Ocplab Presentazione di Rossella Rega

875 views
784 views

Published on

Presentazione di alcuni aspetti della ricerca sul G8 di Genova del 2001 presentati nel corso di un seminario-laboratorio "Il sistema dei media e il G8" organizzato dall'Osservatorio OCP.

Published in: News & Politics
0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total views
875
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
3
Actions
Shares
0
Downloads
0
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Ocplab Presentazione di Rossella Rega

  1. 1. OCP Laboratorio La comunicazione politica Osservatorio sugli eventi della Comunicazione Politico culturale www.ocp.too.it
  2. 2. Comunicazione politica <ul><li>Storicamente la politica ha sempre avuto una forte dimensione comunicativa e simbolica </li></ul><ul><li>Da molti anni si è posta al centro degli scenari politici di tutti i paesi, diventando: </li></ul><ul><li>Oggetto di competizione politica </li></ul><ul><li>Strumento di lotta </li></ul><ul><li>Luogo di scontro tra forze politiche, economiche e culturali </li></ul><ul><li>Risorsa di potere </li></ul>
  3. 3. Comunicazione politica Gli attori <ul><li>È il prodotto dell’interazione tra 3 principali attori: </li></ul><ul><li>Sistema politico </li></ul><ul><li>Sistema dei media </li></ul><ul><li>Cittadino - elettore </li></ul>
  4. 4. Comunicazione politica Gli attori (modello pubblicistico-dialogico) <ul><li>Ciascuno dei 3 attori comunica reciprocamente con gli altri </li></ul><ul><li>: </li></ul>Sistema Politico Cittadini Sistema dei Media
  5. 5. La comunicazione politica Gli attori (modello pubblicistico-dialogico) <ul><li>(nell’area in blu del modellino) è lo spazio che il sistema dei media, i cittadini e il sistema politico creano sovrapponendosi, ossia quando lo scambio comunicativo coinvolge tutti e 3 gli attori dell’arena politica. </li></ul>La comunicazione politica mediatizzata
  6. 6. Il sistema politico <ul><li>Sotto la definizione “sistema politico” rientrano numerosi soggetti che possiamo schematizzare all’interno di due principali insiemi: </li></ul><ul><li>Istituzioni politiche: Parlamento, Governo, Magistratura, Capo dello Stato. </li></ul><ul><li> Comunicazione istituzionale </li></ul><ul><li>Area non istituzionale : partiti, sindacati, gruppi di pressione, movimenti, che competono e interagiscono tra di loro e con gli altri 2 grandi attori, per conquistare visibilità, potere ed imporre issues.  Comunicazione politico-partitica , frutto della libertà della manifestazione di pensiero, associazione e competizione per la rappresentanza e difesa di interessi </li></ul>
  7. 7. Il sistema dei media <ul><li>Il “sistema dei media” è l’insieme delle istituzioni mediali che svolgono attività di produzione e distribuzione del sapere (informazioni, idee, cultura). </li></ul><ul><li>I mass media, la televisione (pubblica e commerciale, nazionale e locale, via etere e via cavo), la radio, la stampa (quotidiana e periodica), il cinema, i libri e i nuovi media. </li></ul><ul><li>Tutti questi media si rapportano con il sistema della politica secondo modalità differenti, ponendosi come interlocutori di entrambe le componenti, istituzionali e partitiche, atteggiandosi spesso a portavoce della pubblica opinione </li></ul>
  8. 8. Il cittadino - elettore <ul><li>Il terzo grande attore della comunicazione politica, non identificabile con una struttura organizzata, ma in grado di far sentire la propria voce creando gruppi e associazioni. </li></ul><ul><li>“ Le rappresentazioni ‘collettive’ del cittadino, più nominalistiche che reali, sono l’ opinione pubblica e l’ elettorato ”. La prima esiste solo nel momento in cui viene rilevata attraverso il sondaggio e la seconda nel momento del voto (Gianpietro Mazzoleni). </li></ul>
  9. 9. Opinione pubblica Una nuova definizione <ul><li>Stefano Cristante </li></ul><ul><li>Potere e comunicazione (Liguori 1999) </li></ul><ul><li>Trasformazione di opinione pubblica, attraverso 3 passaggi principali: </li></ul><ul><li>Soggetto : sfera pubblica borghese (Habermas) </li></ul><ul><li>Oggetto : pubblico di massa </li></ul><ul><li>Luogo : « meeting point dell’insieme delle spinte comunicative provenienti dalla società» (Cristante 2000) </li></ul>
  10. 10. Opinione pubblica Una nuova definizione <ul><li>Luogo Opinione Pubblica, doxasfera, spazio in cui si intersecano 4 percorsi di autorità: </li></ul><ul><li>Minoranze attive (gruppi di interesse, gruppi di pressione, lobby, movimenti di opinione) </li></ul><ul><li>Mezzi di comunicazione </li></ul><ul><li>Multitudini differenziate (i pubblici dell’era postindustriale) </li></ul><ul><li>Decisori (Potere della grande ricchezza e decisori istituzionali???) </li></ul>
  11. 11. Opinione pubblica Una nuova definizione <ul><li>Ciascun protagonista è portatore di differenti mission/obiettivi : </li></ul><ul><li>Minoranze attive : influire nel processo di decisione; </li></ul><ul><li>Mezzi di comunicazione : accoglimento delle issues, costruzione del territorio argomentativo (confine e perimetro delle issues) e doxologico (punti di vista sulle issues), regolazione del dibattito, propensione di “valore” sulle scelte degli attori; </li></ul>
  12. 12. Opinione pubblica Una nuova definizione <ul><li>Multitudini differenziate ; all’interno del rapporto tra gruppi di pressione e decisori (mediato attraverso mass media e new media) si colloca l’opera delle aggregazioni di opinione che hanno un ruolo nel condizionamento istituzionale. Sono, comunque, i media a fornire visibilità e rappresentazione degli umori, giudizi e opinioni delle multitudini ( clima di opinione) </li></ul><ul><li>Decisori: gestire e mantenere il potere </li></ul>
  13. 13. La centralità del sistema dei media nella comunicazione politica <ul><li>Nelle società postindustriali lo scambio tra i 3 attori della comunicazione politica si realizza soprattutto attraverso i media: essi diventano il perno attorno al quale ruota il discorso politico . </li></ul><ul><li>I principali motivi di questa centralità sono da ricondursi al carattere assunto dai media, come: </li></ul><ul><ul><li>fonte di potere, strumento di influenza e controllo, mezzo primario di informazione per le istituzioni sociali; </li></ul></ul><ul><ul><li>arena in cui si svolgono i fatti della vita pubblica nazionale e internazionale; </li></ul></ul><ul><ul><li>fonte prioritaria di definizioni, immagini, significati e interpretazioni della realtà sociale; </li></ul></ul><ul><ul><li>strumento necessario per raggiungere la visibilità pubblica, celebrità, fama </li></ul></ul>
  14. 14. I media e la costruzione della realtà politica <ul><li>Esistono 3 categorie di realtà politica: </li></ul><ul><li>Oggettiva : eventi, persone, azioni (leggi, decisioni di governo) </li></ul><ul><li>Soggettiva : la stessa realtà come viene percepita da attori e spettatori </li></ul><ul><li>Costruita : eventi che diventano visibili e percepibili grazie alla copertura mediatica </li></ul><ul><li>(Gianpietro Mazzoleni) </li></ul>
  15. 15. I media e la costruzione della realtà politica <ul><li>« La realtà costruita è dunque il prodotto dell’attenzione ed elaborazione da parte dei media di elementi della realtà oggettiva» </li></ul><ul><li>Come avviene la rilettura ed elaborazione da parte dei media? </li></ul><ul><li>Mazzoleni utilizza due concetti principali: </li></ul><ul><li>Framing </li></ul><ul><li>Reificazione </li></ul>
  16. 16. I media e la costruzione della realtà politica <ul><li>1) Capacità di framing dei media </li></ul><ul><li>Si riferisce alla funzione dei media di strutturazione del senso: fornire le chiavi interpretative per leggere la realtà politica </li></ul><ul><li>Gamson e Modigliani, in particolare, definiscono frame una “idea organizzatrice o una linea espositiva conduttrice, che fornisce senso” </li></ul>
  17. 17. I media e la costruzione della realtà politica <ul><li>2) Capacità di reificazione dei media </li></ul><ul><li>Si riferisce alla funzione dei media di attribuire concretezza, significatività, visibilità ad eventi, personaggi, situazioni. (Reificare = processo mentale per cui si considera concreto ciò che è astratto). </li></ul><ul><li>Casi tipici sono: </li></ul><ul><li>La visibilità conferita a personaggi ed eventi </li></ul><ul><li>La tematizzazione </li></ul>
  18. 18. <ul><li>La tematizzazione di issues operata dai media, consiste nell’individuare/selezionare alcuni temi, definirli come centrali e porli in rilievo. </li></ul><ul><li>Conseguenza : istituzioni e partiti non possono ignorarli, sono costretti a prendere una posizione </li></ul>I media e la costruzione della realtà politica
  19. 19. Effetti della mediatizzazione della politica <ul><li>Media rispetto alla Sfera politica </li></ul><ul><li>hanno assunto carattere di necessità, centralità, interdipendenza , fornendo al sistema politico lo spazio, gli strumenti e i canali necessari al suo funzionamento. </li></ul><ul><li>Questo meccanismo, parallelamente, ha indotto cambiamenti significativi nella sfera politica, sintetizzabili in: </li></ul><ul><li>Effetti mediatici </li></ul><ul><li>Effetti politici </li></ul>
  20. 20. Effetti della mediatizzazione della politica <ul><li>Effetti mediatici (aspetti mediali della comunicazione) </li></ul><ul><ul><li>Costruzione dell’agenda politica, Agenda Bulding (contributo decisivo dei media alla determinazione dei temi affrontati dai decisori politici) </li></ul></ul><ul><ul><li>Spettacolarizzazione (imposizione delle regole del mercato alla comunicaz. politica; spettacolo, intrattenimento, sensazionalismo. Il politico modula il proprio messaggio su questi registri) </li></ul></ul><ul><ul><li>Frammentazione dell’informazione politica (riduzione del dibattito politico ai minimi termini) </li></ul></ul>
  21. 21. Effetti della mediatizzazione della politica <ul><li>Effetti politici </li></ul><ul><li>l’insistenza dei riflettori mediali sugli attori politici in carne ed ossa  determina: </li></ul><ul><li>Personalizzazione (adattamento degli attori politici alle regole della popolarità televisiva; look, linguaggio, etc.) </li></ul><ul><li>Leaderizzazione (legata alla massima visibilità offerta dai media ai leader) </li></ul><ul><li>Selezione delle élite politiche </li></ul>
  22. 22. Effetti della mediatizzazione della politica <ul><li>Gli effetti politici evidenziano la progressiva perdita di peso delle organizzazioni partitiche a vantaggio dei media </li></ul><ul><li>La logica dei media si impone anche nella selezione delle élite politiche che devono rispondere sempre più ai dettami della politica-spettacolo (telegenici, pronti alla battuta, abili nella dialettica) </li></ul>
  23. 23. OCP Laboratorio Gli eventi Osservatorio sugli eventi della Comunicazione Politico culturale www.ocp.too.it

×