Percezione sociale

2,042 views

Published on

Published in: Education
0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total views
2,042
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
5
Actions
Shares
0
Downloads
13
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Percezione sociale

  1. 1. <ul><li>Pagine 372-377 del libro di testo </li></ul>La percezione sociale
  2. 2. Percezione sociale <ul><li>Effetto alone </li></ul><ul><li>Effetto iniziale </li></ul><ul><li>Teoria dell'attribuzione di Kelley </li></ul><ul><li>Perché usiamo gli stereotipi </li></ul><ul><li>Caratteristiche dei pregiudizi </li></ul><ul><li>Ridurre i pregiudizi: terapia della conoscenza reciproca </li></ul>
  3. 3. Effetto alone <ul><li>Conosciamo gli altri attraverso impressioni </li></ul><ul><li>L'effetto alone consiste nella tendenza ad uniformare le diverse caratteristiche di una persona a quelle che, secondo noi, ,la descrivono meglio. </li></ul><ul><li>Esperimento di Solomon Asch </li></ul>
  4. 4. Effetto iniziale <ul><li>Per giudicare le persone si ricorre spesso alle nostre prime impressioni, le quali tendono a mantenessi stabili nel tempo. </li></ul>
  5. 5. Teoria dell'attribuzione di Kelley (1) <ul><li>Spesso cerchiamo di stabilire la causa del comportamento degli altri o in base al loro carattere e alle loro inclinazioni personali oppure in base alla situazione. Lo studioso Kelley ha parlato di due modi principali in cui attribuiamo una causa al comportamento degli altri </li></ul><ul><li>Attribuzione disposizionale: consiste nell'attribuire le cause del comportamento altrui a fattori interni o soggettivi </li></ul><ul><li>Attribuzione situazionale: consiste nell'attribuire le cause del comportamento altrui a fattori esterni o oggettivi </li></ul>
  6. 6. Teoria dell'attribuzione di Kelley (2) <ul><li>Per capire il comportamento altrui inoltre cerchiamo di capire se il comportamento stesso è costante, differenziato o comune; </li></ul><ul><li>Comportamento costante : quando la persona si comporta nella stessa maniera in tutte le situazioni simili </li></ul><ul><li>Comportamento differenziato: quando la persona si comporta in maniera diversa a seconda delle situazioni; </li></ul><ul><li>Comportamento comune: quando la persona si comporta in maniera simile alla maggior parte delle persone in situazioni simili; </li></ul>
  7. 7. Attribuzione disposizionale <ul><li>Si verifica quando la persona manifesta </li></ul><ul><li>Comportamento costante: agisce sempre nello stesso modo in circostanze simili; </li></ul><ul><li>Comportamento poco differenziato: mantiene lo stesso tipo di comportamento anche in altre occasioni; </li></ul><ul><li>Comportamento poco comune: il comportamento non è quello che assume la maggior parte delle persone in quella situazione. </li></ul>
  8. 8. Attribuzione situazionale <ul><li>Si verifica quando la persona manifesta </li></ul><ul><li>Comportamento costante: agisce sempre nello stesso modo in circostanze simili; </li></ul><ul><li>Comportamento differenziato: si comporta in maniera diversa in altre occasioni; </li></ul><ul><li>Comportamento comune: il comportamento è quello che assume la maggior parte delle persone in quella situazione. </li></ul>
  9. 9. ***Se in situazioni simili la persona agisce raramente in questo modo, la causa del suo comportamento può essere attribuita ad un fattore esterno molto specifico Costante Attribuzione esterna situazionale Attribuzione interna disposizionale La persona agisce in questo modo? In situazioni simili *** Circostanza Poco differenziato Poco comune Compor t amen t o In altre occasioni In questa situazione Gli altri agiscono in questo modo? Poco sovente sovente sovente Poco sovente sovente sovente Gli altri agiscono in questo modo? La persona agisce in questo modo? Compor t amen t o Costante differenziato comune
  10. 10. Stereotipi (1) <ul><li>Sono semplificazioni mentali che utilizziamo per comprendere il mondo; </li></ul><ul><li>Sono individuali ma hanno un'origine sociale; </li></ul><ul><li>Derivano da categorie costruite socialmente in base ad esperienze ricorrenti di tipo collettivo; </li></ul><ul><li>In questo modo la realtà viene distinta in schemi più o meno strutturati: buoni-cattivi; amici-nemici </li></ul>
  11. 11. Stereotipi (2) <ul><li>Sono semplificazioni mentali che utilizziamo per comprendere il mondo; </li></ul><ul><li>Sono individuali ma hanno un'origine sociale; </li></ul><ul><li>Derivano da categorie costruite socialmente in base ad esperienze ricorrenti di tipo collettivo; </li></ul><ul><li>In questo modo la realtà viene distinta in schemi più o meno strutturati: buoni-cattivi; amici-nemici </li></ul>

×