• Save
Psicosociologia dei consumi culturali II 5. La moda
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×
 

 

Statistics

Views

Total Views
935
Views on SlideShare
935
Embed Views
0

Actions

Likes
0
Downloads
0
Comments
1

0 Embeds 0

No embeds

Accessibility

Categories

Upload Details

Uploaded via as Adobe PDF

Usage Rights

© All Rights Reserved

Report content

Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
  • Full Name Full Name Comment goes here.
    Are you sure you want to
    Your message goes here
    Processing…
  • NON SI RIESCE A LEGGERE. LE SLIDES SONO TAGLIATE A DESTRA
    Are you sure you want to
    Your message goes here
    Processing…
Post Comment
Edit your comment

Psicosociologia dei consumi culturali II 5. La moda Psicosociologia dei consumi culturali II 5. La moda Presentation Transcript

  • Corso di Psicosologia dei consumi culturali II 2011-2012 5. La moda prof. Matteo Asti
  • Questioni Simmel nel saggio “Filosofia del denaro” (1900) sviluppa unidea abbastanza negativa degli effetti del denaro sulla cultura: - Rapporto tra cultura formalizzata e diffusa è ancora lo stesso? (cfr. Edizione domenicale del NYT più ricca di un erudito del 700, Software di lettura ebook) - Aumento di distanza dalle cose vale anche oggi? (cfr. Diffusione dei SN relazionali, es. Fare amiciziaGeorg Simmel via fb, scambiarsi lamicizia come forma di contatto)
  • La moda Simmel nel 1895 pubblica un saggio dal titolo “la moda”. Questo testo si rivela uno dei più originali ed e penetranti della sua produzione e scardina lidea di dare una definizione della stessa per relazionalra di necessità alle funzioni che svolge allinterno della società che lha coltivata e promossa sino a renderla emblema della vita moderna.Georg Simmel
  • Spot Ringo (1999)
  • Spot Bmw serie 1 (2009 - 2011)
  • Fusione e distinzione “Tutta la storia della società si svolge nella lotta, nel compromesso, nelle conciliazioni lentamente conquistate e rapidamente perdute che intervengono fra la fusione con il nostro gruppo e il distinguersene individualmente. Filosoficamente, loscillazione della nostra anima tra questi poli può prendere corpo nel contrasto fra la dottrina dellunità del tutto e il dogma dellincompatibilità, dellessere-per-sé di ogni elemento del mondo. Anche a livello pratico, nella lotta di partiti opposti come il socialismo eGeorg Simmel lindividualismo, si tratta sempre della medesima forma fondamentale di dualismo, che nel campo della biologia si rivela infine come contrasto di ereditarietà e di variabilità”.
  • La moda e le due tendenze “La moda è imitazione di un modello dato e appaga il bisogno di appoggio sociale, conduce il singolo sulla via che tutti percorrono, dà un universale che fa del comportamento di ogni singolo un mero esempio. Nondimeno appaga il bisogno di diversità, la tendenza alla differenziazione, al cambiamento, al distinguersi. Se da un lato questo risultato le è possibile con il cambiamento dei contenuti che caratterizza in modo individuale la moda di oggi nei confronti di quella di ieri e di quella di domani, la ragione fondamentale della sua efficacia è che le mode sono sempre mode di classe, che le mode della classe più elevata si distinguono da quella della classe inferiore e vengono abbandonate nel momento in cui questultimaGeorg Simmel comincia a farle proprie. Così la moda non è altro che una delle tante forme di vita con le quali la tendenza alluguaglianza sociale e quella alla differenziazione individuale e alla variazione si congiungono in un fare unitario”.
  • Spot Qvc (2011)
  • Prodotto Qvc: 1AR by Unoaerre (2011) Bracciale ottone placcato oro 750. Realizzato con due fili di maglie ovali ad effetto martellato, con una vestibilità morbida. Un bracciale dalleleganza disinvolta, che illumina il polso di bagliori preziosi. - Ottone placcato oro 750 - Due fili di maglie ovali, ad effetto martellato - Chiusura T-bar con targhetta 1AR - Lunghezza 19cm
  • Prodotto Qvc (2011) “Lalta gioielleria italiana di unoarre si traduce oggi nel lusso accessibile della linea 1AR by Unoarre che, rinnovandosi ad ogni stagione al passo con le ultime tendenze, presenta creazioni giovani, uniche, dal design accattivante e spiccatamente italiano, fatte di ricerca e raffinatezza e dedicate a chi è sensibile alle continue metamorfosi della moda e vuole esserne sempre protagonista. 1AR by Unoarre esprime uno stile inconfondibile, con quel tocco di alto artigianato che solo un marchio come unoaerre può interpretare, rendendo questi gioielli accessori di grande fascino, appetibili e accessibili. intensità, leggerezza e geometrie prendono forma in collane con e senza pendenti, bracciali, anelli, gioielli che racchiudono un mondo di sensazioni, di emozioni e stati danimo. 1AR : un must per chi vuole essere sempre alla moda”. www.qvc.it
  • Prodotto Qvc (2011) “LALTA gioielleria italiana di Unoarre si traduce oggi nel LUSSO ACCESSIBILE della linea 1AR by Unoarre che, RINNOVANDOSI AD OGNI STAGIONE AL PASSO CON LE ULTIME TENDENZE, presenta creazioni giovani, UNICHE, dal design accattivante e spiccatamente italiano, fatte di ricerca e raffinatezza e dedicate a chi è sensibile alle CONTINUE METAMORFOSI DELLA MODA e vuole esserne SEMPRE PROTAGONISTA. 1AR by Unoarre esprime uno stile inconfondibile, con quel tocco di alto artigianato che solo un marchio come Unoaerre può interpretare, rendendo questi gioielli accessori di GRANDE FASCINO, APPETIBILI E ACCESSIBILI. Intensità, leggerezza e geometrie prendono forma in collane con e senza pendenti, bracciali, anelli, gioielli che racchiudono un mondo di sensazioni, di emozioni e stati danimo. 1AR : un must PER CHI VUOLE ESSERE SEMPRE ALLA MODA”. www.qvc.it
  • La direzione della moda “La moda significa da un lato coesione di quanti si trovano allo stesso livello sociale, unità di una cerchia sociale da essa caratterizzata, dallaltra chiusura di questo gruppo nei confronti dei gradi sociali inferiori e loro caratterizzazione mediante la non appartenenza ad esso"Georg Simmel
  • La direzione della moda “Se le forme sociali, i vestiti, i giudizi estetici, tutto lo stile in cui luomo si esprime, si trasformano continuamente attraverso la moda, allora la moda, cioè la nuova moda, appartiene soltanto alle classi sociali superiori. Non appena le classi inferiori cominciano ad appropriarsene superando i confini imposti dalle classi superiori e spezzando lunità della loro reciproca appartenenza così simbolizzata, le classi superiori si volgono da questa moda ad unaltra, con la quale si differenziano nuovamente dalle grandiGeorg Simmel masse e il gioco può ricominciare. Le classi inferiori infatti guardano in alto e aspirano ad elevarsi”
  • La moda e il denaro “Questo è loro possibile soprattutto nellambito della moda in quanto è il più accessibile ad unimitazione esteriore. Limporsi delleconomia monetaria deve accelerare in modo rilevante questo processo e renderlo visibile, perché gli oggetti della moda, in quanto esteriorità della vita, sono particolarmente accessibili al puro possesso del denaro. In rapporto ad essi è più facile raggiungere la parità con lo strato superiore che in tutti gli altri campi che richiedono un impiego di capacità individuali non acquistabili con ilGeorg Simmel denaro”
  • La moda e il tempo “Il ritmo assunto nelle grandi città dal progredire economico degli strati inferiori deve favorire il rapido cambiamento della moda perché abbrevia il tempo necessario allimitazione degli strati superiori… Quanto più un articolo è soggetto al rapido mutare della moda, tanto più forte è la richiesta di prodotti del suo tipo a buon mercato… Si crea così un vero e proprio circolo vizioso: quanto più rapidamente cambia la moda, tanto più gli oggetti devono diventare economici, e quanto più gli oggetti diventano economici, tanto più invitano iGeorg Simmel consumatori e costringono i produttori ad un rapido cambiamento della moda”
  • Questioni - La negazione della moda agisce come una forma oppositiva o ne sancisce il potere? - Chi guida la moda, la guida o ne è guidato? - Che differenze e somiglianze si possono riscontrare tra la moda e luniforme?Georg Simmel
  • Lavoro Trovare un prodotto attualmente in commercio e la relativa campagna pubblicitaria che illustri I seguenti concetti (confermandoli o negandoli): - La moda come risposta a tensione imitativa o di differenziazione - La moda come modello proveniente dai ceti più elevati - La moda come modello di accelerazione del tempo eGeorg Simmel della percezione di “comprabilità” del reale.