Your SlideShare is downloading. ×
  • Like
Campania
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×

Thanks for flagging this SlideShare!

Oops! An error has occurred.

×

Now you can save presentations on your phone or tablet

Available for both IPhone and Android

Text the download link to your phone

Standard text messaging rates apply

Campania

  • 928 views
Published

Una presentazione sulla mia regione, la Campania, adatta ad alunni di scuola primaria

Una presentazione sulla mia regione, la Campania, adatta ad alunni di scuola primaria

  • Full Name Full Name Comment goes here.
    Are you sure you want to
    Your message goes here
    Be the first to comment
    Be the first to like this
No Downloads

Views

Total Views
928
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
1

Actions

Shares
Downloads
22
Comments
0
Likes
0

Embeds 0

No embeds

Report content

Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
    No notes for slide

Transcript

  • 1.  
  • 2. Napoli Benevento Caserta Avellino Salerno
  • 3.  
  • 4. È il terzo comune italiano per popolazione dopo Roma e Milano ed è il cuore di un'area metropolitana ad elevata densità abitativa, tra le più popolose d'Italia e d'Europa . È situata in posizione pressoché centrale sull'omonimo golfo, tra il Vesuvio e l'area vulcanica dei Campi Flegrei. Fu fondata dagli abitanti di Cuma nel 475 a.C. come Neapolis in una zona più bassa rispetto ad un insediamento precedente [5] , fondato nel VII secolo a.C. da coloni greci . Annoverata tra le principali città della Magna Grecia, nel corso della sua storia Napoli ha visto il susseguirsi di lunghe e numerose dominazioni straniere, rivestendo una posizione di rilievo in Italia e in Europa
  • 5. Napoli è una delle città a maggior densità di risorse culturali e monumenti nel mondo che ne testimoniano la sua evoluzione storico-artistica. Il centro storico, nel 1995, è stato annoverato dall'UNESCO tra i patrimoni dell'umanità. Palazzo Reale Reggia di Capodimonte Maschio Angioino Castel dell’Ovo Castel S. Elmo e Certosa di S. Martino
  • 6. La città è situata nel cuore di una grande conca dell'Appennino Campano dominata dai massicci montuosi dei Picentini e del Partenio Duomo Torre dell’Orologio e il “Reuccio” Corso Vittorio Emanuele e Villa Comunale
  • 7. Città sannitica, romana, longobarda e poi pontificia, Benevento vanta un cospicuo patrimonio storico-artistico e un interessante patrimonio archeologico . Il centro storico Arco di Traiano Teatro romano Duomo
  • 8. La città è nota soprattutto per la sua imponente reggia borbonica, detta «la Versailles d'Italia» che, insieme al Reale Belvedere di San Leucio, è inserita dal 1997 nel Patrimonio dell'Umanità dell'Unesco . Facciata del Duomo di Casertavecchia con il campanile Piazza Dante
  • 9. La città di Salerno è conosciuta soprattutto per la Scuola medica salernitana, che fu la prima e più importante istituzione medica d'Europa all'inizio del Medioevo (IX secolo) e come tale è considerata da molti un'antesignana delle moderne università. Duomo Acquedotto medievale
  • 10. Ischia, ovvero l’isola verde, insieme a Capri, Procida e Nisida, è una delle quattro bellissime isole del golfo di Napoli. Ricchissima di fonti termali, non a caso è uno dei centri termali più importanti d’Europa, Ischia è frequentatissima per tutto l’arco dell’anno da turisti provenienti da tutto il mondo. E’ la più grande tra le isole Campane con una superficie di 47 Kmq ed è divisa in 6 comuni. Per ulteriori informazioni: www.ischia.org/
  • 11. La “piazzetta” I “faraglioni” . La costa è frastagliata, con numerose grotte, tra le quali la Grotta Azzurra, i cui magici effetti luminosi furono descritti da moltissimi scrittori e poeti. Caratteristici di Capri sono i celebri Faraglioni, tre piccoli isolotti rocciosi a poca distanza dalla riva che creano uno spettacolare effetto scenografico e paesaggistico. Chi non conosce l’isola di Capri? Su Capri si potrebbe dire di tutto e di più: questa bella isola del golfo di Napoli è una delle mete più ricercate e più sofisticate del turismo mondiale: un vero e proprio angolo paradisiaco! Non distante da Anacapri, né tanto meno dalla Marina Piccola e legata da una funicolare con la Marina Grande, si trova la Piazzetta di Capri , nome con il quale si identifica la Piazza Umberto I, il cuore pulsante dell'intera isola, il "salotto del mondo", come è stata definita, per via del suo via vai di personaggi illustri, famosi e della vita mondana.
  • 12. Per maggiori informazioni: www.procida.net / L'isola si trova ad una distanza minima dalla terraferma di circa 3,4 km (Canale di Procida) ed è collegata da un sottile ponte alla vicina isola di Vivara. Le sue coste danno vita a diverse baie e promontori che hanno permesso la nascita di ben tre porticcioli sui versanti settentrionale, orientale e meridionale dell'isola . Tradizionalmente, il centro abitato viene diviso in nove contrade, dette grancìe : Terra Murata (il borgo più antico), Corricella (un caratteristico borgo di pescatori), Sent'cò con il porto commerciale di Marina Grande , San Leonardo , Santissima Annunziata , Sant'Antuono , Sant'Antonio e Chiaiolella (un porto turistico nella parte meridionale dell'isola). Terra Murata Corricella
  • 13.  
  • 14. La Campania è una regione ricca di testimonianze del suo lungo passato. Da oltre tremila anni si sono succedute su queste terre popoli e civiltà, le cui vestigia possono essere ammirare nei tanti musei e scavi archeologici della regione. Se Pompei è il sito più conosciuto, non bisogna dimenticare però la splendida Ercolano ed Oplonti , a cui toccarono le stesse sorti dopo l’eruzione del Vesuvio, oppure il parco archelogico ai Campi Flegrei o i templi di Paestum in Cilento.
  • 15. Molto ricco di informazioni il sito: http://www.pompeiisites.org / Pompei è una delle più significative testimonianze della civiltà romana e si presenta come un eccezionale libro aperto sull’arte, sui costumi, sui mestieri, sulla vita quotidiana del passato. La città è riemersa dal buio dei se­coli così come era al momento in cui venne all’improvviso coperta da uno spesso strato di ceneri fuoriuscite, insieme alla lava, con la devastante eruzione del Vesuvio nel 79 d.C. La tragedia fu immane: in quello che era stato uno dei più attivi e dei più splendidi centri romani la vita si fermò per sempre. Lo spesso strato di materiale eruttivo che lo sommerse, costituito in gran parte da ceneri e lapilli,ha consentito che la Città giungesse integra fino ai nostri giorni non solo nelle sue architetture, ma anche in tutto ciò che era dentro le abitazioni o dentro i negozi, offrendo un quadro del quotidiano’ incredibilmente affascinante. La città dissepolta costituisce dunque una eccezionale testimonianza storica della civiltà romana: le memorie del passato, così vive e tangibili nei resti riportati alla luce, costituiscono il fascino di oggi.
  • 16. Nel sottosuolo di Torre Annunziata sono custodite le maestose ville di Oplontis, v ille sepolte a causa dell’eruzione del Vesuvio avvenuta nel 79 d.C. , la quale colpì anche le città di Ercolano e Pompei. Una delle ville di maggiore rilievo viene attribuita a Poppea Sabina , donna affascinante dell’aristocrazia Romana, prima amante e poi moglie dell’imperatore Nerone. Gli scavi iniziarono nel 1964 e proseguirono sino al 1984, riportando alla luce sale residenziali, portici e stanze utilizzate come terme, affrescate in stile pompeiano. All’esterno è anche possibile visitare una piscina. L'antica città di Herculaneum, già gravemente danneggiata dal terremoto del 62, venne distrutta dall'eruzione del Vesuvio (79), che la coprì con un'ingentissima massa di fango, cenere ed altri materiali eruttivi trascinati dall'acqua piovana che si solidificò in uno strato compatto e duro di 15-20 metri. Queste particolari circostanze che hanno portato al seppellimento di Ercolano hanno permesso la conservazione di materiali altamente deperibili, come i papiri e gli stessi alimenti, sigillati nel fango secco .
  • 17. www.parcodeicampiflegrei.it Visitare tutte le località che rientrano nel sito dei campi flegrei sarebbe un’impresa, ma occorre almeno segnalare Cuma , un importante sito archeologico, che è la testimonianza vivente delle antiche colonne greche in Italia; nascosta tra una ricca vegetazione si può ammirare l'Acropoli ed i suoi resti significativi, tra cui l'antro della sibilla , il tempio di Apollo ed il tempio di Giove . PAESTUM , è il più importante sito archeologico greco a sud di Napoli. I Greci, che fondarono questa città all'estremità della piana del Sele nel VI secolo a.C., la conoscevano come Poseidonia, la città di Poseidone. I Romani la conquistarono cambiandole il nome nel 273 a.C. Nel IX secolo d.C., a causa di un'invasione saracena, cadde in declino e fu abbandonata. Fu riscoperta nel XVIII secolo. Oggi Paestum è visitata dai migliaia di turisti provenienti da tutto il mondo per i suoi imponenti templi dorici quasi intatti e per le vestigia di importanti monumenti. Maggiori informazioni su Paestum
  • 18. Il Vesuvio è il vulcano più famoso della terra, l’unico attivo dell’Europa continentale ed è anche uno dei più pericolosi poiché il vasto territorio che si estende alle sue pendici ha visto la costruzione di case fino a 700 metri di altura. E’ un tipico esempio di vulcano a recinto costituito da un cono esterno tronco, Monte Somma (1133 metri), con cinta craterica in gran parte demolita entro la quale si trova un cono più piccolo rappresentato dal Vesuvio (1281 metri), separati da un avvallamento denominato Valle del Gigante, parte dell'antica caldera, dove in seguito, presumibilmente durante l'eruzione del 79 d.C., si formò il Gran Cono o Vesuvio.
  • 19.  
  • 20.