Settembre 2012

Intervento introduttivo per il corso di formazione su Ebook e Giornalismo, Regione Toscana Firenze 18/19 Settembre 2012

Statistics

Views

Total Views
8,506
Views on SlideShare
1,878
Embed Views
6,628

Actions

Likes
7
Downloads
35
Comments
0

12 Embeds 6,628

http://www.scoop.it 5966
http://www.pasteris.it 325
http://comecreareepubblicareunebook.inventevacommunication.it 191
http://www.editoriacrossmediale.it 68
http://mariaceciliaaverame.wordpress.com 57
https://twitter.com 7
http://webcache.googleusercontent.com 5
https://si0.twimg.com 3
http://pinterest.com 3
http://elearningarts.tumblr.com 1
http://translate.googleusercontent.com 1
http://crearepubblicareebook.inventevacommunication.it 1
More...

Accessibility

Categories

Upload Details

Uploaded via as Microsoft PowerPoint

Usage Rights

© All Rights Reserved

Report content

Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
  • Full Name Full Name Comment goes here.
    Are you sure you want to
    Your message goes here
    Processing…
Post Comment
Edit your comment
  • Nel file ci sono due pagine mastro: quella della copertina (schema titolo) e quella di tutte le pagine successive (schema diapositiva) Il file modello è predisposto con la prima diapositiva pronta per essere corretta, poi facendo “nuova diapositiva” apparirà la nuova slide (schema diapositiva), anch’essa già formattata. Le modifiche vanno sempre fatte sulla singola slide, mai sulle pagine mastro, se non per l’inserimento del marchio del cliente. Se non serve una diapositiva standard, ma ad esempio una dove inserire un grafico allora prima bisogna creare una nuova diapositiva e poi da “formato”/”layout diapositiva” cambiare la struttura della diapositiva con quella che occorre: rimarranno della diapositiva standard solo gli elementi necessari.

Ebook e giornalismo Ebook e giornalismo Presentation Transcript

  • Editoria Digitale Ebook e giornalismo(Maria Cecilia Averame, Quintadicopertina) 1
  • Cosa è un libro elettronico EBOOKUn ebook è un libro in formato elettronico che può venire letto mediante appositi lettori (device) o su un PC. Ha le stesse funzionalità del testo cartaceo: permette la stessa esperienza di lettura e di consultazione di un libro cartaceo, attraverso le modalità tradizionali, degli stessi contenuti; Permette alcune funzionalità aggiuntive date dal formato elettronico, quali la selezione della dimensione del carattere (in base al device utilizzato); la ricerca allinterno del testo; linserimento di segnalibri; la sottolineatura; laggiunta di note; lestrapolazione (copia e incolla) di passaggi di testo; la consultazione di dizionari o materiale integrativo inserito allinterno; la navigabilità attraverso uno o più indici; linserimento di link esterni o interni; lutilizzo delle correlazioni, ecc.> Un ebook può essere uguale a un testo cartaceo o completamente diverso;> Un ebook NON è un PDF con i simboli di stampa;> Un ebook NON E UNA APP anche se una APP può contenere un ebook. 2
  • I Devices – strumenti di lettura di ebookDEVICE FUNZIONALITA Dispositivi nati appositamente per la lettura di ebook. Gli schermi e-ink (B/N) permettono la stessaeReader esperienza di lettura della carta. Non sono retroilluminati: il sistema si basa su una serie di sferee-ink bianche e nere che sollecitate elettronicamente, costruiscono sul momento una pagina di lettura statica. Non mandano luce: si legge in spiaggia come un libro di carta, non si vede al buio come... un libro di carta. Il passaggio di pagina ha un tempo relativamente breve. A seconda del modello è possibile modificare la dimensione del font, sottolineare, inserire segnalibri, note. Non sempre touchscreen, poco adatti alla navigazione in rete. Fra gli ereader tradizionali il KINDLE, più diffuso sul mercato, che ha un formato proprietario, una distribuzione autonoma che poi vedremo in seguito. Indicati per la lettura di testi lunghi e tradizionali, meno per immagini, video e grafica a colori. Dispositivi simili ai portatili che permettono funzionalità avanzate, fra cui anche la lettura di ebook.Tablet Schermo retroillminato, solitamente connessi in rete, solitamente touch, buona consultazione e velocità scorrimento di pagine. Possibilità prendere note, selezionare paragrafi e passarli in mail o appunti, miglior resa delle immagini, presenza del colore, maggiormente indicati per enhanced ebook, per presenza di grafica, animazione e testo. Device mobili che alle funzioni di telefonia aggiungono luso di piccole applicazioni, spesso inSmartphone connettività di rete. Utilizzati anche per leggere ebook, ne sfruttano limpaginazione liquida. Portatili e desktop, possono essere utilizzati per leggere ebook, soprattutto per consultazione testi diPC informazione e saggistica tecnica. Non adatti per letture prolungate di narrativa. 3
  • I formatiFORMATO CARATTERISTICHE DEVICES Creato dallInternational Digital Publishing Forum, http://www.idpf.org SupportatoEPUB dalla maggior Formato fluido (reflowable): si formatta il testo strutturandolo e ordinandolo parte dei tramite tag ma limpaginazione del testo si adatta alla dimensione del display device non dellereader e di alcuni parametri (dimensione del carattere) stabiliti dal lettore. brandizzati presenti sul In adozione EPUB3, basato su XHTML5 e CSS3, che permette di embeddare mercato allinterno anche i video, ma il supporto è ancora limitato.MOBIPOCKET Mobipocket è il formato storico utilizzato da Kindle. Graficamente più povero Kindle rispetto allePub, condivide le stesse caratteristiche fluide e di& KF8 personalizzazione utente. In adozione KF8, basato su HTML5 e CSS3, supportato solo dai Kindle di quarta generazione e successivi.PDF Sviluppato dalla ADOBE il PDF (Portable Document Format) è nato per Generalmente documenti che devono essere stampati. Ha un layout FIXED, basato cioé su supportato da una dimensione fisica della pagina. Un PDF creato per A4 si leggerà con ogni device difficoltà su uno schermo a sei pollici. È possibile creare PDF di dimensioni intermedie per una buona resa sul maggior numero di device presenti sul mercato, con elementi di formattazione, immagini, link, note menù interattivi, etc.ibooks Formato proprietario di Apple. Gli ebook in questo formato possono essere iPad creati solo con macchine Apple, con un solo software Apple, funzionano solo su iPad Apple e possono essere venduti solo attraverso lo store di Apple. Sfruttano molte delle risorse multimediali di iPad. 4
  • Le ApplicazioniLe applicazioniProgrammi software proprietari che non utilizzano alcun formato, marappresentano un programma di lettura di uno specifico contenuto. Natespecialmente per iPad (ma anche per Android e -da poco- per Kindle) hannocome obiettivo il creare “ebook” con funzionalità che gli standard oggi ancoranon gestiscono (ad esempio multimediali o di interazioni con contenuti in rete).Tra i pregi, il fatto di poter essere vendute e comprate negli store perapplicazioni e di poter sfruttare l’hardware per interazione e multimedialità.Tra i difetti, il fatto di essere legate a doppio filo con la piattaforma per cuisono state sviluppate, di agire di fatto al di fuori di uno standard e di costare dipiù in termini di ideazione e sviluppo del pacchetto. 5
  • Definizioni: Il layout fixedLadattabilità del testo allereader (o alle scelte del lettore), che modifica quindilaspetto della pagina in base a parametri non definiti dallimpaginatore (layoutfluido) può non essere consigliabile per alcuni testi particolari.Il Layout fixed è utile in quelle situazioni in cui lebook contiene illustrazioni lacui collocazione spaziale nello schermo ha importanza sostanziale (grafica,fumetti...) e dove il testo deve restare legato allimmagine in un rapportopreciso e non modificabile.Realizzabile in ePub solo a partire dalla versione ePub3, è in realtà utilizzatoanche in formati ePub2 "spuri", supportati in via ufficiosa da alcuni tablet oereader e non funzionanti sugli altri. 6
  • Definizioni: Cosa è un enhanced ebookEnhanced ebook o ebook arricchito è una categoria neonata di cui è difficiledare una definizione univoca. Si intende un ebook i cui elementi testualivengono aumentati o arricchiti con elementi multimediali e/o interattivi. Puònascere da un contenuto originale, ma più spesso si tratta di una elaborazionedi un testo preesistente su carta, ripensato in una dinamica che può ricordaretanto l’e-literature, quanto i cd-rom degli anni novanta con testi arricchiti davideo, suoni e elementi ipertestuali. Talvolta lo stesso contenuto appare in unaedizione cartacea tradizionale, in formato ebook cartaceo con impaginazioneliquida e in formato enhanced. Per sua natura il formato enhanced è più adattoa tablet e si presenta come vera e propria applicazione proprietaria. Non sitratta di un ebook inteso come documento, ma come programma software. Ladifferenza tra enhanced ebook ed ebook nativo digitale è sottile masostanziale: un enhanced ebook deve avere elementi interattivi o multimediali;un ebook nativo digitale è un testo che nasce per il digitale, ma gli elementi diidentità digitale possono anche riguardare aspetti distributivi, sociali,aggregativi o compositivi. 7
  • La distribuzione - 1 PIATTAFORMA DI STORE LETTORI DISTRIBUZIONE (IVA 20-30-70%) (5-7%)  IBS/BOL.IT  STEALTH  FELTRINELLI.IT  Mailing list/Newsletter  Ultimabooks  Social network generalisti EDITORE  BOOKREPUBLIC (twitter, facebook, G+,  MONDADORI Pinterest...) (IVA 21%)  FNAC  Social Reading (Goodreads,AUTORE Scelta del formato  EDIGITA  BOOKREPUBLIC Anoobi, Zazie...) Scelta delle modalità di distribuzione  CUBOLIBRI  Forum Scelta della politica di  ...  AMAZON  Eventi sul territorio protezione (DRM)  APPLE  C/O INTERMEDIARI (Stampa tradizionale, di  STORE INTERNO settore, on line e of line, blogosfera, etc) 8
  • La distribuzione mediante piattaforme -2 PIATTAFORMA DI STORE LETTORI DISTRIBUZIONE (IVA 20-30-70%) (5-7%)  IBS/BOL.IT  STEALTH  FELTRINELLI.IT  Mailing list/Newsletter  Ultimabooks  Social network generalisti EDITORE  BOOKREPUBLIC (twitter, facebook, G+,  MONDADORI Pinterest...) (IVA 21%)  FNAC  Social Reading (Goodreads,AUTORE Scelta del formato  EDIGITA  BOOKREPUBLIC Anoobi, Zazie...) Scelta delle modalità di distribuzione  CUBOLIBRI  Forum Scelta della politica di  ...  AMAZON  Eventi sul territorio protezione (DRM)  APPLE  C/O INTERMEDIARI (Stampa tradizionale, di  STORE INTERNO settore, on line e of line, blogosfera, etc) 9
  • La distribuzione su stores -3 PIATTAFORMA DI STORE LETTORI DISTRIBUZIONE (IVA 20-30-70%) (5-7%)  IBS/BOL.IT  STEALTH  FELTRINELLI.IT  Mailing list/Newsletter  Ultimabooks  Social network generalisti EDITORE  BOOKREPUBLIC (twitter, facebook, G+,  MONDADORI Pinterest...) (IVA 21%)  FNAC  Social Reading (Goodreads,AUTORE Scelta del formato  EDIGITA  BOOKREPUBLIC Anoobi, Zazie...) Scelta delle modalità di distribuzione  CUBOLIBRI  Forum Scelta della politica di  AMAZON  Eventi sul territorio protezione (DRM)  APPLE  C/O INTERMEDIARI (Stampa tradizionale, di  STORE INTERNO settore, on line e of line, blogosfera, etc) 10
  • La distribuzione interna -4 PIATTAFORMA DI STORE LETTORI DISTRIBUZIONE (IVA 20-30-70%) (5-7%)  IBS/BOL.IT  STEALTH  FELTRINELLI.IT  Mailing list/Newsletter  Ultimabooks  Social network generalisti EDITORE  BOOKREPUBLIC (twitter, facebook, G+,  MONDADORI Pinterest...) (IVA 21%)  FNAC  Social Reading (Goodreads,AUTORE Scelta del formato  EDIGITA  BOOKREPUBLIC Anoobi, Zazie...) Scelta delle modalità di distribuzione  CUBOLIBRI  Forum Scelta della politica di  ...  AMAZON  Eventi sul territorio protezione (DRM)  APPLE  C/O INTERMEDIARI (Stampa tradizionale, di  STORE INTERNO settore, on line e of line, blogosfera, etc) 11
  • La distribuzione – Il Self Publishing -5 PIATTAFORMA DI STORE LETTORI DISTRIBUZIONE (IVA 20-30-70%) (5-7%)  IBS/BOL.IT  STEALTH  FELTRINELLI.IT  Mailing list/Newsletter  Ultimabooks  Social network generalisti  BOOKREPUBLIC (twitter, facebook, G+,  MONDADORI Pinterest...)  FNAC  Social Reading (Goodreads,AUTORE  EDIGITA  BOOKREPUBLIC Anoobi, Zazie...)  CUBOLIBRI  Forum  ...  AMAZON  Eventi sul territorio  APPLE  C/O INTERMEDIARI (Stampa tradizionale, di  STORE INTERNO settore, on line e of line, blogosfera, etc) 12
  • I DRM I DRM (Digital Right Management) sono sistemi tecnologici volti a impedire la duplicazione illegale dei files. Inseriscono nel codice alcune informazioni non visibili dal lettore (controllo di accesso, controllo di duplicazione, controllo di copia). Possono essere di due tipi: DRM veri e propri Per leggere i files con questo DRM serve lautorizzazione del programma di protezione: ADE (Adobe Digital Edition), Ibooks o Kindle. Di norma, impedisce la duplicazione del file, lo lega al device utilizzato, a volte impedisce anche azioni aggiuntive quali il copincolla del testo WATERMARK Inserisce alcune informazioni sullacquirente (ad esempio nome, cognome e luogo di acquisto). Non inficia la duplicazione del file ma scoraggia dal comportamento: personalizza lebook che può quindi essere letto su qualsiasi lettore. ALTRI SISTEMI chiusi per impedire la diffusione illegale (applicazioni, piattaforme on line, blocchi proprietari (scuolabook), limitazioni temporali, abbonamenti, servizi integrativi, etc.) Quando e come usarli? 13
  • Le applicazioni - edicola Le applicazioni Edicola sono app (per tablet apple/android, smartphone, etc) pensate per la vendita e la commercializzazione di testi di informazione. E possibile utilizzare applicazioni proprietarie (Ultima Kiosk, lEdicola di Cubolibri, etc) o crearne una proprietaria. Lapplicazione permette al lettore di scaricare periodicamente i nuovi testi usciti, e permette alleditore di investire su una singola applicazione per rendere disponibili tutti i testi da produrre (anche semplici pdf). 14
  • Il diritto di autore – variazioni digitaliDalla Legge sul diritto di autore (633/1941) al copyright alla tutela della proprietà intellettuale nel digitale. IL NET RECEIPTS rappresenta quanto incassa leditore tolte le spese di distribuzione. In digitale, a fronte dello stesso prezzo di vendita, lincasso per leditore è differente a seconda del luogo di acquisto. Molte case editrici quindi adottano, per il calcolo delle royalties dovute allautore, una percentuale sul net receipts in sostituzione a quella sulle copie vendute del contratto tradizionale. Tale percentuale è di norma superiore a quella prevista per il testo cartaceo. Viene applicata sulleffettivo numero dei download. Scaglioni I contratti di edizione digitale possono prevedere (come per leditoria tradizionale) royalties differenziate in base agli scaglioni di vendita. Le licenze open content (ad esempio le Creative Commons) dal punto di vista giuridico un contratto di cessione dei diritti a tutti gli effetti. Scopo delle licenze CC è saltare gli intermediari per cedere i diritti di utilizzazione di un testo direttamente ai lettori finali, e superare alcune difficoltà di adattamento del diritto di autore tradizionale nellera digitale (possibilità di eseguire interventi e modifiche al testo, testi poliautoriali, differenziazione dellutilizzo in base alluscita del testo, etc). Un testo veloce di approfondimentoEbook nel contratto: come cambiano i diritti nelleditoria digitale- Ginevra Villa- Apogeo Editore 15
  • Scrivere in digitaleFormato fluido La possibilità di scrivere in un formato impaginato a prescindere dalluogo di lettura permette lutilizzo dello stesso contenuto in "contenitori" differenti:ePub, mobipocket, applicazione, carta, sito on-lineEnhanced ebook Essendo il linguaggio di partenza dellebook un linguaggioipertestuale, è possibile elaborare versioni diverse dello stesso articolo che utilizzinolink, video, immagini, connessioni interne e a risorse in reteEbook per linformazione Lebook è uno strumento di creazione economico, specieper formati che su carta sarebbero irrealizzabili, dal long form journalism agli istant-ebookAggiornabilità del testo Un ebook, a differenza di un libro, non finisce il suo percorsoeditoriale nel momento in cui viene pubblicato, ma nel momento in cui si concludelavvenimento di cui si parla nellebook. È possibile creare ebook che si aggiornano neltempo, seguendo la notizia man mano che si sviluppa. 16
  • Ebook e giornalismoCaratteristiche per gli ebook pensati per linformazione:Un ritmo intermedio fra il web e la carta. Possibilità di dare più spazio allinformazione veloce del web le informazioni possono venire riprese e inserite in un quadro informativo a più ampio respiro, venendo incontro alla necessità del lettore di rallentare e di approfondire (anche in un secondo tempo) prima di perdere linformazione nel continuo accumulo di flash- news. La notizia, inizialmente pubblicata in instant ebook, può essere seguita anche dopo la pubblicazione con aggiornamenti digitali ed eventuali approfondimenti su edizioni cartacee; Contrariamente alle necessità di gestione di un sito web non è necessario mantenere una linea generalista ma attraverso lebook si viene incontro alla necessità di approfondimento di uno specifico target di lettore, anche di nicchia; Dare valore (anche economico) al lavoro di una redazione (che non si limita al singolo articolo pubblicato); Fornire materiale aggiuntivo (fonti, integrazioni, etc); 17 Coniugare nuove forme di narrazione;
  • EBOOK E GIORNALISMO il long form journalismll long form journalism sta avendo un discreto successo grazie alla possibilità di presentare testi di dimensioni medie (30.000 battute per i kindle singles ad esempio) che sarebbe eccessivamente dispendioso stampare e distribuire su carta, le cui dimensioni sono apprezzate dai lettori digitali per la facilità e velocità di consultazione. Sono velocemente realizzabili e distribuibili, senza i tempi di attesa della stampa tradizionale e possono essere messi a disposizione dai quotidiani on line con pochi intermediari.Come afferma Paul Steiger di Propublica “i racconti in forma lunga, d’altra parte, sono proposti in una varietà di modi prima sconosciuti grazie alle piattaforme digitali – con grafici interattivi, capitoli multipli, link multipli a un testo oppure a un video, e così via.”Esempio: I “Guardian Short”(http://www.guardian.co.uk/info/series/guardian-shorts)Per tenersi aggiornati su twitter @longreads o @longform 18Per approfondire: http://giornalismonarrativo.wordpress.com/
  • EBOOK E GIORNALISMO Ebook in progressCon il digitale è possibile seguire un avvenimento mentre questo si svolge, mandando ai lettori gli aggiornamenti a cadenze prefissate (che è anche un buon sistema per contrastare la pirateria senza necessità di applicare DRM).Un esempio è il progetto di lavoro della Princeton University con il tentativo di seguire la campagna per le elezioni presidenziali americane attraverso un ebook(...peccato che in realtà mettano a disposizione solo delle immagini del testo in realizzazione, che uscirà a fine 2013). http://press.princeton.edu/titles/9920.html 19
  • EBOOK E GIORNALISMO Social Media curation“Il futuro del web sociale sarà guidato da questi curatori di contenuti, che si incaricano di raccogliere e condividere on line i migliori contenuti per il loro consumatore e ad assumere il ruolo di citizen editor , pubblicando raccolte di contenuti di qualità creati da altri”.Rohit Barghava La Social media content curation rappresenta lattività di aggregazione di contenuti differenti per genere (articoli, video, audio, etc) e per stile (racconti, blog-post ,tweet, articoli, etc), per:1- ridurre la ridondanza e dispersività delle informazioni2- rappresentare la narrazione attraverso diverse modalità e strumenti. Sono presenti in rete diversi social network che presentano funzionalità per la raccolta, selezione e costruzione della narrazione di un tema (storify, scoop.it, tumblr., paper.li...), utilizzabili da ogni singolo lettore. Strumento di brand awareness, la content curation da parte di unazienda o di un editore rappresenta anche e comunque uno strumento per veicolare contenuti, messaggi e informazioni. 20 Lebook in questo senso rappresenta uno strumento agevole di raccolta del materiale
  • Ebook, rete e giornalismo> “The right fight back”, Mike Allen,ed Politico, 2011http://www.politico.com/news/stories/1111/69372.html) > “Arrivano dal mare. Migranti e profughi: storie e testimonianze di accoglienza fra Africa e Toscana” di Agenzia Toscana Notizie non è un testo di s.m.curation, ma ne rappresenta un (parziale) esempio. http://toscana-notizie.it/prodotti-servizi/ebook/arrivano- dal-mare/ 21
  • Editoria digitale – Ebook e giornalismoMaria Cecilia Averame 22mariacecilia.averame@gmail.com