Determinazione del titolo dell’acqua ossigenata commerciale
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×
 

Determinazione del titolo dell’acqua ossigenata commerciale

on

  • 421 views

Calcoli relativi alla determinazione del titol ommerciale dell'acqua ossigenata espresso in volumi

Calcoli relativi alla determinazione del titol ommerciale dell'acqua ossigenata espresso in volumi

Statistics

Views

Total Views
421
Views on SlideShare
238
Embed Views
183

Actions

Likes
0
Downloads
0
Comments
0

1 Embed 183

http://www.smauro.it 183

Accessibility

Categories

Upload Details

Uploaded via as Microsoft PowerPoint

Usage Rights

© All Rights Reserved

Report content

Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
  • Full Name Full Name Comment goes here.
    Are you sure you want to
    Your message goes here
    Processing…
Post Comment
Edit your comment

    Determinazione del titolo dell’acqua ossigenata commerciale Determinazione del titolo dell’acqua ossigenata commerciale Presentation Transcript

    • 3 A PI 2013/14 ISIS Ponti Gallarate Prof Mauro Sabella
    • Qual è il significato di acqua ossigenata a 10 Vol ??? Indica i volumi di ossigeno liberati da 1 litro di soluzione per decomposizione della stessa, nel caso dei 10 Vol sono esattamente 10 litri di ossigeno Dal bilanciamento della reazione emerge che da 2 moli di acqua ossigenata si liberano 1 mole di ossigeno, quest’ultimo essendo un gas si diffonde nell’ambiente occupando un volume pari a 22,414 L secondo la legge dei gas Da ciò deduciamo che è sufficiente capire la concentrazione di acqua ossigenata esattamente il numero di moli per litro e dividendo le stesse per 2 avremo le moli di ossigeno .
    • 2 MnO4 - + 5 H2O2 + 6 H3O+  2 Mn2+ + 5 O2 (g) + 14 H2O Il permanganato di potassio è un energico ossidante e reagisce con l’acqua ossigenata in ambiente acido, secondo la reazione: Supponiamo di avere una bottiglia di acqua ossigenata acquistata in farmacia, Sull’etichetta trovate scritto 10 vol. Per poter fare il controllo del titolo è necessario seguire la procedura:
    • 1. Prelevare 10 mL di campione dal flacone e riporli in un matraccio da 250 mL. 2. Portare a volume con acqua distillata. 3. Mescolare bene e prelevarne un’aliquota da 50 mL e riporli in una beuta da 250 mL. 4. Aggiungere circa 5 mL di soluzione di acido solforico 3 M 5. Preparare una buretta con il titolante (KMnO4 0,02 M) preventivamente standardizzato. 6. Titolare aggiungendo un paio di mL di permanganato, agitare ed attendere una prima decolorazione che indica che la reazione si è attivata. 7. Continuare a titolare fino al rosa tenue . 8. Ripetere la titolazione per altre 2 volte 9. Annotare i risultati e procedere con i calcoli.
    • CALCOLO DEL VOLUME MEDIO Supponiamo di aver fatto 3 titolazioni con i seguenti volumi V1= 22,4 mL V2 = 22,3 mL V3 = 21,9 mL Se notate il volume 3 discosta dagli altri due quindi non verrà inserito nel calcolo della media dei volumi, che sarà data Vm= (22,4 + 22,3)/2 =22,35 mL CALCOLO DELLE MOLI DI PERMANGANATO USATE: n= M x V 0,02 mol/L x 0,02235 L= 0,000447 mol (per singola titolazione) CALCOLO DELLE MOLI DI ACQUA OSSIGENATA: Per determinare le moli di acqua ossigenata è necessario considerare il rapporto molare di reazione che è di 2 a 5 ed emerge dal bilanciamento redox: 2 MnO4 - + 5 H2O2 + 6 H3O+  2 Mn2+ + 5 O2 (g) + 14 H2O Applicando la seguente proporzione: 2:5=0,000447: X Troviamo X= 0,00112 mol di H2O2 per singola titolazione.
    • RAPPORTO DI DILUIZIONE: Le moli che abbiamo appena calcolato di riferiscono alla singola titolazione quindi per avere quelle complessive presenti nel campione dato è necessario considerare il rapporto di diluizione Rd Rd corrisponde a 5 in quanto abbiamo diluito il campione originale a 250 e da questo abbiamo prelevato aliquote da 50 cioè 1/5 del campione originale. Moli di H2O2 presenti nel campione originale: mol di H2O2 = 0,00112 x 5= 0,0056 mol (sono le moli presenti nei 10 mL iniziali) MOLI DI H2O2 CONTENUTE IN 1 L DI SOLUZIONE ANALIZZATA: L’analisi fatta da noi è su 10 mL prelevati dal flacone, questi corrispondono ad 1/100 di litro quindi le moli trovate al punto precedente vanno moltiplicate per 100 Mol/L di H2O2 =0,0056 mol x 100= 0,56 molare. MOLI DI OSSIGENO PRODOTTE: Per calcolare le moli di O2 prodotte è necessario considerare la reazione di decomposizione dell’acqua ossigenata: 2H2O2  2H2O+ O2 Iil rapporto molare di reazione in questo caso è 2 a 1 cioè ogni 2 moli di acqua ossigenata si avranno 1 mole di ossigeno quindi: Mol/L di O2= 0,56/2 = 0,28 mol
    • VOLUME DI OSSIGENO PRESENTI IN UN LITRO DI SOLUZIONE DI ACQUA OSSIGENATA ANALIZZATA: Secondo la legge dei gas, 1 mole di qualsiasi gas a c.n. occupa un volume di 22,414 L, è possibile applicare la seguente proporzione: 1 mol : 22,414 L = 0,28 : X X= (22,414x0,28)/1= 6,27 L CONSIDERAZIONI FINALI: Rispetto a quanto riportato sull’etichetta “10 vol” il valore da noi trovato è più basso 6,27 L questo è abbastanza veritiero in quanto l’acqua ossigenata è instabile e perde il suo titolo con il tempo. Altra causa potrebbe essere una sbagliata standardizzazione del permanganato di potassio, è necessario effettuare questo controllo poco prima dell’analisi dell’acqua ossigenata in quanto anche il permanganato è instabile perché fotosensibile. RIASSUMIAMO I CALCOLI
    • Vm= (22,4 + 22,3)/2 =22,35 mL 0,02 mol/L x 0,02235 L= 0,000447 mol 2:5=0,000447: X X= 0,00112 mol di H2O2 mol di H2O2 = 0,00112 x 5= 0,0056 mol (sono le moli presenti nei 10 mL iniziali) Mol/L di H2O2 =0,0056 mol x 100= 0,56 molare. Mol/L di O2= 0,56/2 = 0,28 mol Mol/L di O2= 0,56/2 = 0,28 mol 1 mol : 22,414 L = 0,28 : X X= (22,414x0,28)/1= 6,27 L di O2