Il Lato Oscuro Della Forza Presentazione Laboratorio

451 views
384 views

Published on

Published in: Technology, News & Politics
0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total views
451
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
3
Actions
Shares
0
Downloads
0
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Il Lato Oscuro Della Forza Presentazione Laboratorio

  1. 1. 1 - 11 apr. 05 Programma Il seminario-ricerca sarà suddiviso in due fasi: una parte teorico-seminariale ed una empirico- aboratoriale.l La parte teorica sarà focalizzata sugli approcci sociologici, politologici e mediologici dedicati al rapporto tra media e potere, sulle strategie di analisi della comunicazione politica e dei conflitti mediali e sulle metodologie di ricerca più adatte alla parte di ricerca. La ricerca è suddivisa in due fasi, una ricerca di sfondo in cui si cercherà di costruire una mappa dei principali poteri coinvolti, le seconda cercherà invece di indagarne più nello specifico ambiti, finalità e personalità coinvolte anche attraverso l’individuazione di alcuni case study. Calendario Le lezioni si terranno tutti i mercoledì dalle ore 16 alle 18 nell’aula B10 (Via Salaria, primo piano). Il corso avrà inizio mercoledì 20 aprile. Tesi di laurea Per l’assegnazione di tesi – triennali e specialistiche – per l’Area di studi sull’opinione pubblica e la comunicazione politica della cattedra di Sociologia delle comunicazioni di massa è necessaria la frequenza delle attività seminariali dell’OCP. OCPlaboratorio Alla ricerca del lato oscuro del potere, quello delle nuove élite, delle lobby e dei poteri forti. Eventi mediali e comunicazione politica, modelli di influenza e persuasione, trame decisionali e leader di opinione, movimenti e nuove tecnologie. Questi i temi del Seminario organizzato dalla cattedra di Sociologia delle comunicazioni di massa (attività didattica integrativa, 2 crediti formativi) nell’anno accademico 2004-2005 (secondo semestre). Il progetto di ricerca si colloca nell’ambito della comunicazione politica superando però i limiti di un’impostazione tradizionale di questi studi e allargando l’indagine a una serie di attori politici e sociali determinanti nello scacchiere politico. Si vuole iniziare a tracciare una mappa del potere in Italia (i nuovi dirigenti), individuando quali siano i soggetti forti della politica nel paese e il loro rapporto con il potere tradizionale (parlamento, magistratura, capo dello Stato, governo) e con i media; il ruolo di alcune lobby (forze sociali, associazioni, fondazioni) e le ricadute sul piano politico e comunicativo. Il ruolo svolto da decisori, personale amministrativo e dirigenziale, forze sociali e lobby rimane spesso in ombra, rappresenta l’aspetto non indagabile – il lato oscuro – di questo genere di analisi sociologica. La nostra indagine intende muovere un primo passo nella direzione dell’apertura di questa black-box del processo politico. Il seminario – organizzato dall’Area di studi sull’opinione pubblica e la comunicazione politica – tenterà di approfondire, teoricamente ed attraverso la ricerca sul campo, i temi affrontati dalla parte monografica del corso di Sociologia delle comunicazioni di massa del Professor Alberto Abruzzese dedicati proprio alle nuove élite e al rapporto tra media e potere. Informazioni Per informazioni o contatti: www.ocp.too.it www.comunicazione.uniroma1.it < webcattedra del corso del prof. A. Abruzzese > Osservatorio sugli eventi della Comunicazione Politico culturale L’osservatorio OCP nasce con l’intento di analizzare gli eventi della comunicazione politica: campagne elettorali, attività comunicative di movimenti e minoranze attive, dinamiche dell’opinione pubblica e gli immaginari collettivi a cui si allacciano o che generano. In particolare concentra la propria attenzione sull’indagine delle caratteristiche degli eventi gestiti non solo da partiti e istituzioni, ma anche da altre strutture associative (per esempio sindacati e associazionismo), sul ruolo delle nuove tecnologie e degli strumenti della comunicazione e dell’informazione (ad esempio l’audiovisivo e la rete) e sull’impatto che mitologie e «eroi mediali» hanno nell’immaginario collettivo. www.ocp.too.it

×