Pratica e cultura 2. La programmazione

477
-1

Published on

Published in: Education
0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total Views
477
On Slideshare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
0
Actions
Shares
0
Downloads
0
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Pratica e cultura 2. La programmazione

  1. 1. Pratica e cultura dello spettacolo Tv2. La programmazione Prof. Matteo Asti
  2. 2. Il palinsesto Palinsesto è la disposizione in successione di un insieme di programmi, di una certa durata, allinterno di un intervallo temporale, secondo una logica e un ordine determinati. Dal punto di vista dellimpresa televisiva, lattività di costruzione del palinsesto consiste nel collocare un insieme di programmi (contenuto) allinterno di una griglia temporale (forma) secondo un determinato schema di disposizione (logica).
  3. 3. Il contenuto del palinsesto CONTENUTO: in base ad ampiezza e profondità - generalista (Canale5) - segmentato (ItaliaUno) - tematico (Iris)
  4. 4. Il palinsestoAMPIEZZA (old) PROFONDITA (new)
  5. 5. La forma del palinsesto Parametri strutturali della programmazione tv: - Durata - Frequenza Giornaliera: una volta, più volte Settimanale: giorni feriali – festivi Stagionale: estate, inverno - Collocazione temporale Day-time Prime-time Night-time Pre-prime-time -Ordine di successione
  6. 6. Il palinsesto (8 feb 2011) DAY TimePRE PRIME Time PRIME Time
  7. 7. Il palinsesto (8 feb 2011)
  8. 8. La logica del palinsesto Lobiettivo comune di tutti I canali della neotv è la massivizzazione dellascolto. In base a tale obiettivo nella tv tradizionale si sono create le seguenti logiche - Counter programming: target ≠ - Competitive programming: target = - Bridging: sovrapposizione all’inizio del programma concorrente - Lead in /out: traino - Block programming: programmi dello stesso genere - Hammocking: nuovo tra due successi - Tentpoiling: successo tra due nuovi
  9. 9. La logica del palinsesto Dimensione PRAGMATICA Il palinsesto è inserito nell’uso e nel contesto sociale, ruolo di interfaccia con il pubblico: capace di alimentarne le aspettative e orientarne la fruizione. Dimensione SINTATTICA - Palinsesto come macrotesto, insieme di testi diversi in relazione reciproca tra loro. - Progressiva de-testualizzazione: perdita dei tradizionali confini testuali Tre LIVELLI di TESTUALITA nel palinsesto: - I programmi (o le loro singole porzioni) - L’intera offerta della singola rete tv - Il consumo concretamente realizzato dallo spettatore
  10. 10. Il palinsesto (3 feb 2011)
  11. 11. Le reti generalisteEtà Titolo di studio

×