• Full Name Full Name Comment goes here.
    Are you sure you want to
    Your message goes here
    Be the first to comment
    Be the first to like this
No Downloads

Views

Total Views
813
On Slideshare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
1

Actions

Shares
Downloads
8
Comments
0
Likes
0

Embeds 0

No embeds

Report content

Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
    No notes for slide

Transcript

  • 1. 10 PROGETTI PER IL FUTURO DEL NOSTRO COMUNE
  • 2. Progettiamo un comune nuovo perché nuove sono le sfide che dobbiamo affrontare. Vogliamo rafforzare la comune identità, le radici storiche e le relazioni sociali.
  • 3. Vogliamo moltiplicare l’ascolto delle esigenze e dei bisogni delle persone, saper leggere per tempo i cambiamenti culturali, aumentare le opportunità e le libertà. Democrazia partecipata  Nuove tecnologie: espletare le pratiche online, accesso agli atti, ecc.  “L’incontro di quartiere”  Il Consiglio Comunale dei Giovani.  Ufficio Relazioni con il Pubblico.
  • 4.  Sicurezza significa garantire l’attenzione a tutti i cittadini, agli automobilisti come ai pedoni; sicurezza significa avere cura dei nostri parchi e dell’area pedecollinare; sicurezza significa avere la presenza sul territorio delle forze dell’ordine, sicurezza significa avere dei buoni rapporti di vicinato, sicurezza significa creare una comunità solidale che sostenga i bisogni sociali e contrasti l’emarginazione e le povertà. Sicurezza significa senso civico e solidarietà. Sicurezza significa educazione alla legalità. Sicurezza significa anche tutelare gli anziani dalle truffe e garantire a tutte le donne condizioni di vita sicure e al riparo da ogni forma di violenza.
  • 5. Bovezzo, un comune che cresce. Sosteniamo le necessità di spostamento dei cittadini:  riqualificazione della pista ciclabile di via Prati che colleghi i parchi  nuovi parcheggi per il centro storico  implementazione e consolidamento del progetto piedibus con le scuole del paese (adeguamento segnaletica verticale e orizzontale, individuazione del percorso e delle fermate in aree di sicurezza)  attenzione agli utenti più deboli della strada (pedoni e ciclisti) rendendo più sicuri gli attraversamenti e gli incroci, etc.  Il grave problema della viabilità del Conicchio.
  • 6.  abbattimento delle barriere architettoniche e adeguamento alla rete viaria.  miglioramento della manutenzione delle vie di comunicazione e dei passaggi pedonali, dei parchi…  Sistemazione marciapiedi e via di accesso al paese (ex Bresciadolci)  avviamento di un programma integrato di infrastrutture immateriali:  connessione internet veloce disponibile su tutto il territorio comunale, parchi compresi  informazione comunale: tramite SMS, sito web dinamico, newsletter settimanale.  Web TV locale. Le info del Comune di Bovezzo direttamente in ogni casa!
  • 7.  Lavoro, impresa, scuola. Proponiamo un nuovo patto tra il mondo del lavoro, dell’impresa, della scuola e dell’Università, per realizzare insieme nuovi progetti per l’innovazione e la ricerca.  Rete fra le imprese locali e i Centri di Ricerca dell’Università di Brescia (Centro Servizi Multisettoriale e Tecnologico),  Spazio informativo multimediale: la Bacheca Elettronica,  Coinvolgimento degli operatori commerciali,  Le arti e i mestieri locali,  Turismo.
  • 8. Ambiente. Guardiamo al futuro.  A Bovezzo vogliamo realizzare un progetto di risparmio produttivo per le famiglie. Un programma integrato di realizzazione di pannelli solari e fotovoltaici per i privati, per le aziende e anche per gli edifici pubblici; consulenza per progettazione, installazione e finanziamento di impianti di produzione di energia e calore. Sarà disponibile per le famiglie uno “Sportello Energia” di consulenza per l‟installazione degli impianti a risparmio energetico.
  • 9. L’obiettivo del progetto è quello di creare una Comunità solidale attraverso la promozione di una cultura della solidarietà e sussidiarietà. Intendiamo lavorare per promuovere la solidarietà tra le famiglie, consentire la creazione di forme di auto-mutuo-aiuto, sostenere le organizzazioni di volontariato presenti sul territorio. Tossicodipendenze, Accesso al credito, Sportello emergenze, Il ruolo del volontariato, Auto-mutuo-aiuto, Centro di ascolto, Gruppi di acquisto solidale, Farmacia comunale.
  • 10. Sapere e cultura. Vogliamo facilitare e promuovere l’accesso ai luoghi della formazione e della produzione culturale per eliminare i rischi di isolamento e di esclusione sociale e per consentire ad ognuno di esprimere al meglio se stesso stimolando e favorendo la relazione con gli altri. Gruppi e associazioni culturali del territorio saranno coinvolti in un programma di collaborazione ed interscambio culturale: la scuola e la biblioteca diventeranno i nodi fondamentali della rete culturale del territorio. Associazioni e cittadini saranno fruitori e produttori di cultura per rafforzare il senso di appartenenza ad una comunità di persone, viva e attiva.  Nuovo ruolo per la biblioteca,  Raccordo con la scuola,  Musica e attività espressive.
  • 11.  Il PGT . Il centro storico e la nuova riqualificazione. La tutela ambientale, nelle sue diverse componenti, dal verde pubblico, agli spazi abitativi, alle strutture di servizio, alla stessa viabilità, ecc. è garantita in primo luogo da una gestione responsabile del territorio.  La gestione e sviluppo del territorio deve essere fatto in modo sostenibile con particolare attenzione al risparmio idrico, la gestione dei rifiuti, la salubrità dell’aria e all’incentivazione all’utilizzo di fonti energetiche rinnovabili, al fine di preservare e migliorare la qualità della nostra vita e delle generazioni a venire,i nostri figli.
  • 12.  Un comune solidale. Associazionismo e qualità della vita.  Saranno istituzione delle commissioni di coordinamento suddivise per area di interesse con la partecipazione di tutte le associazioni di volontariato con il coordinamento dell’Amministrazione Comunale. Lo scopo è quello di aiutare tutte le associazioni del territorio a conoscersi, a collaborare, a sviluppare sinergie.  Un primo campo di sperimentazione sarà la realizzazione del “Palio delle contrade”.
  • 13.  Lo sport. Lo sport e la scuola, lo sport per tutte le età, lo sport per i disabili, le manifestazioni sportive, lo sport e l’agonismo.  La programmazione delle attività sarà delineata sulla base di un tavolo di confronto permanente con tutte le associazioni sportive locali. Con l’intento di realizzare interventi che non si risolvano in iniziative isolate per ogni singola realtà sportiva, ma includano tutte le componenti che assicurano il benessere fisico (alimentazione, salute, attività sportiva per ogni età, ecc.).
  • 14. ALLEGATO Attività in fase esecutiva relativamente ai lavori pubblici. Sistemazione della recinzione del campo di calcio in via C.Battisti, Ristrutturazione della Cappella del Cimitero, Costruzione della palazzina Presidenza e Segreteria delle scuole medie, liberando spazio per la creazione di tre nuove aule scolastiche; rifacimento del quadro dell‟impianto elettrico. Sistemazione dell‟area verde di via Canossi, con realizzazione del passaggio pedonale di via Prati (Centro Diurno) con via Canossi. Completa sostituzione dei serramenti della scuola elementare (vecchio plesso scolastico). Auditorium Sistemazione dell‟area verde prospiciente il Centro Civico, con realizzazione di parcheggi per il centro storico. Sistemazione dell‟area di via C. Battisti, via Piave (già disponibili 166.000,00 euro in convenzione). Illuminazione pubblica in attuazione al P.R.I.C. (Parco 2 Aprile). Riqualificazione di via Garibaldi, in possibile concomitanza con la sistemazione dovuta ai lottizzandi del Programma Integrato n.°1 (Rampinelli) Riqualificazione marciapiede e Piazza 28 Maggio. Riqualificazione viabilità di via Canossi da via Donizetti.
  • 15. Parcheggio di via Torino, via Veneto; contemporanea realizzazione comparto n.° 3 „Tecnostampaggi‟ e opere primarie inserite in convenzione come i rallentatori, parcheggi, ecc. Realizzazione del marciapiede in via Veneto. Sistemazione viarie delle traverse del Villaggio Prealpino. Sistemazione rallentatori e mini rotatoria tra via Moie e via Faini. Programma integrato di via Veneto che include la realizzazione della nuova Farmacia Comunale. Progetto specifico di illuminazione del centro storico; illuminazione di via Val Rotta e via Prignole. Copertura dei campi da tennis. Sistemazione dei parchi di via Canossi e via Collodi. Potenziamento del teleriscaldamento. Realizzazione scarichi per acque nere in via Veneto da via Torino. Realizzazione del collettore per acque nere con il Comune di Nave. Ristrutturazione del Residence Prealpino (ALER) e aree adiacenti. L‟Amministrazione Comunale, con la realizzazione del comparto 10 (asilo), diventerà proprietaria di quattro appartamenti che saranno assegnati a persone anziane. Con la realizzazione del Programma Integrato n.°3 (Tecnostampaggi), saranno disponibili 200 mq. per la realizzazione della Farmacia Comunale.