Your SlideShare is downloading. ×
0
Il Sole 5 ore
Il Sole 5 ore
Il Sole 5 ore
Il Sole 5 ore
Il Sole 5 ore
Il Sole 5 ore
Il Sole 5 ore
Il Sole 5 ore
Il Sole 5 ore
Il Sole 5 ore
Il Sole 5 ore
Il Sole 5 ore
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×

Thanks for flagging this SlideShare!

Oops! An error has occurred.

×
Saving this for later? Get the SlideShare app to save on your phone or tablet. Read anywhere, anytime – even offline.
Text the download link to your phone
Standard text messaging rates apply

Il Sole 5 ore

1,181

Published on

La redazione …

La redazione

Cacciatore Marco, Congedo Beatrice, Corineo Angela Chiara, Giannini Alberto, Giannotta Sara, Gorgoni Ilaria, Greco Elisabetta, Mele Ludovico, Melissano Alessandro, Melissano Damiano, Mitrovic Sara, Negro Filippo, Negro Rocco, Panico Francesca, Pellegrino Marika, Polimeno Simone, Puzzello Elisabetta, Russo Lucia, Russo Sara, Scarlino Alessia, Sergi Giorgio, Spongano Rita, Stefanizzi Lorenzo, Tutisco Erika, Vantaggiato Diego, Vecchio Elisa.

Prof. ssa Monica Paglialonga, prof.ssa Assunta Sgobba.
www.comprensivocutrofiano.it

0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total Views
1,181
On Slideshare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
2
Actions
Shares
0
Downloads
1
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

Report content
Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
No notes for slide

Transcript

  • 1. La redazioneCacciatore Marco, Congedo Beatrice, Corineo Angela Chiara, Giannini Alberto, Giannotta Sa- Istitutora, Gorgoni Ilaria, Greco Elisabetta, Mele Ludovico, Melissano Alessandro, Melissano Damiano, c o m pr e n s i vo Il sole 5 oreMitrovic Sara, Negro Filippo, Negro Rocco, Panico Francesca, Pellegrino Marika, Polimeno Si- “ Don Bosco” C u t r o f i a nomone, Puzzello Elisabetta, Russo Lucia, Russo Sara, Scarlino Alessia, Sergi Giorgio, Spongano Classe II BRita, Stefanizzi Lorenzo, Tutisco Erika,Vantaggiato Diego,Vecchio Elisa. Numero unico A.s.2010-2011Prof. ssa Monica Paglialonga, prof.ssa Assunta Sgobba. www.comprensivocutrofiano.it Che bella esperienza! La novità proposta per quest’anno scolastico, nelle ore di rientro pomeridiano del martedì, è stato il Laboratorio di giornalismo, progetto curato dalle docenti di lettere prof.sse Monica Paglialonga e Assunta Sgobba. La classe è stata divisa in gruppi ognuno dei quali ha curato una determinata rubrica a tema: Osservatorio scuola, Binocolo sul territorio, Cultura La redazione e tradizioni, Lo sapevate che…?, Sport, Pensieri in corso!, Scrit- tori in erba. Il lavoro si è articolato in tre fasi: ricerca di documenti, sele- zione delle informazioni utili, stesura e correzione degli arti- coli. Da questa esperienza ab- biamo imparato tanto: lo spirito di gruppo, la socializzazione del- le esperienze, l’utilizzo e l’elaborazione di diverse tipolo- gie testuali. Insomma abbiamo letto tanto, compreso testi diffi- cili e SCRITTO molto, ma di- La redazione al lavoro vertendoci !Si ringrazia: RUBRICHE: OSSERVATORIO SCUOLA- 2 BINOCOLO SUL TERRITORIO– 5Il Dirigente scolastico per aver creduto nel nostro progetto. LO SAPEVATE CHE...?- 8Il sig. Giuseppe Colì per aver collaborato a impaginazione e stampa .La prof. Caterina Albano per la gentile collaborazione. CULTURA E TRADIZIONI– 11 SPORT– 15 PENSIERI IN CORSO!- 19 SCRITTORI IN ERBA– 22Quanti hanno reso possibile la buona riuscita del nostro lavoro.
  • 2. Pagina 2 Pagina 23 Osservatorio scuola Scrittori in erbaLa nostra scuola Capii che era giunta la mia ora. Per alcuni mesi non accadde niente ,fino a quando un giorno… Era la sera del mio compleanno, non avevo voglia di festeggiare, mi sentivo stranamente debole e malinconi-La nostra scuola è l’Istituto Comprensivo “Don Bosco” , dal celebre santo che si è distinto per l’ co. Decisi di rimanere in casa nonostante gli inviti ad uscire dei miei amici, mi stavo incamminando verso lainteresse verso i giovani. Essa comprende più plessi : la Scuola Primaria e Secondaria di Sogliano camera da letto quando inciampai in qualcosa, sembrava un filo ma non capivo a cosa si collegasse, none quella di Cutrofiano . Il Dirigente Scolastico è il prof. Saverio Cesari e il suo vicario è il prof.Giovanni Casarano. La Secondaria di Cutrofiano comprende 12 classi,251 alunni e 33 professori. l’avevo mai visto prima. Dopo qualche istante sentii un tonfo improvviso, feci appena in tempo ad alzare loL’ edificio è composto da vari ambienti adibiti ciascuno ad un’attività: la presidenza, sede del Diri- sguardo e vidi un secchio rovesciato dal quale mi colò addosso una sostanza viscida. Dall’odore inconfondibi-gente, la segreteria dove si sbrigano le varie pratiche scolastiche, una sala professori dove si ten- le capii che era dell’acido. In quell’istante il mio cuore iniziò a battere fortissimo, d’istinto guardai lo specchiogono i Consigli di classe e varie altre riunioni fra docenti, una palestra dove si praticano allegra- che era davanti a me e che rifletteva la mia immagine. Ero orribilmente bruciato da quella sostanza, la pellemente le attività sportive durante le ore di educazione motoria, la biblioteca contenente molti del viso, ormai sfigurato, e del resto del corpo cadeva a brandelli. Non avevo scampo, sarei morto poco do-libri interessanti. Al piano superiore ci sono: il laboratorio d’informatica per lavorare con il com- po tra atroci sofferenze.puter, il laboratorio di scienze che viene utilizzato per svolgere numerosi esperimenti. L’offertaformativa dell’Istituto prevede un corso ad indirizzo musicale di 33 ore, uno a tempo prolungatodi 36 ore e il tempo normale di 30 ore; si tengono anche lezioni di neogreco che, come abbiamo Una gita al castelloimparato, è differente dal griko. Quest’ultimo infatti è ancora parlato nei comuni della Grecìa Sa-lentina ovvero Calimera, Carpignano Salentino, Corigliano d’Otranto, Cutrofiano, Castrignano Era una giornata soleggiata di aprile, finalmente era arrivata la tanto attesa visitadei greci, Martano, Martignano, Melpignano, Sternatia, Soleto e Zollino . d’istruzione al castello della Principessa. Io e i mie compagni giungemmo ordinata-Il neogreco invece è l’evoluzione della lingua greca antica ed è attualmente parlato in Grecia. mente vicino al grande portone di legno, la professoressa bussò e il custode ci ac-Importante è il progetto Comenius in cui quattro scuole europee collaborano reciprocamente colse con un grande sorriso. Visitammo tutte le sale rimanendo estasiati dalla loroscambiandosi conoscenze sulle tradizioni e sulla storia del proprio paese. La scuola Secondaria di bellezza, immaginando come si svolgesse la vita quotidiana a quei tempi.I grado di Sogliano porta il nome di un illustre matematico del luogo, “Giuseppe Palamà”. In una di queste sale c’era un grande e bellissimo quadro raffigurante una festa daEssa conta 16 professori, 94 alunni e 6 classi. L’edificio è dislocato su due piani, che accolgono ballo, quello di primavera. Improvvisamente vidi intorno a me donne e uomini, tuttidue laboratori di cui uno di scienze e uno d’informatica e una sala professori. La scuola Primaria molto indaffarati che andavano a destra e a sinistra, avanti e indietro senza sosta:comprende invece 15 professori, 164 alunni e 9 classi. Anche le scuole di Sogliano dispongono di chi lucidava l’argenteria e chi lucidava il pavimento.una biblioteca e una palestra che viene utilizzata da entrambe. Giunta la sera, incominciarono ad arrivare i nobili invitanti con abiti sfarzosi e colorati. Le signore indossava- no lunghi vestiti ornati con pizzi e merletti e anche i signori erano molto eleganti. Ogni volta che una coppiaMerenda della solidarietà entrava nel palazzo, un maggiordomo annunciava i loro nomi e il loro titolo nobiliare, una dolce musica di violini accompagnava i discorsi dei presenti che erano nella sala addobbata a festa. C’erano tavole imbandite, fiori dai mille colori.Nella nostra scuola, in occasione delle fe- Ad un tratto la musica s’interruppe, perché il maggiordomo doveva annunciare l’arrivo della Principessa: leistività natalizie, abbiamo pensato di fare scese dalle scale, tutti gli invitati la guardarono con stupore ammirando la sua bellezza, ma improvvisamente un fumo nero la avvolse e lei sparì: era stata rapita da un mago cattivo che voleva farla sua schiava.qualcosa per aiutare le famiglie più biso- Il mago aspirava a governare in quel regno con il malvagio intento di renderlo triste senza più balli e risate.gnose del paese, abbiamo coinvolto i no- Egli stava preparando una formula magica per diffonderla nell’aria. Un valoroso Duca, avendo scoperto i suoistri genitori e i docenti in un’iniziativa che piani malvagi, decise di intervenire.ha avuto come finalità una raccolta di fon- Sapendo che il mago aveva paura dei gatti neri, prese i gatti di tutto il paese e andò nell’antro del mago in suadi. Con la guida dei nostri insegnanti abbia- assenza;decise di giocargli uno scherzo mettendo tutti i gatti in un pentolone e si nascose.mo organizzato la vendita di merende dol- Quando il mago rientrò si rimise al lavoro per finire la sua pozione magica. Appena aprì il pentolone i gatti gli saltarono addosso.ci e salate preparate dai nostri genitori e Ad un tratto una voce prevalse sulle altre: “Elisabetta”; qualcuno mi chiamava, io ebbi un sobbalzo e voltan-consumate durante l’intervallo. A turno, domi incrociai lo sguardo severo della prof. :“ Ti stiamo cercando da un’ ora... possibile che tu sia sempreabbiamo allestito una grande tavolata di distratta? Ci hai fatto preoccupare! Non rispondevi all’appello!”.leccornie con l’aiuto delle collaboratrici “Mi scusi professoressa” risposi garbatamente ancora coinvolta dal suono dei violini e dai colori e profumiscolastiche. Il ricavato è stato offerto ai del mio sogno ad occhi aperti.parroci delle due chiese di Cutrofiano chehanno portato i fondi alle famiglie più bisognose del paese.
  • 3. Pagina 22 Pagina 3 Scrittori in erba Osservatorio scuolaIl codice della morte Note di NataleEra una tempestosa giornata invernale, ma per me era fantastica. Quel giorno infattiero stato promosso all’ FBI di New York. Salutati i miei genitori, presi il primo aereodisponibile e poco dopo partii per la meta tanto attesa. Il giorno dopo, stanco e as- Martedì 21 Dicembre 2010, nella chie-sonnato per le lunghe ore di viaggio, decisi di andare a riposarmi nell’appartamento sa di "San Giuseppe" a Cutrofiano si èaffittato su Internet prima della partenza. La mattina seguente mi avviai verso la peri- svolto il concerto di Natale, a cui han-feria di New York dove l’ FBI aveva una sede sotto copertura. Entrai e alcuni dipen-denti mi chiesero se fossi il nuovo agente. Io annuì e dopo una serie di controlli ac- no partecipato gli alunni della scuolacurati sui miei documenti e una perquisizione per verificare che non fossi armato mi secondaria di primo grado "Don Bo-accompagnarono verso la porta d’ entrata. Lì ricevetti il mio tesserino d’ agente e restai tutto il giorno a sco" e quelli delle classi quinte dellaimparare le importantissime regole per non far saltare la propria copertura. Tornai al recidence quando era primaria di Cutrofiano. Alle ore 17:30ormai sera e dovetti prima passare dal portiere a chiedere le chiavi del mio appartamento. Stranamente è iniziato lo spettacolo. I primi a esi-all’ingresso non trovai nessuno e rimasi lì per una mezz’oretta. Ad un certo punto percepii uno strano ru- birsi sono stati i professori del corsomore, come un gocciolio. Presto mi accorsi che qualcosa di liquido toccava i miei piedi e chinatomi notai musicale: il professore Galati al violi-una macchia rossa. Sgranai gli occhi alla vista di un fiume di sangue che proveniva dalla sala bar. Pensai che no, il professore Perrone al clarinetto,qualcuno si fosse gravemente ferito e, sebbene fossi terrorizzato, accorsi velocemente in aiuto. Per caso il professore Baldassare alla chitarra, ilpuntai lo sguardo verso lo scaffale degli alcolici…. Con la coda dell’occhio notai un corpo accasciato, mi ri- professore Iurlaro al pianoforte insie-trovai in un mare di sangue. Capii che era il cameriere, dalla livrea che lo copriva. Rapidamente la sollevai e me al professore di musica Pendinellirimasi inorridito da quello che trovai. Al cadavere erano stati stappati gli occhi, il cuore e tutto il complesso al sassofono con il brano "My Love" diintestinale. Li ritrovai esposti su uno scaffale a formare tre lettere: ”P”,”R”,”E”. Vomitai per lo schifo e poitrovai la forza di chiamare i miei colleghi per venire ad osservare il caso, ma una cosa colpì il mio interes- Ennio Morricone. Subito dopo, si sonose…. Su quel corpo erano state incise altre tre lettere: “R”,”O”,”B”. Questo mi fece rabbrividire tanto che esibiti il coro e lorchestra. Essa è sud-il cuore iniziò a battere fino a sentirlo in gola. Alla fine decisi di rincasare, ma il pensiero di quell’orrore mi divisa in quattro sezioni: violinisti, cla-ritornava continuamente in mente e sapevo che la notte che mi aspettava non sarebbe stata semplice. La rinettisti, chitarristi e pianisti. Il primomattina seguente, svegliatomi presto, decisi di fare un bagno caldo. Entrai nella stanza larga e luminosa e sta- brano eseguito sotto la direzione delvo per aprire l’acqua quando mi trovai dinanzi un orrore mai visto prima: una testa appesa ad un filo e mol- prof. Galati è stato “L’albero di Nata-tissimi corpi inchiodati al muro tutti senza organi. Sul bordo della vasca, rinvenni degli occhi uniti fra loro a le”; il secondo " Tu scendi dalle stelle"formare altre due parole ”PAR” e ”ERT”. Inorridito chiamai nuovamente i miei amici agenti. Per me però diretto dal professore Baldassarre; ilc’era qualcosa di strano che non quadrava. Dopo aver pensato per ore e ore trovai una possibile soluzione: terzo è stato "Bianco Natale" ed è sta-qualcuno, forse un serial killer stava componendo un codice segreto per depistare l’FBI. Provai allora ad uni- to diretto dal professore Galati. I duere le varie composizioni di lettere tra loro e risultò il nome “ROBERT”. Pensai quindi che il criminale, con- pezzi successivi sono stati eseguiti e-trariamente a quello che avevo supposto precedentemente, stesse cercando di farsi trovare. Mi rimanevanoancora due composizioni che unite fra loro formavano “PREPA”. Capii allora che si doveva ancora comple- sclusivamente dallorchestra e sono stati "Adeste fideles" e "Astro del ciel" con la direzione deltare la parola e che quindi qualcun altro doveva essere assassinato .Una settimana dopo trovai due agenti professore Perrone. I brani seguenti sono stati " We are the world" e "Jingle bells rock" direttiFBI scuoiati e sulla loro pelle, usata come pergamena, c’ era scritto “RATI” e “CORMAN” e poi su un fo- dal professore Iurlaro. Lultimo pezzo è stato "Mamminieddhu zuccaratu" diretto dal professoreglio un altro messaggio: “Analizza le parole”. La mia teoria fu allora confermata e unite le parole fra loro ri- Galati. La serata si è svolta in modo gradevole e si è raggiunto lobiettivo che ci si era proposti:sultò “PREPARATI ROBERT CORMAN”... suscitare negli spettatori unemozione di pace e serenità nellattesa del Santo Natale.
  • 4. Pagina 4 Pagina 21 Osservatorio scuola Pensieri in corso!Quando a scuola si parla di AMICIZIA!L’amicizia è un valore molto importante nella vita. Avere I ragazzi e la musicaqualcuno con cui condividere momenti di felicità e tristezzaè fondamentale. Per questo non si può immaginare una vitasenza amici. Essi sono una parte fondamentale della nostra La musica è l’espressione artistica più apprezzata dai giovani. I nostri coetanei per la maggior par-esistenza poiché l’amico è colui che ci sta accanto nei mo- te ne ascoltano molta. Naturalmente ognuno a seconda dei gusti e delle proprie preferenze. Ab-menti di bisogno, che ci dà consigli, che ci consola e con cui biamo fatto un’indagine su un campione di cinquanta alunni per classificare i generi musicali piùpossiamo confidarci. Lui ci accetta come siamo e non ci ascoltati. Il risultato è illustrato in questo grafico:chiede di cambiare ed è la persona di cui ci possiamo fidare,perché sappiamo che non ci tradirà mai; è colui al qualepossiamo chiedere un favore senza che ci chieda qualcosa incambio. La cosa più importante in un rapporto di amicizia è il rispetto, la sincerità, la compren-sione e la complicità. L’amicizia è un legame profondo e può esistere tra più persone. Gli amicisono da ritenersi come l’acqua nel deserto, cioè indispensabili per poter vivere anche se profon-damente diversi tra loro per costituzione fisica, per religione, lingua o colore della pelle.L’amicizia vera non può essere diminuita dalla distanza o dal tempo, dalla prigione o dalla guerra,dalla sofferenza, dal silenzio, al contrario è in queste cose che essa mette più profonde radici. E’da queste cose che essa fiorisce e nella solitudine, nella malattia, nella confusione la semplice co-noscenza dell’amicizia rende possibile resistere. Gli amici hanno bisogno uno dell’altro propriocome un fiore ha bisogno della pioggia per schiudersi e mostrare la sua bellezza. A proposito diquesto argomento in classe abbiamo assistito alla visione del film : “ Basta guardare il cielo ”. Essoparla del rapporto di amicizia tra Kevin e Max, un ragazzo molto robusto e sgraziato, apparente-mente tonto, con gravi difficoltà di apprendimento e incapacità di rapportarsi con gli altri. In più,Max ha un grave blocco psicologico dovuto al trauma infantile scaturito dal fatto di aver visto ilpadre che uccideva la madre, mentre, Kevin non ha alcun ritardo mentale, anzi appare a tutti co-me un piccolo genio. Una grave sindrome gli impedisce però un normale sviluppo della strutturafisica, in particolare blocca la crescita dell’apparato scheletrico , la crescita degli organi interni ene causa la malformazione che lo porterà alla morte. La sua “diversità” è tutta nel fisico, nella sua deformazione, nella difficoltà a camminare.Il messaggio del film è che l’amicizia rappresenta sempre un completamento della persona, qual- Come si evince la maggior parte degli intervistati preferisce ascoltare musica da discoteca, in tut-cosa che ci arricchisce e ci migliora, ci permette di arrivare dove non potremmo arrivare da soli. Max e Kevin, con i loro svantaggi presi singolarmente, sono simbolica- te le sue sfumature come house, tecno, progressive, e musica reggae. Questo genere è nato in mente perfetti, se uniti. La voce del narratore è quella di Max che ri- Giamaica dal gruppo religioso rasta e il suo massimo esponente mondiale è stato Bob Marley. pete spesso una frase la quale riassume perfettamente la loro simbio- Oggi molti giovani, soprattutto nel Salento, sono appassionati di reggae grazie anche a un gruppo si: “ Io ero le sue gambe e lui era il mio cervello.” musicale, i Sud sound system che, cantando in dialetto salentino, l’ha reso tanto popolare che la Titolo originale: The Mighty nostra terra è definita: “la Giamaica italiana”. I generi musicali meno ascoltati sono: la musica leg- Nazione: USA  gera, rock e rap. Solo un ragazzo su cinquanta ascolta la musica classica. Anno: 1998  Genere: Drammatico  Durata: 100’  Regia: Peter Chelsom  Tipologia: Le diversità Eta consigliata: Scuole medie inferiori; Scuole medie superiori
  • 5. Pagina 20 Pagina 5 Pensieri in corso! Binocolo sul territorioSchiavi della moda? A favore di Cutrofiano: la Pro locoIl termine moda deriva dal latino “modus”, che vuol dire “maniera”.Il concetto di moda, come oggi la si intende, nasce in un primo momento in Italia, ma ha il suo La Pro loco è un associazione territoriale di volontariato, volta alla promozione e alla tutela dellemassimo splendore nella Francia di Re Sole. Oggi la moda, soprattutto quella giovanile, è basata località su cui insiste sia per conservare e valorizzare le risorse ambientali e culturali sia per mi-sulle invenzioni creative che respingono le regole. Essa è un condizionamento, è l’intimazione di gliorare le caratteristiche e le condizioni per lo sviluppo turistico e sociale. Infatti il termine "Proun gusto, di una scelta, di un modello, di un colore ad un pubblico vasto, che accetta le scelte loco" significa "a favore del luogo". Nella leggenda si narra che ebbe origine nell’antica Roma,conferite proprio perché “vanno di moda”. Ognuno di noi presta occhi alle vetrine, ai giornali, quando un illuminato funzionario dellImpero romano creò una specie di uffici di accoglienza per ialla pubblicità e alle sfilate nei programmi televisivi. Non bisogna omettere che la moda è fonda- visitatori della capitale che doveva apparire agli occhi del popolo colta e piena di riguardo per imentalmente un immane giro d’affari di cui l’Italia occupa uno dei primi posti in tutto il mondo. propri beni, come ancora fa la Pro loco attuale per le località in cui opera. L UNPLI (Unione Na-Ai giovani non piace farsi condizionare nei gusti dal mondo degli adulti e preferiscono dar vita ad zionale Pro loco Italia) è associata con l Unesco perché ne considera proprie le finalità. La Prouna moda soltanto loro, nella quale possono esprimersi. loco Cutrofiano bandisce annualmente concorsi letterari per i ragazzi, allo scopo di approfondireCosì la moda dei ragazzi, agli occhi di una persona anziana o legata alle tradizioni superate del la conoscenza del proprio territorio, delle tradizioni e dei personaggi tipici. La Pro loco Cutrofia-passato, può sembrare un’ originalità senza significato; per i giovani, invece, ha un concreto signifi- no inoltre ha avuto in comodato dalla Colacem di Gubbio nel 1999 il Parco dei Fossili che era unacato, è come una dimostrazione d’ indipendenza, di originalità, una forma di ribellione al mondo ex cava di argilla chiamata "Contrada Lustrelle". Il professor Giuseppe Botrugno pensò di allestiredegli adulti da cui non si accettano condizionamenti. Il problema è che il più potente e globale dei il Parco per farlo visitare. Noi abbiamo intervistato il Prof. Rosario Ligori, Presidente della Procondizionamenti è proprio quello dettato dalla moda e soprattutto da quella giovanile che rende i loco di Cutrofiano e gli abbiamo rivolto alcune domande:ragazzi tutti uguali, alla stregua di pupazzi senza personalità, ma questa è una realtà che deve esse- Quando è nata la Pro loco Cutrofiano ?re accettata come tale, perché non permette altre soluzioni! “La Pro loco Cutrofiano è nata nel 1997”. Qual è l importanza della Pro loco e perchè è importante il Parco dei fossili per la Pro loco ? “Il parco dei fossili è stato fondato dalla Pro loco Cutrofiano, ma non è più di sua proprietà, maScandalo Wikileaks del comune, ovviamente rimane comunque importante per il paese”. Quante persone prendono parte alla Pro loco di Cutrofiano?Wikileaks (dall inglese “leak”,“perdita”,“fuga di notizie”) è un organizzazione internazionale senza “Come iscritti soci, sono 80 i componenti della Pro loco, ma ci sono tante altre persone chescopo di lucro che riceve in modo anonimo, grazie a un contenitore protetto da un potente si- prendono parte all iniziativa”.stema di cifratura, documenti coperti da segreto di stato, militare, industriale e bancario, e poi licarica sul proprio sito web. Associazioni no profitI cittadini di ogni parte del mondo possono e sono invitati a inviare materiale “che porti alla lucecomportamenti non etici di governi e aziende” tenuti nascosti. Gran parte dello staff del sito ri- Rientrano propriamente nella categoria “no profit” quellemane anonima. organizzazioni cui sia applicabile la recente disciplina delleL organizzazione dichiara l autenticità del materiale prima di pubblicarlo. Wikileaks, per scelta Organizzazioni Non Lucrative di Utilità Sociale, meglio cono-non ha alcuna sede ufficiale, infatti vuole essere “una versione irrintracciabile di Wikipedia che sciute con lacronimo ONLUS. Gli enti che compongono ilconsente la pubblicazione e l analisi di massa di documentazioni riservate”. mondo del no profit si differenziano sostanzialmente nellaLo scopo ultimo è quello della trasparenza da parte dei governi quale garanzia di giustizia di etica loro struttura, distinguendosi per tipologia e status giuridico.e di una più forte democrazia. Il fondatore è Julian Assange. La grande fortuna di Wikileaks è ini- In particolare, fino ad ora la legislazione italiana ha disciplina-ziata con il software Tor, attraverso il quale Wikileaks intercettò milioni di conversazioni allinsa- to cinque differenti tipi di organizzazioni private che operanoputa degli interessati. Assange ha affermato che il dipartimento della Difesa sarebbe disponibile a senza fini economici con finalità solidaristiche: le organizza-collaborare per “pulire” i nuovi documenti sullAfghanistan dai dati sensibili. Si tratta dei 15 mila zioni non governative, le organizzazioni di volontariato, le cooperative sociali, le fondazioni exfile che, secondo il Pentagono, potrebbero mettere a rischio la sicurezza delle truppe americane bancarie, le associazioni di promozione sociale. Fanno parte di queste categorie molte organizza-e della rete di collaboratori afghani. zioni sia a livello internazionale sia a livello locale tra cui:Anche il rapporto tra Silvio Berlusconi e Vladimir Putin sarebbe oggetto di un’ attenta osservazio- ASSOCIAZIONE PANGEA: ogni regalo solidale comprato nelle sedi dellassociazione Pangeane da parte dei diplomatici statunitensi. La loro relazione è stata giudicata di natura confidenziale, contribuisce a sostenere la vita di una donna. Questa associazione è presente anche a Galatina.anche a causa dello scambio di “regali generosi” e foriera di redditizi contratti energetici tra Eni e FIADDA: Famiglie Italiane Associate per la Difesa dei Diritti degli Audiolesi, si impegna ad inserireGazprom. La descrizione data da Berlusconi è che “ sembra essere il portavoce di Putin in Euro- gli audiolesi in condizioni di parità nel mondo dei normoudenti. Questa associazione ha sede an-pa” in quanto il Presidente del Consiglio italiano si farebbe portavoce degli interessi russi in seno che a Cutrofiano.allUnione Europea.
  • 6. Pagina 6 Pagina 19 Binocolo sul territorio Pensieri in corso!PROTEZIONE CIVILE: è un organo di volontariato che si serve di un grosso numero di volontariper la prevenzione, la previsione e gestione degli eventi straordinari. Grazie alla PROTEZIONECIVILE CUTROFIANO, che è andata in Abruzzo per portare beni di prima necessità, la comunitàcutrofianese è più vicina alla popolazione abruzzese. Occhio al bullo!LEGAMBIENTE: è un’ organizzazione ecologista contro il nucleare. E nata nel 1980. A CutrofianoLegambiente promuove tante iniziative, tra cui una proposta di utilizzare 120 ettari di terreno per Con bullismo si indica generalmente, nella letteratura psicologica internazio-impiantare dei pannelli fotovoltaici, che però ha creato conflitti anche con il sindaco che rifiutava nale, “il fenomeno delle prepotenze perpetrate da bambini e ragazzi nei con-di applicare il progetto. Il circolo Legambiente”Renata Fonte” di Cutrofiano, dopo alcune perlu- fronti dei loro coetanei soprattutto in ambito scolastico” .strazioni notturne, ha denunciato un camionista che con due complici gettava pneumatici in Il bullismo per essere definito tale deve presentare tre caratteristiche precise:unantica masseria. La Legambiente Cutrofiano ha contrastato la Colacem con la riunione”Bastacon la distruzione del Salento. Basta con lo scempio delle cave a Cutrofiano”, nella quale venne -intenzionalità nell’agirespiegata lentità del danno sul territorio ormai irrecuperabile. -persistenza nel tempo SFIDA: Sindacato Famiglie Italiane Diverse Abilità è unassociazione di volontariato che cerca di -asimmetria nella relazione. tutelare i diritti e aiutare concretamente i singoli soggetti disabili e i loro familiari.CITTADINANZA ATTIVA: è un movimento di partecipazione civica che opera in Italia e in Eu- Esistono diversi tipi di bullismo che si dividono principalmente in bullismo diretto e indiretto. Ilropa per la promozione e la tutela dei cittadini e dei consumatori. primo è caratterizzato da una relazione diretta tra vittima e bullo e a sua volta può essere catalo-Le organizzazioni no profit mettono in risalto la solidarietà e lamore verso il prossimo che ognu- gato come :no può dimostrare con piccoli gesti. -bullismo fisico -bullismo verbale -bullismo psicologicoLa nostra avventura politica: Sindaco baby -cyber bullismo o bullismo elettronico.Sabato 15 Gennaio 2011 si è svolta la cerimonia d inse- Il bullismo indiretto è meno visibile di quello diretto, ma non meno pericoloso e tende a danneg-diamento del Sindaco Baby tenutasi nellaula consiliare giare la vittima nelle sue relazioni con le altre persone, escludendola e isolandola per mezzo so-di Cutrofiano sita in Via Ascoli. prattutto del bullismo psicologico e quindi con pettegolezzi e calunnie sul suo conto.Tutto ha avuto inizio tempo prima. Un giorno, infatti, le Le cause primarie di questo fenomeno sono da ricercarsi non solamente nella personalità del gio-coordinatrici del progetto all’interno dellIstituto Com- vane bullo, ma anche nei modelli familiari sottostanti, negli stereotipi imposti dai mass-media, nel-prensivo “Don Bosco”di Cutrofiano, hanno proposto la società di oggi a volte disattenta alle relazioni sociali.agli alunni di partecipare alla vita politica del comune Il bullismo non esiste solo a scuola, ma ha delle degenerazioni come il nonnismo e si collega acandidandosi sia come consigliere sia come Sindaco tutte le violenze che hanno in comune il considerare l’altra persona come un oggetto.Baby. E’ un fenomeno che riguarda sia maschi che femmine ma si manifesta in modo diverso. I maschiIl fervore si è diffuso presto in tutto lIstituto e ben ot- mettono in atto soprattutto prepotenze di tipo diretto, come aggressioni fisiche e verbali.to ragazzi hanno presentato la loro candidatura, propo- Le femmine, invece, utilizzano in genere modalità indiretta di provocazione e si rivolgono sia allenendo un programma da sottoporre agli elettori. femmine che ai maschi.Dopo un breve ma acceso confronto, tra i tanti ne so- Le varianti comportamentali messe in atto dal bullo sono di vario tipo: dal deridere al picchiare,no stati scelti due: Contaldo Lorenzo e Sabetta Giulia dallo scarabocchiare sul diario allo strappare i vestiti.che sono stati convocati in presidenza dove il Dirigente Abbiamo appreso dai quotidiani letti in classe che nella sola provincia di Lecce si sono verificatiha spiegato loro come comportarsi e cosa fare nel peri- numerosi episodi di bullismo come ad esempio a Gallipoli dove dei bulli di 15 anni hanno bruciatoodo precedente l elezione. la mano ad un compagno e i due sono stati sospesi dalle lezioni per iniziativaEntrambi i ragazzi hanno scelto i consiglieri collegati a del Dirigente scolastico.ciascuna lista, lo slogan per la loro campagna elettorale Un altro caso a Lecce ha riguardato un bullo che dopo una quindicina die successivamente hanno tenuto un discorso pubblico giorni d’assenza è tornato a scuola con un coltello di quasi 17 centimetri.per attrarsi le simpatie dei votanti. Alla fine cè stata Il Sindaco baby Giulia Sabetta e il Sindaco di Con grande sorpresa all’entrata lo aspettava la Finanza!unelezione democratica per nominare il nuovo Sindaco Cutrofiano Aldo TarantiniBaby e dopo circa due giorni sono arrivati i risultati.
  • 7. Pagina 18 Pagina 7 Sport Binocolo sul territorio Giulia Sabetta con circa 170 voti, avendo sconfitto Contal-Cosa sono le paralimpiadi? do Lorenzo, è divenuta di con- seguenza Sindaco Baby del no-Le paralimpiadi sono dei giochi olimpici per atleti disabili, hanno a- stro paese per lanno 2011.vuto inizio in Inghilterra nel 1948 grazie al medico britannico Lu- Il giorno dopo la nostra com-dwig Guttmann che organizzò una competizione sportiva per vete- pagna, per festeggiare la suarani della Seconda Guerra Mondiale con problemi alla colonna ver- elezione, ha portato a scuolatebrale. La carrozzina viene costruita su misura del giocatore e ha dei dolcetti da offrire ai suoidei meccanismi protettivi alle gambe, in modo da muoversi libera- compagni in segno di ringrazia-mente senza alcun pericolo. I Giochi organizzati da Guttman comin- mento e come Sindaco ha illu-ciarono ad avere notorietà e successo, tanto che sempre più nazioni strato il suo programma.chiedevano di parteciparvi. Anche negli Stati Uniti i tornei di basket Infine come accennato prima,su sedia a rotelle conobbero unespansione simile e si estesero an- cè stato linsediamento duran-che al nuoto, ping pong, corsa e tiro con larco. Questo clamore te il quale la classe II B ha can-fece sì che si costituissero numerose associazioni di sport per disa- tato dei brani“Linno alla gioia” bili. e “Fratelli dItalia” accompagna- Nel 1964 apparve per la prima volta lo stendardo e linno delle ti dallorchestra diretta dal Paralimpiadi e, in quelloccasione, sono state introdotte nuove professore Giuseppe Galati. discipline: la staffetta 240 metri, la corsa di velocità per 60 me- I dodici consiglieri di Sabetta hanno tenuto in pubblico un breve discorso di ringraziamento. tri, lo slalom su sedia a rotelle, il sollevamento pesi, il lancio del Contaldo è divenuto consigliere di minoranza insieme a quattro consiglieri più votati della sua disco. lista. Verso le 12:15 la cerimonia dinsediamento è giunta a termine tra gli applausi del pubblico Le Paralimpiadi del 1976 furono considerate le prime vere e per il nuovo Sindaco Baby. proprie Olimpiadi per disabili. Nel 1992 cè stata una svolta enorme: i Giochi furono per la Insediamento prima volta ripresi con collegamento televisivo completo e que- CCR sto ha consentito di diffondere questa nuova cultura sportiva. Il termine Paralympics voleva intendere, quando fu creato, Giochi Olimpici per Paraplegici; oggi, il prefisso para vuole inve- ce indicare che i giochi sono paralleli alle Olimpiadi per normo-dotati. Le Paralimpiadi hanno anche un loro logo, come le Olimpiadi hanno i 5 cerchi colorati.Esso è formato da tre gocce di colore verde, rosso e blu che rappresentano rispettivamente lamente, il corpo e lo spirito delluomo.
  • 8. Pagina 8 Pagina 17 Lo sapevate che...? SportMenti locali Snow bike. È lo sport che consiste nella mountain bike sulla neve.Fra le personalità leccesi che spiccano nel campo scientifico abbiamo notizia di Ga-briele Cacciatore, chiamato “il piccolo Archimede salentino”, un ricercatore diVeglie, frequentante il liceo “De Giorgi” di Lecce .Egli è l’inventore del microinfusore che potrebbe sostituire il pancreas e le suefunzioni, rivelandosi di grande aiuto per i malati di diabete. Dato che questo pro-totipo ha pure la capacità di misurare la glicemia, in base ai valori rilevati dal gluco- Pattinaggio di figura. Il pattinaggio di figura comprende quattro diverse specialità: ametro incorporato, permette che venga iniettata la giusta quantità di insulina che il uno su pista, pattinaggio su ghiaccio, individuale o a coppie, danza su ghiaccio ecorpo richiede. pattinaggio sincronizzato.Due altri studiosi salentini dell’Università di Lecce , Sergio Fonti e Giuseppe Marzo , hanno ideatoe utilizzato una sofisticata tecnica di elaborazione di dati da satellite per ricavare la prima mappadella distribuzione del metano presente su Marte. Il lavoro di questi studiosi ha rafforzato la pos-sibilità che la vita esista anche oltre i confini della nostra Terra. Un altro scienziato emergente è Sci freestyle. Nacque grazie a degli sciatori quando durante gli allenamentiAlessandro Sannino che, insieme ad un gruppo di ricercatori italiani, ha inventato e sperimentato si esibirono in figure acrobatiche formidabili. Attualmente ci sono due disci-“Attiva”, il primo e unico idrogelo superassorbente in grado di aumentare notevolmente il senso pline fondamentali: gobbe e salti. Gli specialisti delle gobbe scendono sudi sazietà dopo i pasti e il senso di appetito fra un pasto e l’ altro, in individui in sovrappeso. Que- una pista a gobbette compiendo due salti per discesa. Sono attribuiti lorosta “ pillola antiobesità” viene somministrata sotto forma di piccole particelle che mediante as- punteggi in base al salto, alle difficoltà , alla velocità e alla qualità.sorbimento di acqua si rigonfiano occupando volume nello stomaco e nell’ intestino, inducendocosì un senso di sazietà. Grazie a queste grandi menti il Salento si sta facendo conoscere per lasua ottima intraprendenza e competenza scientifica. Ski cross. Nello ski cross più atleti scendono contemporaneamente lungo un percorso artificiale ricco di salti e ostacoli. In questo sport sono neces- sari non gli sci tradizionali ma i twin tip ovvero sci con doppie punteLe origini del NataleUna delle feste più emozionanti e magiche che esistano è il Natale.Purtroppo al giorno doggi nessuno crede nel suo vero significato, nella ma-gia di questo giorno speciale che coinvolge grandi e piccini fino a farli sentire Hockey. L’hockey sul ghiaccio è uno sport di squadra che si svolge sul ghiaccio iuniti in un’ unica famiglia. cui pattinatori, attraverso l’utilizzo di un bastone ricurvo indirizzano il puck nellaIl Natale, al contrario di quanto si pensi, non è affatto una festa di origine parte avversaria.cristiana, infatti esisteva già nel calendario romano ed è legata al culto solaredel dio Mitra.Il 25 Dicembre si festeggiava il solstizio d’ inverno, cioè il nuovo sole che rinasceva salendo versoil nord. Nel 270 l imperatore Aureliano reintrodusse la festa del Dies Natalis Solis Invictus, cioèil giorno del sole che rinasce.All inizio del IV secolo anche i cristiani partecipavano, insieme ai pagani, a questa festa, che a Ro-ma era divenuta talmente popolare che la chiesa, per allontanare i fedeli dal paganesimo, pensò di Bob. Il bob è uno sport invernale nel quale dalle squadre eseguono discese cronometrate lungofissare la nascita di Cristo proprio il 25 Dicembre. una pista ghiacciata, stretta e tortuosa a bordo di un mezzo dotato di pattiniNon solo il Natale è legato al simbolismo solare, ma anche l abete è legato alla tradizione pagana, sterzanti.soprattutto a quella dell Europa dove esso rappresenta l albero cosmico che collega cielo e ter-ra come il sole nutre gli esseri viventi.Solo il presepe è di origine cristiana ed è noto che la sua paternità sia attribuita a San Francescoche per primo, intorno al 1200, organizzò a Greccio, una rappresentazione della nascita di Gesù.Il numero dei magi e il loro significato però fu fissato da San Leone Magno infatti essi rappresenta-no le tre razze umane e le loro diverse età.Tuttora in vari luoghi del mondo il Natale viene festeggiato in modo particolare.
  • 9. Pagina 16 Pagina 9 Sport Lo sapevate che...? Negli USA per esempio la sera della vigilia si lasciano latte e biscotti per Babbo Natale, in Inghil- terra si mangia il mince pie e lo sherry, in Germania durante il periodo dell Avvento i bambini hanno i calendari d Avvento e ogni giorno aprono una finestrella e promettono di compiere unaSport invernali buona azione, in Messico i bambini rompono la “piniata” una specie di pentolaccia. Inoltre il Mes- sico è ricco di molte tradizioni e leggende come quella della stella di Natale. Questa racconta laAbbiamo selezionato per voi lettori alcuni degli sport invernali per noi più significativi. storia di una bambina che pregava, in lacrime, Gesù chiedendogli cosa avrebbe potuto fare perQuesti comprendono tutte le discipline sportive che si svolgono su ghiaccio o su neve, tradizio- dimostrargli il suo amore, quando tutto ad un tratto vide un angelo che le disse di raccoglierenalmente praticate durante il periodo invernale nei paesi alpini, nell’ Europa settentrionale e o- qualche pianta sul bordo della strada e di portarle ai piedi del presepe. La bambina fece così e po-rientale, in nord America e in Giappone. co dopo le erbe cattive portate da lei si trasformarono in bellissimi fiori rosso fuoco.La massima competizione internazionale degli sport invernali sono i giochi olimpici nel cui pro- Da quel giorno le stelle di Natale in Messico sono chiamate “Flores de la Noce Buena”, cioè fiorigramma sono inseriti i principali sport (anche se non tutti) che si praticano su neve o ghiaccio. della Santa notte.Negli ultimi decenni del XX secolo, l’introduzione di materiali sintetici che consentono lo scivola- Il Natale anche se festeggiato in maniera diversa, rimane sempre la festa più emozionante e magi-mento come sulle superfici innevate o ghiacciate, la costruzione di impianti sportivi al coperto e ca che unisce tutti i ragazzi attorno alla capanna di legno aspettando l arrivo del Messia, che di-la diffusione dei sistemi per l’innevamento artificiale hanno permesso di estendere la pratica degli venta uomo per salvarci e per darci nuova speranza.sport invernali ad altri periodi dell’anno dove il clima o la mancanza di alture naturali non ne con-sentirebbero lo svolgimento. Il cuore di un paese: la piazzaSlittino. Uno slittino è una piccola slitta per una o due persone, sulla quale si In urbanistica “un luogo più spazioso delle strade allinterno di un centro abitato” si definisce piaz-viaggia in posizione supina con i piedi in avanti. Per curvare si flettono i pattini za.usando i piedi ( premendo sulla parte curva, che è flessibile ) o si tirano delle Essa è sempre stata presente fin dagli antichi greci che la chiamavano Agorà, dal verbo ageiro checinghie attaccate ai pattini o si esercita una pressione sul sedile con la spalla significa raccogliere. L Agorà era il centro del potere religioso, commerciale e democratico,opposta alla direzione di curva desiderata. tantè che vi si riuniva l assemblea della polis. Dopo qualche secolo, nellImpero romano la piazza, ancora presente, si tramuta in Foro: esso era Snowboard. Lo snowboarding, conosciuto in Italia semplicemente come ampio e spazioso e svolgeva una funzione molto importante snowboard, è uno sport di scivolamento su neve, nato negli anni sessanta ne- in quanto doveva simboleggiare la potenza e la grandezza gli Stati Uniti. Lo si pratica utilizzando una tavola costituita da un’ anima di le- dellImpero. gno e provvista di lamine e soletta in materiale sintetico, simile a quello dello Nel Rinascimento la piazza diviene grande e spaziosa e divisa sci. in due parti una superiore e una inferiore al centro della qua- le era collocata una raffinata fontana. Inoltre viene utilizzata come luogo di ritrovo e di svago, come se fosse un vero eSci di fondo. Lo sci di fondo è uno sport invernale molto popolare nei paesi proprio salotto allaperto.nordici, nelle regioni alpine e in Canada. Lo sci come mezzo di locomozione Avvicinandoci sempre di più ai tempi dei nostri nonni, la piaz-nacque dall’esigenza dei popoli nordici e asiatici di muoversi in un ambiente za, anzi la “chiazza”, diventa il cuore del paese dove si con-coperto dalla neve per molti mesi l’anno. centrano innovazioni ed economia del comune. La piazza è il primo testimone di un paese in evoluzione, infatti le prime innovazioni come i bar- Salto con gli sci. Il salto con gli sci è uno sport in cui gli atleti muniti di sci caffè e i nuovi saloni da barba, sorgono intorno ad essa. Per la prima volta i lavoratori cominciano scendendo lungo la rampa di un trampolino da cui spiccano un balzo cercando a recarvisi non solo per trascorrere vivacemente delle serate o per cercare lavoro, ma anche per di atterrare il più lontano possibile. Nel caso di trampolini molto lunghi, la incontrarsi e discutere. specialità prende il nome di VOLO CON GLI SCI. Oltre che come disciplina a Oggi, essa si è quasi del tutto spopolata tranne per alcuni anzia- sé stante, il salto con gli sci é, assieme allo sci di fondo, una delle due prove ni signori che vi si recano per discutere di politica in compagnia che compongono la COMBINATA NORDICA. di un bicchiere di vino, mentre le anziane signore passeggiano a braccetto spettegolando; i ragazzini invece la usano come cam-Skibike. È lo sport che consiste negli sci da discesa con una bicicletta munita di po da calcio o pista ciclabile e preferiscono altri luoghi di ritro-sci al posto delle ruote. vo come pub, ville o sale da gioco.
  • 10. Pagina 10 Pagina 15 Lo sapevate che...? SportUfo nel SalentoQuest’anno moltissimi ufologi hanno concentrato particolarmente la loro attenzione sul misterio- Conoscete il gioco del tennis?so cerchio comparso in un campo di grano di Monteiasi, nei pressi di Taranto. Il “corp circle”,termine inglese per indicare questi cerchi o comunemente “pittogramma” è formato da cinque Il tennis è uno sport per tutte le età e può essere praticato sia da adulti che da bambini. Il nome potrebbe derivare dai giochi latini “PILA TRIGONALIS”, gioco chiamato schiacciasettecerchi minori, da quattro più grandi e da un ultimo che li racchiude tutti insieme. Il cerchio, pur sorta di trigon a più giocatori che prende a prestito le regole mancanti della pallavolo o dal giocoessendo una figura molto semplice, stupisce per la sua simmetria francese jeu de paume un’ evoluzione della pallacorda che già nel XVI secolo prevedeva l’ uso del-perfetta. Proprio questa caratteristica, comune in tutti i cerchi la racchetta mentre in precedenza veniva giocato con il palmo della mano coperta da un guanto.avvistati nei campi di grano sparsi in tutto il mondo, fa pensare a Il tennis viene praticato con una racchetta e una palla su un campo diviso in due da rete. Il campo può essere in terra battuta, erba, cemento o materiale sintetico e sono sempre più numerosiuna costruzione non fatta dall’ uomo. quelli al coperto.Esistono gli alieni? I cosiddetti UFO? Lo scopo del gioco è mandare la palla nel campo opposto, in zone delimitate da righe in base al A questa domanda c’è chi risponde di no, sostenendo la teoria tipo d’incontro ossia singolo o doppio. Per far punto è necessario che l’avversario non possa ri-che i cerchi nel grano siano formazioni elettromagnetiche. Però spondere o sbagli il colpo. Gli incontri hanno dei punteggi che si suddividono in partite, in inglese set; in base ai tipi di torne-viene da chiedersi, com’è possibile che una formazione elettro- o gli incontri sono al meglio dei 3 o dei 5 set; una partita è costituita da 6 o più giochi (games) .magnetica possa essere così geometricamente perfetta? Dal 1976 se però i giocatori sono sul punteggio di 6-6, quando il regolamento del torneo lo pre- Il cerchio a MonteiasiI cerchi nel grano, sono da sempre oggetto di continue ricerche vede, si disputa un gioco decisivo, in inglese, tie-break, per conseguire la vittoria sul 7- 6, eccet-coinvolgendo tutti i centri ufologi di tutto il mondo compreso il CUT (centro ufologico di Taran- to ,in genere, che nel quinto set . Il punteggio di un gioco assegna punti nella successione di 15-30-40-vittoria e se i giocatori sonoto). Nonostante la grande mole di esperti interessati al fenomeno non si è ancora riusciti a capire sul punteggio di 40-40 consegue la vittoria chi vince due vantaggi consecutivi. Nel tie-break ven-se si sta effettivamente parlando di creazioni aliene o sia invece opera di qualche simpatico artista gono assegnati punti nella normale successione numerica ( 1, 2, 3, 4, ….): si aggiudica il gioco de-da campo. cisivo chi per primo realizza 7 punti, con uno scarto minimo di due punti (ad esempio 7-5, 8-6 eQuesti cerchi compaiono nelle piantagioni (crops) di cereali, in particolare di grano, come in così via). Per vincere un gioco, così come per vincere una partita, un giocatore deve superare l’avversario sempre di almeno due punti; quindi il risultato di una partita può essere 7-6 (tie-quello di Monteiasi sito nella località “vigne del Duca”. Ciò che crea perplessità è che sia i bulbi break) , 7- 5, 6 - 4, 6—3, 6—2, 6—1 o 6—0 ecc…sia gli steli del grano appaiono ingrossati e ripiegati e non bruciati. Ed è per questo che tale crea- L’origine del punteggio 15-30-40 non è certa ma si pensa abbia radici medievali francesi. Una pos-zione, sia per la sua precisione che per la sua maestosità, non sembra possa essere attribuita sibile spiegazione è basata sulla presenza di un orologio sul campo. Un movimento di un quartoall’uomo. della lancetta (una per giocatore) veniva fatto dopo ogni punto e il risultato passava da 15 a 30 a 45 (col tempo abbreviato a 40).Per risalire al primo avvistamento ufo bisogna portarsi ai primi degli anni ’40 e traslocare in un Fra i più noti campioni italiani ricordiamo Seppi, Starace e altri. Come primi internazionali lo spa-altro continente … l’America. Da allora tantissime sono state le più disparate testimonianze di gnolo Nadal e lo svizzero Federes .avvistamento ufo; alcuni giurano di essere stati rapiti dai nostri vicini di pianeta e di essere stati Mentre per quanto riguarda le campionesse internazionali le più note sono la russa Dementieva,oggetto di studio o di confronto o forse solo … compagni di chiacchiere. la serba Jankovic, la bielorussa Azarenca e altre; per quanto riguarda le campionesse internazio- nali italiane le più importanti sono Errani e Vinci che hanno vinto la fed cup in finale contro gliMolte sono le teorie e tantissimi sono gli studi alla ricerca di nuove vite nell’universo. È razional- Stati uniti 4-0, Oprandi,Schiavoni,Pennetta hanno vinto la Roland Garros .mente difficile pensare che gli unici fortunati, in tutte le galassie conosciute e non, siamo noi, che Autentica leggenda del tennis è John McEurrell, un teeneger coi boccoli rossicci e le lentiggini,in qualche modo non si sia creata da qualche parte una stirpe capace di adattarsi all’ambiente in irriverente, maleducato e mostruosamente talentuoso. Il “supermoccioso“ esplodeva servizi man-cui si è generata e che sia capace di pensare e di evolversi, come è successo per l’uomo. E’ qui cini, pronto a azzannare la palla ammazzandola dolcemente, odiato e adorato nello spazio di una breve carriera. Ora è uno splendido cinquantenne che riversa le sue parabole nel circuito seniorche la domanda nasce spontanea: “Caro alieno visto che noi non siamo stati capaci di scovarti in dove è star assoluta .quell’infinito di stelle pianeti e galassie, tu che chissà quanta strada hai fatto per trovarci, per quale I tornei più importanti nel tennis sono: Wimbledon, Roland Garros, David Cup, Australia Open,motivo non ti fermi un po’? e magari ci si conosce?” U.S Open.
  • 11. Pagina 14 Pagina 11 Cultura e tradizioni Cultura e tradizioniUna delle tradizioni cutrofianesi più attese elegate al culto del fuoco è quella di SantAnto- La raccolta delle olive nella memorianio te le focare, celebrata il 17 febbraio, perricordare quando il santo salvò il popolo cutro- Il termine olio in origine si riferiva unicamente allolio di olivafianese dal terremoto... e fu proprio il17 feb- ricavato dalla spremitura dei frutti dellolivo. In seguito questobraio del 1810. nome è stato esteso a tutti i grassi che si trovano allo stato li-La serata ha inizio con laccensione del falò e in quido a temperatura ambiente e anche ad altre sostanze. Lolioseguito si inizia a cantare e ballare a ritmo dipizzica. I falò sono disseminati per tutto il paese di oliva è un alimento tipico dellarea mediterranea, un prodot-più uno grande attorno al quale si concentrano to antichissimo e di pregio, soggetto, per via del suo alto valoregli stand gastronomici i cui provenienti vengono economico, a tantissimi tipi di sofisticazioni. La raccolta delledestinati a raggiungere obiettivi di utilità socia- olive nei tempi passati veniva svolta tutta manualmente. Iniziavale. nel mese di novembre e durava quasi fino a marzo. Prima siQuestanno sicuramente ricorderemo il nostro preparava il terreno sotto gli alberi: veniva pulito da tutte le celebre compianto Uccio Aloisi definito " icona vi- erbacce, spazzato con delle scope formate dall’unione di rami vente " della pizzica salentina. secchi e lisciato; si tracciava così intorno a ogni ulivo un cer- chio chiamato “area”. Quando le olive iniziavano a cadere co- minciava la raccolta vera e propria: venivano prese una ad una e messe nei “farnari” per secernerle da pietre e terra, poi veni- vano poste in delle ceste,le“canisce”. Un altro metodo di raccolta consisteva nel posizionare dei teli sotto gli ulivi che venivano scossi con delle grosse pertiche per far cadere tutte le olive. Si evitava così che esse restassero troppo tempo a terra, perchéUccio Aloisi potevano diventare acide e di conseguenza il prodotto poteva essere meno gustoso e pregiato. Questo tipo diRicetta salentina raccolta si chiamava “abbacchiatura”, mentre la caduta Pittule (Frittelle tipiche)Ingredienti: spontanea si diceva “raccattatura”. Dopo la raccolta le500 GR. Farina, un cucchiaino Lievito di birra, Sale e Olio extravergine di oliva del Salento. olive venivano messe in un grande sacco e consegnateProcedimento: al padrone dell’uliveto. In seguito venivano portate alVersare in una grande terrina la farina, il sale, il lievito sbriciolato e acqua calda. Lavorare con frantoio. Esso anticamente era costituito da una grossauna mano a lungo e con energia limpasto fino a che non risulti soffice e cremoso. Coprirlo, pro- pietra a forma diteggerlo dal freddo anche con panni di lana. Lasciarlo riposare almeno per due ore fin quando il ruota che venivasuo volume non sarà più che raddoppiato. Servirsi di una padella dai bordi alti con abbondante fatta girareolio e metterla sul fuoco. Quando lolio sarà ben caldo, aiutandosi con un cucchiaino unto di olio,prendere delle piccole porzioni di pasta (grosse quanto una noce) e friggerle. Servirle caldissime. sfruttando la forza animale, per schiacciare le olive. La pa-Tantissime sono le varianti. Allimpasto già lievitato, infatti, si possono mescolare: cavolfiori a sta realizzata veniva messa in una vasca e con una “mazza”pezzi lessi o baccalà lessato o cozze crude sgusciate o capperini insieme a pomodori crudi e alici ulteriormente schiacciata per produrre l’olio che venivadiliscate a pezzi. versato in delle damigiane di vetro rivestite in vimini.
  • 12. Pagina 12 Pagina 13 Cultura e tradizioni Cultura e tradizioni LA NOTTE DI NATALEAtmosfere natalizie Ad ora inoltrata anche nelle case si compiva la cerimonia della nascita del Redentore. Si illuminava il presepe con piccole candele e da unaSecondo antiche testimonianze, in alcune città pugliesi, in particolare nel barese, le prime note del stanza vicina muovevano in corteo i bambini e le bambine presenti; ilNatale si avvertivano fin dal 6 dicembre. più piccolo portava il Bambinello di cera o di creta in una culla di co-Era la festa di San Nicola e nelle varie chiese l’organo suonava per la prima volta “la pastorella” o ralli. Gli altri lo accompagnavano in processione. Il padrone di casala “ninna nanna”; nella cattedrale venivano accese dodici lampade e dal giorno di Santa Lucia se ne recitava dei versetti delle preghiere a cui rispondevano i presenti,spegneva quotidianamente una, l’ultima nel momento in cui nasceva Gesù Bambino. quindi deponeva il Bambinello nella grotta fra Giuseppe, Maria, il bueVerso i primi giorni di dicembre, in piccoli e sperduti centri del Gargano, l’avvenimento più im- e l’asinello. Terminata la cerimonia, si cantava la pastorella, si sparava-portante quasi straordinario era costituito dall’arrivo dei pifferai provenienti dall’Abruzzo e dalla no razzi e fuochi d’artificio e si tornava a giocare.Basilicata con la zampogna e la ciaramella. Essi avevano i cappelli a cono con le fettucce attorci- CREDENZE E SUPERSTIZIONIgliate, corpetto di vello di capra, robone bruno (un’ampia veste di drappo pesante aperta dinanzi), Si pensava che la notte della vigilia Gesù, accompagnato da schiere di angeli, scendesse nelle ca-camicia aperta sul collo “taurino”, calzoni di velluto marrone o verde abbottonati sotto il ginoc- se.chio, calze di lana grossa lavorata a mano e lacci che salgono attorno ai polpacci. Il tutto avvolto Se una ragazza la notte di Natale si guarderà allo specchio con i capelli disciolti, non vedrà la suada un ampio mantellone pesante di lana blu, con due o tre pellegrine (corte mantelline) una sopra immagine, ma quella del suo futuro sposo. Le donne che impastavano farina la notte della vigilia,l’altra. fanno a meno del lievito: Gesù farà crescere lo stesso il pane.La notte di Natale gli zampognari si recavano nella grotta dell’Arcangelo e suonavano la pastorel-la, sulle note della bellissima pastorale di Bach.Nel Gargano è ancora viva un’antica tradizione: dieci giorni prima di Natale, piccole brigate di Le focare di S. Antoniosuonatori con chitarre e mandolini rappresentano, di casa in casa, la lunga filastrocca della “SantaAllegrezza”. Nell’aria gelida, stemperata dal calore degli ampi e neri camini, si sente che qualche Dovendo trattare il tema delle "focare" nellambi-cosa sta nascendo: rinascono la fede, la speranza. to della rubrica "cultura e tradizioni" ci sembraIl ceppo che brucia nel camino simboleggia la causa del peccato originale di Adamo ed Eva. Solo opportuno partire, nella nostra disamina, dallaconsumandosi la notte di Natale avrebbe annullato la colpa, in quanto proprio in quella notte Ge- seguente riflessione tratta dal sito del comune disù scende in mezzo agli uomini, per la loro salvezza. Novoli:"Sin dallepoca pre-cristiana il fuoco è sta-I PRESEPI to fulcro attorno al quale si sono svolte feste ri-Una tradizione natalizia antica è la preparazione del presepe. Lo alle- tuali di ogni genere. Tali cerimonie, in qualunquestivano ricchi e poveri, ognuno secondo le proprie possibilità. tempo e luogo venissero celebrate, si somigliava-Nelle case dove c’era il presepe, la sera familiari e vicini, dopo la no molto fra loro: grandi falò intorno ai quali iNovena, recitavano tre Ave Maria. Per tutto il tempo di Natale, le popoli si riunivano per propiziare la crescita deicase erano allietate da canzoni sul tema, intonate a varie riprese da raccolti ed il benessere di uomini ed animali. Intutti i componenti della famiglia, in particolare dai bambini. genere, si può dire che il fuoco sia stato un pas- L’ALBERO DI NATALE saggio fondamentale per lumanità stessa. Ovvia- I primi alberi di Natale erano ornati da arance e mandarini, abbelliti da stelle mente per i nostri progenitori esso illuminò le caverne, liberandole dal buio delle tenebre, permi- d’argento, fili d’oro, pezzi di ovatta per dare l’idea della neve. Sui rami, giocattoli, se di cucinare e consumare i cibi attorno al focolare facilitando così linstaurarsi dei legami familia- doni, chicche, cioccolatini. ri, il rinsaldarsi delle amicizie e la trasmissione di esperienze vissute. Intorno al fuoco nacque, pro- IL CENONE DELLA VIGILIA babilmente, la prima forma di comunità". Il 24 di dicembre si digiunava a mezzogiorno; Dal culto del fuoco nasce una delle più interessanti e profonde tradizioni salentine, le "focare". alcune famiglie spezzavano il digiuno con qual- Queste ultime consistono in dei grandi falò che venivano e vengono ancora oggi allestiti nei vari che “pittola” ripiena di alici o di ricotta forte. La punti dei paesi o magari nella piazza centrale ; sono probabilmente legati a culti pagani di purifica- sera si faceva il cenone con la famiglia al com- zione, propiziatori o magari come saluto alla primavera. Alcune teorie infatti indicano come venis-pleto. La sera di Natale, riuniti i parenti e gli amici più intimi, si sero usate per festeggiare linverno che finiva bruciando la legna rimasta inutilizzata da ardere.cena in lieta compagnia soprattutto per la felicità dei bambini. Il cattolicesimo ha fatto propri questi riti, ma il periodo dei grandi falò nel corso dei millenni è rimasto lo stesso, da fine dicembre a metà marzo. In questi 3 mesi il Salento pullula di fuochi.

×