Teoria e analisi del cinema 8. orrore

543 views

Published on

Published in: Education
0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total views
543
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
2
Actions
Shares
0
Downloads
0
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Teoria e analisi del cinema 8. orrore

  1. 1. Corso di Teoria e analisi del cinema8. Lorrore, lorrore: letica di un pessimista prof. Matteo Asti
  2. 2. Un problema di fondo: la realtà E stato detto che il tema principale dei miei film riguarda la differenza tra realtà e fantasia. È un tema che ricorre spesso nei miei film e penso si basi essenzialmente sul fatto che odio la realtà. Ma sai purtroppo la realtà è lunico posto in cui posso mangiarci una bella bistecca per cena (Bjorkman 1994, p.60) Tra le discipline che Allen mette alla berlina nei suoi film (ma che quindi col suo modo parodico prende anche in considerazione) cè la filosofia. WA è “un esistenzialista ateo con forti e comprensibili inclinazioni pessimistiche” ma grazie alla sua vena romantica si propone come altroWoody Allen rispetto ad un “messaggero delle tenebre pieno di nevrosi nichiliste” (Morris 2004 p. 10).
  3. 3. Un problema di fondo: la realtà Allen non fa certo filosofia nei suoi film ma mette al centro in modo quasi ossessivo alcune question di fondo su cui ha lavorato nei secolo questa disciplina: cosè la moralità? Cè differenza tra bene e male? Qual è il senso della vita? Cè giustizia nelluniverso? Cosa succede dopo la morte? A queste domande WA si rifiuta in modo categorico di dare delle risposte chiare e spesso le formula lui stesso nei film con il punto interrogativo.Woody Allen ES: Amore e guerra, Stardust memories, Harry a pezzi (1.22.00).
  4. 4. Il senso della vita - Vita è intrinsecamente priva di significato - Necessità di crearci delle false illusioni e non pensare alla morte nostra e delluniverso che rendono tutto vano (cfr. tumore in “Hannan e le sue sorelle”) - Nelluniverso non cè alcun valore assoluto e oggettivo (cfr. Incipit di “Io e Annie” - il fisico in “Settembre” - lanalista in “Stardust memories”) - Tale assenza rende la vita assurda e tali anche le sofferenze che la connotano (Conard 1994)Harry a pezzi (1997) ES: il buco nero in Harry a pezzi (34.00)
  5. 5. Dio - Dio come elemento di senso del mondo - Dio come verità innegabile (es. Discussione tra Boris e Sonja in “Amore e guerra”) - Dio come suprema illusione (il rabbino cieco di “Hannan e le sue sorelle”) - La superba necessità di illusioni (da Dio al mago) (Conard 1994) ES: La rosa purpurea del Cairo (43.18)La rosa purpurea del Cairo (1985)
  6. 6. Dio EPATITE (commediografo antica Atene): Non ci avevo proprio pensato a Dio come finale della mia commedia.... Ma se Dio salva tutto, l’uomo non è più responsabile delle proprie azioni. DORIS (donna moderna): Ma senza Dio, l’universo è senza senso. La vita è senza senso. Noi siamo senza senso. (Silenzio di tomba.) Ho un improvviso e irrefrenabile desiderio di essere scopata. Commedia “Dio” in Citarsi addossoLa rosa purpurea del Cairo (1985)
  7. 7. Integrità “Tu sei troppo poco rigoroso con te stesso, non ti sembra?” Capisci questo è il tuo vero problema. Tu razionalizzi tutto. Non sei sincero con te stesso” (Manhattan 1979) - Integrità, coerenza, irremovibilità - La Porsche, il tradimento, la delazione (Skoble 2004) - Gli elementi in gioco (Yale, lominide, laManhattan (1979) scienza...) - Lintegrità di Isaac ES. Manhattan 1.15.38
  8. 8. Etica Etica. — Limperativo categorico e le sei maniere per fare in modo che questo lavori a vostro vantaggio. (WA, BOLLETTINO PRIMAVERILE in Saperla Lunga, 1973) - Il mondo non funziona secondo dei principi morali. La moralità è una fede. - Dovè il senso di una vita in cui la giustizia non trionfa (“Sei milioni di morti e I nazisti lhanno fatta franca) - Il finale di Crimini e MisfattiCrimini e misfatti (1989)

×