Master in Strategie per il Business dello Sport - newsletter Febbraio2007

  • 196 views
Uploaded on

Alessandro "Billy" Costacurta campione dell'A.C. Milan al Master in Strategie per il Business dello Sport. …

Alessandro "Billy" Costacurta campione dell'A.C. Milan al Master in Strategie per il Business dello Sport.

Per restare informato sul Master SBS, visita il sito www.mastersbs.it.

More in: Education , Sports , Business
  • Full Name Full Name Comment goes here.
    Are you sure you want to
    Your message goes here
    Be the first to comment
    Be the first to like this
No Downloads

Views

Total Views
196
On Slideshare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
0

Actions

Shares
Downloads
3
Comments
0
Likes
0

Embeds 0

No embeds

Report content

Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
    No notes for slide

Transcript

  • 1. SBSNews MASTER IN STRATEGIE PER IL BUSINESS DELLO SPORT Anno 2 – Numero Speciale Febbraio 2007 Alessandro “Billy” Costacurta annuncia il suo ritiro Nell’incontro tenutosi giovedì 1 febbraio a “La Ghirada- Città dello Sport” di Treviso, era presente Alessandro “Billy” Costacurta, quarantunenne difensore del Milan (7 scudetti e 4 Coppe Campioni, oltre ad innumerevoli successi con i rossoneri e 59 presenze in azzurro in oltre 20 anni di splendida carriera), nell’ambito delle testimonianze al Master SBS. Rispondendo alle domande dei futuri dirigenti sportivi iscritti quest’anno al Master Costacurta ha annunciato a sorpresa: “Questo sarà sicuramente il mio ultimo anno da giocatore, fra cinque mesi smetto definitivamente con il calcio.” E, sollecitato sul suo futuro, ha detto: “Fare un’esperienza come quella del Master SBS l’anno prossimo mi piacerebbe molto, magari l’anno prossimo potrei essere dall’altra parte della barricata, assieme ai ragazzi in quest’aula. In molti nell’ambiente dello sport mi hanno parlato dell’alta qualità del Master de La Ghirada e conosco, come tutti gli sportivi, il modo di intendere e di gestire lo sport del gruppo Benetton e lo ammiro moltissimo. Comunque non ho ancora le idee chiarissime sul mio futuro per i prossimi anni, potrei anche decidere di intraprendere la carriera di allenatore, quello che è certo è che avrò la possibilità di stare di più con mio figlio e la mia famiglia.” Sull’arrivo di Ronaldo al Milan, Costacurta ha aggiunto: “Siamo contentissimi che un campione così sia arrivato da noi, adesso inizieremo ad allenarci insieme e sarà un’addizione importante per i traguardi che ci aspettano in questa stagione. Tra le altre cose, se devo dire il nome dell’attaccante che mi ha fatto soffrire di più in carriera, direi proprio Ronaldo: con la sua fantastia ed i suoi guizzi ti metteva sempre in difficoltà e spesso ti faceva fare delle figure…”. Per chi come i 35 ragazzi partecipanti alla 2° edizione del Master SBS a La Ghirada vuole diventare un manager dello sport, incontrare un personaggio come Alessandro Costacurta ha rapprsentato un’occasione per apprendere dal vivo l’esperienza di uno dei personaggi che ha fatto la storia del calcio italiano, e non solo, negli ultimi vent’anni. È così durato quasi 2 ore il fuoco di fila delle domande dei 35 ragazzi del Master SBS, sulla carriera e sulle esperienze del difensore del Milan che nel tardo pomeriggio è rientrato a Milano. Tra gli argomenti trattati, la rivoluzione in atto nel mondo del calcio, “Che considero assolutamente positiva per l’ambiente. Ricordiamoci però che di pulizie come queste ne vengono fatte parecchie anche a livello sociale ed aziendale, il calcio è lo specchio del mondo di oggi, è chiaro che oggi, dopo questi grandi colpi di spugna, si stia meglio. Poi è chiaro, alla Serie A di oggi mancano le grandi piazze e i grandi nomi, su tutti quello della Juventus: spero davvero ritorni al vertice prestissimo sul campionato in corso. Il campionato di quest’anno? Difficile stare al passo dell’Inter, sta facendo una grande stagione, il vantaggio che si è guadagnata finora in classifica se lo merita tutto”. Oppure, la sua passione per il basket e gli sport americani: “Quando posso vado a vedere qualche gara di basket negli States, è uno spettacolo nello spettacolo dove la gente è sempre coinvolta, anche durante i cosiddetti tempi morti. Penso che qualche aspetto sviluppato dalla Nba, dal punto di vista manageriale, possa essere esportato a livello europeo, come il concetto di salary cap per i budget delle società”. E a proposito di Europa, i ragazzi del Master SBS hanno voluto chiedere a “Billy” un parere sull’elezione di Platini ai vertici dell’UEFA: “Stimavo moltissimo Platini quand’era giocatore perché lo consideravo uno capace di guardare sempre avanti: potrà fare bene perché è una persona di larghe vedute, che conosce bene il calcio a tutti i suoi livelli”. www.mastersbs.it