• Share
  • Email
  • Embed
  • Like
  • Save
  • Private Content
Solare business
 

Solare business

on

  • 838 views

 

Statistics

Views

Total Views
838
Views on SlideShare
834
Embed Views
4

Actions

Likes
0
Downloads
2
Comments
0

1 Embed 4

http://www.linkedin.com 4

Accessibility

Categories

Upload Details

Uploaded via as Adobe PDF

Usage Rights

© All Rights Reserved

Report content

Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
  • Full Name Full Name Comment goes here.
    Are you sure you want to
    Your message goes here
    Processing…
Post Comment
Edit your comment

    Solare business Solare business Document Transcript

    • PAG EVENTI, INIZIATIVE, PAG SOLARE TERMICO: PAG CASE HISTORY: PAG LAUTO GREEN? 4 NEWS DALL’ITALIA E DAL MONDO 12 COME SI ACCEDE AGLI INCENTIVI 24 IL RISTORANTE ECOSOSTENIBILE 25 LA VOGLIO ANCHIO Direttore Responsabile: Davide Bartesaghi - Editore: Editoriale Farlastrada LE OPPORTUNITÀ DEL FV IN AGRICOLTURA ARTICOLO A PAGINA 141/2 GENNAIO/FEBBRAIO 2013 - ANNO V - NUMERO 1/2 CONOSCERE, CAPIRE, PREPARARE L’ENERGIA DEL FUTURO EDITORIALE PRIMO PIANO CAMBIAMENTI Cominciamo con una piccola novità che riguarda PIÙ AUTOCONSUMO, PIÙ VANTAGGI Solare Business. Da questo numero la rivista uscirà ogni due mesi invece che ogni mese. Questo cambiamento ci permetterà di aumen- Poste Italiane SpA - Spediz. in Abb. Postale D.L. 353/2003 (Conv. in Legge 27/02/2004 n°46) Art.1 Comma 1 D.C.B. Milano. In caso di mancato recapito inviare all’ufficio postale di Roserio per la restituzione al mittente che si impegna a pagare la tariffa. tare la tiratura e la diffusione, razionalizzando la distribuzione che si era fatta particolarmente Redazione: Via Don Milani 1, 20833 - Giussano (MB)Tel. 0362/332160 Fax 0362/282532 - info@solarebusiness.it - www. solarebusiness.it - Stampa: Ingraph - Seregno (Mi) - Registrazione al Tribunale di Milano n. 712 del 27 novembre 2008. complessa a causa delle numerose richieste di abbonamento che andavano a incrociare il meccanismo di invio a rotazione alle categorie di lettori a cui la rivista è rivolta… Resta confermata la possibilità di registrarsi sul sito www.solarebusiness.it per assicurarsi l’invio (in formato cartaceo, oppure elettronico, o entrambi) di tutte le uscite della rivista. A cinque anni di distanza dalla nascita, ci siamo chiesti se fosse ancora valido l’obiettivo che ci eravamo prefissati al momento dell’avvio di Solare Business. La rivista era nata con l’intento dichiarato di favorire la crescita di una cultura dell’energia solare, diffondendo notizie e infor- Aumentare lutilizzo della quantità di energia prodotta con limpianto fotovoltaico mazioni che permettessero di apprezzare i van- taggi del fotovoltaico e del solare termico. Da riducendo quella acquistata dalla rete, significa massimizzare i benefici economici allora le cose sono molto cambiate. A fine 2008 velocizzando i tempi di rientro dell’investimento sostenuto erano stati installati in Italia circa 32mila impian- ti fotovoltaici per una potenza di 0,4 GW. Oggi ARTICOLO A PAGINA 8 sono attivi sul territorio della penisola 480mila impianti per una potenza di circa 16,3 GW. L’INTERVISTA QUALITÀ, EFFICIENZA, Nel 2008 il fotovoltaico copriva lo 0,1% della produzione nazionale di energia elettrica. Nel 2012 questo valore si è avvicinato al 6%. COMPETITIVITÀ Eppure oggi l’energia solare (in particolare il fotovoltaico) ha davanti una nuova sfida, altret- tanto difficile: lasciarsi alle spalle gli anni in cui la sua diffusione era sostenuta dagli incentivi Jinkosolar è presente in 40 Paesi del mondo con del Conto Energia, e spostare il baricentro del suo “appeal” sul vero motivo per cui esiste oltre 2,3 gigawatt di moduli distribuiti tra grandi questa tecnologia: proporsi come un modello alternativo di produzione di energia elettrica e centrali e impianti su tetto. termica, che ha in sé tutti gli elementi per essere In Italia il colosso cinese si appresta ad sostenibile e camminare con le proprie gambe. Sarà un percorso affascinante, sul quale accompagnare il fotovoltaico al traguardo della Solare Business intende accompagnare tutti grid parity, quando il costo dellenergia pulita sarà voi lettori. L’energia solare ha davanti a sé non “un lungo futuro”, ma “il futuro”. Sarà bello competitivo con quello delle fonti tradizionali scoprirlo insieme. ALBERTO CUTER, Davide Bartesaghi SALES DIRECTOR ITALY DI JINKOSOLAR bartesaghi@solarebusiness.it CONTINUA A PAGINA 2 Twitter: @DBartesaghi
    • 2 SOLARE BUSINESS L’INTERVISTA SEGUE DALLA PRIMA PAGINA pensiamo sia importante spiegare che una volta superate le incertezze norma- QUALITÀ, EFFICIENZA, COMPETITIVITÀ tive che hanno segnato gli sviluppi del fotovoltaico negli ultimi tempi, il futuro LA SCHEDA JinkoSolar fa parte dellélite mondia- di questa tecnologia in Italia sarà roseo Sede principale: Shanghai, Cina le di produttori di moduli fotovoltaici, anche senza gli incentivi. Noi infatti non Anno di fondazione: 2006 essendo entrata a far parte dal 2011 temiamo la fine del Conto Energia ma Sede Italia: Casalecchio di Reno (BO) della top ten delle aziende con la più alta piuttosto i continui cambiamenti della Settori di attività: produzione integrata di pannelli in silicio capacità produttiva. Nato nel 2006 come normativa di riferimento, che nei mesi Numero di dipendenti mondo: 8.000 produttore di lingotti e di wafer in silicio, passati hanno prodotto diverse battute Fatturato mondo 2011: 1,2 miliardi di dollari il gruppo cinese JinkoSolar dal 2009 ha darresto nella realizzazione degli impian- Potenza installata globale a fine 2012: 2,3 GW esteso la sua attività alla fabbricazione di ti, disorientando lutente finale». Potenza totale installata Italia a fine 2012: 480 MW celle e moduli, diventando un produttore Quali sono le esigenze dellutente Sito web: www.jinkosolar.com integrato di pannelli in silicio, che oggi finale? costituiscono il core business dellazien- «La richiesta dellend-user si sta con- da. Nel 2011 il gruppo ha raggiunto una centrando su prodotti più competitivi capacità produttiva pari a 1 gigawatt in nellottica del rapporto qualità-prezzo zioni ove sarà possibile installare pannelli tutte le quattro fasi di produzione: lingot- e, una volta terminato il programma di fotovoltaici sceglieranno di produrre to, wafer, celle e moduli. Oggi JinkoSolar incentivazione, prevedo che questa esi- energia solare, anche senza incentivo. genza sarà ancora più forte». Grazie agli sviluppi della tecnologia, i E come risponde JinkoSolar? moduli sono sempre più performanti e «Noi stiamo già lavorando sul fotovol- garantiscono produttività più elevate taico libero dagli incentivi, con pannelli e maggiore affidabilità, inoltre i prezzi sempre più performanti e prezzi sempre per un impianto da 3 kW sono più che più competitivi. Abbiamo già fornito dimezzati rispetto a due anni fa, e oggi un moduli per impianti realizzati in regime impianto di questa potenza costa la metà di grid parity [ovvero il momento in di unutilitaria». LIMPIANTO REALIZZATO IN GRID PARITY DA TONELLO cui il costo dellenergia generata con il Sarà sempre conveniente investire ENERGIE SU UNA CANTINA VINICOLA IN PROVINCIA DI fotovoltaico sarà pari al costo di quella nel fotovoltaico? GORIZIA È COSTITUITO DA MODULI JINKO DA 250 WP PER prodotta con le fonti tradizionali, ndr] UN TOTALE DI 100 KWP «Il fotovoltaico diventerà sempre più che non necessitano di tariffa incenti- economico e facile da installare, sia che è presente con la sua rete di distribuzione vante, si tratta di sistemi solari di medie si parli di un piccolo impianto su tetto, in Europa, Nord America, Asia e Pacifico. dimensioni realizzati sui tetti di aziende sia che si pensi a grandi centrali. Tempi e «Lufficio italiano di Casalecchio di Reno energivore che hanno unalta percentuale costi di realizzazione, ma anche di dismis- (Bologna), aperto nel 2011, ci ha permes- di autoconsumo. Stiamo inoltre lavoran- sione, di una centrale fotovoltaica, sono so di consolidare i rapporti commerciali do su grossi progetti per grandi impianti decisamente più convenienti rispetto a con alcuni noti marchi della distribuzione da realizzare in Sud Italia, sempre in grid tempi e costi relativi allattuazione di altri di componenti solari, come Marchiol, Enel parity». impianti per la produzione di energia, Green Power, Tecno Spot, SunConnex e Quindi la grid parity è vicina? come il nucleare e il turbogas. Inoltre lo Energy Time, ai quali ci affidiamo per la «Vicinissima. Anzi, in alcune aree smaltimento di un impianto fotovoltaico commercializzazione dei nostri moduli del nostro Paese, dove linsolazione è giunto a fine vita non genera scorie ma, di qualità», spiega Alberto Cuter, sales maggiore, è stata già raggiunta. Ora si al contrario, materiali che è possibile director Italy di JinkoSolar. tratta di realizzare un cambiamento di riciclare, come alluminio, acciaio, vetro e Qual è il futuro del fotovoltaico in prospettive: bisogna passare dalla logica silicio». Italia? del fotovoltaico come investimento Novità di prodotto? «Il 2013 rappresenterà un anno di finanziario ad una logica più industriale, «Abbiamo lanciato il nuovo modulo da transizione per il fotovoltaico. Si passerà ovvero alla produzione di energia pulita da una tecnologia ancora sostenuta dal come scelta ecologica oltre che economi- Conto Energia ad una tecnologia comple- camente sostenibile, grazie al risparmio tamente libera di porsi sul mercato al di sulla bolletta elettrica. Con la grid parity fuori dellottica del sostegno statale». il fotovoltaico sarà finalmente considera- Come state affrontando questi cam- to come un reale settore industriale e gli biamenti? investimenti non potranno più essere di «Innanzitutto puntiamo sulla comu- carattere speculativo ma finalizzati esclu- nicazione. E necessario diffondere una sivamente alla produzione di energia». nuova visione del fotovoltaico, come fonte E per quanto riguarda il residen- IMPIANTO A TERRA REALIZZATO A RAVENNA NEL 2010 dedicata al risparmio energetico e alla ziale? COMPOSTO DA MODULI JINKOSOLAR AD ALTA EFFICIENZA riduzione dellimpatto ambientale. Inoltre «Io vedo un futuro in cui tutte le abita- PER UNA POTENZA TOTALE DI 62,5 MW GENNAIO - FEBBRAIO 2013
    • SOLARE BUSINESS 3 260 Watt della serie Eagle che raggiunge il Per la distribuzione vi appoggerete toccare la soglia di 1,5 gigawatt di pannelli 16% di efficienza, particolarmente adatto sempre ai distributori di fiducia? prodotti. Questa costante espansione è do- sia per impianti a tetto, dove cè poco «Continueremo a raggiungere i clienti vuta principalmente alla nostra strategia spazio a disposizione e quindi è neces- residenziali attraverso i nostri distributori commerciale: siamo presenti con le nostre sario concentrare la maggiore potenza e gli installatori che operano sul terri- sedi in oltre 10 Paesi, e con personale possibile, sia per impianti a terra, dove un torio, con i quali abbiamo instaurato un dedicato in oltre 20 Paesi. I nostri partner modulo così performante offre la possibi- rapporto pluriennale di fiducia, mentre commerciali, poi, distribuiscono i prodotti lità di risparmiare sul numero di pannelli per i grandi impianti in grid parity ci JinkoSolar in oltre 40 Paesi, e questo ci utilizzati e nella componentistica accesso- occuperemo direttamente della fornitura consente di raggiungere tutti i territori ria, come i cavi e le strutture di sostegno». di materiale. dove ci sia interesse per il fotovoltaico, co- Qual è il valore aggiunto del nuovo La rete distributiva italiana ha una gliendo in tempo reale la nascita di nuovi pannello? grande esperienza e garantisce un lavoro mercati». «Il nuovo prodotto è frutto della di qualità». (m.m.) costante attenzione di JinkoSolar alla Quanto investite nella ricerca? qualità, in termini di efficienza di durata «Investiamo più del 5% del nostro fat- e di performance nellarco dei 25 anni. turato. A Shangrao, dove si trova il nostro Il modulo Eagle è il primo ad aver rice- più importante sito produttivo, abbiamo IL MODULO DA 260 vuto la certificazione anti PID (Potential WATT DELLA SERIE un grande team di ricerca e sviluppo. EAGLE INTEGRA LA Induced Degradation) rilasciata in seguito Inoltre lavoriamo con alcune tra le più NUOVA TECNOLOGIA al superamento del test che simula il deca- importanti università di Shanghai per JINKOSOLAR CHE PERMETTE DI dimento prestazionale del pannello dopo continuare a migliorare i nostri prodotti». RIDURRE GLI EFFETTI diversi anni di funzionamento. Inoltre il Quali sono le previsioni di crescita DEL DECADIMENTO ANCHE IN CONDIZIONI modulo ha ottenuto la conformità anche per il 2013? AMBIENTALI ESTREME al test PID a 85° gradi con 85% di umidità «A fine 2012 abbiamo raggiunto una E ASSICURA EFFICIENZA relativa, durante il quale non è stato regi- DI DURATA E DI capacità produttiva di 1,2 gigawatt e le PERFORMANCE PER strato alcuno scarto tra la potenza iniziale nostre previsioni sono di crescere del 20% 25 ANNI e quella finale del pannello». circa nel primo semestre del 2013, perPower-One lo fa, puoi farlo anche tu!PUNTI IN ALTO?Power-One offre la più vasta gamma di Inverter per applicazionifotovoltaiche ed eoliche. Gli inverter Aurora impiegano le più avanzatetecnologie disponibili sul mercato per garantire la più alta resa energetica. GENNAIO - FEBBRAIO 2013www.power-one.com
    • 4 SOLARE BUSINESS NEWS DAL MONDO NEL 2012 DAL FV IL 5,6% DELL’ENERGIA ELETTRICA Direttore Responsabile: NEL 2013 IL SOLARE Davide Bartesaghi CRESCERÀ DEL 22% bartesaghi@solarebusiness.it Responsabile commerciale: IL 2013 sarà un anno di crescita per LA PRODUZIONE DA FONTE SOLARE NELLULTIMO ANNO È CRESCIUTA DEL Marco Arosio arosio@solarebusiness.it l’energia solare a livello mondiale. 71,8% RISPETTO AL 2011, CON UN TOTALE DI 18.232 GWH GENERATI NEI 12 Hanno collaborato: Raffaele Castagna, Evelina Cattaneo, Secondo quanto riportato in una nota MESI DELLANNO Cesare Gaminella, Marta Maggioni, Michele Lopriore, Pietro Sincich del gruppo Deutsche Bank, si prevede Cresce la produzione di energia fotovoltaica in Italia. Secondo Impaginazione: Ivan Iannacci che il mercato globale del fotovoltaico Editore: Farlastrada crescerà del 22% nel 2013, con un in- i dati provvisori pubblicati da Terna, inerenti il settore elettrico Stampa: Ingraph - Seregno (MB) Redazione: Via Don Milani 1 stallato totale di 33,4 GW. A trascinare nel corso del 2012, lener- 20833 Giussano (MB) questo exploit Cina, Stati Uniti e India. gia generata dai pannelli Tel: 0362/332160 Fax 0362/282532 fotovoltaici rappresenta una info@solarebusiness.it percentuale pari al 5,6% www. solarebusiness.it GIORDANIA: IN ARRIVO Progetto grafico: della produzione nazionale. Accent on design IL CONTO ENERGIA Rispetto al 2011 la quota di Solare Business: periodico mensile Anno 5 - n. 1/2 – gennaio - febbraio 2013 energia solare ha registrato Registrazione al Tribunale di Milano n. 712 del 27 novembre 2008 un aumento del 71,8%, per Una copia 1,00 euro. un totale di 18.232 GWh Poste Italiane SpA - Spediz. in Abb. Postale D.L. 353/2003 (Conv. in Legge prodotti nei 12 mesi dellan- 27/02/2004 n°46) Art.1 Comma 1 D.C.B. Milano - L’editore garantisce la massima no. In particolare si sono riservatezza dei dati personali in suo possesso. Tali dati saranno utilizzati registrati picchi di produzione nei mesi estivi, come per esempio per la gestione degli abbonamenti e per l’invio di informazioni commerciali. ad agosto, quando sono stati generati dal solare 2.240 GWh di In base all’Art. 13 della Legge numero 196/2003, i dati potranno essere rettificati energia pulita, corrispondenti all 8,9% dellenergia elettrica o cancellati in qualsiasi momento La Commissione di regolamentazione scrivendo a: prodotta sul suolo nazionale. Il totale annuale della richiesta, Editoriale Farlastrada srl. dell’energia elettrica della Giorda- nia ha annunciato che sarà varato che ammonta a 325,3 miliardi di kWh, è stato soddisfatto per Responsabile dati: Marco Arosio Via Don Milani, 1 – 20833 Giussano (MI) a breve un sistema incentivante a l’86,8% dalla produzione nazionale, alla quale hanno contribu- Questo numero è stato chiuso sostegno delle energie alternative e, ito il termoelettrico per il 62,2%, lidroelettrico con il 13,3%, in redazione il 25 gennaio 2013 in particolare, fotovoltaico e solare la geotermia per 1,6 punti percentuali e leolico con il 4%. In termico. Sono previsti contributi pari termini generali, l’anno appena concluso ha fatto registrare a 0,17 dollari per kWh per gli impianti una diminuzione del 2,8% della domanda di energia elettrica BISOL GROUP NEL 2012 fotovoltaici e 0,19 dollari per kWh per rispetto al 2011. È CRESCIUTA DEL 22% il solare termico. Lo scorso anno Bisol Group ha registrato un aumento del 22% della produzione di moduli fotovoltaici ri- LO SVILUPPO DEL FV IN GIAPPONE Prosegue la crescita del fotovoltaico Solare Business su iPad e iPhone spetto al 2011. Questanno il gruppo prevede di completare lautomazione in Giappone. Solar Frontier ha sot- del proprio impianto di produzione, toscritto un accordo con la Develop- che porterà ad un aumento della ment Bank of Japan per la creazione capacità di produzione del 10% circa, di un’azienda di joint investment che e di espandersi in nuovi mercati metterà a disposizione i fondi per emergenti. realizzare impianti di grandi dimensio- ni. La società comincerà ad operare nel mese di febbraio e inizialmente destinerà investimenti a progetti per 100 megawatt complessivi l’anno. L’App “Farlastrada” è disponibile gratuitamente TERNI: 1 MW DI IMPIANTI PROGETTO GREEN PER LETIOPIA su AppStore SU EDIFICI PUBBLICI L’organizzazione non governativa Coopi ha programmato la realizzazio- e ti permette Valorizzazione delle energie rinnova- bili e introiti per oltre 440.000 euro. ne di un progetto solare del valore di di sfogliare e archiviare Questi gli obiettivi che la Provincia di un milione di euro per l’installazione su iPad e iPhone Terni si propone di realizzare tramite di pannelli fotovoltaici nelle aree rurali la concessione dell’utilizzo dei tetti di etiopiche al confine con Somalia e le nostre pubblicazioni. dodici edifici pubblici per l’installa- Kenia. Lintervento interesserà scuole, zione di pannelli fotovoltaici, per un ospedali e centri veterinari. totale di 1 MWp. GENNAIO - FEBBRAIO 2013
    • SOLARE BUSINESS 5SÌ AL 4° CONTO ENERGIA PER GLI NEWS YINGLI SOLAR: 2,2 GW CRESCE LEFFICIENZA ENERGETICAIMPIANTI SU EDIFICI PUBBLICI DI FORNITURA A FINE 2012 NEL 2011 NEL NOSTRO PAESE SONO STATI RISPARMIATI CIRCA 57.600 GWH/ANNO DI ENERGIA RISPETTO AL 2010, COME ILLUSTRA IL RAPPORTO SULL’EFFICIENZA ENERGETICA DI ENEA I dati relativi al quarto trimestre 2012 È stato presentato lo scorso di Yingli Green Energy confermanoLo scorso dicembre la Camera ha gennaio a Roma, presso il Mini- un volume di fornitura dei moduliapprovato l’emendamento che stero dello Sviluppo Economico, il superiore a quanto l’azienda stimavaconsente agli impianti fotovoltaici secondo “Rapporto sull’Efficienza inizialmente, per un totale di oltre 2,2realizzati entro il 31 marzo 2013 Energetica”, predisposto dall’Enea GW nellintero anno. Lespansione èsu edifici pubblici e in aree della (Agenzia nazionale per lefficienza avvenuta sia nei Paesi in cui il mar-pubblica amministrazione di ottenere energetica) per fornire uno stru- chio era già presente, sia in alcunile tariffe incentivanti previste dal 4° mento di monitoraggio e valuta- mercati emergenti.Conto Energia. L’emendamento fa zione a supporto delle politicheparte della Legge di Stabilità. DA SCHÜCO UN energetiche nazionali. Secondo SIMULATORE DEL RISPARMIOPREMIER POWER ITALY quanto emerge dal documento, Schüco ha sviluppato una piattafor- l’applicazione delle misure previ-DIVENTA ENERGY TIME ma di simulazione che consente di ste dal Piano d’Azione per l’Efficienza Energetica ha consentito calcolare la riduzione dei consumi e nel 2011 un risparmio complessivo di 57.595 GWh/anno, con i vantaggi che si possono ottenere un incremento del 17,1% rispetto al 2010. Inoltre, il Rapporto grazie a un impianto fotovoltaico evidenzia un miglioramento dell’efficienza energetica nel nostro in relazione a diversi parametri diPremier Power Italy ha cambiato la Paese di oltre 1 punto percentuale nel 2010 rispetto al 2009. riferimento, quali le caratteristichepropria denominazione sociale. A Come ha dichiarato Giovanni Lelli, commissario dell’Enea: «Si dell’impianto o l’area geografica. Ilpartire dal 15 gennaio 2013, l’azienda tratta di risultati che hanno una significativa ricaduta per l’eco- programma “Un risparmio che cre-si chiama Energy Time S.p.A, mentre Ripalimosani, 16/01/2013 nomia italiana e che costituiscono dei progressi effettivi in un sce!” è dedicato ai clienti installatoririmane invariato l’indirizzo della sede. processo di riconversione orientato alla green economy». Schüco. Gentile cliente/ fornitore Desideriamo informarLa che a partire dal 15/01/2013, Premier Power Italy S.p.A. è diventata ENERGY TIME S.p.A. Pertanto la nuova denominazione sociale è la seguente: ENERGY TIME S.p.A. Gestionec.da Taverna del Cortile snc del tuo impianto sempre a portata di mano e controllo 86025 Ripalimosani (CB) C.F. e P.I. 01590260707 REA – Campobasso – n. 120189 Capitale Sociale € 1.250.000,00 i.v. Grazie alla combinazione del sistema Eos-Array e dei moduli Eos-Web, i grafici relativi all’efficienza di produzione Cordiali Saluti dell’impianto e la gestione ed analisi di tali informazioni sono accessibili dall’utente in modo semplice ed automatico attraverso il web, ed ora anche direttamente dal tuo smartphone. Modularità e flessibilità Massima compatibilità con i seguenti dispositivi: fanno di Eos-Web la soluzione • Inverter dei marchi più diffusi ideale per le installazioni su • Misuratori di energia – riconosciuti da Enel tetto e per parchi fotovoltaici. • Sistema Eos-Array per il controllo di ogni stringa • Protezioni di interfaccia Accedi al nostro impianto GENNAIO - FEBBRAIO 2013 PV Carlo Gavazzi S.p.A. - Via Milano, 13 - I-20020 - Lainate (MI) - Italia - Tel: +39.02.93.176.1 Fax: +39.02.93.176.301 e-mail: info@gavazziacbu.it
    • 6 SOLARE BUSINESS UN PREMIO AL PARCO NEWS UN BANDO PER IN PIEMONTE FIRMATO CANADIAN I RIFUGI DI MONTAGNA LA PRIMA CASA “GOLD” GRAZIE AL SISTEMA AQUAREA DI PANASONIC LABITAZIONE DI BOVES, IN PIEMONTE, È QUASI AUTOSUFFICIENTE DAL PUNTO DI VISTA Il parco solare da 148 MW costituito da 636.000 moduli fotovoltaici CS6P-P ENERGETICO di Canadian Solar e installato a sud di Il sistema Aquarea Il ministero dello Sviluppo Economico Brandeburgo (Germania) in unarea Panasonic è stato ha avviato un bando finalizzato mineraria dismessa, si è aggiudicato scelto per abbatte- all’efficientamento dei generatori il riconoscimento nella categoria re i consumi della elettrici all’interno dei rifugi di “Progetto Fotovoltaico dell’Anno” del prima casa italiana montagna rientranti nelle categorie Power-Gen International 2012. in classe Gold rea- C, D ed E, tramite l’installazione lizzata a Boves, in di pannelli fotovoltaici, collettori AL VIA IN SPAGNA LE MEGA Piemonte. L’edificio, solari, aerogeneratori, piccoli gruppi premiato lo scorso elettrogeni e centraline idroelettriche, CENTRALI SENZA INCENTIVI novembre a Cuneo gruppi elettrogeni funzionanti a Con l’appoggio dei governi regionali da CasaClima, è gas metano biologico, con potenza di Extremadura e Murcia, la spagnola quasi autosufficien- elettrica non superiore a 30 kW. Le Solaria e la tedesca Solarstrom hanno te dal punto di vista energetico, con una riduzione del 78% sui domande possono essere presentate dato il via alla realizzazione dei primi fino al 27 febbraio 2013. grandi impianti fotovoltaici senza costi di riscaldamento. Il committente voleva una soluzione Info: www.sviluppoeconomico.gov.it incentivi. Solaria ha in programma per il riscaldamento e l’acqua sanitaria in grado di rende- linstallazione di 150 MW a Toledo re l’edificio praticamente autosufficiente dal punto di vista VENETO: I SITI NON IDONEI mentre Solarstrom realizzerà 165 MWp energetico, rientrando così nella prestigiosa fascia energetica PER IL FV A TERRA in Extremadura, in collaborazione con Gold. La scelta è ricaduta quindi sulla pompa di calore Aquarea Il Consiglio regionale del Veneto ha alcuni partner locali. Panasonic che, grazie allalimentazione di un sistema di pan- approvato la deliberazione della nelli fotovoltaici, garantisce massimo risparmio energetico, Giunta che individua i siti non idonei DA ESPE IMPIANTO efficienza, minima emissione di CO2 e ingombro ridotto. allinstallazione di impianti fotovol- DA 1 MW PER ELECTROLUX taici a terra, tra i quali quelli inseriti nella lista mondiale dellUnesco, le zone di particolare interesse paesag- gistico, le zone umide di importanza DA QUESTO MESE internazionale, la Rete Natura 2000, SOLARE le aree naturali protette, i geositi, le aree agricole con produzioni agroali- mentari di qualità e quelle a elevato BUSINESS Espe ha realizzato sul tetto della utilizzo agricolo. Electrolux Professional di Pordenone un impianto fotovoltaico da 1MW TORNANO A FABRIANO composto da 4.120 moduli Conergy “LE GIORNATE DELL’ENERGIA” Ecopro e 9 inverter Socomec. L’azienda padovana, in qualità di Esco, rimane ESCE CON CADENZA BIMESTRALE. proprietaria dell’impianto e vende a Electrolux l’energia prodotta per il PER RICEVERE TUTTI I soddisfacimento dei bisogni interni. NUMERI DELLA RIVISTA, ANCHE FONDI EUROPEI PER IL SOLARE A CONCENTRAZIONE IN FORMATO ELETTRONICO, Confindustria Ancona, dopo il succes- La Commissione Europea, nellam- bito del programma di cooperazione COMPILA IL FORM SU so riscontrato nella prima edizione, presenta la seconda edizione della ma- euromediterranea sul solare a concentrazione, ha assegnato 5 milioni di euro al Consorzio Arca dellUniver- www.solarebusiness.it nifestazione “Le giornate dellenergia”, che si terrà dal 18 al 20 aprile 2013 presso la Città dello Sport di Fabriano, sità di Palermo per produrre energia con l’obiettivo di promuovere energie elettrica, acqua calda e raffrescamento rinnovabili, efficienza energetica, estivo per le comunità locali dellarea smart city e mobilità sostenibile. mediterranea. Info: www.legiornatedellenergia.it GENNAIO - FEBBRAIO 2013
    • SOLARE BUSINESS 7IL FV PER COPRIRE LA NEWS GLI INVERTER FRONIUS CONFORMI LE RINNOVABILI IN GIOCODOMANDA MONDIALE DI ENERGIA ALLA NORMATIVA CEI 0-21Basterebbe che il fotovoltaico coprisse Fronius hameno dell’1% della superficie globale ottenuto laper soddisfare la domanda di energia TORNA COMUNICAGAME, PROGETTO DI EDUCAZIONE AMBIENTALE PER LE dichiara-elettrica prevista al 2050, tutelando SCUOLE PRIMARIE REALIZZATO DA INFOENERGIA, LA RETE DI SPORTELLI zione diambiente e paesaggio. È quanto PER LAMBIENTE DELLE PROVINCE DI MILANO E BRIANZA conformitàdimostrato dallo studio del WWF alla nor-L’atlante del Fotovoltaico, redatto in Dopo il successo delle mativa CEIcollaborazione con First Solar, 3TIER e prime due edizioni, 0-21 perFresh Generation e presentato al World anche per lanno scola- gli inverterFuture Energy Summit a Dubai. stico 2012-2013 verrà della serie proposto alle scuole IG Plus eWAGNER: KIT AD ALTE PRESTAZIONI primarie delle province CL, emes- di Milano e Monza e sa dallente TÜV Rheinland. A partire Brianza un percorso dal 1° gennaio 2013 tutti i produttori formativo da attuare di inverter sono tenuti a disporre di attraverso un semplice tale certificazione. gioco da tavolo, fornito gratuitamente a ciascun alunno, con lo CENTROSOLAR E FABRIS PER scopo di informare i bambini circa le tematiche dell’efficienza energetica e delle fonti rinnovabili, trasferendo nozioni base LINTEGRATO INNOVATIVO Centrosolar ha avviato una collabora- sulle tecnologie, sugli interventi e sui comportamenti quo- zione con Fabris, specializzata nellaIl kit solare per acqua calda sanitaria tidiani volti al risparmio energetico. L’iniziativa è composta realizzazione di manti per copertura,SecuTerm di Wagner& Co. si conferma da due incontri che saranno svolti presso le classi dal team di per la produzione di Dachy, sotto-ancora più affidabile e performante gra- Infoenergia, che illustrerà ai bambini le regole del gioco, orga- struttura componibile per il fotovoltai-zie alla certificazione ottenuta dal nizzando una partita in classe. «Con questo progetto» afferma co integrato innovativo, grazie allaSolar Keymark. Progettato per l’installa- Giuseppe Bono, amministratore di Infoenergia «grazie all’ef- quale i tempi di installazione di unzione su tetto piano o inclinato, garan- ficace collaborazione degli enti locali intendiamo contribuire impianto fotovoltaico possono ridursitisce un’ottima efficienza anche in caso alla diffusione di conoscenze e di consapevolezza tra i bambini, notevolmente.di ridotta radiazione solare e, grazie e le famiglie, sui temi delall’innovativa protezione termostatica, risparmio e dell’efficienzaassicura ottime prestazioni nel tempo. energetica». NASCE HAPPY SOL: EFFICIENZA ENERGETICA PER IL RESIDENZIALE Nasce Happy Sol: un’azienda italiana del gruppo Enerpoint, che ha come obiettivo quello di far conoscere le potenzialità delle energie rinnovabili e i suoi benefici abbinati a sistemi di efficienza energetica tangibili nella vita domestica di tutti i giorni. Il punto di partenza di questo progetto è la convinzione che il mercato dell’energia stia subendo un cambiamento radicale, dirigendosi inevita- bilmente verso l’eco-sostenibilità ambientale. Il messaggio che l’azienda vuole veicolare è legato all’efficienza energetica, scelta fondamentale per un futuro migliore: l’innovazione tecnologica che incontra le fonti naturali e pone le basi per lo sviluppo di uno stile di vita differente, riscrivendo il modo di consumare energia. L’offerta Happy Sol comprende il check up energetico gratuito dei consumi, soluzioni fotovoltaiche chiavi in mano, pompe di calore, LED e soluzioni di domotica residenziale. Per informazioni: info@happysol.it GENNAIO - FEBBRAIO 2013
    • 8 SOLARE BUSINESS PRIMO PIANO PIÙ AUTOCONSUMO, PIÙ VANTAGGI RIDURRE LA QUANTITÀ DI ENERGIA ACQUISTATA DALLA RETE (PIÙ COSTOSA), INCREMENTANDO L’UTILIZZO DI QUELLA PRODOTTA CON IMPIANTO FOTOVOLTAICO, SIGNIFICA MASSIMIZZARE I BENEFICI ECONOMICI, VELOCIZZANDO I TEMPI DI RIENTRO DELL’INVESTIMENTO E RIDUCENDO IL COSTO MEDIO DEL KWH di Raffaele Castagna il mercato, con il lancio di nuovi prodotti finalizzati a favorire questa pratica, sia le istituzioni che attraverso nuove normative spingono a incrementare il consumo diretto dell’energia prodotta. Oltre all’immediato ritorno economico occorre quindi cominciare a considerare i vantaggi del fotovoltaico soprattutto in termini di risparmio, nell’ottica di un futuro sempre più all’insegna dell’indipendenza energetica dalle fonti fossili. L’ingresso delle nuove forme di incentivazione e di specifici strumenti tecnologici volti all’autoconsumo è quindi da intendersi in misura propedeutica a un impiego dell’energia fotovoltaica negli anni a venire incentrata sulla produzione e l’utilizzo diretto dell’energia elettrica pulita. NUOVE SOLUZIONI IN ARRIVO Oltre agli incentivi previsti dal 5° Conto Energia, che assicurano quindi un Foto: SMA ritorno economico piuttosto allettante per l’energia direttamente consumata, Ne ha fatta di strada il fotovoltaico la quota maggiore possibile di energia anche da parte del mondo industriale del rispetto ai tempi in cui muoveva i primi prodotta invece di cederla in rete, e fotovoltaico si assiste alla realizzazione passi nel mondo delle installazioni massimizzare così il risparmio in bolletta. di prodotti in grado di offrire sempre più residenziali e commerciali. E in questo senso si stanno muovendo sia vantaggi al consumatore sotto il versante E così, inevitabilmente, con lo sviluppo e il successo crescente di questa tecnologia che sta prendendo sempre più piede sui SMA tetti degli italiani, le tariffe incentivanti SUNNY HOME MANAGER stanno a mano a mano diminuendo. SISTEMA DI CONTROLLO PER LA GESTIONE INTELLIGENTE DELL’ENERGIA Ma questa notizia non significa certo DOMESTICA una diminuzione dei vantaggi di questa tecnologia, bensì un cambio di direzione Funzioni: Analisi dettagliata dei consumi domestici, integrazione con le previsioni nel modo di concepirne l’impiego. meteorologiche regionali, visualizzazione di suggerimenti per il controllo dei consumi, controllo automatico ed intelligente delle utenze tramite un massimo di 10 prese radiocomandate SMA. DAL GUADAGNO AL RISPARMIO Comunicazione inverter: bluetooth Nell’ottica del raggiungimento della Alimentazione di tensione: alimentatore a spina cosiddetta “grid parity”, ovvero il momento esterno in cui l’energia elettrica prodotta a partire Tensione di ingresso: 100 V - 240 V CA; 50/60 Hz da fonti di energia alternative, come il Temperatura ambiente: -25 °C +60 °C solare, avrà lo stesso prezzo dell’energia Valore massimo ammissibile per l’umidità relativa: tradizionale, occorre volgere lo sguardo 5% - 95% non più agli incentivi come primaria Memoria: fino a 5 giorni di portal buffer Dimensioni: 170x124,5x41,5 mm fonte di guadagno derivata dagli impianti Peso: 0,22 kg fotovoltaici, bensì all’autoconsumo, cioè Garanzia: 5 anni alla possibilità di utilizzare direttamente GENNAIO - FEBBRAIO 2013
    • SOLARE BUSINESS 9 degli elettrodomestici o di qualsiasi altro ESPE macchinario che impieghi consumo elettrico. In questo caso dunque, anziché ESPE SMART ENERGY aspettare l’avvio di produzione di energia da parte dell’impianto, i sistemi di SISTEMA DI CONTROLLO PER LA GESTIONE INTELLIGENTE DELL’ENERGIA home management gestiscono l’impiego DOMESTICA dell’energia nell’arco dell’intera giornata, calcolando il momento migliore per Funzioni: Smart Energy Espe è un sistema azionare le differenti apparecchiature completo per la gestione energetica degli 1 elettroniche presenti di norma in edifici, in grado di soddisfare in un’unica un’abitazione media. 2 soluzione il fabbisogno di energia elettrica ed I modelli più sofisticati sono addirittura energia termica. Tutti i sistemi sono collegati ad una centralina intelligente chiamata capaci di esaminare le variazioni delle Smart Box che controlla, supervisiona e gestisce la fornitura di energia a seconda 4 tariffe energetiche nelle 24 ore in modo delle necessità. da poter adeguare il consumo di corrente dell’abitazione non solo in base alladell’autoconsumo. di energia prodotta dall’impianto potenza dell’impianto fotovoltaico ma Oggi le principali strade intraprese fotovoltaico, evitando così di prelevare anche al prezzo dell’energia elettrica in rete.in questa 2direzione sono tre. La prima elettricità dalla rete. La seconda strada Inoltre alcuni sistemi possiedono 1 2 1 1 2 1consiste nella realizzazione di inverter riguarda la realizzazione di apparecchi un’applicazione per il meteo che consentesempre più smart, in grado cioè non specificamente dedicati alla gestione di stimare quale sarà di volta in voltasoltanto di gestire l’energia prodotta, dell’energia prodotta in relazione al la produzione fotovoltaica in modo dama anche di “capire” quando è l’ora di consumo domestico. ottimizzarne ulteriormente l’utilizzo. Sulutilizzarla. Questi inverter speciali sono 1 A differenza degli inverter smart mercato esistono ancora poche soluzionicioè capaci di accendere gli elettrodomestici si tratta di vere e proprie centraline di questo tipo, ma si stima che nell’arco 3 del 2013 il numero di questi prodottial raggiungimento di un valore minimo programmate per un controllo attivo 2 1 1 2 31 3 2 1 1 2 3 1 1 3 2 1 1 2 1 3 2 4 GENNAIO - FEBBRAIO 2013 5
    • 10 SOLARE BUSINESS tradizionale. Molto più elevate sono le FRONIUS percentuali ottenute dai prodotti di home management e storage. Un dispositivo ENERGY MANAGEMENT RELAY che controlla il consumo energetico degli SISTEMA DI GESTIONE ENERGETICA elettrodomestici e gestisce l’impiego PER INVERTER FRONIUS IG PLUS, dell’energia autoprodotta può infatti FRONIUS IG TL E FRONIUS CL raggiungere percentuali di risparmio del 60%. Se a quest’ultimo si affianca un Funzioni: Impostazione soglie di inverter con batterie per piccoli accumuli attivazione e disattivazione degli inverter. la percentuale può salire addirittura al Se l’inverter eroga una potenza superiore 70%. Livelli di autoconsumo compresi fra a quella impostata viene attivata un’uscita il 70% e l’80% sono invece possibili grazie relè e l’energia elettrica fotovoltaica a sistemi di storage con una capacità di prodotta viene utilizzata per far funzionare un dispositivo di consumo. Se invece la stoccaggio fra i 9 e i 13 kWh se paragonati resa energetica scende al di sotto del valore impostato l’uscita relè viene disattivata e all’impiego di energia medio di una famiglia l’energia prodotta dall’impianto viene immessa in rete. di quattro persone. Tensione massima: CC 50 V; CA 250 V Quasi proporzionali al risparmio Corrente massima: CC 1 A; CA 4 A energetico ottenuto, sono i prezzi alla vendita di queste tecnologie. Se quindi i sistemi di ottimizzazione dell’energia aumenterà consistentemente. da riutilizzare nei momenti di picco di prodotta dai moduli fotovoltaici in Poche in commercio finora, ma consumo giornaliero o energy manager in attività presentano un costo piuttosto destinate a diffondersi entro la fine grado di gestire anche l’energia accumulata contenuto, incidendo di circa l’1,5% sul dell’anno, sono anche le soluzioni che da sistemi di stoccaggio. costo complessivo di un impianto solare, abbracciano la terza direzione intrapresa Ma quanto risparmio riescono a leggermente maggiore è la percentuale dal mercato, che consiste in sistemi per garantire? Anche in questo caso la relativa ai sistemi di home management, lo stoccaggio dell’energia. Tali soluzioni risposta varia a seconda della soluzione pari circa al 5%. Di gran lunga superiore è consentono l’accumulo dell’energia impiegata. In media un inverter dotato di invece l’incidenza del costo di un sistema prodotta assicurandone un reimpiego un sistema switch, che consente appunto di storage, sebbene sia ancora difficile successivo, ad esempio nelle ore serali. l’accensione degli elettrodomestici all’avvio quantificarlo oggi, dal momento che ancora Grazie a questi apparecchi non solo si della produzione di energia dell’impianto non esiste un vero e proprio mercato di è in grado di ottimizzare il consumo fotovoltaico, assicura un autoconsumo tali soluzioni. Si stima comunque che ad di energia disponibile in un preciso superiore di circa il 10-15% a quello oggi potrebbe rappresentare fino al 20% momento, ma anche di non sprecare la garantito da un’installazione fotovoltaica dell’investimento complessivo. corrente prodotta in eccesso, rendendola disponibile, ad esempio, quando l’impianto fotovoltaico non fosse produttivo o quando DA SCHÜCO FV E POMPA DI CALORE il profilo tariffario di consumo fosse particolarmente oneroso. Schüco ha lanciato un COSTI E RICAVI nuovo sistema che utilizza una Se per chiarezza descrittiva si è finora pompa di calore parlato di tre grandi categorie di sistemi in abbinamento per la gestione intelligente dell’energia a un impianto al fine di favorire l’autoconsumo, non si fotovoltaico. devono comunque pensare tali soluzioni Con questa come tecnologie isolate e a se stanti. soluzione è Infatti tutti questi sistemi possono anche dunque possibile convivere tra loro, combinandosi in trasformare modalità tali da raggiungere prestazioni l’energia elettrica generata dall’impianto fotovoltaico in energia termica per il riscaldamento dell’acqua che portano il valore di autoconsumo sanitaria. In tal modo si può quindi ottimizzare l’utilizzo dell’energia fotovoltaica vicino al 100%. Sono infatti sempre più incrementando l’autoconsumo. Il sistema è gestito dall’inverter fotovoltaico che mette frequenti prodotti, in fase di progettazione in funzione la pompa di calore nel momento in cui rileva un alto livello di irraggiamento. o in prossimità di un lancio sul mercato, Grazie alla connessione tra la pompa di calore e l’inverter Schüco, infatti, questa che integrano differenti modalità di funzione viene attivata automaticamente proprio nelle ore diurne, quando l’impianto sta gestione smart dell’energia. Come ad producendo energia, aumentando così il livello di autoconsumo dell’energia fotovoltaica esempio gli inverter dotati di batterie per ed abbattendo i consumi di gas per il riscaldamento dell’acqua sanitaria. garantire un piccolo accumulo di energia GENNAIO - FEBBRAIO 2013
    • SOLARE BUSINESS 11 SOLARWATT ENERGY SOLUTION IBC SOLAR IBC SOLGUARD SISTEMA DI CONTROLLO PER LA GESTIONE INTELLIGENTE DELL’ENERGIA DOMESTICA Funzioni: È un sistema che assicura l’utilizzo ottimale dell’energia fotovoltaica, combinando il monitoraggio SISTEMA DI CONTROLLO PER LA GESTIONE dell’impianto INTELLIGENTE DELL’ENERGIA DOMESTICA con un controllo programmato dei Funzioni: Lo starter kit di Solarwatt Energy Solution per consumi dei singoli elettrodomestici. Adatto ai sistemi fotovoltaici l’introduzione nel mercato è costituito da due elementi principali: medio piccoli; elaborazione automatica dei dati meteorologici; Energy Manager e Solarwatt Energy Portal. Solarwatt Energy passaggio automatico alla modalità di autoconsumo; Manager aziona gli apparecchi autonomamente in tempi ideali registrazione del consumo dei singoli elettrodomestici. in funzione delle indicazioni individuali e ottimizza il consumo di Input analogico: 2 corrente in maniera efficace. Con i dati acquisiti per la produzione Input digitale: 2 di energia e per il consumo energetico, gli utenti dell’Energy Porte: RS485, RS422, Ethernet Manager potranno, inoltre, ricalcolare esattamente il risparmio Dimensioni: 200x150x36 mm ottenuto con l’integrazione della soluzione per l’accumulo di Memoria: CF-CARD Solarwatt. Numero massimo di inverter collegabili: 10 INSIEME FACCIAMO GIRARE L’ENERGIAModuli FV MPrime colorati 210-240W Moduli FV MPrime 230-255W / 3R Power-one TRIO Aurora® PVI-DESKTOP Power-one UNO Carico meccanico testato a 7000PaMARTIFER SOLAR POWER-ONECorso Italia, 8 | 20122 Milano Via S. Giorgio, 642 GENNAIO - FEBBRAIO 2013T. +39 02 89 093 430 | F. +39 02 72 095 397 www.mprimesolar.com 52028 Terranuova B.ni, Italiainfo.it@mprimesolar.com www.martifersolar.com T. +39.055.9195.213 | F. +39.055.9198.185 www.power-one.com
    • 12 SOLARE BUSINESS ATTUALITÀ CONTO TERMICO: COME ACCEDERE AGLI INCENTIVI COME GIÀ AVVIENE PER IL FOTOVOLTAICO, ANCHE PER LE RINNOVABILI TERMICHE SARÀ IL GSE A PROVVEDERE ALL’ASSEGNAZIONE, EROGAZIONE E REVOCA DEI CONTRIBUTI ECONOMICI DESTINATI SIA AI PRIVATI SIA ALLE AMMINISTRAZIONI PUBBLICHE IL CONTO TERMICO HA UNA dellintervento per il quale viene richiesto DURATA DI 2 ANNI PER GLI l’incentivo e sull’edificio sul quale viene IMPIANTI SOTTO I 50 MQ E DI 5 ANNI PER QUELLI SUPERIORI realizzato. PRENOTAZIONE Mentre i privati potranno accedere agli incentivi unicamente con questa modalità, per il settore pubblico è prevista anche la “Prenotazione”. In questo caso il soggetto responsabile può presentare una scheda- domanda a preventivo, resa disponibile dal GSE, tramite la quale si richiede l’accesso rimarranno in vigore agli incentivi prima della realizzazione fino al 31 giugno 2013 dell’intervento. Affinché il GSE proceda e che sono destinate all’erogazione degli incentivi il richieden- Dopo l’emanazione a novembre del unicamente ai soggetti privati. Sia il set- te deve presentare, entro 60 giorni dalla decreto “Conto Termico” e l’ok della Con- tore pubblico sia quello privato potranno data di accettazione della prenotazione ferenza Unificata, il decreto che disciplina usufruire del sistema incentivante tramite dell’intervento, una dichiarazione sosti- l’incentivazione di interventi di piccole un iter standard denominato “Accesso di- tutiva di atto notorio attestante la data di dimensioni per l’incremento dell’efficienza retto” che prevede l’inoltro della richiesta avvio dei lavori. Entro 12 mesi dalla data energetica e per la produzione di ener- al GSE attraverso la compilazione della di accettazione della prenotazione dell’in- gia termica da fonti rinnovabili è stato "scheda-domanda" predisposta dal Gestore tervento previsto, il soggetto responsabile pubblicato il 2 gennaio 2013 sulla Gazzetta stesso, entro 60 giorni dalla fine dei lavori. dovrà, inoltre, presentare la dichiarazione Ufficiale. Anche il solare termico, quin- Con la domanda vengono fornite infor- sostitutiva di atto di notorietà attestante la di, sarà finalmente dotato di un sistema mazioni sulle caratteristiche specifiche conclusione dei lavori. incentivante: sia i privati e le imprese, sia le pubbliche amministrazioni beneficeranno di un contributo statale che andrà a coprire LE TARIFFE PER IL SOLARE TERMICO circa il 40% del costo di installazione di Il Conto Termico prevede l’erogazione di euro al mq per il solare termico tradizionale ai collettori solari. contributi economici per chi installa un impianto 72 euro al mq per gli impianti a concentrazione. ACCESSO DIRETTO solare termico e ha una durata di 2 anni Differenti anche gli incentivi per il solare termico quando la superficie ricoperta dai pannelli è a concentrazione con solar cooling: 306 euro Il soggetto responsabile dell’erogazione inferiore ai 50 mq e di 5 anni, se la superficie al mq per gli impianti sotto i 50 mq (contro dei contributi economici è il Gestore dei supera i 50 mq. I contributi variano in caso i 255 euro al mq previsti per il solar cooling Servizi Energetici (GSE): così come già di ricorso al solar cooling e per gli impianti a “tradizionale”), 100 euro al mq per gli impianti avviene per i vari sistemi incentivanti che concentrazione, a causa dei maggiori costi della più grandi (contro gli 83 euro previsti per il solar tecnologia. Mentre un impianto tradizionale con cooling non a concentrazione). da qualche anno sono stati introdotti per una superficie il settore fotovoltaico, anche per il solare captante termico il GSE provvederà all’assegnazione, inferiore a 50 GLI INCENTIVI erogazione e revoca degli incentivi secon- mq beneficerà di Contributo per gli impianti con Contributo per gli impianti 170 euro al mq, do le modalità e le tempistiche previste, un impianto a Tipologia di intervento superficie solare lorda inferiore con superficie solare lorda o uguale a 50mq superiore a 50mq che saranno pubblicate entro sessanta concentrazione giorni dall’entrata in vigore del decreto il 3 otterrà un Impianti solari termici 170 (€/mq) 55 (€/mq) gennaio 2013. Il Gestore ha già avviato sul contributo di Impianti solari termici 221 euro al mq, 255 (€/mq) 83 (€/mq) proprio sito la nuova sezione web relativa mentre nel caso con sistema di solar cooling al Conto Termico, con tutte le informazioni di impianti dove Impianti solari termici 221 (€/mq) 72 (€/mq) sul meccanismo di incentivazione. An- la superficie dei a concentrazione che il settore pubblico, come detto, potrà collettori solari Impianti solari termici supera i 50 mq a concentrazione con 306 (€/mq) 100 (€/mq) beneficiare del Conto Termico, a diffe- si passa dai 55 sistema di solar cooling renza delle detrazioni fiscali del 55%, che GENNAIO - FEBBRAIO 2013
    • SOLARE BUSINESS 13Rendimento sicuro del vostro investimento Rendimento sicuro del vostro investimento **Il primo modulo solare ‘PID-Free’ al mondo testato a 85°C di temperatura e 85% di Il primo modulo solare ‘PID-Free’ al mondo testato a temperatura e 85% diumidità relativa che assicura la massima resa del vostro impianto fotovoltaico dove umidità relativa che assicura la massima resa del vostro impianto fotovoltaico dove e quando volete.e quando volete. Jinkosolar, una storia da raccontare www.jinkosolar.comJinkosolar, una storia da raccontare www.jinkosolar.com GENNAIO - FEBBRAIO 2013 * PID Degrado del potenziale indotto * PID Degrado del potenziale indotto
    • 14 SOLARE BUSINESS APPROFONDIMENTI IL FOTOVOLTAICO PER LAGRICOLTURA LUTILIZZO DELLE RINNOVABILI IN AMBITO AGRICOLO CONSENTE AGLI IMPRENDITORI DI DIVERSIFICARE LE PROPRIE FONTI DI REDDITO, OLTRE A CONTRIBUIRE AL FABBISOGNO ENERGETICO E A DETERMINARE NOTEVOLI BENEFICI AMBIENTALI Sono sempre di più gli agricoltori che specifici orientamenti: la possibilità hanno scelto di installare impianti per di ridurre l’effetto serra tramite la la produzione di energia pulita presso le diminuzione dei gas nocivi emessi in LA SERRA DI KIWI proprie aziende. atmosfera, lapporto dato alla garanzia ECOSOSTENIBILE Il fotovoltaico, insieme a biomasse, dellapprovvigionamento energetico biogas e solare termico, ha trovato e il contributo che linstallazione di terreno fertile per lespansione nel mondo impianti da fonti rinnovabili può agricolo, a partire dalle applicazioni a apportare al reddito agrario. Nel caso terra per arrivare agli impianti distribuiti specifico del fotovoltaico, i benefici sui tetti di molti edifici rurali come offerti dallapplicazione della tecnologia stalle, serre, magazzini, capannoni, green riguardano diversi aspetti, dalla agriturismi e abitazioni. Oggi il mondo possibilità di rendere la propria attività agricolo è protagonista di primo piano autonoma dal punto di vista energetico, della cosiddetta generazione distribuita, con un conseguente risparmio sulla ovvero della diffusione degli impianti per bolletta, ai guadagni provenienti dalla la produzione di energia pulita nei luoghi vendita di parte dellenergia prodotta, dove lenergia stessa viene consumata. al sostegno offerto dagli incentivi del Questa pratica ben si sposa con le Conto Energia, in particolare nei casi in esigenze di chi è a stretto contatto con la cui vengano realizzati sistemi fotovoltaici terra e i suoi prodotti per lidea stessa di contestualmente alla bonifica dellamianto autosufficienza (anche energetica) che è dai tetti. Come mostriamo in queste legata per sua natura allattività agricola. pagine, molti agricoltori hanno già colto Anche la Politica Agricola Comune (PAC), lopportunità di integrare il loro reddito fin dalla programmazione 2007-2013, attraverso la produzione di energia ha posto tra i suoi principali obiettivi la elettrica pulita nel rispetto dellambiente In località Borgo Faiti, nel comune di Latina, nel 2011 Belectric Italia ha produzione di energia rinnovabile. La installando moduli fotovoltaici. E alcuni realizzato per Azienda Agricola Pantano motivazione di tale scelta risiede nella hanno addirittura raggiunto la piena un impianto fotovoltaico integrato consapevolezza dell’importanza di tre autosufficienza energetica. sulla serra dedicata alla produzione di polline di kiwi e del kiwi rosso, varietà in fase di sperimentazione della quale nel 2013 si avrà uno tra i primi raccolti PRODUZIONE DI CEREALI A IMPATTO ZERO in Italia. Limpianto è stato concepito Lazienda agricola Benetti di Gavello, con lobiettivo di ottenere un risultato in provincia di Rovigo, attiva nella economicamente sostenibile a fronte coltivazione di mais e grano, dallo scorso di un metodo costruttivo innovativo, anno è completamente autonoma dal che consiste in coperture laterali in punto di vista dellapprovvigionamento polietilene e copertura della falda a elettrico grazie ad un impianto nord con pannelli sandwiches apribili fotovoltaico da 59 kWp, che ha una automaticamente, che ne assicurano producibilità annua attesa di 63.500 larieggiamento a seconda della kWh. Il sistema solare, integrato necessità e delle stagioni. Le 26 con caratteristiche innovative, è falde fotovoltaiche, esposte a sud, costituito da 246 moduli Upsolar sono costituite da 5.480 moduli a UP-S240P e tre inverter Power-One. film sottile First Solar FS 275 per una Linstallazione, realizzata da Elektra Srl, potenza di picco di 411 kWp, collegati è stata commissionata dal proprietario ad un inverter SMA Sunny Central SC dellazienda in occasione del rifacimento 500 CP. Grazie ad una produttività dei tetti dei capannoni agricoli, dai annua di circa 642 mila kWh il sistema quali sono state eliminati i materiali di fotovoltaico soddisfa il 95% del copertura in cemento amianto. fabbisogno energetico aziendale. Le firme dellimpianto: Elektra Srl, Power- Le firme dellimpianto: Belectric Italia, One, Upsolar. First Solar, SMA GENNAIO - FEBBRAIO 2013
    • SOLARE BUSINESS 15PARTNERSHIP VIRTUOSA NUOVE COPERTURETRA FOTOVOLTAICO E ALLEVAMENTO CON RIMOZIONE DELLETERNITIl Gruppo Sorelle Ramonda, proprietario di numerose stalleper lallevamento di polli e galline nel vicentino, è attivo nellaproduzione di energia pulita dal 2010, quando cedette in affittoa Elpo i tetti di 12 stalle per la realizzazione di un impianto"roof lease" autofinanziato composto da moduli Solariae inverter Solarmax, in occasione del quale linstallatoreristrutturò le coperture, migliorando limpatto architettonicodegli edifici e le condizioni climatiche interne.Lesperienza positiva delle prime installazioni negli anniseguenti ha portato il Gruppo Sorelle Ramonda ad investiredirettamente nel fotovoltaico, commissionando a Elpo larealizzazione di dodici impianti chiavi in mano sui tetti dialtrettanti allevamenti di proprietà, con moduli Solaria,JinkoSolar e inverter Solarmax.Ma non è tutto. Nel 2012 le due aziende hanno ufficializzatola loro partnership costituendo la società REF – Ramonda ElpoFotovoltaico, che nel 2012 ha realizzato l’installazione di unnuovo impianto fotovoltaico in provincia di Pordenone conmoduli Trina e inverter Power-One. Ad oggi la collaborazione La società agricola Sacchetto Lorenzo & Figli di Lagnascotra Elpo e il Gruppo (Cuneo) si occupa della produzione di mele e kiwi.Sorelle Ramonda ha Considerato lelevato fabbisogno energetico, dovutoallattivo 13 impianti al funzionamento dei frigoriferi e dei macchinari per laper una potenza lavorazione dei prodotti, nonché la necessità di smaltiretotale di 12.800 kWp. leternit presente nelle coperture di alcuni capannoni, ilElpo attualmente titolare ha scelto di riqualificare i tetti e contestualmente disi occupa anche installare un impianto fotovoltaico.della manutenzione T&G Sistemi ha realizzato un nuovo tetto costituito daldegli impianti, che sistema Enercover Top di Ondulit con nastri in film sottilecomprende il lavaggio Uni-Solar, totalmente integrato nella copertura Coverib colorperiodico dei moduli terracotta, sempre a marchio Ondulit, e 4 inverter Auroracon la macchina Solar Power-One.Clean. Grazie ad una potenza di picco pari a 40 kWp e ad unaLe firme degli impianti: produttività annua di circa 36.000 kWh, limpianto copre ilPower-One, Elpo, 20% circa del fabbisogno energetico dellazienda.JinkoSolar, Solaria, Le firme dellimpianto: Ondulit, Power-One, T&G Sistemi, Uni-Solarmax, Trina Solar SolarPIÙ COMFORT NELLE STALLE CON IL SOLAREL’azienda agricola Santo Stefano della Famiglia Facchinetti, con sede aBrignano (Bergamo) si occupa principalmente di allevamento di muccheda latte. Nel 2010, in occasione del rifacimento dei tetti di alcuni edifici,motivata dalla necessità di migliorare lisolamento termico e di rimuoverela copertura in eternit, la proprietà decise di diventare produttrice dienergia pulita. Lazienda Corna Srl si è occupata della progettazione edellinstallazione di 2.250 moduli Solarworld Sunmodule plus 225 polydisposti sui tetti delle stalle, del fienile e del ricovero attrezzi, e 70 inverterSMA, in collaborazione con Tecno Spot, che ha supportato linstallatore sindalla fase della progettazione.Le nuove coperture solari, oltre a fornire circa 500 mila kWh allanno dienergia pulita, con un notevole risparmio sulla bolletta elettrica, hannoconsentito una riduzione della temperatura interna delle stalle di circacinque gradi nei mesi estivi, con un miglioramento notevole delle condizionidegli animali e di conseguenza anche del latte prodotto.Le firme degli impianti: Corna Srl, SMA, Solarworld, Tecno Spot GENNAIO - FEBBRAIO 2013
    • 16 SOLARE BUSINESS ATTUALITÀ SOLARE BUSINESS 17 AFRICA: ENERGIA CHE CAMBIA LA VITA ATTUALITÀ AFRICA: ENERGIA CHE CAMBIA LA VITA IL FOTOVOLTAICO PUÒ OFFRIRE NOTEVOLI VANTAGGI NELLE AREE PIÙ REMOTE DEL PIANETA, DOVE LA MAGGIOR PARTE DEGLI ABITANTI NON HA ACCESSO AD ALCUNI BENI DI PRIMA NECESSITÀ COME ACQUA E LUCE. GRAZIE ALLINSTALLAZIONE DI SISTEMI SOLARI A ISOLA, SOLARWORLD NEGLI ULTIMI 5 ANNI HA PORTATO ELETTRICITÀ IN NUMEROSE COMUNITÀ DI AFRICA E AMERICA LATINA ABITANTI IL FOTOVOLTAICO PUÒ OFFRIRE NOTEVOLI VANTAGGI NELLE AREE PIÙ REMOTE DEL PIANETA, DOVE LA MAGGIOR PARTE DEGLI NON HA ACCESSO AD ALCUNI BENI DI PRIMA NECESSITÀ COME ACQUA E LUCE. GRAZIE ALLINSTALLAZIONE DI SISTEMI SOLARI sono un chiaro programma Solar2World A ISOLA, SOLARWORLD NEGLI ULTIMI 5 ANNI HA PORTATO ELETTRICITÀ IN NUMEROSE COMUNITÀ DI AFRICA E AMERICA LATINA. esempio del contributo fondamentale programmaapportare lenergia solare nel che può Solar2World sono un chiaro miglioramento delle condizioni sanitarie, esempio del contributo fondamentale che può apportare della qualità della vita e lenergia solare nel nello sviluppo di territori miglioramento delle condizioni sanitarie, lontani dalla rete elettrica». della qualità della Il vita e nello sviluppo primo intervento in ordineterritori lontani di di tempo, portato a terminerete elettrica». dalla nel dicembre 2007, Il primo proprio prevedeva intervento in l’installazione di una pompa ordine di tempo, per la fornitura di acqua portato a termine in Sudafrica. Quella stessa nel dicembre pompa è ancora oggi in funzione presso NELLA REGIONE DEL FISSEL, IN SENEGAL, LENERGIA PRODOTTA DA 70 MODULI FOTOVOLTAICI SOLARWORLD GARANTISCE IL 2007, prevedeva proprio l’installazione FUNZIONAMENTO DI UNA POMPA PER LACQUA POTABILE E L’IRRIGAZIONE DEI CAMPI, COLTIVATI AD ORTAGGI NELLA REGIONE DEL FISSEL, IN SENEGAL, LENERGIA PRODOTTA DA 70 MODULI FOTOVOLTAICI SOLARWORLD GARANTISCE IL il parco naturale Komsberg Wilderness di una pompa per la fornitura di acqua in Nature Reserve. FUNZIONAMENTO DI UNA POMPA PER LACQUA POTABILE E L’IRRIGAZIONE DEI CAMPI COLTIVATI AD ORTAGGI Sudafrica. Quella stessa pompa è ancora Linstallazione di pannelli fotovoltaici irrigazione automatica senza doversi Linstallazione di pannelli fotovoltaici pompe idrauliche e sistemi di irrigazione oggi in funzione presso il parco naturale nelle zone isolate della Terra, dove non collegare alla rete elettrica. Si tratta di I VILLAGGI SOLARI DEL SENEGAL nelle zone isolate della Terra, dove non automatica senza doversi collegare alla Komsberg Wilderness Nature Reserve. vi è una rete elettrica a servizio delle soluzioni semplici da installare e di facile Nella regione del Fissel, in Senegal, vi è una rete elettrica a servizio delle rete elettrica. Si tratta di soluzioni semplici popolazioni locali, è in grado di apportare 35 mila persone, distribuite in 28 manutenzione, che permettono di mutare I VILLAGGI SOLARI DEL SENEGAL popolazioni locali, è in grado di apportare da installare e di facile manutenzione, notevoli benefici, dalla possibilità di avere notevolmente le condizioni igieniche, benefici, dalla possibilità di avere che permettono di mutare notevolmente villaggi, erano costrette ogni giorno ad notevoli Nella regione del Fissel, in Senegal, 35 accesso allacqua potabile allutilizzo affrontare i problemi dovuti alla mancanza accesso allacqua potabile allutilizzo leeconomiche, sanitarie e il livello di condizioni igieniche, economiche, mila persone, distribuite in 28 villaggi, di elettrodomesticie altre importanti di elettrodomestici e altre importanti sanitarie e il livellopopolazione di un Paese. Inerano costretteuna continua lotta per la istruzione della di istruzione della d’acqua, in ogni giorno ad affrontare apparecchiature nelle case, nelle scuole e e apparecchiature nelle case, nelle scuole questottica nata liniziativa Solar2World, i problemi dovuti allaprogetto did’acqua, popolazione dièun Paese. In questottica è sopravvivenza. Il mancanza SolarWorld, negli ospedali. In particolare lallestimento nata liniziativa Solar2World, con la quale a in una continua lotta per lacon Rotary negli ospedali. con la quale lazienda tedesca SolarWorld avviato in partnership sopravvivenza. di In particolare lallestimento di impianti impianti fotovoltaici autonomi a isola, partire dal 2007 si è impegnata a realizzareIl progetto di SolarWorld, avviato a mutare lazienda tedesca SolarWorld a partire dal International, ha contribuito in o stand alone, permette di alimentare fotovoltaici autonomi a isola, o stand 2007 si è impegnata a realizzare progetti del partnership concondizioni di vita di molte progetti solari umanitari in aree isolate in meglio le Rotary International, ha dispositivi comedi alimentare dispositivi alone, permette lampade e frigoriferi, Pianeta, dallAfrica allAmerica Pianeta, contribuito aLenergia prodotta da 70 moduli solari umanitari in aree isolate delLatina. persone. mutare in meglio le condizioni ma anche pompe idrauliche e sistemi di come lampade e frigoriferi, ma anche dallAfrica allAmerica Latina. di vita di molte garantisce tutto l’anno il fotovoltaici persone. Lenergia prodotta IL PROGETTO funzionamento di una pompa che fornisce da 70 moduli fotovoltaici garantisce tutto IL PROGETTO collaborazione con SolarWorld, in l’anno il funzionamento di per l’irrigazione acqua potabile e acqua una pompa organizzazioni umanitarie quali SolarWorld, in collaborazione conRotary chedei campi, coltivati ad ortaggi dalla fornisce acqua potabile e acqua organizzazioni umanitarie qualiha realizzato perpopolazione dei campi, coltivati ad Club e Liebenzeller Mission, Rotary l’irrigazione locale, che si è organizzata Club e Liebenzeller solari in numerosi Paesi ortaggi dalla popolazione locale, che sicosì oltre 80 progetti Mission, ha realizzato in cooperative. Linstallazione ha è oltrevia di sviluppo, per un totale di 450 in 80 progetti solari in numerosi Paesi organizzata in cooperative. Linstallazione la permesso di migliorare notevolmente inkW di pannelli installati a servizio di via di sviluppo, per un totale di 450 ha così permesso di migliorare e di creare una qualità dellalimentazione kW di pannelli installati a di formazione e ospedali, scuole, centri servizio di notevolmente ladi guadagno per circa 500 nuova fonte qualità dellalimentazione ospedali,nazionali, che di formazione e parchi scuole, centri hanno permesso e dipersone, che si occupano della vendita creare una nuova fonte di guadagno parchi nazionali, che pozzi per l’estrazione la realizzazione di hanno permesso perdegli ortaggi prodotti. si occupano la circa 500 persone, che Lutilizzo e della ladell’acqua, impianti diper l’estrazione realizzazione di pozzi depurazione vendita degli ortaggi prodotti. fotovoltaici manutenzione dei sistemi dell’acqua, impianti di depurazione e e sistemi di illuminazione stradale. Lutilizzo e la manutenzionedei villaggi, per i sono gestiti dagli abitanti dei sistemi sistemi di illuminazione stradale. fotovoltaici sono gestiti dagli abitanti dei corsi quali SolarWorld ha previsto appositi All’interno del programma Solar2World, All’interno del programma Solar2World, villaggi, per i quali SolarWorld ha previsto il continente africano ha avuto e ancora di formazione, durante i quali vengono il continente africano ha avuto e ancora specifici corsi di formazione, durante i GLI IMPIANTI FOTOVOLTAICI ISOLATI SONO DOTATI riveste un ruolo prioritario. Come spiega trasmesse le conoscenze specifiche. A tal DI BATTERIE CHE IMMAGAZZINANO L’ENERGIA riveste un ruolo prioritario. Come spiega quali vengono trasmesse le conoscenze PRODOTTA DAI PANNELLI GARANTENDO LA CONTINUITÀ Frank Asbeck, presidente del consiglio fine sono stati allestiti centri di formazione DELLAPPROVVIGIONAMENTO ANCHE DURANTE LE ORE Frank Asbeck, presidente del consiglio specifiche. A tal fine sono stati allestiti di amministrazione di SolarWorld AG, in loco, così come nelle altre regioni DI SCARSA INSOLAZIONE. LE BATTERIE SONO COLLEGATE di amministrazione di SolarWorld AG, appositi centri di formazione in loco, AL REGOLATORE DI CARICA, CHE CONTROLLA E GESTISCE LENERGIA RACCOLTA. OVE NECESSARIO, POI, LIMPIANTO «l’Africa è il continente più povero e ha ha «l’Africa è il continente più povero e così come nelle altre regioni dellAfrica in dellAfrica interessate dalliniziativa, È DOTATO DI UNO O PIÙ INVERTER, PER LA CONVERSIONE lala minore incidenza elettrificazione. minore incidenza di di elettrificazione. interessateSudafrica, Nigeria, Benin, Etiopia e Kenya, dalliniziativa, in Kenya, DELLA TENSIONE CONTINUA IN TENSIONE ALTERNATA. Gli impianti solari forniti nell’ambito Ruanda. Gli impianti solari forniti nell’ambito del del Sudafrica, Nigeria, Benin, Etiopia e Ruanda. GENNAIO - FEBBRAIO 2013 GENNAIO - FEBBRAIO 2013
    • SOLARE BUSINESS 17solarexpo.com UN EVENTO SEMPRE *più SPECIALIZZATO: PV - CSP - SOLAR THERMAL - SOLAR ARCHITECTURE UN EVENTO SEMPRE *più INTERCONNESSO CON LE ALTRE TECNOLOGIE ENERGETICHE INNOVATIVE UN EVENTO SEMPRE *più INTERNAZIONALE *più ! n expo UNO DEGLI EVENTI SUL SOLARE just a IMPORTANTI AL MONDO n mo re tha MOSTRA E CONVEGNO INTERNAZIONALE - 14A EDIZIONE MILANO • 8 - 10 MAGGIO 2013 GENNAIO - FEBBRAIO 2013
    • tata18 SOLARE BUSINESS 12 °pun TECNOLOGIE Conoscere il fotovoltaico: MODULI A CONFRONTO LA SCELTA DEL PANNELLO PIÙ ADATTO AL PROPRIO IMPIANTO SOLARE PASSA ATTRAVERSO LA CONOSCENZA DELLE DIVERSE TECNOLOGIE PRESENTI SUL MERCATO. LE SOLUZIONI SONO TANTE E RISPONDONO A ESIGENZE DIFFERENTI. DAL MONO AL POLICRISTALLINO, DAI MODULI RIGIDI AL FILM SOTTILE di Francesco Della Torre - www.enert.it quindi lasciato raffreddare ed esso, solidificandosi, assume la forma di un lingotto cilindrico a base quadrata con gli angoli smussati. Successivamente il lingotto viene sezionato in sottili wafer, con spessore di circa 250 µm; caratteristica che consente di sfruttare meglio il materiale. La connessione elettrica fra le celle elementari avviene mediante due contatti metallici, uno per ciascuna faccia, delle quali una è quella che verrà esposta all’irraggiamento solare. I pannelli in silicio policristallino o multicristallino sono composti da cristalli Foto: First Solar aggregati che però, a differenza di quelli OPERAI SPECIALIZZATI AL LAVORO DURANTE L’INSTALLAZIONE DI MODULI FOTOVOLTAICI che compongono le celle monocristalline, hanno una struttura non ordinata, I moduli fotovoltaici sono il “cuore” di caratteristiche molto differenti dagli altri disponendosi con forme ed orientamenti un impianto: il processo di conversione sistemi fotovoltaici in quanto costituiti da differenti. Tale particolarità rende molto dell’energia solare in energia elettrica pannelli che sfruttano la concentrazione semplice riconoscere un modulo di questo avviene infatti attraverso le celle di cui i dell’irraggiamento solare, ottenuta tipo rispetto agli altri: le superfici delle pannelli sono costituiti. La buona qualità mediante differenti sistemi (ottici, ecc.) per celle elementari si presentano infatti dell’intero impianto dipende dunque da incrementare notevolmente la producibilità disomogenee, ed è facile osservare delle quella dei moduli che ne fanno parte; delle celle fotovoltaiche e dunque dell’intero macro-strutture cristalline. La diversa in altre parole, con più il progettista modulo di cui esse fanno parte. tipologia del silicio utilizzato per la è competente nel scegliere il modulo realizzazione di questi pannelli rende il fotovoltaico adatto alle esigenze tecnico- PANNELLI RIGIDI policristallino meno costoso, anche se economiche del proprio committente, con I moduli di tipo rigido sono, in assoluto, leggermente meno efficiente, in termini meglio l’impianto realizzato si adatterà i più diffusi. Di essi fanno parte quelli in di produzione di energia elettrica, del ad esse. Risulta quindi molto importante silicio cristallino, in silicio amorfo ed i monocristallino. conoscere lo stato dell’arte delle differenti tipi ad eterogiunzione. La categoria dei I moduli in silicio amorfo impiegano caratteristiche tecniche dei moduli ad oggi moduli cristallini è la più diffusa e quella una quantità di silicio molto inferiore disponibili sul mercato. Infatti, soltanto usata fin dalle prime applicazioni, e può rispetto a quella usata per i pannelli avendo una visione d’insieme dell’intero essere ulteriormente suddivisa nei seguenti cristallini. Le celle vengono realizzate parco tecnologico dei moduli è possibile gruppi: moduli in silicio monocristallino, selezionare quello più adatto alle specifiche policristallino, multicristallino ed a silicio ESEMPIO DI MODULO esigenze progettuali e di installazione. microsferico. Questi ultimi sono ancora FOTOVOLTAICO FLESSIBILE A poco diffusi sul mercato e, di conseguenza, FILM SOTTILE IN LE TECNOLOGIE ancora troppo costosi per essere impiegati, SILICIO AMORFO se non in casi molto particolari. (MODELLO I pannelli fotovoltaici possono essere “POWERBOND suddivisi in tre grandi categorie: rigidi I moduli monocristallini sono PVL-136”) (dal punto di vista meccanico), flessibili composti da celle fotovoltaiche ottenute e a concentrazione. Approfondiremo industrialmente secondo un processo detto di seguito le principali caratteristiche dei di melting; la materia prima impiegata è primi due gruppi di moduli, riservandoci costituita da cristalli di silicio ad elevata di trattare la tecnologia a concentrazione purezza che vengono fatti fondere e posti Foto: United Solar in un articolo dedicato. Gli impianti poi a contatto con un seme di cristallo Ovonic a concentrazione presentano infatti siliceo. Il composto così ottenuto viene GENNAIO - FEBBRAIO 2013
    • SOLARE BUSINESS 19depositando il materiale siliceo medianteestrazione da un gas, tipicamente silano SCHEMATIZZAZIONE DELLEo rosilano, molto diffusi in quantoimpiegati da decenni nella produzione dei TIPOLOGIE DI MODULI FVcomponenti elettronici a semiconduttore.Con il silicio amorfo è possibile realizzaresia moduli rigidi sia pannelli flessibili.Questi ultimi si prestano a svariateapplicazioni architettoniche ed estetiche,come per esempio il rivestimento disuperfici curve e calpestabili. Sono moltomeno fragili dei moduli rigidi cristallini esfruttano meglio l’irraggiamento diretto,quasi a prescindere dalla loro esposizione,e così pure l’irraggiamento diffuso, ma ilrendimento, già di per sé non molto elevato(circa la metà di quello dei moduli rigidiin silicio monocristallino), decresce con iltempo. I moduli rigidi ad eterogiunzionesono composti da celle formate a loro voltada due differenti celle abbinate, ciascunadelle quali maggiormente sensibile ad undeterminato intervallo di frequenze dellospettro solare. In tal modo si ottiene ilvantaggio di una maggior producibilitàrispetto ai moduli rigidi cristallini o in potenza intelligente e affidabileMicro Inverters EnecsysEnecsys sviluppa, produce e commercializza Resa energetica ottimizzataMicro Inverters solari connessi alla rete e Maggiore sicurezzasistemi di monitoraggio estremamente Maggiore durata e affidabilità (20 anni di garanzia)affidabili che off rono una eccellente propostadi valore per i sistemi fotovoltaici solari. Capacità di monitoraggio migliorata Progettazione e installazione semplificate dell’impianto solare GENNAIO - FEBBRAIO 2013info@enecsys.com | www.enecsys.com
    • 20 SOLARE BUSINESS silicio amorfo, anche se ciò va a discapito silicio microsferico sono composti da celle per le quali, appunto, si prevedono invece del rendimento. ottenute a partire da silicio policristallino, margini sensibilmente maggiori. ridotto in sfere del diametro di circa 0,75 MODULI FLESSIBILI millimetri ed ingabbiate in un substrato di I moduli di tipo flessibile sono molto alluminio. IMPIANTI DALLA A ALLA Z apprezzati in quanto, conformandosi Il nuovo libro "Sistemi fotovoltaici - Modellistica, alle superfici ove vengono adagiati, SVILUPPI FUTURI analisi e dimensionamento" curato da F. Della Torre, G. Sapienza consentono di semplificare la risoluzione I maggiori incrementi di efficienza attesi e V. Silvestro (Casa di problemi architettonici ed estetici; essi per il 2013 rispetto ai valori dell’anno Editrice Esculapio, F. Della Torre ✴ G. Sapienza ✴ V. Silvestro si suddividono in tre sotto-categorie: a film 2011 si avranno nel caso delle tecnologie Bologna) offre SISTEMI FOTOVOLTAICI una panoramica sottile, cristallini a silicio microsferico e ad a film sottile (+14,63% per i CIS e Modellistica, analisi e dimensionamento sulle modalità di eterogiunzione. A differenza di quelli di tipo +11,11% per i CdTe), mentre incrementi progettazione degli rigido, in questo caso come eterogiunzione sensibilmente inferiori si otterranno impianti ponendosi come un punto si impiega sia la tecnologia tandem, sia per i moduli monocristallini (+6,62%) e di riferimento per quella multigiunzione, che consente policristallini (+4,73%), come evidenziato appassionati e ope- la produzione di celle fotovoltaiche nel “Solar Energy Report” pubblicato ratori del settore. Ai lettori di Solare elementari per accostamento di più di due dall’Energy&Strategy Group del Politecnico Business interessati ESCULAPIO ▪ BOLOGNA celle con risposte spettrali differenti fra di Milano. Ciò è motivato dal fatto che la allacquisto del volume è riservato uno sconto loro. La tipologia a film sottile presenta tecnologia cristallina ha ormai raggiunto del 15% sul prezzo di copertina. Per usufruire dellofferta è sufficiente effettuare l’ordine attualmente moltissime realizzazioni, una piena maturità tecnica e dunque i direttamente dal sito web della casa editrice, che si differenziano prevalentemente per margini di miglioramento non sono molto www.editrice-esculapio.com, ed inserire il codice i composti chimici impiegati. Quelli a ampi, contrariamente alle altre tecnologie, “solarebusiness”. CONFRONTO TECNICO-ECONOMICO DELLE TIPOLOGIE PRINCIPALI DI MODULI FOTOVOLTAICI Mq necessari Costo rispetto Tipologia Rendimento % per produrre 1 a moduli Pregi Difetti kW monocrsitallini Rendimento elevato e stabile Costo elevato Silicio monocristallino 14 − 16 5 − 7,5 100% Tecnologia consolidata ed affidabile Tanto materiale per la produzione Costo Costo relativamente elevato Silicio policristallino 15 − 15,5 6−9 77% Meno delicati di quelli in Si monocristallino Molto sensibile alle impurità Costo Costo relativamente elevato Silicio multicristallino 11,5 − 13,5 6−9 77% Meno delicati di quelli in Si monocristallino Molto sensibile alle impurità Costo basso Semplicità di produzione, Degrado iniziale delle prestazioni Silicio amorfo 7,5 − 9,5 12 − 24 50% Buon rendimento per bassi valori di irraggiamento Alcuni dei materiali impiegati sono tossici Possibilità di moduli flessibili Buona resa con irraggiamento diffuso Costo basso Semplicità di produzione, Tossicità CdTe 10-13 9 − 13 46% Buon rendimento per bassi valori di irraggiamento Bassa disponibilità delle materie prime Possibilità di moduli flessibili Buona resa con irraggiamento diffuso Costo relativamente basso Semplicità di produzione, CIS 10 − 12 9 − 11 54% Buon rendimento per bassi valori di irraggiamento Tecnologia non del tutto matura Possibilità di moduli flessibili Buona resa con irraggiamento diffuso Resiste a temperature elevate Tossicità GaAs 20 − 21 10 − 11 57% Impiegabile nei moduli a concentrazione Bassa disponibilità delle materie prime Costo relativamente basso Tossicità del Cd CdCuS 4−6 9 − 10,5 49% Semplicità di produzione Sensibile allumidità Costo relativamente basso CuS 3,5 − 6,5 9 − 10 46% Sensibile allumidità Semplicità di produzione Costo relativamente basso EnS 11 − 13 9 − 11 50% Tossicità Caratteristiche molto stabili nel tempo Costo ancora troppo elevato Rendimento eccellente Eterogiunzione 20 − 22 5−6 100% Tecnologia non del tutto matura Sensibilità a quasi tutto lo spettro solare Tanto materiale per la produzione GENNAIO - FEBBRAIO 2013
    • SOLARE BUSINESS 21APPUNTAMENTISOLAREXPO 2013:EVOLUZIONE E INTERAZIONELA KERMESSE, CHE SI SVOLGERÀ DALL’8 AL 10 MAGGIO A MILANO, SARÀ IL FIOREALL’OCCHIELLO DELLA MANIFESTAZIONE “THE INNOVATION CLOUD”, CONCEPITA PERPROMUOVERE LE SINERGIE FRA LE ECCELLENZE TECNOLOGICHE A FAVORE DELLAGREEN ECONOMY Sarà Milano ad accogliere la 14ma dedicati al risparmio e alla gestioneedizione di Solarexpo: l’evento fieristico intelligente dell’energia. The Innovationpiù importante del Paese per l’energia Cloud rappresenta quindi la naturalesolare cambia location senza tradire però evoluzione della fiera, per dare alle aziendela sua fisionomia originaria, quella di del settore la possibilità di entrare inoffrire a espositori e visitatori un’occasione contatto con altre tecnologie legate alper incontrarsi e fare business, oltre a mondo delle rinnovabili elettriche, inuna piattaforma di eventi, convegni, modo da stimolare una sinergia virtuosadiscussioni sullo sviluppo del settore nel in grado di realizzare soluzioni sempre piùmercato futuro. L’edizione 2013 della all’avanguardia per il mercato del futuro.kermesse, abbandonata la storica sededi Verona, si svolgerà dall’8 al 10 maggiopresso i padiglioni di Rho-Fiera Milano, “UN MOMENTO DI DIALOGO E CONFRONTO”ma non sarà solo la location a cambiare.Solarexpo sarà infatti l’evento principale di Tre domande a Luca Zingale, fondatore e direttore scientifico di Solarexpo e di The Innovation CloudThe Innovation Cloud, un nuovo progettoespositivo che includerà tutte le tecnologie Quali saranno i principali eventi all’interno dienergetiche innovative come la mobilità Solarexpo 2013?sostenibile, le rinnovabili termiche, i «Oltre a numerosi incontri dedicati a temi specificiprodotti dedicati all’efficienza energetica, che spazieranno dal versante tecnologico astorage e interfaccia con le smart grid. quello dell’interazione fra sistemi a energiaSenza stravolgere nulla, visti i successi delle rinnovabile, Solarexpo, in qualità di foundingpassate edizioni, l’evento manterrà il focus member della Global Solar Alliance, insieme allasu fotovoltaico e solare termodinamico, fiera statunitense Solar Power International e a Snec PV di Shangai, ospiterà la prima edizionelanciando però un messaggio chiaro: il del Globar Solar Summit, che aprirà Solarexpofuturo di questa tecnologia è sempre più nei giorni 8 e 9. Si tratta in un certo senso dirivolto all’interazione con le altre fonti un’evoluzione dell’Italian PV Summit ed è unrinnovabili e alla sinergia coi sistemi evento mirato a favorire il dialogo fra gli attori dell’industria internazionale e del mercato con i principali esponenti delle istituzioni e i decisori politici». Che contributo può dare alla manifestazione un palcoscenico come quello milanese? «Immenso. Per quanto riguarda l’internazionalizzazione di questo evento, che è l’altro punto principale intorno al quale è stato concepito oltre al dialogo fra solare e altre tecnologie green, Milano offre di certo una quantità e qualità di servizi ottima, due aeroporti, un gran numero di strutture ricettive e una fiera in grado di offrire una vastità di allestimenti senza paragoni». Quali obiettivi punterà a raggiungere la prossima edizione di Solarexpo? «Cercheremo semplicemente di stare al passo con i tempi che, per quanto difficili, presentano comunque sfide sempre più stimolanti. Inoltre il rinnovamento è salutare ai fini anche di garantire un futuro a questo importante evento. Di fronte a un ridimensionamento del mercato si verificherà indubbiamente anche una selezione degli LEVENTO eventi fieristici. È molto probabile che la maggior parte delle aziende concentrerà il proprio budget su una sola uscita fieristica annuale a livello nazionale. Per questo motivo Location: Fieramilano - Rho siamo convinti che un’innovazione come quella dell’Innovation Cloud, ad esempio, possa Edizione: 14a rivelarsi fondamentale nell’ottica di una manifestazione che ha sempre cercato, oltre che Date: 8 - 10 maggio 2013 di favorire il dialogo e il business fra le imprese, di segnare la direzione futura per l’intero Orari per i visitatori: 9.30 - 18.30 settore». GENNAIO - FEBBRAIO 2013
    • 22 SOLARE BUSINESS TECNOLOGIE Conoscere il solare termico: MAGGIORI PRESTAZIONI CON IL SOTTOVUOTO I COLLETTORI A TUBI VACUI GARANTISCONO ALTE PERFORMANCE, SPECIE DURANTE I MESI PIÙ FREDDI O IN CONDIZIONI DI INSOLAZIONE VARIABILE, PRESTANDOSI PARTICOLARMENTE ALL’UTILIZZO COME SUPPORTO DEI SISTEMI DI RISCALDAMENTO, SIA NELLE ABITAZIONI PRIVATE SIA NELL’EDILIZIA INDUSTRIALE resa migliore in condizioni di insolazione variabile e in località con forti escursioni termiche. Poiché la potenza dispersa è direttamente proporzionale alla differenza di temperatura tra il fluido interno e l’esterno, quando questa differenza in condizioni di funzionamento del collettore è bassa, come accade ad esempio durante i mesi estivi, le perdite per trasmissione tendono ad essere poco significative e pertanto l’efficienza di un collettore sottovuoto si discosta poco da quella di un collettore IL COLLETTORE A TUBO VACUO È DIFFUSO PRINCIPALMENTE NEL CENTRO E NORD ITALIA E IN ZONE A CLIMA RIGIDO piano. Nel panorama di soluzioni connesse l’esterno grazie al vuoto creato tra i due Il collettore a tubo vacuo, dunque, alla tecnologia solare termica, i collettori tubi di vetro che circondano l’assorbitore: è maggiormente diffuso nel centro e a tubi sottovuoto (o vacui) rappresentano in questo modo quando le temperature nord Italia e in zone montane e a clima indubbiamente il top dell’offerta a livello esterne si abbassano, assumendo di avere rigido. Gli alti rendimenti risultano di performance. Si tratta di pannelli due collettori, uno tradizionale ed uno a particolarmente utili nelle giornate nei quali l’isolamento è garantito dal tubi evacuati, in condizioni di pari irrag- invernali, in cui ad una maggiore richiesta vuoto che viene a crearsi tra i due tubi giamento nel secondo caso diminuiscono di calore corrisponde una disponibilità di vetro che circondano l’assorbitore. le perdite di energia per trasmissione verso minore di radiazione solare, mentre la sua Uno specchio antistante i tubi permette l’esterno, grazie all’isolamento termico collocazione è sconsigliata generalmente in invece di ottimizzare lo sfruttamento migliore, e aumenta la quota di energia quelle aree del Paese caratterizzate da clima dell’irraggiamento solare riflettendolo sulla che viene effettivamente asportata dal mite durante l’intero arco dell’anno: nelle parete posteriore dei tubi stessi. collettore. Il collettore sottovuoto, quindi, zone temperate con estati particolarmente non capta più energia, ma semplicemente calde infatti il suo utilizzo risulta superfluo QUANDO IL SOLE NON C’È ne disperde di meno, con un rendimento e le elevate temperature possono creare Grazie a queste caratteristiche, i moduli che dipende dalla differenza fra la tempe- invece problemi di sovratemperatura, sottovuoto differiscono dalle altre tipologie ratura esterna ed interna al collettore. Da di collettori solari soprattutto per quanto un recente studio è risultato che i rendi- riguarda il comportamento in condizioni di temperatura esterna bassa. Il principio di menti dei collettori in kWh/mq anno per un impianto di produzione di acqua calda VANTAGGI funzionamento di tutti i collettori solari si sanitaria (Acs) alla temperatura di 50° C -Alte performance basa sulla captazione dell’energia solare e il e con un consumo giornaliero di 250 litri, -Minori spazi occupati trasferimento di parte di essa al fluido ter- ponendo una superficie netta dei collet- -Varietà di posizionamento movettore. L’efficienza dipende da quanta tori di 5 mq e un orientamento a Sud con -Integrazione riscaldamento dell’energia captata riesce ad essere effetti- inclinazione di 30°, varia dal +18% del nord vamente trasferita al fluido. Rispetto ad un Italia al +14% del Sud . SVANTAGGI collettore piano con isolamento tradizio- -Fragilità strutturale nale, un collettore sottovuoto si distingue DOVE SI UTILIZZANO -Costi elevati per un maggiore isolamento termico verso Il sottovuoto dunque garantisce una GENNAIO - FEBBRAIO 2013
    • SOLARE BUSINESS 23 PRODOTTI CST Cst propone il sistema solare termico Plano a circolazione naturale, composto da un bolli- tore da 180 litri alto solamente 26 centimetri, che minimizza l’impatto visivo agevolando l’integrazione architettonica, e un collettore da 22 tubi sottovuoto in vetro borosilicato 3.3 con vetro blindato da 2,2 mm e rivesti- mento selettivo “three target” ad altissima efficienza.I TUBI SOTTOVUOTO GARANTISCONO UNA MINORE DISPERSIONE DI CALORE GRAZIE AL MAGGIORE ISOLAMENTO e le elevate temperature possono creare questa tipologia di prodotti, cheinvece problemi di sovratemperatura, attualmente rappresenta l’8% circa delmotivo per il quale diventa necessario mercato, è rappresentato dalla fragilitàprestare massima attenzione al dei materiali. Si tratta di un problemadimensionamento degli impianti. strutturale dovuto alla natura stessa Questa tecnologia si presta in maniera dei collettori, dal momento che unaottimale in supporto ai sistemi di superficie unica e compatta garantisceriscaldamento, che richiedono un buon maggior robustezza ed elasticità rispettoapporto di calore anche nel corso della ad un sistema costituito da tubi. Anchestagione fredda. Particolare diffusione si per questo motivo è richiesta la presenza PLEIONha nelle abitazioni singole e nelle piccole di installatori maggiormente formati, Si chiama X-ray 10 il nuovorealtà condominiali, anche perché il provvisti quindi dell’adeguato know- collettore solare sotto-posizionamento di questo tipo di impianti how per trattare prodotti delicati, vuoto di Pleion con inge-necessita mediamente di una superficie maggiormente soggetti a rotture durante gneristica e produzioneminore rispetto ai collettori piani, ed la consegna e lo spostamento delle completamente italiane.è quindi l’ideale in situazioni dove le componenti. Grazie all’innovativocoperture ospitano già ampi sistemi Nonostante l’evoluzione tecnologica terzo tubo integrato, questa soluzione per-fotovoltaici. porti oggi alla realizzazione di prodotti mette il collegamento in Ma i collettori sono spesso presenti piuttosto robusti, si registrano ancora parallelo di 12 collettori,anche nell’edilizia industriale dove si rotture in occasione di agenti atmosferici senza nessuna tubazio-richiede acqua ad elevate temperature. straordinari, grandine in particolare: ne a vista sul tetto dalInoltre l’ottimo rendimento garantito un problema di non poco conto, dal momento che la linea dipermette di installare i tubi anche su pareti momento che un’altra criticità di queste ritorno è integrata nellaverticali e balconi oltre che sui normali tetti soluzioni è spesso legata alla maggior testata del collettore,piani o a falda. difficoltà nello sfilare i tubi, anche se il quale è realizzato per la ricerca ha portato alla produzione avere una massima resa invernale e una perfetta CRITICITÀ di sistemi intelligenti che prevedono operatività anche con scarso Oltre al costo elevato, il principale fattore una più agevole sostituzione delle parti irraggiamento solare.che ostacola la diffusione capillare di danneggiate. COME È FATTO FATTO UN COLLETTORE SOTTOVUOTO SUNERG SOLAR Extreme 10 è un collettore 1 Cassa di contenimento dei tubi collettori solare sottovuoto heat pipe composto da 10 tubi in 2 Mandata fluido vettore vetro borosilicato a basso 3 Ritorno fluido vettore contenuto di ferro e in- terno in rame, cassa in 4 Specchio altamente riflettente CPC alluminio e pannello comprensivo di rac- 5 Condotti per fluido termovettore cordi di diametro 6 Rivestimento dei tubi 15 mm. 7 Tubo solare concentrico in vetro GENNAIO - FEBBRAIO 2013
    • 24 SOLARE BUSINESS CASE HISTORY ENERGIA PULITA PER IL RISTORANTE BIO LA SALA RICEVIMENTI DI VILLA JAMELE A ORSARA DI PUGLIA È STATA SOLARIZZATA CON UN SISTEMA FOTOVOLTAICO DA 20 KWP COMPOSTO DA MODULI E INVERTER CONERGY, CHE CONSENTONO DI RIDURRE LIMPATTO AMBIENTALE DEL RISTORANTE, GRAZIE ALLA PRODUZIONE DI CIRCA 26 MILA KWH ALLANNO DI ENERGIA GREEN parte del fabbisogno dello scorso anno, beneficia infatti della elettrico della tariffa incentivante stabilita dal Quarto struttura ricettiva. Conto Energia per le strutture realizzate su Limpianto, edificio, pari a 0,274 euro al kWh. Grazie al costituito da 83 sostegno dellincentivo e al risparmio sulla moduli Conergy bolletta, dovuto allelevata percentuale di PowerPlus 240P per energia prodotta e autoconsumata, stimata un totale di 20 kWp e intorno 95% del totale, il rientro economico due inverter Conergy dellimpianto, costato circa 40 mila euro, rispettivamente avverrà in soli 4 anni. da 8 e 11 kW, ha Per far fronte allinvestimento il una produzione committente si è avvalso del finanziamento stimata di 26.000 erogato dalla Banca della Campania, filiale kWh all’anno, ed di Orsara di Puglia. LENERGIA PRODOTTA DAL FOTOVOLTAICO VIENE AUTOCONSUMATA DAL RISTORANTE PER UNA PERCENTUALE PARI AL 95% CIRCA, CON UN NOTEVOLE RISPARMIO SULLA BOLLETTA eviterà l’emissione Il sistema fotovoltaico si sposa in atmosfera di circa perfettamente con lattenzione all’ambiente Il ristorante Villa Jamele di Orsara 14 tonnellate di CO2. I moduli Conergy che caratterizza il ristorante, specializzato di Puglia, in provincia di Foggia, si PowerPlus sono stati scelti per lelevata nella produzione di prodotti biologici e caratterizza per un mix armonico di produzione energetica, la garanzia lineare tradizionali, interesse che ha portato il tradizione e innovazione, a partire dalla sulle prestazioni per 25 anni e la resistenza committente a scegliere di adottare anche cucina del suo fondatore, Peppe Zullo, per alle condizioni atmosferiche estreme, altre soluzioni per il risparmio energetico, arrivare ai criteri che hanno improntato la nonché alla salsedine e allammoniaca. come il recupero delle acque piovane e il ristrutturazione dello stabile ottocentesco L’installazione dellimpianto, solare termico. e la realizzazione delle moderne sale parzialmente integrato, ha richiesto tre Per le camere dalbergo, realizzate in ricevimenti, progettate per rispondere al sole giornate di lavoro, grazie allutilizzo di una dépendance situata in prossimità del principio dellefficienza energetica. Sul tetto Conergy SunTop, il sistema universale per ristorante, il proprietario ha scelto infatti della sala Veracruz, realizzata interamente il montaggio su tetti spioventi costituito di installare un sistema di pannelli solari a pareti vetrate con unampia visuale da guide di base in alluminio brevettate e termici che soddisfano il 60% circa del sulla campagna circostante, la società caratterizzato da un alto grado di pre- fabbisogno annuo di acqua calda sanitaria. assemblaggio, con Limpianto è costituito da 3 collettori piani una conseguente con accumulatore da 800 litri, tutto a riduzione dei marchio Unical. tagli per il dimensionamento in corso dopera. Dal punto di vista estetico il DATI TECNICI sistema SunTop ha Località di installazione: Orsara di Puglia (FG) inoltre permesso Committente: Ristorante Villa Jamele di ottenere un pregevole effetto Tipologia di impianto: parzialmente integrato di continuità tra i Potenza di picco: 20 kWp pannelli fotovoltaici Produttività stimata impianto: 26.000 kWh/anno e la copertura L’INSTALLAZIONE DELLIMPIANTO PARZIALMENTE INTEGRATO È AVVENUTA IN TRE GIORNI DI Caratteristiche tecniche: LAVORO sottostante anche senza ricorrere -n. 83 moduli Conergy PowerPlus 240P cooperativa Ins.El, installatore accreditato allintegrazione totale dei moduli, che -n. 2 inverter Conergy: 1 modello IPG 8T e 1 modello IPG 11T Conergy di Mercogliano (Avellino), avrebbe richiesto tempi di posa più lunghi, Installatore: Soc. Coop. Ins.El ha realizzato un sistema fotovoltaico con un ritardo nellaccesso agli incentivi. parzialmente integrato che copre buona Limpianto, entrato in funzione nel giugno GENNAIO - FEBBRAIO 2013
    • SOLARE BUSINESS 25MOBILITÀGLI ITALIANI DICONO SÌ ALLAUTO GREENSECONDO L’OSSERVATORIO AUTO 2012 DI FINDOMESTIC, IL 60% DEGLI AUTOMOBILISTI DEL NOSTRO PAESE MOSTRA UN’INTENZIONED’ACQUISTO POSITIVA NEI CONFRONTI DEI VEICOLI ELETTRICI Polonia, Portogallo, a questo cambio di mentalità figura in LA PROPENSIONE DEGLI EUROPEI Ucraina, Russia e primo piano il contributo che questi VERSO LA MOBILITÀ ELETTRICA Turchia e quest’anno, veicoli portano alla riduzione dell’impatto in particolare ha preso ambientale (78%). Altri aspetti sottolineati in esame il rapporto tra dal campione intervistato sono la maggiore l’automobile elettrica silenziosità garantita dai motori delle auto e gli europei. Gli green (18%) e il fatto che questi veicoli automobilisti del nostro trasmettano un’immagine di modernità Paese guardano con (31%). L’aspetto che, invece, rende ancora favore alla diffusione di scettici gli automobilisti, è legato alla questa nuova mobilità: il maggiore spesa che mediamente bisogna 76% degli automobilisti sostenere per acquistare un veicolo green italiani, infatti, si rispetto a quella relativa ad un mezzo dice assolutamente tradizionale. Sapendo che l’elevato costo GLI ITALIANI SONO TRA I PIÙ CONVINTI SOSTENITORI DELL’AUTO GREEN IN EUROPA, interessato ai modelli dell’auto elettrica dipende in larga misura INFATTI CIRCA IL 70% DEGLI INTERVISTATI È INTERESSATO ALL’ACQUISTO DI UN VEICOLO A IMPATTO ZERO di auto completamente da quello della batteria, per aggirare tale green, che poco a ostacolo alcuni protagonisti del settore È in continua crescita il gradimento poco le diverse case stanno immettendo stanno mettendo a punto un sistema digenerale degli italiani per le vetture sul mercato mentre il 60% manifesta noleggio. Sebbene gli intervistati si sianocompletamente green, come mostrano un’intenzione d’acquisto positiva. mostrati, in generale, dubbiosi su questoi dati dell’Osservatorio Auto 2012 di Gli italiani sono attratti dalla rivoluzione sistema, proprio gli italiani risultano essereFindomestic. elettrica più di quanto non avvenga in i più ricettivi all’idea: quasi il 50% degli L’indagine, svolta ogni anno dall’istituto Francia, Germania o Regno Unito, dove intervistati del nostro Paese infatti, si dicedi credito, si pone l’obiettivo di analizzare l’auto elettrica raccoglie l’interesse, disponibile a prendere in considerazioneil mercato automobilistico di Italia, rispettivamente, del 60, del 54 e del 56%. l’ipotesi del noleggio della batteria perGermania, Belgio, Spagna, Francia, Tra le motivazioni che stanno portando arginare i costi. PILLOLE MOBILITESLA ROADSTER: 100.000 KM A IMPATTO ZERO LA MOBILITÀ GREEN NEL PROGETTO SOLEINRETE per la Mobilità, infatti, ha promosso una convenzione EnergoClub Onlus, impegnata dal 2008 nella consulen- con la casa automobilistica Toyota, aperta a tutti i tassi- za alle famiglie sul fotovoltaico nellambito del progetto sti di Roma, che potranno acquistare a prezzi agevolati i Soleinrete, ha esteso il servizio di orientamento sui modelli Prius e Prius plus. vantaggi dell’acquisto collettivo anche ad altri ambiti, Il Campidoglio ha inoltre introdotto dieci veicoli elettrici tra i quali pompe nella flotta del car sharing. Si tratta della Citroen C-Zero, di calore, efficienza la monovolume elettrica a quattro posti della casa energetica e veicoli automobilistica francese. elettrici.La Tesla Roadster, che con le sue 6.831 celle agli ioni Lo scorso dicembre, A BARI LA PRIMAdi Litio garantisce unautonomia di oltre 340 km per promuovere COLONNINA DI RICARICA ENELper ricarica, ha dato prova di essere adatta alluso la mobilità green, È stata inaugurata a fine gennaio laquotidiano e alle lunghe percorrenze. EnergoClub ha prima colonnina di ricarica pubblicaLa super sportiva elettrica, versione limitata a 2.500 organizzato a Casaleone, in provincia di Verona, un test per veicoli elettrici del capoluogounità, ha percorso circa 100.000 km in due anni guidata drive zero emission, durante il quale i cittadini hanno pugliese.da Paolo Vanzetto, cliente Tesla di Rossano Veneto, potuto testare tre tipologie diverse di scooter elettrici e Si tratta della prima stazione dellache ha dichiarato di essere molto soddisfatto delle biciclette retrofittate. rete di distribuzione da 50 punti diprestazioni della sua roadster ma anche di essersi ricarica Enel, che verranno collocatipotuto liberare dalla dipendenza dal petrolio. Vanzetto ROMA: NUOVE AGEVOLAZIONI PER LELETTRICA in ambiti strategici della città, indi-è stato il primo in Italia a prenotare la nuova la Model S, A partire dallo scorso dicembre la città di Roma ha dato viduati insieme al comune di Bari.berlina premium completamente elettrica di casa Tesla, il via ad una serie di iniziative volte a rilanciare la mo- Liniziativa fa parte del progettodistribuita dallinizio del 2013. bilità elettrica. La prima novità riguarda i taxi: lagenzia “Bari Smart City”. GENNAIO - FEBBRAIO 2013
    • 26 SOLARE BUSINESS DATI NEL 2012 IN VANTAGGIO I PICCOLI IMPIANTI L’ITALIA HA CHIUSO L’ANNO CON 472.454 IMPIANTI FOTOVOLTAICI ALLACCIATI ALLA RETE, IL 37,3% DEI QUALI UBICATI IN LOMBARDIA, VENETO ED EMILIA ROMAGNA, PER UNA POTENZA TOTALE DI OLTRE 16 GWP. NELLO SCENARIO NAZIONALE SPICCANO LE PICCOLE INSTALLAZIONI, CHE COPRONO L’88% DEL NUMERO TOTALE DI IMPIANTI L’Italia ha chiuso il 2012 raggiungendo 30.000 impianti, seguita da Sicilia un installato fotovoltaico di oltre 16 GW e Sardegna. Inoltre, la Puglia, con FOTOVOLTAICO - RIPARTIZIONE NUMERO per un totale di 472.454 impianti allacciati oltre 2 GW, si posiziona al primo IMPIANTI PER TAGLIA (FINE 2012) alla rete. Negli ultimi 12 mesi sono stati posto sul territorio nazionale per Ripar&zione  numero  impian&  per  taglia   Superiori  a  50  kWp   connessi circa 140.000 nuovi sistemi potenza installata. 9%   fotovoltaici che sono andati ad aggiungersi Come già accaduto a fine 2011, alle installazioni già presenti sul territorio. l’area italiana con più impianti Tra  20  e  50  kWp   Rispetto al 2011, che ha registrato un fotovoltaici allacciati alla rete 3%   dato record, 175.425 impianti, a fine 2012 (256.327) e maggiore potenza si è verificata una leggera flessione, con installata (oltre 7 GW) è il nord. E Inferiori  a  20  kWp   139.201 impianti realizzati, numero che questo emerge anche prendendo 88%   comunque rimane in netta superiorità in considerazione la suddivisione rispetto al 2010. per taglia. Tra gli impianti inferiori Andando ad analizzare più nel dettaglio ai 20 kWp, il 54% è presente Fonte: GSE il parco impiantistico italiano, emerge al nord, il 26% al sud e il 20% come le regioni più virtuose risultino essere al centro mentre il 59% delle piccoli impianti domestici e delle soluzioni Lombardia, Veneto ed Emilia Romagna, installazioni comprese tra 20 e 50 kWp per l’autoconsumo. Infatti, se nel 2011 con un totale di 176.292 impianti, il 37,3% sono concentrate al nord, il 20% al sud e il la potenza media in Italia era pari a 54 delle installazioni totali, e una potenza 21% al centro. Infine, per gli impianti che kWp per impianto, a fine 2012 il dato era complessiva di 4,8 GWp, circa il 25% della superano i 50 kWp, la percentuale è uguale equivalente a meno della metà, 23 kWp per capacità. Il centro Italia è sostenuto da al centro e al sud (21%), mentre al nord è installazione. Questo dimostra lo sviluppo Lazio e Toscana, con un numero di impianti del 59%. repentino nell’ultimo anno di installazioni rispettivamente pari a 24.484 e 26.401, Per quanto riguarda la crescita del inferiori ai 20 kWp, che attualmente mentre il sud e le isole sono capitanate numero di impianti per taglia, nell’ultimo coprono l88% del numero totale di impianti ancora una volta dalla Puglia, con oltre anno si è assistito a un forte sviluppo dei installati sul suolo nazionale. FOTOVOLTAICO - NUMERO IMPIANTI INSTALLATI DISTRIBUZIONE IMPIANTI SUL TERRITORIO (FINE 2012) Regione Numero Impianti Potenza (MW) LOMBARDIA 67.632 1.795 VENETO 64.254 1.467 EMILIA ROMAGNA 44.406 1.588 PIEMONTE 33.712 1.360 PUGLIA 33.223 2.435 SICILIA 31.522 1.102 LAZIO 26.401 1.050 TOSCANA 24.484 631 FRIULI VENEZIA GIULIA 22.266 401 Fonte: GSE SARDEGNA 22.053 550 TRENTINO ALTO ADIGE 18.217 366 MARCHE 16.987 971 FOTOVOLTAICO - POTENZA MEDIA (KW/IMPIANTO) CAMPANIA 16.147 533 CALABRIA 14.163 375 ABRUZZO 11.769 598 UMBRIA 11.320 411 BASILICATA 5.511 329 LIGURIA 4.323 73 MOLISE 2.547 151 VALLE DAOSTA 1.517 18 Fonte: GSE Fonte: GSE GENNAIO - FEBBRAIO 2013
    • 540 MW MADE IN ITALY INSTALLED Main PV System Integrator Strong presence abroad Cells, Modules and StructuresEPC - O&M - All Risk Coverage 10 States Production Follow us on:Aiόn Renewables S.p.A.Via Cappuccini, 4.I-20122 MilanoTel: +39 02 321 65 71 - Fax: +39 02 321 657 59www.aionrenewables.com - info@aionrenewables.com