La gestione della fermata straordinaria di
         una centrale a biomasse

           Massimiliano Vannutelli (Consulent...
La gestione della fermata straordinaria
 di una centrale a biomasse


1. Il contesto lavorativo: Biomasse Italia in breve
...
Il contesto lavorativo: Biomasse Italia in breve

• Missione: Produzione di energia elettrica attraverso il recupero di sc...
Biomasse Italia – numeri principali
• struttura produttiva: due centrali elettriche localizzate presso le unità locali di
...
La pianificazione delle attività
di fermata e le risorse coinvolte
 Con il passare degli anni la gestione delle fermate
 s...
La pianificazione delle attività
di fermata e le risorse coinvolte
La pianificazione avviene con le risorse coinvolte nei ...
La pianificazione delle attività
di fermata e le risorse coinvolte
  Che cosa fare?
  Le attività vengono decise in funzio...
La pianificazione delle attività
di fermata e le risorse coinvolte
   Esempio di interventi in fermata:

        Attività ...
La pianificazione delle attività
di fermata e le risorse coinvolte
       Sostituzione refrattario Ciclone Caldaia 1 e 2

...
La pianificazione delle attività
di fermata e le risorse coinvolte
                 Revisione Turbina




                ...
La realizzazione del programma
degli interventi e del budget di fermata
Realizzare il programma di fermata significa:
   1...
La realizzazione del programma
degli interventi e del budget di fermata
Operativamente si utilizza il SIM aziendale per pi...
La realizzazione del programma
degli interventi e del budget di fermata
 Redazione del GANTT di fermata suddiviso per inte...
La realizzazione del programma
degli interventi e del budget di fermata
  Dallo storico degli interventi di fermata consun...
La pianificazione delle attività
di fermata straordinaria e le risorse coinvolte




                                     ...
Assegnare le attività e le responsabilità
alle risorse coinvolte in fase di pianificazione
Assegnare i compiti e le respon...
Le fasi organizzative
La programmazione ha l’obiettivo di assicurare che gli obiettivi pianificati
siano rispettati. I liv...
La consuntivazione tecnico-economica

                                        Costo totale fermata Cte di Strongoli - anno...
La consuntivazione tecnico-economica

Famiglia        Descr_famiglia           Totale
A          Attrezzature             ...
€0
                                               € 10.000
                                                          € 20....
La consuntivazione tecnico-economica

                 Grafico costi fermata suddivisi per specializzazione - Cte di Stron...
€0
                                                                                    € 50.000
                          ...
La consuntivazione tecnico-economica

                       Costi manodopera suddivisi per tipo di lavorazione - Cte di S...
Ore




                                          0
                                              50
                     ...
Gli obiettivi prefissati ed i
risultati ottenuti
    Coinvolgimento e motivazione del personale

    Controllo delle perfo...
GRAZIE PER LA VOSTRA ATTENZIONE

     Informazioni e contatti:

          www.biomasseitalia.it
          info@biomasseita...
Upcoming SlideShare
Loading in …5
×

Gestione Fermata Straordinaria Bi

468 views
391 views

Published on

0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total views
468
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
6
Actions
Shares
0
Downloads
6
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Gestione Fermata Straordinaria Bi

  1. 1. La gestione della fermata straordinaria di una centrale a biomasse Massimiliano Vannutelli (Consulente Biomasse Italia S.p.A.) Luigi Molinaro (RdM Biomasse Italia S.p.A.)
  2. 2. La gestione della fermata straordinaria di una centrale a biomasse 1. Il contesto lavorativo: Biomasse Italia in breve 2. La pianificazione delle attività di fermata straordinaria e le risorse coinvolte 3. La realizzazione del programma degli interventi e del budget di fermata 4. Responsabilità delle risorse coinvolte in fase di pianificazione e assegnazione delle attività 5. Le fasi organizzative della fermata 6. Gli obiettivi prefissati ed i risultati ottenuti Slide 2
  3. 3. Il contesto lavorativo: Biomasse Italia in breve • Missione: Produzione di energia elettrica attraverso il recupero di scarti vegetali ed altre fonti rinnovabili (biomasse solide) derivanti da processi industriali ed agricoli eco-sostenibili, nel pieno rispetto dell’ambiente, consapevole del proprio ruolo industriale e tecnologico nello sviluppo della politica energetica nazionale; • orientata ad un sistema di approvvigionamento energetico sostenibile nel lungo periodo; • si colloca ai primi posti tra le imprese private presenti in Calabria nel settore della produzione di energia elettrica da fonti rinnovabili; • compagine sociale: Api Novà Energia SpA e Bioenergie SpA; • nata nel 1997; • inizio produzione: 2001 a Crotone, 2003 a Strongoli (KR). Slide 3
  4. 4. Biomasse Italia – numeri principali • struttura produttiva: due centrali elettriche localizzate presso le unità locali di Crotone e Strongoli (KR); • 60 MWe di potenza totale ne fanno una delle più grandi Aziende europee nel settore della produzione di energia elettrica da sola combustione di biomassa; • produzione annuale di circa 500 GWh e circa 100 milioni di euro di fatturato annuo; • circa 700.000 tonnellate di biomasse utilizzate; • occupazione: 96 dipendenti a tempo pieno, collaborazioni esterne di personale operativo con diversi livelli di qualificazione (alcune decine di posti di lavoro), alcune centinaia di posti di lavoro di occupazione indotta; • tecnologie all’avanguardia (l’impianto di Strongoli è il più grande e moderno d’Europa); • oltre 100 milioni di euro investiti in impianti oltre a decine di milioni di euro impegnati in capitale circolante (macchinari ed attrezzature, materiale a deposito). Slide 4
  5. 5. La pianificazione delle attività di fermata e le risorse coinvolte Con il passare degli anni la gestione delle fermate straordinarie della centrale è andata arricchendosi di strumenti di controllo e di indagine sempre più raffinati. Le modalità di gestione di una fermata straordinaria, possono essere considerate un modello di riferimento, in quanto in esse sono state attuate con efficacia le metodologie tipiche dell’Ingegneria di Manutenzione applicate ad un team di lavoro compatto ed affiatato. Slide 5
  6. 6. La pianificazione delle attività di fermata e le risorse coinvolte La pianificazione avviene con le risorse coinvolte nei processi di manutenzione - produzione: Ingegneria di Manutenzione Responsabile di Manutenzione Responsabile di Esercizio Direttore di Stabilimento (Team Leader) Assistenti di Manutenzione Magazzino RSPP - ASPP Slide 6
  7. 7. La pianificazione delle attività di fermata e le risorse coinvolte Che cosa fare? Le attività vengono decise in funzione di: – Storicità delle usure degli impianti, individuate con l’elaborazione dei PM di fermata, attuabili solo con fermo impianto (attività primarie) primarie – Migliorie da apportare agli impianti, decise durante l’anno in specifiche sessioni di RCA attuabili solo con fermo impianto – Anomalie di bassa criticità momentanea rilevate nel tempo per le quali non era conveniente effettuare un fermo impianto (attività secondarie) secondarie – Usure impiantistiche di bassa criticità risolvibili con perdite di carico (attività secondarie)
  8. 8. La pianificazione delle attività di fermata e le risorse coinvolte Esempio di interventi in fermata: Attività primarie Attività secondarie Trattamento fumi Revisione turbina Ricondizionamento Hoppers di Caldaia Sostituzione refrattario Ciclone Caldaia 1 e 2 Ricondizionamento parti in pressione Sostituzione refrattario Camera di combustione Caldaia 1 e 2 Slide 8
  9. 9. La pianificazione delle attività di fermata e le risorse coinvolte Sostituzione refrattario Ciclone Caldaia 1 e 2 Slide 9
  10. 10. La pianificazione delle attività di fermata e le risorse coinvolte Revisione Turbina Slide 10
  11. 11. La realizzazione del programma degli interventi e del budget di fermata Realizzare il programma di fermata significa: 1. Generare gli Ordini di Lavoro (OdL) in funzione degli interventi da effettuare e delle specifiche tecniche elaborate preventivamente 2. Suddividere gli OdL in attività da eseguirsi in economia o a corpo 3. Individuare i ricambi necessari (strategici e non) da associare ai singoli OdL 4. Definire le risorse necessarie (manodopera interna ed esterna) da impiegare per ogni OdL 5. Pianificare in ordine temporale l’esecuzione delle attività programmate (diagramma di GANTT) Slide 11
  12. 12. La realizzazione del programma degli interventi e del budget di fermata Operativamente si utilizza il SIM aziendale per pianificare gli interventi seguendo un flusso predefinito: PROGRAMMAZIONE FERMATA SIM Ordine di Lavoro Intervento di Manutenzione (OdL) RdM Attività da effettuare Attivita (specializzazione) Lavorazioni Materiali Lavorazioni Materiali Risorse Fornitori Fornitori Manodop. RdA RdA Prelievo Magazzino interne Servizi Pezzi Interna Servizi Pezzi Magazzino UA Acquisto di pezzi e/o servizi Ordine d'Acquisto Conferma lavori Esecuzione Intervento RdM Scarico materiali RdE MAN Consuntivazione OdL completato Slide 12
  13. 13. La realizzazione del programma degli interventi e del budget di fermata Redazione del GANTT di fermata suddiviso per interventi: Slide 13
  14. 14. La realizzazione del programma degli interventi e del budget di fermata Dallo storico degli interventi di fermata consuntivati sul SIM negli anni precedenti si ricava una stima dei costi da sostenere, pianificata nel budget di manutenzione per l’anno in corso, che risulta suddiviso anche per politica di manutenzione: – MANUTENZIONE CORRETTIVA (35%) – MANUTENZIONE CICLICA PREVENTIVA – PREDITTIVA (25%) – MANUTENZIONE MIGLIORATIVA (7%) – MANUTENZIONE CICLICA DI LEGGE (3%) – MANUTENZIONE STRAORDINARIA (30%) BUDGET PRELIMINARE DI FERMATA Dall’analisi puntuale di tutti gli interventi da effettuare si ricava un costo globale della fermata che ormai, grazie all’esperienza accumulata negli ultimi anni, non si discosta del ± 5% dal valore del Budget Preliminare di Fermata.
  15. 15. La pianificazione delle attività di fermata straordinaria e le risorse coinvolte Slide 15
  16. 16. Assegnare le attività e le responsabilità alle risorse coinvolte in fase di pianificazione Assegnare i compiti e le responsabilità significa pianificare gli interventi definiti con le funzioni responsabili. Questo avviene mediante: Assegnazione OdL alle risorse coinvolte (preposti delle attività) Coinvolgimento delle ditte esterne dopo verifica dell’idoneità tecnico professionale e individuazione dei loro preposti (Capo Cantiere) Responsabilità del PREPOSTO sulla verifica della corretta esecuzione degli interventi, sia sotto l’aspetto TECNICO che sotto l’aspetto della SICUREZZA SUL LAVORO. Slide 16
  17. 17. Le fasi organizzative La programmazione ha l’obiettivo di assicurare che gli obiettivi pianificati siano rispettati. I livelli di programmazione sono stati: Dal 13/11/08 al 31/12/2008 – Definizione interventi da effettuare – Apertura OdL ed RdA – Elaborazione Specifiche Tecniche – Richiesta di offerta per i ricambi strategici Dal 02/01/09 al 31/01/2009 – Pianificazione interventi – Emissione OdA, sulla base di contratti a corpo e/o in economia – Elaborazione del GANTT di fermata Dal 01/02/09 al 10/02/2009 – Pianificazione esecutiva – Coordinamento attività con gli Assistenti di Fermata e con le ditte esterne Slide 17
  18. 18. La consuntivazione tecnico-economica Costo totale fermata Cte di Strongoli - anno 2009 € 1.000.000 € 900.000 € 800.000 € 700.000 € 600.000 € 500.000 € 400.000 € 300.000 € 200.000 € 100.000 €0 Somma di Costo del materiale Somma di Costo manodopera Somma di Costo totale Slide 18
  19. 19. La consuntivazione tecnico-economica Famiglia Descr_famiglia Totale A Attrezzature € 4.413 E Elettrici € 2.989 I Idraulici € 231 Costo ricambi suddivisi per famiglia L Lubrificanti - Refrattari € 125.379 M Meccanici € 169.456 R Antincendio - Revisioni € 11.439 Attrezzature S Strumentazioni € 3.610 Strumentazioni 1,4% Totale complessivo € 317.515 1,1% Elettrici 0,9% Idraulici 0,1% Antincendio - Revisioni 3,6% Lubrificanti - Refrattari 39,5% Meccanici 53,4% Slide 19
  20. 20. €0 € 10.000 € 20.000 € 30.000 € 40.000 € 50.000 € 60.000 € 70.000 € 80.000 € 90.000 € 100.000 A Minuteria e attrezzi E Elettrodo Cemento refrattario L Grasso - Olio Prod. Trattamento fumi Barra Barra filettata Bulloneria Coclea Cuscinetto Dosatore La consuntivazione tecnico-economica Filtro M Lamiera Piastra Rampini per refrattario Tubo Ugello Costo ricambi suddiviso per classi - Fermata Cte di Strongoli anno 2009 Valvola R Antincendio S Termocoppia Slide 20
  21. 21. La consuntivazione tecnico-economica Grafico costi fermata suddivisi per specializzazione - Cte di Strongoli anno 2009 € 450.000 € 400.000 € 350.000 € 300.000 € 250.000 € 200.000 € 150.000 € 100.000 € 50.000 €0 EDI ELE IDM IDR MEC PUL Slide 21
  22. 22. €0 € 50.000 € 100.000 € 150.000 € 200.000 Sostituzione refrattario ciclone caldaia 2 € 250.000 30417 Ricondizionamento refrattario ciclone caldaia 1 30414 Sostituzione refrattario camera di combustione caldaia 30846 2 Sostituzione refrattario camera di combustione caldaia 30845 1 SOSTITUZIONE UGELLI ARIA PRIM. CAMERA 31039 COMBUSTIONE CALDAIA 2 SOSTITUZIONE UGELLI ARIA PRIM. CAMERA 31038 COMBUSTIONE CALDAIA 1 Sostituzione calze modulo 5 filtro K2 31963 MANUTENZIONE TURBINA TOSI CENTRALE DI 30374 STRONGOLI Ricondizionamento hopper di caldaia l2 k2 31862 LAVAGGIO DEL GENERATORE DI VAPORE 30282 STRONGOLI k1 La consuntivazione tecnico-economica Ricondizionamento coclea intubata l2 k2 29691 Sostituzione calze modulo 1 filtro K2 31964 LAVAGGIO DEL GENERATORE DI VAPORE 30281 STRONGOLI k2 Costi fermata Cte di Strongoli anno 2009 suddivisi per OdL Ricondizionamento cono in lamiera 1.48.41 per ciclone 32121 K1 Manutenzione hopper di caldaia l2 k1 31951 Ricondizionamento cono in lamiera 1.48.41 per ciclone 32035 K2 Manutenzione hopper di caldaia l1 k1 31950 Ricondizionamento Condotto fumi caldaia 1 31621 Slide 22
  23. 23. La consuntivazione tecnico-economica Costi manodopera suddivisi per tipo di lavorazione - Cte di Strongoli fermata anno 2009 Tipo lavorazione Totale manodop_ext € 200.921 manodop_int €0 prezzo_fisso € 421.851 manodop_ext Totale complessivo € 622.772 32,3% manodop_int prezzo_fisso 0,0% 67,7% Slide 23
  24. 24. Ore 0 50 100 150 200 250 300 350 400 450 500 Ricondizionamento hopper di caldaia 31862 l2 k2 Sostituzione refrattario ciclone 30417 caldaia 2 Ricondizionamento coclea intubata l2 29691 k2 Ricondizionamento quadri locale 31548 150KV Assistenza tecnica 31838 alla fermata Ricondizionamento Condotto fumi 31621 caldaia 1 Ricondizionamento refrattario ciclone 30414 caldaia 1 Ricondizionamento cono in lamiera 32035 1.48.41 per Ricondizionamento umidificatore 32079 ceneri. La consuntivazione tecnico-economica Sostituzione refrattario camera 30845 di combustione 31743 Pulizie generali su caldaia 1 MANUTENZIONE TURBINA TOSI 30374 CENTRALE DI Ricondizionamento portine e 31025 Totale ore in economia suddivise per OdL - Fermata Cte di Strongoli anno 2009 apertura/chiusura Ricondizionamento portine e Media uomini/giorno Totale ore di lavoro in economia Durata fermata 31024 apertura/chiusura Ripristino tramoggia scarico 31865 da rotocella l1 k2 27,3 6328 h 29 g Manutenzione filtro 31041 a maniche K2 Slide 24
  25. 25. Gli obiettivi prefissati ed i risultati ottenuti Coinvolgimento e motivazione del personale Controllo delle performance delle ditte terze Tracciabilità dei costi su base giornaliera Controllo del rispetto delle norme di sicurezza e di igiene sul lavoro Creazione di uno storico utile per le pianificazioni delle fermate future Rispetto dei tempi e dei costi programmati per la fermata Slide 25
  26. 26. GRAZIE PER LA VOSTRA ATTENZIONE Informazioni e contatti: www.biomasseitalia.it info@biomasseitalia.it Slide 26

×