On Bullshit Slides

555 views
403 views

Published on

una breve sintesi del brillante articolo - pubblicato anche come volumetto - di Harry Frankfurt, che cerca di spiegare i motivi culturali e sociali alla base dell'enorme aumento delle "stronzate" in circolazione nelle società massmediatiche

Published in: Education
0 Comments
1 Like
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

No Downloads
Views
Total views
555
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
4
Actions
Shares
0
Downloads
7
Comments
0
Likes
1
Embeds 0
No embeds

No notes for slide
  • \n
  • \n
  • \n
  • \n
  • \n
  • \n
  • \n
  • \n
  • \n
  • \n
  • \n
  • \n
  • \n
  • \n
  • \n
  • \n
  • \n
  • \n
  • \n
  • \n
  • \n
  • \n
  • \n
  • \n
  • \n
  • On Bullshit Slides

    1. 1. Harry G. Frankfurt (1924) èHarry G. Professore emerito di Filosofia all’Università di Princeton.Frankfurt E’ uno dei più importanti filosofi contemporanei, soprattutto nel campo della filosofia morale.
    2. 2. Harry G. Frankfurt (1924) èHarry G. Professore emerito di Filosofia all’Università di Princeton.Frankfurt E’ uno dei più importanti filosofi contemporanei, soprattutto nel campo della filosofia morale. E’ ormai conosciuto anche dal grande pubblico perché un suo ve c c h i o a r t i c o l o d e l 1 9 8 6 , ripubblicato in forma di piccolo libro, è diventato un bestseller. Il libro s’intitola: “ON BULLSHIT”. E’ stato tradotto anche in italiano (editore Rizzoli) nel 2005, con il titolo “Stronzate”.
    3. 3. Harry G. Frankfurt On Bullshit (1986)
    4. 4. In questo breve saggio filosofico Harry G. Frankfurtparte dalla constatazione che l’attuale comunicazionesociale - dalle conversazioni tra conoscenti ai dibattitinei mass media - è attraversata da una quantitàinaudita e spaventosa di sciocchezze.
    5. 5. In questo breve saggio filosofico Harry G. Frankfurtparte dalla constatazione che l’attuale comunicazionesociale - dalle conversazioni tra conoscenti ai dibattitinei mass media - è attraversata da una quantitàinaudita e spaventosa di sciocchezze.Frankfurt si chiede:Come mai?Perché accettiamo la libera circolazione di tante vuotechiacchiere?Perché rimaniamo indifferenti alla massa di “bullshit”che ci sommerge?
    6. 6. Leggiamo direttamente le sue parole,iniziando proprio dal capoverso che apre il testo:
    7. 7. Uno dei tratti salienti della nostra cultura è laquantità di stronzate in circolazione. Tutti lo sanno.Ciascuno di noi dà il proprio contributo. Tendiamoperò a dare per scontata questa situazione [...]
    8. 8. Uno dei tratti salienti della nostra cultura è laquantità di stronzate in circolazione. Tutti lo sanno.Ciascuno di noi dà il proprio contributo. Tendiamoperò a dare per scontata questa situazione [...]Di conseguenza non abbiamo una chiaraconsapevolezza di cosa sono le stronzate, delperché ce ne siano così tante in giro, o di qualefunzione svolgano. [...] Mi propongo dunque diiniziare lo sviluppo di una conoscenza teoreticadelle stronzate, offrendo in primo luogo un’analisifilosofica provvisoria ed esplorativa.
    9. 9. In conclusione l’analisi di Frankfurt conduce a stabilire alcuni punti di grande interesse, che meritano un’attenta riflessione:
    10. 10. • esiste una precisa differenza concettuale tra “liars” e “bullshitters”, tra la falsità (o la bugia) e la stronzata;• le stronzate sono un nemico della verità più pericoloso delle menzogne (bullshit is a greater enemy of the truth than lies are);
    11. 11. • esiste una precisa differenza concettuale tra “liars” e “bullshitters”, tra la falsità (o la bugia) e la stronzata;• le stronzate sono un nemico della verità più pericoloso delle menzogne (bullshit is a greater enemy of the truth than lies are);• le stronzate sono incrementate da un’errata concezionedella democrazia e dei nostri diritti e doveri sociali;
    12. 12. • esiste una precisa differenza concettuale tra “liars” e “bullshitters”, tra la falsità (o la bugia) e la stronzata;• le stronzate sono un nemico della verità più pericoloso delle menzogne (bullshit is a greater enemy of the truth than lies are);• le stronzate sono incrementate da un’errata concezionedella democrazia e dei nostri diritti e doveri sociali;• l’attuale proliferazione di stronzate ha anche un’originepseudofilosofica, nella credenza diffusa che non esistanoverità oggettive, ma solo opinioni di valore relativo;
    13. 13. • esiste una precisa differenza concettuale tra “liars” e “bullshitters”, tra la falsità (o la bugia) e la stronzata;• le stronzate sono un nemico della verità più pericoloso delle menzogne (bullshit is a greater enemy of the truth than lies are);• le stronzate sono incrementate da un’errata concezionedella democrazia e dei nostri diritti e doveri sociali;• l’attuale proliferazione di stronzate ha anche un’originepseudofilosofica, nella credenza diffusa che non esistanoverità oggettive, ma solo opinioni di valore relativo;• abbiamo abbandonato l’ideale dell’esattezza e dellaconoscenza rigorosa, per affidarci all’etica della sincerità; mala sincerità senza esattezza è una stronzata (sincerityitself is bullshit).
    14. 14. “Bullshit is a greater enemy of the truth than lies are.” “Bullshit is unavoidable whenever circumstances require someone to talkwithout knowing what he is talking about.” “Sincerity itself is Bullshit.”
    15. 15. “Perché ci sono ?”tante stronzate in circolazione
    16. 16. 1
    17. 17. 1 Le stronzate sono inevitabili ogni volta che le circostanze obbligano qualcuno a parlare senza sapere di cosa sta parlando.Pertanto la produzione di stronzate è stimolata ogniqualvolta gli obblighi o le opportunità di parlare di uncerto argomento eccedono le conoscenze che il parlanteha dei fatti rilevanti attorno quell’argomento.[...] le persone sono spesso spinte - vuoi dalle proprieinclinazioni, vuoi dalle richieste altrui - a parlare inlungo e in largo di materie nelle quali sono, in gradomaggiore o minore, ignoranti.
    18. 18. 1
    19. 19. 1 Questioni strettamente correlate emergono dalla diffusa convinzione che in una democrazia ogni cittadino debba avere un’opinione su tutto...L’assenza di qualunque legame significativo tra leopinioni di una persona e la sua comprensione dellarealtà avrà conseguenze ancora più gravi per uno cheritenga sia sua responsabilità, in quanto coscienziosoagente morale, valutare eventi e condizioni inqualunque angolo del mondo.
    20. 20. 2
    21. 21. La contemporanea proliferazione dellestronzate ha anche origini più profonde insvariate forme di scetticismo, secondo lequali noi ... non possiamo conoscere la verarealtà delle cose. 2Le conseguenze di questa perdita di fiducia sono statel’abbandono della disciplina richiesta dalla fedeltàall’ideale dell’esattezza e l’adozione ... dell’idealealternativo della sincerità.Invece di cercare in primo luogo di giungere arappresentazioni accurate di un mondo condiviso,l’individuo si volge al tentativo di fornire unarappresentazione sincera di se stesso...
    22. 22. 2
    23. 23. 2... E’ come se l’individuo decidesse che, dato che non hasenso cercare di essere fedeli ai fatti, allora dovràinvece tentare di essere fedele a se stesso.
    24. 24. Ma ciò è assurdo...Come esseri coscienti, esistiamo solo nella nostrareazione alle altre cose, e non possiamo in alcun modoconoscere noi stessi senza conoscere quelle.Per di più, non esiste nulla nella teoria, e di certo nullanell’esperienza, a sostegno dello straordinario giudizioche la verità su se stessi sia la più semplice da conoscere.I fatti su noi stessi non sono particolarmente solidi eresistenti alla dissoluzione dello scetticismo. [...]E se questo è vero, la sincerità è in sé una stronzata. Harry G. Frankfurt

    ×