Introduzione al mercato filippino
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×
 

Introduzione al mercato filippino

on

  • 538 views

http://www.virtualvalley.it/workshop-internazionalizzazione-brasile.html scopri i nostri workshop per internazionalizzare

http://www.virtualvalley.it/workshop-internazionalizzazione-brasile.html scopri i nostri workshop per internazionalizzare

Statistics

Views

Total Views
538
Views on SlideShare
429
Embed Views
109

Actions

Likes
0
Downloads
0
Comments
0

5 Embeds 109

http://internazionalizzazioneworkshop.blogspot.it 102
http://internazionalizzazioneworkshop.blogspot.com.es 3
http://internazionalizzazioneworkshop.blogspot.com.br 2
https://www.google.it 1
http://internazionalizzazioneworkshop.blogspot.pt 1

Accessibility

Categories

Upload Details

Uploaded via as Adobe PDF

Usage Rights

© All Rights Reserved

Report content

Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
  • Full Name Full Name Comment goes here.
    Are you sure you want to
    Your message goes here
    Processing…
Post Comment
Edit your comment

Introduzione al mercato filippino Introduzione al mercato filippino Document Transcript

  • Paese: le rimesse alle famiglie dei cittadini espatriati per oltre 20 miliardi di dollari all’anno. Nell’ultimo decennio le Filippine, dopo aver gradualmente superato le ferite del passato sono tornate a crescere. Non solo hanno ormai recuperato il terreno perduto ma si collocano oggi in una posizione particolarmente vantaggiosa per le imprese occidentali cheRitorno al futuro Anche le vicende delle vogliono essere presenti in Asia. L’economiaTigri (asiatiche) hanno alti e bassi. Quelle infatti beneficia del traino della crescitadelle Filippine hanno inizio negli anni ’70. cinese. E’ pienamente inserita nel contesto diGià allora il Paese viene visto dall’Occidente sviluppo degli altri Paesi del Sudest asiaticocome una grande promessa. Il primo Stato in (Thailandia, Indonesia, Malaysia, VietnamAsia a incamminarsi verso una definitiva ecc.). Ma le caratteristiche del Paese, della suamodernità, subito dopo il Giappone. Un luogo classe dirigente e della sua forza lavorocon grande disponibilità di manodopera a mantengono una fortissima improntabasso costo, dove delocalizzare occidentale che si riflettono nell’usovantaggiosamente produzioni di universale della lingua inglese, nelle basiabbigliamento o comunque ad alto impiego di giuridiche, negli orientamenti culturali e dimanodopera, soprattutto dagli Stati Uniti. Ma consumo, nell’etica e nei rapporti sociali equesta prima partenza viene inaspettatamente interpersonali profondamente condizionatideviata dalle vicende politiche. Il Governo dalla tradizione cattolica. Le Filippine sonoguidato da Ferdinand Marcos degenera, a oggi, senza ombra di dubbio, il piùpartire dagli anni ‘70, in una dittatura violenta occidentale dei Paesi asiatici.e corrotta accompagnata da problemi diinstabilità interna con veri e propri movimenti Un presidente di largo consenso E ildi guerriglia. In questo modo il Paese si Governo di Manila questa volta c’è. L’attualebloccò, ma i Filippini non restarono immobili: presidente, Benigno Aquino III, eletto conaccelerarono infatti un massiccio flusso una solida maggioranza nel 2010, èmigratorio all’estero che oggi si traduce in impegnato in un programma diuna delle grandi risorse del 1
  • modernizzazione a tutto campo di cui il Paese 2012 l’apposita task force costituita dalaveva bisogno. Governo Aquino ha pubblicato una lista di 21Il suo programma, inizialmente, lasciava progetti ormai deliberati, di cui unoperplessi gli investitori. Metteva al primo (autostrada di scorrimento veloce) giàposto trasparenza e lotta alla corruzione (di assegnato. Nel consorzio che ha vinto figuraqui lo scetticismo) e poi una svolta nella anche un’impresa spagnola.gestione della spesa pubblica con aumentodella raccolta fiscale da un lato, e dall’altropiù spesa sociale (scuola, sanità,amministrazioni locali) per ‘includere’ nellosviluppo anche i milioni di filippini che finoraerano rimasti tagliati fuori dallo sviluppo chesi è concentrato soprattutto nei maggioricentri urbani:Si tratta di un debito ‘sociale’ da chiudere maanche una garanzia di forte crescita delladomanda interna.In aggiunta il Governo si è impegnato in un Rinascita economica Aiutato da un efficacemassiccio programma di infrastrutture (strade, ministro delle Finanze proveniente da Ernstaeroporti, reti urbane, energia ecc) da Young è riuscito a ribaltare tutti gli indicatorirealizzare in partnership con il settore privato di un Paese che nel 2009 sembrava rischiare(PPP) con un apporto pubblico pari a 20 un nuovo collasso.miliardi di dollari. Il Pil è tornato in crescita con una forte accelerazione (+ 6,4%) nel primo trimestre diCredibilità accresciuta A due anni di distanza quest’anno. Le riserve valutarie (80 miliardianche gli scettici si devono ricredere. Aquino, di dollari) superano ormai il debito estero. Inche ha ancora a disposizione 4 anni di significativo aumento la raccolta fiscale (+presidenza, è riuscito a mantenere alto il 10% nel 2011) con conseguente riduzione dellivello di consenso. Non solo i filippini rapporto deficit PIL al 2,6 per cento.continuano ad avere fiducia ma anche la Uno dei risultati è stata, nel luglio 2012, laristretta élite (una cinquantina di famiglie) che decisione di Standard & Poor’s diha in mano le leve economiche del Paese ha promuovere a BB+ il rating Paese. Glicapito che il clima è cambiato e che le vecchie investitori se ne erano già accorti da tempio econnivenze non funzionano più. A fine luglio 2
  • infatti, nell’ultimo anno, l’indice della Borsa ostacoli burocratici e posizioni di privilegiodi Manila è cresciuto del 17% che si erano stratificati nel tempo. Certo, sotto questo profilo il progresso puòUn Paese di consumatori Le Filippine essere solo graduale soprattutto in aree comedifferiscono dagli altri Paesi asiatici anche per quelle dei tempi eccessivamente lunghi dellal’elevato livello dei consumi, che coprono il giustizia e del coordinamento tra Autorità70% del PIL. centrali e Amministrazioni locali. Ma una dimostrazione del fatto che le cose con la nuova Amministrazione stanno cambiando è l’avanzamento di 18 posizioni delle Filippine nella classifica Doing Business della Banca Mondiale e di 10 posizioni nel Global Competitivness Index del Gobal Economic Forum ottenuti nel 2011. In questo progresso il Paese può contare inoltre su un asset importante: la eccellente qualità delle risorse umane. Un esempio di come potrà essere il futuro, del resto, è già visibile nelle maggiori ZoneIl dato è imputabile alla crescita di una classe Economiche Speciali (Cebu, Subic, Clark)media formata in gran parte da giovani, a una dove è insediata la maggior parte dellecultura nettamente più edonista di quella aziende straniere che possono usufruire diparsimoniosa che caratterizza molti paesi vantaggi fiscali e di normative agevolate,asiatici ma anche a un fenomeno specifico: il gestite da amministratori competenti emassiccio afflusso di rimesse dall’estero fortemente motivati.inviate alle famiglie da circa 10 milioni difilippini emigrati in altri Paesi che si traducein volumi consistenti di acquisti che vengonocanalizzati nei centri commerciali del Paeseche sono oggi tra i maggiori di tutta l’Asia.Il modello Economic Zones Un’altra areaprioritaria di intervento del Governo Aquino èla legislazione con lo smantellamento di 3
  • E possono contare su una manodopera affidabile, con costo del lavoro inferiore allaRilancio industriale C’è poi il rilancio stessa Cina, nonché un’ampia disponibilità didell’industrializzazione. Già oggi la manager, tecnici e quadri, spesso conproduzione manifatturiera copre una quota esperienza internazionale (Asia, Mercati delrilevante del PIL del Paese ma lo scenario è a Golfo, Stati Uniti) formati in università dimacchia di leopardo. modello statunitense. Eccellenti prospettiveLe Filippine, malgrado le avversità politiche emergono anche nella filiera delle costruzionidel recente passato, sono diventate ad e dei materiali, trainate da una forte domandaesempio un grande polo produttivo per interna.l’industria elettronica mondiale. Ciò adimostrazione che le capacità nel Paese sono Un mercato ‘allargato’ ad oltre 600 milioninotevoli. E stanno recuperando anche in altri di persone Le Filippine aderiscono aglicomparti, orientati sia ai mercati globali che al accordi di libero scambio dell’Asean a cuisoddisfacimento di una consistente domanda partecipano anche Indonesia, Malaysia,interna. Il Paese, in ogni caso, non riparte da Singapore, Thailandia, Brunei, Vietnam,zero: esistono, tra gli altri, un consistente polo Laos, Myanmar (Birmania) e Cambogia conindustriale dell’auto orientato al mercato una popolazione complessiva superiore ai 600comune dell’Asia Pacifico (AFTA) in milioni di abitanti e un PIL di circa 1.800aggiunta a un forte comparto tessile e miliardi di dollari. Grazie agli accordi didell’abbigliamento e a una importante filiera libero scambio in vigore tra questi Paesi, ladel legno e del mobile che dispongono di una maggior parte dei prodotti ‘made invalida tradizione anche sul fronte delle Philippines’ può accedere a questi mercati conesportazioni. una tariffa pari o inferiore al 5%. Si aggiungono le opportunità del Philippines Japan Economic Partnership Agreement (PJEPA) che consente all’81% delle esportazioni filippine di entrare in Giappone in esenzione di dazio. Sono altri 127 milioni di consumatori. Non solo, ma la stessa Asean, ha implementato una serie di accordi doganali di libero scambio con Giappone, Cina, Australia e Nuova Zelanda, 4
  • Corea del Sud ed è in trattative per un analogo dalla nuova domanda cinese. Sonoaccordo con l’India. Questo significa che le innanzitutto il turismo, ma anche l’industriaaziende straniere che decidono di localizzarsi ittica, numerose produzioni agroalimentari enelle Filippine grazie ai bassi costi e alla di altri beni di consumo.eccezionale disponibilità di tecnici e managerpreparati, possono godere degli stessi Cooperazione con l’Europa Nel luglio 2012vantaggi. le Filippine e lUE hanno firmato un Accordo di Partenariato di Cooperazione (PCA), cheIl motore Cina L’accesso in regime di libero copre un vasto numero di temi e di settori:scambio al mercato cinese grazie agli accordi interscambio con particolare riguardoAsean è di particolare rilevanza. L’economia all’eliminazione delle diverse forme didi Pechino è infatti in fase di transizione sotto ostacoli non tariffari, normative tecniche eun duplice profilo: aumento dei costi e fitosanitarie, investimenti bilaterali, tutela deimaggiore incidenza della spesa privata in beni diritti inclusi i diritti di proprietà intellettuale,di consumo e servizi. Le Filippine beneficiano flussi migratori, energie rinnovabili, ricercadel fenomeno sotto vari aspetti. Da un lato, scientifica, piccole e medie imprese ecc.assieme a Vietnam e Indonesia rientrano tra i Sotto il profilo operativo gli aspetti importantiPaesi in cui molte multinazionali attive sui dell’accordo sono:mercati asiatici stanno trasferendo produzioni - la creazione di un comitato congiunto e diche prima erano realizzate nelle Province diversi sottocomitati con il compito di farecostiere cinesi dove aumento dei costi e progredire la cooperazione effettiva neidifficile reperibilità della manodopera sono diversi settoridiventati un problema di grande rilevanza. - l’accesso delle Filippine a un numero maggiore di programmi comunitari con relativi finanziamenti - un accresciuto impegno nel Paese da parte della Banca Europea degli investimenti L’accordo di partenariato pone anche le basi per il raggiungimento di un vero e proprio accordo di libero scambio tra l’Europa e le Filippine che potrebbe avere un forte effetto di stimolo all’interscambio commerciale da entrambe le parti. Ma soprattutto dovrebbeDall’altro interi settori dell’economia avere l’effetto di consolidare il ruolo dellefilippina, beneficiano del traino esercitato 5
  • Filippine come partner privilegiato per leimprese europee che puntano a una maggiore Sempre nel settore dei servizi si stapresenza sul mercato asiatico rafforzando anche un’attività ospedaliera competitiva, cresciuta grazie a uno strettoQuando è facile comunicare La base rapporto con la comunità statunitenseinsomma c’è già e ha dimostrato di poter insediata nel Paese (120mila persone) efunzionare, e questo non soltanto nelle attività orientata a servire una clientela ampia: nonindustriali. solo filippini di ceto medio alto, ma anche pazienti stranieri provenienti dai Paesi asiatici, Medio oriente e dagli stessi Stati Uniti. ...e la natura è generosa Un’altra filiera con grandi prospettive è il turismo: costellato da centinaia di isole e da paesaggi interni e di coste di grande spettacolarità, il Paese può fare appello all’immenso bacino asiatico oltre che al tradizionale pubblico occidentale. E’ bastata la liberalizzazione dei collegamenti aerei interni per rilanciare l’intero settore, ma restano da completare la modernizzazione delle strutture e dell’offerta ricettiva nonché di una mentalità imprenditoriale con unaLe Filippine hanno saputo sfruttare il visione ancora tradizionale e ‘ristretta’ di unvantaggio di un utilizzo diffuso della lingua turismo fine a sé stesso.inglese sviluppando una formidabile filieradel Business Process Outsourcing (serviziinformatici, call center)Sono attività che fanno affluire miliardi didollari ogni anno nel del Paese. In particolarenella gestione di call center per clientistranieri le Filippine, grazie alla miglioreconoscenza dell’inglese e al buon livello diistruzione, hanno superato la stessa India. 6
  • Le Filippine dispongono anche di un Risorse minerarie Infine un ulteriore jolly ègrandissimo potenziale agricolo oltre che rappresentato dal settore minerario: il Paesenella filiera della pesca (più di 36mila dispone di ingenti giacimenti di oro, rame,chilometri di coste): sono attività in fase di ferro, nichel e altri metalli (quinto al mondorilancio dopo essere state trascurate per lungo per riserve minerarie). Diverse juniortempo. companies ma anche grandi multinazionaliUn elemento di traino è rappresentato anche minerarie australiane, canadesi e statunitensiin questo caso, oltre che dalla crescita della hanno avviato importanti progetti con ladomanda interna, anche dalle potenzialità del certezza di poter contare nei prossimi anni sulmercato asiatico e di nuove filiere come fabbisogno in continua crescita del mercatoquelle dei bio-carburanti. cinese. 7
  • Il Paese in cifreConsumi: domanda aggregata di 120 miliardi di dollari con una popolazione di 94 milioni dipersone che cresce nell’ordine di 2 milioni all’annoInvestimenti: piano di sviluppo delle infrastrutture per 60 miliardi di dollari nei prossimi anni. Isettori: strade, porti e aeroporti, servizi a rete, energia. Il Public-Private Partnership (PPP) Center haindividuato 80 proposte progettuali da realizzare nel contesto di forme di partnership pubblico-privato. Nell’immediato, è previsto l’avvio di nuovi progetti in regime di partnership col settoreprivato, per 3,6 miliardi di dollari.Spesa sociale: 100mila nuove abitazioni previste a Manila nei prossimi anni e un piano sociale cheprevede la costruzione di centinaia di scuole, nuove università e istituti tecnici, ospedali e strutturesanitarie.Trattati di libero scambio: con Cina, Giappone, Corea del Sud, Australia, Thailandia, Malaysia,Indonesia, Nuova Zelanda, Vietnam, Cambogia per un mercato di oltre 2,3 miliardi i consumatoriCrescita: nel 2012 il PIL è cresciuto del 6,1%. Le principali filiere produttive del Paese sonoedilizia - turismo - agroalimentare - produzione software - call centers e servizi di ingegneria percommittenti esteri - meccanica e componentistica auto - tessile e abbigliamento - mobile e arredo -filiera del cuoio e calzaturiera - estrazione mineraria (oro, nichel e rame) - industria ceramica e delmarmo.Costi di insediamento: affitti annui (standing elevato) pari a 260 dollari anno per m2, costo di uningegnere di 450 dollari al mese, per un operaio semplice di 8 dollari al giorno.Parchi industriali: 264 aree attrezzate riservate alle industrie esportatrici (Economic Zones) con untrattamento fiscale e doganale fortemente agevolati 8